Archivi tag: Monkeypox

CHI rinominerà Monkeypox per combattere il “razzismo” e lo “stigma”


L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che ribattezzerà il virus del vaiolo delle scimmie per combattere il razzismo e lo stigma per le preoccupazioni che gli africani possano sentirsi offesi.

Questo fermerà il virus!

Nonostante sia endemico in Africa da decenni, chiamare il virus “vaiolo delle scimmie” viola le linee guida dell’OMS che rinnegano l’uso di regioni geografiche o animali.

Il cambiamento è stato apportato dopo che più di 30 scienziati internazionali, la maggior parte dei quali provenienti dall’Africa, si sono lamentati del fatto che chiamarlo “vaiolo delle scimmie” fosse discriminatorio e stigmatizzante. Vogliono che il virus venga rinominato “hMPXV”, il che rappresenterebbe una “classificazione non discriminatoria e non stigmatizzante”.

“Come qualsiasi altra malattia, può verificarsi in qualsiasi regione del mondo e affliggere chiunque, indipendentemente dalla razza o dall’etnia”, affermava la lettera.

“In quanto tale, crediamo che nessuna razza o carnagione della pelle dovrebbe essere il volto di questa malattia”.

Il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha debitamente annunciato che l’organismo sanitario globale sta “lavorando con partner ed esperti di tutto il mondo per cambiare il nome del virus del vaiolo delle scimmie, dei suoi cladi e della malattia che provoca”.

“Faremo annunci sui nuovi nomi il prima possibile”, ha aggiunto Tedros.

La decisione di rinominare il virus segue quanto accaduto nel 2020, quando il “Coronavirus di Wuhan” è stato ribattezzato COVID-19 dopo le preoccupazioni che i cinesi fossero stigmatizzati, nonostante il virus fosse emerso dalla Cina.

Come abbiamo precedentemente evidenziatononostante il vaiolo delle scimmie quasi interamente circolando tra gli uomini gay, l’OMS ha insistito sul fatto che le sfilate del gay pride dovrebbero andare avanti normalmente nonostante il corpo suggerendo che gli altri festival dovrebbero essere limitati.

Apparentemente, proteggere i sentimenti degli aderenti LGBT e delle persone che vivono nei paesi africani è altrettanto urgente quanto fermare l’effettiva diffusione del virus.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il 99% dei casi di Monkeypox sono uomini gay



Un’indagine sui casi di vaiolo delle scimmie dell’Agenzia sanitaria del Regno Unito ha rilevato che 151 partecipanti su 152 sono uomini che “si identificano come gay, bisessuali o uomini che hanno rapporti sessuali con uomini”.

Il sondaggio ha rilevato che 311 (99% di 314) casi erano uomini, con solo 3 casi femminili confermati.

“Centocinquantadue casi hanno partecipato a questionari più dettagliati, implementati dal 26 maggio 2022 e utilizzati retrospettivamente”, ha rilevato il sondaggio.

“In questi dati, 151 dei 152 uomini intervistati si sono identificati come gay, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (GBMSM) o hanno riferito di contatti dello stesso sesso, e il restante individuo ha rifiutato di divulgare queste informazioni”.

I primi focolai di vaiolo delle scimmie hanno avuto origine in una sauna gay in Spagna e in un festival fetish in Belgio.

Nonostante i casi di vaiolo delle scimmie siano prevalentemente uomini gay, alcuni critici hanno suggerito che l’incoraggiamento delle autorità sanitarie per gli uomini gay che sospettano di aver contratto il virus ad astenersi dal fare sesso sia “omofobo” e una forma di “stigmatizzazione”.

Come abbiamo precedentemente evidenziatoil primo paziente con vaiolo delle scimmie a diventare pubblico ha rivelato di aver contratto il virus per aver fatto sesso gay con “circa 10 nuovi partner” dopo essere stato espulso da Dubai per essere risultato positivo all’HIV.

Nonostante il vaiolo delle scimmie si diffonda attraverso uno stretto contatto e l’Organizzazione Mondiale della Sanità abbia affermato che i festival estivi dovrebbero essere limitati per fermare la diffusione del virus, un portavoce dell’OMS in seguito chiarito che le parate del gay pride dovrebbero andare avanti normalmente.

“Sebbene la maggior parte del mondo sia stata bloccata a causa del covid con decine di milioni di persone che hanno perso il lavoro, le autorità della sanità pubblica hanno ampiamente chiarito che chiedere agli uomini gay di smettere di fare sesso con dozzine di estranei per fermare la diffusione del vaiolo delle scimmie è insostenibile ,” scrive Chris Menahan.

Il sondaggio dell’Agenzia sanitaria del Regno Unito ha anche rilevato che l’81% dei casi riguardava persone residenti a Londra.

Come discusso in precedenza, l’NHS nel Regno Unito ha pubblicato un messaggio sul suo sito Web esortando le persone a non toccare o consumare “carne selvatica”, che è disponibile sul mercato nero in aree etnicamente diverse di Londra e può causare la diffusione del vaiolo delle scimmie.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il paziente Monkeypox afferma di aver contratto il virus dopo aver fatto sesso gay con “circa 10 nuovi partner”


Il primo paziente con vaiolo delle scimmie a diventare pubblico ha rivelato di aver contratto il virus per aver fatto sesso gay con “circa 10 nuovi partner” dopo essere stato espulso da Dubai per essere risultato positivo all’HIV.

Roba adorabile.

Il 35enne James M. ha parlato con i media dopo essersi lamentato del fatto che i funzionari sanitari nel Regno Unito non lo hanno ancora contattato nonostante gli fosse stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie più di due settimane fa.

Dopo essere tornato a Londra, James ha continuato a soffrire di “dolori davvero strani nella parte bassa della schiena, stanchezza, sete estrema e dolore quando usava il bagno”.

Un articolo nel Mail giornaliera rivela che l’uomo omosessuale ha contratto il virus “dopo aver dormito con circa 10 nuovi partner nelle settimane prima che iniziassero i suoi sintomi”.

James ha detto che si stava “divertendo” dopo essere tornato nel Regno Unito dopo la sua espulsione da Dubai, dove essere gay è illegale, per essere risultato positivo all’HIV a febbraio.

I primi focolai di vaiolo delle scimmie hanno avuto origine in una sauna gay in Spagna e in un festival fetish in Belgio. Il virus ha in gran parte infettato uomini gay e bisessuali che hanno fatto sesso con altri uomini.

“Si potrebbe pensare che chiedere agli uomini gay di smettere di fare sesso con dozzine di sconosciuti casuali per prevenire la diffusione di questo virus sarebbe una decisione saggia nell’interesse della salute pubblica”, scrive Chris Menahan.

In realtà, sebbene alcuni esperti nel Regno Unito abbiano detto agli uomini gay che pensano di poter avere sintomi per astenersi dal sesso, altri hanno affermato che dire agli omosessuali di non copulare è omofobo.

Nonostante l’Organizzazione Mondiale della Sanità avvertimento che i festival estivi e altri raduni di massa potrebbero accelerare la diffusione del vaiolo delle scimmie, Andy Seale dell’OMS disse le parate del gay pride dovrebbero andare avanti normalmente nonostante il fatto che il virus possa essere diffuso da uno stretto contatto.

“È importante che le persone che vogliono uscire e celebrare l’orgoglio gay, l’orgoglio LGBTQ+, continuino ad andare e pianificano di farlo”, ha affermato Seale.

“La maggior parte di questi eventi, gli eventi ufficiali, sono all’aperto, sono adatti alle famiglie”, ha aggiunto Seale. “Non vediamo alcun motivo reale per essere preoccupati per la maggiore probabilità di trasmissione in quei contesti”.

L’NHS nel Regno Unito ha anche pubblicato un messaggio sul suo sito web in cui esorta le persone a non toccare o consumare “carne selvatica”, che è disponibile sul mercato nero in aree etnicamente diverse di Londra e può causare la diffusione del vaiolo delle scimmie.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ferma la diffusione non facendo sesso, lo dice il Regno Unito ai malati di Monkeypox


Funzionari britannici hanno detto a coloro che soffrono di vaiolo delle scimmie che dovrebbero astenersi dal sesso nella speranza di frenare la diffusione della malattia.

Coloro che mostrano i sintomi del virus del vaiolo delle scimmie dovrebbero evitare di fare sesso con altre persone, hanno consigliato gli esperti del governo a coloro che soffrono della malattia.

Il consiglio arriva quando i funzionari confermano che altri 71 casi di malattia rara sono stati confermati nel Regno Unito lunedì, con l’attuale focolaio che colpisce in modo sproporzionato la cosiddetta popolazione “MSM” del paese, che sta per “uomini che fanno sesso con uomini” .

Secondo il ultima guida concordato da tutte le nazioni del Regno Unito, coloro ai quali è stata confermata la malattia dovrebbero anche assicurarsi di usare un preservativo per fare sesso per otto settimane dopo l’infezione, mentre è stato detto anche ai cosiddetti contatti stretti “ad alto rischio” delle persone infette che dovrebbe autoisolarsi per 21 giorni.

Anche alle donne incinte e alle persone immunocompromesse è stato detto che dovrebbero evitare di prendersi cura di qualcuno con la malattia, se possibile, con l’OMS avvertimentodel pericolo che la malattia possa portare a “vaiolo delle scimmie congenito” o nati morti.

Leggi di più



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’OMS afferma che gli eventi del Gay Pride dovrebbero andare avanti nonostante la minaccia di Monkeypox


L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che gli eventi di raduno di massa globali pianificati per il “Mese del Gay Pride” non dovrebbero essere cancellati nonostante il fatto che gli esperti affermino che il vaiolo delle scimmie sta circolando in gran parte tra le persone LGBT.

Apparentemente, consentire agli uomini gay poco vestiti di girare in modo suggestivo nelle parate di strada è più importante che arginare una malattia pericolosa.

Chi lo sapeva?

Il numero di casi globali di vaiolo delle scimmie continua ad aumentare, con precedenti focolai identificati in una sauna gay in Spagna e in un festival fetish in Belgio. Il virus ha in gran parte infettato uomini gay e bisessuali che hanno fatto sesso con altri uomini.

I funzionari sanitari nel Regno Unito lo sono ora dicendo alla gente che pensano di poter essere infettati dal vaiolo delle scimmie per non fare sesso, nonostante le preoccupazioni sollevate da altri che ciò potrebbe portare alla “stigmatizzazione” dei gay, in modo simile a come alcuni hanno espresso preoccupazione per il razzismo nei confronti dei cinesi all’inizio del COVID pandemia.

L’OMS, che ha facilitato la risposta draconiana della Cina al COVID insistendo sul fatto che il mondo occidentale imponga simili blocchi, sta sollecitando che gli eventi del gay pride vadano avanti nonostante il chiaro rischio che siano eventi super-diffusori, dato che il vaiolo delle scimmie si trasmette attraverso uno stretto contatto fisico.

“È importante che le persone che vogliono uscire e celebrare l’orgoglio gay, l’orgoglio LGBTQ+, continuino ad andare e pianifichino di farlo”, ha affermato Andy Seale, un consulente per le strategie del Dipartimento dell’OMS per i programmi globali di HIV, epatite e infezioni sessualmente trasmissibili .

“La maggior parte di questi eventi, gli eventi ufficiali, sono all’aperto, sono adatti alle famiglie”, ha aggiunto Seale. “Non vediamo alcun motivo reale per essere preoccupati per la maggiore probabilità di trasmissione in quei contesti”.

Trascurando la ridicola affermazione che gli eventi del gay pride sono “adatti alle famiglie”, la risposta dell’OMS indica chiaramente che non essere visti come “omofobi” è apparentemente più importante che fermare la diffusione di malattie virali.

È una strana posizione da assumere per un’organizzazione dedita ad arginare la diffusione delle malattie virali.

Il doppio standard è simile a maggio 2020, quando i governi avevano imposto blocchi draconiani che impedivano alle persone di partecipare ai funerali dei loro cari, ma milioni di sostenitori di Black Lives Matter sono stati incoraggiati a riunirsi nelle città di tutto il mondo occidentale.

Infatti, all’epoca, i media e persino professionisti della sanità pubblica ha affermato che il “razzismo” era una minaccia per la società più grande del COVID-19, dando libero sfogo alle persone di riunirsi in numero enorme e diffondere il virus, purché lo facessero in nome della ricerca di giustizia per George Floyd.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Monkeypox Fears May Rescue Endangered Corporations


In recent days, concern over a global outbreak of monkeypox, a mild disease related to smallpox and chickenpox, has been hyped in the media and health ministries around the world, even prompting an emergency meeting at the World Health Organization (WHO). For some, fears have centered around monkeypox being the potential “next pandemic” after Covid-19. For others, the fear is that monkeypox will be used as the latest excuse to further advance draconian biosecurity policies and global power grabs.

Regardless of how the monkeypox situation plays out, two companies are already cashing in. As concern over monkeypox has risen, so too have the shares of Emergent Biosolutions and SIGA Technologies. Both companies essentially have monopolies in the US market, and other markets as well, on smallpox vaccines and treatments. Their main smallpox-focused products are, conveniently, also used to protect against or treat monkeypox as well. As a result, the shares of Emergent Biosolutions climbed 12% on Thursday, while those of SIGA soared 17.1%.

For these companies, the monkeypox fears are a godsend, specifically for SIGA, which produces a smallpox treatment, known by its brand name TPOXX. It is SIGA’s only product. While some outlets have noted that the rise in the valuation of SIGA Technologies has coincided with recent concerns about monkeypox, essentially no attention has been given to the fact that the company is apparently the only piece of a powerful billionaire’s empire that isn’t currently crumbling.

That billionaire, “corporate raider” Ron Perelman, has deep and controversial ties to the Clinton family and the Democratic party as well as troubling ties to Jeffery Epstein. Aside from his controlling stake in SIGA, Perelman has recently made headlines for rapidly liquidating many of his assets in a desperate bid for cash. 

Similarly, Emergent Biosolutions has also been in hot water. The company, which has troubling ties to the 2001 Anthrax attacks, came under fire just under two weeks ago for engaging in a “cover up” over quality control issues relating to their production of Covid-19 vaccines. A Congressional investigation found that quality control concerns at an Emergent-run facility led to more than 400 million doses of Covid-19 vaccines being discarded. The Emergent factory in question had been shut down by the FDA in April 2021. They were allowed to reopen last August before the government terminated the contract. Given that the majority of the company’s business is tied to US government contracts, the loss of this contract, and the accompanying poor publicity, the news that its smallpox vaccine may soon be of international interest is likely seen as a godsend by the company. 

Notably, this the second time in a year that both companies have benefitted from pandemic or bioterror fears propagated by the media. Last November, speculation rose that a re-emergence of the eradicated virus that causes smallpox would soon take place. This first began with Bill Gates’ comments on the prospects of smallpox bioterrorism during a November 4th, 2021 interview and was followed by the November 16th announcement of a CDC/FBI investigation into 15 suspicious vials labeled “smallpox” at a Merck facility in Philadelphia. Now, roughly six months later, the same fears are again paying off for the same two companies.

A Killer Enterprise

Emergent Biosolution was previously known as BioPort. The company was founded by Fuad el-Hibri, a Lebanese businessman, who leveraged his contacts with powerful US former military officials and politicians, to take control of a flailing Michigan factory. It was the only factory authorized to produce an anthrax vaccine.

The anthrax vaccine was known to have major problems even before BioPort had acquired it, and is believed by many investigators to be one of the main causes of “Gulf War” syndrome. The vaccine itself, originally developed at Fort Detrick, had little to no safety track record at the time it was administered to US troops in the First Gulf War – a problem that was never remedied. However, its chronic safety issues and its clumsy, multi-dose regimen would later prompt BioPort/Emergent Biosolutions to spend years developing a new formulation of its anthrax vaccine.

The creation of BioPort coincided with the Clinton administration’s efforts to mandate the anthrax vaccine for all members of the US Armed Forces. With control over the only source of anthrax vaccine, BioPort was poised to make a killing.

Once the company acquired the Michigan facility, it took large amounts of US government funds, ostensibly to make improvements at the site. However, the company declined to use the funds to make the necessary repairs, instead spending that money on its executives’ offices, as opposed to the vaccine factory, and millions more on bonuses for “senior management.” Pentagon auditors would later find that still millions more had gone “missing” and BioPort’s staff were unaware of the cost of producing a single dose of the vaccine. Despite the clear mismanagement and corruption, BioPort demanded to be bailed out by the Pentagon, and they were. Meanwhile, the Michigan facility lost its license after a government inspection found numerous safety issues.

However, by August 2001, BioPort stood to lose the Pentagon contracts – its only source of income. The Pentagon began preparing a report, due to be released in September 2001, that would detail a plan for letting BioPort go. Thanks to the September 11, 2001 attack on the Pentagon, that report was never released. Shortly thereafter, the 2001 anthrax attacks began.

Just months before, BioPort had contracted Battelle Memorial Institute to help rescue its flailing vaccine program. The deal gave Battelle “immediate exposure to the vaccine” and it was used in connection with the Pentagon-funded, gain-of-function anthrax program that involved both Ken Alibek and William C. Patrick III, two bioweapons experts with deep ties to the CIA. That program was housed at Battelle’s West Jefferson facility in Ohio. That facility is believed by many investigators to be the source of the anthrax used in the 2001 attacks.

The ensuing panic from the anthrax attacks led the Department of Health and Human Services (HHS) to intervene. They gave BioPort its license back in January 2002 despite persisting safety concerns at its vaccine production facility in Michigan. BioPort was not content to merely see its past contracts with the Pentagon restored, however, as it began lobbying heavily for new contracts for anthrax vaccines intended for American civilians, postal workers and others. They would get them, largely thanks to HHS’ then-counter-terrorism adviser and soon to be HHS’ newest Assistant Secretary — Jerome Hauer. Hauer would later join the board of BioPort, after it reformed as Emergent Biosolutions, in 2004.

Such examples of cronyism are more common than not when it comes to Emergent Biosolutions. Indeed, the company has frequently relied on individuals who spend their careers passing through the “revolving door” between the pharmaceutical industry and government, particularly those who also moonlight as bioterror alarmists. One of the main individuals critical to the company’s success over the years has been Robert Kadlec. Kadlec served as the top bioterror advisor to the Pentagon in the weeks leading up to the 2001 anthrax attacks. Months prior, he had participated in the June 2001 simulation Dark Winter, which “predicted” major aspects of the subsequent anthrax attacks. Kadlec subsequently crafted much of the legislation that would create the country’s subsequent bioterror/pandemic response policy, including BARDA and the Strategic National Stockpile.

Embed from Getty Images

Soon after leaving government, Robert Kadlec helped found a new company in 2012 called “East West Protection,” which develops and delivers “integrated all-hazards preparedness and response systems for communities and sovereign nations.” The company also “advises communities and countries on issues related to the threat of weapons of mass destruction and natural pandemics.”

Kadlec formed the company with W. Craig Vanderwagen, the first HHS Assistant Secretary for Preparedness and Response (a position Kadlec had helped write into law and would later hold himself). The other co-founder of East West Protection was Fuad El-Hibri, the founder of BioPort/Emergent Biosolutions, who had just stepped down as Emergent’s CEO earlier that year.

Kadlec then became a consultant. Kadlec’s consultancy firm, RPK Consulting, netted him $451,000 in 2014 alone, where he directly advised Emergent Biosolutions as well as other pharmaceutical companies like Bavarian Nordic. Kadlec was also a consultant to military and intelligence contractors, such as the DARPA-backed firm Invincea and NSA contractor Scitor, which was recently acquired by SAIC.

Kadlec would return to government as HHS ASPR under Trump, a position which he held at the time the Covid-19 crisis began. The year prior, in 2019, Kadlec had conducted a months-long simulation focused on a global pandemic originating in China called Crimson Contagion. Once the Covid-19 crisis began in earnest, he played a major role in securing Covid-19 vaccine contracts for Emergent Biosolutions, despite his conflicts of interest, some of which he had declined to disclose upon being appointed to serve as ASPR.

Emergent Biosolutions’ pattern of corrupt behavior, beginning with its anthrax vaccine, can be seen with its recent actions as it relates to its production of Covid-19 vaccines. Per the recent Congressional report, released just days before the recent spike in concern over monkeypox began, Emergent lab workers “intentionally sought to mislead government inspectors about issues” at its Baltimore-based plant and also repeatedly “rebuffed” efforts by AstraZeneca and Johnson & Johnson to inspect their facilities. “Despite major red flags at its vaccine manufacturing facility, Emergent’s executives swept these problems under the rug and continued to rake in taxpayer dollars,” House Oversight and Reform Committee Chairwoman Carolyn Maloney (D-NY) stated upon the report’s release. Yet such “major red flags” can be found throughout the company’s entire history, for those willing to take the time to look.

Just days after the Congressional report was released, Emergent Biosolutions announced that it would acquire the exclusive worldwide rights to the “first FDA-approved Smallpox Oral Antiviral for all ages” from the company Chimerix. The drug, called TEMBEXA, is only for the treatment of smallpox, which the company refers to as “a high priority public health threat.” The press release on the company’s acquisition of TEMBEXA states that multi-million US government contracts for the product are anticipated. The FDA formally approved the drug last June.

Emergent Biosolutions also has the rights to the smallpox vaccine known as ACAM2000, which can also be used to treat monkeypox. The vaccine, originally produced by Sanofi, was acquired by the company in 2017. As a result, the company has an essential monopoly over smallpox vaccines as ACAM2000 is “the only vaccine licensed by the FDA for active immunization against smallpox disease for people determined to be at high risk of smallpox infection.”

Given their track record, it’s worth asking why Emergent Biosolutions has been working in recent months to pivot much of its business into smallpox treatments. However, there is no speculation needed when observing that the current monkeypox fears and helping rescue the company, whose shares had fallen some 26% year to date before concern over the recent monkeypox outbreak began to grow.

Whatever comes of the monkeypox situation, Emergent Biosolutions’ decades-long track record is undeniably one of corruption and cronyism.

BioArmor” for Ron Perelman’s Flailing Business Empire

SIGA Technologies, which likens its products to “Human BioArmor”, features a quote from Bill Gates at the top of its about page. The quote reads: “[…] the next epidemic could originate on the computer screen of a terrorist intent on using genetic engineering to create a synthetic version of the smallpox virus […]” The quote is from Bill Gates’ speech to the 2017 Munich Security Conference, where he used to the threat specifically of smallpox to argue that “health security” and “international security” be merged. Notably, last March, the Munich Security Conference hosted a simulation of a global pandemic caused by a “genetically engineered monkeypox virus.”

SIGA is one example of a company that seeks to find its niche in the middle of “health security” and “international security.” It specifically provides “solutions for unmet needs in the health security market that comprises medical countermeasures against chemical, biological, radiological, and nuclear (CBRN) threats, as well as emerging infectious diseases.” The majority of contracts for CBRN medical countermeasures in the US are funded by the Pentagon. While it promotes itself as a CBRN threat-focused company, SIGA is, for now, singularly focused on smallpox.

Indeed, SIGA Technologies is only currently profitable in the event of an actual outbreak of smallpox or a related disease, or when fear of a smallpox bioterror event is high. Specifically, concern over the latter has led to the company to win government contracts to produce TPOXX for the Strategic National Stockpile (SNS). This is because TPOXX is only used to treat active smallpox or monkeypox infection, not prevent it. This means that it is only useful if smallpox, monkeypox or a related disease is actively infecting people or if there is a high risk that one of these diseases will soon infect large groups of people. TPOXX was first approved in 2018 by the FDA and was approved by the European Medicine Agency (EMA) this past January. The FDA approved an intravenous version of TPOXX just this past Thursday. Overall, SIGA has received over $1 billion from the US government to develop TPOXX.

SIGA is currently partnered with HHS’ BARDA, the Department of Defense, the CDC and the NIH. Another partner is Lonza, a European pharmaceutical manufacturing firm that is partnered with both the World Economic Forum and Moderna. SIGA’s CEO, Phillip Gomez, is an alumni of PRTM Consulting, where he would have worked closely with Robert Kadlec, as the two men overlapped as directors of the firm and both worked advising government agencies on matters of public health and biodefense.

SIGA is also notable because it is possibly the only company in the business empire of corporate raider Ron Perelman that is not attached to growing mountains of debt. Perelman is one of the notorious corporate raiders from the 1980s who conducted corporate takeovers fueled by junk bonds, particularly those connected to Michael Milken’s Drexel Burnham Lambert. Perelman’s business tactics have long been informed by his volcanic temper and his ruthlessness, with former Salomon Brothers CEO John Gutfruend once remarking that “believing Mr. Perelman has no hostile intentions is like believing the tooth fairy exists.”

Perelman is also known for being a long-time patron of the Clinton family, even though, more recently he donated to Donald Trump’s political campaigns. Perelman apparently first became interested in courting influence with the Clintons after marrying Patricia Duff in 1994. Duff was deeply connected to the Democratic Party, having worked for Democratic pollster Pat Cadell, and she had also worked for the House panel that “investigated” the assassinations of John F. Kennedy and Martin Luther King Jr. Prior to marrying Perelman, she had been married to movie mogul Michael Medavoy and had “introduced Clinton to the Hollywood establishment,” according to the Washington Post. 

As Perelman’s wife, Duff styled herself a leading Democratic fundraiser, with the 1995 fund-raising dinner being emblematic of that. Also, in 1995, Perelman attended a $1,000-a-plate dinner in New York for the Clintons, where Perelman sat across from the President, as well as a state dinner for Brazil’s president at the White House.

For Perelman, his generosity to the Clinton political machine resulted in an appointment by Clinton to the board of trustees of the Kennedy Center in 1995. Other, less public gestures from the Clintons were likely, as Perelman offered much more to the First Family than he appears to have received in return. Perhaps most notable of Perelman’s favors for Bill Clinton was his offering of jobs to scandal-ridden members of his administration, Webster Hubbell and Monica Lewinsky, in the wake of their respective controversies. However, after the job offers were publicly reported, both Hubbell and Lewinsky were let go, though the offers later caught the attention of independent counsel Ken Starr. Starr never subpoenaed or investigated Perelman or the offers he had made to Hubbell or Lewinsky.

The controversial hirings had been arranged between Perelman and Clinton advisor Vernon Jordan, who sat on the board of Revlon, a Perelman-controlled company, while his wife was on the board of another Perelman-owned firm. Jordan was known as Clinton’s “conduit to the high and mighty” and had taken Clinton to the 1991 Bilderberg conference. On the decision to hire Lewinsky following the scandal, a former business associate of Perelman’s told the Washington Post that “It’s like the Mafia, it’s all done in code,” adding that “I can assure you that Ronald made the decision to give Lewinsky the job. And I can assure you he wouldn’t want to know why Jordan was asking.”

Embed from Getty Images

In 1995, Perelman held a Clinton fundraiser at his mansion, with guests including singer Jimmy Buffett, Miami Vice actor Don Johnson, actor Michael Douglas’ then-wife Deandra and DNC co-chair Don Fowler. Other guests included A. Paul Prosperi, a corrupt Clinton crony, and the now infamous Jeffrey Epstein. Clinton himself attended the fundraiser. According to the Palm Beach Post, guests had donated at least $100,000 to the DNC to attend the dinner with the President. This was, of course, in the lead up to the 1996 election, and the DNC would later come under heavy scrutiny due to illegal fundraising. This fundraiser was not Epstein’s only interaction with Perelman – Perelman would later be listed as a frequent dinner guest of Epstein’s in the 2003 Vanity Fair profile penned by Vicky Ward and is listed in Epstein’s black book of contacts.

For most of the 2000s, Perelman has sat atop a massive, ever-growing fortune. Yet, since 2020, Perelman has “been unloading assets ‘A lot of them. Rapidly.’” It stated with sales of valuable paintings at Sotheby’s and soon extended to Perelman’s investment company MacAndrews & Forbes, which disposed of its interest in two companies that same year, including $1 billion in shares in Scientific Games. According to MoneyWeek, Perelman’s net worth dropped from $19 billion in 2018 to $4.2 billion in late 2020, “prompting speculation that he’s runnings out of money.” Over the course of last year, Perelman has continued to “downsize”, looking to sell off his estate in the Hamptons for $115 million, another 57-acre estate worth $180 million and two townhouses in Manhattan’s Upper East Side for $60 million. 

Other assets held by Perelman’s company MacAndrews & Forbes are also drowning in debt. One of the few assets of the company that isn’t currently haemorrhaging money or struggling with debt is its shares in SIGA Technologies. Perelman’s main company, MacAndrews & Forbes, has long been one of SIGA’s biggest investors and remains its largest shareholder, controlling 33% of all shares.

Since Perelman got involved with SIGA, accusations of corruption have plagued the company. For instance, in May 2011, SIGA was given a no-bid contract worth about $433 million to develop and produce 1.7 million doses of anti-viral drug for smallpox. At the time there was no evidence the smallpox drug in question was capable of treating the disease and there was alarm among some HHS staffers that SIGA’s return on investment from the contract was “outrageous.” The contract began to be investigated over concerns that the contract had been awarded to SIGA precisely because it was controlled by Perelman, who had donated heavily to Barack Obama. At the time, CNN noted the following about Perelman’s connections to the Obama White House:

Ronald Perelman is controlling shareholder of Siga Technologies and a longtime Democratic Party activist and fundraiser. He’s also a large contributor to Republicans, but has been a particular friend of the Obama White House.

Also on Siga’s board of directors is Andy Stern, former president of the Service Employees International Union, who has had close relations with the Obama administration and who has supported President Barack Obama’s health care initiatives.”

As a result of these concerns and the potential conflict of interest, a congressional investigation began. Days after learning that this key government contract may be in jeopardy, SIGA executives sold off large amounts of company stock at an average price of $13.46 per share, netting its Chief Executive Officer and Chief Scientific Officer at the time millions of dollars. A month later, the company announced that its contract had been downsized and shares in the company fell to under $2 by that December.

Given past “pay-to-play” accusations around Perelman’s role in the firm during the Obama administration, when President Joe Biden served as Vice President, what are we to make of the recent media hype around monkeypox? Or concerns raised last year of a bioterrorism event involving smallpox? 

Perhaps it’s more important to ask other questions – why has Perelman’s role in SIGA been largely obfuscated or totally ignored by recent reporting on the company? Similarly, why has Emergent Biosolutions’ horrific track record also been excluded from recent reports, including the major complaints from Congress made against the company less than two weeks ago? It seems the fear being generated around monkeypox is not only boosting shares for these two rotten companies, it’s helping the public forget their past sins.

Author – Whitney Webb: Whitney Webb has been a professional writer, researcher and journalist since 2016. She has written for several websites and, from 2017 to 2020, was a staff writer and senior investigative reporter for Mint Press News. She currently writes for The Last American Vagabond.


Dr. Peter McCullough Exposes Bill Gates’ Plan For Next Lockdown & The Truth About Monkeypox

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Cina si vanta che i blocchi repressivi terranno fuori Monkeypox



Lo stato cinese Tempi globali lunedì si è vantato che i blocchi repressivi del coronavirus imposti alle città cinesi terranno a bada il vaiolo delle scimmie, una malattia che si diffonde a ritmo lento in alcune parti del mondo.

Il giornale comunista cinese ha citato un avvertimento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che le infezioni da vaiolo delle scimmie potrebbero diffondersi durante le vacanze estive per dichiarare con sicurezza che nessuna di queste diffusione avverrà nella Cina bloccata:

Sebbene finora nessun caso sia stato segnalato in Cina, gli istituti di ricerca e gli esperti cinesi hanno prestato molta attenzione. I rari casi al di fuori delle aree epidemiche conosciute dell’Africa suggeriscono una potenziale epidemia in quei luoghi, ponendo un rischio per la Cina.

Poiché molti paesi hanno revocato i divieti per i viaggi internazionali, c’è un alto rischio di continue trasmissioni, ha detto domenica al Global Times un esperto del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie in condizione di anonimato.

Come la Tempi globali ammesso tra gli attacchi di congratulazioni ai funzionari cinesi per la distribuzione di kit di test e la limitazione dei viaggi per tenere a bada l’ultima minaccia pandemica, il vaiolo delle scimmie non è così contagioso o pericoloso come il coronavirus cinese e i vaccini contro il vaiolo esistenti sono generalmente efficaci nel trattarlo.

Il Tempi globali alludeva a un’ipotesi politicamente sensibile che sta appena iniziando ad attirare l’attenzione dei media occidentali secondo cui l’epidemia di vaiolo delle scimmie potrebbe essere riconducibile ad alcuni specifici eventi “super-diffusori” in Europa, eventi che hanno coinvolto un tipo di attività che è disapprovato in Cina:

Secondo il funzionario dell’OMS David Heymann, uno specialista in malattie infettive, il vaiolo delle scimmie viene ora trasmesso sessualmente poiché la maggior parte dei casi viene rilevata presso i servizi di salute sessuale.

L’esperto del CDC ha detto che la Cina [Chinese coronavirus] le misure di controllo in atto e gli arrivi internazionali ampiamente ridotti riducono al minimo i rischi di contagio in Cina.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

ESCLUSIVO – Scoperta l’origine dell’epidemia di Monkeypox



Alex Jones ha ripetutamente esposto l’agenda globalista aperta per rilasciare un altro virus dopo il Covid poiché la prima pandemia è stata solo un test per preparare il mondo a un collasso economico e sociale totale che inaugura il NWO.

Venerdì, Jones ha parlato con il dottor Peter McCullough e l’autore John Leake di ciò che l’élite ha in serbo per la prossima ondata di blocchi.

In questo rapporto esclusivo di Greg Reese, il governo One World mette a punto i suoi piani in Svizzera mentre Monkeypox appare al momento giusto.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Giochi di guerra Monkeypox ed effetti collaterali dei vaccini


Man mano che il vaiolo delle scimmie diventa mainstream, ci immergiamo in alcuni dei preparativi più discreti per una possibile pandemia di vaiolo delle scimmie, inclusi i giochi di guerra del governo e i vaccini recentemente autorizzati e i loro effetti collaterali.

Potenzia il tuo potenziale naturale con Alpha Power, ora scontato del 40%!


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’OMS avverte che Monkeypox potrebbe “accelerare” durante l’estate, il CDC avverte i medici statunitensi mentre il virus raggiunge 13 paesi


Le autorità sanitarie in Europa, Nord America e Australia hanno iniziato a indagare su un focolaio di vaiolo delle scimmie, sollevando preoccupazioni sul fatto che un focolaio più ampio dell’infezione virale potrebbe essere in corso in Occidente.

Il vaiolo delle scimmie è una malattia virale tipicamente endemica dell’Africa centrale e occidentale, ma dall’inizio di maggio sono stati segnalati dozzine di casi confermati in diversi paesi al di fuori del continente. Molti altri casi sospetti sono oggetto di indagine.

Al momento della scrittura, Lo riporta Nicholas Dolinger di Epoch Times Quello il vaiolo delle scimmie è stato segnalato in 13 paesi: Australia, Canada, Francia, Germania, Italia, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito, Israele, Belgio, Paesi Bassi e Stati Uniti. Tra questi, Portogallo, Spagna e Regno Unito hanno confermato il maggior numero di casi, mentre gli altri hanno confermato casi solo a una cifra.

Fonte: BNO

L’Europa dovrebbe aspettarsi un’ondata di casi di vaiolo delle scimmie nei prossimi mesi, secondo Hans Kluge, il massimo funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nel continente.

“Mentre entriamo nella stagione estiva… con raduni di massa, festival e feste, sono preoccupato per quella trasmissione [of monkeypox] potrebbe accelerare”, Kluge ha detto venerdì.

Il numero dei contagiati potrebbe salire perché “i casi attualmente rilevati sono tra quelli che praticano attività sessuale”, e molti non riconoscono i sintomi, ha aggiunto.

L’attuale diffusione del virus nell’Europa occidentale è “atipica” poiché in precedenza era confinata principalmente nell’Africa centrale e occidentale, ha aggiunto il direttore regionale dell’OMS per l’Europa.

“Tutti i casi recenti tranne uno non hanno una storia di viaggio rilevante in aree in cui il vaiolo delle scimmie è endemico”, disse Kluge.

Le preoccupazioni di Kluge sono state condivise dal capo consigliere medico dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, Susan Hopkins, che ha affermato di aspettarsi che “questo aumento continui nei prossimi giorni e che più casi vengano identificati nella comunità più ampia”.

Il CDC ha osservato che nel caso del Regno Unito c’era a “gruppo di casi raggruppati temporalmente che coinvolgono quattro persone che si autoidentificano come gay, bisessuali o uomini che hanno rapporti sessuali con uomini”.

“Alcune prove suggeriscono che i casi tra [men who have sex with men] possono essere epidemiologicamente collegati; i pazienti in questo cluster sono stati identificati presso cliniche di salute sessuale”, ha affermato. “Questa è un’indagine in evoluzione e le autorità sanitarie pubbliche sperano di saperne di più sulle vie di esposizione nei prossimi giorni”.

Venerdì il Center for Disease Control and Prevention (CDC) ha emesso un avviso chiedendo ai medici di tutti gli Stati Uniti di stare all’erta per vaiolo delle scimmie.

Il CDC chiede ai medici di “fare attenzione alla caratteristica eruzione cutanea associata al vaiolo delle scimmie” e descrive l’eruzione cutanea come coinvolgente “vescicole o pustole che sono profonde, solide o dure e ben circoscritte”, aggiungendo che le lesioni “possono ombelicare o diventare confluenti e progredire nel tempo in croste.

“Le lesioni possono essere disseminate o localizzate solo nell’area genitale o perianale”, anche il CDC dichiarato nel suo avviso.

“Alcuni pazienti possono presentarsi con proctite e la loro malattia potrebbe essere clinicamente confusa con un’infezione a trasmissione sessuale (STI) come la sifilide o l’herpes, o con un’infezione da virus varicella zoster”, aggiunge l’agenzia.

La proctite è un’infiammazione del rivestimento del retto e può causare dolore rettale, diarrea, sanguinamento e secrezione.

L’amministrazione Biden il 18 maggio ha ordinato milioni di dosi di un vaccino destinati a proteggere dal vaiolo e dal vaiolo delle scimmie di Bavarian Nordic, un’azienda biotecnologica con sede in Danimarca. Il vaccino è approvato con il nome di Jynneos negli Stati Uniti, disponibile per le persone ad alto rischio di vaiolo e vaiolo delle scimmie.

Mimi Nguyen Ly scrive su The Epoch Times che, secondo il CDC, poiché il virus del vaiolo delle scimmie è correlato al virus che causa il vaiolo, il vaccino può proteggere le persone dal contrarre il vaiolo delle scimmie.

“I dati passati dall’Africa suggeriscono che il vaccino contro il vaiolo è almeno 85 [percent] efficace nella prevenzione del vaiolo delle scimmie”, il CDC dichiarato.

“L’efficacia di [Jynneos] contro il vaiolo delle scimmie è stato concluso da uno studio clinico sull’immunogenicità di Jynneos e dai dati di efficacia provenienti da studi sugli animali.

“I vaccini contro il vaiolo e il vaiolo delle scimmie sono efficaci nel proteggere le persone dal vaiolo delle scimmie se somministrati prima dell’esposizione al vaiolo delle scimmie. Gli esperti ritengono inoltre che la vaccinazione dopo un’esposizione al vaiolo delle scimmie possa aiutare a prevenire la malattia o renderla meno grave.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Monkeypox sembra essere “ceppo di laboratorio con caratteristiche sconosciute”, afferma la fonte dell’ECDC



L’epidemia di vaiolo delle scimmie che sta emergendo nei paesi di tutto il mondo sembra provenire da un “ceppo di laboratorio”, secondo quanto riferito da una fonte presso i Centri europei per il controllo delle malattie.

L’investigatore indipendente, il dottor Benjamin Braddock, ha affermato su Twitter che una fonte anonima dell’ECDC gli ha detto che l’analisi preliminare del vaiolo delle scimmie ha scoperto che il virus proveniva da un laboratorio e potrebbe essere correlato alla ricerca biologica degli Stati Uniti in Ucraina.

“La fonte dell’ECDC mi dice che l’analisi preliminare del vaiolo delle scimmie indica che si tratta di ‘un terzo ceppo di laboratorio con caratteristiche sconosciute’ e che si parla di questo in qualche modo correlato alle accuse di Mosca contro le attività biologiche statunitensi in Ucraina”, ha twittato Braddock sabato.

Inoltre, secondo quanto riferito, una task force congiunta russo-cinese ha avviato un’indagine su “dove ha avuto origine, se è rilevabile nella ricerca condotta dagli Stati Uniti in Ucraina, Georgia; se esiste un collegamento con la ricerca biologica condotta dagli Stati Uniti sul vaiolo in Ucraina”, ha aggiunto.

Di fronte all’aumento dei casi di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti e in Europa, la fonte dell’ECDC afferma che l’agenzia è intenzionata ad acquistare vaccini contro il vaiolo (Imvanex) dalla società biotecnologica Bavarian Nordic, anche se non sono stati testati su questo particolare ceppo di vaiolo delle scimmie .

“L’obiettivo principale dell’ECDC in questo momento è acquistare quanto più vaccino possibile di BN. “Stanno comprando prima di sapere se è anche efficace contro questo ceppo di vaiolo delle scimmie. Non sarei sorpreso se saltassero del tutto i test di efficacia”, ha twittato Braddock.

Poco dopo l’invasione russa dell’Ucraina, l’Organizzazione Mondiale della Sanità messo in guardia Le autorità ucraine di distruggere tutti i patogeni ad alta minaccia oggetto di ricerca nei biolab per prevenire “eventuali fuoriuscite” nel pubblico.

Venerdì, la Commissione parlamentare russa per le indagini sui laboratori biologici statunitensi in Ucraina ha accusato gli Stati Uniti di condurre ricerche illegali sul vaiolo e l’ebola presso laboratori clandestini in Ucraina.

“Oggi abbiamo presentato un’analisi di quali agenti patogeni gli Stati Uniti erano particolarmente interessati in Ucraina”, Irina Yarovaya, co-presidente del comitato, detto giornalisti venerdì. “A parte gli agenti patogeni territorialmente legati all’Ucraina, [the laboratories] ha ricercato virus e agenti patogeni endemicamente molto lontani dall’Ucraina, come l’ebola e il vaiolo”.

Prima di questo recente focolaio, i casi di vaiolo delle scimmie erano documentati solo nei paesi dell’Africa centrale e occidentale, sconcertando gli esperti sui casi di vaiolo delle scimmie che sono rapidamente emersi in Nord America e in Europa nelle ultime settimane.

“Sono sbalordito da questo. Ogni giorno mi sveglio e ci sono più paesi infetti”, disse Oyewale Tomori, un virologo che in precedenza era a capo dell’Accademia delle scienze nigeriana e che siede in diversi comitati consultivi dell’OMS.

“Questo non è il tipo di diffusione che abbiamo visto in Africa occidentale, quindi potrebbe esserci qualcosa di nuovo in Occidente”, ha detto.

Curiosamente, recentemente la US Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA). acquistato 13 milioni di dosi del vaccino contro il vaiolo e il vaiolo delle scimmie Jynneo della Baviera nordica, ma l’Health and Human Services (HHS) ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che il grande ordine non ha nulla a che fare con l’epidemia di vaiolo delle scimmie in corso.

“L’acquisto più recente del vaccino contro il vaiolo da parte della BARDA faceva parte di uno sforzo di preparazione standard e in corso e non era correlato a eventi specifici”, un portavoce dell’HHS detto Asso di venerdì.

“BARDA ha collaborato con l’industria per sviluppare e acquistare vaccini e trattamenti per una potenziale emergenza vaiolo, alcuni dei quali potrebbero essere utilizzati anche per rispondere al vaiolo delle scimmie”, ha aggiunto il portavoce.

In particolare, non ci sono stati casi naturali di vaiolo negli Stati Uniti da quando il virus è stato eradicato nel 1980.

Perché il governo degli Stati Uniti dovrebbe sentirsi obbligato ad acquistare una spedizione di vaccini contro il vaiolo/vaiolo delle scimmie, soprattutto in questo momento?


Twitter: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Il Nuovo Ordine Mondiale prepara il suo attacco finale



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Alex Jones ha previsto l’epidemia di Monkeypox: scopri cosa accadrà dopo


Alex Jones ha previsto l’epidemia di vaiolo delle scimmie come la prossima piaga delle armi biologiche scatenata dai globalisti stabilire un governo globale e avviare lo spopolamento.

Il dottor Peter McCullough e l’autore John Leake si uniscono all’Alex Jones Show per abbattere i veri pericoli del vaiolo delle scimmie in mezzo all’isteria dell’epidemia:

Potenzia il tuo potenziale naturale con Alpha Power, ora scontato del 40%!


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link