0 3 minuti 1 settimana

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Un hacker svizzero chiamato “maia arson crimew” ha fatto trapelare una copia della No Fly list degli Stati Uniti dopo che è stata scoperta di recente in un server aperto.

L’elenco del 2019 includeva oltre 1,5 milioni di nomi e pseudonimi.

La lista è trapelata su The Daily Dot.

Poiché l’elenco è del 2019, non includerà le migliaia di nomi di patrioti statunitensi che sono stati aggiunti all’elenco in seguito alle proteste del 6 gennaio 2021 a Washington DC.

DI TENDENZA: ESCLUSIVA DI ROTTURA: Una notizia bomba nel dump dei dati dell’FBI di venerdì sera – MUELLER ha affermato che Seth Rich non è coinvolto nello scandalo e-mail di collusione con la Russia senza aver mai esaminato il laptop di lavoro di Rich

Il fondatore di WalkAway Brandon Straka ha detto a Tucker Carlson all’inizio di questa settimana che centinaia di sostenitori di Trump sono stati aggiunti alla “no fly list” in seguito alle proteste DC del 2021.

VICE segnalato:

Una copia della No Fly List degli Stati Uniti è trapelata dopo essere stata archiviata su un server non sicuro collegato a una compagnia aerea commerciale. La No Fly List è un elenco ufficiale gestito dal governo degli Stati Uniti di persone a cui è vietato viaggiare dentro o fuori gli Stati Uniti su voli commerciali.

Come riportato per la prima volta da Il punto quotidianoun hacker svizzero noto come maia arson crimew ha scoperto l’elenco su un server Jenkins non protetto una notte mentre curiosava su Shodan, un motore di ricerca che consente alle persone di guardare attraverso i server connessi a Internet.

Sul server c’era una grande quantità di dati aziendali su CommuteAir, comprese le informazioni private sui suoi dipendenti. C’era anche un file contenente una copia di un’edizione 2019 della No Fly List. L’elenco include nomi e date di nascita e più di 1,5 milioni di voci, ma molte di queste voci sono alias che fanno riferimento alla stessa persona. “È molto più grande di quanto pensassi”, ha detto a Motherboard Crimew.

“La TSA è a conoscenza di un potenziale incidente di sicurezza informatica e stiamo indagando in coordinamento con i nostri partner federali,” ha detto a Motherboard un portavoce della TSA.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche