0 8 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Una tempesta solare esplosa da un buco nell’atmosfera meridionale del Sole dovrebbe colpire la Terra questo mercoledì Scienza dal vivo segnalato.

La notizia di una tempesta solare in arrivo è diventata abbastanza comune in questi giorni mentre la nostra stella si avvicina al picco del suo ciclo solare di 11 anni.

Gli astronomi hanno osservato il Sole per secoli e sanno che più macchie solari si formano sulla superficie del Sole durante la fase attiva del ciclo solare.

Queste sono le regioni sulla superficie del Sole in cui il campo magnetico aumenta temporaneamente e la convezione si interrompe. La temperatura della materia in queste regioni diminuisce rispetto alla superficie del Sole, facendole apparire più scure, da cui il nome macchie solari.

Anche il sole ha dei “buchi”?

Più studiamo il sole, più impariamo sulle varie attività che si svolgono sulla sua superficie. Il mese scorso, le macchie del Sole si sono trasformate in grandi filamenti magnetici, inviando più bagliori verso di noi.

I ricercatori hanno recentemente scoperto un “buco” nell’atmosfera meridionale del Sole. A differenza delle macchie solari, o filamenti, dove le linee del campo magnetico in uscita ritornano sulla superficie, un buco solare si irradia nello spazio e può quindi emettere plasma a milioni di miglia all’ora.

Quando vengono rilasciati nella nostra direzione, possono essere necessarie dalle 15 alle 18 ore prima che il plasma e i detriti solari raggiungano la Terra.

L’interazione delle particelle fortemente magnetizzate nelle eruzioni con il campo magnetico del pianeta si traduce in una tempesta geomagnetica, che è classificata nelle classi G1-G5 in base alla sua gravità.

Quanto sarà forte questa tempesta geomagnetica?

Rumoroso Spaceweather.com La tempesta geomagnetica colpirà la Terra mercoledì 3 agosto quando la Terra entrerà in un flusso ad alta velocità di vento solare. La tempesta geomagnetica risultante dovrebbe essere piccola e classificata come Classe G-1.

Ciò si tradurrà probabilmente in una meravigliosa esposizione dell’aurora boreale che sarà visibile negli stati del Michigan e del Maine negli Stati Uniti.

Tempeste geomagnetiche più forti hanno il potenziale per interrompere seriamente la navigazione satellitare e le comunicazioni radio e danneggiare le reti elettriche. L’impatto di questa tempesta sarà minimo.

Mentre il sole si avvicina al picco del suo ciclo solare, le future tempeste geomagnetiche potrebbero non essere così benigne. Storicamente, la peggiore tempesta solare è stata l’evento Carrington del 1859, che ha rilasciato circa 10 miliardi di megatoni di energia equivalenti a una bomba atomica, ha detto Scienza dal vivo nel suo rapporto.

Le aurore risultanti illuminavano il cielo notturno più luminoso della luna piena e potevano essere viste fino alle isole caraibiche.

A quei tempi, la tempesta geomagnetica aveva sconvolto il sistema telegrafico, un mezzo di comunicazione popolare all’epoca. Un evento altrettanto grande oggi comporterebbe interruzioni di corrente diffuse causate da interruzioni delle reti e danni ai satelliti per le comunicazioni.

La crescente dipendenza della tecnologia moderna dalle comunicazioni satellitari la mette anche a serio rischio di danni se il tempo spaziale diventa brutto.

La FEMA avverte della “tempesta solare perfetta” e si prepara a 10 anni senza una rete elettrica

Secondo un avvertimento in un rapporto inedito della Federal Emergency Management Agency (FEMA), una perfetta tempesta solare simile a quella che colpì la Terra nel 1859 spegnerà la rete elettrica degli Stati Uniti per un massimo di 10 anni.

Il rapporto di 36 pagine è stato pubblicato questo mese GovernmentAttico.org che scopre vecchi documenti governativi, spesso acquisiti tramite richieste del Freedom of Information Act.

Il documento del 2010 era intitolato “Strategie di mitigazione per il comando, il controllo e la comunicazione della FEMA durante e dopo una tempesta solare”.

La tempesta del 1859, soprannominata Carrington Event, diede fuoco alle macchine telegrafiche, la tecnologia più avanzata dell’epoca.

Il documento prevede cosa accadrebbe se questo tipo di energia solare si schiantasse sulla terra nel 21° secolo : “In Nord America e altrove, potrebbero esserci interruzioni significative nelle reti elettriche; potrebbero volerci 4-10 anni per riprendersi completamente”.

Ma anche una tempesta più piccola, come quella che colpì la Terra nel 1921, ” causare un crollo su larga scala della rete elettrica ‘ se entra oggi.

Il rapporto prevede la chiusura di Internet, televisione via cavo e servizio telefonico. Anche la ricezione dei telefoni cellulari scomparirebbe rapidamente.

Circa il 60% delle torri cellulari negli Stati Uniti ha solo da 2 a 24 ore di batteria di riserva “, dice il rapporto. ” Se queste torri perdono energia, gran parte della rete cellulare si interromperà. È più probabile che le aree suburbane urbane e popolate abbiano ripetitori cellulari con generatore di riserva con riserve di carburante che vanno da 1 a 7 giorni, a seconda della posizione e del proprietario del dispositivo”.

La FEMA non ha mai pubblicato il rapporto, che è datato dicembre 2010. Notizie fuori dalla griglia ha contattato un esperto di rete che ha frequenti contatti con le agenzie governative. Questa persona ha detto che la segnalazione era legittima.

“Questo articolo ricostruisce l’evento del 1859 oggi, utilizzando le ultime ricerche per spiegare e comprendere: 1) la natura e gli effetti dei blackout radio, delle tempeste di radiazione solare e delle tempeste geomagnetiche;

2) il loro potenziale di effetti a cascata sui sistemi energetici e di telecomunicazioni globali; e

3) le implicazioni per la FEMA… nel pianificare e rispondere a un tale evento” dice il rapporto.

Un evento di tipo Carrington genererebbe enormi quantità di energia che farebbero esplodere i trasformatori. È la sostituzione di questi trasformatori che preoccupa la FEMA e altre agenzie governative.

Ogni trasformatore è realizzato su misura; Non ci sono parti di backup. Non si sa quanti Transformers ci siano negli Stati Uniti, ma è probabile che siano decine di migliaia. Ogni costruzione richiede fino a due anni.

“La perdita di infrastrutture critiche per lunghi periodi di tempo a causa degli effetti a cascata di un evento meteorologico spaziale (o di altre interruzioni) potrebbe comportare carenze di cibo e carburante date le scarse scorte e la dipendenza da forniture just-in-time, la perdita dei trasporti di base e incapacità ‘ è così che un rapporto del 2008 della National Academy of Sciences descriveva le conseguenze di una grande tempesta solare.

Il 28 aprile 2020”Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo – Come i film e le stelle manipolano l’umanità“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Revenge of the 12 Monkeys, Contagion and the Coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020”Il codice della musica: frequenze, ordini del giorno e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droghe e controllo mentale“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021”DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante Phil Schneider: La vita e la morte di un informatore“.

Il 18 marzo 2022”La moderna cospirazione della musica: pop star, successi e videoclip – per il perfetto lavaggio del cervello“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Pro e contro la vaccinazione: “Die Ärzte”, “Die Toten Hosen”, Nena, Westernhagen, Eric Clapton, Neil Young e altri“.

Puoi ottenere un libro firmato per EUR 30,00 (tutti e quattro i libri per EUR 120,00) inclusa la spedizione se invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Fonti: dominio pubblico/interessantiengineering.com/newspunch.com il 08/03/2022



Source link

Lascia un commento

Leggi anche