Archivi tag: violenza

L’accordo sul controllo delle armi del Senato applica gli statuti sulla violenza domestica, Divieti di armi, alle “relazioni di appuntamenti”



La sezione 12005 dell’accordo sul controllo delle armi del Senato estende le tradizionali protezioni contro la violenza domestica da parte del coniuge e degli ex coniugi alle “relazioni di appuntamenti”.

Questo l’elenco degli acquirenti vietati nel National Instant Criminal Background Check System (NICS) includerà alcuni fidanzati e fidanzate, se l’accordo sul controllo delle armi del Senato diventasse legge.

Il disegno di legge dice: “Il termine ‘relazione di appuntamenti’ indica una relazione tra individui che hanno o hanno avuto di recente una relazione seria continua o di natura romantica o intima”.

La normativa indica la “durata del rapporto”, “la natura del rapporto” e la “frequenza e tipo di interazione tra gli individui coinvolti nel rapporto”, tutti giocano un ruolo nel determinare se il rapporto è, in effetti, un “relazione di appuntamenti”.

La normativa non indica chi deciderà quali rapporti si qualificano come “rapporto di appuntamenti”. A causa di tali ambiguità, l’NRA notato“L’NRA ha osservato: “Questo disegno di legge lascia troppa discrezionalità nelle mani dei funzionari governativi e contiene anche disposizioni indefinite e fuori bordo, che invitano a interferire con le nostre libertà costituzionali”.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il personale della struttura per i rifugiati ha avvertito che dovranno gestire la violenza, il comportamento antisociale e la morte


Ai potenziali dipendenti che lavorano in un controverso centro per rifugiati che dovrebbe essere situato in un villaggio di soli 700 residenti nel Regno Unito è stato detto che dovrebbero prepararsi ad affrontare situazioni violente, comportamenti antisociali e “morte”.

Ma aspetta, pensavo che la diversità fosse un punto di forza?

Come abbiamo precedentemente evidenziatononostante abbia indicato che potrebbe ritirarsi dal programma, il governo sta già assumendo personale per lavorare presso la struttura di Linton-on-Ouse, un piccolo villaggio nel nord dell’Inghilterra.

Nonostante il villaggio abbia un solo negozio e solo 700 residenti permanenti, 1500 richiedenti asilo, la stragrande maggioranza giovani uomini, saranno ospitati presso la struttura, un’ex base della RAF.

La gente del posto pensava di aver sconfitto il piano dopo aver organizzato rumorose proteste, ma la scorsa settimana è stato rivelato che il governo aveva già iniziato ad assumere personale per lavorare nel sito.

Secondo il deputato Kevin Hollinrake, il reclutamento di 300-400 dipendenti è già iniziato per il personale del centro e “anche le strutture vengono spostate nel sito”.

Un annuncio di lavoro pubblicato da Serco, la società di outsourcing utilizzata dal governo, ha avvertito le potenziali reclute di ciò che avrebbero dovuto affrontare.

Ciò includeva “bisogni medici urgenti, rischi di suicidio, situazioni di violenza domestica, violenza e comportamento antisociale, morte e bisogni di tutela dei bambini”.

I residenti di Linton-on-Ouse probabilmente non hanno familiarità con la violenza, il comportamento antisociale e la morte come parte normale della vita del villaggio, ma se il governo andrà avanti con il programma dei centri per l’asilo, tutto ciò potrebbe essere colpito da loro .

Rifugiati benvenuti!

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’esperienza della Giamaica dimostra che anche il controllo draconiano delle armi non fermerà la violenza armata


Molti sono ancora respinti dalle azioni mostruose di Salvador Ramos che ha brutalmente ucciso diciannove studenti e due insegnanti nella seconda massa più mortale della nazione tiro.

Questo atto di barbarie ha giustamente suscitato intense emozioni, ma le risposte emotive alle sparatorie di massa non le renderanno meno frequenti. All’indomani di una sparatoria di massa, la risposta istintiva è di fare pressioni per un controllo più aggressivo delle armi, e siamo realistici: anche i sostenitori conservatori del Secondo Emendamento sono favorevoli a queste raccomandazioni perché nessuna persona sana di mente vuole che un individuo squilibrato uccida un innocente figli.

Tuttavia, le esplosioni emotive devono essere temperate dalla logica. I critici ipotizzano che misure rigorose ridurranno i crimini con armi da fuoco; tuttavia, l’evidenza che leggi più severe sulle armi riducano i crimini con armi da fuoco è tutt’altro che conclusiva. Negli Stati Uniti, New York e Chicago hanno alti tassi di omicidi nonostante le leggi punitive sulle armi, mentre luoghi simili Maine e Vermontcon alti tassi di possesso di armi e leggi permissive sulle armi, rispettivamente, hanno tassi relativamente bassi di violenza armata.

L’incapacità di analizzare adeguatamente i dati sulle morti per armi da fuoco ha creato una tempesta di confusione perché i fatti chiave sono spesso omessi nei dibattiti pubblici. Sebbene il controllo delle armi sia inquadrato nel contesto dell’innalzamento della soglia per il possesso di armi per prevenire gli omicidi, la realtà è che i suicidi rappresentano una percentuale sostanziale dei decessi legati alle armi. Nel 2018 suicidio con arma da fuoco compreso Il 49,3% delle morti totali per armi da fuoco e gli uomini bianchi sono state le vittime principali. Tuttavia, gli omicidi indotti dalle armi da fuoco erano i più alti nella popolazione maschile nera.

Le vittime del suicidio soffrono regolarmente di salute mentale sfide che li portano ad uccidersi. Quindi, il vero colpevole è il fallimento nell’affrontare i problemi di salute mentale, piuttosto che le armi. Inoltre, anche se il controllo delle armi rende più difficile per le persone con problemi di salute mentale ottenere armi, ciò non impedirebbe la morte perché possono sempre usare altri mezzi per suicidarsi. Inoltre, discriminare i malati di mente quando decidono di concedere armi da fuoco sarebbe inutile, poiché la maggior parte dei malati di mente è improbabile che siano trasgressori. In effetti, lo psichiatra Eric B. Elbogen ha affermato senza mezzi termini che i mali sociali aggravano il problema gravità di malattia mentale.

“Se una persona ha una grave malattia mentale, (essi) possono avere altri fattori di rischio per comportamenti violenti”, osserva. “Quindi, potrebbe non essere la malattia mentale a guidare la violenza, ma piuttosto fattori come essere stato maltrattato da bambino, essere disoccupato o vivere in un quartiere ad alto tasso di criminalità”.

Né regolamenti più severi intaccherebbero i tassi di omicidio nero. Criminali procurarsi pistole dal mercato nero, spacciatori corrotti e compagni criminali. Secondo il Dipartimento di Giustizia, 43 per cento dei delinquenti si procura armi dal mercato nero e solo lo 0,8% dei criminali acquista armi da fuoco da spettacoli di armi. Poiché i criminali sono così abili nell’identificare le crepe nel sistema per l’acquisto di armi, l’aggiunta di ulteriori livelli di regolamentazione non riuscirebbe ad arginare i crimini con armi da fuoco e limitare le sparatorie di massa legate alle bande. E nonostante il clamore che circonda le sparatorie nelle scuole, legato alla banda gli incidenti sono più frequenti.

Allo stesso modo, un altro colpo alla lobby del controllo delle armi è il fallimento dei controlli in background per evitare le sparatorie. Uno studio pubblicato negli Annals of Epidemiology conclude che l’attuazione di tali politiche “non era associata a una variazione netta del tasso di omicidi con armi da fuoco … in California”.

Per il Massachusetts, l’evidenza è abbastanza simile, con ricerche che non solo rivelano che l’impatto dei controlli sui precedenti sulla violenza armata non è chiaro, ma anche che il rifiuto delle licenze di armi da fuoco non ha un impatto apprezzabile sui crimini violenti. Determinare la probabilità che si commettano crimini violenti sulla base di un controllo dei precedenti è un compito mastodontico. Alcuni tiratori di massa hanno precedenti di delinquenza, ma avere un record non prevede automaticamente che qualcuno attaccherà una scuola. Inoltre, i tiratori di massa sono solitamente individui isolati, quindi poiché non abbiamo dati sui loro pensieri più intimi, è abbastanza difficile prevedere il prossimo sparatutto di massa.

Ancora più interessante è che, nonostante l’enfasi dei media su sparatorie di massa, rappresentano un misero 0,5% delle vittime di armi da fuoco. La maggior parte delle sparatorie di massa sono una conseguenza di controversie interne. I negazionisti della rottura della famiglia potrebbero non essere disposti ad affrontare il problema, ma l’instabilità familiare è un fattore importante delle sparatorie nelle scuole. Bambini cresciuti in famiglie disfunzionali sono più probabili mostrare comportamenti antisociali e abusare della legge, quindi non sorprende che la maggior parte dei tiratori di massa sono vittime di instabilità familiare.

Sulla base degli account dei media, il Uvalde il tiratore, Salvador Ramos, proveniva da una casa distrutta e si sentiva non amato da suo padre. A causa di questi sentimenti di risentimento che nutrono, i tiratori di massa hanno un intenso desiderio di raggiungere la notorietà punire altre persone. La violenza armata è sintomo di un problema più grande: la rottura della famiglia. Riparando la famiglia, possiamo ridurre sostanzialmente la violenza armata e altre piaghe. Tuttavia, ciò richiede una revisione della nostra cultura attuale che sminuisce il significato del matrimonio e della stabilità familiare.

Ma a breve termine, possiamo offrire un suggerimento per domare la letalità delle sparatorie di massa. Se le scuole dovessero rafforzare la sicurezza addestrando insegnanti e altri funzionari nell’arte del tiro, i potenziali tiratori della scuola esiterebbero prima di attaccare bambini innocenti. Sparatoria di massa sono più probabili nelle zone senza armi perché la minaccia di ritorsioni è minore. Quindi, ovviamente, i tiratori di massa prenderanno di mira luoghi come scuole e cinema, dove è improbabile che le persone siano armate.

Questa idea potrebbe sembrare sgradevole, ma è un’opzione migliore rispetto a perseguire politiche insensate di controllo delle armi. Forse gli americani dovrebbero studiare il terribile fallimento del controllo delle armi in Giamaica per capire perché il controllo delle armi non funziona: nel 2016, la Giamaica ha istituito la Firearms Licensing Authority per inibire il flusso di armi illecite, ma nel 2021 la Giamaica è stata descritta come la più omicida nazione nella regione dell’America Latina e dei Caraibi. Persone senza scrupoli si procurano armi con facilità in Giamaica e con il consenso della FLA.

In un articolo pubblicato il 10 marzo 2022, La spigolatrice notato che sulla base di un rapporto pubblicato dalla Commissione per l’integrità, la FLA ha consapevolmente concesso permessi ai criminali: “La Commissione per l’integrità ha affermato che il consiglio della FLA che è stato nominato nel 2016 dopo che il Partito laburista della Giamaica ha conquistato il potere statale “ha agito in modo improprio nell’emissione e / o concessione di licenze d’uso di armi da fuoco a persone di carattere discutibile nel periodo 2016–2018.’”

La violenza armata è come una malattia che avvelena il tessuto sociale americano, ma sfortunatamente, investire nel controllo delle armi non annullerà il problema, come dimostra così opportunamente il caso della Giamaica.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’esperienza della Giamaica dimostra che anche il controllo draconiano delle armi non fermerà la violenza armata


Molti sono ancora respinti dalle azioni mostruose di Salvador Ramos che ha brutalmente ucciso diciannove studenti e due insegnanti nella seconda massa più mortale della nazione tiro.

Questo atto di barbarie ha giustamente suscitato intense emozioni, ma le risposte emotive alle sparatorie di massa non le renderanno meno frequenti. All’indomani di una sparatoria di massa, la risposta istintiva è di fare pressioni per un controllo più aggressivo delle armi, e siamo realistici: anche i sostenitori conservatori del Secondo Emendamento sono favorevoli a queste raccomandazioni perché nessuna persona sana di mente vuole che un individuo squilibrato uccida un innocente figli.

Tuttavia, le esplosioni emotive devono essere temperate dalla logica. I critici ipotizzano che misure rigorose ridurranno i crimini con armi da fuoco; tuttavia, l’evidenza che leggi più severe sulle armi riducano i crimini con armi da fuoco è tutt’altro che conclusiva. Negli Stati Uniti, New York e Chicago hanno alti tassi di omicidi nonostante le leggi punitive sulle armi, mentre luoghi simili Maine e Vermontcon alti tassi di possesso di armi e leggi permissive sulle armi, rispettivamente, hanno tassi relativamente bassi di violenza armata.

L’incapacità di analizzare adeguatamente i dati sulle morti per armi da fuoco ha creato una tempesta di confusione perché i fatti chiave sono spesso omessi nei dibattiti pubblici. Sebbene il controllo delle armi sia inquadrato nel contesto dell’innalzamento della soglia per il possesso di armi per prevenire gli omicidi, la realtà è che i suicidi rappresentano una percentuale sostanziale dei decessi legati alle armi. Nel 2018 suicidio con arma da fuoco compreso Il 49,3% delle morti totali per armi da fuoco e gli uomini bianchi sono state le vittime principali. Tuttavia, gli omicidi indotti dalle armi da fuoco erano i più alti nella popolazione maschile nera.

Le vittime del suicidio soffrono regolarmente di salute mentale sfide che li portano ad uccidersi. Quindi, il vero colpevole è il fallimento nell’affrontare i problemi di salute mentale, piuttosto che le armi. Inoltre, anche se il controllo delle armi rende più difficile per le persone con problemi di salute mentale ottenere armi, ciò non impedirebbe la morte perché possono sempre usare altri mezzi per suicidarsi. Inoltre, discriminare i malati di mente quando decidono di concedere armi da fuoco sarebbe inutile, poiché la maggior parte dei malati di mente sono improbabile che siano trasgressori. In effetti, lo psichiatra Eric B. Elbogen ha affermato senza mezzi termini che i mali sociali aggravano il problema gravità di malattia mentale.

“Se una persona ha una grave malattia mentale, (essi) possono avere altri fattori di rischio per comportamenti violenti”, osserva. “Quindi, potrebbe non essere la malattia mentale a guidare la violenza, ma piuttosto fattori come essere stato maltrattato da bambino, essere disoccupato o vivere in un quartiere ad alto tasso di criminalità”.

Né regolamenti più severi intaccherebbero i tassi di omicidio nero. Criminali procurarsi pistole dal mercato nero, spacciatori corrotti e compagni criminali. Secondo il Dipartimento di Giustizia, 43 per cento dei delinquenti si procura armi dal mercato nero e solo lo 0,8% dei criminali acquista armi da fuoco da spettacoli di armi. Poiché i criminali sono così abili nell’identificare le crepe nel sistema per l’acquisto di armi, l’aggiunta di ulteriori livelli di regolamentazione non riuscirebbe ad arginare i crimini con armi da fuoco e limitare le sparatorie di massa legate alle bande. E nonostante il clamore che circonda le sparatorie nelle scuole, legato alla banda gli incidenti sono più frequenti.

Allo stesso modo, un altro colpo alla lobby del controllo delle armi è il fallimento dei controlli in background per evitare le sparatorie. Uno studio pubblicato negli Annals of Epidemiology conclude che l’attuazione di tali politiche “non era associata a una variazione netta del tasso di omicidi con armi da fuoco … in California”.

Per il Massachusetts, l’evidenza è abbastanza simile, con ricerche che non solo rivelano che l’impatto dei controlli sui precedenti sulla violenza armata non è chiaro, ma anche che il rifiuto delle licenze di armi da fuoco non ha un impatto apprezzabile sui crimini violenti. Determinare la probabilità che si commettano crimini violenti sulla base di un controllo dei precedenti è un compito mastodontico. Alcuni tiratori di massa hanno precedenti di delinquenza, ma avere un record non prevede automaticamente che qualcuno attaccherà una scuola. Inoltre, i tiratori di massa sono solitamente individui isolati, quindi poiché non abbiamo dati sui loro pensieri più intimi, è abbastanza difficile prevedere il prossimo tiratore di massa.

Ancora più interessante è che, nonostante l’enfasi dei media su sparatorie di massa, rappresentano un misero 0,5% delle vittime di armi da fuoco. La maggior parte delle sparatorie di massa sono una conseguenza di controversie interne. I negazionisti della rottura della famiglia potrebbero non essere disposti ad affrontare il problema, ma l’instabilità familiare è un fattore importante delle sparatorie nelle scuole. Bambini cresciuti in famiglie disfunzionali sono più probabili mostrare comportamenti antisociali e abusare della legge, quindi non sorprende che la maggior parte dei tiratori di massa sono vittime di instabilità familiare.

Sulla base degli account dei media, il Uvalde il tiratore, Salvador Ramos, proveniva da una casa distrutta e si sentiva non amato da suo padre. A causa di questi sentimenti di risentimento che nutrono, i tiratori di massa hanno un intenso desiderio di raggiungere la notorietà punire altre persone. La violenza armata è sintomo di un problema più grande: la rottura della famiglia. Riparando la famiglia, possiamo ridurre sostanzialmente la violenza armata e altre piaghe. Tuttavia, ciò richiede una revisione della nostra cultura attuale che sminuisce il significato del matrimonio e della stabilità familiare.

Ma a breve termine, possiamo offrire un suggerimento per domare la letalità delle sparatorie di massa. Se le scuole dovessero rafforzare la sicurezza addestrando insegnanti e altri funzionari nell’arte del tiro, i potenziali tiratori della scuola esiterebbero prima di attaccare bambini innocenti. Sparatoria di massa sono più probabili nelle zone senza armi perché la minaccia di ritorsioni è minore. Quindi, ovviamente, i tiratori di massa prenderanno di mira luoghi come scuole e cinema, dove è improbabile che le persone siano armate.

Questa idea potrebbe sembrare sgradevole, ma è un’opzione migliore rispetto a perseguire politiche insensate di controllo delle armi. Forse gli americani dovrebbero studiare il terribile fallimento del controllo delle armi in Giamaica per capire perché il controllo delle armi non funziona: nel 2016, la Giamaica ha istituito la Firearms Licensing Authority per inibire il flusso di armi illecite, ma nel 2021 la Giamaica è stata descritta come la più omicida nazione nella regione dell’America Latina e dei Caraibi. Persone senza scrupoli si procurano armi con facilità in Giamaica e con il consenso della FLA.

In un articolo pubblicato il 10 marzo 2022, La spigolatrice notato che sulla base di un rapporto pubblicato dalla Commissione per l’integrità, la FLA ha consapevolmente concesso permessi ai criminali: “La Commissione per l’integrità ha affermato che il consiglio della FLA che è stato nominato nel 2016 dopo che il Partito laburista della Giamaica ha conquistato il potere statale “ha agito in modo improprio nell’emissione e / o concessione di licenze d’uso di armi da fuoco a persone di carattere discutibile nel periodo 2016–2018.’”

La violenza armata è come una malattia che avvelena il tessuto sociale americano, ma sfortunatamente, investire nel controllo delle armi non annullerà il problema, come dimostra così opportunamente il caso della Giamaica.


Le carenze globali sono qui! Preparati oggi

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I dati dell’ADL sulla violenza dell’estremismo di destra sono una frode



I dati dell’Anti-Defamation League secondo cui gli estremisti di destra sono responsabili della stragrande maggioranza delle “uccisioni legate agli estremisti” sono una frode totale.

Anche il Washington Post la scorsa settimana ha dovuto fare coming out e ammettere che i loro dati sono spazzatura.

Da Il Washington Post:

Attenzione ai dati sulla violenza di destra americana
Immagine senza didascalia

di Megan McArdle | 23 maggio 2022 alle 14:45 EDT

[…]

Le conseguenze del massacro di Buffalo videro a valanga di articoli descrivendo la minaccia degli estremisti di destra. David Leonhardt del New York Times lo definisce “un problema di violenza che non ha equivalenti a sinistra”. Potresti anche aver dato un’occhiata ai rapporti che questi articoli citano spesso dalla Lega anti-diffamazione. Negli ultimi dieci anni, l’ADL ha contato circa 450 omicidi commessi da estremisti politici interni, di cui 29 avvenuti solo l’anno scorso. Riferisce che la stragrande maggioranza è stata commessa da persone con legami con vari gruppi di destra.

Sembra semplice, vero? Bene, sì, finché non guardi i dati sottostanti.

Le persone che citano questi rapporti ne scrivono come se documentassero principalmente la violenza politica o il “terrorismo domestico”, come dicono i miei colleghi. Vale a dire, attacchi che sono motivati ​​dall’affiliazione politica di qualcuno e almeno tangenzialmente legati ad alcuni obiettivi politici.

Certamente tali attacchi accadono, e troppo spesso. Proprio l’anno scorso, Nathan Allen, presumibilmente un suprematista bianco, ha ucciso due neri in Massachusetts prima di essere fucilato dagli agenti di polizia; Lyndon McLeod, devoto della “manosfera”, proseguì una sparatoria in Colorado; e Aidan Ingalls ha aperto il fuoco sul molo di South Haven, Michigan, usando una pistola decorata con svastiche.

Ma guarda più da vicino e alcuni di questi casi non sono così netti come sembrano nel gloss. McLeod sembra aver ucciso persone che conosceva dalla comunità locale dei tatuaggi per lamentele personali forse non correlate. Le due vittime casuali di Ingalls erano bianche.

Approfondisci i dati e scoprirai che altri casi sono ancora meno chiaramente politici: membri di bande carcerarie impegnate in violenze criminali pedonali; suprematisti bianchi che uccidono le loro mogli; persone con malattie mentali che agiscono in base a elaborate delusioni che a volte includono riferimenti a teorie del complotto di destra; persone coinvolte in processi penali o controversie sull’affidamento dei figli che si sono innamorate delle teorie del “cittadino sovrano” secondo cui lo stato non ha il diritto di interferire.

Non sto selezionando alcuni valori anomali ambigui; Sto probabilmente descrivendo la maggior parte degli incidenti nel Rapporto ADL 2021. […]

“Una delle caratteristiche più sorprendenti degli omicidi dei suprematisti bianchi è la grande proporzione di omicidi non ideologici rispetto a omicidi ideologici”, ha scritto l’ADL nel suo rapporto più recente. “Negli ultimi 10 anni, solo 86 dei 244 omicidi di suprematisti bianchi (35%) sono stati omicidi ideologici”.

Una delle ragioni di questa confusione è che tutte le bande carcerarie tendono ad essere organizzate secondo linee razziali, per complessi motivi sociologicieppure solo le bande bianche sono codificate come gruppi di suprematisti bianchi piuttosto che come organizzazioni criminali. […]

Dopo tutti quei rapporti sulla minaccia di violenza di destra, qualsiasi nuovo caso con un tenue legame con l’alt-right o la Fratellanza Ariana sembra parte di una tendenza che merita una copertura da parete a parete. Nel frattempo, un uomo di colore entra in una parata dopo aver fatto osservazioni contro i bianchi su Facebook è visto come un individuo malato.

RealClearInvestigations ha di più:

“L’FBI non ha emesso il numero ufficiale di omicidi negli Stati Uniti nel 2021, ma si prevede che supererà il numero di omicidi nel 2020: 21.570 – di cui, secondo ADL, 23 sono stati commessi da estremisti”, Carl Moody, un economista del College of William & Mary che studia il crimine, ha detto a RealClearInvestigations.

“I dati presentati dall’Adl potrebbero anche essere caratterizzati come segue: il numero degli omicidi commessi da estremisti è molto piccolo, solo 29 nel 2021, di cui meno della metà sono stati commessi da suprematisti bianchi”, ha detto Moody. “È anche del 63% inferiore al numero massimo (78) nel 2016, quindi l’estremismo è in calo dal 2016. Nel 2020, secondo il CDC, 1080 persone sono state uccise cadendo dal letto. Pertanto, hai 47 volte più probabilità di essere ucciso da un letto che da un estremista”.

[…] Gli esperti di criminalità notano anche che molti degli omicidi citati dall’ADL – come l’omicidio commesso da Shawn Lichtfuss, l’uomo del New Jersey che ha ucciso sua moglie, o John Hilt e Justin Murphy, i presunti membri letali della banda carceraria Family Values ​​- non erano crimini d’odio volti a terrorizzare i neri o altre minoranze.

Questi includono:

– Un suprematista bianco con una “svastica e tatuaggi delle SS sul viso” che ha ucciso un altro uomo in un hotel per soggiorni prolungati “a seguito di una discussione su un post sui social media”.

– Un presunto membro di una banda di strada suprematista bianca di Fresno, in California, che “presumibilmente [shot] un uomo con cui aveva litigato a lungo”.

– Quattro membri della Fratellanza ariana del New Mexico che “sono stati coinvolti in una sparatoria tra di loro all’interno di un veicolo”.

Mentre l’ADL promuove costantemente la presunta minaccia dell’estremismo neonazista in America e spinge per la legislazione sul terrorismo interno per reprimere la loro opposizione politica, corrono al riparo degli estremisti neonazisti in Ucraina e sostenerli armandoli fino ai denti.

Tutto ciò che interessa loro è portare avanti la loro agenda politica.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’esodo di New York in Florida accelera mentre le persone sono stufe della violenza e delle tasse elevate


New York City lotta con a forte aumento della criminalità violenta poiché il nuovo sindaco non riesce a rendere più sicure le aree metropolitane.

La sicurezza pubblica sta peggiorando e ha probabilmente provocato un continuo esodo di residenti.

Posta di New York riporta che 21.546 newyorkesi hanno lasciato lo stato per la Florida durante i primi quattro mesi di quest’anno, un aumento del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

L’esodo dei newyorkesi è iniziato prima del COVID-19 a causa delle tasse elevate, poi è accelerato durante la pandemia quando la città è entrata in blocco. Ora la gente se ne va in massa mentre l’area metropolitana precipita nel caos.

Per un po’ di contesto in più sull’esodo, i totali del 2022 sono superiori del 55% rispetto allo stesso periodo del 2019 (pre-COVID). Una tendenza sorprendente che sta solo guadagnando slancio.

I newyorkesi hanno paura di camminare per le strade, tuttavia viaggiano in metropolitana, che è afflitta da criminali. Ad aprile l’a sparatoria di massa in metropolitana l’auto ha lasciato più di una dozzina di persone ferite. Domenica scorsa, a Analista di ricerca di Goldman Sachs è stato colpito al petto, in un attacco non provocato, in metropolitana. L’analista è morto sul colpo.

L’ambiente tossico della criminalità e le tasse elevate hanno costretto alcune aziende di Wall Street a farlo spostare le operazioni nel Sunshine State come luogo attraente per un’espansione a lungo termine. Gli abitanti delle città si sono innamorati dello stato perché non c’è l’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Se le tendenze migratorie persistono, il numero di newyorkesi che lasciano lo stato per la Florida potrebbe frantumare la cifra dello scorso anno di 61.728.

Nel frattempo, il sindaco Eric Adams si è assolutamente sbagliato sull’inversione delle tendenze migratorie. Sta solo accelerando mentre New York scende nell’oscurità mentre un’altra città liberale fallita implode sotto il peso di crimini violenti e tasse elevate. Un ambiente che le imprese e/o le famiglie non tollereranno più perché la tecnologia ha permesso loro di diventare più mobili.

Pfizer annuncia a piano per drogaggio forzato e monitoraggio di persone in tutto il mondo.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden Admin anticipa l’ondata di violenza estiva su Roe v. Wade


L’amministrazione Biden si sta preparando per un’ondata di violenza quest’estate, supponendo che la Corte Suprema degli Stati Uniti segua a giugno un’opinione trapelata che rovescerebbe Roe v. Wade, secondo Fox News.

Secondo una nota del Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) del 13 maggio, sono state minacciate di “bruciare o prendere d’assalto” l’edificio della Corte Suprema.

Le minacce arrivano quando i manifestanti hanno trascorso settimane fuori dalle case dei giudici conservatori, che sono stati trasferiti insieme alle loro famiglie per la loro protezione.

La nota del DHS spiega accuratamente che la retorica a sostegno dell’estremismo violento non costituisce di per sé estremismo.

“La semplice difesa di posizioni politiche o sociali, l’attivismo politico, l’uso di una forte retorica o l’abbraccio filosofico generalizzato di tattiche violente non costituisce estremismo violento domestico o attività illegale ed è costituzionalmente protetto”, si legge.

Lo ha detto un portavoce del DHS Fox News che l’agenzia è “impegnata a proteggere la libertà di parola degli americani e altri diritti civili e libertà civili, incluso il diritto di protestare pacificamente”, aggiungendo “il DHS si impegna anche a lavorare con i nostri partner a tutti i livelli di governo e del settore privato per condividere informazioni e intelligence tempestive, prevenire tutte le forme di violenza e sostenere gli sforzi delle forze dell’ordine per mantenere le nostre comunità al sicuro”.

La scorsa settimana il Senato ha votato all’unanimità per aumentare la sicurezza per i giudici dell’USSC a seguito della fuga di notizie. Consente alla polizia della Corte Suprema di arrestare le persone che interferiscono con i doveri del tribunale.

“I tentativi di intimidire i giudici della Corte Suprema da parte della sinistra radicale non sono purtroppo una novità, ma comunque pericolosi”, ha affermato il senatore John Cornyn (R-TX) che ha introdotto la legislazione. “Dobbiamo proteggere i giudici e le loro famiglie nel caso in cui queste proteste diventino violente”.

Siamo sicuri che le proteste di questa estate saranno “per lo più pacifiche”.

Discutendo di come le politiche di Biden abbiano avuto un effetto negativo sul pubblico, Alex Jones ha invitato i repubblicani a introdurre articoli di impeachment contro il presidente fantoccio democratico per salvare il Paese.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La polizia del Campidoglio “Avvertire l’estrema destra chiede violenza” dopo una fuga di notizie dalla Corte Suprema



Nella “CNN Newsroom” di venerdì, il co-conduttore e corrispondente capo per la sicurezza nazionale Jim Sciutto ha riferito che dopo la fuga del progetto di parere della Corte Suprema su capriolo v.Wade, “La polizia del Campidoglio avverte che l’estrema destra chiede violenza contro un gruppo religioso che sta pianificando una manifestazione per il diritto all’aborto”.

Sciutto ha dichiarato: “Questa mattina, le forze dell’ordine si stanno preparando a potenziali violenze nella capitale e a livello nazionale dopo la fuga di quella bozza di parere della Corte Suprema che avrebbe respinto Roe contro Wade dopo 50 anni. La polizia del Campidoglio avverte che l’estrema destra chiede violenze contro un gruppo religioso che intende mobilitarsi per il diritto all’aborto”.

Leggi di più



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La rappresentante Marjorie Taylor Greene denuncia Jimmy Kimmel alla polizia del Campidoglio per “minaccia di violenza”



La deputata statunitense Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) ha presentato mercoledì un rapporto alla polizia del Campidoglio sostenendo una “minaccia di violenza” contro di lei da parte del presentatore della ABC/Disney Corporation Jimmy Kimmel.

La denuncia di Greene riguardava una battuta off-colore del conduttore di talk show a tarda notte Jimmy Kimmel Martedì, in cui suggeriva a Will Smith di prenderla a schiaffi per aver etichettato gli altri membri del GOP “pro-pedofilia”.

“ABC, questa minaccia di violenza contro di me da parte di @jimmykimmel è stata depositata presso la @CapitolPolice”, Rep. Greene twittato.

Durante il suo spettacolo martedì, Kimmel ha scherzato con la rappresentante femminile della Camera. dovrebbe essere aggredita dopo aver criticato i repubblicani per aver giurato di separarsi dal partito e votare per confermare il candidato alla Corte Suprema Ketanji Brown Jackson, il cui record di emettere condanne leggere a pedopornografi è stato messo in evidenza durante le recenti udienze di conferma del Senato.

“Questa donna, la mamma del Klan, è particolarmente arrabbiata con i tre senatori repubblicani che hanno detto che voteranno sì su Ketanji Brown Jackson, che è nominato per la Corte Suprema”, ha detto martedì Kimmel. “Ha twittato: ‘Murkowski, Collins e Romney sono favorevoli alla pedofilia. Hanno appena votato per KBJ.’ Wow, dov’è Will Smith quando hai davvero bisogno di lui?”

Rispondendo all’annuncio di Greene che temeva che l’osservazione rappresentasse una “minaccia di violenza”, Kimmel ha ridicolizzato beffardamente la sua preoccupazione per la sua sicurezza personale in un tweet dicendo: “Ufficiale? Vorrei segnalare una barzelletta”.

In un commento al Indipendente nel Regno Unito, un portavoce dell’ufficio del rappresentante Greene ha confermato che il rapporto era stato effettivamente archiviato, dicendo: “Il nostro ufficio prende molto sul serio tutte le minacce di violenza nei confronti della deputata… Ieri sera, Jimmy Kimmel ha chiesto che si commettano violenze contro la deputata Greene. Non sarà tollerato.”

Non è chiaro se il rappresentante Greene abbia preso in considerazione la presentazione di accuse di diffamazione contro la Disney per la denigrazione della “mamma del Klan”.

Per quanto riguarda la battuta di Kimmel, non capita tutti i giorni di vedere i liberali di Hollywood difendere i politici repubblicani, ma considerando che l’establishment è in preda al panico per la sua agenda per sessualizzare i bambini che vengono smascherati, difendere i senatori filo-pedofili del GOP sembra normale. Sembra che anche la società madre di Kimmel, la Disney, lo abbia fatto ha preso la parte pro-groomer del dibattito in Florida per il disegno di legge sui diritti dei genitori, che impedisce agli insegnanti di discutere di sessualità con gli studenti della terza elementare.

Per quanto riguarda il rapporto della polizia della Rep. Greene, ha tutto il diritto di temere per la sua incolumità dopo che la sinistra ha passato anni a chiamare i repubblicani “nazisti” e ha coltivato un’atmosfera da “Va bene prendere a pugni un nazista”, per non parlare dell’attacco ai repubblicani durante un congresso partita di baseball di un terrorista domestico di sinistra che aveva accettato la retorica violenta dell’establishment.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Twitter: https://twitter.com/AdanSalazarWins
Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

Guardiano pedofilo nominato alla Corte Suprema



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Russia chiuderà Facebook, Instagram per il cambio di regole che consente inviti alla violenza contro i russi


Vladimir Putin ha risposto alla modifica delle regole di Mark Zuckerberg consentendo appelli alla violenza contro i russi vietando del tutto Facebook e Instagram.

Da Il Daily Mail, “La Russia chiuderà il servizio Instagram a mezzanotte di domenica dopo che Meta ha affermato che consentirà agli ucraini di pubblicare messaggi come” Morte agli invasori russi “”:

Gli utenti di Instagram in Russia sono stati informati che il servizio verrà chiuso a partire dalla mezzanotte di domenica dopo che il suo proprietario Meta Platforms ha dichiarato la scorsa settimana che avrebbe consentito agli utenti dei social media in Ucraina di pubblicare messaggi come “Morte agli invasori russi”.

Un messaggio di posta elettronica dell’autorità di regolamentazione statale delle comunicazioni ha detto alle persone di spostare le proprie foto e video da Instagram prima che venisse chiuso e le ha incoraggiate a passare alle “piattaforme Internet competitive” della Russia.

La mossa arriva dopo che Meta, che possiede anche Facebook, ha dichiarato venerdì di aver temporaneamente cambiato la sua politica di incitamento all’odio in Ucraina, sulla scia dell’invasione russa del 24 febbraio.

La società ha affermato che sarebbe sbagliato impedire agli ucraini di “esprimere la loro resistenza e furia contro le forze militari invasori”.

Ma i funzionari russi hanno affermato che le nuove regole consentono “inviti alla violenza” contro i soldati russi e venerdì l’ufficio del procuratore generale russo ha chiesto l’avvio di un’indagine penale contro Meta, citando la propaganda russa e le leggi sull’estremismo.

L’era dell’Internet aperta è finita: Mark Zuckerberg, Sergey Brin, Larry Page e Susan Wojcicki l’hanno ucciso.

In pochi anni, sono passati dalla depiattaforma dell ‘”estrema destra” alla depiattaforma dell’unvaxxed alla depiattaforma di tutta la Russia.

Ogni nazione che Washington considera ostile dovrà creare il proprio Facebook, Instagram e così via per riflettere i valori della propria gente (come ha già fatto la Cina).

Internet sarà pesantemente fratturato con persone intelligenti relegate a Gab, Telegram, 4chan e ai loro vari siti Web e norme bloccati su siti Big Tech pesantemente censurati dove vengono continuamente manipolati e manipolati.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Facebook, Instagram per consentire “temporaneamente” inviti alla violenza contro i russi


Le piattaforme di social media Facebook e Instagram consentiranno agli utenti di invocare la violenza contro russi e soldati russi come parte di una modifica “temporanea” alla politica di incitamento all’odio di Meta Platforms, secondo i rapporti.

In particolare, gli appelli alla violenza contro i russi devono essere nel contesto dell’invasione dell’Ucraina e, per le minacce di morte contro i leader politici, Meta sta usando quelli che chiamano “indicatori di credibilità” per misurarli, secondo alle email interne viste da Reuters.

“La società di social media sta anche consentendo temporaneamente alcuni post che chiedono la morte del presidente russo Vladimir Putin o del presidente bielorusso Alexander Lukashenko in paesi tra cui Russia, Ucraina e Polonia, rapporti Reuters. “Queste richieste di morte dei leader saranno consentite a meno che non contengano altri obiettivi o abbiano due indicatori di credibilità, come la posizione o il metodo”.

“Le modifiche politiche temporanee si applicano a Lettonia, Lituania, Estonia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania, Russia e Ucraina”.

Un portavoce di Meta ha ha rilasciato una dichiarazione per quanto riguarda la questione:

“Come risultato dell’invasione russa dell’Ucraina, abbiamo temporaneamente concesso forme di espressione politica che normalmente violerebbero le nostre regole come discorsi violenti come ‘morte agli invasori russi’. Non permetteremo ancora appelli credibili alla violenza contro i civili russi”.

La mossa arriva sulla scia di maggiore attrito tra il regolatore dei media russo e Facebook, nonché una normalizzazione di massa di Russofobia visto in tutto il mondo.

Inoltre, Meta consente di elogiare il Battaglione Azovsecondo Reuters.

“Per ora, [the company is] facendo una piccola eccezione per elogiare il reggimento Azov rigorosamente nel contesto della difesa dell’Ucraina, o nel suo ruolo come parte della Guardia nazionale ucraina”, disse Il portavoce di Meta Joe Osborne.

Come forse ricorderete, il battaglione Azov è un gruppo neonazista che sposa apertamente il sostegno al Terzo Reich di Hitler e alle sue ideologie suprematiste bianche.


Klaus Schwab e Hunter Biden si sono collegati ai laboratori biologici ucraini

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il professore di Harvard e l’analista della CNN invocano la violenza contro Freedom Convoy



Juliette Kayyem, professoressa di Harvard, analista della CNN ed ex sottosegretario alla sicurezza interna dell’amministrazione Obama, ha chiesto violenze e atti vandalici contro i manifestanti di Freedom Convoy che si sono ammassati sul ponte che collega Detroit, Michigan, a Windsor, Ontario.

“Il collegamento Ambassador Bridge costituisce il 28% del movimento commerciale annuale tra Stati Uniti e Canada”, ha twittato Kayyem. “Taglia le gomme, svuota i serbatoi di gas, arresta i conducenti e sposta i camion”.

Oltre a un’idea monumentalmente stupida considerando la logistica dei camion in movimento senza carburante e pneumatici tagliati, c’è da chiedersi se Kayyem stia dicendo la parte tranquilla ad alta voce quando si tratta di come i Democratici rispondono alle proteste non BLM.

Il blocco, giunto al quarto giorno, ha attirato l’attenzione del governatore del Michigan Gretchen Whitmer, che ha invitato le autorità canadesi a riaprire il ponte, secondo Epoch Times.

“Il blocco sta avendo un impatto significativo sulle famiglie lavoratrici del Michigan che stanno solo cercando di fare il proprio lavoro. Le nostre comunità e le aziende automobilistiche, manifatturiere e agricole ne stanno risentendo. Sta colpendo stipendi e linee di produzione. Questo è inaccettabile”, ha affermato il governatore democratico in una dichiarazione di giovedì.

“È imperativo che i governi locali, provinciali e nazionali canadesi riducano questo blocco economico”, ha aggiunto, senza suggerire come. “Devono adottare tutte le misure necessarie e appropriate per riaprire immediatamente e in sicurezza il traffico in modo da poter continuare a far crescere la nostra economia, sostenere lavori ben pagati e abbassare i costi per le famiglie”.

Secondo Kayyem, tagliare pneumatici, rubare benzina, arrestare i manifestanti e in qualche modo spostare tutti i camion è la strada da percorrere.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Left celebra apertamente la “violenza domestica” di Alex Jones nonostante non abbia i fatti



The Left sta festeggiando l’arresto della moglie di Alex Jones durante il fine settimana di Natale nonostante non avesse tutti i fatti sulla questione.

I liberali su Twitter hanno falsamente affermato che Jones è stato “picchiato” da sua moglie durante una lite domestica alla vigilia di Natale, nonostante il fatto che il rapporto della polizia non sia ancora stato rilasciato.

Dai un’occhiata ad alcuni dei vili tweet che celebrano quella che percepiscono come violenza domestica contro Alex Jones:

Jones aveva detto all’Associated Press durante il fine settimana che l’incidente derivava da uno squilibrio di farmaci.

“È una questione di famiglia privata che è successa alla vigilia di Natale”, aveva detto Jones disse in breve intervista nel fine settimana. “Amo mia moglie e mi preoccupo per lei e sembra essere una sorta di squilibrio farmacologico”.

Jones ha deciso di divulgare più fatti sul caso per smussare la proiezione e l’editing della realtà di fake news da parte della sinistra.

In effetti, la moglie di Jones ha subito un intervento chirurgico una settimana prima, risultando in una miscela di farmaci che ha portato al suo episodio comportamentale che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Ma non aspettarti che la sinistra lo riporti in buona fede.

Al contrario, Jones in particolare è rimasto in silenzio dopo che l’attore Alec Baldwin ha sparato al suo collega sul set, scegliendo di aspettare fino a quando non sono stati rilasciati più fatti sulla questione.

Questo evidenzia solo come la sinistra “tollerante” e “amorevole” celebra la violenza familiare per scopi politici e i pericoli dei prodotti Big Pharma.




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

MSNBC dichiara che il Ringraziamento riguarda i bianchi che celebrano “genocidio e violenza” contro i neri


MSNBC ha impiegato cinque minuti del suo copertura delle esche da gara del caso Ritenhouse per ricordare ai suoi spettatori estremisti (non ce ne possono essere molti rimasti) che il Ringraziamento è alle porte e che è una celebrazione di… avete indovinato, la supremazia bianca.

Tiffany Cross, che in precedenza aveva definito Kyle Rittenhouse un “assassino suprematista bianco”, ha consegnato un segmento del suo spettacolo a Gyasi Ross che ha dichiarato che la festa fa parte della “patologia dell’America bianca” credendo di aver migliorato il paese.

“Ma sto ancora cercando di scoprire cosa hanno ricevuto di valore gli indigeni”, ha proclamato Ross, aggiungendo “Invece di portare ripieno e biscotti, quei coloni hanno portato genocidio e violenza”.

Ha inoltre dichiarato “Che il genocidio e la violenza sono ancora nel menu poiché la violenza sponsorizzata dallo stato contro i nativi e i neri americani è all’ordine del giorno. E la violenta supremazia bianca privata viene celebrata e sovvenzionata”.

“I neri vengono ancora assassinati da coloro che sono pagati per proteggerci”, ha aggiunto Ross in una sfuriata contro la polizia.

Ha continuato, “i bianchi americani stanno ancora uccidendo i nativi e i neri americani senza timore di rappresaglie. Hanno portato la schiavitù dei beni mobili agli africani e ai nativi che avviene ancora attraverso il complesso carcerario-industriale che imprigiona i discendenti di africani e nativi schiavizzati in numeri molto disparati.

“Questa è la realtà del Ringraziamento”, ha concluso.

Orologio:

Queste persone sono veramente pazze e vogliono disperatamente che gli americani si odino violentemente a vicenda.

Questa sciocchezza sveglia arriva ogni anno ormai, ma come abbiamo già notato, la maggior parte degli americani non ha più tolleranza per questo.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La sinistra è già impegnata nella violenza fuori dal tribunale di Kenosha



I manifestanti riuniti fuori dal tribunale di Kenosha, Wisconsin, dove si sta svolgendo il processo a Kyle Rittenhouse, hanno già iniziato a scontrarsi prima del verdetto della giuria.

In una clip, un manifestante anti-Rittenhouse può essere visto lanciare una bottiglia d’acqua contro una donna a seguito di una breve disputa verbale.

Dopo aver aggredito la donna, l’amico dell’uomo liberale ha cercato di prendere il segno della donna ed è scoppiata una colluttazione.

Dopo la scaramuccia, la sinistra infuriata ha aggredito i membri della stampa che stavano registrando la scena.

L’individuo indisciplinato è stato arrestato dalla polizia insieme a molti altri.

Attenzione: linguaggio volgare


Un altro video mostra un giovane diverso che versa Gatorade sulla testa di una donna che stava discutendo con i sostenitori del BLM.

Dopo aver versato il liquido zuccherino sulla signora, il ragazzo è corso come un codardo.

Purtroppo, il caos è scoppiato non molto tempo dopo che un manifestante pro-Rittenhouse ha portato la pizza da condividere con il gruppo anti-Rittenhouse in quella che era essenzialmente un’offerta di pace.

La giuria di 12 giurati ha terminato la giornata e riprenderà a deliberare alle 10 ET di giovedì mattina.

Questi piccoli alterchi non sono niente in confronto a quello che accadrà se Kyle Rittenhouse verrà giustamente assolto.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

eh? Jamie Lee Curtis afferma che l’ultimo schifoso re-boot di Halloween riguarda la “violenza di massa il 6 gennaio”


Jamie Lee Curtis, che recita in un ALTRO film di Halloween re-boot, ha affermato che quest’ultimo è una sorta di dichiarazione artistica sulla “violenza di massa” al Campidoglio il 6 gennaio.

In un’intervista con il regista Eli Roth sul Storia dell’orrore podcast, Curtis ha detto che Halloween uccide parla di una “folla che scende insieme”, che vuole “prendere in mano la situazione”.

Curtis ha aggiunto: “Abbiamo appena visto in America una folla scendere il 6 gennaio con cappi e pistole stordenti e membri del Congresso nell’edificio, e l’abbiamo guardato tutti in TV”.

Ascolta:

È un po’ una forzatura, no? Dato che il film è stato realizzato prima degli eventi del 6 gennaio, essendo stato in pre-produzione nel 2019.

Sembra un po’ che Curtis stia cercando di iniettare un po’ di rilevanza culturale (in un modo sdolcinato di sinistra) in quello che è solo un film slasher schifoso.

Magari lascia perdere e smettila di rovinare l’eredità di John Carpenter.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Rand Paul mette in guardia contro il socialismo: “Si finisce sempre con l’autoritarismo e la violenza sponsorizzati dallo stato”



Venerdì su “The Ingraham Angle” della FNC, il senatore Rand Paul (R-KY) ha avvertito che c’erano pericoli associati al socialismo del grande governo.

Guarda l’ultimo video su foxnews.com

Paul ha detto alla conduttrice Laura Ingraham che al di là delle conseguenze economiche del socialismo, storicamente, si è conclusa con l’autoritarismo e la violenza sponsorizzati dallo stato.

“Ho osservato la tendenza per diversi anni”, ha detto. “Ed è in realtà il motivo per cui io e mia moglie abbiamo scritto il nostro libro, ‘Il caso contro il socialismo’ perché eravamo allarmati dal fatto che le linee di tendenza stavano salendo, con persone che volevano sempre più cose cosiddette libere, che volevano sperimentare il socialismo. Ma penso che ora abbiamo visto otto, nove mesi di grande socialismo di governo provenire da Biden, e la gente sta iniziando a capire che ci sono conseguenze”.

“Una delle conseguenze è che i prezzi stanno aumentando”, ha continuato Paul. “Abbiamo avuto l’aumento più alto ora sul costo della vita per la sicurezza sociale. Ma la domanda è: starà al passo con i prezzi? E se i prezzi salissero del 10% l’anno prossimo? Cosa succede a chi ha la previdenza sociale ea chi ha un reddito più basso? Quindi, sì, penso che i risultati stiano arrivando. Grande governo, il socialismo non funziona. E le persone non ne sono contente. Ma questo è importante che le persone lo sappiano. Ma hanno anche bisogno di conoscere la storia del socialismo che ogni volta è stata provata nella storia del mondo. Finisce sempre con l’autoritarismo e la violenza sponsorizzati dallo stato. Quindi non è un sistema piacevole in cui vivere. Ma è anche un sistema terribile dal punto di vista economico se vuoi cercare di andare avanti per te e la tua famiglia”.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La polizia scozzese definisce una donna “simpatica” e le compra la cena come precursori della “violenza sessuale”



La polizia scozzese ha pubblicato una campagna pubblicitaria che suggerisce di chiamare una donna “carina” e di offrirle la cena come precursori della “violenza sessuale”.

Sì davvero.

La campagna “spera di affrontare il diritto sessuale maschile” e presenta diversi uomini che descrivono un comportamento che presumibilmente è un gateway per l’aggressione sessuale.

Tale comportamento include chiamare una ragazza “bambola”, dare a una ragazza un “complimento”, come “carina” e comprare una cena da donna o bevande alcoliche, oltre a semplici battute maschili.

L’annuncio quindi mescola esempi reali di comportamento grossolano, come l’invio di foto di cazzi, per fondere tutto come uno.

“Chiederei a tutti gli uomini di guardare questo film e poi incoraggerei i vostri figli, padri, fratelli e amici a fare lo stesso”, ha twittato il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon.

In realtà, a veri stupratori e criminali violenti non fregherà niente di una campagna pubblicitaria su Twitter cadente, e tutto ciò che otterrà sarà l’ulteriore ingegneria sociale dei giovani uomini che saranno pietrificati nel formare relazioni con le donne.

Le femministe (in particolare le femministe maschi che sembrano particolarmente entusiaste di questa campagna, nonostante molte di loro si siano rivelate dei veri abusatori come ha dimostrato la saga di #MeToo), non riescono a comprendere il fatto che ai predatori non importi della virtù che segnala le pubbliche relazioni campagne.

Come scrive Mary Wakefield sullo Spectator, dopo l’omicidio di Sabina Nessa, più uomini sono stati incoraggiati a partecipare a una veglia, come se ciò potesse fare qualcosa per fermare gli uomini che “fantasticano di uccidere”.

“Una parte considerevole della popolazione sembra pensare che ciò che serve per salvaguardarsi da orribili omicidi violenti sia più ‘educazione’; come se gli uomini ferissero le donne perché in qualche modo non sanno bene che è sbagliato”, scrive Wakefield.

Nel frattempo, hanno reso illegale per le donne portare spray al peperoncino nel Regno Unito, qualcosa che avrebbe funzionato davvero.

Come evidenziamo nel video qui sotto, anche Facebook ha recentemente chiesto a Capcom di censurare il remake di Resident Evil 4 per VR perché contiene scene “misogine” in cui il protagonista maschile flirta con un personaggio femminile e chiede il suo numero di telefono.

Data questa ingegneria sociale, è una sorpresa che i giovani stiano diventando sempre più sconcertati su come formare relazioni, con molti di loro che si uniscono ai ranghi crescenti del movimento incel?

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link