0 4 minuti 7 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Durante il suo esame dei file di Twitter, il giornalista investigativo Matt Taibbi ha scoperto un modello di crescente controllo del governo sulla piattaforma dei social media, ha detto a John Kiriakou di RT nell’episodio di sabato di ‘Gli informatori‘.

Da quando ha acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari in ottobre, Elon Musk ha rilasciato lotti di documenti che fanno luce sulle politiche di censura precedentemente opache della piattaforma, arruolando giornalisti indipendenti per interrompere ogni dump di documenti. Il giornalista indipendente Matt Taibbi è stato il primo scelto, pubblicando comunicazioni che hanno rivelato uno sforzo a livello aziendale per sopprimere la segnalazione sul laptop di Hunter Biden, il cui contenuto ha implicato la famiglia Biden in numerosi schemi di corruzione straniera.

“Non ero molto interessato a quella storia in sé,” Taibbi ha detto a Kiriakou. “La domanda a cui ero davvero interessato a rispondere era quale livello di comunicazione e coordinamento esiste tra… Twitter e le forze dell’ordine federali, e forse agenzie oltre l’FBI, il Dipartimento per la sicurezza interna o la Casa Bianca”.

Durante le ricerche sulla decisione di Twitter di vietare l’account dell’allora presidente Donald Trump all’inizio del 2021, Taibbi ha affermato di aver iniziato a notare i messaggi istantanei tra i dirigenti di Twitter “dove vedresti piccole rientranze nella parte superiore dei messaggi che dicono ‘questo è contrassegnato dal DHS, questo è contrassegnato dall’FBI'”.

“E questo ci ha subito detto qualcosa di molto significativo, che Twitter si occupava di elaborare le richieste provenienti dalle forze dell’ordine federali”, Egli ha detto.

Taibbi ha scoperto che in vista delle elezioni del 2020, Twitter avrebbe ricevuto elenchi di migliaia di account da sospendere. Questi elenchi sono stati consegnati all’azienda da FBI, CIA, NSA, Pentagono, Dipartimento di Stato, Tesoro e altri, e talvolta si presentavano sotto forma di fogli di calcolo Excel, che i dipendenti dovevano vietare senza domande.

“C’erano così tante richieste, un giorno hanno ricevuto un lotto e quando l’hanno completato c’è stato un applauso nella chat”, Taibbi ha detto a Kiriakou.

A un certo punto, quando i dipendenti di Twitter hanno ricevuto dal Dipartimento di Stato un elenco di account da vietare per aver diffuso il cosiddetto russo “disinformazione,” hanno sostenuto che non avrebbero dovuto intraprendere alcuna azione, poiché il dipartimento non aveva fornito prove. Tuttavia, un dirigente di Twitter che in precedenza aveva lavorato per la CIA ha detto loro di contrassegnare comunque gli account, come quelli del sito “I partner del governo stanno diventando più aggressivi” con le loro richieste di censura.

“Quella decisione è stata significativa, perché è stato uno dei momenti in cui Twitter ha praticamente realizzato ‘Non possiamo più dire di no'” spiegò Taibbi.

Da quando Taibbi ha pubblicato la sua prima storia sul laptop di Hunter Biden, ulteriori rapporti hanno rivelato che Twitter Assistito le campagne di influenza online dell’esercito americano, censurato “narrazioni anti-ucraine” per conto di più agenzie di intelligence statunitensi, soppresso “contenuto legittimo” su Covid-19 per conto della Casa Bianca, e partecipato nel “Russiagate” burlare.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche