0 5 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Immagine: un'importante causa potrebbe riuscire a ribaltare il divieto della California sulle armi stampate in 3D

(Natural News) I sostenitori del secondo emendamento non fanno molto uso dello stato blu perché i democratici tendono a limitare gravemente il diritto di detenere e portare armi per quanto riescono a cavarsela.

Ciò include la California, ovviamente, che ha alcune delle restrizioni sulle armi più restrittive (e spaventose) del paese.

Ma i sostenitori della 2A ripongono le loro speranze in un’importante causa legale che ha buone possibilità di far cadere il divieto della California sulle armi da fuoco stampate in 3D.

I pionieri di tali armi, Defense Distributed, hanno intentato quella che potrebbe essere una storica azione legale contro lo stato dopo che il governatore democratico Gavin Newsom ha firmato di recente la legge AB 1621, che vieta la produzione di armi da fuoco 3D, che sono chiamate “pistole fantasma” da la sinistra. Il caso, Difesa distribuita v. Bontapuò costituire un precedente per la regolamentazione delle armi da fuoco di fabbricazione privata.

La legislazione della California rende un reato l’acquisto, il possesso o l’uso di macchine CNC e stampanti 3D per produrre pistole o parti di armi. La causa contesta lo statuto sotto gli auspici della recente decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti in NYSRPA contro Bruen.

In quel caso, la più alta corte della nazione ha stabilito che le sfide legali che coinvolgono il Secondo Emendamento devono essere radicate nel testo dell’emendamento ed essere informate dalla storia. Inoltre, la stessa sentenza ha annullato una guida di controllo sui mezzi per raggiungere un fine che i tribunali di grado inferiore hanno spesso utilizzato per sostenere le leggi statali che regolano le armi da fuoco.

“Defense Distributed afferma che non esiste una tradizione storica di regolamentazione degli strumenti o delle parti utilizzate per fabbricare armi private. Ciò significa che non esiste un precedente storico per il divieto della California su macchine CNC e stampanti 3D “, Zero Hedge segnalato.

Brighteon.TV

Il presidente della Fondazione del Secondo Emendamento Alan M. Gottleib ha osservato: “Quello di cui stiamo parlando è un processo di fresatura, che è comune nella moderna produzione di un’ampia gamma di prodotti, inclusi telai e ricevitori per armi da fuoco. Nonostante la lunga tradizione di fabbricazione di armi da fuoco personali da parte di privati ​​cittadini, la California ha ora criminalizzato il processo”.

La sinistra democratica sostiene che le armi da fuoco non registrate rappresentano un problema di “sicurezza” nelle comunità e quindi le armi fantasma dovrebbero essere bandite. Ma in realtà, ciò che rappresenta la più grande minaccia nelle città gestite dai Democratici sono i procuratori distrettuali di estrema sinistra finanziati da George Soros che si rifiutano di perseguire i criminali violenti e li lasciano tornare in strada, dove poi vittimiscono cittadini che altrimenti non sarebbero autorizzati di essere armati a causa delle leggi approvate dagli stessi Democratici.

Parte della causa intentata da Distributed Defense assume anche un altro statuto della California, SB1327, che obbliga chiunque contesti una legge statale sulle armi in tribunale responsabile del pagamento delle spese legali dello stato in qualsiasi fase del contenzioso. Quella legge è stata descritta anche dall’American Civil Liberties Union di sinistra come usando una “logica imperfetta”.

“La California risponde alla storica decisione di Bruen 1) vietando il tuo diritto di fabbricare una pistola e 2) nascondendo trappole esplosive nei loro tribunali statali per chiunque oserebbe chiederne indietro”, ha spiegato Cody Wilson, fondatore di Defense Distributed . “Ancora un altro esempio di liberali che fanno a pezzi il 1° emendamento per negare il 2°”.

La società ha in realtà una storia di casi vincenti che ha presentato a difesa delle armi da fuoco stampate in 3D. Ad esempio, nel 2018, la società si è accordata con il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, che ha consentito a Defense Distributed di pubblicare i suoi progetti online senza timore di ritorsioni.

Defense Distributed e The Second Amendment Foundation chiedono a un tribunale federale un’ingiunzione contro l’applicazione dell’AB 1621, che sarebbe la cosa giusta che accadesse.

Il fatto è che qualsiasi lettura ragionevole del Secondo Emendamento negherebbe la maggior parte, se non tutte, le restrizioni e le leggi sulle armi da fuoco a causa della clausola “non devono essere violate”. Ciò include ex detenuti che sono stati fatti uscire di prigione dopo aver scontato la pena.

Le fonti includono:

ZeroHedge.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche