Archivi tag: programma

Annulla Cultura vantaggiosa per “giustizia sociale e razziale”, affermazioni sul programma di formazione accademica



Un programma di formazione contro il razzismo diffuso in quasi 100 università del Regno Unito afferma che “cancellare la cultura” ha “vantaggi” per la società.

Il programma, chiamato Union Black, è stato ideato da “contributori anonimi” presso la Open University nel 2021, promuovendo corsi sul “razzismo sistemico” e lezioni in cui affermano che “i bianchi hanno la responsabilità di risolvere il problema del razzismo”.

“In relazione alla giustizia razziale/sociale, è stato dimostrato che la cultura dell’annullamento realizza vantaggi”, afferma un modulo.

Da Il Telegrafo articolo, “Cancellare la cultura è benefico per la giustizia sociale e razziale“:

Il corso Union Black, lanciato nel 2021, è stato seguito da accademici e studenti selezionati in circa 90 università del Regno Unito, tra cui Leeds, Liverpool, Bristol e Imperial College London.

A coloro che seguono il corso online vengono offerti approfondimenti sulla storia dei neri, sulle relazioni razziali, sui pregiudizi inconsci e sulla “bianchezza”.

Il materiale del corso – redatto da collaboratori anonimi della Open University – afferma che “viviamo ancora in una società razzista”, aggiungendo che “la dinamica bianco/nero e il razzismo strutturale” svolgono un ruolo significativo in “tutti gli ambiti della vita moderna nelle nazioni occidentali” .

Afferma inoltre che “i bianchi hanno la responsabilità di risolvere il problema del razzismo”, esortando coloro che seguono il corso volontario a valutare quanto siano attivi come “alleati” in questa lotta, essendo “non razzisti” considerati “non sufficienti” .

Il programma di formazione della Union Black è stato criticato dalla Free Speech Union come una minaccia alla “libertà accademica e alla libertà di parola”.

“Sono deluso, anche se purtroppo non sorpreso, nell’apprendere che gli accademici del Regno Unito vengono formati sulle virtù della cultura dell’annullamento”, ha affermato il consulente legale capo dell’organizzazione Bryn Harris.

“Sembra invece che questi materiali fossero materiali di formazione agitprop e che questo sia un altro triste esempio dell’incapacità delle università britanniche di essere seri riguardo alla libertà accademica e alla libertà di parola”.

Nel frattempo, la sinistra è stata entusiasta negando l’esistenza stessa della cultura dell’annullamentodefinendola una “teoria del complotto” architettata da amareggiati di destra che sono stati censurati sui social media.


Biden scherza sui prigionieri politici democratici durante l’intervista a Kimmel

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Tucker Carlson riassume il processo del programma televisivo di successo dei Democratici


Il conduttore di Fox News Tucker Carlson ha criticato i Democratici alla Camera giovedì per aver prodotto una “menzogna propagandistica” realizzata per la produzione di prove di programmi TV mentre il paese “non è mai stato nella sua storia così vicino a una guerra nucleare”.

Carlson ha anche osservato che “Nei 18 mesi dal 6 gennaio, i prezzi del gas sono raddoppiati, la droga [overdoses] hanno raggiunto il loro punto più alto di sempre, l’economia statunitense lo è ora [heading for a] recessione devastante”.

“Eppure le altre reti non potrebbero preoccuparsi di coprire nulla di tutto ciò stasera”, ha continuato, aggiungendo che Fox News “non porterà la loro propaganda”.

“Questa è l’unica ora su un canale di notizie americano che non trasmetterà la menzogna della propaganda. Stanno mentendo e non li aiuteremo a farlo”, ha dichiarato Carlson.

“Odiavamo vedere atti di vandalismo al Campidoglio degli Stati Uniti un anno e mezzo fa, e all’epoca lo dicevamo, ma non pensavamo che fosse un’insurrezione perché non era un’insurrezione”, ha continuato, esortando ulteriormente “Non era nemmeno vicino a un’insurrezione. Non una sola persona tra la folla quel giorno è stata trovata con in mano un’arma da fuoco”.

Ha continuato: “Questa non è stata un’insurrezione. Ma, sai, otterremo un’insurrezione se ignori le legittime preoccupazioni di una popolazione, se le metti da parte come se non contassero”.

Carlson ha anche osservato che la verità su ciò che è realmente accaduto il 6 gennaio è “ancora sconosciuta”, aggiungendo che “Dall’ampio video che abbiamo del 6 gennaio, è chiaro che alcuni tra la folla, più di pochi, stavano incoraggiando i manifestanti a violare il Campidoglio a commettere reati”.

“Il comitato del 6 gennaio non lo spiegherà”, ha proclamato, aggiungendo “Dopo un anno, milioni di dollari, migliaia di interviste, non ci diranno, né ci diranno, quanti agenti e risorse dell’FBI c’erano nel folla quel giorno e cosa stavano facendo lì. Perché non possiamo saperlo? E perché nascondono ancora migliaia di ore di filmati di sorveglianza dall’interno del Campidoglio?”

“Se lo scopo del comitato era di portare la verità là fuori, perché non possiamo vedere i nastri? Perché le autorità hanno aperto le porte del Campidoglio ai rivoltosi e li hanno lasciati entrare, facendoli entrare? È assolutamente bizzarro”, ha anche osservato l’ospite.

Guadare:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’UE sospende l’accesso della Russia al programma di condivisione dei dati sui crimini vitali


Tra le ondate senza precedenti di sanzioni UE e USA imposte alla Russia sulla scia dell’invasione dell’Ucraina, e mentre continuano le espulsioni diplomatiche tra Mosca e le capitali europee, tra le ultime frontiere della cooperazione Russia-Europa rimane l’area monitoraggio della criminalità e condivisione dei dati.

Ma anche questo sembra essere in via di estinzione, poiché i media statali russi hanno annunciato che l’Unione Europea ha sospeso il suo programma di condivisione dei dati sul traffico di droga con le forze dell’ordine russe. “L’UE ha sospeso i contatti e la condivisione dei dati con la Russia nell’ambito dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze”, ha affermato un alto funzionario del ministero degli Esteri russo”, TASS rapporti.

“L’Unione europea ha sospeso unilateralmente i contatti di esperti e la condivisione di dati con noi” nell’ambito dell’OEDT, ha confermato il viceministro degli Esteri Oleg Syromolotov. “La Conferenza annuale sulla lotta alla droga a livello dell’OSCE è stata rinviata a tempo indeterminato”, ha aggiunto.

Il funzionario russo ha criticato la mossa come controproducente, con l’inevitabile conseguenza che i trafficanti di droga potranno agire con maggiore impunità poiché un Paese delle dimensioni della Russia (letteralmente il più grande del mondo per estensione territoriale e area di confine) è tagliato fuori dal programma .

“Riteniamo che questo sia un approccio distruttivo. Fa il gioco dei trafficanti di droga, che stanno approfittando dei disaccordi tra i paesi per aumentare le forniture illecite di droga all’Europa”, ha affermato.

La Russia, tuttavia, rimane e probabilmente continuerà a rimanere un paese vitale all’interno dell’INTERPOL, la più grande organizzazione di polizia internazionale del mondo, che rappresenta 194 paesi membri.

Secondo l’INTERPOL sito web, “La Russia è il paese più grande del mondo per area e condivide i confini con i paesi dell’Asia settentrionale e dell’Europa. L’identificazione, l’indagine e la prevenzione di reati gravi in ​​Europa e in Asia sono una parte importante del lavoro quotidiano svolto dall’Ufficio centrale nazionale (NCB) dell’INTERPOL a Mosca”.

Sottolinea inoltre l’importanza delle forze dell’ordine russe nel tracciare la criminalità internazionale come segue: “Le attività di cooperazione di polizia globale della BCN sono incentrate sulle aree di interesse prioritario della criminalità russa; questi includono il terrorismo, la criminalità organizzata – in particolare la droga e la criminalità finanziaria – e le indagini internazionali sui fuggitivi che ne derivano. Anche la criminalità informatica è un’area emergente di preoccupazione”. Dato il rapido deterioramento delle relazioni diplomatiche con l’Occidente, anche questo potrebbe alla fine essere minacciato come un’area vitale di stretto coordinamento.

Pfizer annuncia a piano per drogaggio forzato e monitoraggio di persone in tutto il mondo.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Centinaia di armi da fuoco consegnate durante il programma di riacquisto di “gas per armi” della polizia




La risposta del pubblico è stata così schiacciante da parte della polizia che ha esaurito l’assegnazione della carta del gas entro i primi 45 minuti, finendo l’evento con un’ora di anticipo.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il programma di marketing del campus da 2,4 milioni di dollari del CDC


La società di marketing con sede a DC, Youth Marketing Connections (YMC), crea “esperienze di marca per la prossima generazione”. “La giovinezza è tutto ciò che facciamo”, afferma il loro sito web. “Siamo ben collegati”, assicura ai potenziali clienti. “Siamo esperti Gen-Z + Millennial, che amplificano e promuovono i marchi più importanti ed entusiasmanti di oggi”.

Il sito Web di YMC, attraverso l’uso strategico dello spazio bianco e la tavolozza dei colori composta principalmente da grigi chiari e blu tenui, offre un assaggio di ciò che l’azienda ha da offrire. Immagini giovanili di adolescenti e giovani adulti – attraenti, amanti del divertimento e diversificati – decorano ogni pagina mentre vendono trucchi, bevande energetiche e fabbricano autenticità.

“Ci assicuriamo che i marchi attirino ed eccitino il pubblico giovanile”, afferma una pagina del loro sito.

I peer ambassador di YMC sono “ben connessi, fidati e profondamente coinvolti nelle loro comunità”, afferma un altro.

Under Armour, Sephora, MTV, Kate Spade, Bud Light e AX sono solo alcuni dei più importanti ed emozionanti Marche YMC afferma di essersi amplificato e spinto negli ultimi 20 e più anni con l’aiuto della sua legione di influencer di studenti e giovani adulti e relazioni con più di 1.000 college e università. Ha senso perché marchi come Maybelline, Corona e Rockstar acquisiscano i loro servizi. Non dovrebbe sorprendere vedere Spotify, Adidas e Hims elencati tra quelli con cui hanno fatto affari.

Tuttavia, un nome interessante trovato in quell’elenco è quello dell’ACHA, l’American College Health Association, un’organizzazione che si posiziona come “la voce per la salute e il benessere degli studenti”, ma ha a storia di prendere soldi dalle aziende farmaceutiche e dal CDC per progetti di collaborazione, che secondo i critici portano a potenziali conflitti di interesse.

La partnership tra YMC e ACHA nasce da una di queste collaborazioni.

All’inizio del 2021 l’ACHA ha ricevuto più di 2,4 milioni di dollari in sovvenzioni dal CDC per finanziare la sua comunità di pratica Covid-19 per l’istruzione superiore (HECCOP) e l’Iniziativa Vaccino Campus Covid-19 (CoVAC)rispettivamente destinati a promuovere la mitigazione del COVID attraverso il cambiamento comportamentale e la fiducia nei vaccini.

Secondo il sito web CoVAC, i due progetti avrebbero dovuto concludersi all’inizio dell’autunno del 2021, ma da allora sono stati fusa ed estesa fino a settembre 2022.

È stato attraverso CoVAC che l’ACHA ha ottenuto i servizi di YMC per sviluppare quello che divenne noto come VaxForward.

Secondo il sito web dell’YMC“YMC ha collaborato con l’ACHA, in collaborazione con i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), per lanciare la campagna VaxForward, che ha sfruttato contenuti riconoscibili e credibili e l’istruzione peer-to-peer per coinvolgere i corpi studenteschi con un basso livello di COVID- 19 fiducia nei vaccini”.

Un dettagliato guida al marchio for VaxForward fornisce un maggiore senso del tono e della strategia della campagna. La guida descrive VaxForward come “un promettente invito all’azione per studenti, docenti e personale a farsi vaccinare in modo che possano far parte delle comunità del campus e delle attività che amano”.

Fornisce suggerimenti altamente specifici per gestire la voce “giovane” e “conversazionale” della campagna, utilizzando correttamente “vax forward” come verbo e sostenendo il senso dello stile del marchio. All’interno, ci sono ulteriori consigli per inquadrare la vaccinazione COVID come un atto di spirito scolastico, la cosa giusta da fare per la propria comunità e un progressivo passo avanti verso un domani migliore.

Per garantire che VaxForward raggiungesse il suo pubblico di destinazione, l’ACHA ha continuato a fare affidamento su molte delle tattiche collaudate di YMC che avevano funzionato per “fare appello ed eccitare il pubblico giovanile” per conto di marchi importanti ed entusiasmanti in passato, in particolare l’uso dei social media, influencer e peer ambassador.

Le università che desideravano partecipare allo sforzo potevano candidarsi $ 2.200 o $ 3.000 mini-sovvenzioni, rispettivamente tramite HECCOP o CoVAC, e promuovono la mitigazione del COVID e la fiducia nei vaccini con l’aiuto delle guide ACHA su argomenti come marchio, utilizzando TikTok e sviluppo di programmi di ambasciatori tra pari. In alternativa, potrebbero anche richiedere l’assunzione di YMC e la gestione di ambasciatori CoVAC a pagamento per loro conto.

Dall’inizio di HECCOP e CoVAC, sono state assegnate 20 mini-sovvenzioni HECCOP50 sono stati assegnati tramite CoVAC Programma “Anno 1”.e 58 tramite CoVAC Programma “Anno 2”..

Per alcune informazioni su come sono state utilizzate queste mini-sovvenzioni, l’Università del Tennessee, Chattanooga, ha indicato di aver ricevuto mini-sovvenzioni di $ 3.000 attraverso i programmi “Anno 1” e “Anno 2” di CoVAC, riunendo un team di educatori tra pari COVID. Il loro sito web ospita le immagini del gruppo vestito con i costumi COVID all’open house di Halloween della biblioteca UTC e le pagine per il gruppo “Concorso per la promozione della fiducia nei vaccini” e a MitoBusters-disinformazione ispirata al vaccino serie di video.

Il “Vaccine Confidence Promotion Competition” ha prodotto diversi pezzi d’arte ispirati alla sicurezza del vaccino, come l’immagine di un cartone animato di un uccello con un cerotto sull’ala e un fumetto di una pagina che racconta la storia di una coppia lesbica interrazziale che non poteva goditi un appuntamento smascherato e non socialmente distanziato fino a quando non sono stati entrambi “Completamente vaxxati”.

La serie di video sulla disinformazione sui vaccini contiene diversi video di dimensioni ridotte di due major di biologia mascherati che discutono di argomenti come la sicurezza dei vaccini, l’immunità naturale e perché è importante vaccinarsi per COVID anche se i vaccini non prevengono l’infezione. In ogni video i presentatori rassicurano sul fatto che è normale avere dubbi sulle nuove tecnologie mediche e che la navigazione tra le informazioni rilevanti può essere difficile prima di affrontare l’argomento in questione, respingendo le preoccupazioni degli esitanti sui vaccini con appelli casuali alla FDA, al CDC o soprattutto dati di ricerca non specifici.

Altri beneficiari di sovvenzioni hanno adottato un approccio più semplice. Alexis Washington, vicedirettore della promozione della salute presso l’Università dell’Oklahoma centrale, che ha ricevuto una mini-sovvenzione CoVAC “Anno 1″, ha dichiarato in un’intervista telefonica che il suo ufficio sotto il suo predecessore ha assunto un unico ambasciatore dell’educazione sanitaria. “[The ambassador] usciva ogni mercoledì… sfatando miti, fornendo agli studenti fatti su COVID-19 e risorse – dove fare il test, dove ottenere il vaccino, cose del genere”, ha detto Washington.

Il numero esatto di ambasciatori CoVAC reclutati dall’YMC e dalle scuole in cui hanno lavorato non sembra essere esplicitamente divulgato dall’ACHA o dall’YMC. Quando è stato contattato in merito a questa questione, così come ad altri elementi relativi a VaxForward, Ben Varquez, amministratore delegato di YMC, ha dichiarato che la sua azienda non è autorizzata a divulgare queste informazioni.

Tuttavia, una ricerca su Internet per gli hashtag “#VaxForward” e “#ACHAPartner” rivela numerosi post su TikTok e Instagram di diversi ambasciatori dell’YMC che vendono la vaccinazione COVID come chiave per la partecipazione alla vita universitaria. Numerosi esempi sono stati raccolti anche sul Sito web CoVAC.

“Sono così grato per il mio vaccino contro il COVID-19 perché significa che posso godermi la mia stagione preferita (incluso il chai di zucca) senza dovermi preoccupare! #ACHAPartner #VaxForward”, ha scritto uno studente con i capelli rosa pastello e un panno, tinto in cravatta, mascherato.

Secondo la descrizione del lavoro per gli studenti candidati inviati alle università selezionate per ricevere un ambasciatore CoVAC, l’ACHA e l’YMC stavano cercando studenti “entusiasti” che fossero “altamente sociali e ben collegati all’interno delle organizzazioni e dei club del campus” per “Creare informazioni informative post sui social media relativi allo stile di vita” e “Sii un sostenitore costante dell’iniziativa CoVAC”.

“Sono così grato per il vaccino contro il COVID-19 che mi ha permesso di godermi al meglio questa estate. Fai [sic] separatevi e fatevi scopare oggi in modo che tutti possiamo #VaxForward”, si è rallegrata una giovane donna in bikini, assaporando un pomeriggio estivo con due dei suoi amici.

Oltre a pubblicare post sui social media, gli ambasciatori CoVAC di YMC hanno anche partecipato a eventi nel campus.

All’Università della Florida centrale, Mary Schmidt-Owens, Direttore Associato di Healthcare Compliance, ha scritto in un’e-mail che gli ambasciatori CoVAC di UCF “hanno ospitato un evento ‘caffè gratuito da Starbucks se vaccinati’… e hanno ospitato un ‘VaxFor Wall'” dove “[UCF] i membri della comunità sono stati invitati a scrivere su questo “muro” il motivo per cui si è vaccinato”.

All’Università dello Utah Jenna Templeton, il vicedirettore dell’educazione sanitaria presso il Center for Student Wellness ha dichiarato in un’intervista telefonica che, nella sua scuola, gli ambasciatori del YMC CoVAC hanno anche lavorato a eventi nel campus per “aumentare la visibilità del vaccino e combattere la disinformazione sul vaccino”.

Tuttavia, non è chiaro se qualcuno di questi sforzi finanziati dal governo federale abbia avuto successo. HECCOP e CoVAC I documenti “Lezioni apprese” generalmente descrivono i risultati dei programmi di mini-sovvenzioni in modo favorevole, sebbene le misure pertinenti fossero vaghe e auto-riportate dai beneficiari delle sovvenzioni. Il Sito web dell’YMC vanta oltre 678.000 impressioni organiche sui social media, oltre 1.200 partecipanti agli eventi del campus e al 70% degli ambasciatori tra pari è stato detto di aver influenzato le vaccinazioni, ma non è chiaro se ciò abbia portato a cambiamenti comportamentali o a una maggiore diffusione del vaccino.

Inoltre, alcuni ambasciatori alla pari hanno ammesso che i loro gruppi non sono stati sempre ben accolti.

Thowaiba Ali, un ambasciatore tra pari con il programma di educazione tra pari di UTC, ha dichiarato in un’intervista telefonica di marzo: “[Among students at UTC]l’atteggiamento generale e la cultura in questo momento [is] nessuno vuole parlarti di COVID… Non vogliono parlarti di chiedere loro di indossare una mascherina o chiedere loro di vaccinarsi”.

Madeline Ledbetter, coordinatrice dell’ambasciatore alla pari di UTC, in un’e-mail, ha descritto il suo gruppo come un “tentativo quasi fallito di istituire un programma dell’ambasciatore alla pari”, ma non ha risposto a una richiesta di follow-up da elaborare.

Washington dell’UCO ha affermato di non essere a conoscenza di alcuna valutazione del programma finanziato con mini-sovvenzioni della sua scuola o se le metriche sul suo successo sono state mantenute.

Quindi, è del tutto possibile che il CDC abbia speso 2,4 milioni di dollari nel tentativo fallito di convincere i ragazzi del college che i vaccini COVID sono fantastici, come avere la borsa giusta o usare il marchio di cosmetici giusto.

Tuttavia, indipendentemente dal successo di questi programmi, rimangono questioni pratiche ed etiche più ampie.

Perché il CDC credeva che valesse la pena spendere 2,4 milioni di dollari cercando di convincere gli studenti universitari a farsi vaccinare per una malattia che rappresenta una minaccia poco seria per la maggior parte giovane, sano individui? Inoltre, perché il CDC e l’ACHA hanno ritenuto opportuno vendere a farmaco potenzialmente rischioso ai giovani come se fosse un lifestyle brand?

E, data la quantità di isolamento e solitudine imposta ai giovani negli ultimi due anni, e il corollario crisi di salute mentale tra quella fascia demografica – perché dovrebbero sottoporli a una campagna di marketing in cui, sotto i sorrisi praticati e le facciate filtrate, un messaggio implicito di esclusione sociale viene venduto con più di un accenno di pressione dei pari?

“Credo sia vero che il tempo vola quando ci si diverte. Sono così grato di aver ricevuto il mio vaccino contro il Covid-19 la scorsa primavera, così posso avere semestri di persona…” ha scritto un giovane influencer.

“Anche se stiamo salutando il semestre, non dobbiamo dimenticare la nostra responsabilità di assicurarci che tutti facciano la loro parte per #vaxforward…” ha ricordato un altro mentre mangiavamo la pizza e facevo smorfie con gli amici.

Sono stati fatti più tentativi per raggiungere l’ACHA per un commento, ma non hanno risposto a queste richieste. Sebbene diverse pagine relative a CoVAC contengano il disclaimer“Il contenuto del programma è di esclusiva responsabilità dell’ACHA e non riflette necessariamente le opinioni ufficiali del CDC”, una pagina che descrive anche la storia del programma stati che il CDC ha esteso il programma oltre la data di fine iniziale, suggerendo la loro approvazione.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Attivisti dell’estrema sinistra radicale hanno in programma di “passare accanto” alle case dei giudici della Corte suprema


Un gruppo di estrema sinistra radicale sta organizzando una marcia vicino alle case dei giudici conservatori SCOTUS a seguito di una fuga di notizie che indica un probabile voto di ribaltamento Roe contro Wade.

Il gruppo Ruth Sent Us sta esortando la sinistra a “ribellarsi” contro i “sei giudici estremisti” partecipando a una “passeggiata” mercoledì prossimo.

“ANNUNCIO: Walk-by mercoledì 11 maggio 2022!” il gruppo dichiara sul loro sito web. “A casa dei sei giudici estremisti, tre in Virginia e tre nel Maryland. Se vuoi unirti o guidare una protesta pacifica, faccelo sapere”.

Una mappa interattiva di Google pubblicata dal gruppo pretende di mostrare gli indirizzi approssimativi dei sei giudici conservatori, incluso il giudice capo John Roberts, le cui presunte tendenze conservatrici sono state oggetto di esame.

Il gruppo dettaglia i suoi obiettivi sul suo sito web, affermando: “La nostra Corte Suprema estremista 6-3 emette regolarmente sentenze che danneggiano le donne, le minoranze razziali, LGBTQ + e i diritti degli immigrati. Dobbiamo alzarci per imporre la responsabilità usando una varietà di tattiche”.

@ruthsent #cucire con @babiesofsteele Walk-By mercoledì 11 maggio. Stipendi disponibili per mantelli rossi se sei a DC, MD, VA. Settimana d’azione dall’8 al 15 maggio! Con @prochoicewithheart @riseup4abortionrights #StrikeForChoice #RiseUp4Diritti di aborto #prosceltaconcuore #difensore #ruthsentus #aborto ♬ suono originale – Ruth ci ha mandato

Il gruppo promuove proteste in costumi da mantello rosso alla moda della serie immaginaria di Hulu “The Handmaid’s Tale” e afferma che stanno pianificando una “protesta pacifica”.

Anche il gruppo affermazioni i waypoint segnati sulla loro mappa non mostrano le posizioni esatte delle case dei giudici, tuttavia è stata sollevata la preoccupazione che un l’attivista radicale potrebbe ad un certo punto essere spinto alla violenza dall’imminente sentenza SCOTUS.

“Odiamo dirlo, ma qualche fanatico dell’aborto potrebbe decidere di commettere un atto di violenza per fermare una sentenza 5-4”, il giornale di Wall Street redazione ha scritto Martedì, aggiungendo: “È un pensiero terribile, ma viviamo in tempi fanatici”.

Nonostante le promesse di una protesta pacifica, la marcia è chiaramente intesa come una tattica intimidatoria intesa a fare pressione sui giudici affinché si ritirino dalle loro decisioni.

È interessante notare che l’omonimo del gruppo, il defunto giudice Ruth Bader Ginsburg, era critico nei confronti uova sostenendo che “ha interrotto un processo politico che si stava muovendo in una direzione di riforma e quindi … una divisione prolungata e rinviato una soluzione stabile della questione”, come evidenziato nell’opinione recentemente trapelata del giudice Samuel Alito.

L’Ufficio di informazione al pubblico della Corte suprema non ha immediatamente restituito la richiesta di commento di Infowars al momento della scrittura.


Antifa attacca i volontari repubblicani in Oregon



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Cosa c’è dietro il programma Denial of Biowarfare Weapons di Washington in Ucraina?


L’11 marzo, il Consiglio di sicurezza dell’ONU si è riunito su richiesta della Russia per discutere le “attività biologiche degli Stati Uniti sul territorio dell’Ucraina”. In precedenza, il ministero della Difesa russo ha scoperto 30 biolaboratori in Ucraina e ha rilasciato documenti che indicano la collaborazione tra Kiev e il Pentagono sullo studio di agenti patogeni altamente pericolosi.

“Lo dice il Dipartimento di Stato americano la missione pubblica dei biolab in Ucraina riguarda la protezione delle armi biologiche sovietiche dell’era della Guerra Fredda”, afferma l’ex analista del Pentagono e tenente colonnello dell’aeronautica americana in pensione Karen Kwiatkowski. “Le aziende che operano e hanno costruito questi laboratori hanno gareggiato molto più recentemente per contratti assegnati dalla Defense Threat Reduction Agency (DTRA) degli Stati Uniti, quindi lo smaltimento delle armi della Guerra Fredda o dell’era sovietica suona vuoto.

In effetti, il successo della rivoluzione colorata statunitense del 2014 in Ucraina ha aperto le porte a nuovi contratti DTRA e queste strutture sembrano essere relativamente moderne. Ciò su cui stanno lavorando non è strettamente difensivo e il sottosegretario di Stato Victoria Nuland lo ha dichiarato pubblicamente alcuni giorni fa davanti al Congresso degli Stati Uniti”.

Lo scambio di Nuland con il senatore Marco Rubio durante le udienze di martedì al Senato ha innescato un acceso dibattito, dato che Washington aveva precedentemente negato con forza la presenza di qualsiasi biolab americano in Ucraina.

Alla domanda se l’Ucraina possiede “armi chimiche o biologiche”, Nuland ha ammesso che “l’Ucraina ha strutture di ricerca biologica”. Inoltre, come in seguito sarà il giornalista indipendente statunitense Glenn Greenwald osservatoha immediatamente “distrutto… ogni speranza di descrivere tali ‘strutture’ come benigne o banali” aggiungendo: “Ora siamo in effetti piuttosto preoccupati che le truppe russe, le forze russe, possano cercare di ottenere il controllo [those labs]quindi stiamo lavorando con gli ucraini su come impedire che uno qualsiasi di quei materiali di ricerca cada nelle mani delle forze russe se si avvicinano”.

Lo stesso giorno, il National Pulse, un media conservatore britannico-americano, recuperato un cancellato articolo intitolato “Biolab Opens in Ukraine”, risalente al 18 giugno 2010. L’articolo diceva che gli Stati Uniti avevano costruito un laboratorio di biosicurezza di livello 3 nella città ucraina di Odessa per studiare agenti patogeni pericolosi, tra cui antrace, tularemia e febbre Q“usato dai bioterroristi”.

UN 2011 rapporto dal Comitato dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti per l’anticipazione delle sfide della biosicurezza dell’espansione globale dei laboratori biologici ad alto contenimento, citato anche dal National Pulse, rivela inoltre che il laboratorio di Odessa è stato ricostruito attraverso “un accordo di cooperazione” tra il Pentagono e il Ministero della Salute dell’Ucraina iniziata nel 2005 – in seguito alla Rivoluzione arancione del 2004 in Ucraina, sostenuta dagli Stati Uniti – e ha servito come “Laboratorio centrale di riferimento provvisorio con un depozitarium (raccolta di agenti patogeni)”. Un separato documentocitato dal media, ha nominato gli agenti patogeni sui quali la struttura avrebbe condotto ricerche, tra cui: i virus Marburg, Ebola, Lassa, Junin, Machupo e Simian B, il virus della febbre emorragica Crimea-Congo, nonché altri virus patogeni gruppo II.

All’inizio di questa settimana, Fox News presenta Tucker Carlson ha alzato bandiera rossa sulla mancanza di trasparenza sulla ricerca di agenti patogeni pericolosi da parte dei biolab ucraini e sul ruolo del governo degli Stati Uniti in essa. L’ospite ha citato Robert Pope, il capo del Programma cooperativo di riduzione delle minacce al Pentagono, che ha affermato in un’intervista del 25 febbraio che alcuni biolab ucraini potrebbero contenere ceppi patogeni rimasti dal programma di armi biologiche sovietiche conservati nei congelatori per scopi di ricerca. Secondo Carlson, questo suona bizzarro, dato che i media mainstream statunitensi affermano che dal 2005 il Pentagono è stato impegnato con “eliminare[ing] armi biologiche lasciate dai sovietici” in Ucraina.

“La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha poi denunciato le notizie come ‘false’ e ‘assurde’ e le ha descritte come ‘il tipo di operazione di disinformazione che abbiamo visto ripetutamente dai russi nel corso degli anni’, come se gli Stati Uniti non si fossero mai impegnati in operazioni di disinformazione di per sé”, afferma il giornalista, autore e scrittore indipendente Daniel Lazare. “Inutile dire che tale retorica non ha fatto nulla per ridurre i sospetti, ma li ha sollevati ancora di più”.

screenshot: Ministero della Difesa russo

Armi da guerra biologica

Nel frattempo, il 10 marzo il ministero della Difesa russo ha rilasciato documenti relativi alle sospette attività biologiche militari degli Stati Uniti sul territorio dell’Ucraina. L’Agenzia statunitense per la riduzione delle minacce alla difesa ha svolto un ruolo di primo piano nel finanziamento e nello sviluppo di componenti per armi biologiche, secondo il Ministero della Difesa russo.

In particolare, il Progetto UP-4, condotto con la partecipazione dei laboratori di Kiev, Kharkov e Odessa, ha studiato la possibilità di diffusione di pericolose infezioni attraverso uccelli migratori; Secondo quanto riferito, il progetto R-781 ha studiato i pipistrelli come portatori di agenti patogeni virali, tra cui peste, leptospirosi, brucellosi, coronavirus e filovirus che possono essere trasmessi agli esseri umani, rendendoli così “potenziali agenti di armi biologiche”, secondo il Ministero della Difesa. Tra gli obiettivi perseguiti nei biolab ucraini c’era la creazione di bioagenti in grado di prendere di mira determinati gruppi etnici, ha affermato il ministero della Difesa.

Il 6 marzo, il Ministero della Difesa russo ha rilasciato i documenti del Ministero della Salute ucraino contenenti istruzioni a tutti i laboratori biologici per eliminare urgentemente gli stock immagazzinati di agenti patogeni pericolosi durante l’operazione speciale della Russia.

A giudicare dai rapporti in arrivo, sembra che gli Stati Uniti abbiano condotto programmi di guerra biologica in Ucraina in violazione della Convenzione sulle armi biologiche (BWC) e del Biological Weapons Anti-Terrorism Act del 1989 (BWATA), secondo Francis Boyle, professore di diritto internazionale presso l’Università dell’Illinois College of Law, che ha redatto BWATA e combatte contro la diffusione delle armi biologiche dal 1983.

“Questi laboratori di guerra biologica in Ucraina sono laboratori offensivi di armi di guerra biologica che sono stati istituiti dal Pentagono per ricercare, sviluppare e testare armi biologiche”, afferma Boyle. “Sì è vero. Questo è ciò che sta succedendo… Viola la BWC e tutti i cittadini americani che sono stati coinvolti in uno di questi laboratori di guerra biologica in Ucraina hanno violato il mio Biological Weapons Anti-Terrorism Act del 1989 che prevede l’ergastolo. E se dai un’occhiata a questi laboratori di guerra biologica, hanno circondato la Russia in diversi paesi con questi laboratori offensivi di armi di guerra biologica. Non hanno nulla a che fare con la ricerca scientifica. Questo è gestito dal Pentagono. Il Pentagono è interessato alla guerra e all’uccisione di persone, è così semplice”.

Tutti i centri di armi biologiche in Ucraina devono essere messi in sicurezza e decontaminati da esperti professionisti russi di armi biologiche e quindi resi permanentemente inutilizzabili in modo che non possano mai più essere utilizzati per nessun motivo, secondo il professore.

Boyle ha osservato che i neoconservatori americani, un influente gruppo politico con cui Victoria Nuland è legata, avevano a lungo flirtato con l’idea di armi da guerra biologica che potrebbero prendere di mira genotipi specifici ed essere utilizzate come “strumento politicamente utile”. Secondo Boyle, il Project for the New American Century (PNAC), un importante think tank neocon statunitense, ne ha apertamente discusso nel loro manifesto “Rebuilding America’s Defenses” (2000), citato dall’accademico nel suo libro “Guerra biologica e terrorismo” (2005).

“Non c’è alcuna giustificazione morale o di sicurezza nazionale per questo tipo di progetto”, afferma l’ex analista della CIA Larry Johnson, mentre commenta il sospetto programma di guerra biologica statunitense in Ucraina. “Questo ora spiega, almeno a me, perché gli Stati Uniti hanno insistito così tanto nel provocare questa guerra con la Russia. Coprire un programma di armi biologiche è quasi impossibile. Il mio Paese si sta rivelando un fuorilegge internazionale”.


Esposti i laboratori biologici in Ucraina!

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA ha un programma di sorveglianza segreto chiamato “Deep Dive” che raccoglie informazioni personali sugli americani da ANNI senza l’approvazione del Congresso, affermano i senatori democratici


La CIA ha raccolto per anni le informazioni personali degli americani in un programma di sorveglianza segreta che non ha l’approvazione del Congresso, secondo una lettera appena declassificata rilasciata da una coppia di senatori democratici, ha affermato giovedì sera.

I sensi Ron Wyden dell’Oregon e Martin Heinrich del New Mexico stanno etichettando la collezione come “ricerche backdoor senza garanzie”. Hanno inviato una lettera ai massimi funzionari dell’intelligence chiedendo maggiori dettagli sul programma da declassificare e hanno chiesto un’azione immediata.

Il programma è “del tutto al di fuori del quadro statutario che il Congresso e il pubblico ritengono governino questa raccolta, e senza alcuna supervisione giudiziaria, congressuale o addirittura esecutiva che proviene da [Foreign Intelligence Surveillance Act] collezione”, hanno scritto i senatori.

La CIA ha anche rilasciato parti dei programmi ancora classificati “Deep Dive I e Deep Dive II”, che si ritiene siano enormi archivi di dati, ma in materiale pesantemente redatto.

I senatori hanno invocato il chiaro intento del Congresso, espresso nel corso di molti anni e attraverso molteplici atti legislativi, di limitare e, in alcuni casi, vietare la raccolta senza mandato dei documenti degli americani, così come l’intenso interesse del pubblico per un sostegno a questi atti legislativi sforzi. Eppure, per tutto questo periodo, la CIA ha condotto segretamente il proprio programma di massa” – con il prossimo pezzo di testo nella loro lettera oscurato.

Alex Jones abbatte le agonie della tirannia medica globale mentre gli autoritari chiedono la violenza per porre fine alle proteste pacifiche e mettere a tacere l’opposizione al NWO.

I membri della Commissione Intelligence del Senato hanno inviato la lettera chiedendo informazioni sul programma il 13 aprile 2021, ma non è stata declassificata fino a giovedì e gran parte di essa è stata redatta.

Il Privacy and Civil Liberties Oversight Board aveva fornito al Senato Intelligence Committee un rapporto sul programma nel marzo 2021.

Secondo la lettera di Wyden e Heinrich, il programma di raccolta di massa della CIA opera al di fuori delle leggi approvate e riformate dal Congresso, ma sotto l’autorità dell’Executive Order 12333, il documento che regola ampiamente l’attività della comunità di intelligence ed è stato firmato per la prima volta dal presidente Ronald Reagan nel 1981.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il giudice federale blocca il mandato di vaccino di Biden per il programma di educazione dei bambini


Un giudice federale della Louisiana ha bloccato il mandato di vaccinazione di Joe Biden per gli insegnanti nei programmi di educazione precoce Head Start.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Terry Doughty governato Sabato in cui l’amministrazione Biden ha incostituzionale aggirato il Congresso ordinando ai lavoratori nei programmi Head Start di fare l’iniezione entro il 31 gennaio e per gli studenti di età pari o superiore a 2 anni di essere mascherati all’interno e all’esterno.

“Se al ramo esecutivo viene consentito di usurpare il potere del ramo legislativo di emanare leggi, allora questo paese non è più una democrazia, è una monarchia”, ha scritto Doughty.

“Questa pandemia di due anni ha stancato l’intero Paese. Tuttavia, questa non è una scusa per rinunciare alla separazione dei poteri”, ha continuato Doughty, un incaricato dell’allora presidente Donald Trump. “Se cadono i muri della separazione, il sistema di pesi e contrappesi creato dai fondatori di questo Paese sarà distrutto”.

“Nelle parole di Thomas Paine, ‘Il governo, anche nel suo stato migliore, non è che un male necessario; nel suo stato peggiore, intollerabile». Senso comune (1776). Questo problema sarà certamente deciso da un tribunale superiore a questo. Questo problema è importante. La separazione dei poteri non è mai stata così sottile”, ha concluso.

La sentenza si applica a una causa di 24 stati: Louisiana, Alabama, Alaska, Arizona, Arkansas, Florida, Georgia, Indiana, Iowa, Kansas, Kentucky, Mississippi, Missouri, Montana, Nebraska, North Dakota, Ohio, Oklahoma, South Carolina, Dakota del Sud, Tennessee, Utah, Virginia Occidentale e Wyoming.

Il procuratore generale dell’Alabama Steve Marshall ha elogiato la sentenza in un comunicato stampa, definendo lo sforzo di Biden di mascherare i bambini “assurdo e dannoso”.

“Questa vittoria contribuirà a garantire che numerosi programmi Head Start continueranno a funzionare piuttosto che dover licenziare gli insegnanti e ridurre i servizi ai bambini”, Marshall ha scritto. “E questa vittoria preverrà la pratica insensata e dannosa di forzare le maschere ai bambini di due anni”.

Separatamente, un giudice del Texas ha emesso un simile dominante venerdì per il programma Head Start nello Stato di Lone Star, definendo il mandato di Biden “arbitrario e capriccioso”.

La sentenza arriva dopo una serie di grandi sconfitte legali per Biden nella sua crociata per imporre vaccini a tutti gli americani, che sarà presto ripresa dalla Corte Suprema.

Leggi la sentenza del giudice:


Cinguettio: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

menti: @WhiteIsTheFury

Ottieni: @WhiteIsTheFury

PROVA IRREPARABILE: i vaccini COVID-19 stanno uccidendo le persone!



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”


Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha candidamente rivelato che “non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”.

Sì davvero.

“Finché ci sono persone ammissibili che non sono state vaccinate, abbiamo del lavoro da fare”, ha detto Ardern.

“Sai, non credo che sarò mai soddisfatto finché c’è qualcuno che è idoneo e non è stato (vaccinato)”, ha aggiunto.

“Non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”, ha rivelato il Primo Ministro, mentre invitava le persone che sono state colpite sei mesi fa a tornare per un’altra iniezione.

Ardern ha consegnato il messaggio adottando il suo familiare manierismo sorridente passivo-aggressivo, come visto molte volte prima quando ha rivelato casualmente il passo successivo nell’autoritarismo COVID.

Le persone che non riescono a vaccinarsi continuamente affronteranno la stessa sorte di coloro che hanno continuato a resistere ai colpi obbligatori, rimarranno senza lavoro, affronteranno l’ostracismo sociale e Dio solo sa cos’altro in futuro.

Goditi i tuoi scatti di richiamo della vita e divertiti a non poter viaggiare, visitare un ristorante o eventualmente entrare in un negozio se ne perdi solo uno.

Ricorda, se non prendi il vaccino Pfizer a vita, non sarai mai “completamente vaccinato”.

Davvero non finisce mai.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi gente del posto.

———————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”


I vaccini contro il Covid continueranno ad affliggere i neozelandesi a tempo indeterminato, ha indicato martedì il primo ministro Jacinda Ardern.

In una clip che circola sui social media, Ardern ha detto ai suoi compagni kiwi che non c’è una fine prevedibile allo sforzo di colpire tutti.

“Finché ci sono persone idonee che non sono state vaccinate, abbiamo del lavoro da fare”, ha detto Ardern in un’intervista.

“Non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”, dice, sottolineando la necessità di una quantità indeterminata di colpi di richiamo.

Anche coloro che sono stati doppiati saranno presi di mira dal governo per i follow-up di booster, ha detto Ardern.

“Una volta che abbiamo… ovviamente stiamo lanciando dei booster ora, quindi abbiamo un’altra ondata di persone di cui abbiamo bisogno per assicurarci di proteggere di nuovo”.

“Quindi quelli che sono stati vaccinati sei mesi fa abbiamo davvero bisogno che tornino o dobbiamo andare da loro”.

L’annuncio è solo l’ultima battuta d’arresto per l’isola-nazione, che negli ultimi anni ha visto i suoi leader tirannici imporre mandati draconiani.

La Nuova Zelanda ha imposto rigide restrizioni Covid all’inizio di questo mese che impediscono ai cittadini non vaccinati di accedere a cibo, assistenza sanitaria, benzina e farmacie e l’ingresso in tutte le altre aree pubbliche della società.


Il primo ministro neozelandese ammette che “non ci sarà un punto finale per questo programma di vaccinazione”



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’arcivescovo Viganò scrive una lettera sbalorditiva sul programma vaccinale


L’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha scritto una splendida lettera ai vescovi americani in cui fa diverse affermazioni sorprendenti sui vaccini COVID-19 e sul ruolo della Chiesa nella promozione dei vaccini.

Viganò afferma che i vaccini normalmente passano attraverso anni di test rigorosi e che la mancanza di un tale processo nel caso dei colpi COVID-19 rappresenta che le autorità di sanità pubblica conducono “sperimentazioni sull’intera popolazione mondiale”.

L’Arcivescovo ha fatto riferimento a trattamenti farmacologici che si sono dimostrati efficaci nel combattere il COVID senza i rischi dei vaccini, osservando che tali farmaci sono stati screditati dagli organismi sanitari globali e dai media.

“Va ribadito che esistono trattamenti efficaci che curano i pazienti e consentono loro di sviluppare difese immunitarie naturali permanenti, cosa che i vaccini non fanno”, ha scritto. “Inoltre, questi trattamenti non causano gravi effetti collaterali, poiché i farmaci utilizzati sono autorizzati da decenni”.

“Le norme internazionali specificano che un farmaco sperimentale non può essere autorizzato alla distribuzione se non in assenza di un efficace trattamento alternativo: per questo le agenzie farmaceutiche negli USA e in Europa hanno impedito l’uso di idrossiclorochina, ivermectina, plasma iper-immune e altre terapie con comprovata efficacia”, ha aggiunto.

Viganò prosegue affermando che i vaccini che si dimostrano inefficaci nell’impedire alle persone di contrarre e trasmettere il virus significa che non possono nemmeno essere chiamati vaccini.

“Si definisce infatti “vaccino” un preparato medicinale volto a indurre la produzione di anticorpi protettivi da parte dell’organismo, conferendo resistenza specifica contro una specifica malattia infettiva (virale, batterica, protozoaria). Questa definizione è stata recentemente modificata dall’OMS, perché altrimenti non avrebbe potuto includere i farmaci anti-Covid, che non inducono la produzione di anticorpi protettivi e non conferiscono una resistenza specifica contro la malattia infettiva SarsCoV-2”.

L’Arcivescovo ha continuato affermando che era un “dovere” morale rifiutare l’inoculazione dato ciò che ora sappiamo sul programma di vaccinazione.

“Nel mondo il numero di morti e gravi patologie a seguito della vaccinazione sta aumentando in maniera esponenziale: in soli nove mesi questi vaccini hanno causato più morti di tutti i vaccini degli ultimi trent’anni. Non solo: in molte nazioni – come Israele ad esempio – il numero dei decessi dopo la vaccinazione è ormai maggiore del numero dei decessi per Covid”.

Viganò è andato a affermare che sarebbe “immorale e inaccettabile” per i cattolici prendere il vaccino date le rivelazioni dei dirigenti della Pfizer che le vaccinazioni contengono materiale proveniente da feti abortiti.

L’Arcivescovo ha espresso la sua furia nei confronti di altri membri del clero e dello stesso Papa Francesco per aver facilitato un “crimine contro l’umanità” e “un’azione satanica contro Dio”.

Viganò non si è tirato indietro nel delineare l’agenda più ampia del gioco.

“Mi rendo conto che può essere estremamente impopolare prendere posizione contro i cosiddetti vaccini, ma come Pastori del gregge del Signore abbiamo il dovere di denunciare l’orribile delitto che si sta compiendo, il cui obiettivo è creare miliardi di malati cronici e per sterminare milioni e milioni di persone, sulla base dell’ideologia infernale del “Grande Reset” formulata dal Presidente del World Economic Forum Klaus Schwab e sostenuta da istituzioni e organizzazioni di tutto il mondo”.

Viganò precedentemente ha scritto all’allora presidente Donald Trump affermando che la pandemia di COVID-19 fa parte di un complotto per imporre una “dittatura sanitaria” e che Trump è “l’ultimo presidio” nel fermare questa agenda.

L’anno scorso, abbiamo anche evidenziato come il cardinale Raymond Burke ha avvertito che la pandemia di COVID-19 viene sfruttata dai sostenitori di “The Great Reset” per “portare avanti il ​​loro programma malvagio”.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il “Programma di rieducazione razziale” di AT&T afferma “I bianchi, il problema siete voi”


I dettagli del “programma di rieducazione razziale” di AT&T Corporation sono trapelati in cui la società afferma che “il razzismo americano è un tratto unicamente bianco” e annuncia “i bianchi, il problema siete voi”.

I documenti sono stati ottenuti dall’investigatore e capo della teoria della razza critica Christopher Rufo.

“Il CEO John Stankey ha lanciato il programma l’anno scorso e, successivamente, ha detto ai dipendenti che le società private come AT&T hanno “l’obbligo di impegnarsi su questo problema dell’ingiustizia razziale” e di spingere per “riforme sistemiche nei dipartimenti di polizia di tutto il paese”, scrive Rufo.

Com’era prevedibile, il programma di rieducazione è stato lanciato in risposta all’uccisione da parte della polizia del criminale in carriera, tossicodipendente e resistente all’arresto George Floyd.

“Secondo un dipendente senior, che ha accettato di parlare a condizione di anonimato, i manager di AT&T sono ora valutati annualmente su questioni di diversità, con la partecipazione obbligatoria a programmi come gruppi di discussione, club del libro, programmi di tutoraggio ed esercizi di rieducazione razziale”.

I dipendenti bianchi sono obbligati a confessare il loro “razzismo sistemico” e il godimento del “privilegio bianco” o devono affrontare sanzioni (sono così “privilegiati”, possono godere di una delle più grandi società americane che li discrimina apertamente per il colore della pelle).

Ai membri dello staff bianco viene anche chiesto di firmare un impegno di lealtà che indica la loro sottomissione al lavaggio del cervello, mentre giurano anche di “sfidare gli altri” se sentono “un linguaggio odioso”.

“Se non lo fai”, dice l’impiegato anziano, “sei [considered] un razzista».

Sulla prima pagina del portale interno Listen Understand Act di AT&T, l’azienda incoraggia i dipendenti a studiare una risorsa chiamata “White America, se vuoi sapere chi è responsabile del razzismo, guardati allo specchio”. L’articolo afferma che gli Stati Uniti sono una “società razzista” e espone chiaramente la sua tesi: “I bianchi, il problema siete voi. Indipendentemente da quanto dici di detestare il razzismo, sei l’unica ragione per cui è fiorito per secoli”. L’autore, Dahleen Glanton, scrive che “il razzismo americano è un tratto esclusivamente bianco” e che “i neri non possono essere razzisti”. Le donne bianche, afferma, “hanno raccontato bugie sugli uomini di colore da quando sono state portate in America per la prima volta in catene” e, insieme alle loro controparti maschili bianche, “godano delle opportunità e dei privilegi che la supremazia bianca offre [them].”

I dipendenti sono anche costretti a partecipare a una “Sfida per l’equità razziale di 21 giorni” durante la quale devono compiere ancora più sensi di colpa bianchi contro se stessi e allo stesso tempo “promuovere cause di sinistra alla moda, tra cui “riparazioni”, “definanziare la polizia”, e “attivismo trans”, con ulteriori istruzioni per “seguire, citare, ripubblicare e retwittare” organizzazioni tra cui il Transgender Training Institute e il National Center for Transgender Equality.

Questo è un altro esempio di come il razzismo istituzionalizzato sopravviva, solo il suo obiettivo esclusivo ora sono i bianchi.

Non solo è accettabile, ma è apertamente incoraggiato, nei media, nel governo, nel mondo accademico e all’interno del mondo aziendale, discriminare i bianchi, in particolare gli uomini bianchi, a causa del colore della loro pelle.

Come noi evidenziato ieri, un segno che questo potrebbe iniziare a cambiare è il fatto che un dirigente che è stato licenziato per essere un maschio bianco e sostituito da due donne, una delle quali era nera, ha ricevuto un compenso di discriminazione di 10 milioni di dollari.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il programma di analisi dei dati del Dipartimento della Difesa basato sull’intelligenza artificiale SCONGELA la narrativa ufficiale sui vaccini, mostra l’accelerazione dell’ADE in completa vaccinazione ogni settimana


Un programma del Dipartimento della Difesa basato sull’intelligenza artificiale denominato “Progetto Salus”, gestito in collaborazione con JAIC (Centro comune di intelligenza artificiale), ha analizzato i dati su 5,6 milioni di beneficiari Medicare di età pari o superiore a 65 anni. I dati sono stati aggregati da Humetrix, una piattaforma di dati e analisi in tempo reale che tiene traccia dei risultati dell’assistenza sanitaria. Analisi giuridica di Thomas Renz of Renz-Law.com è incluso in un’intervista video di rottura, di seguito.

Il risultati allarmanti mostrano che la stragrande maggioranza dei ricoveri per covid si verificano tra individui completamente vaccinati e che i risultati tra i completamente vaccinati peggiorano ogni settimana che passa. Questo sembra adattarsi al modello del cosiddetto miglioramento dipendente dall’anticorpo, in cui l’intervento terapeutico (vaccini mRNA) sta peggiorando gli esiti di salute e portando a un numero eccessivo di ospedalizzazioni e decessi.

Questi dati, presentati qui, infrangono la narrativa ufficiale di Biden / Fauci che afferma falsamente che l’America sta vivendo “una pandemia di non vaccinati”. I dati mostrano che la pandemia in realtà sembra essere accelerato dai vaccini covid-19, mentre gli individui non vaccinati stanno avendo risultati di gran lunga migliori rispetto ai vaccinati.

Inoltre, secondo questi dati (mostrati di seguito), l’unica migliore strategia per evitare infezioni e ricoveri post-vaccino è immunità naturale derivato da una precedente infezione da covid.

L’analisi completa è intitolata “Efficacia dei vaccini mRNA COVID-19 contro la variante Delta tra i beneficiari 5.6M Medicare di età pari o superiore a 65 anni” ed è datata 28 settembre 2021. La presentazione di questi dati consiste in 17 diapositive, che sono disponibili sul sito Humetric in formato diapositiva, pubblicato anche sui server di Natural News in questa versione PDF che è più conveniente per la visualizzazione e la stampa.

Dal documento JAIC Project Salus:

In questa popolazione vaccinata all’80% di età superiore ai 65 anni, si stima che il 60% dei ricoveri per COVID-19 si sia verificato in individui completamente vaccinati nella settimana terminata il 7 agosto.

Entro il 21 agosto, il 71% dei “casi” di covid-19 si verificava tra individui completamente vaccinati:

In questa popolazione di oltre 65 anni vaccinata all’80%, si stima che il 71% dei casi di COVID-19 si sia verificato in individui completamente vaccinati.

Questi dati rivelano che quando la variante Delta si avvicinava a un tasso di infezione del 97%, i “casi” e i ricoveri tra gli individui completamente vaccinati mostravano aumenti sorprendenti ogni settimana che passava.

Principali risultati dell’analisi DoD / JAIC / Progetto Salus / Humetrix

In tutte le diapositive, “VE” si riferisce all’efficacia del vaccino. “Breakthrough” indica un vaccino fallito, in cui a una persona completamente vaccinata viene diagnosticato il covid. Molte di queste persone richiedono il ricovero in ospedale e i trattamenti in terapia intensiva (vedere le diapositive sottostanti).

Alcuni dei risultati chiave dell’analisi del Progetto Salus includono:

  • Si conferma che l’efficacia dei vaccini mRNA diminuisce nel tempo.
  • Con ogni settimana che passa, quelli vaccinati con vaccini mRNA mostrano un è aumentato rischio di fallimento del vaccino / infezioni da covid che richiedono il ricovero in ospedale. Dall’analisi: “Odds ratio in aumento a 2,5 a 6 mesi dalla vaccinazione”.
  • L’immunità naturale funziona: una precedente infezione da covid riduce notevolmente le probabilità che una persona vaccinata necessiti di un ricovero in ospedale a causa di un’infezione successiva.

Il fallimento del vaccino peggiora drammaticamente entro 5-6 mesi dopo essere stato vaccinato

Una diapositiva dell’analisi rivela che le cosiddette infezioni “rivoluzionarie” – i fallimenti del vaccino – aumentano con il tempo, mostrando un quasi raddoppiamento delle infezioni rivoluzionarie tra quelle vaccinate 5-6 mesi fa rispetto a quelle vaccinate solo 3-4 mesi fa.

Questi dati terminano il 21 agosto 2021 ma la tendenza non sembra essere appiattita. Poiché ogni settimana vengono aggiunti più dati a questa analisi, sembra quasi certo che i tassi di infezioni rivoluzionarie continueranno ad aumentare nel tempo negli individui vaccinati. Non sappiamo ancora cosa accadrà nei 9 mesi successivi alla vaccinazione, ma questi dati mostrano motivo di grave preoccupazione.

Il grafico seguente rivela che entrambi i vaccini Pfizer e Moderna mostrano lo stesso modello di peggioramento dei tassi di infezione “sfondamento” nel tempo. Notare la tendenza al rialzo di tutte le barre in questo grafico, il che significa che entrambi i vaccini mRNA stanno producendo lo stesso aumento delle infezioni tra i completamente vaccinati:

Una volta che la variante Delta ha preso piede, il 71% dei casi di “svolta” COVID-19 si è verificato tra i completamente vaccinati

Come mostra il grafico seguente, il 71% dei “casi” di COVID-19 sono stati casi rivoluzionari (fallimenti vaccinali) una volta che la variante Delta ha raggiunto il 90% di diffusione tra gli infetti.

Comprendere che gli autori di questo documento affermano che coloro che vengono iniettati non sono considerati “vaccinati” fino a due settimane dopo aver ricevuto le iniezioni, il che significa che infezioni, ricoveri e decessi verificatisi da 0 a 14 giorni vengono ignorati in questo set di dati.

In realtà, ciò significa che la percentuale di persone “completamente vaccinate” responsabili di infezioni, ricoveri e decessi è sostanzialmente più alto rispetto a quanto mostrato in questi dati. Se affermano un tasso del 71%, in realtà potrebbe essere più simile all’80% o addirittura al 90%, ma non lo sappiamo con certezza perché nascondono tutti i risultati negativi sulla salute per le prime due settimane dopo la somministrazione dei vaccini ( affermando che quelle persone sono “non vaccinate”, che è un deliberato inganno utilizzato per cercare di nascondere gli effetti dannosi dei vaccini).

I gruppi etnici più colpiti: nativi americani, ispanici e neri

Infine, un’orribile diapositiva nel set di dati rivela che uno dei più alti fattori di rischio per essere ricoverati in ospedale dopo essere stati vaccinati è semplicemente essere di origine nativa americana. Secondo i dati in questa diapositiva, i nativi americani affrontano circa il 50% in più di probabilità di essere ricoverati in ospedale dopo essere stati vaccinati, rispetto ad altri gruppi etnici come i bianchi.

Gli ispanici affrontano un rischio leggermente inferiore che sembra essere circa il 40% più alto di probabilità. I neri affrontano quote superiori di circa il 25%.

Perché questo è il caso? Le proprietà di guadagno di funzione che sono state progettate nell’arma biologica SARS-CoV-2 – tramite Fauci, Daszak e NIH – prendono di mira i recettori ACE2 che esistono a densità più elevate nei sistemi di organi mirati di molti gruppi minoritari come i nativi americani, gli ispanici e Neri. Ciò ha portato molti osservatori a concludere che la proteina spike covid – che viene generata nei corpi di coloro che assumono vaccini mRNA – è un’arma biologica specifica per razza progettata per ottenere lo spopolamento di gruppi di minoranza. Louis Farrakhan, leader della Nation of Islam, si è impegnato in molti sforzi per portare questo all’attenzione dei suoi seguaci, per esempio. Questi dati forniti dal documento DoD / JAIC / Project Salus mostrato qui sembrano supportare la plausibilità di tali teorie.

Altri fattori che aumentano notevolmente le probabilità di una persona di essere ricoverata in ospedale dopo aver ricevuto le vaccinazioni includono insufficienza renale (ESRD), obesità patologica, malattia epatica cronica o chemioterapia.

L’immunità naturale offre una protezione documentata contro futuri ricoveri ospedalieri

Infine, i dati presentati in questo documento mostrano che l’immunità naturale – elencata come “precedente covid-19” sostanzialmente diminuisce il rischio di ospedalizzazione dopo aver ricevuto i vaccini covid-19. (Vedi la diapositiva sopra.)

Ciò significa che il modo migliore per garantire l’esito più sicuro di un vaccino contro il covid è avere un’infezione da covid prima di farsi vaccinare. Questo riduce drasticamente il rischio di esiti negativi sulla salute.

Poi di nuovo, se qualcuno ha già avuto il covid, perché avrebbe bisogno di un vaccino in primo luogo? Semmai, questi dati mostrano che chiunque scelga di ricevere i vaccini covid-19 sta facendo il sbagliato scelta se desiderano evitare infezioni, ricoveri o decessi.

L’immunità naturale, ancora una volta, si rivela come lo stato più efficace che riduce gli esiti negativi.

Conclusione

In conclusione, questi dati del DoD / JAIC frantumano assolutamente la falsa narrativa di Biden, Fauci, Walensky e altre “autorità” che stanno ancora tentando di convincere il popolo americano a pensare che gli ospedali siano pieni di persone non vaccinate. In realtà, la stragrande maggioranza dei ricoveri e dei decessi avviene tra coloro che sono stati completamente vaccinati, secondo i 5,6 milioni di persone studiate in questo particolare set di dati (Medicare).

È importante sottolineare che gli esiti di salute post-vaccino stanno peggiorando nel tempo, il che significa che i vaccini sembrano danneggiare gradualmente il sistema immunitario nei mesi successivi, rendendo gli individui vaccinati molto più vulnerabili alle successive infezioni.

Questa è la definizione stessa di ADE (Antibody Dependent Enhancement), su cui molti analisti come la dottoressa Sherri Tenpenny hanno messo in guardia. Ora, sembra che l’ADE non sia più solo una teoria, ma piuttosto un fenomeno confermato riflesso nei dati ufficiali di Medicare.

L’avvocato Thomas Renz ha detto oggi a Natural News che questi dati dovrebbero comportare immediatamente non solo la revoca da parte della FDA del vaccino mRNA EUA e lo stato di approvazione, ma che la FDA, Fauci e i massimi dirigenti di Big Pharma dovrebbero essere citato in giudizio ai sensi della legge RICO violazioni per racket e criminalità organizzata.

L’intervista completa a Thomas Renz è disponibile qui:


La dottoressa Carrie Madej si unisce a Stew per rivelare le sue scoperte dopo esaminando le fiale Moderna e J&J. Quello che ha trovato ti farà accapponare la pelle!

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link