Archivi tag: principali

Certificato primario del Nevada nonostante i principali problemi di validità elettorale sollevati dagli osservatori dei sondaggi




Errori meccanici, errori di scrutinio, mancanza di trasparenza richiesta dalla legge e gravi problemi di catena di custodia tra i problemi sollevati dagli osservatori del sondaggio.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I principali sindacati esortano l’amministratore di Biden a non allentare le tariffe sulle merci cinesi


Secondo quanto riferito, i principali sindacati statunitensi hanno fatto pressioni affinché l’amministrazione Biden non allentasse le tariffe sulle merci cinesi, una mossa che Washington vede come qualcosa che dovrebbe aiutare a contenere l’aumento vertiginoso dell’inflazione in America.

In una lettera ufficiale all’Ufficio del Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti che è stata vista lunedì dal notiziario Axios, i leader dei sindacati hanno chiesto l’estensione di tutte le tariffe della Sezione 301 riguardanti la Cina.

“Il nostro governo deve agire nell’interesse nazionale per rafforzare la nostra economia per il futuro”, si legge nella lettera, firmata da Thomas Conway, presidente del Comitato consultivo del lavoro per i negoziati commerciali e la politica commerciale.

Il documento arriva dopo che il segretario al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo ha dichiarato alla CNN domenica che l’amministrazione Biden sta valutando l’idea di allentare le tariffe su alcuni prodotti cinesi nel tentativo di contenere l’inflazione negli Stati Uniti, dove ha raggiunto il massimo da 40 anni a marzo e dovrebbe aumentare nei prossimi mesi.

“Lo stiamo guardando. In effetti, il presidente ci ha chiesto nella sua squadra di analizzarlo. E quindi siamo in procinto di farlo per lui e dovrà prendere questa decisione”, ha detto quando le è stato chiesto se le tariffe sui prodotti cinesi sarebbero state allentate.

Secondo il segretario, l’amministrazione Biden ha deciso di mantenere alcune delle tariffe per acciaio e alluminio per proteggere i lavoratori e l’industria americani come una “questione di sicurezza nazionale”. Tuttavia, ha aggiunto, ci sono prodotti, come articoli per la casa, biciclette e così via, dove l’abbassamento delle tasse sembra ragionevole.

Le osservazioni hanno seguito i rivenditori che hanno esortato Biden ad aumentare le tariffe in mezzo a un significativo aumento dei prezzi per fermare l’inflazione da record negli Stati Uniti, dove ha raggiunto il massimo da 40 anni a marzo e dovrebbe aumentare nei prossimi mesi.

“I consumatori e le imprese continuano a sentire il dolore dell’aumento dei prezzi su tutta la linea, dai beni e servizi di uso quotidiano all’affitto, generi alimentari e gas”, ha scritto il presidente della National Retail Federation Matthew Shay in una lettera a Biden a maggio.

La segretaria del Tesoro Janet Yellen, da parte sua, ha recentemente ammesso di aver sbagliato nelle sue valutazioni sull’andamento dell’inflazione nel marzo 2021, quando aveva previsto che il picco dell’inflazione negli Stati Uniti fosse “transitorio” e spinto dalla ripresa economica dopo la pandemia di COVID-19 e blocchi.

Sempre a maggio, il presidente Biden ha lanciato il nuovo piano in tre parti di Washington per affrontare i livelli di inflazione nel suo editoriale per il Wall Street Journal (WSJ), descrivendo la questione come la sua “massima priorità economica”.

Il progetto, che esortava principalmente la Federal Reserve e il Congresso ad affrontare la questione, è stato criticato come poco brillante dai membri del partito di Biden. Il democratico alla Camera Ro Khanna, da parte sua, ha sottolineato di sostenere “gli sforzi del presidente” per contrastare l’inflazione, ma che l’amministrazione Biden ha bisogno di “una visione più audace e un’azione più rapida”.

Il satanismo ha spiegato, chiaro e semplice . . .

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden “Malvamente sott’acqua su tutti i problemi principali”



Un sondaggio di ABC News ha concluso che Joe Biden è “un serio ostacolo per i candidati democratici a livello nazionale”, poiché i suoi numeri di approvazione su tutte le questioni principali sono “malvamente sott’acqua”.

Il sondaggio ha scoperto che sui prezzi del gas l’approvazione di Biden è solo del 27% e sull’inflazione ha solo il 28% di approvazione.

Questo è significativo dato che l’80% degli intervistati ha anche affermato che l’inflazione è un “fattore estremamente o molto importante” nel modo in cui voteranno, con un ulteriore 74% che afferma che i prezzi del gas sono un fattore principale.

Complessivamente sull’economia, Biden ha ottenuto il 37% e, dato che c’è ancora un’intera estate prima del midterm, si prevede che questa cifra crollerà ulteriormente.

I risultati sono sostanzialmente in linea con un sondaggio della CNN che ha rilevato che il 66% disapprova la gestione dell’economia da parte di Biden:

L’inflazione è salita ai massimi degli ultimi 40 anni, mentre i salari reali sono DIMINUITI:

Eppure, stranamente, Biden afferma che i risparmi sono in aumento:

E afferma che “più americani si sentono finanziariamente a proprio agio” da quando è entrato in carica:

Di che cazzo sta parlando? Sta solo mentendo apertamente.

Non importa, al mare!

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I principali giornali seppelliscono deliberatamente sospetti di razza di omicidio, a meno che non siano bianchi


Dopo aver condotto uno studio approfondito, il Washington Free Beacon ha confermato che i principali giornali seppelliscono deliberatamente la razza dei sospettati di omicidio, a meno che non siano bianchi, nel qual caso la loro razza è ampiamente segnalata.

I risultati del indagine ha scoperto che i media legacy cercano di minimizzare la razza del sospetto se è nero, una tendenza che è peggiorata dalle rivolte di Black Lives Matter del 2020.

Il Free Beacon ha raccolto dati su quasi 1.100 articoli sugli omicidi da sei importanti giornali, tutti scritti tra il 2019 e il 2021. Questi giornali includevano il Chicago Tribune, il Los Angeles Times, il New York Times, il Philadelphia Inquirer, il San Francisco Chronicle e lo Star-Tribune di Minneapolis. –i rappresentanti di ciascun giornale non hanno inviato richieste di commento per questo articolo. Per ogni articolo, abbiamo raccolto il nome e la razza dell’autore del reato e della vittima e abbiamo annotato dove nell’articolo era menzionata la razza dell’autore del reato, se non del tutto.

I dati suggeriscono una tendenza editoriale allarmante in cui i principali giornali omettono regolarmente informazioni dai notiziari, presentando ai lettori un’immagine distorta di chi commette e non commette un crimine. Queste scelte editoriali sono parte integrante della “resa dei conti razziale” che ha travolto le redazioni sulla scia dell’omicidio di (George) Floyd, che ha visto i giornalisti rivedere drasticamente la copertura del crimine per sottolineare l’idea che il sistema di giustizia penale è razzista alla radice, forse a a spese dell’onestà sui crimini dei singoli delinquenti.

Lo studio ha rilevato che la metà dei rapporti sugli omicidi commessi da delinquenti bianchi menziona la razza entro il primo 15% dell’articolo, mentre “la metà degli articoli che menzionano la razza di un delinquente nero non lo fa fino ad almeno il 60% del e oltre il 20 percento lo salva fino all’ultimo quinto dell’articolo.

L’indagine ha anche rilevato che la razza di un delinquente bianco è menzionata in 1 articolo su 4, mentre la razza di un delinquente nero è menzionata solo in 1 articolo su 17.

Dopo le rivolte di George Floyd, i giornali avevano una probabilità sette volte maggiore di menzionare la razza di un delinquente bianco rispetto alla razza di un delinquente nero. Prima di maggio 2020, era probabile che menzionassero la razza di un criminale bianco solo due volte più spesso.

“Uno studio simile che ha analizzato la copertura dei media dal 2013 al 2015 ha rilevato che i media nazionali hanno raccolto solo il 9% delle storie in cui un agente di polizia nero ha sparato a un sospetto nero, ma ha coperto il 38% delle storie in cui un agente di polizia bianco ha sparato a un sospetto nero”, scrive Chris Menahan.

“Il loro pregiudizio è molto peggio ora.”

Come evidenziamo nel video qui sotto, importanti organi di stampa si sono rifiutati di denunciare la corsa dell’attaccante della metropolitana di Brooklyn anche mentre era ancora in fuga.

I rapporti descrittivi emessi per allertare il pubblico includevano solo ciò che indossava il sospettato (indumenti che quasi sicuramente si era tolto poco dopo l’attacco) e non contenevano alcuna conferma della razza del sospettato.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il mondo sta affrontando la carenza di cibo, non solo problemi di prezzo, avverte i principali funzionari delle Nazioni Unite


La disponibilità di cibo è diventata un problema insieme all’aumento dei prezzi, ha affermato martedì David Beasley, direttore esecutivo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite.

“Non stiamo solo esaminando problemi di prezzo, ma anche possibili problemi di disponibilità di cibo”, ha detto Beasley a una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Parlando della situazione umanitaria in Ucraina, Beasley ha esortato a non ignorare le crisi umanitarie in altre parti del mondo.

“Stiamo iniziando a tagliare le razioni per milioni di bambini e le loro famiglie in tutto il mondo”, ha affermato, aggiungendo che la crisi in Ucraina è “la catastrofe sopra la catastrofe”.

Beasley ha stimato che gli operatori umanitari raggiungeranno 2,5 milioni di persone che hanno un disperato bisogno di cibo in Ucraina nelle prossime due settimane ed entro la fine di giugno questo numero sarà di 6 milioni.

“Non possiamo trascurare l’Africa, il Medio Oriente, altrimenti ci saranno migrazioni da tutte le parti dell’Europa”, ha affermato.

Lunedì, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni ha affermato che quasi quattro milioni di persone, inclusi 200.000 cittadini di paesi terzi, hanno lasciato l’Ucraina durante l’operazione militare russa nel paese.

della NATO ossessione per la guerra biologica esposto

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Elon Musk difende il marchio Russell, afferma che il pensiero di gruppo tra i principali media è “più preoccupante”


La scorsa settimana, dopo il quotidiano online britannico L’indipendente ha pubblicato un feroce editoriale sul comico Russell Brand, Elon Musk si è rivolto a Twitter per difendere il cabarettista e offrire i suoi pensieri sui media mainstream.

Lo scambio è iniziato quando The Independent ha dato un colpo a Brand, che sta guadagnando popolarità online, in particolare per aver evitato il pensiero di gruppo mentre discuteva di attualità e politica.

Rispondendo a un tweet che affermava che Brand si era trasformato in un teorico della cospirazione, Musk ha risposto: “Con così tante società di media mainstream che affermano [Brand] è pazzesco/pericoloso, ho visto alcuni dei suoi video. Ironia della sorte, sembrava più equilibrato e perspicace di quelli che lo condannavano!

Dopo aver difeso Brand, Musk ha poi rivolto la sua ira ai media mainstream: “Il pensiero di gruppo tra le principali società di media è più preoccupante. Dovrebbe esserci più dissenso”, ha scritto il CEO di Tesla.

Il pezzo dell’Independent era intitolato “Come ha fatto Russell Brand a passare da una celebrità stand-up a spacciare teorie cospirative su YouTube?” e si è concentrato sulla rinascita online di Brand, che ha affrontato argomenti come Covid e la guerra russo-ucraina osando pensare con la propria testa e ora portando la narrativa dei media mainstream.

“Il marchio si è reinventato come una personalità di YouTube schietto, accumulando oltre 5 milioni di follower”, si legge nell’articolo. “Forse vuole davvero risvegliare i suoi seguaci alle brutte realtà del mondo. Forse gli piace solo l’attenzione. O forse uno spettatore scettico potrebbe guardare uno dei suoi video e chiedersi perché pubblicizza il suo tour in piedi a pochi secondi dall’inizio di ogni clip”.

della NATO ossessione per la guerra biologica esposto

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il CEO di una delle principali società di investimento dei consumatori avverte il ritorno della stagflazione in stile anni ’70


L’invasione dell’Ucraina e gli eventi che ne sono seguiti, soprattutto nei mercati delle materie prime, hanno innescato una revisione al ribasso delle aspettative di crescita in mezzo a uno shock inflazionistico. Sembra che la narrativa della reflazione si sia rapidamente spostata sulla stagflazione poiché uno dei marchi di beni di consumo più riconoscibili ha avvertito che i giorni bui dell’inflazione in stile anni ’70 potrebbero essere imminenti.

Dopo la stampa dell’IPC molto più calda del previsto la scorsa settimana, salendo a livelli a febbraio non si vedeva dal gennaio 1982, insieme ai prezzi alla produzione di martedì che hanno colpito il mese scorso doppia cifra per la prima volta dall’inizio dei dati Bloomberg, JAB Holding Company, un conglomerato tedesco che include investimenti in società operanti nei settori dei beni di consumo, silvicoltura, caffè, moda di lusso, salute animale e fast food, tra gli altri, pubblicato mercoledì una lettera per gli investitori avverte della continua inflazione.

JAB potrebbe sapere una o due cose sulla pressione inflazionistica meglio di chiunque altro perché è una società di investimento incentrata sul consumatore con un portafoglio di società che include Coty Inc., Panera Brands (Caribou Coffee Company, Panera Bread, Einstein Bros. Bagels) , Keurig Green Mountain e Krispy Kreme, Inc., tra gli altri marchi.

“Crediamo che ora stiamo vedendo a spostamento tettonico verso un contesto macroeconomico e di investimento completamente diverso che la maggior parte dei leader e degli investitori di oggi non ha visto o sperimentato nella propria vita professionale. Vediamo il aumento dell’inflazione che, a nostro avviso, è non transitorio come una grave minaccia per l’economia e i rendimenti delle azioni globali”, ha detto agli investitori Olivier Goudet, amministratore delegato di JAB.

Egli ha detto, “Abbiamo assistito a questo fenomeno all’inizio della nostra catena di approvvigionamento e all’interno delle nostre aziende con l’aumento dei costi di input e degli stipendi alla riapertura dopo la pandemia. Inoltre, la grave carenza di energia e manodopera guiderà le tendenze inflazionistiche a lungo termine, accentuato dal serio turbolenze geopolitiche come la guerra e le minacce”.

“Il mondo in cui il il costo del capitale è zero sta rapidamente svanendoe noi crediamo che il il prossimo decennio si rivelerà sostanzialmente più impegnativo dal punto di vista del rendimento, ma anche dal punto di vista del rischio di credito e di liquidità. Gli investimenti azionari di successo saranno in società resilienti in grado di sostenere i propri finanziamenti con una crescita di qualità”, ha continuato Goudet.

E avverte: “Ci aspettiamo l’itrend di nflazione per continuare, raggiungendo livelli mai visti dagli anni ’70, alimentato dall’aumento strutturale dei prezzi dell’energia e delle materie prime, nonché dall’aumento del costo del lavoro. Riteniamo che la nostra strategia di investimento per la crescita resiliente sia adatta per periodi come questi, che purtroppo tendono a essere dimenticati durante i lunghi mercati rialzisti”.

Gli asset in gestione di Jab ammontano a 34 miliardi di dollari e potrebbero essere pronti per una sovraperformance anche in tempi di turbolenza, poiché il portafoglio incentrato sui consumatori è stato progettato con un approccio “per tutte le stagioni”.

Confermando L’avvertimento di Goudet è Alex Fidanza di Goldman, che di recente ha detto ai clienti, “Le condizioni finanziarie globali si sono notevolmente rafforzate, spostando la narrativa della crescita dalla reflazione alla stagflazione.”

* * *

Ecco la lettera di investimento completa di Jab Holding:

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il cessate il fuoco dell’evacuazione si interrompe mentre i combattimenti riprendono nelle principali città portuali sotto l’assedio russo



ThIl secondo ciclo di colloqui Ucraina-Russia, svoltosi giovedì, ha raggiunto un accordo chiave per consentire l’evacuazione dei civili nelle aree dell’Ucraina teatro di intensi combattimenti istituendo “corridoi umanitari”.

Con un terzo round di colloqui concordato che avrà luogo all’inizio della prossima settimana, il potenziale cessate il fuoco locale ha acceso la speranza che ciò possa portare a un cessate il fuoco più ampio nel paese.

Questi corridoi sono stati eretti in almeno due grandi città che sono state bombardate dalla Russia: Mariupol a sud-est sul Mar d’Azov e la città orientale di Volnovakha. I cessate il fuoco locali sono stati visti come una svolta significativa che potrebbe portare a una più ampia pausa nei combattimenti, ma che sembra essere già interrotta, dopo i civili in una città di circa 400.000 erano solo date cinque ore per uscire da Mariupol sabato.

Secondo quanto riferito, da allora i bombardamenti da parte delle forze russe sono ripresi, con il breve cessate il fuoco ora effettivamente terminato. L’ufficio del presidente Zelensky ha rilasciato una dichiarazione in cui incolpa la Russia per aver infranto l’accordo: “La parte russa non sta rispettando il cessate il fuoco e ha continuato a sparare contro Mariupol stessa e nell’area circostante”, ha affermato.

Secondo quanto riferito, anche il cessate il fuoco per aver consentito l’uscita di civili a Volnovakha è crollato. “Sono in corso colloqui con la Federazione Russa per stabilire un cessate il fuoco e garantire un corridoio umanitario sicuro”, ha indicato la dichiarazione dell’ufficio di Zelesnky.

Inoltre, il vice primo ministro Iryna Vereshchuk ha dichiarato: “Ci appelliamo alla parte russa affinché smetta di sparare”, secondo l’AP. Secondo i rapporti internazionali, Mariupol era stato oggetto di continui bombardamenti prima della pausa umanitaria per circa 30 ore.

Dicono i funzionari ucraini un aereo russo è stato abbattuto nella periferia della città ucraina settentrionale di Chernihiv…

Probabilmente la Russia ritiene che il cessate il fuoco di 5 ore sia stato un tempo sufficiente per consentire l’evacuazione dei civili. Mariupol è stata descritta come sotto assedio completo e senza acqua né elettricità. Dato che è una città di circa 400.000 abitanti, è più che probabile che molte migliaia di civili rimangano lì mentre riprendono i bombardamenti.

Le autorità cittadine hanno affermato di ritenere che almeno 200 civili siano stati uccisi dall’inizio dell’attacco a Mariupol.

Nel frattempo la Germania ha emesso nuovi numeri dopo che le Nazioni Unite avevano precedentemente riferito che oltre 1 milione di ucraini sono fuggiti dalla guerra. “Più di 27.000 rifugiati sono arrivati ​​in Germania dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio, secondo il ministero dell’Interno tedesco,” CNN rapporti. “La polizia federale tedesca ha registrato 27.491 rifugiati dall’Ucraina in Germania fino ad oggi, un portavoce del ministero degli interni ha confermato sabato alla CNN”.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I principali pubblici ministeri hanno interrotto bruscamente le indagini su Trump


I due pubblici ministeri che guidano le indagini del procuratore distrettuale di Manhattan sull’ex presidente Trump e i suoi affari si sono dimessi bruscamente mercoledì, dopo aver misteriosamente smesso di presentare prove a un gran giurì un mese fa, secondo il New York Timescitando persone a conoscenza della questione e suggerendo che il futuro dell’inchiesta ad alto rischio è stato gettato in “seri dubbi”.

I pubblici ministeri, Carey R. Dunne e Mark F. Pomerantz, si sono dimessi dopo che il nuovo procuratore distrettuale di Manhattan, Alvin Bragg, espresso dubbi sull’andare avanti con il caso.

Senza l’impegno del signor Bragg ad andare avanti, i pubblici ministeri alla fine del mese scorso hanno rinviato un piano per interrogare almeno un testimone davanti al gran giurì, disse una delle persone. Non hanno interrogato nessun testimone davanti al gran giurì per più di un mese, sospendendo sostanzialmente la loro indagine se il signor Trump ha gonfiato il valore dei suoi beni per ottenere condizioni di prestito favorevoli dalle banche.

Le ragioni precise del ritiro del signor Bragg sono sconosciute e da quando è entrato in carica ha rilasciato poche dichiarazioni pubbliche sullo stato dell’inchiesta. In una dichiarazione in risposta alle dimissioni dei pubblici ministeri, un portavoce del signor Bragg ha affermato di essere “grato per il loro servizio” e che l’indagine era in corso. -NYT

Ora, con il tempo che sta per scadere per questo gran giurì, il cui mandato scadrà ad aprile, e senza Dunne, un veterano dell’ufficio del procuratore distrettuale che è stato strettamente coinvolto nell’inchiesta, “l’indagine lunga anni potrebbe esaurirsi”.

Le partenze improvvise segnano un drammatico cambiamento rispetto a gennaioquando il Volte ha notato “attività significative relative alle indagini” presso il tribunale di Lower Manhattan – con almeno due testimoni, il contabile di lunga data di Trump e un esperto immobiliare – rimasti all’interno per ore.

E poi il caso è semplicemente svanito.

Detto questo, la pausa nell’attività del gran giurì nel caso Manhattan coincide con l’intensificarsi delle indagini del procuratore generale di New York Letitia Jamesche sta esaminando alcuni degli stessi comportamenti dell’ex presidente.

La scorsa settimana, James ha ricevuto l’approvazione da un tribunale per interrogare Trump e due dei suoi figli adulti sotto giuramento e ha depositato documenti che accusano l’Organizzazione Trump di travisare il valore delle sue proprietà. Secondo un deposito, la società si è impegnata in pratiche “fraudolenti o fuorvianti”. Mentre James non ha l’autorità per accusare Trump, lei ha la possibilità di citarlo in giudizio.

Trump ha negato di aver gonfiato i valori delle proprietà o di aver frodato i finanziatori, accusando sia Bragg che James di essere “razzisti” politicamente motivati.

Mentre la presentazione del gran giurì del signor Bragg si è interrotta, un’altra seria indagine penale sull’ex presidente ha preso piede. Nelle ultime settimane, un procuratore distrettuale di Atlanta ha chiesto a un giudice di convocare un gran giurì per un’indagine sui tentativi di Trump di ribaltare i risultati delle elezioni del 2020 in Georgia.

Un’altra indagine penale, nella contea di Westchester a New York, sta esaminando i rapporti finanziari del signor Trump in uno dei campi da golf della sua azienda.

L’indagine di Manhattan, che è andata avanti a singhiozzo per anni, è stata la più sviluppata delle tre inchieste penali sul signor Trump. Il risultato è stato l’accusa la scorsa estate di The Trump Organization e del suo chief financial officer di lunga data, Allen H. Weisselberg, con accuse fiscali separate. -NYT

Dopo che i pubblici ministeri di Manhattan hanno annunciato le incriminazioni la scorsa estate, i pubblici ministeri si sono concentrati sul patrimonio netto di Trump, suggerendo che gonfiasse regolarmente il valore dei suoi beni per frodare i creditori.

La società di contabilità di Trump, Mazars USA, ha licenziato la Trump Organization e ha annunciato che non sarebbe più rimasta indietro di un decennio di bilanci di Trump. Detto ciò, Mazars afferma di non aver riscontrato “nel complesso” discrepanze sostanziali tra le informazioni fornite dalla Trump Organization e il valore effettivo dei beni di Trump.

Detto questo, anche con le azioni di Mazars, un procedimento penale è altamente improbabile secondo il Volte. Nel frattempo, i pubblici ministeri non sono stati in grado di convincere il CFO di Trump, Alan Weisselberg, a collaborare alle indagini.


Il New York Times ammette che Trump è stato spiato con esilaranti scuse per i crimini

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La star del tennis Djokovic giura di boicottare i principali tornei se chiedono che venga svasato


L’asso mondiale del tennis Novak Djokovic si tiene duro e si rifiuta di prendere i vaccini contro il COVID, giurando di boicottare sia il torneo di Wimbledon a Londra che gli Open di Francia a Parigi se gli organizzatori affermano che deve essere licenziato per prendere parte.

Dopo la sua incarcerazione e l’eventuale deportazione dall’Australia il mese scorso, Djokovic ha parlato per la prima volta, affermando che “il mio corpo è più importante di qualsiasi titolo o qualsiasi altra cosa”.

In un’intervista al BBCil pluricampione del Grande Slam ha detto “Questo è il prezzo che sono disposto a pagare”, quando gli è stato chiesto se avrebbe perso ulteriori eventi se dovessero imporre vaccinazioni per i partecipanti.

“Sto cercando di essere in sintonia con il mio corpo il più possibile”, ha continuato Djokovic, aggiungendo “per me, come atleta professionista d’élite ho sempre esaminato e valutato attentamente tutto ciò che arriva, dagli integratori, al il cibo, l’acqua che bevo o le bevande sportive, tutto ciò che entra nel mio corpo come carburante”.

“Sulla base di tutte le informazioni che ho ricevuto, ho deciso di non prendere il vaccino”, ha ulteriormente dichiarato.

Quando gli è stato chiesto se fosse un anti-vaxxer, Djokovic ha risposto “Dico che tutti hanno il diritto di scegliere o agire come ritengono opportuno per loro”, chiarendo “Non sono mai stato contrario alla vaccinazione”.

“Capisco e sostengo pienamente la libertà di scegliere se vaccinarsi o meno. Non ne ho parlato prima e non ho rivelato la mia cartella clinica e il mio stato di vaccinazione perché avevo il diritto di mantenerlo privato e discreto”, ha spiegato la star.

Djokovic ha detto che è disposto a rinunciare a diventare statisticamente il più grande giocatore della storia se ciò significa che mantiene la sua libertà di scegliere di non essere vaccinato.

Parlando della debacle in Australia, Djokovic ha aggiunto: “Ero davvero triste e deluso dal modo in cui tutto è finito per me in Australia”, osservando anche “Il motivo per cui sono stato espulso dall’Australia è stato perché il ministro dell’Immigrazione ha usato la sua discrezione per annullare il mio visto in base alla sua percezione che avrei potuto creare qualche sentimento anti-vax in campagna o in città, con cui sono completamente in disaccordo.

Orologio:

Come noi segnalato a suo tempoDjokovic ha vinto il suo appello contro la cancellazione del visto, ma le autorità hanno chiaramente pianificato di dargli un esempio sulle sue convinzioni sulla vaccinazione come avvertimento per gli altri.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I prezzi del petrolio estendono i massimi pluriennali mentre la crisi energetica attanaglia le principali economie


I prezzi globali del greggio hanno visto un’altra impennata lunedì, estendendo i massimi di sette anni poiché la crisi energetica che colpisce le principali economie non mostra segni di cedimento nel contesto della ripresa post-pandemia.

Il benchmark internazionale Brent è cresciuto dell’1,4% a 83,79 dollari al barile entro le 8:24 GMT dopo aver guadagnato circa il 4% la scorsa settimana. Il benchmark del greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) è cresciuto dell’1,76% a 81,11 dollari al barile, il prezzo più alto dalla fine del 2014.

I prezzi del greggio sono aumentati vertiginosamente a causa di una forte ripresa dell’attività economica in tutte le nazioni che sono riuscite ad aumentare le vaccinazioni contro il Covid per revocare i blocchi. Nel frattempo, le forniture dai principali produttori sono state limitate, spingendo i prezzi ancora più in alto.

Allo stesso tempo, la ripresa economica mondiale ha provocato un enorme aumento dei prezzi del carbone e del gas.

La carenza di carbone ha causato blackout elettrici in diversi stati dell’India. Secondo quanto riferito, ai minatori di carbone cinesi è stato ordinato di aumentare la produzione mentre i prezzi dell’energia continuano a salire.

Poiché l’aumento dei prezzi del carbone rende il petrolio più attraente come combustibile per la produzione di energia, l’aumento della domanda sta spingendo i prezzi del greggio più in alto.

“Non c’è un flusso di notizie diretto, le mosse sono guidate dallo slancio dove fattori intermarket che implicano una maggiore inflazione attesa stanno supportando la mossa rialzista dei prezzi del petrolio”, ha detto a Reuters Kelvin Wong, analista di materie prime presso CMC Markets a Singapore.

non vaccinato Gli australiani ora sono prigionieri nel proprio paese.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Russia minaccia il divieto totale su YouTube dopo la cancellazione dei principali canali



Dopo che YouTube ha cancellato due enormi canali di notizie in lingua tedesca gestiti dall’emittente RT, la Russia ha minacciato di imporre un divieto totale sulla piattaforma.

La controversia è iniziata ieri quando il sito web di video di proprietà di Google ha rimosso il canale RT DE e un secondo canale chiamato DFP, che aveva accumulato un totale combinato di centinaia di milioni di visualizzazioni.

In effetti, RT DE è stato tra i primi cinque canali in lingua tedesca nella categoria Notizie e politica di YouTube, con 600.000 abbonati.

I canali sono stati cancellati dopo che la piattaforma principale ha ricevuto avvertimenti per “disinformazione medica” COVID-19 che è apparsa in quattro video, con uno dei video con un’intervista all’epidemiologo tedesco Friedrich Puerner.

Nonostante il fatto che gli avvertimenti sarebbero dovuti scadere martedì, invece di ripristinare i diritti di live streaming sul canale, è stato eliminato completamente.

“Abbiamo esaminato i tuoi contenuti e riscontrato violazioni gravi o ripetute delle nostre Linee guida della community. Per questo motivo, abbiamo rimosso il tuo canale da Youtube”, ha detto la piattaforma a RT.

Il ministero degli Esteri russo ha prontamente risposto definendo la mossa “un atto di aggressione informativa senza precedenti” e una “evidente manifestazione di censura e soppressione della libertà di espressione”, suggerendo che le autorità tedesche erano complici della decisione di rimuovere i canali.

Tuttavia, questo era più di un severo rimprovero, con la Russia che minacciava apertamente di bandire completamente YouTube dal paese.

Il regolatore dei media del paese afferma che “per tali azioni, una risorsa Internet può essere designata come violazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali”.

“Nel caso in cui il proprietario della piattaforma non rispetti l’avviso, la legislazione ci consente di adottare misure incluso il blocco totale o parziale dell’accesso alla stessa”, ha affermato Roskomnadzor.

Le autorità russe minacciano anche di adottare misure reciproche contro i media tedeschi con sede in Russia, che accusano di aver “ripetutamente dimostrato di aver interferito negli affari interni del nostro Paese”.

Il caporedattore di RT, Margarita Simonyan, afferma che la rimozione dei canali equivale a “una dichiarazione di guerra mediatica contro la Russia da parte della Germania”.

Se la Russia dovesse effettivamente bloccare YouTube, questo sarebbe forse il primo esempio in cui un atto di censura incontra una risposta che provoca in realtà enormi danni a un gigante della Silicon Valley.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link