Archivi tag: felice

Più del 20% degli americani dopo il lockdown è “non troppo felice” per la prima volta in assoluto


L’indagine sociale generale di lunga data ha rilevato che oltre il 20% degli americani post-lockdown si descrive come “non troppo felice” per la prima volta dall’inizio del sondaggio nel 1972.

Agli intervistati è stato chiesto: “Presi tutti insieme, come diresti che stanno le cose in questi giorni, diresti che sei molto felice, abbastanza felice o non troppo felice?”

“La percentuale di americani che dice “non troppo felice” è stata costantemente inferiore al 20% da quando la domanda è stata posta per la prima volta nel 1972″, scrive Noè Carlo. “Ma nell’ultimo sondaggio è successo qualcosa di piuttosto preoccupante: c’è stato un drammatico aumento della percentuale che diceva “non troppo felice” – da meno del 15% nel 2018 a oltre il 22% nel 2021″.

Inoltre, nel 2018, la percentuale di americani che si definivano “molto felici” era del 30%. Quattro anni dopo, dopo il lockdown, è inferiore al 20%.

“Cambiamenti di questa portata nei sondaggi sociali sono estremamente rari, soprattutto quando si tratta di domande come quella sulla felicità”, sottolinea Carl, suggerendo che il drammatico calo della felicità potrebbe essere stato causato da misure di blocco.

Indica un sondaggio Gallup del 2021 che ha rilevato che il 12% degli americani ha affermato di essere “molto insoddisfatto” della qualità della propria vita, rispetto al solo 4% dell’anno prima.

Carl spiega come è improbabile che la perdita di vite umane dovuta al COVID spieghi l’aumento della depressione.

“Beh, sappiamo che il calo dell’aspettativa di vita negli Stati Uniti nel 2020 è stato ‘solo’ di circa 1,8 anni e parte di quel calo è stato dovuto al massiccio aumento degli omicidi. Ora, 1,8 anni sembra grande, ed è un grande cambiamento anno dopo anno. Ma ci vogliono solo 18 anni indietro al Paese in termini di aspettativa di vita in aumento”.

“In altre parole, l’aspettativa di vita negli Stati Uniti era più bassa nel 2001, 2000, 1999 e ogni anno prima. Tuttavia, come possiamo vedere nel grafico sopra, la felicità era sostanzialmente più alta all’epoca. In effetti, era sostanzialmente più alto negli anni ’70, quando l’aspettativa di vita era fino a sei anni inferiore rispetto al 2020″.

“Ciò suggerisce che la risposta alla pandemia – compresi i blocchi, i mandati e la diffusione della paura da parte dei media – è una spiegazione più plausibile per il calo della felicità rispetto alla pandemia stessa”, conclude.

Come abbiamo precedentemente evidenziatosi è scoperto che i blocchi di COVID-19 sono stati un importante fattore che ha contribuito al raddoppio dei tentativi di suicidio di persone di età compresa tra i 5 e i 25 anni in Australia.

Uno studio rilasciato il mese scorso la rinomata Johns Hopkins University ha concluso che i blocchi globali hanno avuto un impatto molto più dannoso sulla società di quanto non abbiano prodotto alcun beneficio, con i ricercatori che hanno esortato che “sono infondati e dovrebbero essere respinti come strumento politico pandemico”.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Joe Rogan è sotto attacco di censura senza precedenti e non è mai stato più felice


Nonostante sia stato sottoposto a un prolungato e senza precedenti assalto di censura da parte dell’establishment, sarà una sorpresa per alcuni che Joe Rogan sia più provocatorio e più felice che mai.

Il podcast Spotify di Rogan è stato oggetto di ripetuti attacchi nelle ultime settimane da parte dell’establishment a causa del comico che ha ospitato medici e altri commentatori che hanno sfidato la narrativa ufficiale della pandemia.

Ciò è stato aggravato durante il fine settimana da un’altra controversia artificiosa dopo che una serie di clip di Rogan che diceva che la parola n nella conversazione erano state modificate insieme.

Tuttavia, dopo che il conduttore radiofonico Alex Jones ha trascorso la serata con Rogan, suo amico per oltre 20 anni, dopo lo spettacolo di cabaret di Rogan al club Vulcan Gas Company di Austin, è stato immediatamente evidente che Rogan si sente più positivo che mai riguardo al suo ruolo nella lotta contro la cultura dell’annullamento.

Le voci sulla morte di Rogan sono state molto esagerate, con Jones che ha riferito che Rogan non è mai sembrato più felice, più concentrato e più energico.

L’umore allegro del commentatore UFC è stato esemplificato dal suo nuovo spettacolo di 2 ore al Vulcan, durante il quale ha debuttato con nuovo materiale che è andato giù come una tempesta.

Proprio come la tipografia di Gutenberg ha creato una rinascita della libertà di parola e ha cancellato il monopolio di controllo dell’establishment, Rogan è entusiasta della prospettiva di abbracciare il ruolo di portatore di torcia per la protezione della libertà di parola nel 21° secolo.

Cercando di fare di Rogan un esempio attaccando la sua credibilità, l’establishment sta semplicemente proiettando la propria crisi di credibilità poiché le cifre di ascolto per i media legacy continuano a precipitare mentre la fiducia generale nei media rimane al minimo.

Lo sforzo coordinato per inserire nella lista nera Rogan, con altri 70 dei suoi podcast cancellati durante il fine settimana, riflette la gelosia maniacale del regime nei confronti della sua capacità di continuare ad attrarre un pubblico medio di 11 milioni mentre artisti del calibro della CNN vedono le loro valutazioni precipitare ulteriormente.

Un esempio citato da Rogan per esemplificare come i media aziendali si stiano autodistruggendo mentendo sfacciatamente su di lui a tal punto è un Business Insider pezzo colpito che afferma che Rogan stava spingendo più disinformazione sul suo podcast del venerdì affermando che “i blocchi non funzionano”.

In realtà, Rogan aveva citato a studio completo dalla Johns Hopkins University che ha confermato proprio che, concludendo che i blocchi “sono infondati e dovrebbero essere respinti come strumento di politica pandemica”.

Il comico ha anche rivelato che i chiarimenti che ha rilasciato sul vaccino inventato e le controversie sulle n parole non sono stati pianificati o calcolati a causa delle pressioni di Spotify, ma della sua stessa decisione personale di rivolgersi alla sua base di fan con integrità e onestà.

Rogan crede che l’establishment stia commettendo un suicidio politico e culturale prendendo di mira la sua cancellazione e che ci stiamo avvicinando a un punto di svolta importante quando si tratta del diritto fondamentale dell’espressione umana e del pensiero indipendente.

Il comico è entusiasta di rappresentare un simbolo di umanità libera e un’espressione davvero autentica del pensiero dissidente contro l’ortodossia di regime in questi tempi senza precedenti.

Indicando che presto condividerà altre buone notizie sul suo podcast, Rogan rimane sempre il guerriero felice.

È rinvigorito, audace e non andrà da nessuna parte.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Donald Trump rilascia una dichiarazione alla vigilia dell’anniversario della rivolta al Campidoglio esortando i seguaci del MAGA a “insorgere” contro i democratici “mandato felice”


Donald Trump mercoledì ha detto ai suoi sostenitori di “insorgere” contro l’eccessiva pressione dei democratici, in una dichiarazione che ha sollevato le sopracciglia alla vigilia dell’anniversario della rivolta in Campidoglio.

Trump aveva programmato di tenere una conferenza stampa nella sua località di Mar-a-Lago giovedì, ma è stato messo in guardia dai suoi alleati, che lo hanno ritenuto provocatorio e probabilmente dannoso.

Invece, ha rilasciato una dichiarazione in cui criticava la gestione da parte di Joe Biden della pandemia di COVID.

“Ora, l’amministrazione Biden parla di nuovo della chiusura delle scuole e persino dei mandati di vaccinazione per i bambini in età scolare”, ha detto Trump.

‘Questo è un oltraggio, e la nazione MAGA dovrebbe insorgere e opporsi a questo egregio governo federale.’

L’esortazione dei suoi sostenitori a “alzarsi” ore prima dell’anniversario di un evento in cui quattro dei suoi sostenitori sono morti ha sollevato le sopracciglia, anche se ha usato le parole nel contesto dell’esortare i suoi seguaci a respingere le politiche del governo.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link