0 4 minuti 3 mesi


Le prime cause legali sono state intentate dopo la performance all’Astroworld Festival del rapper Travis Scott, in cui sono morte otto persone. Scott e il collega rapper Drake sono stati accusati di negligenza e di aver contribuito a causare la fuga precipitosa.

Il partecipante all’Astroworld Festival Kristian Paredes (23) ha intentato una causa questo fine settimana accusando Scott e la guest star Drake di aver agitato la folla e scatenato il caos mortale. Parades chiede oltre 1 milione di dollari di danni.

Drake “è salito sul palco insieme a Travis Scott e ha contribuito a incitare la folla”, la causa sostiene, e i due rapper hanno continuato a esibirsi anche “mentre la folla perdeva il controllo” e “caos” seguito.

“La folla è diventata caotica e una fuga precipitosa ha iniziato a lasciare otto morti e dozzine tra cui Kristian Paredes gravemente ferito”, la causa continuò, sostenendo che molti partecipanti “chiesero aiuto alle guardie di sicurezza assunte da Live Nation Entertainment, ma furono ignorate”.

L’avvocato di Parades, Thomas J. Henry, ha accusato i due rapper non solo di essere “consapevole della folla frenetica ma anche del fatto che potrebbero essersi verificati feriti e potenziali morti”.

Alex Jones abbatte le ramificazioni dietro una corte d’appello federale che blocca temporaneamente il mandato di vaccino incostituzionale di Joe Biden e cosa significa per il futuro della sua presidenza fantoccio e dell’America.

“Tuttavia, hanno deciso di mettere profitti sui loro partecipanti e hanno permesso che lo spettacolo mortale continuasse”, ha affermato, definendo il festival una notte di “paura, lesioni e morte”.

Sfilate incolpa non solo i rapper stessi, ma tutti coloro che erano legati all’organizzazione dell’evento, suggerendo che le morti siano state il risultato di “negligenza, incuria e imprudenza”.

Anche un altro partecipante, Manuel Souza, ha fatto causa a Scott e agli organizzatori del festival. Nel suo causa, Souza ha chiamato l’incidente a “tragedia prevedibile e prevenibile” che ha avuto luogo a causa di “una motivazione per il profitto a scapito della salute e della sicurezza dei concertisti”.

L’avvocato di Souza, Steve Kherkher, ha accusato Scott e gli organizzatori di avere… “consapevolmente ignorato i rischi estremi di danno per i concertisti”, e ha detto che in alcuni casi hanno anche “attivamente incoraggiato e fomentato comportamenti pericolosi”.

Anche l’avvocato Ben Crump – che è più conosciuto negli Stati Uniti per il suo lavoro sui casi di diritti civili, tra cui la morte di George Floyd, Trayvon Martin e Michael Brown – ha annunciato domenica che stava rappresentando le vittime della “evento tragico e prevenibile”.

In una dichiarazione, Crump ha detto, “Stiamo ascoltando resoconti orribili del terrore e dell’impotenza vissuti dalle persone: l’orrore di una folla schiacciante e il terribile trauma di vedere le persone morire mentre tentano senza successo di salvarle”.

Crump ha invitato altri partecipanti al festival che sono stati danneggiati a contattare il suo studio legale.

La compagna di Scott, Kylie Jenner, ha affermato domenica di non essere stata a conoscenza di alcun decesso al festival “fino a quando non è uscita la notizia dopo lo spettacolo”. Tuttavia, i video del festival hanno mostrato i partecipanti che imploravano senza successo lo staff di fare qualcosa mentre il caos aumentava. Uno video ha mostrato Scott che ballava mentre la polizia e i funzionari medici cercavano di rianimare un frequentatore di concerti direttamente sotto.



Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche