Archivi tag: migranti

I migranti africani sono ammucchiati da una recinzione di confine spagnola circondata dalla polizia antisommossa in scene scioccanti


Sono state rilasciate riprese video scioccanti che mostrano migranti ammucchiati sul pavimento circondati dalla polizia in tenuta antisommossa presso una recinzione di confine marocchina dopo che un tentativo di traversata di massa in un’enclave spagnola ha provocato la morte di 23 persone.

Le autorità marocchine hanno affermato che 2.000 migranti hanno cercato di fare irruzione a Mililla, un territorio spagnolo in Nord Africa, l’unico confine terrestre dell’UE nel continente, venerdì.

Le autorità hanno detto che alcune persone che cercavano di attraversare sono morte nella calca, mentre altre sono rimaste gravemente ferite mentre cadevano mentre cercavano di scalare le recinzioni al confine.

Circa 100 hanno attraversato la frontiera, con il governo spagnolo che ha affermato che circa 140 agenti di polizia spagnoli sono rimasti feriti, così come 76 migranti.

Ora il video diffuso dall’Associazione Marocchina per i Diritti Umani (AMDH) mostra quelle che sembrano essere decine di migranti, molti immobili e apparentemente senza vita, ammucchiati al Barrio Chino Border Checkpoint.

Omar Naji, capo locale dell’AMDH, ha affermato che coloro che erano nella pila sono stati lasciati lì per ore senza cure mediche, il che ha portato a un bilancio delle vittime più alto – che afferma essere 29, superiore al totale di 23 indicato dalle autorità marocchine.

Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha definito il tentativo di prendere d’assalto il confine “un attacco all’integrità territoriale del nostro paese” e ha accusato i trafficanti di esseri umani.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

NOVE ex capi della pattuglia di frontiera si oppongono alla punizione degli agenti LIBERATI di “frustare” i migranti


Nove ex alti funzionari della pattuglia di frontiera, inclusi quattro capi nazionali della pattuglia di frontiera, hanno scritto una lettera al segretario per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas esprimendo opposizione alla punizione degli agenti che sono stati scagionati dall’accusa di “frustare” i migranti.

Come noi notato la scorsa settimanasecondo quanto riferito, il Dipartimento per la sicurezza interna di Joe Biden punirà ancora gli agenti della pattuglia di frontiera in relazione al famigerato falso incidente di migranti haitiani che è stato esaltato dai Democratici e i media, anche se si è scoperto che gli agenti non avevano fatto nulla di male.

Gli agenti non stavano frustando i migranti, tenevano le redini dei cavalli per controllare i loro animali, un fatto che è stato sottolineato al momento dell’incidente, anche dal fotografo che ha scattato le immagini originali.

Nonostante ciò Joe Biden ha promesso di far “pagare” gli agenti, il vicepresidente Kamala Harris ha paragonato gli agenti che svolgono il loro lavoro ai proprietari di schiavi e il capo del DHS Mayorkas ha persino insinuato che gli agenti fossero razzisti.

Oltre agli ex capi nazionali David Aguilar, Michael Fisher, Ronald Vitiello e Rodney Scott, anche cinque agenti capo di pattuglia hanno firmato la lettera dell’opposizione. Sono Robert Harris, Anthony Porvaznik, Paul Beeson, Jesse Shaw e John Pfeifer.

I nove funzionari bipartisan prestarono servizio sotto tre diversi presidenti.

Nella lettera scrivono “Noi collettivamente crediamo e segnaliamo che le dichiarazioni rese dal Presidente e dal Vicepresidente hanno predittivamente pregiudicato l’esito auspicato delle indagini e possono quindi influenzare il caso”.

“Dichiarare apertamente che ci saranno conseguenze presuppone il risultato di un’indagine”, continua la lettera.

I funzionari aggiungono: “Chiediamo a te e al funzionario incaricato di garantire una revisione equa e imparziale dei fatti mentre la protezione delle dogane e delle frontiere (CBP) degli Stati Uniti si muove attraverso questo processo”.

Ecco la lettera per intero:

All’epoca, gli agenti di frontiera coinvolti nell’incidente erano stati sospesi, mentre lo erano i loro colleghi costretto a seguire un corso di rieducazione svegliatutto perché stavano cercando di svolgere correttamente il proprio lavoro.

La settimana scorsa rapporti ha suggerito che gli agenti saranno ancora soggetti a “violazioni amministrative” con ulteriori dettagli che verranno annunciati dal DHS.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il video mostra i giovani migranti che abusano di un pesce



La polizia in Belgio sta cercando un gruppo di giovani migranti che si sono filmati mentre abusavano di un pesce in un parco acquatico vicino a Gand.

Alcune culture sono migliori di altre.

Una clip degli abusi sugli animali che è stata pubblicata su TikTok mostra i giovani che lanciano la grande carpa in aria prima di spingerla giù per uno scivolo d’acqua.

L’incidente è avvenuto lo scorso fine settimana in un luogo ricreativo a Blaarmeersen, vicino a Gand. La maggior parte degli individui mostrati nel video sembra essere di aspetto nordafricano o mediorientale.

La polizia ora sta cercando i colpevoli dopo che numerose denunce per “abuso di animali” sono state presentate dal pubblico.

“Sabato, una serie di alterchi e comportamenti disordinati hanno portato la polizia a chiudere l’area ricreativa alle 15:30”, riferisce Remix notizie.

“Secondo il sindacato di polizia ACV, i bagnini hanno dovuto rifugiarsi in una torre vicina dopo essere stati attaccati dai visitatori quando hanno deciso di chiudere uno degli scivoli per mancanza di personale per la supervisione”.

Il caldo in Europa ha portato anche a una serie di altri litigi nelle piscine all’aperto, inclusa Berlino, dove gruppi di uomini migranti sono stati visti coinvolti in un’enorme rissa.

Come abbiamo precedentemente evidenziatoIl nome più popolare per i neonati nella capitale belga di Bruxelles è Mohamed, con nomi islamici che rappresentano il 43% delle registrazioni totali nella città belga.

Il leader di sinistra Conner Rousseau ha causato polemiche ad aprile quando lui ha parlato sulla guida attraverso Molenbeek, un’area diversificata di Bruxelles che si è trasformata in un famigerato ghetto islamico.

“Quando guido attraverso Molenbeek, non mi sento come se fossi in Belgio”, ha detto Rousseau.

Giovani di origine migrante in precedenza organizzato una rivolta ad Anderlecht, in Belgio, durante la quale hanno distrutto veicoli della polizia e sparato con armi da fuoco nonostante la città fosse bloccata dal COVID-19.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, le città intorno al Lago di Garda in Italia hanno subito un “giorno di guerra” all’inizio di questo mese dopo che un gruppo di 2.000 giovani migranti è andato su tutte le furie che ha visto donne aggredite sessualmente, turisti derubati e negozi distrutti.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden DHS ordina agli agenti della pattuglia di frontiera di non arrestare i migranti sui muri, nel Rio Grande


Una nuova politica di applicazione della pattuglia di frontiera è stata diffusa agli agenti avvertendoli di non far rispettare le leggi sull’immigrazione o tentare di arrestare i migranti vicino a corsi d’acqua, muri, canali o altre barriere.

Secondo una fonte del CBP, la politica molto probabilmente prefigura accuse disciplinari amministrative pendenti contro i membri dell’Unità di pattuglia a cavallo dell’agenzia depositate durante la crisi dei migranti haitiani a Del Rio.

La fonte, parlando a condizione di anonimato, afferma che il documento mette in guardia anche dal rimpatrio dei migranti senza un giusto processo incoraggiandoli a tornare in Messico. Il memorandum di Tony L. Barker, capo ad interim della direzione delle forze dell’ordine della pattuglia di frontiera, è stato diffuso venerdì.

In particolare, il documento consiglia agli agenti di seguire le istruzioni fornite in caso di arresto di migranti all’interno o in prossimità dell’area di confine immediata:

Quando incontrano individui in ambienti pericolosi, gli agenti di pattuglia di frontiera (BPA) dovrebbero adottare ulteriori precauzioni di sicurezza delle forze dell’ordine. Qualunque sia la situazione incontrata, come un fiume, un canale o un altro corso d’acqua; la recinzione di confine, il muro o altre barriere, tenere a mente le seguenti indicazioni generali:

  • Se le persone stanno “mettendo in scena” lungo il confine internazionale degli Stati Uniti, i BPA possono utilizzare misure di deterrenza, dare istruzioni di non attraversare e/o contattare partner del governo straniero per assistenza.
  • Per la sicurezza di tutti, si raccomanda ai BPA di non tentare di arrestare o arrestare nessuno in un corso d’acqua, sulla recinzione di confine o su qualsiasi altra barriera pericolosa. Gli arresti dovrebbero essere folli in un’area in cui è sicuro, ad esempio una volta che il migrante arriva a terra o scende dalla recinzione.
  • I BPA non guideranno forzatamente gli individui all’interno di corsi d’acqua o altri ambienti non sicuri.
  • I BPA non rimuoveranno con la forza nessuno dagli Stati Uniti al confine. I migranti devono essere ispezionati e processati per disposizioni appropriate.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Sobborgo di Parigi scosso da risse tra migranti Uber mangia autisti


Un folto gruppo di migranti di origine afgana e turca è stato coinvolto in due risse interetniche a Parigi, evidenziando ancora una volta i problemi di integrazione multiculturale della capitale francese.

“La prima rissa tra i due gruppi di migranti è avvenuta il 10 giugno nella cittadina di Mantes-la-Jolie alla periferia di Parigi ed è stata seguita da una seconda rissa il giorno successivo tra circa 20 migranti di origine afgana e turca, ” rapporti Breitbart.

Mentre la polizia antisommossa si sforzava di ristabilire l’ordine, una dozzina di migranti che indossavano elmetti armati di stampelle hanno assediato un ristorante di kebab locale alle 20:45 di sera.

Dopo che le autorità sono state finalmente in grado di effettuare alcuni arresti, due afgani che lavorano come autisti di Uber Eats hanno affermato che l’assalto è stato un attacco di vendetta per la rissa avvenuta il giorno prima.

“Stavo mangiando in terrazza con un amico”, ha detto un migrante coinvolto nella rissa. “Avevamo ordinato e stavamo aspettando i nostri piatti. La rissa è scoppiata. È successo molto rapidamente. Ma non ho niente a che fare con questi ragazzi. E se colpissi qualcuno? Sì, è un gesto inappropriato. Un colpo nella rabbia di coloro che avevo ricevuto”.

Due degli afgani coinvolti sono stati condannati a 6 mesi con la sospensione della pena per il loro ruolo nella lotta, mentre un terzo uomo è stato colpito con una multa di 500 euro.

“I migranti costituiscono una quota importante di coloro che sono impiegati come autisti di consegne di cibo per aziende come Uber Eats e altri servizi in Francia e altrove in Europa”, scrive Chris Tomlinson. “Immigrati illegali senza permesso di lavorare in Francia sono stati trovati anche a lavorare come fattorini, con un rapporto dal vicino Belgio che affermava che i clandestini costituivano la maggior parte degli autisti a Bruxelles”.

Come abbiamo documentato, il sobborgo parigino di Saint Denis, ricco di migranti, è stato teatro di rivolte, aggressioni e rapine avvenute prima della finale di Champions League allo Stade de France il mese scorso.

Le autorità inizialmente hanno tentato di incolpare i tifosi del Liverpool per la rivolta, ma filmati e testimonianze oculari parlano del caos che è opera di giovani migranti della zona.

Saint-Denis ospita ben 400.000 immigrati illegali, principalmente dal Nord Africa e dal Medio Oriente.

Nonostante abbiano promesso di condurre un’indagine ufficiale sul caos, le autorità si sono opportunamente dimenticate di chiedere che il filmato della sicurezza intorno allo stadio fosse conservato, e ora è stato tutto cancellato.

Ops!

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden per punire gli agenti della pattuglia di frontiera anche se sono stati scagionati dalla “frustata” dei migranti


Il Dipartimento per la sicurezza interna di Joe Biden punirà ancora gli agenti della pattuglia di frontiera in relazione al famigerato falso incidente di migranti haitiani “frustata” che è stato esaltato dai Democratici e i media, anche se si è scoperto che gli agenti non avevano fatto nulla di male.

Come noi evidenziato due mesi fagli agenti coinvolti sono stati completamente scagionati da ogni accusa, uno sviluppo che è stato praticamente ignorato da ogni rete di notizie a parte Fox.

Gli agenti non stavano frustando i migranti, tenevano le redini dei cavalli per controllare i loro animali, un fatto che è stato sottolineato al momento dell’incidente, anche dal fotografo che ha scattato le immagini originali.

L’unico contatto effettivo che gli agenti hanno stabilito con i migranti è stato che uno di loro ha tirato la maglietta di un migrante per afferrare l’uomo mentre tentava di fuggire.

Oh l’orrore. Un agente di frontiera che tira la maglietta a qualcuno che è entrato illegalmente nel Paese e ha cercato di scappare.

Presumibilmente gli agenti sarebbero stati trattati meglio dal DHS se avessero semplicemente lasciato scappare i migranti?

Dopo che gli agenti sono stati scagionati, il giornalista di Fox News Peter Doocy ha chiesto l’allora segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki quando Joe Biden intende scusarsi per aver detto che avrebbe fatto “pagare” gli agenti per quello che hanno fatto.

All’epoca, gli agenti di frontiera coinvolti nell’incidente erano stati sospesi, mentre lo erano i loro colleghi costretto a seguire un corso di rieducazione svegliatutto perché stavano cercando di svolgere correttamente il proprio lavoro.

Il capo del DHS ha persino insinuato che gli agenti fossero razzisti.

Gli agenti non sono ancora stati rimessi a occuparsi dei migranti alla frontiera, nonostante l’enorme crisi in corso.

Certo, non arriveranno mai scuse, anzi adesso Lo riporta Fox News che gli agenti saranno oggetto di “violazioni amministrative” con maggiori dettagli che verranno annunciati nei prossimi giorni.

Secondo quanto riferito, gli agenti avranno “un’opportunità di rispondere”.

Questo serve come un altro esempio del vergognoso trattamento riservato dall’amministrazione Biden agli americani che si mettono in pericolo nel tentativo di proteggere il paese.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Un villaggio di 700 residenti attende la decisione se ospiterà 1500 migranti


È probabile che un villaggio in Inghilterra composto da soli 700 residenti sentirà entro l’inizio della prossima settimana la decisione finale del governo sull’opportunità di ospitare 1500 migranti in una vicina base della RAF.

I residenti di Linton-on-Ouse hanno protestato per settimane per la decisione, che vedrà 1500 “richiedenti asilo” trasferiti nella nuova struttura mentre le loro richieste di rifugiato vengono elaborate.

Gli abitanti dei villaggi hanno espresso preoccupazione per la criminalità e il comportamento antisociale dato che praticamente tutti i “rifugiati” sono giovani uomini che avranno poco da fare se non meravigliarsi per le strade.

L’impatto demografico di base dell’allagamento di un villaggio di 700 persone con 1500 giovani di una cultura completamente diversa ha anche suscitato il timore che l’area locale venga completamente modificata.

Il villaggio non dispone dei servizi per far fronte a un tale afflusso, avendo un solo negozio e quattro autobus che lo attraversano al giorno.

La proposta è stata semplicemente annunciata dal governo, con i funzionari del Ministero dell’Interno che inizialmente non hanno fatto alcuno sforzo per mantenere i contatti con i rappresentanti della comunità.

All’inizio di questo mese, il governo ha reagito alle manifestazioni veementi dei residenti, ha accresciuto l’attenzione dei media e una sfida legale ritardando temporaneamente il programma proprio alla vigilia dell’arrivo dei primi 60 migranti (tutti uomini) nel villaggio.

Tuttavia, ora che il controllo della stampa si è attenuato, il governo dovrebbe prendere una decisione finale sulla questione entro l’inizio della prossima settimana.

Il Consiglio distrettuale di Hambleton ha detto che i ministri avrebbero finalizzato i loro piani di avviso di violazione della pianificazione e protocollo di pre-azione entro pochi giorni.

“Prevediamo di aver ricevuto entrambe le risposte entro l’inizio della prossima settimana”, ha affermato il consigliere Mark Robson.

“Al momento continuiamo a capire che non è stata presa alcuna decisione definitiva dai ministri per accogliere i richiedenti asilo presso la RAF Linton e che riceveremo un preavviso di sette giorni dal Ministero dell’Interno se intendono iniziare a trasferire persone sul sito”, ha aggiunto .

Se il governo darà il via libera al programma per andare avanti, il consiglio dovrebbe lanciare un’altra sfida legale nel tentativo di proteggere i residenti da una decisione che potrebbe letteralmente rovinare le loro vite.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Gli osservatori affermano che Erdogan usa i migranti come arma politica contro la Grecia


Alcuni osservatori affermano che il turco Recep Erdogan sta ancora una volta usando i migranti come arma politica contro la Grecia poiché almeno 40.000 persone finora quest’anno sono state respinte al confine.

La Guardia costiera greca ha intercettato circa 40mila migranti che tentavano di entrare nel Paese dalla Turchia attraverso il Mar Egeo.

“Nei primi quattro mesi del 2022, circa 40mila migranti hanno cercato di entrare illegalmente nel Paese”, ha rivelato il ministro della Protezione civile Takis Theodorikakos.

Gli osservatori affermano che Erdogan sta usando ancora una volta i migranti come arma, questa volta per punire la Grecia per aver tentato di bloccare la vendita di caccia americani alla Turchia.

Il ministro degli Esteri turco Mehmet Cavusoglu ha anche minacciato di contestare la pretesa sovrana della Grecia su varie isole orientali del Mar Egeo.

“Certo, le condizioni climatiche miti spiegano in parte questi tentativi di arrivo, ma c’è anche una preoccupante spiegazione politica”, ha affermato Marc-Antoine Pineau, dell’ONG ASIA a Samos.

L’armamento dei migranti sottolinea ancora una volta come siano usati come strumento per minare le società e creare instabilità e caos.

“L’aumento dei flussi di migranti è la prima grande ondata da poco prima della pandemia di coronavirus di Wuhan, quando il presidente Erdogan ha tenuto fede alle precedenti minacce di “aprire le porte” all’Europa e consentire ai migranti di raggiungere la Grecia, con migliaia di tentativi di attraversare il confine terrestre settentrionale a Evros prima che fosse chiuso a causa dell’epidemia di pandemia”, riferisce Breitbart.

Noi in precedenza evidenziato filmato che mostra i rifugiati in Grecia che appiccano incendi mentre cercavano di sfondare il confine per raggiungere i paradisi assistenziali dell’Europa settentrionale.

La Grecia è stata pesantemente colpita durante l’apice della crisi dei rifugiati del 2015-16, quando il paese è stato inondato di migranti che entravano nel paese principalmente dalla Turchia.

L’ondata ha ceduto veramente solo dopo che l’Unione Europea ha accettato di pagare alla Turchia 6 miliardi di euro per fermare il flusso, un accordo che ha anche concesso ai cittadini turchi di viaggiare senza visto in Europa.

Come documentiamo nel video qui sopra, il Regno Unito sta diventando sempre più sopraffatto da migranti economici che entrano illegalmente nel paese tramite barche dalla Francia.

Il governo ora li sta disperdendo nelle città e nei villaggi di tutto il paese, con grande rabbia della gente del posto, mentre ogni giorno vengono spesi 5 miliardi di sterline di denaro dei contribuenti per alloggiare i clandestini in 30.000 camere d’albergo a livello nazionale.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Oltre 1 milione di migranti idonei a votare alle prossime elezioni nazionali svedesi


Oltre 1 milione di migranti che non sono nati in Svezia potranno votare alle elezioni nazionali del paese entro la fine dell’anno su una popolazione totale di 10,3 milioni.

1,2 milioni di migranti nati all’estero potranno votare, superando per la prima volta nella storia elettorale il numero di migranti nati all’estero.

“Il nuovo numero di elettori nati all’estero è di ben 200.000 in più rispetto alle ultime elezioni nazionali svedesi, secondo un rapporto dell’emittente Sveriges Radio”, riporta Breitbart.

Gli osservatori hanno notato che i migranti nati all’estero votano a stragrande maggioranza per i partiti di sinistra, nel caso della Svezia principalmente i socialdemocratici al potere.

“Se unisci il voto per il Partito della Sinistra e i Socialdemocratici, è un voto chiaramente rosso”, ha affermato Henrik Ekengren Oscarsson, professore di scienze politiche.

E la gente si chiede ancora perché i partiti politici di sinistra facciano pressioni per livelli sempre crescenti di immigrazione di massa e incontrollata.

La Svezia è rinomata per essere il paese più accogliente d’Europa quando si tratta di migranti e rifugiati, il che è arrivato a un certo costo.

La criminalità violenta e le aggressioni sessuali sono aumentate in modo significativo da quando il paese ha accettato una nuova ondata di migranti nel 2015.

Come abbiamo precedentemente segnalatoessendo stato uno dei paesi più sicuri in Europa 20 anni fa prima dell’immigrazione di massa incontrollata, la Svezia è ora il secondo paese più pericoloso del continente.

L’anno scorso, il quotidiano tedesco Bild correva il titolo: ‘La Svezia è il paese più pericoloso d’Europa.’

Attacchi con granate e sparatorie mortali in Svezia – preoccupazioni per le quali un tempo venivano derise dai media come una “teoria del complotto” – ora rappresenti una “emergenza nazionale” secondo un rapporto di Quillette.

Gli svedesi etnici saranno una minoranza nel proprio paese entro 40 anni, forse prima, con il 10% dei neonati in Svezia che attualmente hanno nomi islamici.

Come documentiamo nel video qui sotto, il Regno Unito potrebbe ora trovarsi su una traiettoria molto simile.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Hanno trovato divertente la nostra paura” dicono i tifosi di calcio presi di mira da bande di migranti prima della finale di Champions League


Gli appassionati di calcio che hanno subito aggressioni e rapine per mano di bande di giovani prevalentemente migranti prima della finale di Champions League a Parigi lo scorso fine settimana dicono: “Hanno trovato divertente la nostra paura”.

Come abbiamo precedentemente evidenziatola finale ha dovuto essere ritardata dopo che persone descritte come “giovani locali” hanno preso d’assalto la sicurezza dello stadio, scavalcando le recinzioni ed entrando nel terreno senza biglietti, oltre a compiere innumerevoli rapine e aggressioni ai turisti in visita per la partita che consideravano facili prede.

La maggior parte dei criminali era composta da uomini di origine migrante locale che vivono nel sobborgo etnico di Saint-Denis, dove si trova lo Stade de France, che ospita ben 400.000 immigrati illegali, la maggior parte dei quali provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente.

I media e le autorità hanno risposto incolpando falsamente i tifosi del Liverpool che avevano viaggiato dall’Inghilterra per assistere alla partita per il caos, coprendo i veri colpevoli, mentre la polizia antisommossa ha contrastato e lacrimogeno i tifosi innocenti.

Di più testimonianza oculare È ora emerso quanto accaduto durante la bolgia di sabato notte, parlando del fatto che è stata in gran parte portata avanti da uomini migranti nordafricani e mediorientali.

“Mi hanno attaccato. Erano centinaia di “giovani” o uomini, erano tutti uomini”, ha detto un fan spagnolo parlando con il canale di notizie francese CNews. “Mi hanno attaccato e hanno preso i miei quattro biglietti. Mi erano costati 6.000 euro, ma non importava più, avevamo paura per noi stessi e per i nostri figli… All’uscita era anche peggio. C’erano ancora più assalitori. Hanno cercato di rapinare la borsa di mia moglie. Gli aggressori guardavano i miei bambini piangere e ridevano. Hanno trovato la nostra paura divertente.

Un altro testimone oculare ha descritto il caos e come la polizia non fosse interessata a fermare i veri criminali.

“C’erano bande che vagavano fuori, cercando di rapinare e attaccare i fan del Liverpool. Abbiamo visto un ragazzo rubare l’orologio, poi mio fratello, che era un minuto più indietro di me, ha iniziato a gridare che qualcuno aveva preso il suo telefono e i suoi soldi”.

“Alcuni di loro sono riusciti a catturare il ragazzo, ma poi altri quattro o cinque sono arrivati ​​dal nulla. A mio fratello è stata tagliata la faccia, al suo compagno è stata tagliata la testa e un altro ragazzo è stato imbottigliato [smashed with a bottle].”

“Sono andati alla stazione di polizia ma gli agenti non erano interessati. “Vai in ospedale”, gli è stato detto.

“Quando sono arrivati ​​in ospedale, c’era un tizio lì dentro che era stato investito da un treno della metropolitana mentre scappava da qualcuno con un coltello, c’erano carichi che erano stati picchiati o colpiti con bottiglie. Era cupo”.

Il giornalista e scrittore franco-spagnolo Alejo Schapire ha sottolineato come la narrativa dei “biglietti falsi” fosse solo uno stratagemma per nascondere ciò che è realmente accaduto e chi era il responsabile.

“La versione ufficiale delle autorità francesi: i problemi allo Stade de France erano perché c’erano troppi inglesi con biglietti falsi. Tuttavia, le testimonianze sulla scena rendono conto di rapine, palpeggiamenti da parte della gente del posto della “zona vietata” e disorganizzazione della polizia”, ​​ha scritto.

Dopo essere stato preso di mira dalla folla di migranti, Caoimhe O’Neill ha osservato: “Non avrei mai pensato che sarei stato così felice di lasciare una città così bella”.

Grégory Joron dell’unità di polizia SGP ha anche descritto come: “Non l’avevamo mai visto su una scala simile. Gli spettatori sono stati completamente spogliati, compresi i loro vestiti”.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Centinaia di migranti vengono rilasciati negli Stati Uniti il ​​giorno in cui il titolo 42 doveva finire


Centinaia di migranti sono stati rilasciati dalla custodia della dogana e della protezione delle frontiere (CBP) negli Stati Uniti lunedì, lo stesso giorno in cui il titolo 42 sarebbe dovuto scadere prima che un giudice federale bloccasse il trasferimento dall’amministrazione Biden.

Lunedi, autobus di migranti single maschi sono arrivati ​​alla missione non profit Mission: Border Hope a Eagle Pass, in Texas, dove riceveranno alloggio e cibo prima di raggiungere la loro destinazione finale negli Stati Uniti

Il direttore esecutivo dell’organizzazione no-profit Valeria Wheeler, 35 anni, ha detto a DailyMail.com che ospitano i migranti rilasciati dalla pattuglia di frontiera fino a quando non possono trasportarli alla stazione degli autobus o all’aeroporto di San Antonio, in Texas, a circa 2 ore e mezza di distanza.

Alla domanda su quanti migranti vedono ogni giorno, Wheeler ha risposto: ‘500, a volte un po’ meno. Ieri ne avevamo 1.000, ma è stato un errore. Sono andati via. Abbiamo aiutato quelli che avevano davvero bisogno di restare, ma faceva così caldo che se ne sono andati.’

La mossa per liberare centinaia di migranti dalla custodia negli Stati Uniti arriva lo stesso giorno in cui si prevedeva che il titolo 42 fosse terminato, il che avrebbe offerto ai migranti un percorso più semplice e chiaro per richiedere asilo.

Nel frattempo, il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott sta inviando un messaggio ai migranti che cercano di entrare negli Stati Uniti dal Messico che verranno accolti con la forza, chiarendo con una flotta di Humvee e soldati armati della Guardia Nazionale che lo stato sta ancora applicando il titolo 42.

Le autorità si aspettavano di vedere un massiccio afflusso di migrazione lunedì, ma finora le pinte di attraversamento a Eagle Pass, in Texas, sono relativamente tranquille ad eccezione degli elicotteri di pattuglia e delle motovedette sul fiume Rio Grande, oltre a dozzine di camion della pattuglia di frontiera, mimetiche e cammelli Humvees dell’esercito di colore che fanno roulotte attraverso la città e lungo il confine.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Salvini avverte che la carenza di cibo potrebbe far entrare in Europa 20 milioni di migranti africani


Il leader del partito della Lega italiana Matteo Salvini ha avvertito che se la guerra in Ucraina non finirà presto, la cronica carenza di cibo provocherà un’ondata di immigrazione che porterà 20 milioni di migranti africani a cercare di entrare in Europa.

Se le forniture di grano ucraine continueranno a risentirne, avverte Salvini, “si prevede una fame significativa nel continente africano, che sarà un problema umanitario, poi sociale e infine italiano”.

“Senza pace ci sarà la carestia in autunno e 20 milioni di africani saranno pronti per partire”, ha aggiunto.

Salvini prevede che una nuova crisi migratoria si svilupperà se non si raggiungerà un cessate il fuoco e la successiva pace entro la fine di questo mese, sottolineando che ciò era “essenziale anche per Ucraina, Russia e Italia”.

L’ex ministro dell’Interno italiano chiede urgentemente un incontro con il premier Mario Draghi, recentemente tornato da un incontro con Joe Biden, per spingere la questione del cessate il fuoco.

Salvini ha affermato che i paesi europei che riversano armi nella regione rendono la pace una possibilità sempre più lontana.

“Se si spendono 80 miliardi di euro per le armi in Europa, sarà difficile raggiungere la pace, più armi ci sono, più la pace sarà lontana”, ha avvertito.

“C’è chi in Europa è favorevole alla guerra, ma Italia, Francia e Germania devono agire per la pace”, ha aggiunto, parlando contro l’Italia che ha inviato un terzo carico di armi in Ucraina.

L’Ucraina era il 6° esportatore mondiale di grano prima dell’inizio della guerra.

La scorsa settimana, è stato rivelato che 6,8 miliardi di sterline di grano in Ucraina sono state bloccate dall’esportazione a causa della guerra che blocca l’accesso al mare.

Il mondo è attualmente afflitto da aumenti dei prezzi alimentari e carenza di prodotti chiave come l’olio di girasole, che ora stanno iniziando a essere razionati.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’Arizona si unisce al Texas nel trasporto di migranti in autobus dal confine tra Stati Uniti e Messico a Washington


Il governatore dell’Arizona Doug Ducey (R) ha annunciato mercoledì che lo stato ha adottato un sistema di autobus per trasportare volontariamente i migranti in cerca di asilo dal confine meridionale degli Stati Uniti a Washington, DC.

La mossa, implementata per la prima volta dal governatore del Texas Greg Abbott (R), arriva in risposta alla decisione del CDC di porre fine al titolo 42.

Il primo autobus dell’Arizona per il trasporto di migranti richiedenti asilo è arrivato a Washington, DC, mercoledì, due giorni dopo essere partito da Yuma, in Arizona, secondo l’ufficio dell’Arizona Gov. Doug Ducey.

CJ Karamargin, direttore delle comunicazioni di Ducey, ha affermato che tutte le 20 persone che si sono offerte volontarie per il viaggio di 2.500 miglia (~ 4.000 chilometri) sono state prese in considerazione mercoledì e sono state soddisfatte da organizzazioni non governative “che possono aiutarle a raggiungere le loro destinazioni finali .”

Si dice che i viaggiatori provenissero da Angola, Colombia, Haiti, Perù, Venezuela e Uzbekistan e sarebbero stati uniti a sponsor in Pennsylvania, Florida, New York, New Jersey, Virginia e Maine.

Sebbene non sia chiaro quanti richiedenti asilo trarranno effettivamente vantaggio dal sistema di trasporto, il governo di Ducey ritiene che la decisione valga il costo aggiuntivo.

“Impallidisce in confronto allo stress sulle risorse locali”, ha detto Karamargin, osservando che l’amministrazione Biden riceverà un conto finale per i costi degli autobus associati. “Le nostre comunità sono a corto”.

L’Arizona è attualmente in grado di inviare da due a tre autobus a settimana, trasportando fino a 40 richiedenti asilo ciascuno. Il costo totale dipende dal numero di volontari, ha sottolineato il funzionario.

A marzo, il governo federale ha stanziato circa 150 milioni di dollari della spesa da versare alle organizzazioni no profit legate all’asilo. Una parte dei fondi è destinata ad essere utilizzata per organizzare il trasporto dei migranti che necessitano di essere trasportati dai loro sponsor negli Stati Uniti.

Nonostante i fondi federali in circolazione, sia l’Arizona che il Texas hanno deciso di accelerare il processo. Lo sforzo di Ducey è attualmente finanziato dal Border Security Fund, casse istituite nel 2021 in collaborazione con la legislatura dell’Arizona.

“Per aiutare i funzionari locali le cui comunità sono sopraffatte da orde di immigrati illegali che vengono lasciati dall’amministrazione, il Texas fornisce autobus charter per inviare questi immigrati illegali che sono stati lasciati dall’amministrazione Biden a Washington, DC”, Texas Il governatore Greg Abbott ha annunciato il mese scorso durante una conferenza stampa lungo il confine tra Stati Uniti e Messico.

Il Texas ha assemblato circa 900 autobus per il suo funzionamento, secondo Nim Kidd, capo della divisione di gestione delle emergenze del Texas. I migranti “devono offrirsi volontari per essere trasportati e mostrare la documentazione” dal Dipartimento per la sicurezza interna. Come Abbott, Ducey ha affermato questa settimana che il governo federale ha sopraffatto lo stato, poiché i richiedenti asilo “stanno tassando le risorse, allungando le risorse delle organizzazioni non governative, organizzazioni comunitarie”.

“E questa situazione peggiorerà solo se il titolo 42 verrà revocato”, ha detto il governatore dell’Arizona a proposito della politica di salute pubblica che scadrà il 23 maggio. “Abbiamo deciso di intensificare e aiutare ad alleviare il peso delle nostre ONG e avvicinare queste persone dove alla fine vogliono essere”.

Sebbene non sia chiaro se la Casa Bianca di Biden riscuoterà effettivamente il conto per i programmi di autobus degli stati di confine, l’amministrazione sembra favorevole agli stati che assistono nel processo di asilo, nonostante lo consideri una mossa “non necessaria” nel caso del Texas autorità statali.

“È bello che lo stato del Texas li stia aiutando a raggiungere la loro destinazione finale, mentre aspettano l’esito delle loro procedure di immigrazione e sono tutti coinvolti in procedure di immigrazione”, ha affermato il mese scorso il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki, rispondendo al primo autobus.

Tuttavia, “queste azioni stanno avendo un impatto sul lavoro delle persone e sui mezzi di sussistenza delle famiglie laboriose in Texas e in tutto il paese”, ha aggiunto Psaki.

Mentre gli Stati Uniti sono alle prese con a ondata storica di incontri di migranti al confine tra Stati Uniti e Messico, la Casa Bianca ha annunciato di aver iniziato a spostare il personale di frontiera statunitense dalle stazioni settentrionali a quelle meridionali per assistere l’afflusso.

Il DHS ha riconosciuto che la decisione di non estendere il titolo 42 potrebbe presentare “sfide significative” per il governo federale.

Bill Gates e il World Economic Forum lo sono stai pianificando di sostituire il tuo cibo con prodotti geneticamente modificati e carne allevata in laboratorio.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La maggioranza degli americani si oppone alla cancellazione della politica sui migranti del titolo 42 – Sondaggio


Alla maggioranza dei cittadini americani non piace l’idea di revocare il titolo 42, secondo un recente sondaggio della CNN-SSRS.

Il titolo 42, una legge dell’era Trump che autorizza le autorità a estradare gli immigrati illegali per problemi di pandemia, rimane l’unica base legale per limitare i migranti in cerca di asilo negli Stati Uniti. Il mese scorso, l’amministrazione Biden ha annunciato i suoi piani per porre fine alla politica il 23 maggio, una decisione che ha incontrato una forte resistenza da parte dei repubblicani.

Il 57% degli intervistati si oppone all’abolizione di questa norma, mentre il 43% degli intervistati è pronto a tornare alle regole sull’immigrazione in vigore prima della pandemia di coronavirus.

Gli intervistati che hanno affermato che ora non è il momento di abrogare il titolo 42 sono stati divisi tra quelli che affermano che dovrebbe diventare permanente (29%) e quelli che ritengono che il governo abbia solo bisogno di più tempo per chiudere il programma (27%).

Solo il 26% degli intervistati si è detto fiducioso che il presidente Biden gestirà un afflusso di nuovi migranti illegali che potrebbero arrivare se il Titolo 42 dovesse finire.

Le politiche in materia di immigrazione hanno causato contraccolpi da parte dei repubblicani e disaccordo tra alcuni democratici. Si ritiene che la decisione di Joe Biden di abrogare il titolo 42, che consente ai funzionari di frontiera di rimuovere gli immigrati illegali in cerca di asilo negli Stati Uniti, provochi il caos al confine tra Stati Uniti e Messico.

Un totale di 21 stati degli Stati Uniti, inclusi alcuni gestiti dai Democratici, hanno intentato causa contro l’amministrazione Biden per i suoi piani per porre fine al Titolo 42. I Democratici al Senato si sono uniti ai repubblicani nel presentare una bozza, chiedendo una proroga di 60 giorni della legge ciò richiede al Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) di sviluppare un piano per affrontare l’afflusso di immigrazione.

Bill Gates e il World Economic Forum lo sono stai pianificando di sostituire il tuo cibo con prodotti geneticamente modificati e carne allevata in laboratorio.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Oltre 221.000 migranti hanno attraversato il confine meridionale a marzo, stabilendo un nuovo record: CBP



A marzo, le forze dell’ordine statunitensi hanno arrestato più di 221.000 migranti al confine meridionale, battendo un record mensile di 22 anni, ha affermato la US Customs and Border Protection (CBP).

Il CBP ha riferito lunedì che 221.303 migranti sono stati arrestati al confine meridionale degli Stati Uniti a marzo, battendo il record mensile stabilito nel marzo 2000 quando 220.063 migranti sono stati fermati al confine tra Stati Uniti e Messico.

Secondo i dati del CBP, la maggior parte dei migranti arrestati a marzo erano adulti single provenienti dal Messico e da altri paesi non classificati come Guatemala, Honduras ed El Salvador.

Più di un milione di migranti sono stati incontrati al confine meridionale degli Stati Uniti da ottobre, ha riferito il CBP.

L’amministrazione Biden dovrebbe porre fine alla politica sanitaria relativa al coronavirus del Titolo 42 il 23 maggio, che è una politica dell’era Trump che autorizzava gli ufficiali dell’immigrazione statunitensi a respingere immediatamente i migranti in cerca di asilo al confine meridionale degli Stati Uniti.

Giudice Andrea Napolitano di JudgeNap.com si unisce all’Alex Jones Show in a nuova potente intervista.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link