0 6 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

L’ex presidente degli Stati Uniti è recentemente tornato in sella al rally come parte di un più ampio sforzo per aumentare l’attenzione dei suoi sostenitori in vista del ciclo elettorale del 2024. Tuttavia, nonostante l’ultima serie di manifestazioni, deve ancora annunciare se si contenderà ufficialmente l’imminente ciclo presidenziale.

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha esortato gli elettori statunitensi a dare il loro sostegno al partito repubblicano nelle prossime elezioni, se vogliono mantenere il loro paese, sottolineando che un voto per i democratici manderebbe la nazione in quella che ha descritto come una spirale discendente.

Il presidente americano si è rivolto ai suoi sostenitori durante un attesissimo raduno di sabato a Perry, in Georgia. Alcuni commentatori avevano suggerito che l’evento avrebbe visto Trump dichiarare la sua intenzione di candidarsi nel 2024, tuttavia, non è stato così.

La manifestazione del fine settimana ha toccato una varietà di argomenti che andavano dalla gestione del ritiro dall’Afghanistan da parte dell’amministrazione Biden, all’aumento della crisi di confine a Del Rio e, naturalmente, ai risultati dell’audit dell’Arizona, che di recente hanno riconfermato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva avuto la meglio su Trump.

Trump ha sparato per la prima volta alla Casa Bianca di Biden mettendosi direttamente nel ultimi sviluppi a Del Rio, dicendo alla folla che il “paese si sta trasformando in un campo di migranti” prima di affermare che “la sovranità americana si sta estinguendo” dalle politiche di sinistra che hanno – secondo Trump – consentito l’aumento dei migranti.

“Quello che stanno facendo a questo livello, non ti resterà un paese [by 2024]”, ha detto Trump alla folla. “Nessuna catastrofe più grande, quella che sta accadendo al confine meridionale”.

“Questo non accadrebbe mai se fossi presidente”, ha aggiunto l’ex presidente, prima di continuare a far esplodere le critiche rivolte agli agenti della polizia di frontiera che sono stati fotografati attaccando violentemente migranti haitiani.

Trump ha continuato le sue osservazioni affermando che i migranti “non sono venuti” al confine tra Stati Uniti e Messico mentre era in carica perché sapevano che “non valeva il viaggio”.

Dati fornito del Pew Research Center ha indicato che i valichi di frontiera al confine meridionale degli Stati Uniti erano stati elevati durante gli anni di Trump, ma tali cifre alla fine hanno subito un forte calo nell’anno fiscale 2020 a seguito delle nuove strategie utilizzate dall’amministrazione per gestire i casi di asilo.

Il raduno di sabato ha anche visto Trump affermare che i paesi stavano “svuotando le loro prigioni” negli Stati Uniti.

“Ora ogni [few] mesi abbiamo centinaia di migliaia di persone in arrivo”, ha detto l’ex presidente a una folla esultante. “Questa è un’invasione”.

Trump ha poi fatto esplodere Biden per il caotico ritiro dall’Afghanistan, definendolo uno dei “più spaventose manifestazioni di incompetenza”, sottolineando che il suo raduno aveva 13 posti vuoti in riconoscimento dei membri del servizio che sono stati uccisi a Kabul nei giorni precedenti la scadenza del ritiro del 31 agosto.

“[Democrats] penso di avere una bocca grande. Non ho una bocca grande. Ho una bocca che dice la verità. Ho una bocca che vuole migliorare il nostro Paese”, ha detto ai suoi sostenitori. In seguito, si riferì a Biden come “il più grande fallimento che abbia mai occupato lo Studio Ovale”.

Facendo una leggera deviazione sugli ultimi avvenimenti in Arizona, in particolare con l’audit, Trump in seguito ha accusato i media di aver “vergognosamente [sic] riportato” gli sviluppi.

A un certo punto durante l’evento, Trump ha suggerito che gli Stati Uniti si stavano trasformando in Venezuela, che ha descritto come un luogo in cui le persone “vivono all’inferno”.

“Non saremo un paese socialista”, ha detto alla folla. “Questo sarà il Venezuela molto presto se continuano ad andare come stanno andando”.

In una strana svolta, tuttavia, Trump ha rimarcato l’esito delle elezioni governative della Georgia del 2018, affermando che lo Stato di Peach sarebbe stato meglio se l’allora candidato democratico Stacey Abrams avesse vinto quelle elezioni.

Il raduno di sabato di Trump segna le imminenti elezioni di medio termine del 2022, che determineranno se i repubblicani alla fine riprenderanno il controllo di una delle due camere del Congresso. Trump ha dato il suo sostegno agli sfidanti repubblicani in Georgia.


Alex Jones scopre l’orribile storia della polizia della Georgia che vaccina con la forza una festa di matrimonio afroamericana contro il loro volere.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche