0 5 minuti 6 giorni


Per evitare fraintendimenti su cosa siano le tasse, è utile definire la parola “furto”. Una buona definizione è “l’appropriazione e la rimozione improprie di beni personali di qualcun altro”. La definizione non dice più “a meno che tu non sia il governo”.

In linea di principio non c’è differenza tra lo stato che prende la proprietà e una banda di strada che lo fa, tranne per il fatto che il furto dello stato è “legale” ei suoi agenti sono protetti dall’accusa. Molte persone non accettano questa analogia perché il governo è ampiamente visto come fatto dal, per e dal popolo, anche se è vero che di tanto in tanto funziona male.

Diciamo che un rapinatore chiede il tuo portafoglio, forse perché ha bisogno di soldi per comprare una macchina nuova, e ti minaccia di violenza se non acconsenti. Chiunque lo chiamerebbe un atto criminale. Ma supponiamo che il ladro abbia detto che voleva i soldi per comprare la spesa. Sarebbe ancora un furto? Supponiamo ora che abbia detto che voleva che il tuo portafoglio dasse da mangiare a un’altra persona affamata, non a se stesso. Allora sarebbe ancora un furto?

Supponiamo ora che il rapinatore convinca la maggior parte dei suoi amici che va bene per lui alleggerire il portafoglio. Sarebbe ancora un furto allora? E se convincesse la maggioranza dei cittadini? I principi stanno da soli. Anche se un atto criminale viene commesso per una buona causa o con la complicità di astanti (anche se queste persone si definiscono governo), è comunque un atto criminale di aggressione.

È importante prendere una posizione etica su questo argomento, anche se non cambia la tua risposta alle richieste del rapinatore (o dello stato). Proprio come di solito non è saggio opporsi a un rapinatore, di solito è anche poco saggio opporsi al governo, che ha molta violenza dalla sua parte.

Questo non vuol dire che sia facile nuotare contro corrente. Ogni anno, al momento delle tasse, i sostenitori del grande governo generano una serie di nostrum per calmare gli agnelli mentre vengono tosati. Uno dei peggiori è “Le tasse sono il prezzo che paghiamo per la civiltà”, una dichiarazione del giudice della Corte Suprema Oliver Wendell Holmes. È un ottimo esempio di come una bugia, quando è abbastanza grande e ripetuta abbastanza volte, può essere accettata.

In realtà, la verità è quasi esattamente l’opposto. Mark Skousen, economista e autore, ha sottolineato: “Le tasse sono il prezzo che paghiamo per non riuscire a costruire una società civile. Maggiore è il livello di imposta, maggiore è il fallimento. Uno stato totalitario pianificato centralmente è un totale fallimento della civiltà, mentre una società completamente volontaria è il suo più grande successo”.

Le tasse distruggono la civiltà e la società. Impoveriscono la persona media. Sostengono programmi di welfare che ancorano le classi inferiori al fondo della società. Tu finanzi una gigantesca burocrazia che serve solo ad aumentare i costi e sopprimere gli incentivi. Pagano programmi di lavori pubblici (precedentemente noti come “progetti di maiale” ma ora ribattezzati “investimenti infrastrutturali”) che sono in genere dieci volte più costosi dei loro omologhi finanziati privatamente, che siano necessari o meno. Mantengono programmi che creano enormi distorsioni nell’economia (come l’assicurazione dei depositi per le banche). E favoriscono un clima di paura e disonestà. L’elenco dei mali continua. Ma la semplice verità è che tutto ciò di cui la società ha bisogno o vuole potrebbe essere fornito da imprenditori a scopo di lucro se solo l’esattore delle tasse si ritirasse.

Protestare le tasse perché sono un modo costoso o inefficiente di fornire servizi è assolutamente inutile. È come dire che un rapinatore non dovrebbe derubarti perché forse c’è un modo migliore per ottenere ciò che vuole.

Quanto è serio il problema fiscale nel lungo periodo? Credo che, nonostante l’aumento delle aliquote fiscali e le misure d’applicazione draconiane del governo, non diventerà più grande, ma più piccola. La principale tendenza a lungo termine nella società è verso il decentramento e le organizzazioni più piccole. Il governo degli Stati Uniti non si dimostrerà più in grado di gestire un’economia in rapido sviluppo di quanto lo fosse il governo sovietico. Sempre più americani vedranno il governo come insignificante e irrilevante in quanto non ha alcuno scopo utile.

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche