0 3 minuti 2 giorni


Kit cavalleresco

Voglio dire, il titolo dice praticamente tutto. Uno studio pubblicato ad agosto in Giornale di biomedicina pubblicato, afferma questo nel suo abstract:

La paura e la disinformazione diffuse da individui non scientifici per terrorizzare le persone a non farsi vaccinare non solo manterranno le persone vulnerabili alle epidemie di virus, ma potrebbero anche portare a maggiori effetti collaterali dalla vaccinazione. Questa breve panoramica include dati che dimostrano che la disinformazione diffusa dal movimento anti-vaccinazione può portare a più morti ed effetti collaterali del vaccino.

Sì, a quanto pare tutte le persone che muoiono improvvisamente di infarto e ictus sono incoraggiate a farlo da noi anti-vaccinatori avvertendole di infarti e ictus.

Ora, se stai pensando che sia la cosa più ridicola che tu abbia mai sentito… allora ti sbagli. Continua dicendo:

Una piccola revisione della letteratura pubblicata ha rilevato che lo stress psicologico provoca chiaramente vasocostrizione e restringimento dei vasi sanguigni. Quindi, se i soggetti sono in preda al panico, preoccupati, stressati o spaventati dal vaccino, le loro arterie si restringeranno e diventeranno più piccole quando riceveranno il vaccino.

Quindi non muoiono perché hanno avuto un infarto a causa del vaccino, ma perché avevano paura di morire.

Logica brillante. E un buon motivo per rimuovere gli avvisi sulle sigarette e rimuovere tutta la pubblicità anti-alcol dalla TV. Basti pensare a quante persone sono morte per problemi cardiaci legati all’alcol perché avevano paura dell’alcol.

…Non c’è bisogno che ti dica quanto sia assurdo.

Questa è di gran lunga la spiegazione più ridicola per gli attacchi di cuore correlati al vaccino e include bollette energetiche elevate e disturbo da stress post-pandemia.

Sono stati anni difficili per The ScienceTM, ma questo è un nuovo minimo.
Complimenti a Mark Crispin Miller per aver incluso questo studio nel suo Substack Appunti dal sottosuolo. Un’ottima lettura e un abbonamento altamente raccomandato.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche