0 5 minuti 2 settimane



Immagine: Target ha perso $ 600 milioni di profitti quest'anno a causa di taccheggio e saccheggio

(Natural News) Era tutto divertimento e giochi con la “giustizia sociale” fino a quando ricchi investitori non hanno iniziato a perdere denaro, che è esattamente ciò che sta accadendo ora a coloro che detengono azioni nella catena di vendita al dettaglio Target.

Apparentemente il taccheggio è diventato così grave a Target – e diciamo apparentemente perché questa è la scusa che stanno usando i migliori cani di Target – che la società prevede di perdere un totale di $ 600 milioni di profitti quest’anno.

Il tasso di margine lordo di Target è sceso dal 28% nel terzo trimestre dello scorso anno al 24,7% di quest’anno. Anche i tassi di ribasso più elevati e l’inflazione dei costi di trasporto si stanno facendo carico di una parte della colpa.

“A Target, dall’inizio dell’anno, la carenza incrementale ha già ridotto il nostro margine lordo di oltre $ 400 milioni rispetto allo scorso anno e prevediamo che ridurrà il nostro margine lordo di oltre $ 600 milioni per l’intero anno”, ha affermato il capo dell’azienda il direttore finanziario (CFO) Michael Fiddelke durante le recenti telefonate sugli utili di Target.

“Questo è un problema a livello di settore che è spesso guidato da reti criminali”.

John Mulligan, chief operating officer (COO) di Target, ha aggiunto che – presumibilmente riferendosi all’incidente di George Floyd e alle successive rivolte di Black Lives Matter (BLM) – “probabilmente è iniziato originariamente in alcune aree geografiche localizzate, ma vediamo quei circoli espandersi e l’impatto continuando a crescere”.

Mulligan ha continuato a usare la stessa verbosità di Fiddelke, riferendosi a questo fenomeno in crescita come “guidato principalmente dalla criminalità organizzata”. (Correlato: Ricordi quando Yelp incoraggiava i terroristi Antifa a prendere di mira e saccheggiare tutte le aziende accusate di “razzismo?”)

Brighteon.TV

Rite Aid ha perso 5 milioni di dollari solo negli ultimi tre mesi a causa del dilagante furto di prodotti

La catena di drugstore Rite Aid si trova in una situazione simile, specialmente nelle città più grandi come New York, dove il crimine è fuori scala. Solo negli ultimi tre mesi, Rite Aid ha perso 5 milioni di dollari di profitti.

L’amministratore delegato (CEO) Heyward Donigan afferma che i negozi di New York City di Rite Aid sono la principale fonte del problema e che non esiste alcuna assicurazione sulle differenze inventariali, il che significa che il margine lordo dell’azienda sta soffrendo.

“L’ambiente in cui operiamo, in particolare a New York City, non è favorevole alla riduzione delle differenze inventariali basandosi solo su tutto ciò che si legge e si vede sui social media e sulle notizie in città”, ha affermato Andre Persaud, chief retail officer.

“Stiamo cercando di mettere letteralmente tutto dietro le vetrine per garantire che il prodotto sia lì per i clienti che vogliono acquistarlo.”

Target sta facendo più o meno lo stesso, anche se non tutti gli articoli vanno dietro il vetro, solo elementi essenziali come il dentifricio e la crema da barba, che sono oggetti comuni che i ladri portano in tasca prima di uscire dal negozio senza pagarli.

La situazione a Target è così grave che il gigante della vendita al dettaglio ha ora un proprio team di scienze forensi con sede a Minneapolis e Las Vegas che utilizza analisi di video e immagini, raccolta di impronte digitali latenti e computer forensics per cercare di rintracciare i ladri per essere perseguiti.

A tutti gli effetti, entrambi i negozi Target e Rite Aid sono diventati scene del crimine in alcune delle peggiori città. Queste due aziende devono trasformare le loro storie in carceri aziendali dove solo il guardiano è autorizzato ad aprire le porte per consentire l’accesso al prodotto.

“L’obiettivo principale per noi è mantenere il nostro team ei nostri ospiti al sicuro”, ha dichiarato Mulligan a proposito degli sforzi in corso di Target per combattere il crimine nei suoi negozi.

Nel 2020 a New York City, il numero totale segnalato di furti al dettaglio è stato di 32.358. Nel 2021, quel numero è cresciuto a 43.864. Per il 2022, la città è sulla buona strada per battere un nuovo record.

Le ultime notizie sulla caduta degli Stati Uniti sotto il capitalismo clientelare – il più grande racket della criminalità organizzata di tutti – e la povertà diffusa che ha creato può essere trovata su Collapse.news.

Le fonti per questo articolo includono:

FOX5NY.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche