Archivi tag: Francesco

La pesante eredità di Draghi. Chi la raccoglierà? – Il punto sulla crisi con Gigi Moncalvo, Francesco Giubilei, Carlo Tarallo



Mario Draghi si sfila al momento giusto e a raccogliere i pezzi dell’Italia sarà qualcun altro: la più quotata sembra essere proprio Giorgia Meloni. Ciò significherebbe far sì che tutto cambi perché tutto resti uguale? Intanto la politica e la stampa mainstream si stracciano le vesti, in un impeto di quello che il nostro ospite Gigi Moncalvo definisce “leccaculismo”. Insomma, quale sarà il futuro del nostro Paese? Ce lo domandiamo insieme a Gigi Moncalvo, Carlo Tarallo e Francesco Giubilei.



Source link

Morte sospetta nei Cavalieri di Malta mentre Papa Francesco continua a prendere in consegna l’Ordine per una linea diretta di comunicazione con Putin


Papa Francesco concede un’intervista alla rivista dei gesuiti “La Civiltà Cattolica” e condivide i suoi pensieri sulla guerra in Ucraina, affermando che “è stata dichiarata la terza guerra mondiale” suggerendo che la guerra in Ucraina è stata “forse in qualche modo provocata” negando di essere pro -Putin e sbattere le truppe russe “crudeli” mentre nel frattempo intrattiene colloqui “segreti” con Putin all’ombra della crisi ucraina, e assicurandosi che la CIA e altre agenzie mantengano le mani del Cavaliere di Malta.

Per questo papa Francesco, irrispettoso della costituzione dell’Ordine, lo ha nominato ieri Fra’ John T. Dunlapmembro del Sovrano Consiglio, quale Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta dopo la morte sospetta dell’asset della CIA Fra’ Marco Luzzago il 7th del giugno 2022, violando la leggendaria sovranità del quasi millenario Ordine che ha sempre agito indipendentemente dalle decisioni della Santa Sede.

Il Sovrano L’Ordine Militare di Malta (SMOM), ufficialmente Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta, fu fondato nel 1048 dai mercanti amalfitani a Gerusalemme come ordine monastico che gestiva un ospedale per accudire i pellegrini cristiani nel Santo Terra. Al culmine del suo potere, e prima dell’acquisizione del Vaticano da parte dei gesuiti nel 2013, sono stati i più grandi attori sia nel campo diplomatico che dell’intelligence con numerosi capi della CIA e persino presidenti degli Stati Uniti come membri.

Ma le cose sono cambiate negli ultimi anni quando il Papa ha preso in consegna l’ordine come ho fatto notare in articoli passati:

Continua l’acquisizione da parte dei gesuiti del potente Ordine di Malta e un altro attacco ai conservatori e agli scettici sui vaccini

Papa Francesco assume i Cavalieri di Malta

Dietro le quinte il Papa ha bisogno del controllo completo dei Cavalieri di Malta e ha segretamente aperto una linea di comunicazione con il Cremlino e Vladimir Putin grazie al principe Aimone di Savoia-Aosta, 6° duca d’Aosta uno dei due pretendenti a capo la Casa Savoia che risiede a Mosca e presta servizio dal novembre 2019, come Ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta in Russia, un paese con una lunga storia con i Cavalieri di Malta da quando l’imperatore russo Paolo I ne ha dato il maggior numero ricovero dei cavalieri a San Pietroburgo Nel 1798, dopo che Napoleone guidò l’occupazione francese di Malta, azione che diede origine alla tradizione russa dei Cavalieri Ospitalieri e al riconoscimento dell’Ordine tra gli Ordini Imperiali Russi.

Nel frattempo, infatti, crescono le tensioni tra i Cavalieri di Malta contro la nomina di Fra’ John T. Dunlap. Nella sua lettera di nomina papa Francesco afferma che «l’improvvisa partenza del Luogotenente di Gran Maestro, Fra’ Marco Luzzago, a pochi mesi dalla celebrazione del Capitolo Generale Straordinario, porta l’Ordine di Malta in un nuovo momento di sgomento e incertezza”.

La decisione di Papa Francesco consentirà all’Ordine di Malta di accelerare il progressivo processo di riforma e di tornare subito dopo all’ordinaria amministrazione sotto un Gran Maestro, purché sia ​​un agente dei Gesuiti prima e non della CIA.

Fra’ John T. Dunlap presterà giuramento il 14 giugno nella Chiesa di Santa Maria in Aventino davanti al Cardinale Silvano Maria Tomasi e al Sovrano Consiglio dell’Ordine di Malta al termine dei solenni funerali di Fra’ Marco Luzzago e di molti membri sarà presente degli Illuminati Vaticani.

PER FAVORE, SOSTIENI IL LAVORO DI LEO ACQUISTANDO I SUOI ​​ULTIMI LIBRI!!!

Leo Zagami è un collaboratore regolare di Infowars e l’autore del libro rivoluzionario Confessioni di un Illuminati Vol. 6.66 L’era di Cyber ​​Satana, Intelligenza Artificiale e Robotica


La Cina e il Vaticano stanno prelevando organi



Source link

Come papa Francesco sta pianificando le sue dimissioni e futuro papa “nero”.


Il fatto che papa Francesco si dimetterà piuttosto che aspettare la fine del suo mandato era qualcosa che avevo sottolineato fin dall’inizio del suo pontificato, ma ora Bergoglio ha alimentato le voci sul futuro del suo pontificato annunciando che visiterà l’Italia centrale città dell’Aquila ad agosto per una festa iniziata da papa Celestino V, uno dei pochi pontefici che si è dimesso prima che papa Benedetto XVI si dimettesse nel 2013 come ho sottolineato nel mio libro pubblicato nel 2015 Papa Francesco: L’ultimo papa?: Denaro, massoni e occultismo nel declino della Chiesa cattolica.

Negli ultimi giorni, i media italiani e cattolici sono stati pieni di speculazioni infondate sul fatto che l’85enne Francesco potrebbe aver intenzione di seguire le orme di Benedetto, ma non è la prima volta, ho sottolineato 4 anni fa nell’articolo , I media italiani annunciano che le dimissioni del papa sono imminenti:

I media italiani annunciano che le dimissioni del papa sono imminenti

Tuttavia, visti i suoi crescenti problemi di mobilità che hanno costretto papa Francesco a usare una sedia a rotelle nell’ultimo mese e l’annuncio di un concistoro per la creazione di 21 nuovi cardinali previsto per il 27 agosto 2022, che comprenderà sedici cardinali di tendenza progressista di età inferiore agli 80 anni, che potrà votare in un futuro conclave per eleggere il successore di Francesco, seguendo ovviamente la sua ideologia comunista/satanica.

Il motivo principale per cui non si è dimesso prima è che il ben più conservatore papa Ratzinger è ancora vivo, ma dopo la presa di potere di agosto non sarà più un problema e il conclave sarà pronto a votare il primo papa nero in storia recente.

Tre dei primi papi provenivano dalla provincia romana africana. Questi erano papa Vittore I (regnò dal 189 al 199 circa), papa Milziade (regnò dal 311 al 314) e papa Gelasio I (dal 492 al 496); tutti e tre erano uomini nordafricani, ma questa volta il prossimo Papa verrà dal cuore dell’Africa, come indicato dalle mie più fidate fonti in Vaticano.

Questo articolo è apparso per la prima volta a LeoZagami.com.

PER FAVORE, SOSTIENI IL LAVORO DI LEO ACQUISTANDO I SUOI ​​ULTIMI LIBRI!!!
Leo Zagami è un collaboratore regolare di Infowars e l’autore del libro rivoluzionario Confessioni di un Illuminati Vol. 6.66 L’era di Cyber ​​Satana, Intelligenza Artificiale e Robotica


Nancy Pelosi fa una stretta di mano alla società segreta con il papa



Source link

Papa Francesco afferma che la NATO potrebbe aver provocato l’invasione russa dell’Ucraina, spera di incontrare Putin a Mosca



Papa Francesco ha partecipato lunedì a un’intervista al direttore di Quotidiano italiano Corriere della Sera Luciano Fontana dove il capo vaticano ha espresso il desiderio di incontrare nel prossimo futuro il presidente russo Vladimir Putin.

“Ho chiesto al cardinale Parolin, dopo venti giorni di guerra, di mandare un messaggio a Putin per dire che ero disposto ad andare a Mosca”, ha detto il Papa. “Non abbiamo ancora ricevuto risposta, e stiamo ancora insistendo, anche se temo che Putin non possa e non voglia avere questo incontro in questo momento. Ma come non fermare questa brutalità? Venticinque anni fa abbiamo vissuto la stessa cosa con il Ruanda”.

Papa Francesco ha condannato anche il mercato globale delle armi, definendo il complesso militare-industriale uno “scandalo” a cui è stata data poca attenzione a livello globale.

Sua Santità ha preso un colpo all’espansione della NATO negli ultimi 32 anni, dicendo che la rabbia di Putin potrebbe essere stata facilitata da “l’abbaiare della NATO alla porta della Russia”.

Un funzionario cinese ha pubblicato una mappa su Twitter che mostra quanto la NATO abbia invaso la Russia dal 1990.

Il Papa ha esitato a dire se altre nazioni dovrebbero armare gli ucraini, dicendo a Fontana: “Non so come rispondere – sono troppo lontano – alla domanda se sia giusto rifornire gli ucraini”.

“La cosa chiara è che le armi vengono testate lì”, ha continuato. “I russi ora sanno che i carri armati servono a poco e stanno pensando ad altro. Per questo si fanno le guerre: per testare le armi che abbiamo prodotto. Poche persone stanno combattendo questo commercio, ma dovrebbe essere fatto di più”.

Papa Francesco ha osservato che in “Siria, Yemen, Iraq e Africa” ​​c’è stata una guerra dopo l’altra, aggiungendo: “Ci sono interessi internazionali in ogni sua parte”.

In Ucraina, sembra che siano stati altri a creare il conflitto,” Egli ha detto. “L’unica colpa degli ucraini è che hanno reagito nel Donbas, ma stiamo parlando di dieci anni fa. Quell’argomento è vecchio. Certo, sono un popolo orgoglioso”.

Questa affermazione non è del tutto vera come le persone che vivono nella regione del Donbas sono stati terrorizzati dall’esercito ucraino nell’ultimo decennio e deve ancora fermarsi.

Le reazioni delle persone all’intervista sono state contrastanti.

Alcuni individui hanno scherzato sul fatto che il Papa sarà cancellato per essere solidale con la Russia e alcuni sono stati legittimamente sconvolti dalle sue osservazioni, chiedendogli di ritrattare le dichiarazioni.












Source link

Papa Francesco afferma che la vaccinazione contro il COVID-19 è un “obbligo morale”


La Santa Sede sta ancora una volta promuovendo lo scatto sperimentale di Big Pharma alle sue legioni di seguaci della Chiesa cattolica, questa volta dicendo loro che ottenere un jab di mRNA è un “obbligo morale”.

Rivolgendosi a oltre 180 paesi durante un discorso in Vaticano lunedì, Papa Francesco, 85 anni, ha detto ai cattolici che erano obbligati a prendere i cosiddetti vaccini come un dovere verso i loro simili.

“Questo si traduce nel rispetto per la salute di chi ci circonda. L’assistenza sanitaria è un obbligo morale”, ha detto disse Lunedi.

“I vaccini non sono un mezzo magico di guarigione”, ha ammesso Francis. “Eppure rappresentano sicuramente, oltre ad altri trattamenti che devono essere sviluppati, la soluzione più ragionevole per la prevenzione della malattia”, ha affermato, ignorando i protocolli di trattamento preventivo che si sono rivelati efficaci.

I commenti pro-vaccino del papa arrivano nonostante il fatto i vaccini sono stati sviluppati utilizzando linee cellulari fetali abortite, che in passato il comitato consultivo Covid del Vaticano ha approvato in modo sconcertante come “moralmente accettabile” per i cattolici.

Altrove nel discorso di lunedì, il Pontefice ha picchiato gli anti-vaxxer per presunta diffusione di “informazioni infondate o fatti scarsamente documentati”, sostenendo che questi rapporti contribuiscono a una mancanza di fiducia nei colpi sperimentali.

“Spesso le persone si lasciano influenzare dall’ideologia del momento, spesso sostenute da informazioni infondate o fatti scarsamente documentati”, ha affermato, aggiungendo che il pubblico ha bisogno di un intervento di “terapia della realtà” per rafforzare “il legame della ragione umana con la realtà oggettiva delle cose”.

Il pro-comunista Vescovo di Roma ha aggiunto che i paesi della nazione dovrebbe impegnarsi a sostenere l’Organizzazione Mondiale della Sanità sostenuta dal Partito Comunista Cinese delle Nazioni Unite, nonché l’Organizzazione Mondiale del Commercio, al fine di distribuire i vaccini in modo più efficiente.

“È opportuno che istituzioni come l’Organizzazione mondiale del commercio e l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale adattino i loro strumenti legali per evitare che le regole monopolistiche costituiscano ulteriori ostacoli alla produzione e a un accesso organizzato e coerente all’assistenza sanitaria a livello globale”, ha affermato.

Come è avvenuto negli ultimi anni, il Papa sta ancora una volta sfruttando la sua massiccia influenza sui cattolici devoti e religiosi per convincerli a prendere i vaccini senza fare domande, ignorando migliaia di segnalazioni di reazioni avverse e decessi attribuiti al jab sperimentale.

Papa Francesco l’anno scorso ha descritto la vaccinazione contro il Covid-19 come “un atto d’amore.

“Ricevere i vaccini autorizzati dalle rispettive autorità è un atto d’amore”, ha detto il papa solo pochi mesi fa, aggiungendo: “E aiutare la maggior parte delle persone a farlo è un atto d’amore”.


Segui l’autore su Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Twitter: https://twitter.com/AdanSalazarWins
Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735

Gli studi rivelano l’aumento della morte di massa dopo le iniezioni di COVID





Source link

Papa Francesco incolpa ancora una volta il capitalismo per la fame nel mondo


Il mese scorso, in occasione della “Giornata mondiale dell’alimentazione”, Papa Francesco ci ha ancora una volta onorato con alcune parole di saggezza economica in tre tweet, incolpando di fatto la libera impresa e il capitalismo per la continua esistenza della fame nel mondo:

Che sfortuna che Francis, che dovrebbe davvero cercare di attenersi alla teologia, non capisca l’offerta e la domanda di base, o gli effetti perniciosi dell’inflazione causata dalle banche centrali. La ripetizione delle comuni caricature di sinistra del libero mercato è stato un tema ricorrente del suo pontificato.1 Prima di colpire il capitalismo, però, Francesco dovrebbe notare che lo spostamento verso mercati più liberi, in particolare in India e Cina, ha portato all’enorme riduzione della povertà estrema a cui abbiamo assistito negli ultimi decenni.

Grafici 1 e 2: Riduzione della povertà estrema globale dal 1990

Quasi l’80% di tutte le persone viveva in condizioni di estrema povertà all’inizio del ventesimo secolo, rispetto al 10% di oggi.

Grafici 3 e 4: Riduzione della povertà estrema globale dal 1820

Quello che Francis non riesce a capire è che, come Henry Hazlitt mettilo, “il vero problema della povertà non è un problema di ‘distribuzione’ ma di produzione. I poveri sono poveri non perché gli viene negato qualcosa, ma perché, per qualsiasi ragione, non producono abbastanza. L’unico modo permanente per curare la loro povertà è aumentare la loro capacità di guadagno”, cioè renderli più produttivi.

Ci sono due componenti per ridurre la povertà:

  • Capitale accumulazione, che si ottiene attraverso il risparmio, l’investimento e imprenditoria. Questo può avvenire solo in un ambiente con sufficiente rispetto per proprietà privata e libertà di contratto e di scambio. Questo è ciò che ha permesso la Rivoluzione Industriale, prima della quale la povertà estrema di massa era la norma per tutti nel corso della storia.
  • Specializzazione e partecipazione/integrazione nel divisione del lavoro.

Grafico 5: prima della rivoluzione industriale, la povertà di massa era la norma

Fonte: Hans-Hermann Hoppe, Una breve storia dell’uomo: progresso e declino (Auburn, AL: Mises Institute, 2015), p. 82.

Cosa dovrebbero fare le nazioni ricche per aiutare le nazioni povere a diventare più ricche? Dovrebbero iniziare immediatamente e eliminare unilateralmente le barriere commerciali come tariffe, quote e regolamenti, che proteggono le industrie nazionali inefficienti dalla concorrenza estera e che impediscono alle nazioni povere di beneficiare dei vantaggi della specializzazione e della partecipazione alla divisione globale del lavoro (in questo modo si ridurrà anche il costo della vita e promuovere la pace internazionale). Anche le nazioni ricche dovrebbero fermare tutto”aiuti esteri”, che serve solo a mantenere corrotto, governi socialisti al potere nelle nazioni povere beneficiarie finanziando compari e grandi programmi di spesa dispendiosi.

Conclusione

Dubito molto che papa Francesco sappia molto di economia. Non è un crimine. Ma, per citare Rothbard, “è totalmente irresponsabile avere un’opinione rumorosa e rumorosa su argomenti economici rimanendo in questo stato di ignoranza”. In effetti, è proprio la mancanza di comprensione dell’economia e della funzione dei mercati nell’alleviare la povertà tra i tecnocrati e le élite al potere di molte nazioni che hanno fatto pensare di poter semplicemente mettere in pausa l’economia per oltre un anno senza conseguenze significative. Beh, purtroppo, la povertà estrema globale è aumentata nel 2020 per il prima volta in oltre vent’anni. Le idee hanno conseguenze.


Jones smaschera i satanici assassini di bambini prendere il potere nei governi di tutto il mondo prima della presa di potere della società da parte del Grande Reset.





Source link

Il vaccino tanto atteso potrebbe scompaginare il genoma umano – Francesco Oliviero


Info

Francesco Oliviero, medico specializzato in psichiatria e pneumologia, spiega su #Byoblu24 le conseguenze potenzialmente devastanti che il vaccino contro il Covid-19 potrebbe avere sugli esseri umani: “Gli effetti si dovranno valutare sul lungo periodo, le persone rischiano di diventare degli organismi geneticamente modificati perché questo tipo di vaccino, tra l’altro sperimentale, andrebbe a scompaginare il genoma umano”. Secondo Oliviero, tutta la gestione di questa emergenza sanitaria si è

See More
basata su considerazioni totalmente errate: “È mancata innanzitutto la cosiddetta prevenzione primaria, quella fatta da una sana alimentazione, attività fisica, uno stile di vita corretto, il miglioramento delle nostre difese immunitarie in modo naturale. L’assassino non è il virus, è la mancanza di prevenzione”.

Devastanti poi gli effetti psicologici: “Confrontandomi con i colleghi psichiatri, abbiamo registrato un netto aumento di pazienti con patologie come nevrosi, disturbo della personalità, fobie. Sono le conseguenze di un rigido lockdown e di un terrorismo psicologico che ci ha fatto guardare con sospetto anche il nostro vicino di casa. Credo che dietro tutto questo sistema ci sia una regia più alta”.




about 1 year ago

#billgates, #cina, #donaldtrump, #economia, #episcienza, #francescooliviero, #giuseppeconte, #lavoro, #mascherine, #oms, #ospedali, #protezionecivile, #robertosperanza, #scuole, #vaccino, #wuhan





Source link

Arriva il MANUALE DI AUTODIFESA PER SOVRANISTI, il primo libro edito da Byoblu, di Francesco Carraro


Leggi il libro: https://go.byoblu.com/ManualeDiAutodifesa

Oggi ancora una volta cambia la storia di Byoblu. Nel lungo percorso che da una webcam ha portato a una televisione, forte di mezzo milione di iscritti su Youtube, di tre regioni sul digitale terrestre (Lombardia, Lazio e Piemonte), di una serie di podcast che stanno scalando velocemente le classifiche dei più ascoltati in Italia, di App per tutti i dispositivi che aiutano a superare la censura dei social networks, di oltre 10 mila

See More
abbonati, 150 mila iscritti alla newsletter e soprattutto più di cento milioni di visualizzazioni tra riprese di eventi e conferenze, tg, interviste, speciali ed editoriali prodotti nel corso degli anni, oggi Byoblu raggiunge un altro traguardo importante: diventa casa editrice.

Per liberarsi dalle camicie di forza del pensiero unico è necessaria un’azione sinergica e strategica che operi contemporaneamente su più fronti. In questa ottica, i libri sono e restano pilastri fondamentali del pensiero, con la loro capacità di penetrare nel silenzio dei nostri momenti più intimi e di ampliare gli spazi di approfondimento in una espansione senza limiti e confini, liberando così temi ed argomenti dai vincoli di tempo imposti dai media di massa e consentendo a noi stessi di respirare e comprendere in profondità ciò che mai avremmo osato sperare un giorno di poter capire.

E quale poteva essere il primo libro edito interamente da Byoblu, se non un testo che svela a chi lo possiede tutti i trucchi per non cadere nella trappola della guerra delle parole, condotta dai padroni del discorso per inattivare ogni legittima aspirazione ad una critica ragionata che porti all’autodeterminazione dei popoli, attraverso i principi costituzionali e l’esercizio di una consapevolezza costruttiva?

Niente e nessuno potrà più manipolarti, con mille trucchi per convincerti che la guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza. “Manuale di Autodifesa per Sovranisti”: il primo libro edito da Byoblu. Scritto da Francesco Carraro. Un inizio col botto: vale la pena di leggerlo?





Source link