Archivi tag: informazioni

I fact-checker chiedono a YouTube di censurare più contenuti, aumentare le “informazioni credibili”


Nonostante la censura della Big Tech sia ai massimi livelli, al GlobalFact 9, una conferenza di verifica dei fatti organizzata dall’International Fact-Checking Network (IFCN), YouTube è stato criticato per la sua incapacità di affrontare la “disinformazione e la disinformazione”.

IFCN aveva precedentemente pubblicato una lettera aperta a YouTube, chiedendo alla piattaforma di fare di più per affrontare la diffusione della disinformazione.

“In qualità di rete internazionale di organizzazioni di verifica dei fatti, monitoriamo come si diffondono le bugie online e ogni giorno vediamo che YouTube è uno dei principali canali di disinformazione e disinformazione online in tutto il mondo. Questa è una preoccupazione significativa nella nostra comunità globale di verifica dei fatti”, ha scritto l’IFCN nella lettera firmata da oltre 100 organizzazioni di verifica dei fatti.

Durante la conferenza di verifica dei fatti, diverse organizzazioni di verifica dei fatti hanno espresso sentimenti simili.

“YouTube non sembra raccogliere informazioni accurate e credibili nei suoi algoritmi. Abbiamo avuto molta esperienza con YouTube nella realizzazione di video di contenuti di verifica dei fatti. Non sembra funzionare molto bene”, ha affermato Angie Drobnic Holan, caporedattore di PolitiFact. “Penso che la maggior parte delle testate giornalistiche sia estremamente frustrata dalla tua piattaforma”.

YouTube ha affermato di aver affrontato la disinformazione elevando “fonti autorevoli”.

“Tutto il lavoro che stiamo facendo per aumentare i contenuti autorevoli, spostarli nel contesto dei vari sistemi di raccomandazione è una grande priorità per noi, ed è qualcosa su cui stiamo continuando a investire”, ha affermato Brandon Feldman, un rappresentante di YouTube, a Poynter.

“Spero che tu possa riportare quel messaggio a tutta la tua azienda e condividerlo ai massimi livelli. Perché mandare un rappresentante a una conferenza di verifica dei fatti per parlare bene è semplicemente non farlo”, ha detto Holan.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Due stati degli Stati Uniti fanno causa all’amministratore di Biden per pressioni eccessive, collusione con Big Tech per censurare le informazioni


Giovedì due stati degli Stati Uniti, guidati da repubblicani, hanno avviato un’azione legale contro l’amministrazione Biden, accusando il presidente, l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki, il consigliere medico capo della Casa Bianca Anthony Fauci e altri membri dello staff di collusione con le principali piattaforme sociali in modo da plasmare il copertura di diversi argomenti controversi, tra cui la storia del laptop di Hunter Biden, le origini del COVID-19 e la sicurezza del voto per posta durante la pandemia.

La causa è stata compilata dal procuratore generale del Missouri Eric Schmitt e dal procuratore generale della Louisiana Jeff Landry presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Louisiana, Lo ha riferito Fox Newscitando atti giudiziari ottenuti.

Tra gli altri imputati c’è Nina Jankowicz, recentemente nominata capo del Comitato per la governance della disinformazione del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti, che è già stato soprannominato il “Ministero della verità” e ha ricevuto critiche sia da democratici che da repubblicani, principalmente per la reputazione di Jankowicz.

Jankowicz un tempo sostenne la disinformazione di Hillary Clinton che tentava di legare Trump ai servizi speciali russi. In precedenza ha anche cercato di screditare il rapporto del New York Post sul laptop di Hunter Biden, detto dovrebbe essere visto come “un prodotto della campagna di Trump”. Il deposito nomina anche il segretario del DHS Alejandro Mayorkas, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), il Dipartimento della salute e Il segretario dei servizi umani (HHS) Xavier Becerra, il chirurgo generale Vivek Murthy e il direttore dell’Agenzia per la sicurezza informatica e le infrastrutture Jen Easterly.

Si dice che le politiche adottate dall’attuale amministrazione violino i diritti costituzionali della libertà di parola in “uno dei suoi più grandi assalti da parte di funzionari del governo federale nella storia della nazione”. La causa afferma che i funzionari “hanno costretto, minacciato e messo sotto pressione le piattaforme dei social media” come Meta, Twitter e YouTube “per censurare oratori e punti di vista sfavoriti utilizzando minacce di azioni governative avverse”.

“Dopo aver minacciato e persuaso per anni le piattaforme dei social media per censurare punti di vista e oratori sfavoriti dalla sinistra, alti funzionari del governo nel ramo esecutivo sono entrati in una fase di aperta collusione con le società di social media per sopprimere oratori, punti di vista e contenuti sfavoriti sulle piattaforme di social media con il pretesto orwelliano di fermare la cosiddetta ‘disinformazione’, ‘disinformazione’ e ‘malinformazione'”, affermano i documenti.

La causa afferma che l’amministrazione Biden ha influenzato il modo in cui lo scandalo del laptop di Hunter Biden è stato trattato su Twitter e Facebook, dove l’opzione di condividere la pubblicazione del New York Post è stata vietata. Poco prima delle elezioni presidenziali, Twitter ha bloccato l’account del quotidiano. Il mese scorso, altri mass media hanno finalmente riconosciuto l’autenticità delle prove compromettenti e il non coinvolgimento di alcun servizio speciale nella storia del laptop. I repubblicani hanno anche sottolineato la presunta censura delle pubblicazioni che menzionano la teoria secondo cui il nuovo coronavirus è trapelato da il laboratorio di Wuhan. Si diceva che Fauci avesse lanciato una campagna per “screditare” la teoria, mentre allo stesso tempo stava “scambiando e-mail con Mark Zuckerberg, l’amministratore delegato di Facebook, in merito al controllo e alla diffusione delle informazioni sul COVID-19”. Secondo quanto riferito, la campagna è durata fino a quando i principali media “hanno iniziato a riferire sulla fattibilità della teoria”.

La causa ha anche menzionato la censura di YouTube nei confronti dei leader conservatori, il senatore Rand Paul, R-Ky., e il governatore della Florida Ron DeSantis per aver messo in dubbio l’efficacia dell’indossare maschere di stoffa durante la pandemia.

Un altro esempio citato è stata una conferenza stampa del giugno 2021 con l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki e il chirurgo generale Vivek Murthy, durante la quale i funzionari dell’amministrazione Biden hanno affermato che i social network dovrebbero fare di più per combattere la “disinformazione” su COVID-19. “Stiamo dicendo ci aspettiamo di più dalle nostre società tecnologiche”, ha affermato Murthy durante il briefing. “Chiediamo loro di monitorare più da vicino la disinformazione. Chiediamo loro di agire costantemente contro i super-diffusori di disinformazione sulle loro piattaforme”.Inoltre, gli avvocati hanno evidenziato il modo in cui i social media hanno coperto la sicurezza del voto per posta nelle ultime elezioni presidenziali, affermando che “le piattaforme hanno censurato in modo aggressivo il discorso politico principale dell’allora presidente Trump e la campagna di Trump che hanno sollevato preoccupazioni sulla sicurezza del voto da parte di posta in vista delle elezioni presidenziali di novembre 2020.

“I procuratori generali chiedono alla corte di ritenere che le politiche dell’amministrazione Biden violano il Primo Emendamento, sostenendo che la condotta dei funzionari del DHS e dell’HHS viola la legge sulla procedura amministrativa di “ritenere illegali e annullare le azioni finali dell’agenzia” che hanno descritto come abusi di potere, arbitrario e capriccioso.

Gli sforzi repubblicani contro la politica dell’informazione dell’attuale amministrazione sono stati compiuti a vari livelli. Giovedì, a Nina Jankowicz è stato chiesto dai membri del GOP della commissione giudiziaria della Camera di presentarsi all’aula “per un briefing con la commissione” sui suoi commenti passati e sulle politiche pianificate per la commissione per la disinformazione. I repubblicani, mentre mettevano in dubbio la sua nomina a guidare il consiglio, hanno affermato che “suscita notevoli preoccupazioni sui suoi effetti sulle libertà civili fondamentali degli americani”. I repubblicani hanno anche invitato il capo del DHS Alejandro Mayorkas a parlare del consiglio prima di un’audizione del Congresso il 5 maggio, in cui Il senatore Rand Paul, R-KY, ha definito il governo degli Stati Uniti il ​​principale divulgatore di notizie false.

“se hai intenzione di andare in giro dicendo che sei l’arbitro dell’informazione e della disinformazione, penso che tu non ne abbia idea. E non hai la prospettiva della storia sapendo che la disinformazione, il più grande progenitore della disinformazione nella nostra storia, è stato probabilmente il governo degli Stati Uniti “. ha detto Paolo.Nel frattempo, il Media Research Center (MRC), un gruppo di controllo dei media, lo ha riferito il mese scorso ha rilevato più di 600 casi delle principali società tecnologiche che censurano le critiche al presidente Biden da marzo 2020.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Dementia Joe parla dei mandati delle maschere da viaggio dopo che gli è stato chiesto informazioni sulla politica di frontiera


L’ultima prova del rapido declino delle capacità mentali di Joe Biden è arrivata giovedì dopo che un giornalista ha chiesto al presidente se la sua amministrazione sta considerando di ritardare la revoca della politica di confine del Titolo 42.

Durante la pandemia di Covid, il titolo 42 è stato utilizzato per respingere gli immigrati clandestini al confine poiché il governo federale si rifiuta di obbedire alla Costituzione degli Stati Uniti.

Alla domanda se la sua amministrazione ritarderà la revoca della polizza, Biden ha risposto: “Quello che sto considerando è continuare a sentire il mio … prima di tutto ci sarà un appello del Dipartimento di Giustizia perché in linea di principio vogliamo essere in una posizione in cui, se in effetti è fermamente concluso dagli scienziati che abbiamo bisogno del titolo 42, possiamo farlo. Ma non è stata presa alcuna decisione sull’estensione del titolo 42″.

Biden ha confuso il tentativo del Dipartimento di Giustizia di ripristinare un mandato di maschera per il trasporto pubblico con la politica di frontiera Covid.

In definitiva, l’amministrazione consente al CDC di dettare la propria decisione su entrambe le questioni.

A seguito della gaffe, Biden è stato costretto a farlo rilasciare una dichiarazione sulla sua osservazione confusa, dicendo al popolo americano: “Voglio chiarire che, nei commenti a conclusione delle mie osservazioni di questa mattina, mi riferivo al mandato di maschera del CDC e non vi è alcuna azione del Dipartimento di Giustizia sul Titolo 42”.




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA ammette di aver dato da mangiare agli americani false informazioni sull’Ucraina


Alla fine dell’anno scorso, un sondaggio Gallup ha mostrato che la fiducia degli americani nei media mainstream è scesa al secondo livello più basso mai registrato. Solo il sette percento degli americani ha risposto di avere una “grande” fiducia nei media.

Quella perdita di fiducia è stata ben guadagnata dai media mainstream e spiega la massiccia crescita dei media indipendenti e delle voci alternative sui social media. La risposta all’ascesa delle voci dei media indipendenti è stata una corsa a “cancellare” qualsiasi voce al di fuori della narrativa mainstream accettata.

I cittadini dell’Unione Sovietica avrebbero letto i media manipolati come la Pravda non perché il regime riferisse fatti, ma perché la verità era nascosta tra le righe di ciò che è stato riferito e ciò che non è stato riportato. Questo sembra essere il punto in cui siamo negli Stati Uniti oggi.

La scorsa settimana è apparso uno straordinario articolo su NBC News, in cui si riportava che la comunità dell’intelligence statunitense sta fornendo consapevolmente informazioni che non ritiene accurate ai media mainstream statunitensi affinché il pubblico americano possa consumarle.

In altre parole, l’articolo riporta che lo “stato profondo” statunitense ammette di essere attivamente impegnato nel mentire al popolo americano nella speranza che possa manipolare l’opinione pubblica

Secondo l’articolo di NBC News, “più funzionari statunitensi hanno riconosciuto che gli Stati Uniti hanno utilizzato le informazioni come un’arma anche quando la fiducia nell’accuratezza delle informazioni non era elevata. A volte ha usato l’intelligenza a bassa confidenza per effetto deterrente…”

I lettori ricorderanno i titoli scioccanti secondo cui la Russia era pronta a usare armi chimiche in Ucraina, che la Cina avrebbe fornito equipaggiamento militare alla Russia, che il presidente russo Putin riceveva disinformazione dai suoi consiglieri e altro ancora.

Tutti questi sono stati sfornati dalla CIA per essere ripetuti nei media americani anche se erano noti per essere falsi. Si trattava, come ha detto un ufficiale dell’intelligence nell’articolo, di “cercare di entrare nella testa di Putin”.

Questo potrebbe essere stato l’obiettivo, ma ciò che la CIA ha effettivamente fatto è stato entrare nella testa dell’America con false informazioni intese a plasmare la percezione pubblica del conflitto. Hanno mentito per propagandarci a favore della narrativa dell’amministrazione Biden.

Coloro che hanno spinto la bufala del “Russiagate” negli anni di Trump hanno affermato che l’obiettivo della “disinformazione russa” era quello di minare la fiducia degli americani nel nostro governo, nei media e in altre istituzioni. Non è ironico che la stessa CIA abbia fatto più dei russi per minare la fiducia degli americani nei media alimentando storie false per stabilire una narrativa particolare tra il popolo americano?

Dopo il disastro della Baia dei Porci, si dice che il presidente Kennedy volesse “frantumare la CIA in mille pezzi e disperderla al vento”. Non ha funzionato molto bene per lui. Come ha detto la maggioranza al Senato Chuck Schumer a Rachel Maddow nel 2020, rispondendo alle critiche dell’allora presidente Trump alla CIA, “lascia che te lo dica: affronti la comunità dell’intelligence – hanno sei modi da domenica per vendicarti”.

Man mano che emergono ulteriori informazioni sulle attività della comunità di intelligence degli Stati Uniti nel tentativo di far cadere Trump, sembra che, per una volta, Schumer avesse ragione.

È tempo di rivisitare il desiderio post-Baia dei Porci del presidente Kennedy. L’utilizzo di bugie da parte della CIA per propagandare il popolo americano verso la guerra con la Russia è solo uno dei mille motivi per disperdere un milione di pezzi di quell’agenzia.

Questo articolo è apparso per la prima volta su RonPaul Institute.org.


Ucraina in fiamme | Ukraine On Fire Parte 2: Rivelazione del documentario Ucraina 2019

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Gli Stati Uniti emettono informazioni false nell’ambito della “guerra dell’informazione” con la Russia



Gli Stati Uniti hanno mentito sul fatto che la Russia ha spostato armi chimiche al confine con l’Ucraina, hanno mentito sulla Cina che ha fornito armi alla Russia e hanno mentito sul fatto che Putin è stato fuorviato dai suoi consiglieri come parte di una “guerra informatica” con la Russia, secondo un nuovo rapporto di NBC News.

A partire dal NBC News, “In una rottura con il passato, gli Stati Uniti stanno usando le informazioni per combattere una guerra delle informazioni con la Russia, anche quando le informazioni non sono solide”:

È stata un’affermazione che ha attirato l’attenzione che ha fatto notizia in tutto il mondo: i funzionari statunitensi hanno affermato di avere indicazioni che suggeriscono che la Russia potrebbe prepararsi a utilizzare agenti chimici in Ucraina.

Il presidente Joe Biden in seguito lo disse pubblicamente. Ma questa settimana tre funzionari statunitensi hanno detto a NBC News che non ci sono prove che la Russia abbia portato armi chimiche vicino all’Ucraina. Hanno detto che gli Stati Uniti hanno rilasciato le informazioni per dissuadere la Russia dall’usare le munizioni vietate.

È uno di una serie di esempi della rottura dell’amministrazione Biden con i recenti precedenti dispiegando intelligence declassificata come parte di una guerra dell’informazione contro la Russia. L’amministrazione lo ha fatto anche quando l’intelligence non era solida come una roccia, hanno detto i funzionari, per mantenere il presidente russo Vladimir Putin fuori equilibrio. Coordinati dal Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, i rilasci di intelligence senza precedenti sono stati così frequenti e voluminosi, hanno affermato i funzionari, che le agenzie di intelligence hanno dovuto dedicare più membri del personale a lavorare sul processo di declassificazione, cancellando le informazioni in modo che non tradissero fonti e metodi.

Gli Stati Uniti hanno mentito sulle armi di distruzione di massa, mentito sul fatto che Saddam lavorava con Al-Qaeda e mentito sul fatto che Assad avesse gasato il suo stesso popolo.

Sulla stessa nota, hanno mentito sul fatto che Trump fosse a letto con la Russia e hanno mentito sul fatto che il 6 gennaio fosse una “insurrezione”.

Suggerire alla nostra comunità di intelligence di divulgare informazioni fasulle sia una “pausa” dal passato è semplicemente comico. È anche comico suggerire che questa propaganda mirasse a prendere di mira Putin e non a convincere l’opinione pubblica stanca della guerra a sostenere lo sforzo bellico.

Con il procedere della guerra, l’amministrazione ha utilizzato l’intelligence per avvertire di possibili azioni russe e attirare l’attenzione sui fallimenti militari russi.

A volte, l’amministrazione Biden ha rilasciato informazioni in cui ha meno fiducia o su cose che sono possibili piuttosto che veramente probabili.

La scorsa settimana, funzionari statunitensi hanno detto ai giornalisti di avere informazioni che suggeriscono che Putin è stato fuorviato dai suoi stessi consiglieri, che hanno paura di dirgli la verità.

Ma quando Biden è stato interrogato sulla divulgazione più tardi nel corso della giornata – dopo che ha fatto notizia in tutto il mondo – è stato tutt’altro che definitivo.

“Questa è una domanda aperta. Ci sono molte speculazioni”, ha detto Biden ai giornalisti. “Ma sembra che – non lo dico con certezza – sembra isolarsi da solo”.

Il grado in cui Putin è isolato o fa affidamento su informazioni errate non può essere verificato, ha affermato Paul Pillar, un ufficiale dell’intelligence statunitense in pensione in carriera. “Non c’è modo che tu possa provare o smentire quella roba”, ha detto.

Due funzionari statunitensi hanno affermato che l’intelligence sul fatto che la cerchia ristretta di Putin gli stesse mentendo non era conclusiva, basata più su analisi che su prove concrete. Altri funzionari lo hanno contestato, dicendo che l’intelligence era molto affidabile ed era stata controllata ai massimi livelli.

Il New York Times segnalato una settimana fa era un psy-op.

In un’altra rivelazione, i funzionari statunitensi hanno affermato che uno dei motivi per non fornire all’Ucraina caccia MiG è che l’intelligence ha mostrato che la Russia considererebbe la mossa come un’escalation.

Questo era vero, ma lo era anche per i missili Stinger, che l’amministrazione Biden ha fornito, hanno affermato due funzionari statunitensi, aggiungendo che l’amministrazione ha declassificato le informazioni del MiG per rafforzare l’argomento di non fornirle all’Ucraina.

Allo stesso modo, un funzionario europeo e due funzionari statunitensi hanno affermato che l’accusa secondo cui la Russia si era rivolta alla Cina per un potenziale aiuto militare mancava di prove concrete.

I funzionari statunitensi hanno affermato che non ci sono indicazioni che la Cina stia considerando di fornire armi alla Russia. L’amministrazione Biden lo ha lanciato come avvertimento alla Cina di non farlo, hanno detto.

Il funzionario europeo ha descritto la divulgazione come “un gioco pubblico per impedire qualsiasi supporto militare dalla Cina”.

Erano tutte bugie ovvie, eppure i nostri media controllati le hanno divulgate tutte senza il minimo accenno di scetticismo, agendo essenzialmente come agenti dell’intelligence statunitense.

Domani, pubblicheranno diligentemente più bugie del regime e disinformazione fornite loro dalle stesse identiche fonti di intelligence e chiederanno a quelli di noi che insistono sul fatto che tutte le bugie vengano bandite e censurate dai social media.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Presunta fuga di informazioni dall’intelligence russa afferma che Xi ha pianificato l’invasione di Taiwan per l’autunno



Uno scenario ripetuto in Ucraina, ma questa volta nel cortile di casa della Cina riguardo all’indipendenza di Taiwan? “La Cina ha in programma di invadere Taiwan non appena il prossimo autunno, ha riferito Al Jazeera in un tweet che cita Newsweek su un documento dell’intelligence russa. I commercianti stanno trattando il rapporto con scetticismo”, FX Street prende atto dell’ultimo rapporto su un presunto documento di informatore dell’intelligence russa.

“Molti analisti geopolitici avevano visto i recenti eventi geopolitici riguardanti l’invasione russa dell’Ucraina come probabilmente dissuaderà la Cina dal lanciare un assalto a Taiwan nel breve termine (vale a dire la forte risposta occidentale, le difficoltà della Russia nel raggiungere i suoi obiettivi militari in mezzo a una resistenza inaspettatamente vivace)”, commenta.

Nei giorni scorsi Quotidianok riportato il presunto documento informativo russo che indicava che la cinese Xi Jinping aveva avviato una pianificazione che avrebbe portato a una mossa dell’esercito dell’EPL per annettere l’isola questo prossimo autunno. Il documento è attribuito a un “analista anonimo del Servizio di sicurezza federale russo” (FSB), secondo Newsweek, e afferma che il piano è probabilmente ritardato a causa degli sviluppi dell’Ucraina e della mobilitazione collettiva occidentale contro di essa, inclusi gli Stati Uniti e l’UE di vasta portata sanzioni. Il documento ha suggerito che Xi crede che la “finestra di opportunità” sia passata per il momento.

“La lettera in questione fa parte di una serie pubblicata dal dissidente russo residente in Francia Vladimir Osechkin, un avvocato per i diritti umani che gestisce gulagu-net.ru, un sito web che documenta gli abusi nelle carceri russe”, afferma il rapporto del documento.

“Osechkin afferma di aver ricevuto sette lettere dall’invasione russa dell’Ucraina. L’informatore dell’FSB ha dipinto un quadro dettagliato della paura e del caos all’interno del principale servizio di intelligence russo, dove apparentemente nessuno tranne pochi eletti era a conoscenza dei piani di Putin.”

Presumibilmente è emerso come parte di una fuga di notizie interna di un informatore e le parti chiave sono state tradotte come segue e presentate nel Reportage di Newsweek:

“A causa della guerra, la Russia ha un’immagine così negativa per un certo numero di paesi che gli Stati Uniti possono facilmente imporre sanzioni contro la Cina, almeno con gli europei, se rischia di aggirare le sanzioni contro la Russia”, si legge nella lettera. “La Cina dipende così tanto dalle esportazioni che, insieme alla sua dipendenza dai prezzi delle materie prime… questo sarebbe quasi un colpo fatale”.

L’informatore ha proseguito: “Non solo: Xi Jinping stava almeno provvisoriamente considerando la cattura di Taiwan in autunno: ha bisogno della sua piccola vittoria per essere rieletto per un terzo mandato—c’è una colossale lotta di potere tra i [party] elite. Ora, dopo gli eventi in Ucraina, questa finestra di opportunità si è chiusache offre agli Stati Uniti l’opportunità sia di ricattare Xi sia di negoziare con il suo [political] rivali a condizioni favorevoli”.

La “lettera di intelligence” era datata 9 marzo e Newsweek nel rapporto afferma di non poter verificare l’autenticità del documento, che è stato ampiamente spinto da noti investigatori “open source” anti-Mosca come Bellingcat.

Il fatto che il documento sia emerso dall’interno di quelli che possono essere descritti come gruppi di attivisti dell’opposizione russa è solo sufficiente a dubitare seriamente della sua autenticità. Anche il ministro degli Esteri di Taiwan ha minimizzato il documento quando gli è stato chiesto della sua autenticità in una conferenza stampa questa settimana.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Freedom Convoy Donor minacciato, costretto a chiudere il negozio dopo che informazioni private trapelate in GiveSendGo Hack



Una donna di Ottawa che ha donato al Freedom Convoy è stata costretta a chiudere la sua gelateria dopo che le sue informazioni private sono trapelate online sulla scia dell’hacking di GiveSendGo.

Tammy Giuliani ha chiuso martedì lo Stella Luna Gelato Café dopo che il personale del negozio ha iniziato a ricevere minacce in seguito alla fuga delle sue informazioni da parte di hacker malintenzionati che mirati la piattaforma di donazioni GiveSendGo.

“Abbiamo ricevuto una chiamata dal team che diceva: ‘Stiamo ricevendo telefonate qui'”, Giuliani detto il cittadino di Ottawa. “Ho detto, ‘Cosa sta succedendo?’ e hanno detto: ‘Stanno minacciando di lanciare mattoni attraverso la nostra finestra. Stanno minacciando di venire a prenderci.’ Abbiamo detto: ‘Chiudi la porta e scopriremo cosa sta succedendo.'”

“Ho avvisato lo staff di non entrare in alcun confronto. Ho detto: ‘Il tuo lavoro è servire cibo e bevande, non farti sgridare da qualcuno che cerca di fare un punto'”, ha aggiunto.

Dal cittadino di Ottawa:

Giuliani dice di aver contribuito anche a molte altre cause di beneficenza, inclusi rifugi per animali, una squadra di calcio e un coro. “Raramente diciamo di no”, ha detto.

La società ha preso in prestito denaro per rimanere a galla durante la pandemia, un debito che probabilmente impiegherà sette anni per ripagare, ha detto.

Giuliani aveva donato $ 250 al movimento anti-mandato ma da quando ha ricevuto le minacce nonostante non abbia commesso alcun crimine, si è pentita di aver donato al Freedom Convoy.

“Quando un gruppo di persone ha deciso per la prima volta di viaggiare attraverso il Paese per diffondere questo messaggio di solidarietà, sembrava un faro di speranza per le piccole imprese come noi”, ha detto. “Non sorprende che le piccole imprese siano state al limite. Le famiglie rischiano di perdere il proprio sostentamento. Sono un fanatico per una causa di base”.

“In retrospettiva è stato un cattivo giudizio, ma questo significa che le persone hanno il diritto di minacciare il nostro personale? Significa che le persone hanno il diritto di minacciare di lanciare mattoni attraverso la nostra finestra e di minacciare la mia famiglia? Abbiamo commesso un errore. Chi l’avrebbe potuto prevedere?”

Poiché Giuliani e gli altri donatori come lei hanno commesso il peccato cardinale di pensare male, è ora in corso la diffusa campagna intimidatoria della sinistra, con la polizia che ora distribuisce volantini che minacciano l’arresto e la sospensione delle licenze di autotrasporti se il Convoglio non si disperde a Ottawa.


L’imminente falsa bandiera di Trudeau per schiacciare il popolo canadese



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA ha un programma di sorveglianza segreto chiamato “Deep Dive” che raccoglie informazioni personali sugli americani da ANNI senza l’approvazione del Congresso, affermano i senatori democratici


La CIA ha raccolto per anni le informazioni personali degli americani in un programma di sorveglianza segreta che non ha l’approvazione del Congresso, secondo una lettera appena declassificata rilasciata da una coppia di senatori democratici, ha affermato giovedì sera.

I sensi Ron Wyden dell’Oregon e Martin Heinrich del New Mexico stanno etichettando la collezione come “ricerche backdoor senza garanzie”. Hanno inviato una lettera ai massimi funzionari dell’intelligence chiedendo maggiori dettagli sul programma da declassificare e hanno chiesto un’azione immediata.

Il programma è “del tutto al di fuori del quadro statutario che il Congresso e il pubblico ritengono governino questa raccolta, e senza alcuna supervisione giudiziaria, congressuale o addirittura esecutiva che proviene da [Foreign Intelligence Surveillance Act] collezione”, hanno scritto i senatori.

La CIA ha anche rilasciato parti dei programmi ancora classificati “Deep Dive I e Deep Dive II”, che si ritiene siano enormi archivi di dati, ma in materiale pesantemente redatto.

I senatori hanno invocato il chiaro intento del Congresso, espresso nel corso di molti anni e attraverso molteplici atti legislativi, di limitare e, in alcuni casi, vietare la raccolta senza mandato dei documenti degli americani, così come l’intenso interesse del pubblico per un sostegno a questi atti legislativi sforzi. Eppure, per tutto questo periodo, la CIA ha condotto segretamente il proprio programma di massa” – con il prossimo pezzo di testo nella loro lettera oscurato.

Alex Jones abbatte le agonie della tirannia medica globale mentre gli autoritari chiedono la violenza per porre fine alle proteste pacifiche e mettere a tacere l’opposizione al NWO.

I membri della Commissione Intelligence del Senato hanno inviato la lettera chiedendo informazioni sul programma il 13 aprile 2021, ma non è stata declassificata fino a giovedì e gran parte di essa è stata redatta.

Il Privacy and Civil Liberties Oversight Board aveva fornito al Senato Intelligence Committee un rapporto sul programma nel marzo 2021.

Secondo la lettera di Wyden e Heinrich, il programma di raccolta di massa della CIA opera al di fuori delle leggi approvate e riformate dal Congresso, ma sotto l’autorità dell’Executive Order 12333, il documento che regola ampiamente l’attività della comunità di intelligence ed è stato firmato per la prima volta dal presidente Ronald Reagan nel 1981.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Pfizer sopprime le informazioni esplosive – Rapporto esclusivo



Pfizer prevede $ 54 miliardi di vendite legate al Covid nel 2022.

Ma le cattive notizie all’orizzonte vengono discusse tranquillamente.

L’evidenza risiede nei numerosi cambiamenti della linea rossa di Pfizer nei loro rilasci degli utili del quarto trimestre.

Secondo Kelly Brown di Rubicon Capital, le modifiche sono incentrate sulla divulgazione di dati sfavorevoli sulla sicurezza.

Affermando che nel quarto trimestre hanno aggiunto: “o ulteriori informazioni sulla qualità dei dati preclinici, clinici o di sicurezza, anche mediante audit o ispezione”.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden chiama il giornalista “stupido figlio di puttana” dopo aver chiesto informazioni sull’inflazione dilagante


Joe Biden ha definito il giornalista di Fox News Peter Doocy uno “stupido figlio di puttana” per avergli chiesto informazioni sull’inflazione lunedì.

L’insulto di Biden è arrivato dopo che Doocy ha chiesto a Biden alla Casa Bianca se “l’inflazione è una responsabilità politica in vista del medio termine”.

Biden ha risposto: “Questa è una grande risorsa. Più inflazione… che stupido figlio di puttana.

Chiaramente Biden non ha letto su MSNBC, che ha affermato in un articolo di opinione lo scorso novembre che l’inflazione era in realtà una “cosa buona“, prima di cambiare rapidamente il titolo dopo un feroce contraccolpo.

L’inflazione è ora a Massimo di 40 anni, a quasi il 7% ufficialmente.

L’Unifier-in-Chief ha lanciato un insulto a un altro giornalista di Fox News proprio la scorsa settimana.

Il giornalista Jacqui Heinrich ha chiesto a Biden se stava aspettando che il presidente russo Vladimir Putin facesse la prima mossa riguardo all’Ucraina, e Biden ha risposto solo con: “Che domanda stupida.”

Che illuminante!

Così, quando il presidente Trump sbaraglia i giornalisti dei media mainstream per aver lanciato domande false in malafede, è un dittatore.

Ma i media tacciono quando Biden insulta i giornalisti per aver semplicemente posto domande benigne e pertinenti.

Vedere come funziona?


Il Dipartimento di Stato di Biden afferma che il “Crollo della civiltà occidentale” è russo Disinfo




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden chiede “Qual è il problema?” Informazioni sui mandati dei vaccini; Dice che è “patriottico” prendere il COVID Jab



Alla domanda su tre tribunali statunitensi che hanno recentemente bloccato i mandati federali sui vaccini, Joe Biden ha dichiarato che il paese sta vivendo “una pandemia di non vaccinati”, aggiungendo che è “patriottico” prendere iniezioni di COVID e affermando che non capisce quale sia il “Un grosso problema” è con le persone che non vogliono che le loro libertà vengano imposte.

Il giornalista di WHIOTV 7 John Bedell ha detto a Biden che “I tuoi mandati sui vaccini hanno subito alcune battute d’arresto in tribunale di recente”, aggiungendo “I giudici federali hanno interrotto tre di quei mandati sui vaccini COVID”.

“Hai intenzione di fare marcia indietro o hai intenzione di continuare a combattere quelli in tribunale?” chiese ulteriormente Bedell.

“Questa è una pandemia di non vaccinati. Non i vaccinati, i non vaccinati. Questo è il problema”, ha risposto Biden.

Ha inoltre proclamato: “Tutti parlano della libertà di non avere un’iniezione o fare un test. Beh indovina cosa? E il patriottismo? Che ne dici di assicurarti di essere vaccinato, in modo da non diffondere la malattia a nessun altro”.

“E quello?” Biden ha continuato, aggiungendo “Qual è il problema?”

Orologio:

È la seconda volta in una settimana che Biden descrive l’assunzione di vaccini contro il COVID come “patriottica”.

Apparendo in un’intervista con Jimmy Fallon venerdì, Biden ha detto “questa roba su ‘il mandato di Biden, e queste cose che accadono, non è americana,’ guardala in questo modo, è patriottico fare questo”.

“Non è uno scherzo. È patriottico riuscire a farlo”, ha ripetuto.

Orologio:

Dopo un novembre dominante dalla Corte d’Appello degli Stati Uniti per il quinto circuito che blocca il mandato di vaccinazione per le imprese con più di 100 dipendenti, un sondaggio su 1.000 membri della Society for Human Resource Management ha rilevato che la maggioranza delle imprese (75%) ha affermato che non richiederà ai lavoratori di vaccinarsi o di sottoporsi a test se il mandato viene infine dichiarato incostituzionale dalla Corte suprema degli Stati Uniti.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Biden afferma di avere un punteggio di approvazione basso perché le persone ottengono “informazioni inaccurate” “sulla loro situazione”


Joe Biden si è unito al circuito televisivo a tarda notte venerdì per la prima volta durante la sua presidenza fantoccio per spiegare i suoi tristi indici di approvazione.

Durante un’apparizione al “Tonight Show” della NBC, Biden ha incolpato il suo basso indice di approvazione per disinformazione, non come risultato delle sue politiche anti-energia e di spesa.

“Beh, guarda, ecco l’accordo, penso che sia… siamo stati in meno di un anno. Sono successe molte cose, e guarda, la gente ha paura. La gente è preoccupata. E le persone ricevono così tante informazioni imprecise”, ha detto Biden al presentatore Jimmy Fallon. “Non parlo di me, ma della loro situazione. E così, gli viene detto che l’Armageddon è in arrivo”.

Sebbene Biden abbia riconosciuto l’aumento dell’inflazione e dei prezzi del gas, ha affermato che sarebbero “scesi” presto.

“La verità è che l’economia sta crescendo più di quanto non abbia mai fatto in quasi 60 anni. Il tasso di disoccupazione è sceso al 4,2%. Andrà più in basso, secondo me. Abbiamo l’inflazione su cose che, di fatto, contano per la vita delle persone”, ha detto Biden.

“Sai, quando ti presenti a una stazione di servizio e alla tua pompa sono 3,50 dollari, anche se ora perché ho preso 50 miliardi – milioni di barili da [the Strategic Petroleum Reserve], la benzina è scesa sotto i 3 dollari in molti posti. Sta per scendere. Si muoverà”.

“Voglio dire, quindi, c’è molta ansia. E il mio lavoro è essere diretto, sparare dalla spalla, far sapere alla gente esattamente qual è la verità e spiegare come cercherò di rendere la vita migliore per loro”, ha aggiunto Biden.

Il tentativo di Biden di mascherare i suoi fallimenti politici arriva tra i rapporti che l’inflazione ha toccato il massimo da 40 anni, con l’indice dei prezzi al consumo in aumento del 6,8% in questo periodo lo scorso anno.

Naturalmente, l’inflazione dilagante non ha fermato l’amministrazione Biden e esperti dei media liberali dal gaslighting il popolo americano a credere l’inflazione è una buona cosa.

L’attuale indice di approvazione di Biden è di circa il 41%, secondo a un sondaggio della CNBC.


Scopri perché l’amministratore di Biden si sta occupando dell’inflazione in vista del grande collasso del reset



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Il consenso informato è nullo: negate ai vaccinati informazioni fondamentali”


“Il consenso informato per i vaccini Covid è nullo: mancano indicazioni fondamentali che per legge devono essere date ai cittadini che vogliono o che sono costretti a sottoporsi alla somministrazione”. L’avvocato Renate Holzeisen ribadisce ai microfoni di Byoblu che questi sieri “sono stati autorizzati solo in via condizionata” e che i cittadini dovrebbero essere informati di tale circostanza, così come di molte altre, che invece sono omesse nel modulo di consenso informato.
Secondo

See More
l’avvocato, il modulo che i cittadini sono invitati a firmare, assumendosi così la responsabilità di eventuali effetti avversi, è contrastante con la normativa comunitaria vigente.
L’avvocato, in esclusiva su Byoblu, parla anche del caso del giovane Traian Calancea, ventiquattrenne di Trento, morto a distanza di soli dieci giorni dalla somministrazione della prima dose del vaccino Cominarty della Pfizer/Biontech.
L’autopsia è stata disposta dalla Procura su impulso della madre del giovane, Svetlana Rosca, assistita dalla Holzeisen. “Non può più accadere che sia una madre a pretendere l’autopsia, perché sarebbe preciso obbligo dell’autorità sanitaria disporla”, soprattutto in un caso come questo in cui il decesso è sopraggiunto a pochi giorni di distanza dalla somministrazione.
La Procura della Repubblica di Trento ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti. Sono in corso ulteriori indagini da parte del consultente tecnico del pubblico ministero per accertare o escludere il nesso causale tra la morte e la vaccinazione.

window.fbAsyncLoaded = false; window.fbAsyncPending = []; window.fbAsyncOnLoaded = function(callback) { if (window.fbAsyncLoaded) { callback(); } else { window.fbAsyncPending.push(callback); } };

// Register an event handler for Facebook init window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ version: 'v8.0', appId: '215002133707', cookie: true, status: false, xfbml: false });

// Update state window.fbAsyncLoaded = true;

// Execute pending calls for (var i = 0; i < window.fbAsyncPending.length; i++) { window.fbAsyncPending[i](); } window.fbAsyncPending = []; }; // Trick: monitor the "beforeload" event to check if someone else default // prevented the loading of the facebook library window.fbLoadPrevented = false; function _checkFbPrevent(event) { if (event.url && event.url.match('facebook')) { document.removeEventListener("beforeload", _checkFbPrevent); window.fbLoadPrevented = event.defaultPrevented; } } if (document.addEventListener) { document.addEventListener("beforeload", _checkFbPrevent, true); } // Load Facebook library (function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ghislaine Maxwell potrebbe essere stata uccisa se fosse stata concessa la cauzione per informazioni su Epstein, denunciano i reclami


La socialite britannica Ghislaine Maxwell, 59 anni, trattenuta in custodia cautelare in un centro di detenzione di Brooklyn dal suo arresto nel luglio 2020, sarà processata dal tribunale distrettuale degli Stati Uniti del centro di Manhattan il 29 novembre per traffico sessuale di bambini, spergiuro e adescamento di minori mentre un stretto collaboratore del defunto finanziere e pedofilo condannato Jeffrey Epstein.

Ghislaine Maxwell, ex fidanzata del miliardario caduto in disgrazia Jeffrey Epstein, è stata costantemente negata la libertà su cauzione dai giudici mentre attendeva il suo processo con l’accusa di aver procurato ragazze minorenni per il defunto magnate al traffico sessuale e agli abusi. Sebbene abbia ripetutamente dichiarato un “rischio di fuga”, fonti affermano che c’è stata un’altra ragione per cui non le è stato permesso di pagare la cauzione, ha riferito il Times.

“Il sistema l’ha tenuta in prigione per tenerla al sicuro”, ha detto una fonte citata dall’outlet.

Il rapporto alimenta le speculazioni che circondano la morte di Epstein dietro le sbarre e le informazioni che Maxwell potrebbe avere in suo possesso implicando persone potenti. Jeffrey Epstein, accusato di aver gestito una rete di traffico sessuale di minori nel 2019, è morto nella sua cella di Manhattan il 10 agosto in attesa del processo, dopo essersi dichiarato non colpevole delle accuse. È stato trovato morto nella sua cella di prigione a New York City con i funzionari che hanno dichiarato che si era suicidato per impiccagione.

Un secondo patologo all’autopsia, presente secondo quanto riferito su richiesta del fratello di Epstein, Mark, ha concluso che le lesioni al collo del magnate erano più coerenti con l’omicidio. Tuttavia, le autorità sono rimaste convinte che Epstein si fosse tolto la vita.

“Il sospetto è che se le fosse stata concessa la libertà su cauzione, sarebbe stata quasi sicuramente uccisa”, ha affermato la fonte.

Secondo il rapporto, c’è molta paura e paranoia tra gli amici di Maxwell (oltre che ex amici di Epstein) riguardo a qualsiasi tipo di associazione con il caso, con quelli contattati che accettano solo di parlare a condizione di anonimato. Il caso ha contaminato e si è riflesso su una moltitudine di personalità di alto profilo, come Principe Andrea, di fronte a una causa legale di una delle presunte vittime di Epstein, Virginia Giuffre. Il principe ha negato con veemenza le sue accuse di essere stata costretta a fare sesso con il reale da Epstein e Maxwell.

Ghislaine Maxwell, ex confidente e amante del pedofilo condannato Jeffrey Epstein, arrestata il 2 luglio 2020 mentre si nascondeva in una remota proprietà nel New Hampshire, è accusata di aver adescato ragazze e donne per il defunto miliardario.

La figlia del magnate dell’editoria pieno di debiti Robert Maxwell, morto ufficialmente per annegamento nel 1991, deve affrontare un’accusa di otto capi d’accusa, che copre presunti crimini commessi dal 1994 e 2004 e potrebbe portarla dietro le sbarre per 80 anni.

In vista del processo, che inizierà il 29 novembre, si è dichiarata non colpevole di tutte le accuse e ha costantemente affermato la sua innocenza. Dal suo arresto, Ghislaine Maxwell, accusata di essere La “signora” di Epstein, o pappone, è stata trattenuta nel Metropolitan Detention Center di Brooklyn, in condizioni di cui il suo team legale e suo fratello si sono ripetutamente lamentati.

L’avvocato di Maxwell Bobbi Sternheim paragonato le condizioni di vita “riprovevole” del suo cliente a quelle di Hannibal Lecter, il serial killer immaginario interpretato dall’attore Anthony Hopkins nel film del 1991 “Il silenzio degli innocenti”.

Sono state presentate cinque richieste di cauzione, tutte respinte dal giudice distrettuale americano Alison Nathan a Manhattan. I pubblici ministeri hanno citato la cittadinanza della donna in tre paesi e una ricchezza significativa come fattori che la rendono un “rischio di fuga significativo”.

Maxwell, il cui processo si occuperà solo delle accuse legate al sesso, poiché secondo quanto riferito non le è stato offerto un patteggiamento. Il suo processo si occuperà solo delle accuse legate al sesso, e lei dovrà affrontare un secondo processo in un secondo momento sul caso di spergiuro.


Esplosivo! Dr. Robert Malone: ​​Si stanno precipitando a uccidere i bambini

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I dati rivelano nuove informazioni sulla struttura dei neutroni


Tutti i nuclei atomici conosciuti e quindi quasi tutta la materia visibile sono costituiti da protoni e neutroni, tuttavia molte delle proprietà di questi onnipresenti elementi costitutivi naturali rimangono sconosciute.

Essendo una particella non carica, il neutrone in particolare resiste a molti tipi di misurazione e 90 anni dopo la sua scoperta ci sono ancora molte domande senza risposta riguardo alle sue dimensioni e alla sua durata, tra le altre cose.

Il neutrone è costituito da tre quark che ruotano al suo interno, tenuti insieme da gluoni. I fisici usano fattori di forma elettromagnetici per descrivere questa struttura interna dinamica del neutrone. Questi fattori di forma rappresentano una distribuzione media di carica elettrica e magnetizzazione all’interno del neutrone e possono essere determinati mediante sperimentazione.

Spazio vuoto sulla mappa del fattore di forma riempito con dati precisi

“Un singolo fattore di forma, misurato a un certo livello di energia, all’inizio non dice molto”, ha spiegato il professor Frank Maas, ricercatore presso il PRISMA+ Cluster di eccellenza a Mainz, Helmholtz Institute Mainz (HIM) e GSI Helmholtzzentrum für Schwerionenforschung Darmstadt. “Sono necessarie misurazioni dei fattori di forma a varie energie per trarre conclusioni sulla struttura del neutrone”. In certi intervalli di energia, che sono accessibili usando esperimenti standard di scattering elettrone-protone, i fattori di forma possono essere determinati in modo abbastanza accurato. Tuttavia, finora questo non è stato il caso di altri intervalli per i quali sono necessarie le cosiddette tecniche di annientamento che coinvolgono materia e antimateria che si distruggono a vicenda.

Nell’esperimento BESIII in corso in Cina, è stato recentemente dimostrato possibile determinare con precisione i dati corrispondenti nell’intervallo di energia da 2 a 3,8 gigaelettronvolt. Come sottolineato in un articolo pubblicato dalla partnership nell’attuale numero di Fisica della natura, questo è oltre 60 volte più accurato rispetto alle misurazioni precedenti. “Con questi nuovi dati, abbiamo, per così dire, riempito uno spazio vuoto sulla “mappa” del fattore di forma dei neutroni, che fino ad ora era un territorio sconosciuto”, ha sottolineato il professor Frank Maas. “Questi dati sono ora precisi quanto quelli ottenuti nei corrispondenti esperimenti di scattering. Di conseguenza, la nostra conoscenza dei fattori di forma del neutrone cambierà drasticamente e come tale avremo un quadro molto più completo di questo importante elemento costitutivo della natura».

Un lavoro davvero pionieristico in un difficile campo di ricerca

Per fare breccia nella compilazione dei campi richiesti della “mappa” del fattore di forma, i fisici avevano bisogno di antiparticelle. La partnership internazionale ha quindi utilizzato il Beijing Electron-Positron Collider II per le sue misurazioni. Qui, gli elettroni e le loro antiparticelle positive, cioè i positroni, possono scontrarsi in un acceleratore e distruggersi a vicenda, creando altre nuove coppie di particelle, un processo noto in fisica come “annientamento”. Utilizzando il rilevatore BESIII, i ricercatori hanno osservato e analizzato il risultato, in cui gli elettroni ei positroni formano neutroni e antineutroni. “Esperimenti di annientamento come questi non sono affatto consolidati come gli esperimenti di diffusione standard”, ha aggiunto Maas. “Per eseguire l’esperimento in corso era necessario un lavoro di sviluppo sostanziale: l’intensità dell’acceleratore doveva essere migliorata e il metodo di rilevamento per l’elusivo neutrone doveva essere praticamente reinventato nell’analisi dei dati sperimentali. Questo non era affatto semplice. La nostra partnership ha svolto un lavoro davvero pionieristico qui”.

Altri fenomeni interessanti

Come se ciò non bastasse, le misurazioni hanno mostrato ai fisici che i risultati per il fattore di forma non producono una pendenza coerente rispetto al livello di energia, ma piuttosto un modello oscillante in cui le fluttuazioni diventano più piccole all’aumentare del livello di energia. Hanno osservato un comportamento sorprendente simile nel caso del protone: qui, tuttavia, le fluttuazioni erano speculari, cioè sfasate. “Questa nuova scoperta indica innanzitutto che i nucleoni non hanno una struttura semplice”, ha spiegato il professor Frank Maas. “Ora ai nostri colleghi della parte teorica è stato chiesto di sviluppare modelli per spiegare questo comportamento straordinario”.

Infine, sulla base delle loro misurazioni, il partenariato BESIII ha modificato il modo in cui deve essere visualizzato il rapporto relativo del neutrone rispetto ai fattori di forma del protone. Molti anni fa, il risultato prodotto nell’esperimento FENICE era un rapporto maggiore di uno, il che significa che il neutrone deve avere un fattore di forma costantemente più grande del protone. “Ma poiché il protone viene caricato, ti aspetteresti che sia completamente il contrario”, ha affermato Maas. “Ed è proprio quello che vediamo quando confrontiamo i nostri dati sui neutroni con i dati sui protoni che abbiamo recentemente acquisito tramite BESIII. Quindi qui abbiamo corretto il modo in cui abbiamo bisogno di percepire le particelle più piccole”.

Dal micro al macrocosmo

Secondo Maas, le nuove scoperte sono particolarmente importanti perché sono così fondamentali. “Forniscono nuove prospettive sulle proprietà di base del neutrone. Inoltre, osservando i più piccoli elementi costitutivi della materia, possiamo anche comprendere i fenomeni che si verificano nelle dimensioni più grandi, come la fusione di due stelle di neutroni. Questa fisica degli estremi è già molto affascinante».


Il dottor Peter McCullough si unisce all’Alex Jones Show per sollevare l’allarme sul crescente stato di tirannia medica ed esporre la corruzione che sta consentendo Politiche covid mortali.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Le persone nel Regno Unito che pubblicano “false informazioni” sui vaccini potrebbero essere incarcerate per due anni


Le persone nel Regno Unito che pubblicano “false informazioni” sui vaccini online potrebbero affrontare due anni di carcere in base a una nuova legge.

Sì davvero.

La legge sulla sicurezza online, descritta come “la legislazione di punta per combattere l’abuso e l’odio su Internet”, ha affrontato feroci critiche da parte dei gruppi per le libertà civili per la sua vasta portata.

La legge creerebbe un reato di “comunicazione consapevolmente falsa” che, secondo i tempi, “penalizzerà coloro che inviano o pubblicano un messaggio che sanno essere falso con l’intenzione di causare “danni emotivi, psicologici o fisici al probabile pubblico”. Fonti governative hanno fornito l’esempio degli antivax che diffondono informazioni false che sanno essere false”.

Dato che le autorità hanno ritenuto “false” tutti i tipi di informazioni sulla pandemia e sui vaccini che in seguito si sono rivelate vere, questa è una prospettiva agghiacciante.

Ad esempio, le affermazioni secondo cui i vaccini non sono completamente efficaci nel fermare la diffusione di COVID-19 sarebbero state considerate “false”, ma questa posizione è ora un fatto provato.

Il disegno di legge modificherebbe anche l’attuale standard più rigoroso di contenuti “indecenti” o “grossolanamente offensivi” nella definizione molto più ampia di “effetto dannoso” quando si decide se un post o un messaggio è criminale.

Ciò è più in linea con le leggi sull’incitamento all’odio del Regno Unito che determinano se un atto di incitamento all’odio o un “incidente di odio” è stato commesso non sulla base del fatto che sia effettivamente accaduto o meno, ma sulla base della presunta vittima che si sente come se sono stato preso di mira.

“I nuovi reati includeranno i cosiddetti “pile-on” in cui un certo numero di individui si uniscono ad altri nell’invio di messaggi molesti a una vittima sui social media”, riporta il Times.

E se pensi che questo fermerà le folle di sinistra che sistematicamente formano “pile” contro i conservatori per aver espresso opinioni dissenzienti, ripensaci.

Sarà applicato in modo selettivo contro le persone che criticano o prendono in giro quelle ritenute “minoranze oppresse”, nonostante tali gruppi abbiano il pieno sostegno dello stato e di ogni istituzione culturale (il popolo dell’alfabeto).

L’Online Harms Bill viene amplificato con l’aiuto di un’incessante propaganda sui giocatori di football neri che vengono abusati online, nonostante il fatto che la maggior parte degli abusi provenga dall’estero, principalmente dai paesi del Medio Oriente.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Cos’e ‘questo? Rap virale “Island Boys” Informazioni su Infowars.com



Una coppia di giovani rapper della Florida conosciuti come “Island Boys” ha recentemente pubblicato uno strano video in cui sembrano promuovere Infowars.com.

Tuttavia, si è scoperto che i ragazzi stavano facendo diversi shoutout sul sito web Cameo, dove le celebrità vengono pagate per consegnare messaggi specifici alla telecamera.

Apparentemente un individuo anonimo ha convinto i rapper, che si chiamano Flyysoulja e Kodiyakredd, a fare la spina Infowars.

Alcuni utenti di Internet hanno pensato che gli artisti hip-hop fossero veri fan di Infowars dopo che il video è diventato virale, ma la maggior parte delle persone ha semplicemente deriso l’assurdità della spina imprevedibile.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Joe Rogan accusa Google di “nascondere informazioni” sulle morti per vaccino



Il golia dei podcast Joe Rogan ha accusato Google di aver nascosto le informazioni sui decessi legati ai vaccini, affermando di poter trovare articoli legittimi sull’argomento solo utilizzando altri motori di ricerca.

Parlando con il giornalista Alex Berenson, che è stato attaccato dai media di sinistra per aver semplicemente posto domande sull’efficacia dei vaccini COVID, Rogan ha detto “Qual è la fonte di tutto questo? Qual è l’epicentro dei tori***? … In particolare nel mio caso, dove dicono “sverminatore per cavalli”. Tipo perché? Chi lo sta facendo?”

Berenson ha risposto: “Quindi ci sono sondaggisti là fuori che stanno esaminando i focus group”, aggiungendo “Quindi quando parlano di ‘sverminatore per cavalli’, c’è qualcuno là fuori che sta spendendo un paio di milioni di dollari al mese o qualunque cosa sia per fare certo, che se, oh, questo non è per gli umani, è per gli animali. Stanno testando tutto quel linguaggio, e questo è uno dei motivi per cui suona così simile”.

“È uno dei motivi per cui ho smesso di usare Google anche per cercare le cose”, ha continuato Rogan, aggiungendo “Stanno facendo qualcosa per curare le informazioni”.

“Guarda, se volevo trovare casi specifici su persone morte per lesioni legate al vaccino, dovevo andare da Duck Duck Go. Non li trovavo su Google”, ha esortato Rogan.

Ha inoltre sottolineato: “E io sono tipo, ‘Okay, questo è pazzesco.’ Ad esempio, state nascondendo informazioni. Sto cercando persone molto specifiche e casi molto specifici, e ricevo siti Web CDC, e ricevo articoli sulla disinformazione collegata ai vaccini e i vaccini sono sicuri ed efficaci, che per la maggior parte sono, solo come le arachidi sono sicure ed efficaci per la maggior parte.”

Orologio:

Come noi notato la scorsa settimana, durante lo stesso podcast, Rogan ha elogiato Tucker Carlson per aver avuto conversazioni con persone di sinistra, suscitando accuse infondate di essere un suprematista bianco.

Nel frattempo, dopo che il dottor Sanjay Gupta . della CNN ha ammesso che la sua stessa rete ha mentito su Rogan e ha promosso notizie false secondo cui l’host del podcast stava prendendo il de-wormer per cavalli, la rete strapazzate per ripulire il pasticcio raddoppiando.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“Vogliamo evitare di avere informazioni sulle cellule fetali là fuori”


Un insider di Pfizer si è presentato al Project Veritas con e-mail interne scioccanti che mostrano i dirigenti aziendali che ordinano al personale di tacere sull’uso del tessuto fetale umano nei test di laboratorio del vaccino COVID dell’azienda.

Melissa Strickler, revisore della qualità della produzione di Pfizer, ha consegnato e-mail aziendali interne a Project Veritas, esponendo l’intenzione di Pfizer di trattenere le informazioni sul tessuto fetale utilizzato per lo sviluppo della sua iniezione di COVID.

In una e-mail, il direttore scientifico di Pfizer, Philip Dormitzer, ha ammesso che il tessuto fetale abortito viene utilizzato nel programma di vaccinazione dell’azienda, ma ha esortato i dipendenti a non divulgare tali informazioni a terzi.

“Le cellule HEK293T, utilizzate per il test IVE, derivano in definitiva da un feto abortito”, ha detto Dormitzer. “D’altra parte, il comitato dottrinale vaticano ha confermato di considerare accettabile l’immunizzazione dei credenti per la vita. La dichiarazione ufficiale di Pfizer esprime bene la risposta ed è ciò che dovrebbe essere fornito in risposta a una richiesta esterna”.

Allo stesso modo, Vanessa Gelman, direttore senior della ricerca mondiale di Pfizer, ha incoraggiato il personale a evitare di parlare di cellule fetali umane nel programma di vaccini dell’azienda.

“Dal punto di vista degli affari aziendali, vogliamo evitare che le informazioni sulle cellule fetali fluttuano là fuori”, ha detto Gelman in una e-mail.

“Il rischio di comunicarlo in questo momento supera qualsiasi potenziale beneficio che potremmo vedere, in particolare con i membri del pubblico in generale che potrebbero prendere queste informazioni e usarle in modi che potremmo non volere là fuori. Non abbiamo ricevuto alcuna domanda da responsabili politici o media su questo problema nelle ultime settimane, quindi vogliamo evitare di sollevarlo se possibile”, ha affermato.

“Abbiamo cercato il più possibile di non menzionare le linee cellulari fetali… Una o più linee cellulari con un’origine che può essere fatta risalire al tessuto fetale umano è stata utilizzata nei test di laboratorio associati al programma vaccinale”, ha aggiunto.

La Strickler ha detto a Project Veritas di non essere sicura che il tessuto fetale abortito sia entrato nel prodotto finale del vaccino COVID che è stato distribuito in tutta l’America.

“Sono così ingannevoli nelle loro e-mail, è quasi come nel vaccino finale. Mi ha fatto solo non fidarmi”, ha detto Strickler, aggiungendo che rivolgersi a Project Veritas era l’unica risorsa che sentiva di avere per raccontare la sua storia.

“Non ho nessun altro a cui rivolgermi quando la mia azienda non sarà onesta con me. Quello che mi è stato detto di fare è stato di fidarmi di Project Veritas e di accompagnarvi da legislatori, avvocati”, ha detto.

Resta aggiornato sulla serie CovidVaxExposed in corso di Project Veritas:

Parte 1: L’informatore dell’HHS rivela che il governo federale non nasconde i dati sugli effetti collaterali dei vaccini

Parte 2: Il funzionario della FDA vuole il “Registro della Germania nazista” per gli americani non vaccinati

Parte 3: I funzionari di Johnson & Johnson: “I bambini non dovrebbero farsi fottere” [COVID] Vaccino’ a causa di ‘ripercussioni sconosciute’

Parte 4: Scienziato Pfizer ammette: “I tuoi anticorpi sono probabilmente MIGLIORI della vaccinazione”


Cinguettio: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Ottieni: @WhiteIsTheFury

Project Veritas ha pubblicato il quarto video nella sua Serie investigativa sul vaccino COVID oggi che ha esposto tre funzionari Pfizer affermando che gli anticorpi portano a una protezione uguale, se non migliore, contro il virus rispetto al vaccino.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link