Archivi tag: importante

Biden ha deciso di fornire un indirizzo importante spingendo per il controllo delle armi mentre i democratici cercano di vietare i fucili semiautomatici



Il sonnolento Joe Biden parlerà alla nazione giovedì sera dove dovrebbe chiedere ai politici una legislazione più forte sul controllo delle armi sulla scia della sparatoria di Uvalde, in Texas.

Dopo che l’indirizzo è stato annunciato, Fox News Il corrispondente della Casa Bianca Peter Doocy ha messo in dubbio il motivo dell’amministrazione Biden dietro il discorso.

“Voi ragazzi alla Casa Bianca avete avuto dei titoli molto difficili questa settimana, sull’inflazione e sul latte artificiale”, ha esordito Doocy. “Se non c’è niente di nuovo che puoi indicare in questo discorso di stasera, l’hai appena programmato per far parlare la gente di qualcos’altro?”

La segretaria stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha risposto: “Le persone sono morte nelle ultime due settimane, in particolare, a Uvalde sono morti 19 bambini”.

Continuando, Jean-Pierre ha affermato: “Qui non si tratta di politica di parte. Questo è qualcosa su cui ha lavorato da quando era senatore. Questo è molto importante e reale per il presidente e per le famiglie in lutto che ha incontrato nelle ultime due settimane”.

Tuttavia, come ha sottolineato giovedì il rappresentante del GOP Jim Jordan (Ohio) su Twitter, Joe Biden ha detto nel 1985 quando prestava servizio al Senato che “non ha mai creduto che un ulteriore controllo delle armi o la registrazione federale delle armi avrebbe ridotto la criminalità”.

L’attivista conservatore Scott Presler ha scherzato su Twitter chiedendo a Biden quando visiterà Tulsa, Oklahoma, dove un uomo di colore ha sparato e ucciso diverse persone in un ospedale da quando Sleepy Joe si è recato rapidamente a Buffalo dove un uomo bianco ha sparato e ucciso diverse persone in un negozio di alimentari.

Il discorso nazionale improvvisato di Biden arriva il giorno dopo che il presidente della Camera Nancy Pelosi ha rivelato i piani democratici di introdurre una legislazione che vieta le “armi d’assalto in stile militare”, il che significa qualsiasi fucile semiautomatico.

La guerra alla Costituzione degli Stati Uniti, gli scandalosi blocchi del Covid-19 e altre misure del governo americano dovrebbero essere sufficienti per far capire ai cittadini che il Secondo Emendamento è l’unica cosa che impedisce ai globalisti di ottenere il controllo totale.





Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Due terzi degli americani pensano che la storia del laptop di Hunter Biden sia “importante”


I contenuti incriminanti di un laptop appartenente a Hunter Biden, figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, sono “importanti”, ha confermato la maggioranza degli intervistati in un recente sondaggio nazionale.

Secondo il sondaggio condotto da Rapporti Rasmussenil 66% dei probabili elettori ha risposto di ritenere che la storia relativa al “laptop dall’inferno” sia importante, con il 48% che afferma che è “molto importante”.

“Quasi i due terzi degli elettori affermano che la storia del laptop smarrito di Hunter Biden è importante e credono che il presidente Joe Biden sia stato probabilmente coinvolto negli affari esteri di suo figlio”, conclude Rasmussen.

Il sondaggio arriva sulla scia dei rapporti recenti del New York Times ammissione la storia del laptop Hunter, originariamente respinta dai media legacy, è davvero legittima.

IMPARENTATO – Intervista esplosiva: nuovi documenti trovati sul laptop di Hunter dall’inferno

E-mail trovato nel laptop confermano legami illeciti con la Cina e che, nonostante le numerose smentite, l’allora candidato presidenziale democratico Joe Biden ha effettivamente incontrato un alto dirigente dell’azienda ucraina del gas Burisma, dove suo figlio ha servito nel consiglio di amministrazione per otto mesi prima di fare pressioni sui funzionari del governo ucraino per licenziare un pubblico ministero che indagava sulla corruzione nell’azienda.

Inoltre, si dice che il laptop contenga numerose foto che mostrano Hunter mentre fa sesso e si droga con più prostitute.

Secondo quanto riferito, Hunter ha anche perso un totale di tre laptop con informazioni schiaccianti, incluso uno che presumibilmente è in possesso dei “russi” secondo Hunter stesso.


Il laptop di Hunter è la chiave del NWO

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

“La NATO non dovrebbe espandersi a est”, afferma un importante diplomatico cinese il giorno dopo i colloqui di Xi-Biden


Pechino: un diplomatico cinese afferma che la NATO dovrebbe attenersi a quella che, secondo lui, era una promessa di non espandersi verso est.

In un discorso di sabato, il viceministro degli Esteri cinese Le Yucheng ha criticato le sanzioni occidentali di vasta portata imposte alla Russia dopo aver invaso l’Ucraina e ha affermato che la causa principale della guerra in Ucraina “risiede nella mentalità della Guerra Fredda e nella politica di potere”.

Facendo eco a un argomento di discussione del Cremlino, l’inviato cinese ha affermato che se l’allargamento della NATO “andasse oltre, si avvicinerebbe alla periferia di Mosca”, dove un missile potrebbe colpire il Cremlino entro sette o otto minuti”.

“Spingere un grande paese, in particolare un nucleare, all’angolo comporterebbe ripercussioni troppo terribili da contemplare”, ha detto.

Ha espresso comprensione per la posizione spesso ripetuta del presidente russo Vladimir Putin, affermando che la NATO avrebbe dovuto disintegrarsi ed “essere consegnata alla storia insieme al Patto di Varsavia”.

“Tuttavia, invece di sgretolarsi, la NATO ha continuato a rafforzarsi ed espandersi, ed è intervenuta militarmente in paesi come la Jugoslavia, l’Iraq, la Siria e l’Afghanistan”, ha affermato. “Si potrebbero ben prevedere le conseguenze di questa strada. La crisi in Ucraina è un severo avvertimento”.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Cosa c’è in un nome? Perché la definizione di capitalismo è importante



A volte le persone si chiedono se la filosofia sia di qualche utilità per comprendere la vita quotidiana.

I filosofi non sono “persi in labirinti erranti”? Via queste sciocchezze, dicono alcuni. Elaine Sternberg illustra con il suo esempio che questo punto di vista è sbagliato. In lei eccellente Affari economici articolo “Definire il capitalismo”, mostra in modo convincente che fornire una definizione esatta del puro capitalismo laissez-faire è di grande aiuto nel rispondere a molte obiezioni comuni al libero mercato. In un articolo di due settimane fa, ho citato alcune delle sue critiche a quell’abominio chiamato “teoria degli stakeholder”, e nell’articolo di questa settimana vorrei discutere alcune delle sue argomentazioni nell’articolo appena citato.

Sternberg spiega lo scopo del suo articolo in questo modo:

Senza una definizione chiara, i sostenitori del capitalismo sono handicappati. Sono come i difensori delle aquile che li caratterizzano semplicemente come “grandi uccelli”: includendo gli avvoltoi, quella descrizione generale lascia le aquile aperte alle accuse di spazzino. Per funzionare efficacemente con entrambi i tipi di uccelli da soli, per attaccare, difendere o anche per identificare correttamente i membri del gruppo, è necessaria una nozione chiara e separata di ciascun tipo. Allo stesso modo, è necessaria una definizione esplicita e operativa del capitalismo per differenziare il capitalismo propriamente inteso da tutte le altre cose, specialmente quelle con cui viene spesso confuso. (pag. 380)

A causa dell’incapacità di proporre una chiara definizione di capitalismo, i critici spesso incolpano il libero mercato per pratiche e politiche di fatto estranee ad esso. Probabilmente l’esempio più noto di ciò riguarda la pratica del “capitalismo clientelare”, in cui uomini d’affari corrotti guadagnano guadagni di monopolio alleandosi con lo stato e i suoi agenti, che viene trattato come un esempio di “capitalismo” e confuso con l’articolo autentico. Allo stesso modo, alcune persone condannano il capitalismo perché non sono d’accordo con le preferenze dei consumatori. Ad esempio, i critici disprezzano il capitalismo perché molte persone acquistano spazzatura artistica e pornografia, ma tali preferenze ovviamente non sono intrinseche al sistema capitalista. Come dice Ludwig von Mises,

Molti critici si divertono a incolpare il capitalismo per quello che chiamano il decadimento della letteratura. Forse dovrebbero piuttosto incolpare la propria incapacità di setacciare la pula dal grano. Sono più acuti dei loro predecessori circa cento anni fa? Oggi, per esempio, tutti i critici sono pieni di lodi per Stendhal. Ma quando Stendhal morì nel 1842, era oscuro e frainteso. Il capitalismo potrebbe rendere le masse così prospere da comprare libri e riviste. Ma non poteva impregnarli del discernimento di Mecenate o di Can Grande della Scala. Non è colpa del capitalismo se l’uomo comune non apprezza i libri non comuni. (Mise, La mentalità anticapitalista, P. 52)

Se vogliamo una definizione esatta di capitalismo, come dobbiamo procedere? No, dice Sternberg, basandosi esclusivamente sugli esempi.

Indicare esempi è generalmente meno utile per la definizione di quanto comunemente si suppone; spesso non funziona nemmeno per le cose più semplici. Il puntamento non identifica cosa differenzia gli articoli che sembrano simili: considera gamberetti e gamberi…. Il puntamento può solo individuare gli oggetti fisici, non i principi di organizzazione che costituiscono i sistemi; significativamente, non può indicare quali caratteristiche siano essenziali…. Le caratteristiche essenziali di una cosa sono solo quelle che sono individualmente necessarie e congiuntamente sufficienti perché sia ​​quel tipo di cosa e non un’altra. (pag. 382)

Lei lo nota

più fondamentalmente, non è mai possibile trovare istanze di essenze non adulterate da accidenti. Non ci sono esempi di triangolarità o terrier che non mostrino le caratteristiche accidentali di un particolare triangolo o di qualche singolo cane. Come ulteriore complicazione per isolare il capitalismo, le economie reali in genere non sono razze pure ma bastardi. Sono ibridi che risultano da interazioni complesse, in cui eventi contingenti e circostanze storiche si combinano con intenzioni umane e conseguenze non intenzionali. (pagine 383–84)

A ciò, aggiungerei che alcune cose hanno proprietà (cioè caratteristiche) che seguono necessariamente dalla definizione della cosa ma non ne fanno parte. Nella geometria euclidea, ad esempio, tutti i triangoli equilateri sono equiangolari, ma questa proprietà non è inclusa nell’essenza di questo tipo di triangolo.

Qual è, allora, l’essenza del capitalismo del libero mercato? Sternberg trova che vogliono le risposte di molti che hanno provato una risposta. Il suo stesso suggerimento è questo: “Il capitalismo è un sistema economico caratterizzato da proprietà privata completa, prezzi di libero mercato e assenza di coercizione” (p. 385, corsivo in originale). Se la coercizione è assente, è coerente con l’avere uno stato? Sternberg, in un modo che i lettori della pagina mises.org troveranno interessante, non si sottrae alle implicazioni della sua definizione.

A rigor di termini, una società con un governo non può essere completamente capitalista, in quanto il governo implica necessariamente la coercizione e la proprietà pubblica. Per comodità, tuttavia, a una società con un governo può essere concessa l’etichetta non qualificata di “capitalista” se, ma solo se, il governo è minimamente coercitivo: può essere al massimo un “guardiano notturno”. In quanto tale, non deve fare altro che proteggere le persone e le loro proprietà dalla coercizione, in genere fornendo servizi di polizia e militari per opporsi all’aggressione e tribunali per far rispettare i contratti. (pag. 387)

Con questa definizione in atto, Sternberg può rispondere efficacemente a molti dei critici del capitalismo: la sua posizione è dire che ignorando l’essenza del capitalismo, si stanno davvero lamentando di qualcos’altro.

I critici che denunciano il capitalismo per non aver raggiunto obiettivi positivi, o per promuovere necessariamente risultati che denunciano, ad esempio avidità o acquisizione, alienazione o disuguaglianza, sono quindi fondamentalmente in errore. I risultati che derivano dal funzionamento del capitalismo non sono necessari, né lo sono né potrebbero essere la scelta o la responsabilità del capitalismo come sistema. Ritenere il capitalismo responsabile per loro è fuorviante come incolpare il termometro quando il paziente ha la febbre. (pag. 388)

Sternberg ha fatto un punto fondamentale, ma vorrei aggiungere una nota di cautela. Non si dovrebbe sostenere che, poiché qualche stato di cose indesiderabile non fa parte dell’essenza del libero mercato, l’affermazione che il mercato causerebbe questo stato di cose non può avere successo. Non tutti i resoconti causali si basano sul ricorso alle essenze; un critico del libero mercato potrebbe, ad esempio, affermare che consentire alle persone di seguire le proprie preferenze porta inevitabilmente a crisi economiche, anche se questa caratteristica non fa parte dell’essenza del libero mercato. (Potresti argomentare in questo modo anche se pensi che la spiegazione causale debba fare appello alle necessità; come accennato in precedenza, è falso che ogni proprietà necessaria di qualcosa sia parte della sua essenza. E alcune persone difendono altre teorie della causalità, come il ricorso a “necessità nominali” che sono al di sotto della necessità logica o metafisica.) Mi affretto ad aggiungere che Sternberg non commette questo errore.

Sternberg spiega la sua visione delle essenze con grande efficacia. Concluderò con un esempio di questo.

Si consideri l’affermazione che le crisi finanziarie del 2007-2009 sono state causate e “rappresentate un fallimento del capitalismo”…. Chiarindo la natura del capitalismo, la definizione essenziale dà credito al punto di vista opposto, che l’azione del governo fosse il causa delle crisi. La persistente regolamentazione governativa degli alloggi e dei servizi finanziari ha limitato gli usi chiave della proprietà privata e ha distorto il funzionamento del sistema dei prezzi; l’azione del governo ha limitato le scelte individuali e istituzionali e ha ostacolato le correzioni del mercato. Inoltre, lo ha fatto impiegando la coercizione che il capitalismo esclude necessariamente. Incolpare il capitalismo per la crisi sembra quindi doppiamente ingiusto. (pag. 389)

Sternberg è una grande filosofa e i sostenitori del libero mercato dovrebbero essere contenti che sia dalla nostra parte.

Nota: le opinioni espresse su Mises.org non sono necessariamente quelle del Mises Institute.

NEMICI ALL’INTERNO: Rapporto Speciale

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Attenzione: il prossimo attacco informatico importante!



Un terribile avvertimento dal World Economic Forum. Siete pronti?

“Prestare insufficiente attenzione allo scenario spaventoso di un attacco informatico globale, che bloccherebbe completamente l’alimentazione, i trasporti, i servizi ospedalieri, la nostra società nel suo insieme. La crisi del COVID-19 sarebbe vista a questo riguardo come un piccolo disturbo rispetto a un grande attacco informatico”. – Il fondatore del WEF Klaus Schwab

Adattato dalla grande modifica originale di https://www.instagram.com/eastern.freedom/


Ottieni fino al 50% di sconto sui nostri prodotti più venduti oggi all’Infowars Store!




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Scopri chi è stato nominato da Alex Jones “la persona più importante del mondo”



Scopri chi è stato nominato da Alex Jones come “La persona più importante del mondo” come modello di resistenza alla tirannia incontrollata.

Jones afferma che Tucker Carlson dice la verità nel modo più comprensibile che trascende la sinistra contro la destra in modo che i cittadini possano capire meglio il pericolo in cui si trova l’umanità.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Importante studio norvegese rileva che i vaccini COVID-19 interferiscono con il ciclo delle giovani donne


Lo studio norvegese ha registrato una pletora di disturbi mestruali dopo l’assunzione di vari vaccini COVID-19, tra cui sanguinamento pesante o prolungato, intervalli irregolari o dolore extra.

Quasi il doppio delle giovani donne norvegesi ha avuto un periodo mestruale più pesante di quello a cui erano abituate dopo aver ricevuto le iniezioni di COVID-19, secondo un ampio studio sulla popolazione nei risultati preliminari.

Per indagare se esiste una connessione tra le iniezioni di COVID-19 e vari disturbi emorragici, il National Institute of Public Health (FHI) sta ora conducendo un ampio studio su oltre 60.000 ragazze e donne di età compresa tra 12 e 80 anni in Norvegia. Finora sono stati pubblicati i risultati preliminari per le 6.000 donne che rappresentano la fascia di età 18-30.

“In questo studio vediamo che un certo numero di donne ha manifestato vari disturbi dopo la prima o la seconda dose del vaccino COVID”, responsabile del progetto, dottoressa FHI Lill Trogstad disse in un comunicato stampa.

La verità vuole venire a galla e dopo aver spinto al pubblico una terapia genica sperimentale. Il direttore generale dell’OMS, il dottor Tedros, ha ammesso davanti alle telecamere che i paesi stanno usando i booster per uccidere i bambini.

La percentuale di donne che hanno dichiarato di aver avuto forti emorragie è aumentata dal 7,6% prima della vaccinazione al 13,6% dopo la vaccinazione. La loro quota è aumentata ulteriormente al 15,3% dopo il secondo colpo.

Altri sintomi frequentemente riportati includevano sanguinamenti prolungati, intervalli insolitamente brevi o lunghi, sanguinamenti interrotti inaspettati, periodi extra dolorosi o persino dolore mestruale senza sanguinamento.

Sulla base dei risultati preliminari, l’FHI ha elencato una serie di suggerimenti per le donne che hanno avuto disturbi mestruali, incluso il rinvio di ulteriori vaccinazioni fino a quando la causa non è stata indagata o i sintomi sono passati.

Tra i partecipanti, il 59,4% ha ricevuto Pfizer come prima dose, mentre il 35,8% ha ricevuto Moderna, il 4,7% AstraZeneca e lo 0,2% Janssen (Johnson & Johnson). Per la seconda dose, il 47,4% ha ricevuto Pfizer e il 52,6% Moderna.

Nell’estate del 2021, le donne di tutto il mondo hanno iniziato a segnalare disturbi emorragici dopo aver ricevuto un vaccino contro il coronavirus. Nella sola Danimarca, la loro cifra è salita da diverse dozzine a oltre un migliaio nel giro di poche settimane. A novembre, il numero di segnalazioni ha superato le 3.900. La Norvegia, tuttavia, è diventata la prima nazione a rispondere con un ampio sondaggio sulla popolazione, dopo aver elaborato solo 1.264 segnalazioni.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La cosa più importante da fare per Biden nel prossimo anno è “dimettersi”


Un sondaggio pubblicato lunedì da USA Today mostra che l’elettore americano medio è completamente stufo di Joe Biden.

“Nel nuovo Sondaggio USA TODAY/Suffolk, abbiamo chiesto a 1.000 elettori registrati di nominare l’unica cosa che era più importante per Biden da fare nel prossimo anno”, ha scritto l’outlet.

La migliore risposta al sondaggio è stata che Joe Biden dovrebbe “dimettersi/ritirarsi/smettere” l’anno prossimo se vuole aiutare l’America.

Le risposte non sono state fornite nemmeno per chi ha risposto al sondaggio, come USA Today ha spiegato: “Mentre i sondaggi in genere offrono agli intervistati opzioni tra cui scegliere, in questo caso essi è stato chiesto loro di dare volontariamente qualsiasi risposta desiderassero”.

I dati del sondaggio sono stati raccolti tra mercoledì e venerdì della scorsa settimana via telefono.

Che si tratti di scoreggia davanti alla famiglia reale britannica, facendo la cacca nei pantaloni durante l’incontro con il Papa o solo le sue politiche povere a tutto tondo, il popolo americano è imbarazzato e ha chiuso con Joe Biden.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link