Archivi tag: indagine

Indagine avviata dopo l’impennata “mistero” nella morte di neonati


Le autorità sanitarie scozzesi hanno avviato un’indagine dopo un’ondata misteriosa di decessi di neonati, la seconda volta che il fenomeno è stato registrato nell’arco di sei mesi.

Un servizio del quotidiano Herald mette in risalto il picco “molto insolito” nelle morti di bambini, con l’allarme lanciato dopo che 18 bambini sono morti entro quattro settimane dalla nascita a marzo.

Lo stesso limite di controllo è stato violato anche nel settembre dello scorso anno, quando sono stati segnalati 21 decessi neonatali, la prima volta dall’inizio delle registrazioni.

“Il tasso di mortalità neonatale era del 5,1 per 1.000 nati vivi a settembre e del 4,6 per 1.000 a marzo, contro una media di 1,49 per 1000 nel 2019”, riporta il quotidiano.

Public Health Scotland (PHS) ha affermato che le morti non potevano essere dovute al caso, mentre anche la causa del precedente picco di settembre “è rimasta un mistero”.

Il rapporto rileva che l’adozione della vaccinazione è aumentata nelle future mamme e che le infezioni da COVID durante la gravidanza sono associate a una maggiore probabilità di parto prematuro, ma non ha trovato alcun “collegamento diretto” tra i picchi di COVID e i decessi.

PHS Scotland afferma che le infezioni da COVID “non sembravano aver avuto un ruolo” nell’ondata di decessi di settembre.

La dottoressa Sarah Stock dell’Università di Edimburgo ha detto: “I numeri sono davvero preoccupanti”, ma ha ammesso di non conoscere la causa dei decessi.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

SEC e DOJ hanno avviato una “indagine congiunta” sulla Tesla di Elon Musk durante l’offerta pubblica di acquisto di Twitter



Il giornalista di Fox Business Charles Gasparino ha dichiarato giovedì che quando Elon Musk si è offerto di acquistare Twitter, una fonte legale ha detto alla sua rete che la Securities and Exchange Commission e il Dipartimento di giustizia hanno avviato quella che ha descritto come una “indagine congiunta” su una “miriade di normative di Musk. problemi che coinvolgono principalmente Tesla”.

Se è vero, questo sembra non essere altro che un palese atto di intimidazione politica.

Musk ha detto durante un’apparizione al TED giovedì che le indagini della SEC su Tesla sono “come avere una pistola puntata alla testa di tuo figlio”.

Elon Musk ha incaricato la Securities and Exchange Commission durante un’apparizione a TED giovedì, sostenendo di avere i fondi per portare Tesla in privato nonostante l’agenzia abbia concluso che non l’aveva fatto.

“Dovrei dire in realtà… con Tesla in passato, il finanziamento era effettivamente assicurato”, ha detto Musk. “Voglio essere chiaro su questo.”

Musk ha scambiato colpi con la SEC per l’ordine dell’agenzia che i suoi tweet fossero esaminati da un avvocato prima di essere pubblicati pubblicamente. L’ordine si basa sulla decisione di Musk di inviare l’ormai famigerato tweet “finanziamento garantito” il 7 agosto 2018, in cui affermava di avere le finanze per portare Tesla in privato a $ 420 per azione. (Tesla è una società quotata in borsa dal 2010.)

La SEC ha immediatamente avviato un’indagine, concludendo infine che, mentre aveva tenuto alcuni incontri con il fondo sovrano dell’Arabia Saudita, Musk “non aveva mai discusso di una transazione privata a $ 420 per azione con nessuna potenziale fonte di finanziamento, non aveva fatto nulla per indagare se sarebbe possibile per tutti gli attuali investitori rimanere con Tesla come società privata tramite un “fondo per scopi speciali” e non avesse confermato il supporto degli investitori di Tesla per una potenziale transazione privata”.

Musk ha confutato questo in una litania di documenti del tribunale negli ultimi mesi e durante l’apparizione a TED ha offerto maggiori informazioni sul motivo per cui crede che la SEC lo stia individuando. L’apparizione di Musk a Vancouver è stata principalmente un forum per discutere della sua offerta pubblica di acquisto ostile recentemente annunciata su Twitter, ma quando il fondatore di TED Chris Anderson ha chiesto se avesse “assicurato i finanziamenti” per l’accordo su Twitter, Musk ha colto questa come un’opportunità per ri-contenzioso la sua battaglia di quattro anni con la SEC.

“Dovrei dire come, perché non ho rispetto per la SEC in quella situazione?” ha detto Musk. “E non intendo incolpare tutti alla SEC, ma certamente l’ufficio di San Francisco. È perché la SEC sapeva che il finanziamento era assicurato, ma ha comunque portato avanti un’indagine pubblica attiva”.

Musk ha spiegato che all’epoca Tesla era sotto attacco da parte di venditori allo scoperto che scommettevano sul fallimento della società. Le azioni di Tesla erano estremamente volatili e la società stava tentando di scalare la produzione della berlina elettrica Model 3, che si stava rivelando molto più difficile di quanto Musk e i massimi dirigenti dell’azienda avessero previsto. Facendo eco alle dichiarazioni rese dai suoi avvocati in recenti atti giudiziari, Musk ha affermato di essersi sentito costretto a stabilirsi con la SEC per garantire che le banche di Tesla continuassero a fornire capitale alla società in modo che non fallisse.

“Quindi è come avere una pistola puntata alla testa di tuo figlio”, ha aggiunto Musk. “Quindi sono stato costretto a concedere illegalmente alla SEC. Quei bastardi.

La SEC sta attualmente indagando se le recenti vendite di azioni di Musk e suo fratello Kimbal Musk abbiano potenzialmente violato le regole di insider trading.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I democratici votano contro l’arresto delle agenzie di intelligence dal “monitoraggio, indagine e perseguimento” degli americani non vaccinati




“Il fatto che le mamme saranno prese di mira come terroristi domestici perché pensano che il loro bambino di 5 anni non abbia bisogno del dannato vaccino perché hanno esaminato i dati … è ridicolo”, afferma il rappresentante repubblicano Thomas Massie.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I corpi dei bambini recuperati dalla clinica per l’aborto richiedono le richieste di indagine



**ATTENZIONE: Questo articolo include immagini grafiche (in fondo all’articolo) di bambini abortiti.**

La scorsa settimana la polizia di Washington ha fatto una scoperta inquietante a casa di un difensore della vita che ha consegnato i corpi di cinque bambini nati vivi in ​​una clinica per aborti di Washington DC, richiedendo un’indagine medica per accertare se la morte dei bambini avesse violato le leggi federali.

Lo erano la polizia della metropolitana di DC convocato mercoledì scorso a casa dell’attivista anti-aborto Lauren Handy, direttrice dell’attivismo per la Rivolta Progressive Anti-Abortion (PAAU), dove ha consegnato i corpi di cinque bambini abortiti parzialmente nati.

“Le persone impazziranno quando sentiranno”, ha detto Handy ai giornalisti sulla scena.

Handy, che è stata arrestata il 30 marzo con accuse separate, ha detto di aver ricevuto i bambini morti da un informatore collegato alla Washington Surgi-Clinic, un centro per aborti.

“Prima dell’arresto, uno degli imputati ha organizzato privatamente che l’unità omicidi della polizia metropolitana di Washington DC prelevasse cinque bambini abortiti a termine scoperti di recente per un esame forense”, ha scritto PAAU in un dichiarazione sul loro sito web.

Secondo PAAU, “l’età gestazionale tardiva dei bambini, così come le loro apparenti lesioni potenzialmente riportate, mostrano violazioni della legge sull’aborto parziale e della legge sulla protezione dei neonati vivi, che sono crimini federali”.

Nonostante le possibili violazioni federali, la polizia della DC non ha effettuato arresti, né ha sporto denuncia in relazione alla scoperta, con l’assistente esecutivo capo della polizia DC Ashan Benedict lo scorso giovedì sostenendo che i bambini sono stati abortiti “in conformità con la legge DC”.

La scoperta ha portato a chiamate da parte di sostenitori della vita che esortavano il medico legale della DC a condurre un’indagine per verificare se i bambini avrebbero potuto sopravvivere alle nascite parziali e se le leggi fossero state violate.

Martedì, la rappresentante Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) ha aggiunto la sua voce al crescente coro di indignazione, dicendo: “Il massacro di bambini innocenti è ovviamente il punto finale logico della cultura della morte della sinistra, in cui le donne sono calorosamente incoraggiati ad uccidere i bambini che dovrebbero allevare e poi vantarsene in seguito.

“Dato che gli attivisti per uccidere i bambini sono ora abbastanza sfacciati da sostenere l’infanticidio, è giusto chiedersi se questi bambini siano stati vittime di questo nuovo e sanguinario zelo per la morte di innocenti”, ha detto.

“Ciò di cui abbiamo bisogno ora è un esame forense completo per determinare con precisione come, perché e quando questi bambini irreprensibili sono morti, quindi la polizia deve aprire un’indagine per omicidio se si scopre che i corpi hanno aria o soluzione conservante nei polmoni. Dobbiamo ritenere responsabili i medici interessati”.

Allo stesso modo, la presidente del gruppo nazionale pro-vita Susan B. Anthony List, Marjorie Dannenfelser, ha chiesto un’indagine, affermando:

“Queste immagini orribili di bambini abortiti – esseri umani come noi, soggetti a violenze letali e forse nati vivi in ​​un’età in cui il loro dolore sarebbe stato atroce – espongono la brutalità di ognuno delle migliaia di aborti che avvengono quotidianamente in America. Nonostante le legislature in tutto il paese abbiano agito sulla volontà delle persone di promuovere più protezioni per i bambini non nati e le madri negli ultimi anni, atrocità come queste continuano a causa della politica radicale degli Stati Uniti che consente l’aborto su richiesta fino al momento della nascita. Quante volte dobbiamo confrontarci con la verità? Come disse il grande abolizionista William Wilberforce sulla tratta degli schiavi, “Puoi scegliere di guardare dall’altra parte, ma non potrai mai più dire di non saperlo”.

“Chiediamo al medico legale di Washington di eseguire un’autopsia sui corpi di questi bambini e alle autorità federali di svolgere un’indagine approfondita e spietata e perseguire le violazioni della legge. Porre fine all’aborto è la battaglia per i diritti umani del nostro tempo e speriamo che una giusta decisione della Corte Suprema nel caso Dobbs permetta presto a tutti gli stati di agire”.

Secondo Notizie sulla vitala clinica in questione ha una storia di aborti alla fine del secondo trimestre, quando un feto è generalmente considerato vitale.

La Washington Surgi-Clinic “fa pubblicità agli aborti fino a 27 settimane di gravidanza e li ha consegnati alla polizia. L’abortista della struttura, Cesare Santangelo, è stato ripreso in video affermando che non sarebbe intervenuto per salvare un bambino sopravvissuto a un aborto. Washington, DC, non ha limiti gestazionali all’aborto”, riporta LifeNews.

Un esperto medico specializzato in neonati consultato da Live Action News ha affermato che i bambini avrebbero davvero potuto vivere se fossero stati adeguatamente curati.

“Posso dire con sicurezza che questi bambini sono morti in un’età in cui erano persone vitali e premature”, ha detto il neonatologo Dr. Robin Pierucci.

**Foto grafiche sotto. Si consiglia vivamente la discrezione del lettore.**

Lila Rose, sostenitrice della vita e fondatrice di Live Action, ha condiviso scioccanti foto grafiche dei bambini deceduti.

Commentando “Baby boy 1”, ha descritto la dott.ssa Kathi Aultman, un’ex abortista Notizie sulla vita che il bambino appariva “completamente normale” e poteva benissimo essere nato vivo.

“Il bambino n. 1 sembra essere nel terzo trimestre vicino al termine e sembra che avrebbe dovuto essere all’asilo. È totalmente integro, ma la sua pelle è alquanto macerata. Sembra essere del tutto normale e probabilmente è stato abortito usando il metodo di induzione, che utilizza i farmaci per indurre il travaglio. Ha all’incirca le stesse dimensioni di mia nipote quando è nata”.

Allo stesso modo, anche “Baby Girl # 1” avrebbe potuto essere un parto valido se non fosse stato per un’incisione praticata nella parte posteriore del collo.

“La bambina n. 1 sembra essere alla fine del 2° o all’inizio del 3° trimestre. Appare intatta e del tutto normale tranne che per un trauma al collo. Sembra esserci un’incisione alla base del cranio e la testa è stata decompressa. Se il bambino fosse vivo all’inizio di questa procedura, sarebbe considerato un aborto di nascita parziale e sarebbe illegale. È più grande della maggior parte dei bambini di cui mi prendevo cura in terapia intensiva neonatale, e se l’aborto non l’avesse uccisa, avrebbe avuto buone possibilità di sopravvivenza a questa età e dimensioni gestazionali.

Ecco le foto degli altri tre bambini recuperati dalla polizia della metropolitana DC, con uno orribilmente fatto a pezzi e un altro ancora all’interno del suo sacco amniotico.


L’ufficio del capo medico legale della DC non ha immediatamente restituito la richiesta di commento di Infowars al momento della scrittura.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Twitter: https://twitter.com/AdanSalazarWins
Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

ESCLUSIVO: l’eroe pro-vita fatto irruzione dall’FBI parla dei bambini abortiti che stava cercando di onorare – Handy, insieme ad altri otto, è accusato di aver bloccato l’accesso alla Washington Surgi-Clinic nell’ottobre 2020.




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il figlio di Nancy Pelosi diventa oggetto di una sesta indagine dell’FBI


Sebbene di recente abbia annunciato la sua intenzione di candidarsi per la rielezione del seggio del Congresso che detiene come Speak of the House, forse Nancy Pelosi ha in mente una corsa presidenziale del 2024.

Sebbene non ci siano indicazioni in merito direttamente dal suo accampamento, potrebbe esserci motivo di presumere che le venga dato che suo figlio Paul sta facendo del suo meglio Cacciatore Biden rappresentazione. Già in mezzo a polemiche, Paul Pelosi Jr. divenne oggetto di a sesta indagine dell’FBI a seguire notizia che in precedenza era coinvolto in cinque diverse società sospettate di frode e associate a criminali condannati.

La sesta di queste indagini pone il figlio dell’oratore al centro di un’indagine per frode contro Rodrigo Santos, l’ex presidente della Commissione per l’ispezione degli edifici di San Francisco che ora ricopre il ruolo di agente di rilascio dei permessi cittadini. Lo erano Santos e un altro funzionario della commissione di nome Bernard Curran incriminato a novembre in un caso che si dice includa Paul Pelosi. I dettagli che emergono dall’indagine per frode dell’FBI su Santos e Curran includono dettagli su un loro cliente coinvolto nel presunto piano di corruzione che molti sospettano sia lo stesso Paul Pelosi Jr.

Particolari sullo schema di Santos sono emersi dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti in un comunicato stampa che fornisce un contesto all’indagine in cui Pelosi è stato catturato. Questa accusa segue una precedente denuncia penale presentata contro Santos l’11 maggio 2020. Quindi, il funzionario pubblico di San Francisco avrebbe commesso una frode bancaria in quanto principale e co-fondatore di Urrutia Structual Engineers, Inc. Santos è stato inizialmente nominato al San Francisco Building Inspection Committee nel 2000 dall’allora sindaco Willie Brown prima di essere promosso alla carica di presidente dal successore di Brown, l’attuale governatore della California e membro della famiglia Pelosi Gavin Newsome.

L’ambito dell’atto d’accusa del 2020 contro Santos è stato ampliato nel luglio 2021 prima che il successivo caso di novembre presentato contro lui e Curran includesse dieci ulteriori accuse di frode bancaria durante un periodo tra novembre 2012 e marzo 2019. Ulteriori accuse nell’ultima accusa contro di lui includono due capi di imputazione per furto di identità aggravato e un conteggio per falsificazione di documenti in un’indagine federale con l’intento di ostacolare la giustizia. L’annuncio del DoJ comunica che Santos è oggetto di un’indagine in corso mentre il suo caso attuale è perseguito dalla sezione della procura speciale dell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti.

Sebbene Pelosi non sia stato menzionato per nome come cospiratore nelle precedenti incriminazioni fatte dal governo federale, i registri dell’FBI delle indagini quinquennali che hanno condotto su Santos rivelano che Pelosi è stato intervistato mentre il governo federale ha costruito il suo caso. Al centro del piano di corruzione scoperto dall’FBI c’è una proprietà di proprietà della ragazza di Pelosi Jr. e un’organizzazione senza scopo di lucro che si presume sia stata un veicolo che ha utilizzato “donazioni” come tangenti ad hoc a Santos in cambio della costruzione della città permessi.

La proprietà in questione è famigerata chiamata “The Pit” dai residenti di San Francisco. Per anni, la flop house è stata autorizzata a operare nonostante numerose violazioni. L’indagine dell’FBI sostiene che tali violazioni sono state rimosse come parte del piano di corruzione che ha portato accuse contro Santos. I pubblici ministeri affermano che Santos ha utilizzato un club di rugby locale e un’associazione di hockey per il loro status di non profit al fine di ricevere pagamenti attraverso di loro che hanno portato alla rimozione delle violazioni edilizie. I collegamenti di Pelosi con The Pit risalgono a un periodo che secondo i pubblici ministeri federali era pieno di frodi. In passato, gli ispettori edili della città hanno anche rivelato che lo stesso Pelosi aveva chiesto loro di “prendersi cura” delle violazioni nella nefasta proprietà di Utah St.. Quelle rivelazioni presentano un potenziale collegamento tra Pelosi e “Cliente 9” menzionato nelle accuse federali contro Santos.

Il cliente 9 è stato definito “un individuo che lavora per conto dei proprietari della proprietà” che si trova in 1312 Utah Street. Documenti trapelati dalle mie stesse fonti mostrano che Pelosi ha presentato i documenti necessari per presentare le domande di permesso di costruire per conto dei proprietari di una proprietà adiacente al 1314 di Utah Street nel 2017, nello stesso periodo in cui si presume che Santos abbia commesso la frode addebitata formulate contro di lui dal Dipartimento di Giustizia.

San Francisco registri dei permessi di costruzione per 1314 Utah Street l’indirizzo a cui è associato Pelosi include anche permessi in sospeso e completati per l’adiacente sede di 1312 Utah Street che è al centro della controversia che avvolge Santos. Lo stesso Pelosi ha ammesso di essere stato impegnato in uno sforzo per aiutare a rimuovere le citazioni fatte dal Building Inspection Committee contro la proprietà 1312 di Utah Street. Negli anni in cui Pelosi è stata associata a The Pit, la proprietà ha ricevuto 248 denunce attraverso 311 risorse di assistenza pubblica locale offerte dal comune.

Pelosi ha risposto alle indagini dei media locali sulla sua affiliazione con i proprietari di The Pit dicendo che aveva frequentato il luogo un decennio prima quando era stato affittato al Feng’s Holistic Healing Center in modo che potesse ricevere frequenti massaggi ai piedi. La sala massaggi era di proprietà di Edward Feng, che è stato sorpreso a vendere pillole contenenti allucinogeni da rospi velenosi e arsenico in una puntura sotto copertura da agenti federali nel 2011. Lo stesso Pelosi ha minimizzato i problemi di Feng dopo la puntura, dicendo che l’attività non era concentrato sulla vendita di integratori a base di erbe sospetti e che il suo vero obiettivo era sui massaggi ai piedi di cui apparentemente era così affezionato.

Le ultime rivelazioni sulle accuse di corruzione pubblica che coinvolgono Paul Pelosi Jr. non sono una novità per la famiglia. Nancy Pelosi e suo marito Paul Sr. hanno attirato le ire dei detrattori politici per il loro record di investimenti sospetti. In almeno due diverse occasioni, Paul Sr. e Nancy Pelosi hanno acquistato titoli prima dell’annuncio dei contratti governativi assegnati Amazon e Microsoft generando sospetti di insider trading basato sulla posizione politica di sua moglie.

Sulla base della condotta di Paul Jr., sembra che la mela non cada lontano dall’albero. Mentre l’accusa federale di Rodrigo Santos continua a svilupparsi, è solo questione di tempo prima che venga alla luce la portata del coinvolgimento di Paul il giovane nei sordidi affari politici di un ventre criminale che è stato associato alla sua famiglia.


ROTTURA: Klaus Schwab confessa il piano di dominazione del mondo criminale

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Indagine avviata dopo la morte di una bambina di tre anni per attacco di cuore un giorno dopo aver ricevuto l’iniezione di COVID-19



Il ministero della sanità pubblica di Tucumán, in Argentina, ha diffuso un rapporto secondo cui una bambina di tre anni è morta lo scorso 16 dicembre e il sistema giudiziario è intervenuto e indagherà sulle cause della sua morte.

“Giovedì 16 dicembre 2021, alle ore 12:00, un paziente di 3 anni, in arresto cardiorespiratorio, entra nel Pronto Soccorso dell’Ospedale del Bambino Gesù. Si eseguono manovre di rianimazione avanzate e, quando [she] non risponde, [her] la morte è dichiarata”, il Tucumán Ministero della Salute detto in un comunicato.

Il bambino di 3 anni, Ámbar Suárez, ha ricevuto una dose di Sinopharm, il vaccino cinese COVID-19. La polizia e il sistema giudiziario indagheranno sulla causa della sua morte e verrà eseguita l’autopsia.

“Considerando la storia della vaccinazione contro il Covid, si avviano contatti con i parenti per raccogliere le informazioni rilevanti, valutare altri retroscena e procedere con le indagini su questo sfortunato episodio”, conclude il comunicato.

Nel frattempo, Miriam Suárez, la madre del bambino, ha affermato che il vaccino ha ucciso sua figlia.

Il mondo del COVID segnalato:

Miriam Suárez ha detto che sua figlia Ámbar è stata vaccinata la scorsa settimana il 15 dicembre ed è morta il giorno dopo per arresto cardiaco improvviso.

La bambina di 3 anni aveva ricevuto la vaccinazione perché altrimenti non le sarebbe stato permesso di andare all’asilo a causa di un mandato di vaccinazione.

Miriam ha detto ai media argentini che il suo bambino di 3 anni non ha avuto sintomi subito dopo il vaccino, ma mentre giocava con i bambini del vicino la mattina dopo, Ámbar è svenuta ed è stata portata all’ospedale pediatrico di Tucumán dove è morta per arresto cardiaco.

La madre affranta ha detto:

“Sono sicuro che mia figlia è stata uccisa dal vaccino. Era una ragazza sana, piena di vita, senza problemi di salute”.

Ecco il report locale (puoi cambiare la didascalia automatica in inglese su Youtube)

Il Gateway Pundit ha precedentemente riferito che un’e-mail da un distretto scolastico di New York è stata inviata ai genitori affermando che c’è un nuovo regolamento in cui tutti i distretti sono ora tenuti a garantire che infermieri e allenatori possano affrontare il trattamento e il monitoraggio degli studenti che mostrano segni e sintomi di arresto cardiaco improvviso.


Il vaccino è un’arma di spopolamento, avverte il principale scienziato Pfizer

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’ex professionista chiede “indagine” dopo che un altro giocatore di football è improvvisamente crollato


Un ex calciatore professionista della Premier League ha chiesto un’indagine dopo che l’ennesimo giocatore è improvvisamente crollato nel bel mezzo di una partita la scorsa notte.

Il centrocampista dello Sheffield United John Fleck è caduto a terra durante la partita della sua squadra a Reading e ha dovuto essere portato via in barella dopo aver ricevuto un lungo trattamento e aver ricevuto una maschera per l’ossigeno.

Il 30enne nazionale scozzese “è andato giù incontrastato prima che i compagni di squadra salutassero rapidamente i medici”, riferisce notizie della BBC.

Fleck è stato portato in ospedale dove si dice che sia in buone condizioni.

Il giocatore diventa l’ennesima sfortunata aggiunta a una lunga lista di calciatori e altri atleti di punta che sono improvvisamente crollati sul campo di gioco negli ultimi mesi.

Come abbiamo precedentemente evidenziato, il principale quotidiano tedesco Berliner Zeitung ha recentemente pubblicato un rapporto che cerca di rispondere al motivo per cui “un numero insolitamente elevato di calciatori professionisti e dilettanti è crollato di recente”.

L’articolo elenca un gran numero di casi recenti di calciatori che hanno avuto problemi cardiaci o sono crollati sul campo, in alcuni casi portando alla morte.

Quella lista include Sergio Aguero del Barcellona, ​​che ha sofferto di difficoltà respiratorie durante lo scontro LaLiga del Barça con l’Alaves il mese scorso. Anche se il club ha smentito le voci che Aguero è destinato al ritiro, sarà sicuramente fuori combattimento per mesi.

Anche altri atleti professionisti hanno recentemente sofferto di problemi di salute simili, tra cui il 24enne giocatore di hockey slovacco Boris Sádecký, che morto tragicamente dopo essere crollato sul ghiaccio durante una partita il mese scorso.

L’ex giocatore dell’Inghilterra e del Southampton Matt Le Tissier ha risposto alla notizia del crollo di Fleck chiedendo un’indagine adeguata.

“Quanti altri sportivi devono crollare in campo prima che avvenga un’indagine”, ha twittato l’ex star della Premier League.

Non è noto se John Fleck avesse preso il vaccino COVID-19.

Nel frattempo, secondo a rapporto del Dr. Yaffa Shir-Raz, c’è stato un “aumento di 5 volte delle morti cardiache improvvise dei giocatori FIFA nel 2021”.

“Allora cosa sta causando questa improvvisa epidemia?” chiede Shir-Raz.

La mente vacilla.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il nuovo team di indagine sull’origine del COVID dell’OMS include UN ALTRO Peter Daszak Minion


L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente messo insieme un nuovo team di ricercatori per “investigare” le origini di COVID-19, riguardanti specificamente la teoria delle perdite di laboratorio, e ha dichiarato che questa volta si eviteranno conflitti di interesse. Tuttavia, uno dei membri principali è uno scienziato che ha firmato la famigerata lettera di Lancet del capo dell’EcoHealth Alliance, Peter Daszak, che ha tentato di chiudere la teoria prima ancora che fosse esaminata.

Le note Washington Free Beacon che il capo dell’Istituto di virologia tedesco, Christian Drosten, fa parte dell’ultimo team dell’OMS e che “ha firmato una lettera controversa che respinge l’idea che il virus sia emerso da un laboratorio cinese come una ‘teoria della cospirazione'”.

Come abbiamo notato in precedenza, il governo comunista cinese, insieme a Daszak, ha guidato il corso della patetica “indagine” dell’OMS, che aveva già respinto l’idea di perdita di laboratorio dopo solo un visita di tre ore alla struttura nel mese di febbraio.

Inoltre, La Cina si è rifiutata di collaborare con la rinnovata indagine dell’OMS, dichiarando che ogni tentativo di esaminare la teoria delle fughe di laboratorio va “contro la scienza” e affermando, contrariamente a intelligenza degli Stati Uniti e le stesse conclusioni dell’OMS, secondo cui i lavoratori del laboratorio sono stati ricoverati in ospedale con COVID nell’autunno del 2020.

Ad agosto, il capo dell’indagine sull’origine dell’OMS ha ammesso che la Cina ha sostanzialmente ordinato alla sua squadra cosa scrivere nel loro rapporto e ha permesso loro di menzionare la teoria della perdita di laboratorio, ma solo a condizione che non consigliassero di seguirla.

Rivelando quella che è una chiara prova di un insabbiamento, il Washington Post ha riferito che il capo dell’OMS danese Ben Embarek ha fatto l’ammissione dopo anche commentando che crede che il paziente zero fosse un lavoratore presso l’Istituto di virologia di Wuhan, dove venivano condotti esperimenti sui coronavirus.

Embarek ha osservato che “l’errore umano” alla fine avrebbe potuto portare il virus a passare agli esseri umani, ma che “il sistema politico cinese non consente alle autorità di riconoscerlo”.

Embarek ha commentato che “Qualcuno potrebbe anche voler nascondere qualcosa”.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link