0 7 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Mentre le rivolte politiche in tutto il mondo fanno notizia, è in corso anche un’altra rivoluzione meno visibile. Questo sconvolgimento attraversa i confini nazionali e arriva all’incrocio tra pagamenti ed e-commerce. Il vecchio regime era caratterizzato da un numero relativamente piccolo di grandi commercianti che elaboravano un gran numero di transazioni all’interno del paese. L'”insurrezione” è guidata da un numero sempre maggiore di piccoli commercianti dislocati in tutto il mondo. E il volume sta aumentando a un ritmo sorprendente. Sfortunatamente, le infrastrutture di pagamento legacy non sono in grado di gestire in modo efficiente gli aspetti globali di queste economie in evoluzione. Con l’aiuto di Yuval Tal e della sua compagnia, Payoneer, le cose stanno cambiando rapidamente.

Questo nuovo ordine mondiale è guidato da settori che includono applicazioni mobili, outsourcing freelance, giochi e punti vendita come il negozio iTunes®. Composti principalmente da individui e piccoli team, questi piccoli commercianti e sviluppatori rappresentano la “democratizzazione” dell’e-commerce moderno. Se questa rivoluzione fosse limitata a un solo paese, la transizione al nuovo modello sarebbe relativamente agevole, poiché le infrastrutture di pagamento all’interno dei paesi sviluppati tendono ad essere robuste. Quando iniziamo a guardare alle nazioni sottosviluppate – e alle transazioni transfrontaliere in generale – le efficienze si riducono rapidamente.

Prendiamo gli Stati Uniti come esempio. Ci sono tre solide piattaforme di pagamento in questa nazione: i) le società di carte di credito (vale a dire Visa®, MasterCard® e American Express®), ii) il sistema bancario federale con assegni cartacei ed elettronici (ACH), e iii) PayPal – il rete di pagamento alternativa predominante. Tieni presente che solo gli ultimi due sono stati storicamente utilizzati per pagare i commercianti. Vedremo tra poco come Yuval Tal, Payoneer e la carta di debito prepagata di marca stanno cambiando questa situazione. Ora, considera uno sviluppatore di applicazioni nativo degli Stati Uniti che vende i suoi prodotti su piattaforme come iTunes. Per questo sviluppatore, essere pagato è facile. La maggior parte dei negozi di applicazioni tenderà a versare il pagamento tramite ACH perché è estremamente economico.

Le nazioni più sviluppate godono della stessa infrastruttura di base con alcune sottili differenze. Essere pagati nel paese è relativamente semplice, con più scelte a costi variabili. Nei paesi sviluppati, come le nazioni “G7”, i fornitori possono essere pagati tramite addebito diretto o bonifico bancario. Nella maggior parte di questi paesi esistono anche PayPal e pagamenti alternativi più localizzati. I venditori e le piattaforme di vendita di solito arrivano a una scelta di pagamento basata su costi e convenienza.

Ora, prendiamo il caso in cui lo sviluppatore e la piattaforma di vendita si trovino in paesi diversi. All’improvviso, le opzioni di pagamento diventano molto più limitate e hanno molto a che fare con la raffinatezza dei sistemi bancari all’interno dei rispettivi paesi. In generale, è sempre stato possibile effettuare pagamenti tramite bonifico bancario. Sfortunatamente, questo metodo può richiedere molto tempo e denaro. Di solito, sia il pagatore che il beneficiario incorrono in una commissione, e queste commissioni tendono ad essere molto più costose dell’ACH (negli Stati Uniti) e del deposito diretto altrove. Inoltre, in alcuni paesi possono essere necessari fino a 10 giorni per l’accredito di un bonifico bancario. Ma che dire della rimessa dei pagamenti ai fornitori in paesi con sistemi bancari meno sviluppati o più restrittivi?

“Quando parli della democratizzazione dell’e-commerce, gli ultimi posti a cui probabilmente pensi sono Cina e Russia, ex bastioni dell’anticapitalismo”, afferma il CEO di Payoneer, Yuval Tal. “È interessante notare che entrambe le aree stanno diventando i principali attori del mondo digitale”. È ampiamente riconosciuto che la Russia e la Cina hanno sviluppato una reputazione per la produzione di alcuni degli ingegneri del software più istruiti del mondo. Molti di questi ingegneri scrivono app per dispositivi mobili e mettono a disposizione le proprie competenze come freelance per aziende di tutto il mondo.

Essere pagati in questi paesi non è stato necessariamente così semplice. Naturalmente, effettuare pagamenti all’interno del paese è sempre stato il modo più semplice. Sebbene non siano sviluppati come gli Stati Uniti o la CE, questi sistemi bancari sono in grado di elaborare assegni cartacei e vari tipi di pagamenti interbancari elettronici all’interno del paese. Ma per quanto riguarda le transazioni transfrontaliere? Si dice che la natura aborrisca il vuoto, e questo può essere visto sia in Cina che in Russia. Sistemi di pagamento alternativi come Alipay in Cina e, in una certa misura, WebMoney in Russia, stanno cercando di colmare il vuoto. Entrambi sono importanti società di pagamento “terze parti” nei rispettivi paesi ed entrambi stanno cercando di aumentare la loro funzionalità transfrontaliera.

La concorrenza per le rimesse internazionali si sta surriscaldando e le associazioni di carte di credito come Visa e MasterCard potrebbero benissimo avere il vantaggio maggiore. “Perché i fornitori e i commercianti digitali dovrebbero spendere soldi per sviluppare una solida soluzione di rimessa internazionale quando una rete esistente può facilmente svolgere il lavoro.” chiede Tal? “Perché installare 15 miglia quadrate di linee telefoniche in rame quando puoi installare un ripetitore?” I marchi di carte offrono una rete finanziaria sofisticata e ben sviluppata. Persone come Yuval Tal hanno sfruttato questa rete per creare programmi di carte di debito prepagate ricaricabili che rendono possibile ed economicamente fattibile per i fornitori di essere pagati con le proprie carte di debito indipendentemente da dove vivono. Queste carte possono essere utilizzate per prelevare contanti in valuta locale presso milioni di sportelli automatici in tutto il mondo. Possono anche essere utilizzati per acquistare beni e servizi da commercianti che accettano i marchi.

La democratizzazione dell’e-commerce è a buon punto e l’infrastruttura di pagamento internazionale per supportarla sta seguendo rapidamente. I pagamenti bancari tradizionali stanno lasciando il posto ad alternative di terze parti. Non dovrebbe sorprendere quindi che persone come Yuval Tal, la sua azienda, Payoneer e l’onnipresente carta di debito possano offrire la soluzione più economica e conveniente di tutte.


new world order
#Yuval #Tal #guida #democratizzazione #dei #pagamenti #globali #con #Payoneer

Lascia un commento

Leggi anche