Archivi tag: perché

I problemi della catena di approvvigionamento persisteranno perché il sistema viene sabotato


In un recente intervista a Bloombergil vicepresidente esecutivo di UPS ha affermato che la “regionalizzazione” della catena di approvvigionamento è fondamentale per la stabilità economica con l’espandersi dei conflitti geopolitici.

La parola “regionalizzazione” è fondamentalmente una parola in codice per descrivere il decentramento, un concetto in cui ovviamente il rappresentante di UPS non ha voluto tuffarsi direttamente. Quasi tutti gli esperti commerciali e gli addetti ai lavori del settore stanno ammettendo che i problemi della catena di approvvigionamento persisteranno nel prossimo futuro, e alcuni stanno anche iniziando ad ammettere (in modo indiretto) che i modelli di produzione e commercio localizzati sono la chiave per la sopravvivenza.

Questo è qualcosa che io e molti altri economisti alternativi abbiamo stato parlando per un decennio o più. La dinamica globalista dell’interdipendenza è un disastro in attesa di accadere, e ora sta accadendo. Senza l’estrazione decentralizzata di materie prime, la produzione locale, i beni di provenienza locale, la produzione alimentare locale e le reti commerciali integrate a livello locale non può esserci una vera stabilità. Tutto ciò che serve perché il sistema imploda sono uno o due eventi di crisi e la capacità dell’economia di soddisfare la domanda pubblica ristagna. Il sistema non si ferma completamente, ma lentamente si avvizzisce e si degrada.

La guerra in Ucraina è stata il capro espiatorio negli ultimi mesi per le interruzioni della catena di approvvigionamento, ma questi problemi sono iniziati molto prima. Anni di stimolo della banca centrale e creazione di moneta legale hanno innescato l’inevitabile frana di inflazione/stagflazione di cui gli economisti alternativi hanno messo in guardia.

L’inflazione dei prezzi contribuisce direttamente al calo della produzione e alle interruzioni della catena di approvvigionamento perché i costi aumentano continuamente per i produttori. Inoltre, i salari dei lavoratori non possono tenere il passo con l’aumento dei prezzi, spingendo molti dipendenti a licenziarsi e cercare lavoro altrove, o tentare di vivere grazie al benessere del governo. Tutto ciò porta a una minore offerta oa una produzione più lenta e quindi a prezzi ancora più elevati.

Avevamo ragione, i media mainstream avevano torto (o hanno mentito).

Il collaboratore del New York Times Paul Krugman ha affermato che “nessuno se ne aspettava” quando è stato recentemente costretto ad ammettere di essere stato sbagliato sull’inflazione. Questa è la stessa cosa che gli economisti di MSM hanno detto dopo il crollo del credito del 2008. Era una bugia allora ed è una bugia ora. Molte persone lo videro arrivare; siamo stati ripetendo i nostri avvertimenti per anni, ma non volevano ascoltare o non volevano che fossimo ascoltati.

Krugman è forse l’economista/propagandista peggiore e più arrogante degli Stati Uniti e, sebbene abbia riconosciuto tardivamente la minaccia dell’inflazione e della catena di approvvigionamento dopo aver sostenuto negli ultimi due anni che fosse “transitoria”, ora afferma che gli indicatori di recessione tradizionalmente accettati “non importa” più e che non c’è flessione. Quante volte questo ragazzo può essere dimostrato ignorante e continuare a mantenere il suo lavoro?

È questo tipo di disinformazione che tiene il pubblico all’oscuro di ciò che sta per accadere. Forse è a causa della stupidità e dell’ego, o forse è un tentativo deliberato di mantenere la popolazione docile (dico che è deliberato), ma in entrambi i casi il popolo americano è messo in grave pericolo quando si tratta della falsa narrativa sull’inflazione e la filiera. Più a lungo sono portati a credere che il disastro andrà semplicemente via da solo, meno tempo avranno per prepararsi.

La conclusione è questa: le cose andranno solo peggio da qui in poi. Forse lentamente, o forse rapidamente a seconda di una manciata di fattori.

La maggior parte del mondo in questo momento è concentrata su Taiwan e sulle persistenti minacce di invasione della Cina. Il piano ampiamente pubblicizzato di Nancy Pelosi di visitare la nazione insulare (sì, il PCC, è una nazione) è un bizzarro atto di non discrezione che è chiaramente inteso a istigare tensioni più ampie tra Stati Uniti e Cina. Perché Pelosi dovrebbe farlo adesso? Beh, non lo sta facendo da sola e di certo non è la demenza confusa con l’idea di Joe Biden. Ci sono chiaramente altre mani e altri interessi coinvolti.

Gli Stati Uniti riforniscono circa il 20% dei loro prodotti al dettaglio dalla Cina, nonché gran parte delle loro forniture mediche. Più preoccupante però è quello della Cina vicino al monopolio sui metalli delle terre rare che sono parte integrante di numerosi componenti elettronici. Inoltre, c’è una minaccia all’apice, che è la Cina che scarica trilioni di titoli del tesoro statunitensi e detenendo dollari e ponendo virtualmente fine allo status di riserva mondiale del dollaro.

Questo non vuol dire che la Cina sia in un’ottima posizione finanziaria: anche loro sono sull’orlo della crisi del debito, il che mi indica che invaderanno davvero Taiwan (e forse altre regioni) come mezzo per espandere i propri confini e consolidare le risorse . Con miliardi di persone da sfamare e controllare, la tentazione per il PCC di cercare la conquista militare è alta. Se lo faranno, lo sarà presto, entro i prossimi due mesi, quando il tempo nello Stretto di Taiwan sarà ottimale per le operazioni navali.

La crisi della catena di approvvigionamento accelererà fino all’inverno poiché la stagflazione persiste. L’inflazione dei prezzi rimarrà alta. Gli Stati Uniti sono infatti ufficialmente in recessione oggi. Due consecutivi stampe negative del PIL È una recessione, questo è un fatto che nessuno può cambiare, inclusi Joe Biden, Paul Krugman o Wikipedia. La realtà non risponde a queste persone. Il sistema si sta rompendo e alcune persone ne traggono grande beneficio.

Un conflitto regionale con la Cina in aggiunta alla guerra in Ucraina potrebbe essere la perfetta cortina fumogena per un collasso finanziario e della catena di approvvigionamento che sarebbe comunque avvenuto. Ma quando i media mainstream parlano di fattori scatenanti e colpevoli, non menzioneranno mai le banche centrali e la corruzione politica, parleranno solo di Russia e Cina.

Come ho notato in passato, il Agenda del “Grande Reset”. del WEF, del FMI, della BRI e di altre organizzazioni globaliste richiede un’ampia destabilizzazione dell’ordine esistente. In altre parole, hanno bisogno di una demolizione controllata di alcuni pilastri dell’economia. Per spaventare il pubblico facendogli accettare nuovi modelli collettivisti e autoritari come l'”Economia Condivisa” (dove non possiedi niente e ti piace), avranno bisogno di un disastro grande e semicaotico. Le persone dovrebbero essere minacciate dalla perdita della certezza dell’approvvigionamento e dovrebbero essere insicure ogni giorno su dove potranno ottenere i beni di cui hanno bisogno quando ne hanno bisogno.

Questo livello di incertezza guida le richieste di soluzioni e i globalisti saranno lì per offrire i loro obiettivi pre-pianificati e “salvare la giornata”.

In generale, l’inflazione e la carenza portano al controllo dei prezzi, al razionamento del governo, agli “aiuti” del governo con vincoli (Universal Basic Income) e alla fine alla nazionalizzazione di tutta la produzione, nonché al tentativo di confisca delle forniture a persone che si sono preparate in anticipo. La ridistribuzione sarà il nome del gioco. Forse non quest’anno, forse non il prossimo, ma abbastanza presto.

I limitati richiami aziendali per la “regionalizzazione” sono troppo poco e troppo tardi, così come gli aumenti dei tassi di interesse della Federal Reserve sono troppo poco e troppo tardi. Lo sanno tutti e non gli importa. Queste azioni sono progettate solo per far sembrare che abbiano cercato di salvare il sistema in modo da negare il loro coinvolgimento nella crisi.

La stagflazione e la carenza della catena di approvvigionamento diventeranno le questioni onnicomprensive della nostra era. Saranno termini di cui si parla quotidianamente a ogni tavola in America e probabilmente in gran parte del mondo. Questi sono pericoli che sono stati ampiamente previsti dai media della libertà con largo anticipo. NON sono una sorpresa. E ci sono molte istituzioni, aziende e governo, che avrebbero potuto fare qualcosa al riguardo, ma hanno scelto di non farlo. È importante che le persone accettino il fatto che questa crisi non è un prodotto della stupidità; è un prodotto di motivazioni e intenzioni dannose.


ESCLUSIVA ROTTURA! Alex Jones risponde al verdetto di Sandy Hook da 4,2 milioni di dollari

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Pelosi afferma che la Cina è arrabbiata perché è una donna



Nancy Pelosi ha assurdamente iniettato la politica dell’identità nella controversia sulla sua visita a Taiwan, affermando che la Cina era arrabbiata per il viaggio perché è una donna.

Sì davvero.

Pelosi è arrivato a Taiwan nonostante gli avvertimenti della Cina che rappresenterebbe una violazione della sovranità cinese, con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi che afferma: “Coloro che giocano con il fuoco non andranno a buon fine e coloro che offendono la Cina saranno puniti”.

Pechino ha risposto alla visita dando il via alle sue più grandi esercitazioni militari nei mari intorno a Taiwan.

Tuttavia, durante una conferenza stampa, il presidente della Camera ha suggerito che il vero motivo per cui la Cina era pazza era dovuto alla sua misoginia interiorizzata.

“Hanno fatto un gran clamore perché io sono l’Oratore, suppongo. Non so se fosse una ragione o una scusa perché non hanno detto niente quando sono arrivati ​​gli uomini”, ha detto Pelosi.

Pelosi ha anche sottolineato come sia stata “la prima donna presidente della Camera a incontrare la prima donna presidente di Taiwan”.

Nel frattempo, mentre Pelosi si vanta del suo genere biologico, la Cina sta intensificando la sua risposta alla sua visita.

Gli esperti avvertono che le più grandi esercitazioni militari a fuoco vivo di Pechino intorno a Taiwan potrebbero sfociare in una guerra.

La Cina ha anche fatto volare droni militari su Taiwan e gli hacker hanno attaccato il suo sito web del ministero della Difesa.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché gli agenti dell’IRS hanno bisogno di $ 700.000 in munizioni?


La rappresentante Lauren Boebert (R-Colo.) ha messo in dubbio il motivo per cui l’Internal Revenue Service (IRS) ha bisogno di munizioni per un valore di $ 700.000 per i suoi agenti e perché devono essere armati per cominciare.

“L’Internal Revenue Service ha acquistato quasi $ 700.000 di munizioni all’inizio di quest’anno, il che pone le domande, perché i loro agenti hanno bisogno di armi per fare il loro lavoro e contro chi stanno armando i loro agenti l’IRS?” ha twittato mercoledì.

Il repubblicano del Colorado si riferisce ai dati di usaspending.gov che tiene traccia degli acquisti di munizioni dell’IRS, uno schema “bizzarro” portato per la prima volta all’attenzione dal rappresentante Matt Gaetz (R-Fla.) a giugno.

“Si teme che questo faccia parte di uno sforzo più ampio per far sì che qualsiasi entità del governo federale acquisti munizioni per ridurre la quantità di munizioni in fornitura, rendendo allo stesso tempo più difficile produrre munizioni”, Gaetz ha sostenuto.

L’ipotesi di Gaetz non è priva di pregio.

Durante il mandato dell’ex presidente Barack Obama, diverse agenzie federali avevano acquistato quantità esorbitanti di munizioni dopo che la sua legislazione sul controllo delle armi era fallita al Congresso nel 2013.

Ad esempio, il Aveva il Dipartimento per la sicurezza interna accumulato 1.6 miliardi turni di munizioni calibro .40 e 9 mm, sufficienti per perseguire una guerra di 24 anni basata sulla quantità di munizioni spese durante l’apice della guerra in Iraq.

Ma quella era solo la punta dell’iceberg.

“Il servizio di ispezione sanitaria degli animali e delle piante ha speso 4,77 milioni di dollari per l’acquisto di fucili, fucili calibro 7,62 mm, occhiali per la visione notturna, cannoni a propano, esplosivi liquidi, forniture pirotecniche, pallettoni, cannoni a gas GPL, droni, elicotteri telecomandati, telecamere termiche, militari cannocchiali a infrarossi termici impermeabili e altro ancora,” pensatore americano segnalato.

“Lo SBA [Small Business Administration] caricato i loro arsenali con pistole Glock. I Fish hanno speso circa $ 410.000 per le loro Glock e fucili e hanno modificato le loro Glock con silenziatori. Il Dipartimento della salute e dei servizi umani è stato dotato di sofisticate armi normalmente trasportate dalle forze speciali, conservate in un luogo sconosciuto”.

La lista continua:

  • Dipartimento dell’Energia: fucili completamente automatici M-16 per un valore di circa $ 50.000
  • Amministrazione dei servizi generali: circa $ 16.000 in fucili e Glock
  • Bureau of Reclamations: circa $ 697.000 per armi da fuoco e munizioni
  • EPA: quasi $ 70.000 per le munizioni
  • Smithsonian: circa $ 42.500 per le munizioni
  • Previdenza sociale: circa $ 61.000 per le munizioni
  • $ 426.268 su proiettili a punta cava, compresi gli ordini del servizio forestale, del servizio del parco nazionale, dell’ufficio dell’ispettore generale, dell’ufficio dei servizi fiscali, nonché della Drug Enforcement Administration, dei marescialli degli Stati Uniti e dell’immigrazione e delle forze dell’ordine degli Stati Uniti. Gli ultimi tre, certo, ma il servizio forestale, il servizio del parco nazionale e l’ufficio dell’ispettore generale?
  • Bureau of Engraving and Printing: circa $ 100.000 sulle armi da fuoco
  • Zecca USA: quasi $ 180.000 per le munizioni
  • Bureau of Fiscal Services: circa $ 672.000 su munizioni e armi da fuoco
  • Dipartimento dell’Agricoltura: 1,1 milioni di dollari per armi e munizioni

Le preoccupazioni di Boebert arrivano come il L’IRS dovrebbe ricevere 80 miliardi di dollari dai contribuenti per aumentare la sua capacità di controllare le piccole imprese come parte della massiccia fattura di spesa di Joe Biden chiamata ironicamente “Inflation Reduction Act”.




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I giornalisti chiedono ancora una volta di sapere perché il dottore di Biden si sta nascondendo


I giornalisti alla Casa Bianca per il secondo giorno consecutivo hanno chiesto di sapere perché il medico di Joe Biden si rifiuta di presentarsi davanti a loro e rispondere a domande sulla sua salute, infrangendo un precedente stabilito da ogni altro presidente prima di lui.

Biden si è rintanato in isolamento, presumibilmente a causa del COVID, alla Casa Bianca, ma i giornalisti stanno diventando frustrati dalla mancanza di sforzi dell’amministrazione per aggiornarli.

Il coordinatore della risposta al COVID-19 Ashish Jha ha subito il peso maggiore del contraccolpo lunedì con i rapporti di Fox News, The New York Times, CBS News e Newsmax che chiedono tutti perché il medico della Casa Bianca colonnello Kevin O’Connor non si vede da nessuna parte.

Il corrispondente della CBS News Radio dalla Casa Bianca Steven Portnoy ha chiesto “perché il medico personale del presidente non è qui? Conoscete un motivo? Il presidente ha deciso di non inviare qui il suo medico per rispondere alle nostre domande nel modo in cui i suoi predecessori hanno deciso di inviare qui i loro medici?

Jha ha tentato di spazzare via l’argomento, affermando che i giornalisti hanno “sentito ogni giorno dal medico del presidente attraverso il resoconto dettagliato della sua valutazione, del suo piano”.

Portnoy ha insistito, tuttavia, affermando “Perdonami. C’è una storia qui in questa stanza di medici del Presidente che stanno qui a rispondere alle domande e, in parte, è perché alcuni dei tuoi colleghi nella professione medica hanno domande e ci hanno chiesto di porre quelle domande sul motivo per cui il medico del Presidente ha ordinato lui a smettere di prendere Crestor & Eliquis.

Portnoy ha continuato: “Hai fatto del tuo meglio per comunicare la risposta che ha dato il medico del presidente. Ma conoscete il motivo per cui il Presidente ha deciso di non mandare il suo medico a rispondere alle domande?

Ancora una volta, non c’era risposta:

Peter Doocy di Fox News ha continuato la linea di domande, chiedendo “è questa una situazione in cui il dottor O’Connor non vuole venire a parlare della salute del presidente o in cui il presidente non vuole che il dottor O’Connor parli della sua Salute?”

Ancora una volta Jha non ha avuto una risposta, affermando invece che né O’Conner né Biden hanno detto che non vogliono che il dottore appaia.

Cosa nascondono?

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I medici ammettono di non avere idea di cosa causi la depressione o perché gli antidepressivi “funzionano”



Harrison Smith di Il Giornale Americano analizza le recenti rivelazioni bomba sulla depressione e gli “squilibri chimici” che stanno attualmente scuotendo Big Pharma e cambieranno per sempre l’intero campo della psichiatria.

Da non perdere:

L’incontro sul campo dei vaccini

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Scopri perché il NY Times ha pubblicato un soffio sul presunto 6 gennaio Provocateur Ray Epps



Dr. Darren Beattie di Revolver.news si unisce Lo spettacolo di Alex Jones per scomporre come il recente Il pezzo di NYT su Ray Epps protegge la narrativa ufficiale dell’establishment della protesta del 6 gennaio.

“La storia di Ray Epps non torna”, ha detto Beattie a Jones giovedì. “Per arrivare di fronte a questo, penso questo [NYT puff piece] è il lancio di una massiccia campagna di controllo dei danni che tenterà di fare qualsiasi menzione di Ray Epps in qualsiasi contesto che contraddica la narrativa ufficiale così tossica da diventare impossibile.

“Ray Epps è la pistola fumante dell’intera ‘Fedsurrection'”, ha continuato Beattie. “Se si scopre che Ray Epps non era un attore autentico quel giorno, ma piuttosto stava recitando secondo un piano che gli era stato dato da qualche terza parte… l’intera narrativa dell’establishment il 6 gennaio crolla in un colpo solo”.

Guarda e condividi l’intervista esplosiva completa di seguito:

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Dov’è la lista?” – Il combattente UFC chiede perché i pedofili Ghislaine Maxwell non vengono rivelati


Il combattente dell’UFC Israel Adesanya si è chiesto perché non ci sia stato alcuno sforzo visibile per esporre o rivelare i nomi dei pedofili associati a Ghislaine Maxwell o Jeffrey Epstein.

“Ghislaine Maxwell è stata messa via per 20 anni”, ha osservato l’artista marziale misto con sede in Nigeria noto come “The Last Stylebender” durante un evento di peso per l’UFC 276 di sabato.

“Quindi stava fornendo bambini per tutti questi fottuti pedoni, giusto? Dov’è la lista?” chiese il combattente schietto di MMA.

Ha continuato ad essere d’accordo con un giornalista che ha notato che il processo Amber Heard e Johnny Depp ha ricevuto assurdamente più copertura mediatica rispetto al caso di Maxwell.

“Quindi l’elenco di politici, attrici e attori di cui si è parlato”, ha continuato, “viene semplicemente spazzato via sotto il tappeto? Non hanno tempo per scopare davvero quei ragazzi?”

IMPARENTATO: Black UFC Fighter difende Rogan per l’ingannevole modifica di N-Word: “Questo è il mio negro, fanculo il rumore”

I commenti del combattente UFC arrivano come Rep. Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) all’inizio di questa settimana ha chiesto un’indagine del Congresso nell’elenco delle persone potenti incluse nell’elenco dei clienti di Maxwell, oltre a qualsiasi possibile collegamento con la Clinton Foundation.

L’incontro del campione dei pesi medi con il combattente americano di MMA Jared Cannonier è uno dei combattimenti per il titolo sul carta principale sabato all’arena T-Mobile di Las Vegas.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

Il campione UFC riceve una chiamata dal presidente Trump dopo la lotta per il titolo

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il presidente brasiliano Bolsonaro afferma di aver rifiutato il vaccino contro il Covid perché aveva un’immunità naturale e temeva possibili effetti collaterali



Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro afferma di essersi rifiutato di fare un vaccino Covid perché aveva già acquisito l’immunità naturale ed era anche diffidente nei confronti dei possibili effetti collaterali.

Parlando con il conduttore di Fox News Tucker Carlson, il leader sudamericano ha delineato il suo processo di pensiero prima di prendere la decisione di non prendere il jab sperimentale di mRNA, dicendo che non ne aveva bisogno dopo aver acquisito l’immunità naturale in seguito all’infezione.

“Quando il virus ha colpito fortemente nel marzo 2020, le persone hanno iniziato a cercare il vaccino, ovviamente, contro il virus e io ho cercato farmaci perché abbiamo iniziato a vedere un aumento dei casi”.

Qualcuno che contrae il virus come ho fatto io, il vaccino non aiuta. Non prendi un vaccino se sei già stato contaminato. Il vaccino sarebbe innocuo. Dovresti piuttosto prendere le medicine”.

“In Brasile ho studiato la questione. Ho chiamato altri paesi, tra cui l’Africa subsahariana e i medici brasiliani, perché c’erano persone là fuori che non hanno preso il virus, o quando hanno preso il virus, il virus non era abbastanza forte da mandarli in ospedale o uccidili.”

Il presidente brasiliano ha anche discusso di come i media mainstream abbiano attaccato trattamenti alternativi e protocolli di trattamento precoci e invece abbiano promosso singolarmente il vaccino, forse a scapito della popolazione brasiliana.

“In Brasile abbiamo assistito all’emergere di due farmaci che hanno iniziato ad essere ampiamente utilizzati. Io stesso li ho presi quando sono stati contaminati, ma la pressione globale in tutto il mondo dai media, dalle aziende farmaceutiche, erano tutti contrari al trattamento precoce. Si sono concentrati sul vaccino”.

Inoltre, Bolsonaro ha affermato di essere cauto nel prendere il jab dopo che le aziende farmaceutiche hanno chiesto l’immunità dalla responsabilità di eventuali effetti collaterali derivanti dall’uso dei loro prodotti; tuttavia, i legislatori nel suo paese hanno provveduto a concedere l’immunità ai giganti farmaceutici.

“Ho letto anche il contratto di Pfizer e una delle clausole diceva: ‘Non ci assumeremo alcuna responsabilità per qualsiasi effetto collaterale derivante dal vaccino'”, ha detto a Tucker.

“Mi sono preoccupato per questo … e il Congresso in Brasile ha deciso di votare e approvare un atto legislativo in cui si afferma che la Pfizer, o qualsiasi altra azienda farmaceutica, non si sarebbero assunte la responsabilità per alcun effetto collaterale derivante dal vaccino”.

Bolsonaro afferma di essere inoltre preoccupato per l’ammissione della FDA statunitense che diversi effetti collaterali potrebbero derivare dall’assunzione del jab.

“Avevamo anche informazioni, tra cui dalla FDA statunitense è probabile che emergano diversi effetti collaterali quest’anno o l’anno prossimo nel prossimo futuro”, ha detto.

“La preoccupazione menzionata da molti medici era che le persone che erano state infettate dal virus fossero già immuni e non dovevano prendere il vaccino. Questo era il mio caso, ecco perché non ho fatto il vaccino.

Nonostante l’acquisto di vaccini per paurosi brasiliani, Bolsonaro afferma di non aver imposto mandati sui vaccini perché apprezza la libertà individuale.

“Ho acquistato vaccini per tutti i brasiliani. Non ho chiesto che le persone fossero vaccinate. Ho rispettato la libertà individuale. Ognuno era libero di vaccinare o meno. Credo che circa il 20% della popolazione brasiliana abbia deciso di non prendere il vaccino”.

Bolsonaro dice di aver puntato i piedi sulla questione dopo essere stato spinto dalla parte avversa nel suo paese a prendere il vaccino.

“La sinistra era così preoccupata di portarmi via dall’incarico che volevano che prendessi il vaccino, e io ho detto: ‘Bene, lasciami morire, lasciami morire allora e scegli la mia politica’”.

Il presidente attribuisce la colpa di molti decessi avvenuti nel suo paese ai piedi dei media mainstream per aver demonizzato i protocolli di trattamento precoce che avrebbero potuto salvare vite umane.

“E sulla base degli studi che abbiamo al di fuori del Brasile molti decessi avrebbero potuto essere evitati se non ci fosse stata così tanta pressione da parte dei media mainstream contro il trattamento precoce,” Egli ha detto.

Bolsonaro ha anche discusso dell’invio di un team di esperti in Israele per indagare e possibilmente acquistare un trattamento spray nasale che sembrava essere efficace, tuttavia, l’accordo non si è mai concretizzato.

“Sono stato molto criticato e non siamo stati in grado di fare progressi in quella negoziazione”, ha detto.

Studi successivi hanno suggerito che i trattamenti con spray nasale fossero altamente efficaci contro Covid-19.

“Il mese scorso, una grande azienda brasiliana ha pubblicato un articolo in cui indicava che gli spray nasali sono attualmente una soluzione di grande successo contro il Covid oggi”, ha affermato.

“Sei tecnicamente autorizzato, ovviamente, a prendere un vaccino sperimentale come era il caso in passato, ma non lo spray nasale?” chiese retoricamente a Tucker.

Alla domanda sul motivo per cui il congresso brasiliano consentirebbe a Pfizer e ad altre società farmaceutiche di avere una protezione dalla responsabilità dagli effetti collaterali dei propri farmaci, Bolsonaro ha affermato che è stato un errore di cui si rammarica e che i trattamenti alternativi potrebbero aver salvato molte vite con il senno di poi.

“La popolazione era inorridita, era disperata e impaurita dal virus, in particolare la popolazione anziana che aveva anche una sorta di malattia o comorbilità, per cui il Congresso ha deciso di approvare una legge in tal senso. Ce ne rammarichiamo davvero perché oggi con il senno di poi vediamo negli studi condotti al di fuori del Brasile che forse due terzi dei decessi avrebbero potuto essere evitati in Brasile e nel mondo”.

Ha continuato discutendo di come in passato l’efficacia di molti farmaci fosse stata scoperta per caso e ha spiegato che questo avrebbe potuto essere il caso dell’ivermectina e dell’idrossiclorochina, tuttavia la pressione dei giganti farmaceutici era troppo grande.

«Voglio dire, prendi l’Africa subsahariana. Nell’Africa subsahariana, assumono ivermectina per combattere la cecità da fiume e idrossiclorochina per combattere la malaria e poiché il numero di decessi era molto basso e l’HDI era piuttosto basso, il più basso al mondo, la conclusione naturale era che quei farmaci potevano in qualche modo aiutano anche a combattere il virus e i suoi effetti”.

“Ci rammarichiamo per la pressione che è avvenuta e forse a causa del potere economico delle aziende farmaceutiche sono andate avanti e hanno investito nei vaccini. E oggi vedi persone che hanno preso la terza, la quarta dose di vaccino e contraggono ancora il virus e muoiono”.

“In Brasile una parte considerevole della popolazione non ha voluto prendere i booster. Capisco che sia un loro diritto. Sostengo la libertà individuale”, ha detto.

“Come ho detto prima, ci dispiace, ci rammarichiamo per tutti i decessi, ma credo che molti decessi avrebbero potuto essere evitati attraverso un trattamento precoce”.

Bolsonaro ha detto a Tucker che crede che il virus provenga da un laboratorio in Cina e ha rimproverato altri leader mondiali per aver usato la paura del virus come mezzo per imporre blocchi e altre misure tiranniche.

“Sembrerebbe che il Covid abbia dimostrato di interessare molte persone nel mondo. Molti capi di stato hanno finito per imporre la loro volontà e hanno sentito un assaggio di dittatura”, ha detto, aggiungendo che diversi funzionari brasiliani hanno anche imposto mandati tirannici senza alcuna responsabilità.

In quest’epoca di tirannici mandati vaccinali, è davvero piacevole vedere un leader mondiale che non ha paura di esprimere i suoi sentimenti nei confronti del vaccino sperimentale e che rispetta la libertà individuale.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

Il figlio del presidente Bolsonaro parla con Infowars del risveglio globale



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I fact Checker richiedono ai concorrenti di censura di YouTube perché nessuno guarda i loro contenuti


I “fattori di verifica” chiedono a YouTube di censurare più video per “disinformazione”, con uno dei motivi che nessuno sta guardando i loro contenuti.

Bene, questo è imbarazzante.

La richiesta di censura è stata avanzata durante il GlobalFact 9, una conferenza di verifica dei fatti organizzata dall’International Fact-Checking Network (IFCN).

“In qualità di rete internazionale di organizzazioni di verifica dei fatti, monitoriamo come si diffondono le bugie online e ogni giorno vediamo che YouTube è uno dei principali canali di disinformazione e disinformazione online in tutto il mondo. Questa è una preoccupazione significativa nella nostra comunità globale di verifica dei fatti”, ha scritto in precedenza l’IFCN in una lettera a YouTube.

Durante la conferenza stessa, Angie Drobnic Holan, caporedattore di PolitiFact, si è lamentata del fatto che i gruppi di verifica dei fatti stanno lottando perché nessuno è interessato a guardare i loro contenuti.

“YouTube non sembra raccogliere informazioni accurate e credibili nei suoi algoritmi. Abbiamo avuto molta esperienza con YouTube nella realizzazione di video di contenuti di verifica dei fatti. Non sembra andare molto bene,” Holan. “Penso che la maggior parte delle testate giornalistiche sia estremamente frustrata dalla tua piattaforma”, ha aggiunto.

In altre parole, a nessuno importa dei contenuti noiosi e iper-partigiani pubblicati da gruppi di dubbia verifica dei fatti, quindi la loro competizione di maggior successo deve essere censurata!

Brandon Feldman di YouTube ha risposto assicurando al gruppo che stava facendo di più per elevare “fonti autorevoli”.

Su YouTube, questo si manifesta sotto forma di contenuti delle principali reti di notizie e istituzioni del regime che appaiono in cima ai risultati di ricerca, con narrazioni dissenzienti sepolte in fondo all’elenco, se appaiono del tutto.

Ma a quanto pare, nemmeno questo è sufficiente.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, il co-fondatore di una delle principali organizzazioni mondiali di “controllo dei fatti”, che si presenta come un’autorità suprema su cui ci si può fidare delle fonti di informazione, ha etichettato la storia del laptop Hunter Biden, ora completamente confermata, una “bufala ”.

Anche la fuga di notizie dal laboratorio di Wuhan, una teoria ora accettata dal capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, è stata vietata in quanto è stata dichiarata una “teoria del complotto” dai verificatori di fatti.

Ogni volta che emergono storie che sono estremamente dannose per il regime e il complesso militare-industriale, i fact checker vengono usate come armi per seppellirle etichettando falsamente tali storie come “fuorvianti” o bufale anche se sono completamente autentiche.

Questo poi serve a giustificare la loro censura da parte degli algoritmi dei social media e il divieto mirato e il deplatforming di chiunque tenti di amplificarli.

I fact checker non sono organi di informazione imparziali e indipendenti, sono semplicemente cani da attacco di informazioni iper-partigiani che lavorano per conto del regime.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Trump afferma che Roe v Wade è stato ribaltato perché “ha consegnato tutto come promesso”


In una dichiarazione in seguito alla decisione della Corte Suprema di ribaltare Roe v Wade con un voto 6-3, l’ex presidente Donald Trump ha affermato che la decisione del 24 giugno è stata “la più grande vittoria per la VITA in una generazione”.

Trump ha anche affermato che la decisione è avvenuta solo perché Trump ha “consegnato” “tutto ciò” che aveva promesso.

L’ex conduttore di “Apprentice” ha nominato tre conservatori, Neal Gorsuch, Brett Kavanaugh e Amy Coney Barrett, che hanno tutti votato per il ribaltamento.

Nella dichiarazione, Trump ha affermato che è suo “grande onore” nominare giudici conservatori. Ha continuato: “Non ho ceduto ai Democratici di Sinistra Radicale, ai loro partner nei Fake News Media, o ai RINO che sono ugualmente i veri, ma silenziosi, nemici del popolo”.

Trump ha continuato: “Queste grandi vittorie dimostrano che anche se la sinistra radicale sta facendo tutto ciò che è in suo potere per distruggere il nostro Paese, i vostri diritti sono protetti, il Paese è difeso e c’è ancora speranza e tempo per salvare l’America!”

Ha concluso: ‘Non smetterò mai di lottare per il Grande Popolo della nostra Nazione!’

Notoriamente, nonostante non abbia vinto il voto popolare, abbia servito un mandato come presidente e sia stato messo sotto accusa due volte, a Trump sono state concesse tre scelte alla Corte Suprema.

Dal 1973, la storica decisione Roe v Wade ha consentito l’aborto durante i primi due trimestri di gravidanza.

La decisione di ribaltare si basava sull’opinione del giudice conservatore Samuel Alito, ratificata dagli altri cinque conservatori della corte.

Dopo il voto di venerdì, la questione dell’aborto sarà decisa dagli Stati.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché Fed e inflazione vanno di pari passo


(Il testo seguente è un aggiornamento rivisto di un articolo pubblicato per la prima volta in 2005.)

La recente esplosione dell’inflazione dei prezzi con il salto a un tasso annuo dell’8,6% nel maggio 2022 è stata una sorpresa per la banca centrale statunitense (la Federal Reserve).

Dopo aver ignorato gli avvertimenti degli economisti della scuola austriaca, i responsabili politici sono rimasti paralizzati di fronte a un fenomeno che ritenevano impossibile. Nessuno dei loro modelli di previsione aveva attivato un avviso di inflazione.

Le banche centrali non combattono l’inflazione

Non riuscendo ad applicare le contromisure in tempo, la Fed deve ora affrontare il duro lavoro di abbassare il tasso di inflazione dei prezzi senza causare una recessione. La stagflazione prolungata potrebbe caratterizzare il prossimo decennio. Siamo tornati negli anni ’70? Durante la stagflazione in quel momento, Arthur Burns era il presidente della Federal Reserve. Dopo aver lasciato il lavoro nel 1978, tenne un discorso allarmante alla riunione del Fondo Monetario Internazionale a Belgrado, il 30 settembre 1979. La sua presentazione portava il titolo “L’angoscia delle banche centrali.” Nel suo intervento, l’ex presidente della Federal Reserve americana ha spiegato perché banca centrale e inflazione dei prezzi vanno di pari passo.

Nella sua presentazione, Burns ha offerto poche speranze per una via di fuga dall’inflazione secolare. Le attuali tendenze filosofiche e politiche mondiali, secondo Burns, avrebbero continuato a minare la creazione di ricchezza. Queste tendenze culturali moderne si sono estese alla politica, hanno prodotto deficit di bilancio permanenti e introdotto nell’economia “una forte tendenza inflazionistica” (p. 13).

Esaminando l’azione della banca centrale negli anni ’60 e ’70, Burns ha dichiarato nel suo discorso che “visto in astratto, il sistema della Federal Reserve aveva il potere di interrompere l’inflazione nella sua fase incipiente quindici anni fa o in qualsiasi momento successivo, e ha il potere di farla finita oggi. In qualsiasi momento entro quel periodo, avrebbe potuto limitare l’offerta di moneta e creare tensioni sufficienti sui mercati finanziari e industriali per porre fine all’inflazione con poco ritardo. Non lo fece perché la stessa Federal Reserve era coinvolta nelle correnti filosofiche e politiche che stavano trasformando la vita e la cultura americana” (p. 15).

Le moderne banche centrali non hanno la resistenza per combattere l’inflazione in modo coerente. Potrebbero tentare di frenare la pressione inflazionistica, ma “nel complesso”, la politica monetaria è caduta sotto l’incantesimo di essere “governata dal principio di sottoalimentare il processo inflazionistico pur continuando ad accogliere buona parte delle pressioni sul mercato”. Burns ha spiegato che è lo stesso in altre parti del mondo in cui quasi tutte le banche centrali moderne operano fondamentalmente in un ambiente politico simile, e quindi si comportano allo stesso modo portando all’“angoscia delle banche centrali” (p. 16).

Le banche centrali non sono solo ostaggi del loro ambiente politico, ma sono anche tecnicamente e intellettualmente non all’altezza del loro lavoro. I banchieri centrali commettono errori e incontrano sorprese “praticamente in ogni fase del processo di elaborazione della politica monetaria” (p. 18); le interpretazioni errate delle statistiche abbondano e non esiste nemmeno una guida scientifica affidabile per le banche centrali: “La teoria monetaria è un’area controversa. Non fornisce ai banchieri centrali regole decisionali che siano allo stesso tempo ferme e affidabili” (p. 17).

Burns ha concluso il suo discorso dicendo:

La mia conclusione secondo cui è illusorio aspettarsi che le banche centrali mettano fine all’inflazione che ora affligge le democrazie industriali non significa che le banche centrali siano incapaci di azioni di stabilizzazione; significa semplicemente che la loro capacità pratica di frenare un’inflazione che è continuamente guidata dalle forze politiche è molto limitata. (pag. 21)

Inflazione secolare dei prezzi

Cosa è cambiato da allora? Le banche centrali sono ormai all’altezza del loro lavoro? Hanno imparato a interpretare correttamente le statistiche? Hanno acquisito una vera indipendenza? Una risposta superficiale potrebbe dire: “Sì”. Paul Volcker arrivò nel 1979 come successore di G. William Miller (che ha sostituito Burns nel 1978) e Volcker hanno frenato, spazzato via le aspettative inflazionistiche e aperto le porte a decenni di stabilità. Poi è arrivato Alan Greenspan per andare avanti e ha portato la moderna banca centrale al suo attuale epitome.

In una valutazione più realistica, tuttavia, la risposta è che in realtà non è cambiato molto. L’inflazione sembra essere più favorevole al giorno d’oggi, ma è un duro giro di parole dire che la stabilità dei prezzi è stata raggiunta quando, dal 1980, l’indice ufficiale dei prezzi è raddoppiato. I banchieri centrali incontrano ancora sorprese “praticamente in ogni fase del processo di elaborazione della politica monetaria”, e la moderna teoria monetaria accademica interventista ha in realtà contribuito molto poco “a fornire ai banchieri centrali regole decisionali che siano allo stesso tempo ferme e affidabili”.

Visto da una prospettiva storica a lungo termine, viviamo ancora in un’epoca inflazionistica e il punto di svolta per gli Stati Uniti può essere chiaramente definito nel 1914, quando la banca centrale statunitense iniziò ad operare. Ci vollero solo un paio d’anni prima che il nuovo sistema della Federal Reserve finanziasse l’ingresso americano nella prima guerra mondiale e creasse un boom inflazionistico negli anni ’20 che aprì la strada al periodo deflazionistico durante la Grande Depressione negli anni ’30. Dopo la seconda guerra mondiale, i prezzi hanno ripreso a salire in modo costante, prima lentamente, poi, dai primi anni ’70, in modo accelerato (figura 1).

Figura 1

Indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti, 1950–2022 (1982–84 = 100)

Fonte: FRED (Indice dei prezzi al consumo per tutti i consumatori urbani: tutti gli articoli nella media delle città degli Stati Uniti [CPIAUCSL]accesso 22 giugno 2022).

Da quando ha abbandonato il gold standard dopo il Accordo Smithsoniano del dicembre 1971, il popolo americano affida il prezzo centrale dell’economia moderna, il tasso di interesse, a burocrati governativi affinché lo manipolano. Presumibilmente, sanno cosa stanno facendo e lo stanno facendo per il meglio del paese. Eppure i fatti parlano contro questa presunzione.

Dopo un breve periodo in cui alla fine degli anni ’70 ha frenato con forza l’offerta di moneta, più per caso nel suo impatto che per un progetto deliberato, la banca centrale statunitense si è trasformata in una macchina del debito che inonda di dollari il governo, le famiglie, le aziende e il mondo. .

Il successo della politica monetaria nel 1979/1980 di smorzare l’inflazione e spazzare via le aspettative inflazionistiche è stato principalmente dovuto a una falsa stima della crescita futura della velocità della moneta. Paul Volcker, allora presidente della Federal Reserve, voleva frenare l’inflazione, ma lo fece in questa forma rapida in gran parte inavvertitamente, comprimendo l’offerta di moneta a un importo coerente con una presunta velocità crescente di circolazione del denaro. Come si è scoperto, il velocità di circolazione aveva – contrariamente alle aspettative – rallentato. In tal modo, il previsto “approccio gradualista” era diventato un esperimento monetario molto più radicale del previsto (vedi p. 169 in Cambiare fortuna: i soldi del mondo e la minaccia alla leadership americana).

Incessante creazione di debiti

La creazione di debito globale sta procedendo a un ritmo senza precedenti e i principali attori in questo gioco sono le banche centrali sotto la tutela ovvia o implicita dei loro governi a cui hanno il proprio posto di lavoro (figura 2).

Figura 2: debito globale, 2007-2020

Fonte: Vitor Gaspar e Ceyla Pazarbasioglu, “Un debito globale pericoloso richiede una cooperazione decisiva,” IMFBlog11 aprile 2022. Nota: GFC = crisi finanziaria globale.

Si è creata una situazione paradossale. Il sistema monetario di uno standard fiat comporta un meccanismo interno per guidare verso la creazione di debito. Inizialmente, le banche centrali forniscono liquidità che consente l’accumulo di debito. Quindi, a causa dell’aumento dell’onere del debito, le banche centrali diventano riluttanti ad aumentare i tassi di interesse e frenare l’espansione del debito poiché temono le conseguenze negative per i mercati finanziari e il loro impatto sull’economia. Negli ultimi decenni si sono verificate diverse situazioni in cui le principali banche centrali si sono astenute dal proseguire con una politica restrittiva perché i mercati azionari e obbligazionari erano fatica.

Altrettanto problematico è il caso della Banca Centrale Europea. Sebbene il tasso di inflazione nell’area dell’euro sia salito a oltre l’8% nel maggio 2022, la BCE è rimasta riluttante ad aumentare il tasso di interesse. Guidato da la sua presidente, Christine Lagardela Banca centrale europea lascia piuttosto che la crescita del debito continui e l’inflazione dei prezzi aumenti rischio problemi di servizio del debito dell’alto indebitato paesi del sud della zona euro insieme alla Francia.

Le moderne banche centrali non faranno altro che “sottoalimentare” la tendenza all’inflazione, quando sono brave nel loro lavoro e aiutate da un po’ di fortuna. Di fronte alla scelta seria tra mettere a dura prova i mercati finanziari e l’industria per porre fine all’inflazione o lasciare che il boom vada oltre il controllo, opteranno per quest’ultimo. Nell’attuale contesto istituzionale, è naturale la tendenza delle banche centrali a produrre prima boom insostenibili ea prolungare l’inevitabile crisi successiva.

In Azione umana, Ludwig von Mises pone il problema in questo modo: “L’espansione del credito è lo strumento principale del governo nella sua lotta contro l’economia di mercato. Nelle loro mani è la bacchetta magica progettata per evocare la scarsità di beni capitali, per abbassare il tasso di interesse o abolirlo del tutto, finanziare la spesa generosa del governo, espropriare i capitalisti, escogitare boom eterni e rendere tutti prosperi” – con il conseguenza che un simile boom artificiale porterà inesorabilmente al bust.

In questa prospettiva, sembra un gioco inutile aspettarsi banchieri centrali migliori o strumenti analitici migliorati o modelli econometrici più affidabili. Il modo giusto per cercare una via di fuga è spostarsi verso contesti istituzionali diversi. Le principali proposte per sciogliere la struttura monopolistica della banca centrale includono il “denazionalizzazione del denaro” e lasciare banca gratuita fiorire, stabilire a gold standard moderno o il concetto di a standard bitcoin. Tutti questi schemi mirano ad affrontare il problema di stabilire un limite all’espansione monetaria. In questo modo, congelando il brodo del base monetaria deve anche essere discusso come una soluzione alla creazione di debiti permanenti.

Conclusione

I tassi di inflazione registrati sono stati alquanto contenuti negli anni ’80, ma l’inflazione non è certamente “morta” e l’era inflazionistica non è ancora finita. Non finirà finché le banche centrali e i governi manterranno la leva per creare moneta più o meno a piacimento. Non meno così quando Arthur Burns ha praticato il sistema bancario centrale, le politiche interventiste delle banche centrali di oggi mancano di una base affidabile nella teoria monetaria, gli errori diagnostici abbondano e l’intrinseco pregiudizio inflazionistico delle banche centrali è ancora vivo. Sebbene apparentemente benigna per un po’ di tempo, l’inflazione dei prezzi è tornata con una vendetta.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ecco perché il sistema vuole tenerti in una gabbia


Il sistema non vuole che tu pensi fuori dagli schemi; vogliono tenerti in gabbia in modo che tu non veda le possibilità non solo per te stesso, ma per tutta l’umanità.

Vuole che tu viva un’esistenza misera, una vita senza senso di 9-5 di routine infinite e consumismo insulso progettato per mantenerti in uno stato simile a uno zombi, senza mai rendersi conto che puoi aspettarti di più da te stesso e dalla tua situazione.

Il fatto che il sistema debba metterti in modalità pilota automatico per accettarlo significa che non sei destinato a vivere quella vita.

Non sei proprio destinato a comprare gli ultimi prodotti alla moda portati da navi mercantili a migliaia di miglia dalla Cina mentre il dollaro USA viene decimato.

Il sistema ti induce a pensare che l’appagamento derivi dal consumo quando non lo fa affatto; viene dallo sviluppo di te stesso dall’interno.

Ecco perché blocca il tuo pensiero – e persino la tua ghiandola pineale – così non scopri mai veramente cosa c’è già dentro di te, in attesa di essere levigato come una gemma rara grezza dalla terra: cosa puoi immaginare, cosa puoi credere, chi lo sei veramente.

Quando hai la mente di uno zombi, sei veramente controllato.

Come zombi, accetti un destino che ti è stato dato, facendoti marcire in una vita mondana invece di creare una campagna per te stesso.

Ma dovresti avere la tua filosofia di vita, il tuo modo di fare le cose. È così che ci riesci davvero.

Credito fotografico: Amo la fotografia e l’arte. Questo sono io. / Getty

Dovresti raggiungere le stelle per tutte le infinite possibilità. Ecco perché le stelle esistono, ecco perché Dio le ha messe lì: perché l’umanità le raggiunga.

Pensa a questo: ci sono almeno 100 miliardi di stelle nella sola Via Lattea, e la Via Lattea è solo una delle circa 100 miliardi di galassie nell’universo conosciuto.

L’umanità potrebbe non essere mai in grado di raggiungerli tutti – a meno che, ovviamente, non scopriamo in qualche modo come entrare in un livello superiore di esistenza dimensionale – ma le stelle sono lì per noi per imparare che abbiamo bisogno di trascendere come specie ad altezze maggiori.

Credito fotografico: Suchart Kuathan / Getty

Ma il sistema vuole tenere la mente bassa su questo pianeta dove tutti sono in competizione tra loro per le cose più insulse che si possano immaginare.

Ci sono anche guerre continue per le risorse limitate sulla Terra, il che è ridicolo se si considera che anche nella nostra cintura di asteroidi, ci sono trilioni e trilioni di dollari di materie prime da estrarre, più di quello che c’è su questo pianeta.

Le élite vogliono essere divinità di questo pianeta, ma potrebbero anche essere Imperatori del Polo Nord perché la Terra è un’arida terra desolata in confronto alla vera ricchezza che è là fuori nell’universo, sia in senso figurato che letterale.

E la ricchezza figurativa è in realtà nella tua mente: saper pensare fuori dagli schemi – e sapere non accettare il destino che ti è stato dato.

Vuoi essere più un Howard Roark e meno un Peter Keating.

Non sei fatto per essere tenuto in una gabbia; in realtà sei destinato a trascendere un’esistenza senza senso.

Il sistema vuole tenerti rinchiuso in una prigione per la tua mente perché quello è il piccolo regno in cui possono controllarti.

Ma una volta che inizi a liberarti dalle restrizioni, inizi a vedere le infinite possibilità non solo per te stesso, ma anche per l’umanità.

Il sistema non può controllarti una volta compreso il tuo vero potenziale.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Disney ha scaricato Tim Allen perché sostiene Trump?


Era l’incarnazione vivente del personaggio dei cartoni animati, apparentemente giù e fuori prima di lanciare un impressionante ritorno che ha abbagliato il pubblico di tutto il mondo.

Ma Tim Allen sembra trovare il suo ultimo rimbalzo più difficile del solito, essendo stato trascurato per riprendere il ruolo di Buzz Lightyear nel film spin-off.

L’attore, 69 anni, ha iniziato la sua vita come un clown di classe che spacciava droga Michigan prima di essere catturato in un’operazione di puntura sotto copertura.

È riuscito a dare una svolta alla sua vita e si è rapidamente trasformato in uno degli attori più amati da Hollywood.

Eppure ora è stato scaricato senza tante cerimonie dalla Disney e sostituito dal supereroe Marvel Chris Evans nel ruolo in cui ha dato vita.

E c’è una crescente preoccupazione tra molti che il suo appoggio a Donald Trump e la partecipazione all’inaugurazione del presidente ne siano stati la causa principale.

Altri temono che possa dipendere da una serie di battute rischiose sulle sue pagine social che lo hanno messo in balia della mafia di sinistra.

Arriva in un momento in cui la Disney è stata accusata di essersi svegliata, essendo entrata in guerra all’inizio di quest’anno con il governatore della Florida Ron DeSantis per il suo disegno di legge “Non dire gay”.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il segretario all’energia Biden dice agli americani di smettere di lamentarsi perché i BRASILIANI devono pagare la stessa cifra per il gas


Un altro giorno, un altro esempio di funzionari di Biden che dicono agli americani di smettere di lamentarsi dei costi in aumento dell’energia perché altri paesi stanno peggio.

Questa volta il segretario all’Energia Jennifer Granholm è apparso alla CNN e ha detto agli americani che non dovrebbero essere così preoccupati per il fatto che i prezzi medi nazionali del gas superano i $ 5 perché “Se fossi in Brasile, pagheresti lo stesso importo per il gas”.

Ha continuato cercando di elencare altri paesi come il Canada e la Germania dove il gas è ancora più costoso.

Eh?

Anche il drone della CNN John Berman ha avuto un problema con quel commento, osservando “Stiamo parlando degli Stati Uniti, però”.

Guadare:

È il stesso argomento di discussione più e più volte perché il branco di ghoul di Biden non ha soluzione alla crisi, infatti ammettono che fa parte di un deliberato ‘transizione’.

E non dimenticare che l’inflazione è fuori controllo a causa del nazionalismo.

All’inizio di questa settimana, Granholm ha elogiato i veicoli elettrici, un altro spesso propagandata ‘soluzione’.

Ehi, compra un’auto elettrica, costano solo 55 mila.

Granholm è stato anche in precedenza il direttore di una società di auto elettriche chiamata Proterra. A maggio lei stock option esercitate nella società, intascando circa 1,6 milioni di dollari dalla transazione, secondo un portavoce del dipartimento dell’energia.

Solo una coincidenza.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché i progressisti amano gli “esperti” del governo


Nell’America del ventunesimo secolo, la gente comune è alla mercé di esperti governativi ben pagati e non eletti che detengono un vasto potere.

Cioè, viviamo nell’era di i tecnocrati: persone che affermano di avere una saggezza speciale che dà loro il diritto di controllare, manipolare e gestire le istituzioni della società usando il potere coercitivo dello stato.

Ci è stato detto che queste persone sono “non politiche” e useranno la loro impressionante conoscenza scientifica per pianificare l’economia, la salute pubblica, la sicurezza pubblica o qualsiasi obiettivo il regime ha deciso che i tecnocrati avranno il compito di realizzare.

Queste persone includono banchieri centrali, giudici della Corte Suprema, burocrati della “salute pubblica” e generali del Pentagono. La narrativa è che queste persone non sono lì per rappresentare il pubblico o piegarsi alle pressioni politiche. Sono lì solo per fare “la cosa giusta” come dettato dalla teoria economica, dalle scienze biologiche, dalla teoria giuridica o dallo studio delle tattiche militari.

Ci è stato anche detto che per consentire a queste persone di agire come i geni apolitici puramente ben intenzionati che sono, dobbiamo dare loro la loro indipendenza e non mettere in discussione i loro metodi o conclusioni.

Siamo stati esposti a questa routine ancora una volta la scorsa settimana come presidente Joe Biden annunciato “rispetterà l’indipendenza della Fed” e consentirà ai banchieri centrali di impostare la politica monetaria senza alcuna fastidiosa interferenza da parte dei rappresentanti dei contribuenti che pagano tutti i conti e che pagano principalmente il prezzo quando i banchieri centrali peggiorano le cose. (Biden, ovviamente, non l’ha menzionato i banchieri centrali hanno sbagliato in modo spettacolare sulla minaccia dell’inflazione negli ultimi anni, con i tassi di inflazione che hanno raggiunto i massimi da quarant’anni, la crescita economica negativa e il credito al consumo che si accumula mentre le famiglie lottano per far fronte al costo della vita.)

Convenientemente, il rinvio di Biden alla Fed gli consente di incolpare in seguito quando le condizioni economiche peggiorano ancora. Tuttavia, il fatto che abbia messo l’economia nelle mani di presunti esperti apparirà senza dubbio lodevole a molti. Questo perché il pubblico è stato a lungo istruito dalle scuole pubbliche e dai media che sono esperti del governo dovrebbe avere il margine di manovra per esercitare un vasto potere in nome di “riparare” qualsiasi problema che la società deve affrontare.

La classe degli esperti come strumento per l’edilizia statale

Il successo di questa idea rappresenta una grande vittoria per l’ideologia progressista. I progressisti si sono impegnati da tempo a creare una classe di esperti speciali come mezzo per costruire il potere statale. Negli Stati Uniti, ad esempio, il culto della competenza iniziò davvero a prendere piede tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, e portò direttamente a sostenere un maggiore intervento del governo nel settore privato. Come osserva Maureen Flanagan in “Progressisti e progressivismo in un’era di riforma,”

L’esperienza nelle scienze sociali ha fornito ai progressisti politici una base teorica per proposte prudenti per creare uno stato più attivista… Gli scienziati sociali professionisti hanno composto una ristretta cerchia di uomini che hanno creato uno spazio tra il mondo accademico e il governo da cui partire per sostenere la riforma. Si sono rivolti l’un l’altro, hanno addestrato i loro studenti a seguire le loro idee e raramente hanno parlato al grande pubblico.

Questi uomini fondarono nuove organizzazioni, come l’American Economics Association, per promuovere questa nuova classe di esperti e i loro piani per una società pianificata in modo più centralizzato. In definitiva, la natura della classe degli esperti era rivoluzionaria. I nuovi scienziati sociali pensavano di conoscere meglio i patrizi, i leader religiosi, i rappresentanti locali e gli attori del mercato che avevano plasmato a lungo le istituzioni locali. Invece,

I progressisti erano modernizzatori con un’agenda strutturale-strumentista. Hanno rifiutato di fare affidamento sui valori più antichi e sulle norme culturali per ordinare la società e hanno cercato di creare una società moderna riordinata con istituzioni politiche ed economiche gestite da uomini qualificati per applicare competenze fiscali, efficienza professionale e competenze scientifiche moderne per risolvere i problemi e salvare la democrazia. Le discipline accademiche emergenti nelle scienze sociali dell’economia, dell’economia politica e delle scienze politiche e dell’educazione pragmatica hanno fornito le basi teoriche per questo progressivismo esperto di classe media.

L’impulso progressista per un governo basato sull’esperienza è stato forse esemplificato dal pianificatore dei trasporti progressista Emory Johnson, che ha sostenuto un forte ramo esecutivo federale che sarebbe stato resistente alle pressioni politiche mentre si basava sui presunti giudizi “scientifici” dei pianificatori del governo e di altri burocrati. Johnson

ha esplicitamente affrontato la questione del ruolo delle competenze nello stato americano…. ha affermato che il successo si basava su quelle che chiamava “funzioni esecutive”. Ha cercato di conferire potere al ramo esecutivo del governo federale come sede naturale degli esperti.1

Nella visione progressista, i leader aziendali e i politici delle macchine mancavano di una visione razionale e ampia dei bisogni della società. Al contrario, gli esperti del governo affronterebbero i problemi della società come scienziati. Johnson riteneva che questo modello esistesse già in qualche modo nel Dipartimento della Guerra, dove Johnson immaginava che il segretario alla guerra fosse “abbastanza libero da pressioni politiche e [relied] su consiglio degli ingegneri”. Johnson immaginava che questi burocrati dalla mentalità scientifica potessero portare una “applicazione davvero economica e scientifica” della politica.2

Pianificatori centrali “disinteressati”.

Johnson faceva parte di un’ondata di esperti e intellettuali che tentavano di sviluppare “un nuovo regno di competenza statale” che favorisse i tecnocrati apolitici che avrebbero pianificato le infrastrutture e l’industria della nazione.2 Molti storici lo hanno riconosciuto questi sforzi erano fondamentalmente attività di costruzione dello stato … [and that] il loro emergere ha segnato e simboleggiato uno spartiacque in cui una nuova politica di amministrazione e gruppi di interesse, spesso antidemocratica, ha sostituito la vita pubblica partigiana e localizzata del diciannovesimo secolo” (corsivo aggiunto).3

In breve, questi sforzi hanno gettato i semi per la tecnocrazia idealizzata che abbiamo oggi: insensibile al pubblico e intrisa di un vasto potere coercitivo che sostituisce continuamente la discrezione e le prerogative private.

In effetti, la devozione progressista alla competenza ha seguito “il modello centrale della politica progressista”, che è “il reindirizzamento del processo decisionale verso l’alto all’interno delle burocrazie”.4 Pertanto, in contrasto con le istituzioni politiche populiste di un tempo precedente, il processo decisionale nell’era progressista divenne più impiegato, più ceto medio – in contrasto con i lavoratori del partito della classe operaia – e più gerarchico all’interno delle burocrazie direttamente controllate dal agenzie esecutive dello stato.

Sebbene i progressisti si considerassero i salvatori della democrazia, hanno comunque riconosciuto il conflitto tra i loro ideali democratici professati e la dipendenza dagli esperti:

[Progressives] ha conciliato il conflitto tra l’uso della burocrazia gerarchica per cercare l’efficienza e la dispersione del potere per raggiungere l’uguaglianza raffigurando i sistemi burocratici come salvaguardie dell’ordine pubblico…. Poiché l’autorità derivava da fatti apparentemente disinteressati e competenze “scientifiche”, i sistemi burocratici venivano presentati dai loro sostenitori come strutture obiettive, coerenti ed essenzialmente democratiche.5

Questa nozione idealizzata di “esperto disinteressato” costituiva una componente chiave dell’agenda progressista:

I riformatori progressisti hanno proposto un antidoto alla corruzione della politica clientelare, sottolineando esperti disinteressati e un’amministrazione razionalizzata: un consiglio comunale nominerebbe un funzionario esecutivo, il direttore della città, che a sua volta nominerebbe luogotenenti qualificati per assisterlo. Le burocrazie razionalizzate e centralizzate presidiate dai dirigenti cittadini sarebbero gestite “scientificamente”, cioè oggettivamente, isolate dalle politiche clientelari.6

Chi dovrebbe governare?

In molti modi, quindi, questo aspetto dell’ideologia progressista ha ribaltato l’agenda politica del liberalismo classico del laissez-faire. I liberali della varietà jeffersoniana e jacksoniana avevano cercato di farlo aumento influenza politica esterna nel processo decisionale attraverso le elezioni e la nomina di attivisti di partito fedeli ai rappresentanti eletti. Questo perché i liberali temevano che una classe isolata di esperti governativi avrebbe funzionato più nel proprio interesse che in quello dei contribuenti.

I progressisti, tuttavia, immaginavano di poter creare una classe di esperti apolitici disinteressati dedicato solo alla scienza oggettiva. La questione fondamentale, quindi, è diventata chi dovrebbe governare: esperti isolati o rappresentanti non esperti con legami più stretti con i contribuenti.

Possiamo vedere oggi che i progressisti sono riusciti in gran parte a concedere un potere di gran lunga maggiore all’odierna classe di esperti tecnocratici. I tecnocrati sono elogiati per la loro presunta attenzione scientifica e ci viene detto di rispettare la loro indipendenza.

Se l’obiettivo è mai stato quello di proteggere i controlli pubblici sul potere statale, tuttavia, questo è sempre stato un ideale impraticabile. Creando una classe speciale di burocrati esperti con carriere decennale all’interno del regime stesso, stiamo semplicemente creando una nuova classe di funzionari in grado di esercitare il potere statale con poca responsabilità. Chiunque abbia una visione sufficientemente critica del potere statale potrebbe vederne il pericolo. È interessante notare che è stato l’anarco-comunista Mikhail Bakunin a riconoscere l’impossibilità di risolvere il problema del potere statale affidando a esperti scientifici la responsabilità. Tale mossa rappresentava solo un trasferimento di potere da un gruppo all’altro. Bakunin messo in guardia:

Lo Stato è sempre stato patrimonio di qualche classe privilegiata; una classe sacerdotale, una classe aristocratica, una classe borghese e infine una classe burocratica.

Inoltre, gli sforzi burocratici statali per pianificare la società dal centro, Bakunin notato,

richiederà una conoscenza immensa e molte “teste traboccanti di cervelli” in questo governo. Sarà il regno dell’intelligenza scientifica, il più aristocratico, dispotico, arrogante e sprezzante di tutti i regimi. Ci sarà un nuova classe, una nuova gerarchia di scienziati e studiosi reali e presunti.

Non è necessario, ovviamente, avere un socialismo in piena regola per creare questa “nuova classe”. Lo stato moderno con la sua economia mista nella maggior parte dei casi ha già tutte le infrastrutture burocratiche necessarie per renderlo realtà. Finché ci rivolgiamo a questa classe dirigente di “scienziati e studiosi”, i progressisti hanno vinto.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La polizia del Michigan afferma che non risponderà a tutte le chiamate ai servizi di emergenza sanitaria perché i prezzi del carburante sono troppo alti



Mentre i prezzi del gas sono aumentati a un altro massimo storico giovedì, un dipartimento di polizia del Michigan ha annunciato che non sarà in grado di rispondere a tutte le chiamate di emergenza perché non può permettersi il carburante.

ABC News ha riferito che l’ufficio dello sceriffo della contea di Isabella ha “già esaurito il budget per il carburante”, quindi risponderà ad alcune chiamate per telefono piuttosto che presentarsi di persona.

Lo sceriffo ha detto ai giornalisti che ci vorranno “diversi mesi” prima che venga approvato un nuovo budget per il carburante.

Guadare:

I prezzi del gas sono saliti alle stelle oltre $ 5 per gallone nel Michigan, con la media nazionale ora a $ 4,97, secondo i dati AAA.

I prezzi sono saliti alle stelle per dodici giorni consecutivi, e lo hanno fatto aumentato 26 cent in una sola settimana e 65 cent in un mese. I prezzi sono più che raddoppiati da quando Joe Biden è entrato alla Casa Bianca.

Biden e i Democratici non sembrano avere alcuna strategia per combattere la crisi e ora si stanno concentrando sul loro processo farsa contro Trump:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché i progressisti amano gli “esperti” del governo



Nell’America del ventunesimo secolo, la gente comune è alla mercé di esperti governativi ben pagati e non eletti che detengono un vasto potere. Cioè, viviamo nell’era di i tecnocrati: persone che affermano di avere una saggezza speciale che dà loro il diritto di controllare, manipolare e gestire le istituzioni della società usando il potere coercitivo dello stato.

Ci è stato detto che queste persone sono “non politiche” e useranno la loro impressionante conoscenza scientifica per pianificare l’economia, la salute pubblica, la sicurezza pubblica o qualsiasi obiettivo il regime ha deciso che i tecnocrati avranno il compito di realizzare.

Queste persone includono banchieri centrali, giudici della Corte Suprema, burocrati della “salute pubblica” e generali del Pentagono. La narrativa è che queste persone non sono lì per rappresentare il pubblico o piegarsi alle pressioni politiche. Sono lì solo per fare “la cosa giusta” come dettato dalla teoria economica, dalle scienze biologiche, dalla teoria giuridica o dallo studio delle tattiche militari.

Ci è stato anche detto che per consentire a queste persone di agire come i geni apolitici puramente ben intenzionati che sono, dobbiamo dare loro la loro indipendenza e non mettere in discussione i loro metodi o conclusioni.

Siamo stati esposti a questa routine ancora una volta la scorsa settimana come presidente Biden ha annunciato che “rispetterà l’indipendenza della Fed” e consentire ai banchieri centrali di impostare la politica monetaria senza alcuna fastidiosa interferenza da parte dei rappresentanti dei contribuenti che pagano tutti i conti e che pagano principalmente il prezzo quando i banchieri centrali peggiorano le cose. (Biden, ovviamente, non l’ha menzionato i banchieri centrali hanno sbagliato in modo spettacolare sulla minaccia dell’inflazione negli ultimi anni, con i tassi di inflazione che hanno raggiunto i massimi da 40 anni, la crescita economica negativa e il credito al consumo che si accumula mentre le famiglie lottano per far fronte al costo della vita.)

Convenientemente, il rinvio di Biden alla Fed gli consente di incolpare in seguito quando le condizioni economiche peggiorano ancora. Tuttavia, il fatto che abbia messo l’economia nelle mani di presunti esperti apparirà senza dubbio lodevole a molti. Questo perché il pubblico è stato a lungo istruito dalle scuole pubbliche e dai media che sono esperti del governo dovrebbe avere il margine di manovra per esercitare un vasto potere in nome di “riparare” qualsiasi problema che la società deve affrontare.

La classe degli esperti come strumento per l’edilizia statale

Il successo di questa idea rappresenta una grande vittoria per l’ideologia progressista. I progressisti si sono impegnati da tempo a creare una classe di esperti speciali come mezzo per costruire il potere statale. Negli Unted States, ad esempio, il culto della competenza iniziò davvero a prendere piede tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo, e portò direttamente a sostenere un maggiore intervento del governo nel settore privato. Come osserva Maureen Flanagen in “Progressisti e progressivismo in un’era di riforma,”

“La competenza nelle scienze sociali ha fornito ai progressisti politici una base teorica per proposte prudenti per creare uno stato più attivista. … Gli scienziati sociali professionisti hanno composto una ristretta cerchia di uomini che hanno creato uno spazio tra il mondo accademico e il governo da cui partire per sostenere la riforma. Si sono rivolti l’un l’altro, hanno addestrato i loro studenti a seguire le loro idee e raramente hanno parlato al grande pubblico”.

Questi uomini fondarono nuove organizzazioni, come l’American Economics Association, per promuovere questa nuova classe di esperti e i loro piani per una società pianificata in modo più centralizzato. In definitiva, la classe degli esperti era di natura rivoluzionaria. I nuovi scienziati sociali pensavano di conoscere meglio i patrizi, i leader religiosi, i rappresentanti locali e gli attori del mercato che avevano plasmato a lungo le istituzioni locali. Invece,

I progressisti erano modernizzatori con un’agenda strutturale-strumentista. Hanno rifiutato di fare affidamento sui valori più antichi e sulle norme culturali per ordinare la società e hanno cercato di creare una società moderna riordinata con istituzioni politiche ed economiche gestite da uomini qualificati per applicare competenze fiscali, efficienza professionale e competenze scientifiche moderne per risolvere i problemi e salvare la democrazia. Le discipline accademiche emergenti nelle scienze sociali dell’economia, dell’economia politica e delle scienze politiche e dell’educazione pragmatica hanno fornito le basi teoriche per questo progressivismo esperto di classe media.

L’impulso progressista per un governo basato sull’esperienza è stato forse esemplificato dal pianificatore dei trasporti progressista Emory Johnson che ha sostenuto un forte ramo esecutivo federale che sarebbe stato resistente alle pressioni politiche mentre si basava sui presunti giudizi “scientifici” dei pianificatori del governo e di altri burocrati. Johnson

ha esplicitamente affrontato la questione del ruolo delle competenze nello Stato americano. … ha affermato che il successo si basava su quelle che chiamava “funzioni esecutive”. Ha cercato di conferire potere al ramo esecutivo del governo federale come sede naturale degli esperti.1

Nella visione progressista, i leader aziendali e i politici delle macchine mancavano di una visione razionale e ampia dei bisogni della società. Al contrario, gli esperti del governo affronterebbero i problemi della società come scienziati. Johnson riteneva che questo modello esistesse già in qualche modo nel Dipartimento della Guerra, dove Johnson immaginava che il Segretario alla Guerra fosse “abbastanza libero da pressioni politiche e [relied] su consiglio degli ingegneri”. Johnson immaginava che questi burocrati dalla mentalità scientifica potessero portare una “applicazione davvero economica e scientifica” della politica.2

Pianificatori centrali “disinteressati”.

Johnson faceva parte di un’ondata di esperti e intellettuali che tentavano di sviluppare “un nuovo regno di competenza statale” che favoriva i tecnocrati apolitici che avrebbero pianificato le infrastrutture e l’industria della nazione.3 Molti storici lo hanno riconosciuto questi sforzi erano fondamentalmente “attività di costruzione dello stato … [and] la loro comparsa ha segnato e simboleggiato uno spartiacque in cui una nuova politica di amministrazione e gruppi di interesse, spesso antidemocratica, ha sostituito la vita pubblica partigiana e orientata localmente del diciannovesimo secolo.4[emphasis added]

In breve, ha gettato i semi per la tecnocrazia idealizzata che abbiamo oggi: insensibile al pubblico e intrisa di un vasto potere coercitivo che sostituisce continuamente la discrezione e le prerogative private.

In effetti, la devozione progressista alla competenza ha seguito “il modello fondamentale della politica progressista”; che è “il reindirizzamento del processo decisionale verso l’alto all’interno delle burocrazie”.5 Pertanto, in contrasto con le istituzioni politiche populiste di un tempo precedente, il processo decisionale nell’era progressista divenne più impiegato, più ceto medio – in contrasto con i lavoratori del partito della classe operaia – e più gerarchico all’interno delle burocrazie direttamente controllate dallo stato agenzie esecutive.

Sebbene i progressisti si considerassero i salvatori della democrazia, hanno comunque riconosciuto il conflitto tra i loro ideali democratici professati e la dipendenza dagli esperti:

[Progressives] ha conciliato il conflitto tra l’uso della burocrazia gerarchica per cercare l’efficienza e la dispersione del potere per raggiungere l’uguaglianza raffigurando i sistemi burocratici come salvaguardie dell’ordine pubblico. … Poiché l’autorità derivava da fatti presumibilmente disinteressati e competenze “scientifiche”, i sistemi burocratici venivano presentati dai loro sostenitori come strutture obiettive, coerenti ed essenzialmente democratiche.6

Questa nozione idealizzata di “esperto disinteressato” costituiva una componente chiave dell’agenda progressista:

I riformatori progressisti hanno proposto un antidoto alla corruzione della politica clientelare, sottolineando esperti disinteressati e un’amministrazione razionalizzata: un consiglio comunale nominerebbe un funzionario esecutivo, il direttore della città, che a sua volta nominerebbe luogotenenti qualificati per assisterlo. Le burocrazie razionalizzate e centralizzate presidiate dai dirigenti cittadini sarebbero gestite “scientificamente”, cioè oggettivamente, isolate dalle politiche clientelari.7

Chi dovrebbe governare?

In molti modi, quindi, questo aspetto dell’ideologia progressista ha ribaltato l’agenda politica laissez-faire il liberalismo classico in testa. I liberali della varietà jeffersoniana e jacksoniana avevano cercato di farlo aumento influenza politica esterna nel processo decisionale attraverso le elezioni e la nomina di attivisti di partito fedeli ai rappresentanti eletti. Questo perché i liberali temevano che una classe isolata di esperti governativi avrebbe funzionato più nel proprio interesse che in quello dei contribuenti.

I progressisti, tuttavia, immaginavano di poter creare una classe di esperti apolitici disinteressati dedicato solo alla scienza oggettiva. La questione fondamentale, allora, è diventata una questione di chi dovrebbe governare: esperti isolati o rappresentanti non esperti con legami più stretti con i contribuenti.

Possiamo vedere oggi che i progressisti sono in gran parte riusciti a concedere un potere di gran lunga maggiore all’odierna classe tecnocratica di esperti. Sono elogiati per la loro presunta attenzione scientifica e ci viene detto di rispettare la loro indipendenza.

Se l’obiettivo è mai stato quello di proteggere i controlli pubblici sul potere statale, tuttavia, questo è sempre stato un ideale impraticabile. Creando una classe speciale di burocrati esperti con carriere decennale all’interno del regime stesso, stiamo semplicemente creando una nuova classe di funzionari in grado di esercitare il potere statale con poca responsabilità. Chiunque abbia una visione sufficientemente critica del potere statale potrebbe vederne il pericolo. È interessante notare che è stato l’anarco-comunista Mikhail Bakunin a riconoscere l’impossibilità di risolvere il problema del potere statale affidando a esperti scientifici la responsabilità. Tale mossa rappresentava solo un trasferimento di potere da un gruppo all’altro. Così, Bakunin messo in guardia:

Lo Stato è sempre stato patrimonio di qualche classe privilegiata; una classe sacerdotale, una classe aristocratica, una classe borghese e infine una classe burocratica.

Inoltre, gli sforzi per pianificare la società dal centro da parte delle burocrazie statali, Bakunin notato,

richiederà una conoscenza immensa e molte “teste traboccanti di cervelli” in questo governo. Sarà il regno dell’intelligenza scientifica, il più aristocratico, dispotico, arrogante e sprezzante di tutti i regimi. Ci sarà un nuova classe, una nuova gerarchia di scienziati e studiosi reali e presunti.

Non è necessario, ovviamente, avere un socialismo in piena regola per creare questa “nuova classe”. Lo stato moderno con la sua economia mista nella maggior parte dei casi ha già tutte le infrastrutture burocratiche necessarie per renderlo realtà. Finché ci rivolgiamo a questa classe dirigente di “scienziati e studiosi”, i progressisti hanno vinto.


TUTTE LE T-SHIRT INFOWARS SONO IN EDIZIONE LIMITATA!

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Elon Musk chiede perché DOJ non trapelerà l’elenco dei clienti di Epstein: “Non sembra strano?”



Elon Musk ha riflettuto su Twitter sul motivo per cui il Dipartimento di Giustizia non ha fatto trapelare l’elenco dei clienti del miliardario pedofilo deceduto Jeffrey Epstein e della sua complice Ghislaine Maxwell.

Il CEO di Tesla e SpaceX ha condiviso un meme di “Cose che non vedrò mai nella mia vita”, che includeva immagini di un dinosauro, un drago, un unicorno e le parole “Elenco dei clienti Epstein/Maxwell”.

“L’unica cosa più notevole del DOJ che non ha fatto trapelare l’elenco è che nessuno nei media si preoccupa”, ha twittato Musk sabato. “Non ti sembra strano?”

Il tweet ha raccolto oltre 354.000 Mi piace a partire da domenica.

Il Dipartimento di Giustizia è diventato noto per le perdite durante il periodo in cui l’ex presidente Trump era in carica, che è stato diffuso in modo servile dai media mainstream in ogni occasione.

Ma come ha notato Musk, quando si tratta della lista dei clienti di Epstein/Maxwell, entrambe le istituzioni sono vistosamente silenziose e sembrano disinteressate ad arrivare alla verità.

“A volte penso che la mia lista di nemici sia troppo breve, quindi”, ha aggiunto Musk in un tweet di follow-up, che ricorda un messaggio inquietante che ha twittato il mese scorso sulla morte sotto “circostanze misteriose”.

Maxwell, l’amante e confidente di Epstein, lo era condannato lo scorso dicembre di reclutamento e adescamento di ragazze adolescenti per essere abusate sessualmente da Epstein. La sua udienza di condanna è il 28 giugno.

Musk è andato anche su un tweet baldoria venerdì, prendendo in giro le scie chimiche “Disney” e sottolineando il ritrovato disprezzo del frontman dei Sex Pistols Johnny Rotten per i liberali della cultura dell’annullamento.


Twitter: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

“Com’era la vita sull’isola di Epstein?” – La sopravvissuta di Epstein Juliette Bryant parla con Gareth Icke in queste settimane proprio ora



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché la Disney sta curando i bambini?



In qualità di membro del cast Disney di 18 anni, Nick Caturano e altri si sono chiesti perché la Disney stia sessualizzando e accarezzando i bambini.

In questa intervista esclusiva con Kristi Leigh, Nick avverte che l’azienda sta portando avanti il ​​marxismo culturale e ne sta pagando il prezzo.

Gli occhi di Caturano sono stati aperti per la prima volta con i severi mandati di maschere della Disney e gli ultimatum sui vaccini.

Dopo aver visto il “regno magico” sfidare la scienza e i dati, le sue altre agende erano difficili da ignorare.

Scopri come Nick ha resistito all’estrema sinistra e cosa vede come l’unico modo per reagire.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il telescopio Gemini North aiuta a spiegare perché Urano e Nettuno hanno colori diversi


Gli astronomi ora possono capire perché i pianeti simili Urano e Nettuno hanno colori diversi. Utilizzando le osservazioni del telescopio Gemini North, della NASA Infrared Telescope Facility e del telescopio spaziale Hubble, i ricercatori hanno sviluppato un unico modello atmosferico che corrisponde alle osservazioni di entrambi i pianeti.

Il modello rivela che la foschia in eccesso su Urano si accumula nell’atmosfera stagnante e lenta del pianeta e fa apparire un tono più chiaro di Nettuno.

Nettuno e Urano hanno molto in comune – hanno masse, dimensioni e composizioni atmosferiche simili – ma i loro aspetti sono notevolmente diversi. Alle lunghezze d’onda visibili Nettuno ha un colore nettamente più blu mentre Urano è una pallida sfumatura di ciano. Gli astronomi ora hanno una spiegazione del perché i due pianeti hanno colori diversi.

Una nuova ricerca suggerisce che uno strato di foschia concentrata che esiste su entrambi i pianeti è più spesso su Urano di uno strato simile su Nettuno e “imbianca” l’aspetto di Urano più di quello di Nettuno [1]. Se non ci fosse foschia nelle atmosfere di Nettuno e Urano, entrambi apparirebbero quasi ugualmente blu [2].

Questa conclusione deriva da un modello [3] che un team internazionale guidato da Patrick Irwin, Professore di Fisica Planetaria all’Università di Oxford, ha sviluppato per descrivere gli strati di aerosol nelle atmosfere di Nettuno e Urano [4]. Precedenti indagini sulle atmosfere superiori di questi pianeti si erano concentrate sull’aspetto dell’atmosfera solo a lunghezze d’onda specifiche. Tuttavia, questo nuovo modello, costituito da più strati atmosferici, abbina le osservazioni di entrambi i pianeti su un’ampia gamma di lunghezze d’onda. Il nuovo modello include anche particelle di foschia all’interno di strati più profondi che in precedenza si pensava contenessero solo nubi di metano e ghiacci di idrogeno solforato.

“Questo è il primo modello che adatta simultaneamente le osservazioni della luce solare riflessa dalle lunghezze d’onda ultraviolette a quelle del vicino infrarosso”, ha spiegato Irwin, che è l’autore principale di un articolo che presenta questo risultato nel Giornale di ricerca geofisica: pianeti. “È anche il primo a spiegare la differenza di colore visibile tra Urano e Nettuno”.

Il modello del team è costituito da tre strati di aerosol a diverse altezze [5]. Lo strato chiave che influenza i colori è lo strato intermedio, che è uno strato di particelle di foschia (indicato nella carta come strato di Aerosol-2) che è più spesso su Urano che su Nettuno. Il team sospetta che, su entrambi i pianeti, il ghiaccio di metano si condensa sulle particelle in questo strato, attirando le particelle più in profondità nell’atmosfera sotto una pioggia di neve di metano. Poiché Nettuno ha un’atmosfera più attiva e turbolenta di quella di Urano, il team ritiene che l’atmosfera di Nettuno sia più efficiente nel sfornare particelle di metano nello strato di foschia e produrre questa neve. Questo rimuove più foschia e mantiene lo strato di foschia di Nettuno più sottile di quanto non sia su Urano, il che significa che il colore blu di Nettuno sembra più forte.

“Speravamo che lo sviluppo di questo modello ci aiutasse a capire le nuvole e le foschie nelle atmosfere dei giganti di ghiaccio”, ha commentato Mike Wong, astronomo dell’Università della California, Berkeley, e membro del team dietro questo risultato. “Spiegare la differenza di colore tra Urano e Nettuno è stato un bonus inaspettato!”

Per creare questo modello, il team di Irwin ha analizzato una serie di osservazioni dei pianeti che comprendono lunghezze d’onda dell’ultravioletto, del visibile e del vicino infrarosso (da 0,3 a 2,5 micrometri) effettuate con il Near-Infrared Integral Field Spectrometer (NIFS) sul telescopio Gemini North vicino a il vertice di Maunakea alle Hawai’i — che fa parte dell’Osservatorio Gemini internazionale, un programma del NOIRLab della NSF — così come i dati d’archivio della NASA Infrared Telescope Facility, anch’essa situata alle Hawai’i, e la NASA/ESA Hubble Space Telescopio.

Lo strumento NIFS su Gemini North è stato particolarmente importante per questo risultato in quanto è in grado di fornire spettri – misurazioni della luminosità di un oggetto a diverse lunghezze d’onda – per ogni punto del suo campo visivo. Ciò ha fornito al team misurazioni dettagliate di quanto siano riflettenti le atmosfere di entrambi i pianeti sia sull’intero disco del pianeta che su una gamma di lunghezze d’onda del vicino infrarosso.

“Gli osservatori Gemini continuano a fornire nuove informazioni sulla natura dei nostri vicini planetari”, ha affermato Martin Still, responsabile del programma Gemini presso la National Science Foundation. “In questo esperimento, Gemini North ha fornito un componente all’interno di una suite di strutture terrestri e spaziali fondamentali per il rilevamento e la caratterizzazione delle foschie atmosferiche”.

Il modello aiuta anche a spiegare le macchie scure che sono occasionalmente visibili su Nettuno e meno comunemente rilevate su Urano. Sebbene gli astronomi fossero già consapevoli della presenza di macchie scure nelle atmosfere di entrambi i pianeti, non sapevano quale strato di aerosol stesse causando queste macchie scure o perché gli aerosol in quegli strati fossero meno riflettenti. La ricerca del team fa luce su queste domande mostrando che un oscuramento dello strato più profondo del loro modello produrrebbe macchie scure simili a quelle viste su Nettuno e forse su Urano.


TUTTE LE T-SHIRT INFOWARS SONO IN EDIZIONE LIMITATA!

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“È stata la decisione sbagliata” – Gli ufficiali hanno aspettato di ingaggiare il tiratore del Texas perché “avrebbero potuto essere fucilati”



Aggiornamento (1250ET): in una conferenza stampa molto emotiva e difensiva questa mattina, il direttore del Texas DPS Steven McCraw ha ammesso che la decisione degli ufficiali di aspettare per entrare nell’edificio era “sbagliata”.

“In retrospettiva, da dove sono seduto adesso, chiaramente c’erano dei bambini nella stanza. È importante che le proposte di salvataggio di vite arrivino immediatamente e prestino aiuti”, ha affermato McCraw.

“Ovviamente non è stata la decisione giusta, è stata la decisione sbagliata”.

I funzionari hanno riconosciuto molti difetti nella risposta alla sparatoria nella scuola di Uvalde dicendo che gli agenti di polizia avrebbero dovuto entrare piuttosto che aspettare, e che il ritardo è costato la vita ai bambini.

È stata la decisione sbagliata, molto sbagliata. Non ci sono scuse per questo. … Quando c’è un tiratore attivo, le regole cambiano. Non c’è più un soggetto barricato. Non hai tempo”, ha detto.

McCraw lo ha aggiunto “se pensassi che sarebbe stato d’aiuto, mi scuserei”.

Come descritto in precedenza da Caden Pearsen di The Epoch Times,un Texas Lo ha affermato un funzionario del Dipartimento di Pubblica Sicurezza (DPS). gli agenti “avrebbero potuto essere fucilati” se avessero ingaggiato l’uomo armato rintanato con le sue vittime in un’aula della Robb Elementary School prima che arrivasse una squadra tattica specializzata.

Le autorità giovedì hanno abbozzato una cronologia degli eventi da quando il diciottenne Salvador Ramos ha schiantato il suo veicolo a quando è entrato nella scuola del Texas intorno alle 11:40 e ha massacrato 19 studenti e due insegnanti.

Ma fu solo quasi all’una di sera che Ramos fu ucciso e l’assedio terminò, circa 90 minuti dopo.

Sono state sollevate domande tra la crescente rabbia pubblica e il controllo sulla risposta delle forze dell’ordine man mano che emergono maggiori dettagli sulla sequenza temporale degli eventi.

Il portavoce del Texas DPS, il tenente Chris Olivarez, ha affermato che la prima priorità per gli ufficiali in una situazione di sparatutto attivo è fermare le uccisioni e preservare la vita.

“Ma anche una cosa che, ovviamente, il popolo americano deve capire, è che gli agenti stanno entrando in questo edificio. Non sanno dove sia l’uomo armato”, Oliverez ha detto alla CNN.

“Stanno sentendo degli spari. Stanno ricevendo colpi di arma da fuoco. A quel punto, se fossero andati oltre non sapendo dove fosse il sospettato, avrebbero potuto essere fucilati, avrebbero potuto essere uccisi e, a quel punto, quell’uomo armato avrebbe avuto l’opportunità di uccidere altre persone all’interno di quella scuola .”

Oliverez ha detto che la loro risposta significava che l’assassino era contenuto in classe e non era in grado di raggiungere “altre parti della scuola per commettere altri omicidi”.

Mentre circa tre agenti che erano entrati nella scuola attraverso la stessa porta dell’uomo armato stavano prendendo fuoco e chiamavano rinforzi, circa altri quattro che erano entrati da un’altra parte della scuola stavano evacuando studenti e insegnanti, ha detto Oliverez.

Una volta che la squadra tattica della US Border Patrol è arrivata, ha detto che hanno usato uno scudo balistico come copertura mentre entravano in classe e uccidevano il tiratore.

Victor Escalon, direttore regionale del Texas Department of Public Safety South, tiene una conferenza stampa a Uvalde, in Texas, il 26 maggio 2022, due giorni dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco e ucciso 19 bambini e due insegnanti della scuola elementare Robb. (Cena Allison/AFP tramite Getty Images)

Le autorità giovedì hanno in gran parte ignorato le domande durante un controverso briefing sul motivo per cui gli agenti non erano stati in grado di fermare prima il tiratore.

Victor Escalon, direttore regionale del Dipartimento di pubblica sicurezza del Texas, ha detto ai giornalisti di aver “tenuto conto di tutte queste domande” e che avrebbe offerto aggiornamenti in seguito.

Un punto che Escalon ha chiarito sulla base delle informazioni che aveva all’epoca era che non c’erano ufficiali armati nella scuola nel momento in cui Ramos è entrato “senza ostacoli”.

«No, no, non c’era un ufficiale prontamente disponibile, armato. No,” ha detto il funzionario del Texas DPS in risposta alla domanda di un giornalista giovedì pomeriggio.

Ciò contraddiceva le informazioni precedenti delle autorità.


L’America viene distrutta dall’interno dagli agenti globalisti del Great Reset



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’amministratore delegato di Moderna si lamenta di “buttare 30 milioni di dosi nella spazzatura perché nessuno le vuole”



Il CEO di Moderna Stéphane Bancel si lamenta di dover “buttare via” 30 milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19 perché “nessuno le vuole”.

“È triste a dirsi, sto buttando 30 milioni di dosi nella spazzatura perché nessuno le vuole. Abbiamo un grosso problema con la domanda”, ha detto Bancel a un pubblico al World Economic Forum, aggiungendo che i tentativi di contattare vari governi per vedere se qualcuno vuole recuperare il gioco è stato un totale fallimento.

“In questo momento abbiamo governi – abbiamo cercato di contattare… attraverso le ambasciate a Washington. Tutti i paesi e nessuno li vuole prendere.

“Il problema in molti paesi è che le persone non vogliono i vaccini”.

Orologio:

I commenti di Bancel arrivano giorni dopo Bloomberg riferito che I funzionari sanitari dell’UE vogliono modificare i contratti con Pfizer e altri produttori di vaccini al fine di ridurre le forniture.

Durante un incontro virtuale organizzato dal ministro della Salute polacco Adam Niedzielski, i governi hanno condiviso una lettera congiunta alla Commissione Ue in cui si legge: “Ci auguriamo che la discussione con la Commissione e tra gli Stati membri consenta flessibilità negli accordi sui vaccini”, aggiungendo “Siamo contando anche sui produttori di vaccini per mostrare comprensione alle sfide eccezionali che la Polonia sta affrontando sostenendo l’Ucraina e dando rifugio a milioni di cittadini ucraini in fuga dalla guerra”.

Alcuni paesi stanno cercando di modificare i cosiddetti accordi di acquisto anticipato firmati con i produttori, poiché la domanda di proiettili diminuisce e i budget sono messi a dura prova dalle ricadute della guerra in Ucraina e dai costi di accoglienza dei rifugiati.

L’adeguamento degli accordi con i fornitori potrebbe garantire agli Stati membri il diritto di “riprogrammare, sospendere o annullare del tutto le consegne di vaccini con una breve durata”, hanno scritto i primi ministri di Estonia, Lettonia e Lituania in una comunicazione congiunta lettera alla presidente della Commissione Ursula Von Der Leyen alla fine del mese scorso.

Nel frattempo, in una lettera separata il ministero della salute della Bulgaria ha chiesto un “dialogo aperto” con la commissione e le aziende farmaceutiche, sostenendo che l’attuale accordo obbliga gli Stati membri per “acquistare quantità di vaccini di cui non hanno bisogno”.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Bill Maher suggerisce ai bambini di dichiararsi trans perché è “alla moda” ed essere gay “non è abbastanza alla moda”


Bill Maher ha accusato i ragazzi di dichiararsi trans perché sono “alla moda” e perché essere gay “non è abbastanza alla moda”, in Real Time di venerdì.

Maher, 66 anni, che spesso attira le ire sia dei conservatori che dei liberali nel suo show di lunga data, ha in gran parte seguito la parte transgender di quell’acronimo nel suo editoriale.

Ha iniziato osservando che i sondaggi mostrano che il numero di americani che si identificano come LGBTQ è raddoppiato con ogni generazione che passa, scherzando sul fatto che “se seguiamo questa traiettoria, saremo tutti gay nel 2054”.

Maher ha poi chiesto se le persone sono autorizzate a vedere quegli aumenti e ha chiesto: “Che succede?”

“Non è passato molto tempo da quando gli adulti hanno chiesto ai bambini cosa volevano fare da grandi,” intendevano quale professione”, ha detto Maher.

Ha poi ruotato per suggerire che il numero di americani LGBTQ fosse aumentato così drasticamente, una recente scoperta dell’ACLU affermava che i divieti sui diritti di aborto avrebbero colpito le persone LGBTQ più delle donne cisgender che partoriscono.

‘Qualcuno deve dirlo, non tutto riguarda te. Va bene fare domande su qualcosa di molto nuovo”, ha detto Maher.

Si è quindi rivolto ai bloccanti della pubertà, che vengono somministrati ai giovani transgender, che Maher ha chiamato “letteralmente sperimentando sui bambini” e ha suggerito che gli effetti a lungo termine non sono stati studiati abbastanza, mostrando studi che affermavano che causavano mancanza di densità ossea e infertilità .

Maher ha anche parlato dell’imminente parata del Pride a New York City, che non includeva gli uomini gay, ma solo le persone trans e lesbiche.

‘Ecco dove siamo ora: gli uomini gay non sono abbastanza alla moda per una parata del Gay Pride. Gay è praticamente cis, e cis è praticamente mormone”, ha detto, mostrando una foto del senatore Mitt Romney.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link