0 2 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

A grande richiesta torna ospite di Byoblu in una lunga intervista Loretta Bolgan, laureata in chimica e tecnologia farmaceutiche, con un dottorato di ricerca in scienze farmaceutiche. La dottoressa ha fatto anche parte della Commissione parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari all’estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni, in relazione all’esposizione a particolari fattori

chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno e da somministrazione di vaccini.

Il dibattito nelle televisioni generaliste non permette a scienziati, ricercatori, dottori di evidenziare i lati ancora poco chiari di questa campagna vaccinale in corso.

Sappiamo che in commercio, al momento, ci sono i vaccini di: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson&Johnson e Sputnik V. Quali sono le differenze? E i rapporti rischi – benefici?

La proteina Spike prodotta da questi vaccini è tossica? In uno studio pubblicato sulla rivista Circulation Research si ribadisce: “Gli effetti negativi della Covid-19, come ictus e trombosi, sono una diretta conseguenza dell’azione della proteina spike e non sono dovuti solo all’infiammazione indotta dall’infezione”

Su Byoblu la dottoressa Bolgan chiarisce punto per punto tutti gli aspetti più ostici di questa vaccinazione contro il SarsCov2,
Non manca l’approfondimento su vaccini – varianti: possono fungere da catalizzatore nella formazione di varianti?

Anche in politica tiene banco il delicato tema della vaccinazione sui più giovani. Secondo la dottoressa sarebbero tre i rischi più gravi: miocarditi, malattie autoimmuni e rischio di cancerogenesi.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche