Archivi tag: repubblicane

Alex Jones lancia l’allarme sulla campagna di demoralizzazione post-medio termine dei media e sulle lotte interne repubblicane


Alex Jones si è unito al podcast “War Room” di Steve Bannon per lanciare l’allarme contro le lotte intestine repubblicane e per dare energia agli americani che sono esausti dalla campagna di demoralizzazione post-medio termine dei media tradizionali contro la destra.

“Si tratta di infrangere la nostra volontà”, ha detto Jones a Bannon venerdì mattina. “Abbiamo ottenuto una vittoria nonostante tutte le loro frodi, non vogliono che la celebriamo, quindi la stanno trascinando fuori fino a quando non sarà più una notizia”.

“Per le persone che non ce la fanno più, se non manteniamo la linea sarà 100 volte peggio. Questo è facile quello che stiamo facendo [now] rispetto a come sarebbe se questi autoritari infrangessero la nostra volontà”.

Jones ha continuato spiegando in dettaglio come l’MSM stia attualmente alimentando le lotte interne tra Trump e DeSantis per NON fare conversazione sul WEF, sull’apertura delle frontiere, sulla crisi del fentanil, sulla svalutazione del dollaro e molto altro ancora.

“Il Deep State è appeso per le unghie”, ha detto Jones, che ha poi spiegato in dettaglio come tutta questa disperazione dell’establishment fosse necessaria per proteggere ogni roccaforte blu.

“Una volta che una città blu cade… una volta che noi [the pro-liberty movement] finalmente conquisteranno una città attraverso il voto, cadranno tutti come domino”.

Assicurati di guardare e condividere questa intervista esplosiva in lungo e in largo per galvanizzare i movimenti pro-libertà e pro-umani in America e in tutto il mondo!

Inoltre, non perdere il resto della conversazione di Jones con Bannon in cui si è scaricato su Kevin McCarthy, Mitch McConnell e sul triste stato dell’establishment GOP:




Source link

The View Host confronta le donne bianche suburbane che votano repubblicane con “Roaches che votano per Raid”



Il co-conduttore di The View Sunny Hostin ha affermato che le donne bianche suburbane che votano repubblicane stanno votando contro i propri interessi e ha continuato a paragonarle ai parassiti che votano per i pesticidi.

In un segmento del giovedì in cui rivelava cosa pensa veramente delle donne bianche repubblicane, Hostin ha affermato: “Ho letto un sondaggio proprio ieri che le donne bianche, repubblicane e suburbane ora voteranno repubblicane. È quasi come se gli scarafaggi votassero per Raid, giusto?”

Il confronto derisorio e sordo illustra esattamente il motivo per cui le donne suburbane bianche sono respinte dal Partito Democratico, ed è un altro motivo per cui probabilmente ci sarà un’ondata rossa martedì prossimo.

“Se un presentatore dicesse questo su qualcuno che non fosse bianco sarebbe immediatamente licenziato”, ha osservato il commentatore politico Clay Travis.

Vari utenti di Twitter erano d’accordo, con alcuni che chiedevano che Hostin fosse inscatolato.

L’OP della clip, il candidato alla Camera degli Stati Uniti Wesley Hunt (R-Texas) commentato L’opinione di Hostin è rappresentativa della più ampia animosità dei Democratici verso le persone che non possono controllare.

“Tipico playbook di sinistra: attacca quelli che non puoi controllare. Credimi, come repubblicano nero, ne so una o due cose. VOTA DI CONSEGUENZA,” dichiarò Hunt.







Source link

Kiev “scioccata” dalle minacce repubblicane per fermare gli aiuti statunitensi


Davyd Arakhamia, negoziatore dell’Ucraina ai colloqui di pace con la Russia, ora in stallo, ha affermato che Kiev è rimasta “scioccata” poiché i repubblicani hanno avvertito che avrebbero tagliato gli aiuti statunitensi all’Ucraina in caso di vittoria elettorale.

Martedì, il leader della minoranza alla Camera degli Stati Uniti Kevin McCarthy ha promesso che se i repubblicani otterranno la maggioranza dei seggi nella camera bassa del Congresso alle elezioni di medio termine, L’Ucraina non riceverà un “assegno in bianco” per l’assistenza vista una recessione incombente negli Stati Uniti.

“Siamo rimasti scioccati nel sentire questi commenti del signor McCarthy, onestamente”, ha detto Arakhamia al Financial Times mercoledì.

Arakhamia ha notato di aver incontrato McCarthy durante una recente visita a Washington ed era convinto che gli Stati Uniti avrebbero continuato a sostenere Kiev.

“Solo poche settimane fa, la nostra delegazione ha visitato gli Stati Uniti e ha avuto un incontro con McCarthy… Ci è stato assicurato che il sostegno bipartisan dell’Ucraina nella sua guerra con la Russia rimarrà una priorità assoluta anche se vinceranno alle elezioni”, ha aggiunto Arakhamia.

Il portavoce del ministero degli Esteri ucraino Oleg Nikolenko ha osservato che Kiev contava sul “continuo sostegno bipartisan” degli Stati Uniti per il suo ruolo nel conflitto.

Il Gli Stati Uniti terranno le elezioni di medio termine a novembre, a seguito della quale si formerà una nuova composizione della Camera dei Deputati e un terzo del Senato. Le elezioni presidenziali sono previste per il 2024.

La scorsa settimana Washington ne ha annunciato un altro 725 milioni di dollari in un pacchetto di assistenza militare per l’Ucraina che include più munizioni per i sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS) e colpi di artiglieria aggiuntivi da 155 mm. Il 12 ottobre, il presidente dei capi di stato maggiore congiunto degli Stati Uniti, il generale Mark Milley, ha affermato che Washington avrebbe fornito all’Ucraina un sistema integrato di difesa antimissilistica per coprire le strutture più importanti del paese, invitando gli alleati a intervenire.

Da quando la Russia ha lanciato un’operazione militare in Ucraina il 24 febbraio, i paesi occidentali hanno fornito a Kiev aiuti militari e finanziari. Mosca ha denunciato il flusso di armi in Ucraina dai suoi alleati occidentali, dicendo che aggiunge benzina al fuoco e avvertendo che qualsiasi spedizione di armi sul territorio ucraino sarebbe “bersagli legittimi” per le forze russe.

Il Grande programma di Reset per essere deboli ed effeminati ESPOSTO…



Source link

Kari Lake, sostenuta da Trump, vince le primarie governative repubblicane dell’Arizona



Kari Lake ha vinto le primarie governative repubblicane dell’Arizona, secondo un’Associated Press proiezione.

La vittoria di Lake giovedì è arrivata due giorni dopo il giorno delle elezioni, a seguito dei ritardi nella registrazione delle schede elettorali dell’Arizona. Sebbene Lake inizialmente seguisse la sua sfidante, Karrin Taylor Robson, il giorno delle elezioni, alla fine Lake prese il comando poiché più schede venivano elaborate e segnalate.

Il Comitato Nazionale Repubblicano e il Partito Repubblicano dell’Arizona hanno rilasciato una dichiarazione congiunta la notte delle elezioni che ha criticato la contea di Pinal dell’Arizona per la sua cattiva gestione delle elezioni e ha invitato il direttore delle elezioni della contea a dimettersi.

La dichiarazione disse:

Durante le elezioni primarie dell’Arizona, il programma di osservazione dei sondaggi dell’RNC e del Partito Repubblicano dell’Arizona ha documentato e segnalato molteplici fallimenti da parte dell’amministratore elettorale della contea di Pinal, tra cui 63.000 schede elettorali per posta consegnate agli elettori sbagliati e più sedi di distretto pesantemente repubblicano a corto di schede. Questo è un fallimento globale che priva i diritti degli arizona ed esemplifica il motivo per cui gli sforzi guidati dai repubblicani per la trasparenza alle urne sono così importanti. Il direttore delle elezioni della contea di Pinal, David Frisk, dovrebbe dimettersi immediatamente.

Leggi di più





Source link

Boebert decima l’avversario del GOP, crociere verso la vittoria nelle primarie repubblicane


La candidata MAGA Rep. Lauren Boebert (R-Colo.) ha devastato la sua rivale repubblicana martedì, avvicinandola di un passo all’assicurarsi la rielezione a novembre.

Boebert ha difeso con successo il suo seggio alla Camera dall’avversario del RINO GOP, lo stato del senatore Don Coram, con un margine di 30 punti, vincendo facilmente oltre 80.000 voti (65,3%) nel Distretto 3 del Colorado contro i 42.000 voti del suo avversario (34,7%).

Parlando alla folla dopo la sua vittoria martedì sera, Boebert ha riconosciuto di essere “una mamma di quattro figli, una proprietaria di un ristorante e una cacciatrice professionista di RINO”.

“E spero che questo sia un grande, enorme messaggio per tutti i RINO che lo proveranno in futuro. Puoi provare a convincere i Democratici a influenzare le nostre elezioni. Non funzionerà”, ha detto alla sua festa per la vittoria a Grand Junction.

Durante la sua celebrazione, Boebert ha anche ricevuto una telefonata speciale dal presidente Donald Trump, che ha detto alla folla: “Penso che tu abbia una delle più grandi donne del Congresso della storia… La adoriamo. È speciale.

Inoltre, Boebert ha ricevuto più voti di quelli espressi nel suo distretto per i Democratici, che ha raccolto un misero 55.000 voti.

La vittoria significa che a novembre affronterà il vincitore delle primarie del Distretto Democratico 3 Adam Frisch, che ha ricevuto circa 24.000 voti, secondo media locali.

Frisch, il CEO di Buy It Mobility che secondo quanto riferito ha utilizzato $ 1 milione di fondi propri nella corsa, sta già tentando di organizzare una campagna contro Boebert, rilasciando una dichiarazione diffamando il suo prossimo avversario come teorico della cospirazione.

“Sto costruendo la necessaria coalizione di democratici, non affiliati, e il numero crescente di repubblicani privati ​​dei diritti civili per sconfiggere il rappresentante Boebert in autunno e per salvare la nostra democrazia da una cospirazione radicale”, afferma la dichiarazione di Frisch, secondo CPR.org.

La vittoria di Boebert è arrivata quando i repubblicani approvati dal presidente Trump hanno vinto martedì sera 11 altre primarie in tutto il paese, ulteriori prove di un’ondata rossa in arrivo per i Democratici a novembre.

La sua straordinaria vittoria è uno schiaffo in faccia agli sforzi del comitato ristretto della Camera del 6 gennaio per demonizzare il presidente Donald Trump e i suoi sostenitori in vista del midterm, e illustra come la fazione MAGA del partito repubblicano sia ancora fiorente e più energica che mai.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

La rappresentante Lauren Boebert scarica sull’amministrazione Biden un gigantesco buco nel muro di confine




Source link