Archivi tag: veicoli

Rep. MTG risolve la truffa sui veicoli elettrici di Biden



Joe Biden e i suoi sostenitori democratici stanno trovando modi per finanziare le loro truffe energetiche sul Green New Deal e sui cambiamenti climatici mentre pagano il conto ai contribuenti americani, ha affermato venerdì la rappresentante Marjorie Taylor Greene (R-Ga.).

Scomponendo l’argomento in un thread di Twitter, MTG ha esposto come i Democratici stiano sfruttando il Defense Production Act per estrarre minerali di terre rare e promuovere veicoli elettrici, arricchendosi nel processo, mentre allo stesso tempo distruggendo l’industria energetica del paese.

Leggi il thread del rappresentante Greene di seguito:


Il rappresentante Greene si è unito all’Alex Jones Show mercoledì per discutere della nuova legislazione della Florida sui diritti dei genitori, che protegge i bambini dall’essere indottrinati sessualmente a scuola.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Corvette Revving Biden dice agli americani in difficoltà che dovrebbero acquistare veicoli elettrici da $ 55.000


Joe Biden ha detto agli americani giovedì che se sono preoccupati per i prezzi dell’energia alle stelle dovrebbero semplicemente comprare un’auto elettrica e avere pannelli solari installati a casa loro.

Sbirciando nel teleprompter, Biden ha dichiarato che guidare un veicolo elettrico farà risparmiare agli americani circa $ 80 al mese sul gas.

Nessuna menzione del prezzo di $ 55.000 sui veicoli elettrici più economici.

Guadare:

Altrove durante il discorso sull’energia Biden ha affermato falsamente che gli americani potrebbero risparmiare $ 500 ogni mese se usassero energia verde come quella solare.

La Casa Bianca è stata costretta a correggere la dichiarazione, dicendo che Biden avrebbe dovuto dire $ 500 all’anno.

Biden ha incolpato sia Vladimir Putin che COVID per i prezzi elevati del gas e ha ammesso di non avere idea di quando scenderanno.

Ricordiamo che lo stesso Biden piace correre in una corvettafacendo girare il motore nel triste tentativo di impressionare i suoi falsi amici, come Jay Leno:

Quando non guida molto da solo, Biden viene portato in giro in un enorme corteo di automobili composto da SUV a benzina da 244 cavalli, inclusa la sua auto personale che lui chiama “la Bestia”.

Ma devi smetterla di lamentarti del prezzo del gas, prendi una Tesla e dei pannelli solari.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il giornalista sottolinea l’ipocrisia grossolana di Biden sui veicoli elettrici



Il giornalista di Fox News Peter Doocy ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei pochi corrispondenti della Casa Bianca a fare domande reali giovedì, sottolineando l’ipocrisia dilagante di Joe Biden che parla continuamente di veicoli elettrici ed energia verde mentre pubblica video che “accendono il motore” della sua benzina macchine.

I gestori di Biden hanno inviato un tweet all’inizio della settimana dicendo essenzialmente agli americani di attenersi a Putin acquistando auto elettriche:

L’account della Casa Bianca ha twittato la stessa ridicola affermazione:

Quindi questo ha portato a questa gloriosa linea di domande di Doocy:

“I presidenti non guidano molto”, tranne quando lo sono guidato in tutto il mondo in un corteo di veicoli colossali che bevono gas guidati da un’auto che lo stesso Biden chiama amorevolmente “la bestia” dopo essere stato trasportato lì su un aereo a reazione super massiccio.

Ok Jen.

Quello era solo un frammento della grigliata di Doocy di Jen Psaki. Altrove le ha chiesto se ha intenzione di “incolpare Putin per tutto” nel periodo che precede il medio termine, per quanto tempo l’amministrazione affermerà che l’inflazione è “temporanea” e perché la causa dell’inflazione è improvvisamente cambiata dal pandemia a Putin:

Anche CNN e CNBC stanno coprendo la grande bugia di Biden sull’inflazione:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La polizia di Ottawa ruberà gli animali domestici dei manifestanti di camionisti arrestati, sequestrerà i loro conti bancari, prenderà i loro veicoli e rapirà i loro bambini



Sotto il governo tirannico del primo ministro Justin Trudeau, simpatizzante comunista, i pacifici manifestanti canadesi presto avranno i loro conti bancari e veicoli sequestrati, saranno soggetti alla reclusione e i loro bambini e animali domestici saranno confiscati dallo stato.

Un avviso pubblicato su Twitter dal By-law and Regulatory Services Branch (BLRS) della città di Ottawa avverte i manifestanti riuniti nel centro di Ottawa che i loro animali domestici verranno posti in “cure protettive” se arrestati.

“Se non sei in grado di prenderti cura del tuo animale a seguito di azioni di contrasto, il tuo animale verrà posto in custodia protettiva per 8 giorni, a tue spese. Dopo 8 giorni, se non vengono presi accordi, il tuo animale sarà considerato ceduto”, afferma l’avviso.

Quindi, se rimani in prigione per più di otto giorni, il tuo cane, gatto o altro animale domestico sarà considerato senza proprietario e potrebbe anche subire l’eutanasia.

Questa minaccia arriva solo un giorno dopo La polizia di Ottawa ha distribuito volantini avvertendo i manifestanti che presto saranno arrestati.

Oltre ad essere stati arrestati e potenzialmente ai loro animali domestici rubati, i manifestanti verranno sequestrati anche i loro conti bancari.

La Royal Mounted Canadian Police ha consegnato un elenco di nomi alle banche della nazione e alcuni conti sono già stati congelati.

Le banche stanno cercando di chiarire quali azioni dovrebbero essere intraprese con ogni nome fornito dalle forze dell’ordine, ma ai sensi del recente Emergencies Act di Trudeau il governo può bloccare i conti.

I manifestanti avranno anche sequestrato i loro veicoli dal governo, come indicato nella legge sulle emergenze mai utilizzata prima.

Alle minacce tiranniche contro i manifestanti pacifici si aggiunge l’avvertimento del governo che i minori di 19 anni presenti alla protesta potrebbeD essere posto in custodia del governo.

La scorsa settimana, il vice capo della polizia di Ottawa Steve Bell ha detto che il Children’s Aid Service, l’equivalente canadese del CPS, sarà incaricato di occuparsi dei bambini dei manifestanti.

Toccando alla minaccia del governo, ha detto il manifestante Jacob Verellen, “I bambini sono protetti dai loro genitori, ok? Stanno bene. Questa è una protesta perfettamente pacifica. È sbagliato suggerire persino di sottrarre i bambini ai loro genitori”.

Cos’altro dobbiamo aspettarci da un presidente del Consiglio che sogna pubblicamente di ottenere i poteri concessi a un dittatore comunista?




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Autisti di carri attrezzi e militari ignorano le richieste del commissario di polizia neozelandese che chiede di trainare i veicoli dei manifestanti


I conducenti di carri attrezzi e le forze di difesa della Nuova Zelanda hanno ignorato le suppliche del massimo ufficiale delle forze dell’ordine della nazione che chiedeva che qualcuno aiutasse a spostare i veicoli da una protesta contro il mandato anti-vaccino che si svolgeva fuori dal Parlamento.

Martedì, il commissario di polizia Andrew Coster ha detto che si sarebbe assicurato che i conducenti di carri attrezzi fossero protetti dalla polizia se dovessero aiutare a liberare l’area.

Ma parlando con RNZ.co.nzil proprietario di una compagnia di rimorchi, Greg Cox, ha detto che i “towies” stanno rifiutando l’ordine perché stanno con i manifestanti.

“Ci sono tutti i diversi motivi che vengono addotti, ma il motivo per cui la maggior parte dei miei colleghi non vuole mettere i loro carri attrezzi là fuori è perché sono in sintonia con quello che sta succedendo in Parlamento”, ha detto.

“Dalle persone che mi hanno chiamato, mi hanno scritto, il sentimento è praticamente reciproco in tutto il paese. Non c’è un’attività che non sia stata influenzata dal mandato e tutti lo capiscono”.

Cox ha detto che gli operatori di rimorchio stanno inventando scuse fantasiose per non aiutare con la polizia.

“Uno degli operatori di Wellington ha detto che non può farlo ora – ‘Dobbiamo isolare'”, ha descritto Cox.

Nel frattempo, dopo aver inizialmente ignorato le suppliche del commissario di polizia, quattro veicoli delle Forze di Difesa arrivato mercoledì a Wellington e, secondo quanto riferito, sono in attesa per il momento, poiché nessun veicolo è stato ancora rimorchiato.


Guarda Wellington: arriviamo



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La legge sulle infrastrutture di Biden include i mandati di “Kill Switch” per i veicoli di monitoraggio passivo per le case automobilistiche


Come se l’amministrazione Biden non stesse facendo abbastanza per violare le tue libertà civili con blocchi e mandati sui vaccini, i resoconti dei media negli ultimi giorni suggeriscono che la nuova legge sulle infrastrutture di Biden includerà anche un mandato per i produttori di auto per installare “kill switch” nei veicoli.

L’ex rappresentante Bob Barr, scrivendo per The Daily Caller, definisce la misura “inquietantemente carente di dettagli”, ma per il fatto che il dispositivo proposto deve “monitorare passivamente le prestazioni di un conducente di un veicolo a motore per identificare con precisione se tale conducente può essere danneggiato”.

Che, ovviamente, è il codice per un qualche tipo di dispositivo che è costantemente acceso e monitora il tuo veicolo e probabilmente avrà il potere di spegnere il tuo veicolo ogni volta che lo desidera.

“Si tratta di un disastro della privacy in divenire e il fatto che la disposizione sia passata attraverso il Congresso rivela – ancora una volta – quanto poco i suoi membri si preoccupino della privacy dei loro elettori”, scrive The Daily Caller.

Sembra che nel futuro del presidente Biden, non solo non sarai responsabile delle tue decisioni sulla salute personale, ma non sarai nemmeno responsabile della possibilità o meno di accendere la tua auto, che hai comprato con il tuo duro- denaro guadagnato, per guidarlo da qualche parte, quando lo ritieni opportuno.

Quella decisione ora “riposerà nelle mani di un algoritmo”, afferma il rapporto. Dispositivi di monitoraggio e controllo simili hanno affrontato l’opposizione costituzionale, osserva il rapporto, “in particolare con il diritto del quinto emendamento di non autoincriminarsi e il diritto del sesto emendamento di affrontare il proprio accusatore”.

Barr conclude: “A meno che questo mandato normativo non venga rapidamente rimosso o cancellato per mezzo di un pilota di stanziamenti che ne impedisce l’attuazione, la libertà della strada aperta che la proprietà individuale dell’auto ha portato al sogno americano, sarà solo un altro vago ricordo di un’era senza più per essere goduti dalle generazioni future”.


I totalitari mandano la tirannia in tutto il mondo

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Gli Stati Uniti si uniscono alla Cina rifiutando di firmare l’impegno a eliminare gradualmente i veicoli a combustibili fossili


Barack Obama, Nancy Pelosi e dozzine di membri del Congresso si sono riuniti a Glasgow questa settimana, mentre la COP26 entra nei suoi ultimi giorni, senza alcuna prospettiva che gli Stati Uniti approvino una legislazione chiave incentrata sul clima prima della fine.

I politici di alto livello degli Stati Uniti sono volati in Scozia dopo alcuni frenetici giorni a Capitol Hill, dove il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è riuscito a far passare il suo disegno di legge sulle infrastrutture attraverso il Congresso, anche se senza nessuna delle principali iniziative sul clima che aveva promesso.

A pochi giorni dalla fine del vertice che si concluderà venerdì, gli attivisti per il clima hanno espresso delusione per la mancanza di impegni fermi degli Stati Uniti, forse comprensibile poiché l’ultima cosa di cui Biden ha bisogno, cercando di spiegare al suo elettorato sveglio perché l’inflazione alle stelle è buon per loro, è anche dover informare il pubblico americano che a un totale complessivo di 150 trilioni di dollari in nuove – e molto inflazionistiche – spese sarà tenuto a rammentare l’agenda di Net Zero. Tuttavia, gli attivisti sperano che la presenza di così tanti membri del Congresso a Glasgow dia loro la possibilità di sostenere la causa per l’approvazione del pacchetto di sicurezza sociale da 1,75 trilioni di dollari di Biden, che include circa 550 miliardi di dollari di disposizioni ambientali.

Biden ha promesso di mettere la lotta ai cambiamenti climatici al centro della sua agenda interna e ha partecipato di persona al vertice di Glasgow la scorsa settimana. Ma la sua amministrazione ha deluso molti partecipanti quando ha rifiutato di sottoscrivere un impegno per eliminare gradualmente l’energia a carbone, unendosi a Cina e India nell’escludere l’accordo di 40 nazioni.

A dire il vero, domenica la Casa Bianca ha insistito sul fatto di rimanere impegnata nell’agenda sul clima, sottolineando la gamma di misure nel disegno di legge Build Back Better. Includono 300 miliardi di dollari per indurre le compagnie energetiche a costruire energia pulita e costruire infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, 29 miliardi di dollari per aiutare a finanziare tecnologie a emissioni zero e 19 miliardi di dollari in sgravi fiscali per incoraggiare le famiglie e le fabbriche a installare tecnologie pulite come i pannelli solari sui tetti.

C’è solo un problema: Durante la notte gli Stati Uniti ancora una volta si sono schierati con il più grande inquinatore del mondo, la Cina, quando si sono rifiutati di aderire all’impegno di eliminare gradualmente i veicoli a combustibili fossili entro il 2040.

Invece, sei importanti case automobilistiche mercoledì si sono impegnate senza senso a eliminare gradualmente la produzione di veicoli ICE in tutto il mondo nei prossimi 20 anni, come parte degli sforzi globali per ridurre le emissioni di carbonio, il governo britannico ha detto in una nota.

Ma, come tutto il resto in questo esilarante falso cambiamento climatico che ha solo lo scopo di placare i membri più stupidi e creduloni della società, non solo gli Stati Uniti, la Cina e la Germania non hanno approvato questo impegno, ma le più grandi case automobilistiche tra cui i migliori del mondo due, anche Toyota Motor Corp e Volkswagen AG non si sono iscritte. In breve, solo più teatro.

E senza azioni sui motori ICE, il cosiddetto impegno mondiale per Net Zero è solo una gigantesca frode: automobili, camion, navi, autobus e aerei rappresentano circa un quarto di tutte le emissioni globali di carbonio, hanno mostrato i dati dell’Agenzia internazionale per l’energia, di cui la maggior parte proviene da veicoli stradali.

Mentre un gruppo di case automobilistiche altrimenti ecologiche, come la svedese Volvo, Ford Motor e General Motors, la Mercedes-Benz di Daimler, la cinese BYD Co e Jaguar Land Rover, un’unità della Tata Motors Ltd dell’India, erano pronti a firmare l’impegno ai colloqui sul clima in Glasgow, l’apparente riluttanza della Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, e degli Stati Uniti – la più grande economia mondiale e il secondo mercato automobilistico – ad aderire all’impegno solleva interrogativi sulla sua efficacia.

Fonti hanno detto a Reuters che mentre gli Stati Uniti non si uniscono all’impegno, gli stati chiave per l’acquisto di auto come la California e New York hanno aderito.

Una fonte dell’industria automobilistica ha affermato che alcune case automobilistiche sono diffidenti nei confronti dell’impegno perché le impegna in un costoso cambiamento tecnologico, ma manca un impegno simile da parte dei governi per garantire che le necessarie infrastrutture di ricarica e di rete siano costruite per supportare i veicoli elettrici.

In altre parole, coloro che si iscrivono sperano solo che ciò renda loro più facile richiedere in futuro sussidi governativi, che se non in ricerca e sviluppo, possono almeno essere spesi in riacquisti e altre azioni che consentano il prepensionamento per i dirigenti. .

Anche la casa automobilistica numero 4 al mondo, Stellantis, mancava all’ultimo impegno, così come le case automobilistiche giapponesi Honda Motor Co Ltd e Nissan Motor Co Ltd; La tedesca BMW e la coreana Hyundai Motor Co.


MSM ammette che COVID Vaxx è inutile, spinge per il blocco della tirannia medica

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link