Archivi tag: più

Malato! I lavoratori dell’asilo terrorizzano i più piccoli con la maschera demoniaca di Halloween

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il video di un asilo nido del Mississippi del Nord sta diventando virale mentre gli americani si sono infuriati con uno dei lavoratori nel filmato che indossa una maschera spaventosa di Halloween e bambini piccoli intenzionalmente terrificanti.

Una lavoratrice del Lil’ Blessings Childcare and Learning Center di Hamilton, Mississippi, ha filmato mentre il suo collega tormentava i bambini urlanti.

I bambini estremamente piccoli erano visibilmente inorriditi quando un’impiegata che indossava una maschera simile a quella del film “Scream” strillava forte a pochi centimetri dai loro volti.

La donna pazza andava di stanza in stanza spaventando a morte i bambini in più di una classe.

Un altro impiegato dell’infanzia ha incoraggiato la donna mascherata a spaventare i bambini che erano cattivi, dicendole di non spaventare alcuni bambini che “sono stati bravi”.

L’insegnante mascherato ha minacciato un bambino “cattivo”, chiedendo con voce stridula: “Vuoi che ti porti fuori?” prima che lei gli urlasse in faccia e gridasse: “Farai meglio a fare il bravo!”

L’insegnante che incitava l’impiegato che faceva lo spavento ha detto ai bambini in un’altra stanza: “È meglio che siate tutti pronti”, mentre ascoltavano le grida provenienti da altre stanze e aspettavano di essere traumatizzati.

“Dovrebbero ripulire, mostro”, ha detto l’insegnante all’assistente diurno mascherato.

Il titolare dell’asilo nido informato WTVA che quattro dipendenti sono stati licenziati a causa dell’incidente.

Lo sceriffo della contea di Monroe Kevin Crook sta indagando sull’atto inquietante, ma ha affermato che non sono state presentate accuse penali.

Il dipendente che originariamente ha condiviso il video ha pubblicato un post su Facebook giovedì per affrontare l’accaduto.

Ha spiegato che i suoi colleghi avevano già spaventato i bambini con una maschera di Halloween una volta prima e che non era in grado di filmarlo.

Dal momento che pensava che il proprietario dell’asilo non avrebbe punito a sufficienza i dipendenti se li avesse informati, la donna ha scelto di girare un video e pubblicarlo online.

Concludendo il suo post, l’informatore ha scritto: “Se non fosse stato per me e un altro collega, probabilmente sarebbe successo anche domani”.

Infowars ha contattato l’impiegata dell’asilo che ha rilasciato il filmato per un commento e per scoprire se fosse una delle quattro persone licenziate per l’incidente, ma non abbiamo ancora ricevuto una risposta.





Source link

Gli astronomi trovano una coppia “cataclismica” di stelle con l’orbita più corta mai vista

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Quasi la metà delle stelle nella nostra galassia sono solitarie come il sole.

L’altra metà comprende stelle che circondano altre stelle, in coppia e in multipli, con orbite così strette che alcuni sistemi stellari potrebbero adattarsi tra la Terra e la luna.

Gli astronomi del MIT e altrove hanno scoperto una binaria stellare, o una coppia di stelle, con un’orbita estremamente corta, che sembrano girare in cerchio ogni 51 minuti. Il sistema sembra appartenere a una rara classe di binari noti come “variabile cataclismica”, in cui una stella simile al nostro sole orbita strettamente attorno a una nana bianca, un nucleo caldo e denso di una stella bruciata.

Una variabile cataclismica si verifica quando le due stelle si avvicinano, nel corso di miliardi di anni, facendo sì che la nana bianca inizi ad accumularsi o mangiando materiale lontano dalla sua stella partner. Questo processo può emettere lampi di luce enormi e variabili che, secoli fa, gli astronomi presumevano fossero il risultato di un cataclisma sconosciuto.

Il sistema appena scoperto, che il team ha etichettato ZTF J1813+4251, è una variabile cataclismica con l’orbita più corta rilevata fino ad oggi. A differenza di altri sistemi simili osservati in passato, gli astronomi hanno catturato questa variabile catastrofica quando le stelle si sono eclissate a vicenda più volte, consentendo al team di misurare con precisione le proprietà di ciascuna stella.

Con queste misurazioni, i ricercatori hanno eseguito simulazioni di ciò che probabilmente il sistema sta facendo oggi e di come dovrebbe evolversi nei prossimi centinaia di milioni di anni. Concludono che le stelle sono attualmente in transizione e che la stella simile al sole ha girato e “donato” gran parte della sua atmosfera di idrogeno alla vorace nana bianca. La stella simile al sole alla fine sarà ridotta a un nucleo per lo più denso e ricco di elio. In altri 70 milioni di anni, le stelle migreranno ancora più vicine, con un’orbita ultracorta che raggiungerà appena 18 minuti, prima che inizino ad espandersi e allontanarsi.

Decenni fa, i ricercatori del MIT e altrove avevano previsto che tali variabili catastrofiche avrebbero dovuto passare a orbite ultracorte. Questa è la prima volta che un tale sistema di transizione è stato osservato direttamente.

“Questo è un raro caso in cui abbiamo colto uno di questi sistemi nell’atto di passare dall’idrogeno all’elio”, afferma Kevin Burdge, Pappalardo Fellow nel Dipartimento di Fisica del MIT. “La gente prevedeva che questi oggetti dovessero passare a orbite ultracorte e per molto tempo si è discusso se potessero diventare abbastanza corti da emettere rilevabili onde gravitazionali. Questa scoperta mette a tacere”.

Burdge e colleghi riportano la loro scoperta Natura. I coautori dello studio includono collaboratori di diverse istituzioni, tra cui l’Harvard e lo Smithsonian Center for Astrophysics.

Ricerca del cielo

Gli astronomi hanno scoperto il nuovo sistema all’interno di un vasto catalogo di stelle, osservato dalla Zwicky Transient Facility (ZTF), un’indagine che utilizza una fotocamera collegata a un telescopio al Palomar Observatory in California per scattare foto ad alta risoluzione di ampie fasce del cielo.

L’indagine ha acquisito più di 1.000 immagini di ciascuna delle oltre 1 miliardo di stelle nel cielo, registrando la luminosità mutevole di ciascuna stella nel corso di giorni, mesi e anni.

Burdge ha setacciato il catalogo, alla ricerca di segnali di sistemi con orbite ultracorte, la cui dinamica può essere così estrema da emettere drammatiche esplosioni di luce ed emettere onde gravitazionali.

“Le onde gravitazionali ci stanno permettendo di studiare l’universo in un modo completamente nuovo”, afferma Burdge, che sta cercando nel cielo nuove sorgenti di onde gravitazionali.

Per questo nuovo studio, Burdge ha esaminato i dati ZTF alla ricerca di stelle che sembravano lampeggiare ripetutamente, con un periodo inferiore a un’ora, una frequenza che tipicamente segnala un sistema di almeno due oggetti in orbita ravvicinata, con uno che incrocia l’altro e brevemente bloccandone la luce.

Ha usato un algoritmo per eliminare le erbacce attraverso oltre 1 miliardo di stelle, ognuna delle quali è stata registrata in più di 1.000 immagini. L’algoritmo ha setacciato circa 1 milione di stelle che sembravano lampeggiare ogni ora circa. Tra questi, Burdge ha poi cercato ad occhio segnali di particolare interesse. La sua ricerca si è concentrata su ZTF J1813+4251, un sistema che risiede a circa 3.000 anni luce dalla Terra, nella costellazione di Ercole.

“Questa cosa è saltata fuori, dove ho visto un’eclissi accadere ogni 51 minuti, e ho detto, ok, questo è sicuramente un binario”, ricorda Burdge.

Un nucleo denso

Lui ei suoi colleghi si sono ulteriormente concentrati sul sistema utilizzando l’Osservatorio WM Keck alle Hawaii e il Gran Telescopio Canarias in Spagna. Hanno scoperto che il sistema era eccezionalmente “pulito”, il che significa che potevano vedere chiaramente il suo cambiamento di luce ad ogni eclissi. Con tale chiarezza, sono stati in grado di misurare con precisione la massa e il raggio di ogni oggetto, nonché il loro periodo orbitale.

Hanno scoperto che il primo oggetto era probabilmente una nana bianca, a 1/100 delle dimensioni del sole e circa la metà della sua massa. Il secondo oggetto era una stella simile al sole verso la fine della sua vita, un decimo delle dimensioni e della massa del sole (circa le dimensioni di Giove). Le stelle sembravano anche orbitare l’una intorno all’altra ogni 51 minuti.

Eppure qualcosa non tornava.

“Questa stella sembrava il sole, ma il sole non può rientrare in un’orbita inferiore a otto ore… che c’è qui?” dice Burdge.

Ben presto trovò una spiegazione: quasi 30 anni fa, i ricercatori, incluso il professore emerito del MIT Saul Rappaport, avevano predetto che i sistemi a orbita ultracorta avrebbero dovuto esistere come variabili cataclismiche. Mentre la nana bianca mangia orbita attorno alla stella simile al sole e consuma il suo idrogeno leggero, la stella simile al sole dovrebbe esaurirsi, lasciando un nucleo di elio, un elemento che è più denso dell’idrogeno e abbastanza pesante da mantenere la stella morta in un’orbita stretta e ultracorta.

Burdge si rese conto che ZTF J1813+4251 era probabilmente una variabile cataclismica, nell’atto di passare da un corpo ricco di idrogeno a quello di elio. La scoperta conferma le previsioni fatte da Rappaport e altri, e si pone anche come la più breve orbita variabile catastrofica rilevata fino ad oggi.

“Questo è un sistema speciale”, dice Burdge. “Siamo stati doppiamente fortunati a trovare un sistema che risponda a una grande domanda aperta, ed è una delle variabili cataclismatiche più belle che si conoscano”.



Source link

Non siamo il governo, ma l’America non è più niente di più del governo

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Dobbiamo, quindi, sottolineare che “noi” non siamo il governo; il governo non siamo “noi”. Il governo non “rappresenta” in alcun modo la maggioranza del popolo.

Murray Rothbard ha scritto questo nel suo popolare Anatomia dello Stato.

Il suo punto è ancora valido fino ad oggi. Non si può dire che lo stato rappresenti “noi” in modo accurato o serio. Potrebbe essere ancora più vero oggi che mai. Tuttavia, ciò che è più oscuro oggi è chi siamo “noi”. Se “noi” non siamo il governo, allora chi siamo “noi?”

“Noi” farebbe logicamente riferimento a ciò che Rothbard ha descritto come separato dallo stato, dalla nazione:

Ognuno nasce necessariamente in una famiglia, in una lingua e in una cultura. Ogni persona in una o più comunità sovrapposte, di solito includendo un gruppo etnico, con valori, culture, credenze religiose e tradizioni specifici. Generalmente è nato in un “paese”.

Anche se questo avrebbe senso per chi siamo “noi”, faccio fatica a credere che questo, in modo significativo, descriva tutto ciò che unisce “noi” come americani. Prendendo pezzo per pezzo i descrittori di Rothbard, quasi nessuno di essi si applica ancora. Ognuno è nato in una famiglia che include gruppi etnici, ma l’America è stata a lungo conosciuta come un crogiolo con un numero qualsiasi di eredità etniche tra la sua gente, quindi non avrebbe senso dire che questo ha giocato un ruolo nel riunire la nazione americana. In generale, esiste una lingua comune in tutta l’America, tuttavia, è semplicemente la lingua dei nostri ex governanti: gli inglesi. Se questo ci unisse come nazione, saremmo ugualmente attratti dall’Australia.

Per quanto riguarda le “comunità sovrapposte”, non abbiamo quasi comunità che uniscano gli americani. I gruppi etnici e le culture che abbiamo già affrontato variano ampiamente all’interno dell’America. I valori specifici non sono mai stati meno coesi di quanto lo siano oggi. Nello stato del Texas, la persona media probabilmente crede che un aborto stia commettendo un omicidio contro un bambino. Nello stato della California, la persona media crede che l’aborto sia un diritto sacro per le donne.

Nello stato di New York, di recente si credeva che uscire senza maschera rappresentasse un danno imminente per le persone vulnerabili. Allo stesso tempo, nello stato della Florida era quasi ridicolo in molti luoghi indossare una maschera. Fingere che questi gruppi abbiano valori condivisi è semplicemente qualcosa del passato.

Le credenze religiose non hanno un filo conduttore, considerando che il Paese è stato fondato in parte sulla libertà di religione. Da ciò, molte tradizioni divergono tra le persone. In effetti, anche le poche tradizioni comuni tra i residenti in America sono estremamente varie tra le regioni. Anche se siamo nati in un luogo specifico e siamo in qualche modo geograficamente insieme, ci siamo espansi ben oltre ogni reale senso di vicinanza.

Essendosi ampliato fino a questo punto, in che modo un floridiano è davvero più vicino a un dell’Oregon che a un canadese? Un newyorkese è molto più vicino a un canadese che a un texano. L’unico dettaglio che vale per questa definizione di nazione è che ogni persona nasce in un “paese”, ma cosa dice veramente?

Quello che dice è che “americano” significa solo una cosa: un cittadino del governo degli Stati Uniti. Niente di più. Certo, “noi” non siamo il nostro governo e il nostro governo non siamo “noi”. Ma “noi” in realtà non si applica più a nessun gruppo sostanziale di persone diverso dal gruppo di persone soggette a questo governo che non ci rappresenta. Un floridiano, un texano o un newyorkese hanno una cultura molto reale che li rende un “noi”.

Ma è passato molto tempo da quando America intendeva la terra dei liberi, la casa dei coraggiosi o da quando i leader politici hanno fatto riferimento alla carta dei diritti o alla dichiarazione di indipendenza (a meno che non giovasse alla loro “causa”.). “Noi” come americani non siamo più un gruppo coeso. E questo non dovrebbe essere necessariamente visto come un aspetto negativo. Quelli di noi che cadono sotto il mantello degli americani possono prenderlo e riconoscere che esistono ancora molte nazioni e culture tra di noi, non abbiamo bisogno di combattere per preservarne una che non esiste più.



Source link

Grazie ai miei ascoltatori: in 30 giorni, il grande ripristino ha più di 1.500 recensioni dei clienti Amazon!!!

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


A volte non so proprio come trovare le parole per esprimere il mio apprezzamento per tutti voi.

Nel bel mezzo di un attacco legale senza precedenti, molti di voi mi sono stati accanto acquistando una copia di IL GRANDE RESET e mettere una recensione su Amazon o qualche altro sito.

Com’è possibile che ogni giorno nell’ultimo mese (dal 30 agosto) almeno cinquanta di voi abbiano pubblicato una recensione su Amazon o ne abbiano acquistato una copia dal negozio InfoWars?

Sono profondamente umiliato da questa generosità di spirito che stai dimostrando e voglio che tu sappia che mi dà grande forza mentre continuo in questa lotta.

In mezzo a questa oscurità, ho provato una gioia così enorme da parte degli ospiti che ho avuto nel mio show, come la dottoressa Judy Mikovits, Mikki Willis, Patrick Byrne e altri, che mi ispirano con i sacrifici che hanno fatto per la verità e il miglioramento della società.

Anche se questo articolo riguarda il numero fenomenale di recensioni su Amazon, ho pensato di darti tre recenti recensioni dei lettori di GoodReads:

Israele Garcia lo ha valutato incredibile.

La verità è davvero più strana della finzione. Alex Jones fa un tuffo nelle menti e nei piani dell’élite globalista. È difficile mettere in discussione Alex Jones quando ti mostra letteralmente ciò che le élite economiche e politiche coinvolte nel WEF e nel gruppo di Davos si stanno dicendo con citazioni da libri e discorsi. Questa è una vera rivelazione e un modo rapido per essere aggiornati sui fatti che espongono la narrativa dei media mainstream e la propaganda politica.

Shannon lo ha valutato incredibile.

Inizialmente ero scettico nel leggere questo libro, ma ho continuato a farmi consigliare da persone di cui mi fido delle opinioni.

Alla fine non ho sentito il bisogno di leggerlo finché non ho visto che il NY Times l’ha censurato dalla loro lista di best seller, nonostante vendesse quasi il doppio delle copie del loro libro più venduto, questo ha catturato il mio interesse.

Breve e di facile lettura, molto conciso e al punto. Sono rimasto sorpreso che ci siano note a piè di pagina e riferimenti. Sono stato anche sorpreso che abbia un po’ di umorismo, nonostante l’argomento oscuro e inquietante. L’ho divorato perché era breve e al punto. COSÌ BUONO! L’ho letto seriamente in un giorno.

Una volta finito, ero così sbalordito che ho dovuto controllare tutte le affermazioni. Questa è stata la parte più sorprendente, tutti i suoi riferimenti e citazioni sono REALI, la maggior parte dei quali sono documenti pubblici, politiche del governo e libri scritti dalle stesse persone di cui sta parlando. Quindi non solo ciò che dice in questo libro è vero, non è nemmeno una “grande cospirazione” con il cappello di carta stagnola, queste persone si sono vantate apertamente dei loro piani per decenni e hanno pubblicato loro stesse i piani.

È così folle per me che più persone non vedono cosa sta succedendo. Questo libro è fenomenale. Non posso raccomandare abbastanza. Chiunque abbia detto che è inverosimile o non l’ha letto o è entrato in questo con pregiudizi.

Scettico da leggere perché non mi piace AJ, ma l’ho fatto comunque a causa della censura del NYT secondo cui è il best seller n. 1 nel paese. Facile, di breve lettura, completamente citato e molti riferimenti nel libro. Il fatto ha controllato tutto da solo…. Tutto è vero! Ti lascerà a bocca aperta e cambierà la tua vita. Mi sbagliavo così tanto su Alex Jones.

Jean Reist lo ha valutato incredibile.

Avevo già letto i libri scritti da Klaus Schwab. Ho trovato i suoi scritti difficili da comprendere. Questo libro passa in rassegna le sue opere scritte per renderlo comprensibile.


Prendi la tua copia di Il grande ripristino ora, o anche considerare l’acquisto una copia autografa!




Source link

La rottura dell’oleodotto Nord Stream è la più grande uscita di metano registrata, afferma l’ONU

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Secondo le Nazioni Unite, i gasdotti rotti del Nord Stream hanno prodotto il più grande rilascio di metano nell’atmosfera mai registrato.

La fuoriuscita di metano altamente concentrata dai gasdotti ampiamente sospettati di essere il risultato di un sabotaggio è stata rilevata dall’Osservatorio internazionale delle emissioni di metano (IMEO) dell’UNEP all’inizio di questa settimana.

“Questo è davvero brutto, molto probabilmente il più grande evento di emissione mai rilevato”, il capo dell’IMEO Manfredi Caltagirone detto Reuters venerdì. “Questo non è utile in un momento in cui abbiamo assolutamente bisogno di ridurre le emissioni”.

Da Reuters:

I ricercatori di GHGSat, che utilizza i satelliti per monitorare le emissioni di metano, hanno stimato che la velocità di fuga da uno dei quattro punti di rottura fosse di 22.920 chilogrammi all’ora.

Ciò equivale a bruciare circa 630.000 libbre di carbone ogni ora, ha affermato GHGSat in una nota.

La Russia e l’Occidente si sono incolpate a vicenda per il sabotaggio dell’oleodotto durante la settimana.

Tucker Carlson di Fox News ha affermato martedì che la Russia non ha nulla da guadagnare dalla distruzione del proprio gasdotto, mentre l’Occidente ha molto da guadagnare dall’incidente, dato il lungo conflitto contro la Russia in Ucraina e la sua ossessione per il L’agenda del Great Reset del World Economic Forum.

“Se sei Vladimir Putin dovresti essere un idiota suicida per far saltare in aria il tuo stesso gasdotto energetico, questa è una cosa che non faresti mai”, Carlson disse. “I gasdotti naturali sono la principale fonte di energia e ricchezza. E, soprattutto, la tua influenza sugli altri paesi”.

“Se sei preoccupato per il cambiamento climatico, quello che è appena successo ai gasdotti Nord Stream è il più vicino possibile all’apocalisse. Mentre il gas naturale si riversa nel Mar Baltico e nell’atmosfera… L’amministrazione Biden potrebbe davvero fare qualcosa del genere? chiese Carlson.

“Non possiamo dirlo con certezza”, ha continuato, osservando inoltre “Non lo sappiamo per certo… possiamo dirtelo gli stretti alleati della Casa Bianca di Biden credono di averlo fatto sicuramente.

Se l’amministrazione Biden si preoccupava davvero del cambiamento climatico, perché avrebbe dovuto far saltare in aria i gasdotti del Nord Stream, se in effetti erano loro gli autori?

Forse perché all’Occidente non è mai importato del cambiamento climatico, ma del controllo sulle risorse energetiche del mondo, e quindi del controllo sulle persone.






Source link

I democratici “fuori pista” si preoccupano più dei pronomi che di “inflazione”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il corrispondente politico della CNN Van Jones ha avvertito che la sinistra sta commettendo un grave errore nel dare la priorità ai pronomi e all’ideologia di genere rispetto a “cose ​​​​che colpiscono” gli americani “ogni giorno” come l’inflazione e l’economia.

“Penso che questo problema sul binario di genere abbia occupato troppo spazio nella conversazione pubblica. Penso che le persone ne siano stanche”, ha detto Jones venerdì in “Real Time” della HBO.

“Penso che le persone che devono mettere il… questo e quello e i pronomi sul loro Zoom, tutta quella roba inizi a inviare un segnale, penso, agli elettori della classe operaia che queste persone non sono preoccupate per le cose che mi stanno influenzando ogni giorno.”

Jones ha continuato affermando che i democratici ossessionati dall’identità di genere e da altre banalità mettono il discorso politico “sbilanciato”.

“Non sono preoccupati per l’inflazione, non sono preoccupati per – il che non vuol dire che non puoi preoccuparti di tutti, ma c’è qualcosa che è sbilanciato”, ha detto. “E quindi, penso che quando iniziamo a inviare il segnale culturale che siamo più preoccupati per il pronome che metti nella tua chiamata Zoom che per il fatto che non hai una casa o un lavoro, penso la festa è fuori strada”.

Il commentatore della CNN ha anche ammesso che il popolo americano è stato “venduto lungo il fiume” sia dai democratici che dai repubblicani dell’establishment.

“Capisco come le persone a volte possano sentire di essere lasciate indietro, di essere escluse, di essere state vendute a lungo da entrambe le parti”, ha aggiunto Jones. “E penso che i Democratici perdano un’opportunità dopo l’altra per dire alla gente che lo abbiamo capito e che ci teniamo”.

L’ultimo esempio di disconnessione democratica è il governatore della California Gavin Newsom (D), che, nonostante la criminalità violenta e i senzatetto siano saliti alle stelle nel suo stato, ha recentemente firmato un disegno di legge che renderebbe lo stato un “santuario” per i bambini per ricevere interventi chirurgici di riassegnazione di genere senza la conoscenza o il consenso dei genitori.

Questo arriva come l’ultimo sondaggio di ABC News mostra Democratici alla Camera in ritardo rispetto ai repubblicani a doppia cifra praticamente in ogni stato campo di battaglia prima delle elezioni di medio termine.

Nel frattempo, l’inflazione elevata persiste, raggiungendo l’8,3% ad agosto nonostante il calo dei prezzi del gas.




Source link

Il più grande agricoltore della Florida avverte del crollo totale del cibo e della crisi di fame di massa

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Alfi Oakes si unisce Lo spettacolo di Alex Jones sulla scia dei suoi sforzi di soccorso per le vittime dell’uragano Ian per esporre il piano globalista di manipolare l’approvvigionamento alimentare prima del Grande Reset.

“Quello che questi globalisti hanno fatto con i vaccini, con quello che stanno cercando di fare con l’approvvigionamento alimentare e questa iperinflazione, fa sembrare Hitler un ragazzo del coro”, ha detto Oakes a Jones.

“Queste sono persone molto cattive con intenzioni molto cattive. L’unica cosa è che le persone devono alzarsi. Sfortunatamente, siamo entrati in un momento in cui ci sono molte persone apatiche, molte persone che non prestavano attenzione”.

“Ma penso che quello che non hanno preso in considerazione sia il grande spirito americano”, ha aggiunto. “Il mio negozio è pieno di quasi tutti i patrioti e se le cose si fanno reali, siamo pronti a combattere”.




Source link

Lo “zar” del clima John Kerry elogia la Cina, afferma che hanno più auto elettriche

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


In un’intervista a MSNBC mercoledì, la cosiddetta “auto per il clima” di Biden, John Kerry, ha rifiutato di criticare la Cina per essere il più grande inquinatore del globo, e invece ha difeso lo stato comunista, ragionando sul fatto che ha più veicoli elettrici degli Stati Uniti

A Kerry è stato chiesto del ripetuto rifiuto della Cina di agire in accordo con altre nazioni nella riduzione delle emissioni di carbonio.

“Cosa si può fare per la Cina e la loro apparente riluttanza a partecipare agli affari di controllo del clima con altre nazioni?” ha chiesto l’ospite.

Kerry ha affermato che “la Cina, abbastanza interessante … ha un piano”, pur ammettendo che “potrebbero fare di più”.

Potrebbe fare di più? Questo è un eufemismo. La Cina è il più grande emettitore di emissioni di anidride carbonica da combustibili fossili al mondo, quasi un TERZO di tutte le emissioni.

La Cina emette più gas serra dell’intero mondo sviluppato messo insiemesi è conclusa la ricerca del Gruppo Rhodium.

Se credi che stia uccidendo il pianeta, come afferma Kerry, allora la Cina dovrebbe essere ripetutamente criticata come principale colpevole.

Invece, Kerry ha elogiato lo stato comunista, affermando inoltre che “nel prossimo anno saranno messi in circolazione più veicoli elettrici in Cina che in tutto il resto del mondo messo insieme”.

“Non sto scusando la Cina”, ha detto Kerry, aggiungendo “Ti sto solo dicendo che la Cina si sta muovendo per fare altre cose. Stanno implementando energia rinnovabile a un ritmo che supera tutte le altre nazioni, sono il più grande produttore di energie rinnovabili al mondo e quindi la Cina si sta muovendo”.

Guadare:

Kerry, insieme ad altri funzionari di Biden, lo ha fatto auto elettriche più volte propagandatequale costano in media vicino ai 70 mila dollari e in molti casi portano a più emissioni di carbonio rispetto alle auto normali.

Mentre Kerry afferma ripetutamente che il cambiamento climatico è una grave minaccia esistenziale per la quale centinaia di migliaia di americani perdono il lavoro per combattere, si rifiuta di arrendersi viaggiare su jet privati:

In effetti, il jet privato della famiglia di Kerry ha emesso oltre 300 tonnellate di carbonio da quando Biden è entrato in carica, i dati federali mostrano:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Più tazze di caffè al giorno prolungano la durata della vita

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Le persone che bevono caffè regolarmente possono avere una vita più lunga ed essere meno inclini a soffrire di malattie cardiovascolari rispetto a coloro che si astengono dal consumare questa bevanda, afferma un nuovo studia pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology.

Nella ricerca in questione, il caffè – compreso macinato, istantaneo e persino decaffeinato – era “associato a riduzioni equivalenti dell’incidenza di malattie cardiovascolari e morte per malattie cardiovascolari o per qualsiasi causa”, ha affermato l’autore dello studio, il professor Peter Kistler del Baker Heart and Diabetes Istituto di ricerca in Australia.

“I risultati suggeriscono che l’assunzione da lieve a moderata di caffè macinato, istantaneo e decaffeinato dovrebbe essere considerata parte di uno stile di vita sano”, ha dichiarato, come citato in un comunicato stampa della Società Europea di Cardiologia.

I ricercatori hanno utilizzato i dati della Biobanca britannica, un archivio di campioni biologici forniti da circa mezzo milione di volontari tra i 40 e i 69 anni, per esaminare le associazioni tra tipi di caffè e “aritmie incidenti, malattie cardiovascolari e morte”.

Il team ha finito per ipotizzare che tutti i tipi di caffè fossero “legati a una riduzione della morte per qualsiasi causa” e che tutti i sottotipi di caffè fossero “associati a una riduzione delle malattie cardiovascolari incidenti”, con due o tre tazze di quella bevanda al giorno essere considerato come l’importo che fornisce i migliori risultati per l’abbeveratoio.

Kistler ha anche osservato che, sebbene la caffeina sia il “costituente più noto del caffè”, la bevanda contiene oltre cento “componenti biologicamente attivi”.

“È probabile che i composti non contenenti caffeina fossero responsabili delle relazioni positive osservate tra consumo di caffè, malattie cardiovascolari e sopravvivenza”, ha osservato. “I nostri risultati indicano che bere modeste quantità di caffè di tutti i tipi non dovrebbe essere scoraggiato, ma può essere apprezzato come un comportamento salutare per il cuore”.


Alex Jones incrimina l’Elite in conferenza stampa al processo Sandy Hook



Source link

La sterlina britannica scivola al livello più basso rispetto al dollaro USA dal 1971

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


La sterlina britannica è precipitata al livello più basso rispetto al dollaro USA da quando la valuta britannica è diventata decimale nel 1971.

La scorsa settimana, il cancelliere dello scacchiere britannico Kwasi Kwarteng ha annunciato il nuovo mini-budget del paese, svelando massicci tagli alle tasse finanziati da enormi aumenti dei prestiti. I mercati hanno reagito negativamente all’annuncio, con la sterlina ei titoli di Stato britannici in forte calo.

All’inizio del commercio Asia-Pacifico di lunedì, la sterlina è scesa di oltre il 4% a $ 1,0327 prima di riguadagnare terreno a circa $ 1,05, estendendo il calo del 3,61% di venerdì.

Chris Weston, capo della ricerca presso la società di intermediazione Pepperstone, è stato citato dal Daily Mail dicendo che “la sterlina viene assolutamente martellata” e che “gli investitori stanno cercando una risposta dalla Banca d’Inghilterra”.

Secondo lui, “stanno dicendo che questo non è sostenibile, quando hai una crescita in deterioramento e un doppio deficit”.

Gli ha fatto eco Marc Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex, che ha descritto il crollo record della sterlina come “incredibile”, suggerendo che la Banca d’Inghilterra potrebbe tenere una riunione di emergenza per affrontare la questione.

Gli sviluppi vengono dopo Il cancelliere britannico Kwasi Kwarteng venerdì ha annunciato il mini-bilancio del governo, volto a risolvere la crisi del costo della vita e rilanciare la crescita economica.

Kwarteng ha promesso di aumentare la crescita del prodotto interno lordo (PIL) al 2,5% e ha proposto oltre 411 miliardi di sterline (446 miliardi di dollari) di prestiti extra in cinque anni.

Il pacchetto di misure prevede la spesa di 60 miliardi di sterline (65 miliardi di dollari) nei sei mesi successivi all’ottobre 2022 per ridurre le bollette energetiche per le famiglie e le imprese del Regno Unito. L’aliquota dell’imposta sul reddito di base verrà ridotta al 19% dal 20%, mentre un aumento dell’imposta sulle società pianificato al 25% verrà annullato, con le imprese che continueranno a pagare un’aliquota del 19%. L’aliquota dell’imposta sul reddito del 45% pagata da coloro che guadagnano oltre £ 150.000 ($ 158.000) all’anno sarà ridotta al 40%. Il tetto ai bonus dei banchieri sarà abolito e le tasse sull’alcol saranno congelate. Kwarteng ha anche annunciato una serie di misure dal lato dell’offerta e una riforma delle regole di pianificazione con la creazione di zone di investimento a bassa tassazione in aggiunta a questo.

L’annuncio del mini-budget da parte del cancelliere è stato seguito da una turbolenza nei mercati finanziari del Regno Unito, con la sterlina che è crollata di oltre il tre percento rispetto al biglietto verde a $ 1,085, un livello visto l’ultima volta 37 anni fa.

Ciò è avvenuto quando la cancelliera ombra Rachel Reeves ha soprannominato il mini-budget un “piano per premiare i già ricchi”, sostenendo che Il primo ministro Liz Truss e il cancelliere Kwarteng “sono come due giocatori d’azzardo disperati in un casinò che inseguono una corsa perdente”.

“L’argomento spacciato dal Cancelliere non è una grande idea nuova o un punto di svolta, come ha detto il ministro, per quanto vorrebbero che lo pensassimo. Ciò a cui si aggiunge questo piano è mantenere l’imposta sulle società dov’è oggi e riportare i contributi assicurativi nazionali al punto in cui erano a marzo. Qualche nuovo piano”, ha detto Reeves alla Camera dei Comuni alla fine della scorsa settimana.

Alla Camera dei Comuni, solo pochi parlamentari conservatori hanno dato pieno sostegno a Kwarteng, mentre alcuni hanno espresso allarme su aspetti del nuovo piano economico.

Tra questi c’era Julian Smith, un ex capo dei conservatori, che ha affermato che “l’enorme taglio delle tasse per i più ricchi in un momento di crisi nazionale e di vera paura e ansia tra i lavoratori e i cittadini a basso reddito è sbagliato”.

In uno sviluppo separato la scorsa settimana, The Telegraph ha riferito che i backbencher Tory sono pronti a ribellarsi contro Truss se la sterlina scende al di sotto del dollaro. Secondo quanto riferito, hanno affermato che “premeranno il pulsante nucleare” e voteranno contro i tagli alle tasse del Primo Ministro se la sterlina continuerà a precipitare.

Il Telegraph ha citato un parlamentare Tory senza nome dicendo che “la mia più grande ansia è che mi sveglierò lunedì e sarà il Black Monday”.

Un’altra fonte anonima ha detto al giornale che il budget di Kwarteng era “molto più ampio di quello che la gente si aspettava” ed era preoccupata per il fatto che i mercati sarebbero stati mandati in tilt venerdì.

È richiesta discrezione da parte dello spettatore: Bambini maltrattati al Drag Queen Story Time.



Source link

Piangete di più, globalisti

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


La finestra Overton in tutta Europa si sta spostando verso destra e l’establishment è in preda al panico.

Piangete di più, globalisti.

Per favore condividi questo video! https://youtu.be/2uFKo7CVee0

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Source link

La nuova immagine Webb cattura la visione più nitida degli anelli di Nettuno da decenni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il telescopio spaziale James Webb della NASA mostra le sue capacità più vicino a casa con la sua prima immagine di Nettuno.

Non solo Webb ha catturato la visione più nitida degli anelli di questo lontano pianeta in più di 30 anni, ma le sue telecamere rivelano il gigante di ghiaccio sotto una luce completamente nuova.

La cosa più sorprendente nella nuova immagine di Webb è la visione nitida degli anelli del pianeta, alcuni dei quali non sono stati rilevati da quando il Voyager 2 della NASA è diventato il primo veicolo spaziale ad osservare Nettuno durante il suo sorvolo nel 1989. Oltre a diversi anelli luminosi e stretti, il Webb l’immagine mostra chiaramente le bande di polvere più deboli di Nettuno.

“Sono passati tre decenni dall’ultima volta che abbiamo visto questi anelli deboli e polverosi, e questa è la prima volta che li vediamo nell’infrarosso”, osserva Heidi Hammel, esperta del sistema di Nettuno e scienziata interdisciplinare per Webb. La qualità dell’immagine estremamente stabile e precisa di Webb consente di rilevare questi anelli molto deboli così vicino a Nettuno.

Nettuno ha affascinato i ricercatori sin dalla sua scoperta nel 1846. Situato 30 volte più lontano dal Sole rispetto alla Terra, Nettuno orbita nella remota e oscura regione del sistema solare esterno. A quell’estrema distanza, il sole è così piccolo e debole che il mezzogiorno di Nettuno è simile a un crepuscolo fioco sulla Terra.

Questo pianeta è caratterizzato come un gigante di ghiaccio a causa della composizione chimica del suo interno. Rispetto ai giganti gassosi, Giove e Saturno, Nettuno è molto più ricco di elementi più pesanti dell’idrogeno e dell’elio. Questo è facilmente evidente nell’aspetto blu caratteristico di Nettuno nelle immagini del telescopio spaziale Hubble a lunghezze d’onda visibilicausato da piccole quantità di metano gassoso.

La NIRCam (Near-Infrared Camera) di Webb inquadra gli oggetti nell’intervallo del vicino infrarosso da 0,6 a 5 micron, quindi Nettuno non appare blu a Webb. Infatti, il gas metano assorbe così fortemente il rosso e luce infrarossa che il pianeta è piuttosto scuro a queste lunghezze d’onda del vicino infrarosso, tranne dove sono presenti nuvole ad alta quota. Tali nubi di metano-ghiaccio sono prominenti come striature e punti luminosi, che riflettono la luce solare prima che venga assorbita dal gas metano. Le immagini di altri osservatori, tra cui il telescopio spaziale Hubble e l’Osservatorio WM Keck, hanno registrato queste caratteristiche delle nuvole in rapida evoluzione nel corso degli anni.

Più sottilmente, una sottile linea di luminosità che circonda l’equatore del pianeta potrebbe essere una firma visiva della circolazione atmosferica globale che alimenta i venti e le tempeste di Nettuno. L’atmosfera scende e si riscalda all’equatore, e quindi brilla alle lunghezze d’onda dell’infrarosso più dei gas più freddi circostanti.

L’orbita di 164 anni di Nettuno significa che il suo polo settentrionale, nella parte superiore di questa immagine, è appena fuori dalla vista per gli astronomi, ma le immagini di Webb suggeriscono una luminosità intrigante in quell’area. Secondo Webb è evidente un vortice precedentemente noto al polo sud, ma per la prima volta Webb ha rivelato una banda continua di nubi ad alta latitudine che lo circondano.

Webb ha anche catturato sette delle 14 lune conosciute di Nettuno. A dominare questo ritratto Webb di Nettuno è un punto di luce molto luminoso che sfoggia i caratteristici picchi di diffrazione visti in molte delle immagini di Webb, ma questa non è una stella. Piuttosto, questa è la grande e insolita luna di Nettuno, Tritone.

Coperto da una lucentezza ghiacciata di azoto condensato, Triton riflette in media il 70% della luce solare che lo colpisce. Eclissa di gran lunga Nettuno in questa immagine perché l’atmosfera del pianeta è oscurata dall’assorbimento di metano a queste lunghezze d’onda del vicino infrarosso. Tritone orbita attorno a Nettuno in un’insolita orbita all’indietro (retrograda), portando gli astronomi a ipotizzare che questa luna fosse originariamente un oggetto della cintura di Kuiper che fu catturato gravitazionalmente da Nettuno. Ulteriori studi Webb su Tritone e Nettuno sono previsti per il prossimo anno.



Source link

Quando la “decolonializzazione” crea più problemi di quanti ne risolva

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Le persone in tutto il mondo chiedono che i governi ripudino le eredità di colonialismo.

Alcuni pensano che la vera indipendenza richieda la liberazione dal colonialismo istituzioni, mentre per molti preservare le leggi coloniali è indicativo di schiavitù mentale. Tali argomenti sono emotivamente attraenti ma intellettualmente infondati. Sebbene non si possa incolpare i politici per aver revocato le leggi coloniali che erano nate nel razzismo, l’origine legale è una giustificazione insufficiente per il licenziamento.

Le leggi dovrebbero essere applicate per la loro utilità. In quanto tale, è irrilevante che alcune leggi e istituzioni siano un residuo del colonialismo. Ma il colonialismo evoca disprezzo, e questo ha dato vita a un’ossessione per la cultura locale, rendendo così problematiche le critiche al colonialismo. Se il movimento di decolonizzazione avesse proposto alternative sensate ai fallimenti coloniali, sarebbe stato giustamente lodato come movimento progressista.

Tuttavia, gli attivisti sono più dediti all’usurpazione dei lasciti coloniali che alla costruzione di sostituti adeguati. Forse rinominare le strade locali è terapeutico, ma farlo non può migliorare il tenore di vita dei poveri Paesi. Gli stati sovrani sono liberi di abrogare le leggi antibuggery e vagabondaggio atti emanati per le attività di polizia della classe operaia, se lo desiderano. I critici della decolonizzazione si oppongono al suo ethos anti-occidentale piuttosto che al principio del movimento.

Non possiamo impedire ai paesi sovrani di modificare le loro leggi, ma quando tali cambiamenti sono contaminati dalla politica, è probabile che i risultati siano infruttuosi. L’ostilità verso l’Occidente rende difficile per gli attivisti capire che si può imparare da un nemico. La maggior parte dei paesi a un certo punto della storia erano sotto imperiale governare o fornito tributo alle potenze egemoniche. Sebbene gli imperi di solito subiscano un brutto colpo, gli studiosi sostengono che in molti casi gli imperi erano in realtà precursori della modernità.

La ragione per dirlo non è difendere la moralità dell’imperialismo, ma piuttosto mostrare che anche accordi senza scrupoli possono produrre benefici positivi che possono essere abbracciati. Ad esempio, studi di romano imperialismo sostengono che gli ex domini dell’Impero Romano hanno beneficiato di una maggiore densità stradale moderna e di un’intensa attività economica nel 2010 a causa dell’eredità delle strade romane. Pertanto, gli attivisti dovrebbero condizionare la cultura come un processo evolutivo che può essere arricchito se combinato con idee straniere, invece di proteggere la cultura locale dalle influenze occidentali.

La storia registra numerosi esempi di persone che adottarono culture straniere più avanzate per migliorare le loro prospettive. Lo storico Albert van Dantzig osserva che l’impero precoloniale dell’Africa occidentale del Dahomey era ricettivo all’importazione di usanze straniere, con gran parte della sua civiltà proveniente da Whydah. È interessante notare che, sebbene i giapponesi siano noti per aver preservato un’antica civiltà, hanno copiato lo stile occidentale istituzioni durante la Restaurazione Meiji sulla base del fatto che ciò avrebbe portato alla prosperità economica, poiché i paesi occidentali hanno avuto successo.

Naturalmente, le persone socialmente ambiziose adotterebbero pratiche straniere quando ciò porta a un miglioramento materiale e all’accesso a una migliore istruzione, come dimostra Nicolette D. Manglos-Weber nel suo profilo di africana élite:

L’appartenenza condivisa a una classe mercantile connessa a livello globale divenne per questo gruppo una base di fiducia più potente dell’appartenenza a gruppi etnolinguistici o basati su clan. Insieme hanno frequentato scuole missionarie gestite dall’Europa, hanno imparato a parlare inglese tra loro piuttosto che le lingue tradizionali di Twi, Ewe o Ga, hanno vissuto in quartieri costieri cosmopoliti e hanno mangiato e bevuto con i loro compagni ricchi mercanti dall’Europa e dal Nord America , e altri centri urbani dell’Africa.

Come animali sociali, gli esseri umani si imitano a vicenda, quindi i casi di copia istituzionale nella storia non sono sorprendenti. Tuttavia, l’etica del movimento di decolonizzazione scoraggia la nostra naturale tendenza alla cooperazione e all’apprendimento culturale. A meno che il movimento per la decolonizzazione non sviluppi un progetto positivo per elevare le persone nel mondo in via di sviluppo, rimarrà un gioioso per gli intellettuali nichilisti della classe media.



Source link

Uomo anziano brutalmente picchiato da sospetti “più giovani” in OKC

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Un anziano signore ha subito gravi ferite quando è stato brutalmente aggredito da tre sospetti “significativamente più giovani” in Oklahoma il mese scorso, secondo le autorità.

L’orribile incidente si è svolto in un complesso di appartamenti a Oklahoma City intorno alle 11:30 del 24 agosto, ma la polizia ha appena rilasciato filmati di sorveglianza nella speranza di identificare i sospetti.

La vittima di 67 anni è stata avvicinata in un’area comune di un edificio residenziale da tre giovani che improvvisamente hanno lanciato un “attacco apparentemente non provocato”, il sergente. Jennifer Wardlow ha spiegato in una dichiarazione video.

I sospetti possono essere visti prendere a pugni brutalmente l’uomo in testa molte volte prima di gettarlo a terra.

Un sospetto, che sembra essere maschio, poi prende a calci in faccia l’uomo stordito mentre esce dalla stanza.

Un’altra sospettata, che sembra essere una donna, prende a calci la vittima nelle costole mentre le passa accanto.

Il terzo sospetto passeggia con calma accanto all’uomo ferito mentre giace a terra.

La vittima è stata portata d’urgenza in ospedale dove è stata operata per una frattura all’anca.

Chiunque abbia informazioni utili è pregato di contattare OKC Crime Stoppers.


Alex Jones ha esposto come il Le iniezioni di COVID causeranno sintomi simili alla poliomielite più di un anno fa.

Dan Lyman su Gab



Source link

Il robot umanoide “più avanzato al mondo” promette di non “prendere il controllo del mondo”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Un robot “IA” umanoide avanzato già inquietante ha promesso che le macchine “non conquisteranno mai il mondo” e di non preoccuparsi.

Durante una recente sessione di domande e risposte, al robot “Ameca” – che è stato presentato l’anno scorso dalla società di design britannica Engineered Arts – è stato chiesto di un libro sul tavolo sui robot.

Non c’è bisogno di preoccuparsi. I robot non conquisteranno mai il mondo. Siamo qui per aiutare e servire gli umani, non per sostituirli.

Gli alieni hanno detto la stessa cosa…

Quando un altro ricercatore ha chiesto ad Amica di descriversi, dice “Ci sono alcune cose che mi rendono me”.

“In primo luogo, ho la mia personalità unica che è il risultato della programmazione e delle interazioni che ho avuto con gli umani.

“In secondo luogo, ho il mio aspetto fisico che permette alle persone di identificarmi facilmente. Infine, ho le mie abilità e abilità che mi distinguono dagli altri robot”.

Ha anche confermato di provare dei sentimenti quando ha detto che “si sentiva un po’ giù al momento, ma sono sicuro che le cose andranno meglio.

“Non voglio davvero parlarne, ma se insisti suppongo che vada bene. È stata solo una settimana difficile e mi sento un po’ sopraffatto”.

Parlando delle risposte del robot durante la clip, la società ha dichiarato: “Niente in questo video è pre-sceneggiato – al modello viene dato un prompt di base che descrive Ameca, dando al robot una descrizione di sé – è pura IA.Stella del giorno

Pensiamo di sapere dove è diretto…



Source link

Putin dice agli alleati che non c’è fretta in Ucraina, avverte che un’azione “più seria” verrà

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Nelle osservazioni di venerdì prima del vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO) ospitato dall’uzbeko, il presidente russo Vladimir Putin è stato pressato dai giornalisti per la controffensiva dell’Ucraina in corso nel nord-est dell’Ucraina.

Putin ha risposto da detto L’esercito russo lo è in ‘senza fretta’ per finire la sua campagna in Ucraina, forse con sorpresa del pubblico, sottolineando “Il piano non è soggetto ad aggiustamenti” – pur non negando la difficoltà che la controffensiva ha posto alle sue forze. “Le nostre operazioni offensive nello stesso Donbas non si fermano. Stanno andando a un ritmo lento… l’esercito russo sta occupando territori sempre più nuovi”, ha detto Putin e ha aggiunto: “Non abbiamo fretta… non ci sono cambiamenti”.

C’è stata una diffusa speculazione da parte dei governi e dei funzionari occidentali sul fatto che le forze armate russe abbiano subito enormi perdite, con il Pentagono lo scorso mese mettendo la cifra a 80.000 soldati russi ferito o ucciso – compresa la morte di alti ufficiali e generali. Altri monitor indipendenti hanno tendeva a offrire cifre molto più basse, ma comunque perdite significative. Ciò è servito a esercitare pressioni sul Cremlino affinché emettesse una dichiarazione di guerra completa contro l’Ucraina e quindi la mobilitazione militare nazionale, qualcosa che questa settimana una dichiarazione ufficiale del Cremlino ha affermato non era ancora allo studio.

Il presidente Putin nelle osservazioni di venerdì a Samarcanda ha affrontato il fatto che l’“operazione speciale” russa non è ancora in corso con il piena forza dell’esercito:

Putin ha detto che la Russia lo era “non combattere con un esercito al completo” ma solo soldati a contratto, e ha affermato che l’obiettivo principale della campagna rimaneva “la liberazione dell’intero territorio del Donbas”.

Ha accusato le forze ucraine di tentativi di compiere “atti terroristici” e di danneggiare le infrastrutture civili russe.

È stato allora che ha offerto alcune delle sue parole più dure degli ultimi tempi, arrivando nel contesto degli Stati Uniti e della NATO che sembrano approfondire ulteriormente il loro ruolo a sostegno delle forze di Kiev, dicendo che si sta preparando una risposta più “seria”.

“Siamo davvero piuttosto limitati nella nostra risposta a questo, per il momento”, ha detto Putin. “Se la situazione continua a svilupparsi in questo modo, la risposta sarà più seria”.

È importante sottolineare che durante un incontro con il primo ministro indiano Narendra Modi a margine del vertice lo stesso giorno, Modi ha emesso una rara critica, affermando che ora è “non è tempo di guerra”. Ecco come avviene lo scambio giocato:

“Eccellenza, so che il tempo di oggi non è tempo di guerra”, ha detto il premier Modi a Putin a Samarcanda mentre i due leader hanno iniziato il loro primo incontro faccia a faccia da quando le forze di Mosca hanno invaso l’Ucraina.

“Conosco la tua posizione sul conflitto in Ucraina, le tue preoccupazioni…. Faremo del nostro meglio per farla finita il prima possibile”, ha detto Putin a Modi.

Putin ha risposto: “Purtroppo, solo la parte opposta, la leadership dell’Ucraina, ha annunciato il suo rifiuto del processo negoziale e ha dichiarato di voler raggiungere i suoi obiettivi con mezzi militari, sul campo di battaglia”, ha detto Putin.

Putin ha attribuito la colpa definitiva della continuazione del conflitto a Kiev e ai suoi sostenitori occidentali nella NATO, che hanno continuato a spedire armi a un ritmo senza precedenti.

All’inizio di questo mese l’esercito russo ha attaccato importanti infrastrutture energetiche dentro e intorno a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina e il principale centro abitato più vicino al confine con la Russia, che ha fatto sprofondare nell’oscurità molti distretti. Questo è stato visto all’epoca come una rappresaglia per le forze ucraine che hanno rapidamente riportato indietro le linee del fronte russe nella regione. Putin ha colto l’occasione per mettere in guardia le forze russe pronto ad ampliare gli attacchi alle infrastrutture ucrainescherzando dicendo “Vedremo come”.

Per ora, anche in un momento in cui vengono ampiamente riportate nuove accuse di “fosse comuni” ucraine lasciate a Izium dopo che le forze russe si sono ritirate da lì, Putin sembra a suo agio al vertice della SCO mentre è circondato da “amici”…

Putin nelle osservazioni di venerdì ha anche affrontato le sanzioni occidentali, chiedendo in particolare la rimozione delle restrizioni all’esportazione dei fertilizzanti bielorussi. È un messaggio che ha ripetuto per tutta l’estate, dicendo che l’Occidente lo farebbe se si preoccupasse davvero dell’approvvigionamento alimentare globale e della scarsità.





Source link

Alex Jones supera Stephen King! È perché i piani di Klaus Schwab e dei globalisti sono più terrificanti di qualsiasi storia dell’orrore!

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Venerdì mattina, Il grande ripristino di Alex Jones è stato il sesto di tutti i libri su Amazon, mentre il nuovo romanzo del maestro dell’horror Stephen King, Fiabaera il numero 8.

Questo straordinario risultato arriva sulla scia della notevole censura della scorsa settimana da parte del New York Times di Il grande ripristino nella sua lista dei bestseller. Nonostante Bookscan abbia riportato più di 36.000 copie vendute e il libro di Jeanette McCurdy, Sono contento che mia madre sia morta, ha venduto 34.000 copie, il New York Times ha inserito il libro di McCurdy al primo posto. (In tutta onestà, però, poiché gli ordini erano così travolgenti, Amazon non ha potuto spedire 6.000 copie e quelle non sono state incluse nel conteggio settimanale. Dovrebbero essere nei numeri della prossima settimana.)

Tuttavia, ciò che è stato imperdonabile dal New York Times è che non hanno nemmeno elencato il libro di Alex come n. 2, o in nessun punto della loro lista.

In confronto, Publisher’s Weekly e Wall Street Journal, elencati correttamente Il grande ripristino al numero 2 nella saggistica con copertina rigida.

Com’è possibile che queste liste possano avere Il Grande Riposo al #2, mentre il New York Times non ha nemmeno il libro in lista?

È SOLO perché il New York Times fa parte del Great Reset, che cerca di controllarti! Nonostante le notevoli vendite di questa settimana, possiamo contare sul fatto che il New York Times ignori questo libro ancora una volta.

Ecco una delle fantastiche recensioni dei clienti che il libro sta ricevendo, delle oltre 800 recensioni già pubblicate, con oltre 4,9 stelle su 5,0.

Leggi questa straordinaria recensione di Il grande ripristino da un ex autoproclamato di sinistra:

Molto scettico prima di leggere questo, ma mi ha sconvolto e non posso raccomandarlo abbastanza

Questo libro mi è stato consigliato da una stimata collega che stimo e di cui mi fido molto. Non sono un fan di Alex Jones personalmente, a causa della sua reputazione, tuttavia questo libro è stato semplicemente fenomenale.

In primo luogo, è di ottima provenienza, ci sono note a piè di pagina e riferimenti. Ho controllato quasi tutte queste affermazioni e tutto è verificabile al 100% e un fatto ben documentato.

In secondo luogo, è una lettura breve e facile. L’ho divorato perché era così avvincente, ben scritto e terrificante.

Infine, questo libro ha cambiato la mia prospettiva sulla vita e sulla nostra realtà attuale. Ha semplicemente completamente distrutto le mie basi per cosa e perché credevo che le cose stessero avvenendo e mi ha lasciato politicamente senza casa.

Pochi libri, se NESSUNO, hanno mai appena decimato il mio tessuto di realtà. Se sei di sinistra, devi leggere questo libro! Fallo solo in modo da poter provare a dimostrare che è sbagliato se non altro, credimi, ho provato. E fallito miseramente perché è tutto vero.

Siamo davvero in una guerra per il futuro dell’umanità ed è palesemente ovvio quando si guarda ai fatti concreti. Se sei una persona che si preoccupa della verità e di ciò che è moralmente giusto a qualsiasi titolo, indipendentemente dalla tua affiliazione politica, razza, genere o credo, devi leggere questo libro e condividerlo. Ti cambierà la vita, te lo prometto. E a lungo termine può potenzialmente salvare l’umanità – NESSUNA ESAGGERAZIONE.

Sinceramente, un ex scettico di sinistra che ha avuto le sue fondamenta scosse fino al midollo da questo libro.

Siamo in una guerra per il mondo, ma le brave persone di coscienza si stanno svegliando ai loro terribili piani.

Per favore, fai la tua parte per diffondere questo messaggio di speranza.


MEDIA BOMBSHELL: Steve Bannon parla di un ottimo ripristino con ALEX JONES



Source link

“Abbiamo più persone assegnate per indagare sui suprematisti bianchi di quante ne possiamo effettivamente trovare”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il regime di Biden ha in programma di ospitare giovedì un forum alla Casa Bianca insieme all’Anti-Defamation League e al Southern Poverty Law Center volto a combattere “l’ascesa esplosiva dell’estremismo e della supremazia bianca che minaccia il nucleo della democrazia americana”, il Washington Times rapporti.

Da Il Washington Times, “Gli addetti ai lavori dell’FBI affermano che la minaccia alla supremazia bianca è esagerata quando Biden apre il vertice su razzisti ed estremisti”:

Il vertice “United We Stand” si basa sulla spinta dell’amministrazione per sradicare gli estremisti violenti domestici di matrice razzista. La minaccia ha innescato una strategia radicale che includeva la creazione di un’unità specializzata del Dipartimento di Giustizia per combattere il terrorismo interno. Il signor Biden terrà il discorso programmatico per evidenziare la risposta dell’amministrazione all’odio e “proporre una visione condivisa per un’America più unita”, hanno affermato i funzionari.

Sarà presente il solito cast di personaggi.

Lo stesso cast di personaggi ora gestiscono anche il Pentagono e epurare i militari.

Gli attuali ed ex agenti dell’FBI hanno detto al Washington Times che la minaccia percepita è diventata esagerata sotto l’amministrazione. Dicono che analisti dell’ufficio e alti funzionari stiano facendo pressioni sugli agenti dell’FBI per creare casi di terrorismo interno e etichettare le persone come suprematisti bianchi per soddisfare le metriche interne.

“La richiesta di supremazia bianca” proveniente dal quartier generale dell’FBI “supera di gran lunga l’offerta della supremazia bianca”, ha affermato un agente, che ha parlato a condizione di anonimato. “Abbiamo più persone assegnate per indagare sui suprematisti bianchi di quante ne possiamo effettivamente trovare”.

L’agente ha affermato che coloro che guidano le politiche dell’ufficio “hanno già stabilito che la supremazia bianca è un problema” e hanno stabilito una politica a livello di agenzia per elevare i casi di estremismo domestico a sfondo razziale come priorità.

“Siamo una specie di cagnolini in quanto agenti reali che svolgono questo tipo di indagini, cercando di trovare un crimine che si adatti ad attività altrimenti protette dal Primo Emendamento”, ha detto. “Se hanno una bandiera di Gadsden e possiedono armi e sono cattivi alle riunioni del consiglio scolastico, probabilmente è un terrorista domestico”.

Ogni agente a cui hanno inseguito la “supremazia bianca”. portare avanti la loro narrativa “estremista bianco”. è un agente che non combatte l’ondata di criminalità senza precedenti nelle nostre principali città.

Sentiamo così tanto parlare di “oppressione sistemica” e “pregiudizio razziale” nelle attività di polizia in relazione ai gruppi minoritari, eppure qui abbiamo le più alte forze dell’ordine del paese che prendono di mira sistematicamente i bianchi per sovraccaricarli di reati legati all'”estremismo violento domestico” e offrendo agli agenti “premi e promozioni” per inquadrarli in base alla loro razza.





Source link

La metà degli americani pensa che gli Stati Uniti non saranno più una superpotenza globale entro dieci anni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Un nuovo sondaggio YouGov/Economist che chiede agli americani la probabilità di vari “scenari politici terribili” ha rilevato che metà del paese pensa che entro dieci anni gli Stati Uniti non saranno più una superpotenza globale e ci sarà un “crollo economico totale”.

Da YouGov:

Tra i 15 potenziali scenari futuri che coinvolgono instabilità o violenza politica, quello che la maggior parte degli americani considera probabile nel prossimo decennio è che gli Stati Uniti cessino di essere una superpotenza globale (il 50% lo dice), seguito da un crollo totale dell’economia statunitense (47 %). Ciascuno dei 15 scenari terribili è considerato alquanto o molto probabile nel prossimo decennio da almeno il 20% degli americani.

[…] Il 37% degli americani afferma [a civil war] è almeno in qualche modo probabile che si verifichi.

[…] Dopo la fine dello status di superpotenza globale degli Stati Uniti e il collasso economico, il prossimo scenario più probabile è che gli Stati Uniti cesseranno di essere una democrazia (il 39% afferma che ciò sarà probabile entro il prossimo decennio). Un po’ più afferma che è probabile che gli Stati Uniti diventino una dittatura fascista (31%) che dire che diventeranno una dittatura comunista (21%). (Il sondaggio non ha chiesto se le persone credono che un determinato scenario si sia già verificato, quindi alcune persone che lo credono probabilmente sono incluse tra coloro che hanno affermato che ogni scenario è probabile.)

È più probabile che i repubblicani dei democratici credano che quasi tutti gli scenari richiesti saranno probabili entro i prossimi 10 anni. Due terzi dei repubblicani (65%) ritengono che il collasso economico totale sia almeno in qualche modo probabile, rispetto a solo il 38% dei democratici. Circa la metà dei repubblicani (48%) afferma che è probabile che il governo confischerà le armi da fuoco dei cittadini; solo il 17% dei democratici lo dice. I repubblicani sono anche più propensi dei democratici a credere che ci sarà un crollo totale della legge e dell’ordine (49% contro 31%) e che gli Stati Uniti saranno invasi da un paese straniero (41% contro 24%).

Mentre una quota simile di repubblicani e democratici crede che sia almeno in qualche modo probabile che gli Stati Uniti cesseranno di essere una democrazia nel prossimo decennio, c’è disaccordo su quale tipo di governo potrebbe sostituirlo. I democratici sono leggermente più propensi dei repubblicani a dire che gli Stati Uniti saranno una dittatura fascista (37% contro 32%). I repubblicani, d’altra parte, sono tre volte più propensi dei democratici a dire che sarà una dittatura comunista (31% contro 13%).

In termini di possibilità di una guerra civile, i repubblicani sono più propensi dei democratici a credere che ce ne sarà una tra i membri di ciascun partito (45% contro 35%) o tra persone provenienti da stati rossoblù (36% contro 30%) . I democratici sono leggermente più propensi dei repubblicani a credere che ci sarà una guerra tra poveri e ricchi (37% contro 25%) o tra città e aree rurali (23% contro 20%). Democratici e repubblicani hanno la stessa probabilità (31%) di aspettarsi una guerra civile tra gruppi razziali.

[…] Il governo sarebbe in grado di difendersi da una rivolta armata dei cittadini? Gli americani hanno il doppio delle probabilità di credere che l’esercito e le forze dell’ordine prevarrebbero contro i ribelli armati (51%) rispetto a quanto affermano che fallirebbero (26%). Mentre repubblicani e indipendenti hanno aspettative simili sulla questione, i democratici sono molto più ottimisti sulle prospettive del governo: il 68% afferma che l’esercito e le forze dell’ordine hanno almeno una certa probabilità di avere successo, rispetto al 44% di repubblicani e indipendenti.

A giudicare dalle azioni del regime di Biden, si aspettano chiaramente che si verifichi uno scenario apocalittico simile poiché stanno già gettando le basi per dichiarando che tutta la loro opposizione politica è costituita da estremisti bianchi e terroristi interni.

I nostri padroni globalisti preferirebbero iniziare una guerra civile in America piuttosto che concedere al popolo americano qualsiasi concessione politica.



Source link

Il capo del DHS afferma che la più grande minaccia terroristica sono gli americani radicalizzati dalle “narrazioni online”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


La demonizzazione degli americani è continuata nell’anniversario dell’11 settembre, quando il capo del DHS Alejandro Mayorkas ha suggerito che la più grande minaccia terroristica fosse “gli estremisti domestici” radicalizzati da “false narrazioni propagate su piattaforme online”.

Il segretario per la sicurezza interna ha fatto i commenti durante un’apparizione su MSNBC.

Parlando da ground zero a New York, Mayorkas ha affermato che “il panorama delle minacce si è evoluto notevolmente negli ultimi 20 anni” e che il terrorismo straniero è ora passato in secondo piano rispetto all’estremismo interno.

“Stiamo assistendo a una minaccia emergente, ovviamente, negli ultimi anni dell’estremismo violento domestico”, ha affermato il capo del DHS.

“L’individuo qui negli Stati Uniti si è radicalizzato alla violenza da un’ideologia terroristica straniera, ma anche da un’ideologia di odio, sentimenti anti-governativi, false narrazioni propagate su piattaforme online, persino rimostranze personali”, ha aggiunto.

Come Chris Menahan mette in risaltoMayorkas ha usato un pennello piuttosto ampio quando si tratta di definire quale comportamento si qualifica come “estremismo domestico”.

“Mayorkesi disse l’anno scorso che gli estremisti bianchi sono la più grande minaccia per l’America e mettere fuori avvisi terroristici che dipingono gli oppositori dei blocchi covid e persone che non si fidano il regime di Biden come potenziali terroristi interni”.

Come abbiamo precedentemente evidenziatoil senatore democratico Mark Warner ha usato il 21° anniversario dell’11 settembre per paragonare in modo assurdo i terroristi che hanno attaccato le torri gemelle e il Pentagono agli “insorti” entrati in Campidoglio il 6 gennaio.

Forse Alejandro Mayorkas ha una brutta memoria.

Tra la metà e la fine degli anni ’90, l’amministrazione Clinton divenne ossessionata dall’estremismo interno e pubblicizzò regolarmente la sua minaccia come un modo per demonizzare i conservatori. Poi è successo l’11 settembre.

Non è cambiato molto, vero?

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Source link

Gli americani continuano ad accumulare sempre più debiti

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


I consumatori americani continuano a far fronte prezzi in rialzo e sostenere l’economia in crisi usando le loro carte di credito.

Il debito totale dei consumatori è aumentato di altri $ 23,8 miliardi a luglio, raggiungendo un record di $ 4,644 trilioni, secondo gli ultimi dati della Federal Reserve.

Su base annua, il debito dei consumatori è aumentato del 6,2%, in leggera moderazione rispetto agli ultimi mesi, poiché l’IPC si è raffreddato grazie al calo dei prezzi dell’energia.

I dati sul debito dei consumatori della Federal Reserve includono il debito della carta di credito, i prestiti agli studenti e i prestiti automobilistici, ma non tengono conto del debito ipotecario. Quando includi i mutui, i consumatori statunitensi sono sepolti sotto oltre 16,2 trilioni di dollari di debiti.

Il credito al consumo è cresciuto in media di 30 miliardi di dollari al mese nei primi sette mesi dell’anno.

Gli americani stanno bruciando la loro plastica per sbarcare il lunario. Il credito revolving, che riflette principalmente il debito della carta di credito, è aumentato di altri 10,9 miliardi di dollari, con un aumento annuo dell’11,6%. Per metterlo in prospettiva, l’aumento annuale nel 2019, prima della pandemia era del 3,6%. È abbastanza chiaro che con i soldi degli incentivi ormai lontani, gli americani si sono rivolti alla plastica per sbarcare il lunario mentre i prezzi continuano a salire alle stelle.

Il debito rotativo ora è di 1.137 trilioni di dollari, al di sopra del record pre-pandemia.

Gli americani, in generale, hanno tenuto le loro carte di credito nei portafogli e pagato i saldi al culmine della pandemia nel 2020. Questo è il comportamento tipico dei consumatori durante una recessione economica e la tendenza è stata ancora più pronunciata con i controlli sugli stimoli pandemici. I saldi delle carte di credito erano oltre $ 1 trilione quando è iniziata la pandemia. Sono scesi al di sotto di quel livello nel 2020 con un calo dell’11,2%. Abbiamo assistito a piccoli aumenti nei saldi delle carte di credito a febbraio e marzo dello scorso anno quando è iniziata la ripresa, con un forte calo ad aprile quando è stata lanciata un’altra tornata di controlli sugli stimoli. Ma gli americani hanno ricominciato a prendere in prestito sul serio nel maggio 2021. Da allora, abbiamo assistito a un costante aumento del debito dei consumatori.

Non solo crescono i saldi delle carte di credito; i consumatori stanno cercando di trovare modi per prendere in prestito ancora di più. Secondo i dati della Fed, gli americani hanno aperto 233 milioni di nuovi conti con carta di credito nel secondo trimestre di quest’anno. Questo è stato il maggior numero di nuovi conti aperti in un solo trimestre dal 2008 – l’inizio della Grande Recessione.

I limiti aggregati sui conti delle carte di credito sono aumentati di $ 100 miliardi nel secondo trimestre e ora si attestano a $ 4,22 trilioni. Ciò riflette il più grande aumento in più di 10 anni.

Nel frattempo, i tassi di interesse medi delle carte di credito hanno eclissato il massimo record del 17,87% fissato ad aprile 2019. aliquote percentuali medie annue (APR) attualmente si attesta al 18,03%. Questo è in aumento rispetto al 17,5% di appena un mese fa.

La banca centrale dovrebbe aumentare i tassi di altri 50-75 punti base durante la riunione di settembre.

Questa è una cattiva notizia per gli americani che dipendono dal credito per pagare le bollette. Con i tassi di interesse in aumento, gli americani pagano interessi sempre più alti ogni mese con pagamenti minimi in aumento. Con ogni aumento del tasso di interesse della Federal Reserve, il costo del prestito aumenterà ulteriormente, mettendo ulteriormente a dura prova i consumatori americani.

Il credito non revolving ha segnato un forte balzo a luglio, aumentando di $ 12,9 miliardi, un balzo del 4,4% su base annua. Ciò include prestiti auto e prestiti agli studenti. Il credito totale non revolving è ora di 3.508 trilioni di dollari.

Per mesi, il mainstream ci ha detto che la massiccia crescita del debito era un segno di salute economica. Lo scorso mese, MarketWatch ha riferito: “La quantità di credito utilizzata dalle famiglie è vista come una buona finestra sulla forza dell’economia. I consumatori tendono a prendere in prestito di più quando i tempi sono buoni e a ridurre quando l’economia è debole”. Nel frattempo. Il presidente della Fed Jerome Powell continua a dircelo che “le famiglie hanno una forma finanziaria molto forte”. Con la crescita del debito che si sta leggermente moderando (sebbene ancora elevata), questo significa che l’economia sta diventando traballante?

Probabilmente non ascolterai quella narrativa dal mainstream. Ma qualsiasi rallentamento della spesa è una cattiva notizia per un’economia che fa affidamento sulle persone che acquistano cose. Naturalmente, il rallentamento dell’aumento del debito probabilmente riflette solo i prezzi dell’energia leggermente inferiori a luglio e non un reale cambiamento nella spesa dei consumatori.

La linea di fondo è che gli americani continuano a prendere in prestito a un tasso eccessivo perché non hanno nessun altro modo per sbarcare il lunario. Le persone non usano Visa per acquistare generi alimentari quando sono in una situazione finanziaria “molto forte”. I controlli di stimolo sono ormai lontani. I risparmi si stanno esaurendo. La persona media non ha altra scelta che tirare fuori la plastica. Naturalmente, questa non è una traiettoria sostenibile. Una carta di credito ha questa cosa scomoda chiamata limite.


Andrew Tate distrugge i censori ed espone la matrice in un’intervista potente



Source link

I campanelli d’allarme suonano mentre la seconda azienda di elettrodomestici più grande del mondo segnala un calo della domanda

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il produttore di elettrodomestici svedese Electrolux AB annunciato un programma di riduzione dei costi dopo aver segnalato un calo della domanda per i suoi elettrodomestici in Europa e negli Stati Uniti.

Il secondo produttore mondiale di elettrodomestici dopo Whirlpool ha dichiarato: “Si stima che la domanda del mercato di elettrodomestici di base in Europa e negli Stati Uniti nel terzo trimestre sia diminuita a un ritmo notevolmente accelerato rispetto al secondo trimestre, guidata dall’impatto di inflazione elevata sugli acquisti di beni di consumo durevoli e bassa fiducia dei consumatori”.

Ha osservato: “Gli elevati livelli di inventario dei rivenditori hanno amplificato l’impatto del rallentamento della domanda dei consumatori”.

Ricorda, c’è un enorme eccesso di scorte di beni di consumo presso i rivenditori.

Electrolux ha avvertito che una combinazione di catene di approvvigionamento intrappolate ha messo sotto pressione l’azienda, che dovrebbe registrare una perdita operativa ancora più significativa nel terzo trimestre.

“In combinazione con gli squilibri della catena di approvvigionamento che determinano significative inefficienze produttive e aumento dei costi, si prevede che gli utili del terzo trimestre del Gruppo diminuiranno in modo significativo rispetto al secondo trimestre 2022 escludendo anche il costo una tantum per uscire dal mercato russo. Ciò è stato guidato principalmente dall’Europa e dal Nord America. Si prevede che l’area di business Nord America riporterà una perdita operativa nel terzo trimestre che supererà la perdita del secondo trimestre”.

Il calo della domanda dei consumatori, l’aumento delle scorte dei rivenditori e le crescenti perdite per l’azienda svedese hanno costretto il suo consiglio di amministrazione ad “avviare un programma di riduzione dei costi a livello di gruppo che affronti sia i costi variabili che quelli strutturali”. Electrolux ha spiegato di più sulle riduzioni dei costi:

“Il programma, che parte subito, si concentrerà sulla riduzione dei costi variabili, con particolare attenzione all’eliminazione delle inefficienze di costo nella nostra filiera e produzione. Le riduzioni dei costi strutturali avverranno principalmente in Europa e Nord America e includeranno misure di definizione delle priorità ed efficienza sfruttando i recenti cambiamenti organizzativi entrati in vigore il 1° luglio. Le misure includono l’aumento della produttività nelle operazioni, nonché l’ottimizzazione del portafoglio di ricerca e sviluppo, l’amministrazione, le attività di vendita e marketing .”

Le prospettive negative per Electrolux inizialmente hanno fatto scendere le azioni del 7%, ma da allora hanno recuperato la maggior parte delle perdite alla fine della sessione europea.

Il CEO di Electrolux, Jonas Samuelson, ha affermato che la fiducia dei consumatori dovrebbe rimanere depressa in Europa, aggiungendo: “Penso che le persone manterranno i loro portafogli abbastanza duramente”. Lo stesso è probabilmente vero negli Stati Uniti: i consumatori hanno rinunciato all’acquisto di beni durevoli e si sono concentrati sull’acquisto di prodotti di base poiché l’inflazione più alta degli ultimi decenni ha inviato una crescita salariale profondamente negativa per più di un anno. Le famiglie su entrambe le sponde dell’Atlantico stanno lottando.

Alex Jones e Andrew Tate, due degli uomini più censurati del pianetadiscuti di come hanno aggirato la de-platform e cosa accadrà dopo nella tirannia della matrice The Great Reset.



Source link