0 7 minuti 5 giorni

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

E se lo scopo di inviare quasi 60 miliardi di dollari in contanti e aiuti militari all’Ucraina fosse quello di prolungare la guerra che l’Ucraina può vincere solo se le truppe americane vengono coinvolte? E se il governo prestasse più dollari federali all’Ucraina in sei mesi rispetto all’intero budget annuale dell’Ucraina? E se il governo volesse che le truppe americane in questa guerra distraessero gli elettori americani dal desolato caos economico, culturale e sociale che l’America è diventata?

E se oggi le truppe americane fossero a terra in Ucraina? E se non indossassero un’uniforme in modo che il governo possa negare credibilmente quando gli viene chiesto se ci sono truppe che combattono lì? E se le truppe che non sono in uniforme e vengono catturate possono essere sommariamente giustiziate come spie? E se al governo non interessa?

E se i governi amasse la guerra? E se la guerra fosse la salute dello stato? E se la guerra fosse una scusa per aumentare le tasse, chiedere patriottismo, limitare le libertà civili e chiedere la lealtà delle persone che vogliono essere lasciate sole? E se la guerra avesse trasformato la cultura americana dalla libertà alla violenza? E se la vera natura del governo fosse il monopolio dell’uso della forza in una determinata area geografica? E se la guerra permettesse al governo di usare più violenza in patria e all’estero?

E se la guerra fosse il pretesto per l’arresto senza processo di Abraham Lincoln di oltre 3.000 giornalisti che lo criticavano? E se la guerra fosse stata la scusa per Woodrow Wilson per arrestare senza processo gli studenti di Princeton che leggevano ad alta voce la Dichiarazione di Indipendenza davanti agli uffici di leva? E se la guerra fosse la giustificazione per Franklin Roosevelt che rinchiude 120.000 giapponesi americani senza processo in un campo recintato di filo spinato nel deserto dello Utah, rinchiuso mentre le loro case e le loro attività venivano distrutte?

E se il governo reintrodusse la leva? E se la coscrizione fosse messa fuori legge dal tredicesimo emendamento che vieta la schiavitù? E se la schiavitù fosse il controllo della volontà individuale imposto dal governo? E se la coscrizione fosse schiavitù? E se il governo preferisse schiavizzare i giovani, farli lavorare per bassi salari obbligatori e poi mandarli a uccidere i loro omologhi russi o iraniani?

E se ai presidenti piacesse uccidere? E se il più grande omicidio di massa – misurato dal numero di morti al secondo – nella storia del mondo fosse stato causato da Harry Truman quando ordinò che una bomba atomica fosse sganciata su una cattedrale cattolica in Giappone pochi giorni prima che il Giappone si arrendesse durante la seconda guerra mondiale?

E se Lyndon Johnson avesse inventato il non-incidente del Golfo del Tonchino per convincere il Congresso a sostenere la sua guerra insensata, illegale e immorale in Vietnam? E se Richard Nixon avesse saputo che l’incidente del Golfo del Tonchino non è mai accaduto e avesse comunque ordinato l’uccisione di migliaia di cambogiani e vietnamiti?

E se George HW Bush avesse ucciso migliaia di innocenti per “liberare” il Kuwait dall’Iraq? E se non ci fosse un interesse americano concepibile e comprensibile servito da questi omicidi?

E se George W. Bush avesse causato la morte di centinaia di migliaia di afgani innocenti a causa della cecità negligente del suo stesso governo l’11 settembre? E se avesse causato la morte di centinaia di migliaia di iracheni perché Saddam ha cercato di uccidere mio padre”? E se Barack Obama avesse usato i droni per uccidere americani nello Yemen che non sono stati accusati di un crimine, che non hanno mai compiuto atti di violenza e che erano seduti pacificamente in un caffè all’aperto quando sono stati assassinati?

E se Donald Trump avesse ordinato alla CIA di assassinare un generale iraniano che stava andando a pranzo con un generale iracheno in Iraq? E se non ci fossero accuse penali contro il generale iraniano? E se gli Stati Uniti non fossero in guerra con l’Iran?

E se Joe Biden avesse usato i droni per uccidere un ministro di 71 anni che non era stato accusato o condannato negli attacchi dell’11 settembre? E se il governo avesse paura di arrestare il religioso e metterlo sotto processo? E se il governo non avesse mai processato nessuno per gli attacchi dell’11 settembre? E se l’ultima cosa che il governo vuole fosse un processo con giuria su chi ha causato l’11 settembre?

E se l’uccisione dei droni di Biden fosse servita a promuovere il patriottismo, neutralizzare i critici repubblicani dando loro ciò che volevano e spostare la questione dall’inflazione incontrollata agli omicidi segreti del governo?

E se il governo potesse uccidere legalmente solo quando il Congresso avesse approvato una dichiarazione di guerra o un attacco agli Stati Uniti fosse imminente, come accadde la mattina dell’11 settembre e del 7 dicembre 1941? E se il governo avesse dormito alla scrivania l’11 settembre e fosse stato più che disposto a uccidere un milione di persone innocenti in Afghanistan e in Iraq per distogliere l’attenzione del pubblico dai loro fallimenti dell’11 settembre?

E se, il 7 dicembre 1941, il governo si rallegrasse tranquillamente per aver indotto con successo i giapponesi ad attaccare Pearl Harbor e fosse più che disposto a sacrificare la vita di 2.400 marinai per cambiare l’atteggiamento degli americani, in modo da sostenere l’ingresso degli Stati Uniti nella guerra mondiale II? E se funzionasse?

E se l’ultima dichiarazione di guerra del Congresso contro Giappone, Germania e Italia fosse stata nel dicembre 1941? E se tutti gli omicidi presidenziali dalla seconda guerra mondiale fossero incostituzionali, illegali e immorali, ma universalmente lodati?

E se tutti i presidenti moderni credessero di poter uccidere qualsiasi nemico, torturare qualsiasi nemico, inviare truppe, schierare aerei o droni, indipendentemente dal fatto che ci fosse o meno una dichiarazione di guerra del Congresso o un imminente attacco agli Stati Uniti? E se l’uccisione del presidente fosse contagiosa? E se Biden uccidesse per distogliere l’attenzione degli elettori dall’inflazione?

E se un assassinio presidenziale tempestivo fosse diventato politica con altri mezzi? E se più il governo uccide, più pazzi tra noi lo fanno? Cosa possiamo fare contro di essa?



Source link

Lascia un commento

Leggi anche