Archivi tag: sparatutto

Agente della pattuglia di frontiera del capo dell’eroe colpito da proiettili che è andato in “missione suicida” per uccidere lo sparatutto di Uvalde



Sono emerse foto che identificano il primo soccorritore della Border Patrol che, secondo quanto riferito, è andato in missione suicida all’interno della Robb Elementary School di Uvalde, in Texas, per eliminare l’assassino di massa Salvador Ramos.

Nelle foto condivise sui social media, l’agente fuori servizio della Border Patrol, che è un membro dell’élite dell’agenzia Gruppo tattico Bortacpuò essere visto vestito con un giubbotto antiproiettile con un fucile ruotato intorno a lui.

L’agente è uno dei tre agenti della pattuglia di frontiera accreditato di aver sottomesso Ramos, 18 anni, dopo che lo squilibrato uomo armato è andato su tutte le furie all’interno della scuola uccidendo 19 bambini e 2 insegnanti.

“Due agenti dello sceriffo hanno accompagnato gli agenti all’interno”, il Washington Examiner rapporti.

Secondo un agente federale, il compito straziante era considerato una “missione suicida” poiché il tiratore aveva un vantaggio tattico.

“Se hai un soggetto barricato e lui ha il vantaggio perché è barricato, se ti precipiti attraverso la porta, non solo hai bambini morti ma poliziotti morti”, ha detto il funzionario, secondo il Esaminatore. “È un suicidio cercare di mettere fretta a un soggetto barricato.”

Un’altra foto mostra che l’ufficiale aveva bisogno di graffette sul cuoio capelluto dopo che un proiettile sparato da Ramos ha sfiorato la sommità della testa dell’agente.

Un’altra foto mostra uno strappo nel berretto da baseball dell’agente causato dagli spari del tiratore, illustrando quanto un proiettile sia arrivato vicino alla testa dell’agente.

Per fortuna, gli agenti sono riusciti a neutralizzare la minaccia prima che morissero altre persone innocenti.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

RAPPORTO: La sparatoria a Uvalde è stata una situazione di ostaggio poiché le forze dell’ordine hanno impedito ai genitori di intervenire



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

MSM promuove le narrazioni sulle gare di sparatutto di massa: cosa hanno DAVVERO in comune questi eventi


Kristi Leigh smentisce il tentativo dei media mainstream di incolpare i bianchi conservatori per tutte le sparatorie di massa quando la realtà mostra che questi pazzi mentalmente malati tendono a sottoscrivere l’ideologia di sinistra.

Potenzia il tuo potenziale naturale con Alpha Power, ora scontato del 40%!


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I genitori del sospettato di sparatutto in una scuola del Michigan si dichiarano non colpevoli di omicidio colposo involontario


Venerdì scorso, i genitori dell’accusato sparatutto in una scuola del Michigan Ethan Crumbley sono stati accusati di omicidio colposo in relazione all’incidente.

I genitori di un quindicenne sospettato di sparare a una scuola del Michigan, James e Jennifer Crumbley, si sono dichiarati non colpevoli di omicidio colposo dopo che il loro figlio ha ucciso quattro persone usando una pistola che uno di loro aveva comprato.

Il giudice Julie Nicholson ha concordato con le argomentazioni del pubblico ministero secondo cui entrambi i genitori rappresentano un rischio di fuga e ha fissato una cauzione di $ 500.000 per ciascuno di loro. Il giudice ha anche stabilito che i Crumbley indossino localizzatori GPS, nel caso in cui vengano rilasciati su cauzione.

I due hanno partecipato a un’udienza in tribunale tramite Zoom dopo essere stati sorpresi a nascondersi in un edificio commerciale a Detroit. Il loro avvocato ha insistito sul fatto che erano fuggiti dalla città “per la loro sicurezza” e stavano progettando di tornare per affrontare le accuse. Il capo della polizia di Detroit James E. White, tuttavia, ha messo in dubbio la veridicità di tale affermazione.

“Questo non è indicativo di consegnarsi – nascondersi in un magazzino”, ha detto White.

La coppia è stata accusata di quattro capi di imputazione per omicidio colposo, ciascuno in relazione alla sparatoria a scuola per la quale è accusato il figlio quindicenne. Hanno acquistato l’arma usata nell’attacco pochi giorni prima della sparatoria e non hanno preso sul serio le segnalazioni del personale scolastico sul comportamento del figlio Ethan, ha detto il procuratore della contea di Oakland Karen McDonald durante una conferenza stampa all’inizio di venerdì.

I Crumbley hanno resistito alla sua rimozione dalla scuola dopo i rapporti e hanno reso facilmente disponibile l’arma da fuoco acquistata al figlio, contribuendo così presumibilmente al suo crimine. Lo stesso Ethan è stato accusato di omicidio, di attentato terroristico e di detenzione illegale di armi da fuoco.

Quattro studenti della Oxford High School sono stati uccisi e altri sette feriti in una sparatoria avvenuta il 30 novembre.


Il tiratore del liceo ha pubblicato immagini criptiche prima di uccidere i compagni di classe

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’FBI afferma che lo sparatutto di massa di sinistra radicale Connor Betts “non era allineato con alcun gruppo ideologico specifico”


Il tiratore di massa di Dayton Connor Betts, un sostenitore antifa di sinistra radicale che ha twittato “uccidi ogni fascista” e ha elogiato un terrorista domestico di estrema sinistra che ha sparato a una struttura ICE nel 2019, non era “allineato con alcun gruppo ideologico specifico”, secondo il rapporto finale dell’FBI appena pubblicato sulla sparatoria.

Betts ha ucciso 9 persone e ne ha ferite 27 in una sparatoria di massa al Ned Peppers Bar il 4 agosto 2019. A maggio 2019, Betts è stato visto partecipare a una protesta antifa armato di una pistola semiautomatica stile fucile, che secondo un media locale sembrava essere simile a quello usato nel suo attacco.

A partire dal FBI.gov:

Il Cincinnati Field Office del Federal Bureau of Investigation (FBI) e il Dipartimento di Polizia di Dayton hanno pubblicato oggi il seguente rapporto investigativo relativo all’attacco del 4 agosto 2019 a Dayton, Ohio.

– L’indagine di merito si è conclusa. L’indagine ha coinvolto oltre 125 interviste in più stati, la revisione di oltre 950 video di sorveglianza per un totale di circa 400 ore di filmati e un’analisi completa di dispositivi elettronici, contenuti dei social media e altre prove.

– Le prove dell’ampia indagine hanno indicato che l’autore, Connor Betts, era l’unico responsabile delle lesioni e delle morti che erano il risultato delle sue azioni. Ha agito da solo e non è stato diretto da alcuna organizzazione o allineato a nessun gruppo ideologico specifico.

Alex Jones interrompe il risveglio di massa mentre Lara Logan espone i tiranni medici per aver creato un problema che non può essere risolto.

Niente da vedere qui, gente!

– L’indagine ha indicato che l’autore ha probabilmente violato la legge federale mentendo sul suo consumo di droga all’inizio del 2019 quando ha acquistato l’arma da fuoco utilizzata nell’attacco. Le parti aggiuntive dell’arma da fuoco, l’armatura e il caricatore da 100 colpi utilizzati nell’attacco sono stati acquisiti su siti Internet di mercato aperto con l’assistenza di un noto collaboratore.

– Il socio, Ethan Kollie, è stato arrestato per possesso illegale di alcune armi da fuoco (incluso il possesso temporaneo di quella coinvolta nell’attacco di Dayton) e per aver mentito sul registro federale delle transazioni di armi da fuoco ATF Form 4473. Kollie si è dichiarato colpevole ed è stato condannato a 32 mesi di carcere a febbraio 2020.

Valutazione dell’FBI sulla motivazione dell’aggressore

Come parte dello sforzo della squadra investigativa per determinare la motivazione del tiratore per l’attacco, l’ufficio di Cincinnati e il dipartimento di polizia di Dayton hanno richiesto l’assistenza dell’Unità di analisi comportamentale (BAU) dell’FBI, con sede a Quantico, in Virginia. La BAU ha completato la sua analisi delle informazioni e delle prove raccolte durante l’indagine e ha condiviso i suoi risultati chiave con l’ufficio di Cincinnati e il dipartimento di polizia di Dayton. Di seguito è riportato il riepilogo dei principali risultati di BAU.

– Il BAU dell’FBI ha valutato il fascino duraturo dell’attaccante per la violenza di massa e la sua incapacità di far fronte a una convergenza di fattori personali, per includere una lotta decennale con molteplici fattori di stress per la salute mentale e la successiva perdita di significative ancore stabilizzatrici sperimentate prima del 4 agosto, 2019, probabilmente sono stati i principali contributori alla tempistica e alla finalità della sua decisione di commettere una sparatoria di massa a Dayton, nell’Ohio.

– Mentre l’indagine ha scoperto che l’aggressore aveva una storia di malattia mentale, oltre a fantasie suicide e violente, non c’erano avvertimenti specifici che intendesse commettere un crimine. Non vi era inoltre alcuna indicazione che l’aggressore avesse discusso delle sue intenzioni di condurre un attacco violento con amici o familiari.

– L’indagine ha rivelato che l’attaccante ha fantasticato su sparatorie di massa, omicidi seriali e omicidio-suicidio per almeno un decennio senza condividere dettagli specifici con amici o familiari. Ciò sottolinea l’importanza dell’attenzione degli astanti ai cambiamenti più sottili che un individuo può esibire che potrebbero essere indicativi della loro decisione di commettere violenza, come un cambiamento nelle circostanze personali, un aumento dei fattori di stress percepiti o un linguaggio che indica che potrebbero contemplare il suicidio.

– Le informazioni ottenute da interviste con amici e coetanei dell’aggressore hanno suggerito che la “stanchezza degli astanti” era potenzialmente un fattore importante nel motivo per cui l’aggressore non è stato segnalato alle autorità prima di commettere violenza. Il termine affaticamento degli astanti è usato dal BAU dell’FBI per descrivere la passività, l’inazione o la disattenzione nei confronti dei comportamenti osservati da individui che hanno una stretta relazione interpersonale con una persona preoccupata a causa della loro prolungata esposizione al comportamento irregolare o altrimenti problematico della persona col tempo. [Emphasis added]

L’FBI ha concluso il suo breve rapporto lodando “tutti i partner coinvolti” nella “risposta e indagine” dell’attacco e ha dichiarato la questione ormai chiusa.

Dion Green, il cui padre Derrick Caramell è morto nell’attacco, ha detto WLWT lunedì che la faccenda “non è chiusa per le famiglie” perché “non abbiamo ancora risposte”.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link