Archivi tag: delle

Sciopero ferroviario visto come sempre più inevitabile, minaccia di far deragliare l’economia prima delle vacanze



Uno sciopero nazionale del trasporto merci è visto come sempre più inevitabile in quanto quattro sindacati dei lavoratori delle ferrovie hanno rifiutato un accordo provvisorio con le compagnie ferroviarie.

A settembre, il segretario del lavoro Marty Walsh mediato un accordo provvisorio tra sindacati ferroviari e vettori ferroviari mentre il presidente Joe Biden e il segretario ai trasporti Pete Buttigieg erano fuori città. Le preoccupazioni del sindacato erano incentrate sui tempi di malattia e sulla programmazione, e il lavoro di Walsh sembrava aver evitato uno sciopero che poteva avere conseguenze di vasta portata sull’economia americana. Tuttavia, l’accordo è andato in pezzi e il tempo stringe mentre incombe lo sciopero del 9 dicembre.

Lunedì, i membri della SMART Transportation Division, il più grande sindacato ferroviario coinvolto nei negoziati di settembre, hanno votato contro l’accordo, come Ian Kullgren di Bloomberg Law segnalato. Anche altri tre sindacati hanno rifiutato l’accordo proposto, mentre sette sindacati avevano accettato i termini.

Se le compagnie ferroviarie e i sindacati non riescono a mediare un nuovo accordo, il Congresso potrebbe “intervenire e imporre termini contrattuali ai lavoratori delle ferrovie”, come ha fatto durante l’ultimo sciopero ferroviario nel 1992, l’Associated Press segnalato. Se nessuna delle due potenziali soluzioni si materializzerà, uno sciopero entrerà in vigore all’inizio del prossimo mese. In quello scenario, i consumatori americani potrebbero essere afflitti da turbolenze economiche di vasta portata e l’intervento del Congresso diventerebbe sempre più probabile.

Leggi di più



Source link

Il giornalista asiatico crolla in diretta alla conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici


Un corrispondente di Channel News Asia è svenuto in diretta durante un servizio al vertice COP27 delle Nazioni Unite, l’ultimo di una serie di bizzarri svenimenti ripresi in video dall’inizio del Vaccino contro il covid-19 srotolare.

Reportage dalla conversazione globalista sui cambiamenti climatici in Egitto all’inizio di questo mese, giornalista della CNA Julie Yo stava per iniziare a commentare quando è apparsa stordita e poi è crollata sul pavimento.

Il suo co-reporter la guardò, poi di nuovo i produttori con orrore mentre cercava di aiutarla mentre le chiedeva “stai bene?”

Il feed è poi passato a un’ancora in studio che aveva anche un’espressione terrorizzata.

Dopo il suo sorprendente crollo, la società madre della CNA, Mediacorp, ha rilasciato rapidamente una dichiarazione in cui affermava che Yoo stava bene ed era solo disidratato.

“Si sentiva un po’ male a causa della disidratazione e del basso livello di zucchero nel sangue”, ha dichiarato Mediacorp CNA.

“Stasera riposerà e tornerà in onda domani. Vorremmo ringraziare tutti per la loro preoccupazione.”

Sebbene non sia chiaro se lo svenimento del giornalista possa essere attribuito a un’iniezione di Covid-19, l’improvviso blackout si adatta a uno schema osservato dall’introduzione dei vaccini Covid-19 in cui le persone sane collassano improvvisamente spesso davanti alle telecamere.

Guarda altri casi coperti da Infowars di persone che crollano davanti alla telecamera negli ultimi mesi:

Guarda: L’avvocato canadese “#VaxxedtotheMax” crolla improvvisamente durante l’inchiesta

Video shock: il capocannoniere crolla durante la maratona di New York City

Filmato shock: il ballerino crolla durante l’esibizione, muore per un attacco di cuore

Niente da vedere qui: due artisti crollano sul palco, uno muore

Il video mostra l’istruttore di bodybuilder, 33 anni, svenuto sulla sedia prima di morire di “arresto cardiaco”







Source link

In che modo il denaro facile ha alimentato il crollo delle criptovalute FTX


Il crollo dell’exchange di criptovalute FTX potrebbe rivelarsi un canarino nella miniera di carbone delle bolle crittografiche alimentate dal denaro facile.

Il crollo di FTX ha messo in luce quanto poco sia in atto la dovuta diligenza tra gli investitori, che apparentemente sono disposti a investire grandi quantità di denaro in qualunque cosa sembri la novità più interessante e promettono, senza prove convincenti, grandi rendimenti.

In effetti, FTX sembra essere un esempio da manuale di quanti investitori vengono facilmente ingannati dalle narrazioni dei media sull’ultimo genio degli investimenti che ha magicamente scoperto un nuovo modo di offrire rendimenti senza precedenti.

Il “genio” in questo caso è Sam Bankman-Fried (SBF), un trentenne laureato al MIT che ha gestito FTX nel terreno e aveva messo il controllo del denaro dei suoi clienti nelle mani di un piccolo numero di amici praticamente senza reale esperienza, conoscenza o scrupoli su come gestire responsabilmente i fondi. La tenuta dei registri finanziari e la rendicontazione presso l’azienda erano nel migliore dei casi casuali.

I calcoli saranno oscuri per un po’, ma ora sembra che FTX abbia “perso” almeno $ 1 miliardo a $ 2 miliardi dei fondi dei clienti, per non parlare dei miliardi di dollari di investimenti nella società che sono evaporati. Molto probabilmente è stato solo rubato. Ma è difficile indovinare a questo punto perché FTX non si è preso la briga di mettere insieme un reparto contabilità. Il nuovo CEO di FTX riferisce che lo stato della gestione finanziaria dell’azienda è peggio di quello della Enron.

Eppure centinaia di migliaia, forse più di un milione, di clienti erano disposti a versare denaro nello scambio. Alcuni mettono quasi tutto il loro patrimonio netto. Gli investitori istituzionali investono molto di più. Sequoia Capital, ad esempio, notoriamente ha investito $ 210 milioni in FTX. La “due diligence” prevedeva un “chiamata Zoom dell’ultimo minuto” con Bankman-Fried durante il quale ha giocato ai videogiochi. Quei soldi ora sono tutti “mancanti”.

Perché così tanti erano disposti a consegnare con tanta noncuranza gran parte dei risparmi di una vita a un’operazione gestita da un uomo-bambino in pantaloni corti che essenzialmente non doveva rendere conto a nessuno? La risposta sta nel fatto che quando mescoliamo manie speculative con decenni di denaro facile alimentato dalla banca centrale, finiamo con un mondo in cui la FOMO e una disperata ricerca di rendimento portano al disastro. L’implosione FTX è esattamente ciò che dovremmo aspettarci di vedere mentre la nostra decennale economia della bolla fa i conti con l’aumento dei tassi di interesse, un rallentamento del denaro facile e una recessione incombente.

Il rallentamento dell’inflazione monetaria crea un problema per le criptovalute con leva

Come Ho mostrato all’inizio di questa settimanail settore tecnologico nel suo complesso sta affrontando perdite e la necessità di ridurre i costi man mano che il prezzo dei prestiti, ovvero i tassi di interesse, aumenta.

Fino a quest’anno, questo inevitabile declino economico è stato ripetutamente ritardato a causa di molti problemi e inefficienze in un’azienda può essere mascherato quando è sempre possibile prendere in prestito di più e ripagare vecchi debiti con nuovi debiti più economici. La mossa funziona quando i tassi di interesse scendono continuamente, come è avvenuto negli ultimi quarant’anni. Cioè, è stato facile farlo fino a poco tempo fa. Ora che le aziende non possono più sempre contare su denaro a buon mercato in arrivo, le perdite e le spese fuori controllo diventano un problema.

Quando i costi di prestito aumentano, le aziende inefficienti e fraudolente hanno più difficoltà a coprire le perdite e la mancanza di entrate. Ciò diventa particolarmente problematico per le società ad alto indebitamento che hanno enormi costi per il servizio del debito, si impegnano in imbrogli finanziari e assumono investimenti ad alto rischio come i derivati.

Negli ultimi mesi, abbiamo iniziato a vedere gli scambi di criptovalute entrare nei guai per ragioni simili. FTX è solo l’esempio recente più spettacolare, ma FTX avrebbe potuto tenere nascosti i suoi problemi più a lungo se il denaro facile avesse continuato a scorrere come al solito.

Ecco cosa è successo: come scambio di criptovalute, FTX ha funzionato in qualche modo come una quasi banca. I clienti mettono denaro nello scambio come un modo per facilitare gli investimenti dei clienti e utilizzare la loro criptovaluta sia per investire che per consumare. Gran parte di questo ruotava anche attorno al token crittografico di FTX noto come FTT. I clienti erano una sorta di “depositanti”. Come una banca, tuttavia, anche FTX ha cercato di fare soldi facendo investimenti propri attraverso una consociata, una società di trading di criptovalute chiamata Alameda Research. FTX agiva effettivamente come una banca a riserva frazionaria, utilizzando i “depositi” dei clienti per effettuare investimenti speculativi attraverso Alameda.

Ma poi quest’anno l’economia del denaro facile si è leggermente rafforzata quando la Federal Reserve ha alzato i tassi e ha fatto marcia indietro sul quantitative easing (QE). Un effetto di ciò è stato il calo dei prezzi per una varietà di criptovalute, tra cui FTT. Gli investitori, sia piccoli acquirenti di criptovalute che grandi investitori istituzionali, hanno iniziato a vendere le proprie criptovalute o a rinunciare a nuovi acquisti per ottenere liquidità da utilizzare altrove. Di conseguenza, i clienti ordinari di FTX hanno iniziato a ritirare le loro partecipazioni. Nel frattempo, il grande exchange di criptovalute Binance ha iniziato a vendere le proprie considerevoli partecipazioni in FTT. All’improvviso, FTX ha dovuto restituire i soldi a un gran numero di clienti in partenza. Ma FTX aveva già impegnato gran parte del suo denaro altrove: come molti investitori, Alameda e FTX stavano facendo scommesse più rischiose nel tentativo di stare al passo con l’inflazione in un mondo di rendimenti ultra bassi creato dalla FED.

FTX ha quindi scoperto di non disporre di liquidità sufficiente per far fronte ai propri obblighi nei confronti dei clienti. Inoltre, quando la Fed ha ridimensionato il QE e l’economia ha rallentato, i prezzi delle attività hanno iniziato a ristagnare. Ciò significava che la garanzia di FTX stava perdendo valore e non poteva essere venduta facilmente per coprire i prelievi dei clienti. L’11 novembre è crollato tutto.

Questo non sarebbe successo, almeno no proprio adesso– se i soldi facili continuassero a scorrere. I clienti non avrebbero perso interesse per i token FTT nella stessa misura e probabilmente FTX avrebbe potuto contrarre nuovi prestiti per coprire i costi in aumento che stava affrontando. La lattina sarebbe stata lanciata di nuovo lungo la strada.

Ma così com’era, semplicemente non c’era più liquidità sufficiente perché la truffa continuasse.

Pertanto, scopriamo che le criptovalute con leva devono affrontare molti degli stessi problemi che devono affrontare altre imprese ad alto rischio con leva finanziaria. Una volta che il denaro facile si esaurisce, gli obblighi finanziari rimangono, ma è difficile ottenere nuovi prestiti per risolvere i problemi. Questo problema era notato mesi fa dalla consulente di bitcoin Caitlin Long di Custodia Bank, che si è opposta alla criptovaluta con leva finanziaria, ovvero ai “risparmi” non garantiti, come una forma di credito di circolazione.

Dalla carestia al collasso

SBF è stato in grado di mantenere lo stratagemma per anni nonostante le sue pratiche commerciali palesemente disoneste, la contabilità assurda e le buone frodi vecchio stile.

Ma il fatto è che innumerevoli investitori sono così suscettibili a svantaggi come quelli promossi da SBF perché investitori volere credergli. Grazie a “cedere alla fame” portato da anni di repressione finanziaria, gli investitori sono alla disperata ricerca di un eroe che possa promettere grandi rendimenti, anche se i rischi sembrano essere elevati. Come l’economista Brendan Brown ha notato, ci saranno sempre narrazioni speculative e manie. Ma quando la ricerca del rendimento si fa particolarmente acuta, le cose peggiorano di gran lunga.

Il settore finanziario si innamora quindi di celebrità finanziarie come SBF. Fortuna la rivista presentava SBF in copertina. Innumerevoli programmi di notizie presentavano SBF come un esperto prodigio della nuova economia. Ciò è stato ulteriormente rafforzato dal fatto che gran parte del denaro del cliente gestito male da SBF – vale a dire rubato – è stato utilizzato per enormi campagne di pubbliche relazioni progettate per lustrare la sua immagine e il suo potere. Ha dato enormi somme di denaro al Partito Democratico e ha utilizzato i fondi per conquistare innumerevoli élite nei media. Anche se la frode di SBF è stata smascherata, il New York Times e il Washington Post stavano ancora pubblicando articoli su come sono SBF e i suoi associati semplicemente fraintesi benefattori. SBF stesso ha ammesso la sua immagine faceva parte di una truffa.

Il PR ha funzionato e gli speculatori che hanno fatto soldi facili hanno continuato a investire denaro in FTX con poca o nessuna vera due diligence. Molti investitori dimenticano che quando i soldi facili scorrono, le mediocrità finanziarie – e persino le vere e proprie frodi – possono essere fatte sembrare dei geni legittimi. Sfortunatamente, spesso basta una minima stretta monetaria per smascherare la truffa, e poi la festa è finita.





Source link

I brasiliani che protestano contro i risultati delle elezioni hanno i loro conti bancari congelati


Alcuni brasiliani che protestano contro la sconfitta del presidente Jair Bolsonaro stanno vedendo i loro conti bancari congelati. Le segnalazioni arrivano pochi giorni dopo che il tribunale elettorale ha ordinato il blocco dei principali account sui social media contestando i risultati.

Bolsonaro ha perso contro Luiz Inácio Lula da Silva il mese scorso in un’elezione molto combattuta con un margine dal 49,1% al 50,9%.

Dopo la sua sconfitta, migliaia di camionisti hanno parcheggiato i loro veicoli sulle autostrade di tutto il paese, proprio come i camionisti Canada ha fatto per protestare contro le misure Covid. I manifestanti affermavano che le elezioni erano state rubate.

“È necessario, opportuno e urgente bloccare i conti correnti degli indagati, vista la possibilità di utilizzare risorse per finanziare atti illeciti e antidemocratici, al fine di fermare il danno o la minaccia alla legge”, ha detto De Moraes, affermando che ci sono stato “ripetuto abuso del diritto di riunione”.

De Moraes ha affermato che “diversi atti antidemocratici” sono iniziati dopo che i camionisti di protesta “hanno iniziato a bloccare il traffico su diverse autostrade del Paese”.

Giustizia della Corte Suprema Alessandro di Moraes sta reprimendo coloro che dubitano dei risultati elettorali.

“Coloro che con mezzi criminali hanno preso parte ad atti antidemocratici saranno trattati come criminali”, ha detto dopo sospendere diversi sostenitori chiave di Bolsonaro dai social media.

Diversi organi di stampa locali hanno riferito che Moraes ha congelato i conti bancari di oltre 40 persone e aziende che sono state collegate alle proteste.

Mentre ero a New York la scorsa settimana, disse Moraes quella “democrazia in Brasile è stato attaccato, ma è sopravvissuto”. Ha aggiunto che la tendenza a dubitare dei risultati elettorali è stata avviata negli Stati Uniti dalla destra e “si è diffusa nell’Europa orientale e poi in Brasile”.

Le tattiche di Moraes seguono le tattiche del primo ministro canadese Justin Trudeau usato contro i manifestanti per le libertà civili del Freedom Convoy – una mossa che Trudeau sta ancora facendo indagato oltre.



Source link

La Germania si prepara a consegne di contanti di emergenza, corse agli sportelli e “malcontento aggressivo” in vista delle interruzioni di corrente invernali


Mentre l’Europa ha mantenuto una facciata generalmente ottimista in vista del prossimo inverno freddo, segnalando che ha più che sufficiente gas in deposito per compensare la perdita di fornitura russa anche in uno scenario “più freddo”, dietro le quinte la più grande economia europea si sta silenziosamente preparando per uno scenario peggiore che include folle inferocite e corse in banca se i blackout impedissero alla popolazione di accedere ai contanti.

Come Reuters rapporti citando quattro fonti, le autorità tedesche hanno intensificato i preparativi per consegne di denaro di emergenza in caso di blackout (o meglio blackout) per mantenere l’economia in funzione, mentre la nazione si prepara a possibili interruzioni di corrente derivanti dalla guerra in Ucraina. I piani prevedono che la Bundesbank accumuli miliardi extra per far fronte a un aumento della domanda, nonché “possibili limiti ai prelievi”, ha affermato una delle persone. E se pensi che gli investitori di criptovalute siano arrabbiati quando non possono accedere ai loro token digitali in uno scambio in bancarotta, aspetta solo di vedere un tedesco il cui denaro è stato appena bloccato.

Funzionari e banche stanno guardando non solo all’origine (cioè alla stampa di denaro) ma anche alla distribuzione, discutendo ad esempio l’accesso prioritario al carburante per i trasportatori di contanti, secondo altre fonti che commentano i preparativi accelerati nelle ultime settimane dopo che la Russia ha ridotto le forniture di gas.

Le discussioni sulla pianificazione coinvolgono la banca centrale, il suo regolatore del mercato finanziario BaFin e diverse associazioni del settore finanziario, hanno affermato le fonti di Reuters, la maggior parte delle quali ha parlato a condizione di anonimato di piani privati ​​e in corso.

Sebbene le autorità tedesche abbiano minimizzato pubblicamente la probabilità di un blackout e di corse agli sportelli – per ovvie ragioni – le discussioni mostrano sia quanto seriamente prendano la minaccia sia come lottino per prepararsi a potenziali interruzioni di corrente paralizzanti causate dall’aumento dei costi energetici o persino dal sabotaggio. Sottolineano anche le ramificazioni in espansione della guerra in Ucraina per la Germania, che per decenni ha fatto affidamento sull’energia russa a prezzi accessibili e ora deve affrontare un’inflazione a due cifre e una minaccia di interruzione a causa della carenza di carburante ed energia.

Come tutti conoscono la storia recente di la Repubblica di Weimar La Germania lo sa, l’accesso al contante è di particolare interesse per i tedeschi, che apprezzano la sicurezza e l’anonimato che offre e che tendono a usarlo più di altri europei, con alcuni che accumulano ancora marchi tedeschi sostituiti da euro più di due decenni fa.

Secondo un recente studio della Bundesbank, circa il 60% degli acquisti quotidiani tedeschi viene pagato in contanti, e i tedeschi, in media, prelevano più di 6.600 euro all’anno principalmente dai bancomat.

Ed ecco la battuta finale: un rapporto parlamentare di dieci anni fa metteva in guardia contro “malcontento” e “alterazioni aggressive” nel caso in cui i cittadini non fossero in grado di mettere le mani sui contanti in caso di blackout. Traduzione: in caso di blocco dei prelievi di contante, la società tedesca potrebbe benissimo andare in pezzi.

In effetti, c’è stata una corsa al contante all’inizio della pandemia nel marzo 2020, quando i tedeschi hanno ritirato 20 miliardi di euro in più rispetto a quelli depositati. Quello era un record e in generale ha funzionato senza intoppi. Ma un potenziale blackout solleva nuove domande sui possibili scenari e i funzionari stanno rivisitando intensamente la questione mentre la crisi energetica nella più grande economia europea si aggrava e l’inverno si avvicina.

Se si verificasse un blackout, un’opzione per i responsabili politici potrebbe essere quella di limitare la quantità di denaro che le persone prelevano, ha affermato una delle persone. Inutile dire che sarebbe una pessima opzione per la Germania, e per la fiat in generale (dopotutto, se il fallimento di FTX è un occhio nero per le criptovalute, cosa si può dire della fiat se una delle economie più avanzate del mondo limita l’accesso in contanti). La Bundesbank elabora il contante che circola nei negozi e nell’economia della Germania, rimuovendo i falsi e mantenendo ordinata la circolazione. Le sue enormi scorte lo rendono pronto per qualsiasi picco della domanda, ha detto quella persona.

Una debolezza messa in luce dalla pianificazione riguarda le società di sicurezza che trasportano denaro dalla banca centrale agli sportelli automatici e alle banche. Il settore, che comprende Brinks e Loomis, non è completamente coperto dalla legge che guida l’accesso prioritario al carburante e alle telecomunicazioni durante un blackout, secondo l’organizzazione del settore BDGW.

“Ci sono grosse scappatoie”, ha detto Andreas Paulick, direttore del BDGW. I veicoli blindati dovrebbero fare la fila alle stazioni di servizio come tutti gli altri, ha detto. L’organizzazione ha ospitato un incontro la scorsa settimana con funzionari della banca centrale e legislatori per portare avanti la sua causa.

“Dobbiamo affrontare preventivamente lo scenario realistico di un blackout”, ha detto Paulick. “Sarebbe del tutto ingenuo non parlarne in un momento come adesso.”

Quanto potrebbe andare male? Ebbene, più del 40% dei tedeschi teme un blackout nei prossimi sei mesi, secondo un sondaggio pubblicato la scorsa settimana da Funke Mediengruppe. E poiché almeno un blackout è praticamente assicurato nei prossimi mesi, ciò significa una fuga precipitosa per il bancomat più vicino, qualcosa che l’infrastruttura finanziaria locale difficilmente sarà in grado di gestire.

Di conseguenza, l’ufficio per i disastri della Germania ha dichiarato di raccomandare alle persone di tenere contanti a casa per tali emergenze (sicuramente questo ispirerà fiducia).

Nel frattempo, un’altra fonte di Reuters osserva che i regolatori finanziari tedeschi temono che le banche non siano del tutto preparate per gravi interruzioni di corrente e lo considerano un nuovo rischio precedentemente imprevisto. Le banche considerano “improbabile” un blackout su vasta scala, secondo la Deutsche Kreditwirtschaft, l’organizzazione ombrello del settore finanziario. Ma le banche sono comunque “in contatto con i ministeri e le autorità competenti” per pianificare un tale scenario, soprattutto perché qualsiasi cosa le banche dicano “improbabile” tende ad accadere piuttosto regolarmente. Ha affermato che la finanza dovrebbe essere considerata un’infrastruttura critica se l’energia è razionata.

A volte la politica può intralciare la pianificazione del blackout. A Francoforte, la capitale bancaria della Germania, un membro del consiglio comunale ha proposto di richiedere di presentare un piano di blackout entro il 17 novembre. Il politico, Markus Fuchs del partito di destra AfD, ha detto al consiglio che sarebbe irresponsabile non pianificarne uno. Ma gli altri partiti respinsero la proposta, accusando Fuchs e il suo partito di fomentare il panico.

Fuchs in seguito disse in un’intervista telefonica: “Se trovassimo una soluzione per la pace nel mondo, verrebbe respinta”. La questione sottolinea anche la dipendenza del commercio dalla tecnologia, con transazioni sempre più elettroniche e dove la maggior parte dei bancomat non dispone di una fonte di alimentazione di emergenza.

I contanti sarebbero l’unico metodo di pagamento ufficiale che funzionerebbe ancora, ha affermato Thomas Leitert, capo di KomRe, una società che fornisce consulenza alle città sulla pianificazione di blackout e altre catastrofi.

“In quale altro modo verranno pagati i barattoli di ravioli e le candele?” disse Leitert. Bene, c’è tutta quella faccenda delle criptovalute, ma il secondo più grande donatore democratico ha fatto un ottimo lavoro lì…

repubblicani dovrà imbrogliare come i democratici se mai vorranno vincere di nuovo.



Source link

Lo studio delle nane bianche “inquinate” rileva che stelle e pianeti crescono insieme


Un team di astronomi ha scoperto che la formazione dei pianeti nel nostro giovane sistema solare è iniziata molto prima di quanto si pensasse, con gli elementi costitutivi dei pianeti che crescono contemporaneamente alla loro stella madre.

Uno studio di alcune delle stelle più antiche dell’universo suggerisce che gli elementi costitutivi di pianeti come Giove e Saturno iniziano a formarsi mentre una giovane stella sta crescendo. Si pensava che i pianeti si formassero solo quando una stella ha raggiunto la sua dimensione finale, ma nuovi risultati sono stati pubblicati sulla rivista Astronomia della naturasuggerisce che stelle e pianeti “crescano” insieme.

La ricerca, condotta dall’Università di Cambridge, cambia la nostra comprensione di come sistemi planetaricompreso il nostro sistema solare, si è formato, risolvendo potenzialmente un grande enigma dell’astronomia.

“Abbiamo un’idea abbastanza chiara di come si formano i pianeti, ma una domanda in sospeso che abbiamo avuto è quando si formano: fa formazione del pianeta iniziare presto, quando il stella madre sta ancora crescendo, o milioni di anni dopo?” ha affermato la dottoressa Amy Bonsor dell’Istituto di astronomia di Cambridge, la prima autrice dello studio.

Per tentare di rispondere a questa domanda, Bonsor e i suoi colleghi hanno studiato le atmosfere delle stelle nane bianche – gli antichi e deboli resti di stelle come il nostro sole – per studiare i mattoni della formazione dei pianeti. Lo studio ha coinvolto anche ricercatori dell’Università di Oxford, della Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco, dell’Università di Groningen e del Max Planck Institute for solar system Research, Gottinga.

“Alcune nane bianche sono laboratori straordinari, perché le loro atmosfere sottili sono quasi come cimiteri celesti”, ha detto Bonsor.

Normalmente, gli interni dei pianeti sono fuori dalla portata dei telescopi. Ma una classe speciale di nane bianche, note come sistemi “inquinati”, ce l’ha elementi pesanti come magnesio, ferro e calcio nelle loro atmosfere normalmente pulite.

Questi elementi devono provenire da piccoli corpi come asteroidi lasciati dalla formazione dei pianeti, che si sono schiantati contro le nane bianche e sono bruciate nelle loro atmosfere. Di conseguenza, le osservazioni spettroscopiche di nane bianche inquinate possono sondare l’interno di quegli asteroidi fatti a pezzi, fornendo agli astronomi una visione diretta delle condizioni in cui si sono formati.

Si ritiene che la formazione dei pianeti abbia inizio in un disco protoplanetario, costituito principalmente da idrogeno, elio e minuscole particelle di ghiaccio e polvere, in orbita attorno a una giovane stella. Secondo l’attuale teoria principale su come si formano i pianeti, il particelle di polvere attaccarsi l’un l’altro, formando alla fine corpi solidi sempre più grandi. Alcuni di questi corpi più grandi continueranno ad accumularsi, diventando pianeti, e alcuni rimarranno come asteroidi, come quelli che si sono schiantati contro le nane bianche nello studio attuale.

I ricercatori hanno analizzato osservazioni spettroscopiche dalle atmosfere di 200 nane bianche inquinate provenienti da galassie vicine. Secondo la loro analisi, la miscela di elementi vista nelle atmosfere di queste nane bianche può essere spiegata solo se molti degli asteroidi originali si fossero fusi una volta, il che fece affondare il ferro pesante nel nucleo mentre gli elementi più leggeri galleggiavano sulla superficie. Questo processo, noto come differenziazione, è ciò che ha portato la Terra ad avere un nucleo ricco di ferro.

“La causa dello scioglimento può essere attribuita solo a elementi radioattivi di brevissima vita, che esistevano nelle prime fasi del sistema planetario ma decadono in appena un milione di anni”, ha detto Bonsor. “In altre parole, se questi asteroidi sono stati sciolti da qualcosa che esiste solo per un brevissimo tempo all’alba del sistema planetario, allora il processo di formazione dei pianeti dovrebbe iniziare molto rapidamente”.

Lo studio suggerisce che è probabile che l’immagine della prima formazione sia corretta, il che significa che Giove e Saturno hanno avuto tutto il tempo per crescere fino alle loro dimensioni attuali.

“Il nostro studio integra un crescente consenso sul fatto che la formazione dei pianeti sia iniziata presto, con i primi corpi che si sono formati in concomitanza con la stella”, ha affermato Bonsor. “Analisi dell’inquinamento nane bianche dirci che questo processo di fusione radioattiva è un meccanismo potenzialmente onnipresente che influenza la formazione di tutti i pianeti extrasolari.

“Questo è solo l’inizio: ogni volta che troviamo una nuova nana bianca, possiamo raccogliere più prove e saperne di più su come si formano i pianeti. Possiamo tracciare elementi come nichel e cromo e dire quanto doveva essere grande un asteroide quando ha formato il suo nucleo di ferro. È sorprendente che siamo in grado di sondare processi come questo nei sistemi esoplanetari”.



Source link

Il capo della protezione delle frontiere degli Stati Uniti si dimette dopo aver rifiutato di dimettersi


Christopher Magnus, il Commissario per le dogane e la protezione delle frontiere degli Stati Uniti, si è dimesso, ha confermato la Casa Bianca. In precedenza, i media avevano riferito che il funzionario aveva resistito alle pressioni dei superiori e si era rifiutato di lasciare il suo posto. La partenza di Magnus avviene nel mezzo di un aumento record del numero di migranti che tentano di attraversare il confine meridionale degli Stati Uniti.

In una dichiarazione di sabato, il segretario stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha affermato che il presidente Joe Biden aveva “accettato le dimissioni di Cristoforo Magnus,aggiungendo che la Casa Bianca è grata al funzionario per il suo servizio.

Secondo ABC News, anche il segretario alla sicurezza interna Alejandro Mayorkas ha confermato le dimissioni di Magnus, in una lettera alla forza lavoro del CBP. Ha anche rivelato che il vice commissario Troy Miller servirà per un periodo ad interim.

La notizia è arrivata appena un giorno dopo che il Los Angeles Times aveva riferito che Magnus si era rifiutato di dimettersi, nonostante la richiesta di Mayorkas di farlo.

Secondo quanto riferito, i superiori del commissario avrebbero detto a Magnus di aver perso la fiducia nella sua capacità di supervisionare quella che è la più grande agenzia delle forze dell’ordine degli Stati Uniti.

Tuttavia, il Times ha citato il funzionario dicendo che aveva “nessuna intenzione di dimettersi,” e insisteva sul fatto che si sarebbe presentato al lavoro lunedì. Ha anche detto ai giornalisti che era “entusiasta dei progressi [he’d] fatto e guarda[s] impaziente di continuare quel lavoro.

Magnus ha riconosciuto, tuttavia, che il DHS aveva già interrotto il suo accesso al suo account Twitter ufficiale del governo.

Un record di 2,2 milioni di arresti sono stati effettuati alla frontiera meridionale del paese nell’anno fiscale 2022 del governo federale, che si conclude ogni 30 settembre.




Source link

I democratici rinnovano la spinta per forzare l’uso delle maschere COVID mentre l’inverno si avvicina



I globalisti negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e in Europa stanno rinnovando le richieste di mandati di maschere ora che le scadenze intermedie sono (per lo più) terminate.

Sono iniziati i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). raccomandando indossare ancora una volta maschere al chiuso in almeno cinque contee di New York.

Dal sito web:

Indossa una maschera all’interno in pubblico e via trasporto pubblico. Restare aggiornato con i vaccini COVID-19. Mettiti alla prova se hai sintomi Se sei a alto rischio di malattie graviconsidera di prendere precauzioni aggiuntive.

Allo stesso modo, lo sono anche i funzionari sanitari della contea di Los Angeles emanare linee guida per le mascheresostenendo che due nuove varianti di COVID stanno minacciando di alimentare un’altra ondata con l’avvicinarsi dell’inverno.

“Molti prevedono che questi ceppi, che sono altamente trasmissibili, probabilmente determineranno un aumento dei casi questo autunno e inverno”, ha affermato Barbara Ferrar, funzionario sanitario della contea di Los Angeles, suggerendo che le persone dovrebbero assumere il booster COVID “bivalente”.

In Canada, gruppi di difesa come Ontario School Safety e altri lo sono chiedendo mandati di maschera per i bambini in vista di un previsto aumento invernale dei casi di COVID.

“Capiamo, capiamo perché forse hai smesso di mascherarti, capiamo le pressioni per voler tornare a ciò che chiamiamo normale”, ha detto. “Vogliamo che l’Ontario sia aperto agli affari, aperto all’apprendimento”.

Ma ha aggiunto che con la mascheratura, la ventilazione e il lavaggio delle mani, “possiamo mantenere le cose aperte, possiamo continuare con le nostre attività e mantenere i nostri bambini nei loro sport e nei loro club e tenerli a scuola dove devono essere. Tutti sono d’accordo: i bambini sono i migliori a scuola”.

In Australia, la Premier del Queensland Annastacia Palaszczuk messo in guardia che i cittadini dovrebbero prepararsi a una “quarta ondata” mascherandosi e prendendo colpi di richiamo.

“La quarta ondata che ci aspettavamo, ora, crediamo, sia arrivata ma nessuno dovrebbe allarmarsi”, ha detto giovedì al parlamento.

“Conviviamo da molto tempo con questo virus e gli abitanti del Queensland sanno cosa fare”.

Professor Adrian Esteman, cattedra di biostatistica ed epidemiologia presso l’Università del South Australia, ha fatto eco al suo appello.

“Spetta ora agli altri stati e territori seguire l’esempio del Queensland e aggiornare i propri consigli sanitari e, se necessario, reimpostare alcune misure di salute pubblica, come i consigli sulle maschere facciali”, ha affermato.

“Sicuramente, imporre mascherine sui mezzi pubblici non è così difficile”.

Discussioni in Germania, Spagnail UKe altrove nelle ultime settimane è stato anche discusso se reimporre i mandati della maschera prima del prossimo inverno.

Le rinnovate richieste di mascheramento sono del tutto ingiustificate dato che numerosi studi le hanno trovate inefficace nella prevenzione della trasmissione del COVID-19.

Non solo, ma era risaputo che i bambini odiavano essere costretti a indossare le maschere.






Source link

I risultati delle elezioni in Arizona sono stati ritardati fino a DOPO il fine settimana



I risultati delle elezioni in Arizona non saranno completati fino a dopo il fine settimana, secondo le ultime notizie provenienti dalla regione.

Un portavoce della contea di Maricopa ha appena affermato che il conteggio delle schede elettorali non sarà effettuato venerdì come inizialmente previsto, secondo quanto riferito incolpando un deposito “storico” di 290.000 schede il giorno delle elezioni come motivo del ritardo.

“Il portavoce dell’Arizona per le elezioni della contea di Maricopa mi ha detto che la maggior parte delle schede elettorali non verrà conteggiata fino a dopo il fine settimana”, rapporti Alì Bradley di NotizieNazione. “Inizialmente prevedevano che il 95-99% delle votazioni fosse completato entro venerdì”.

“Uno storico 290.000 schede elettorali sono state ritirate dal giorno delle elezioni causando il ritardo”.

Attualmente, i conservatori stanno seguendo da vicino la saga governativa di Kari Lake contro la democratica Katie Hobbs e la corsa di Blake Masters per spodestare Mark Kelly al senato dell’Arizona.

I critici stanno già criticando il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell per aver sfacciatamente ignorato la dura lotta di Masters per il Senato.

“Mitch McConnell che scarica 9 milioni di dollari in Alaska in modo che RINO Lisa Murkowski pro-aborto possa battere un repubblicano dell’America First invece di spenderli in Arizona per Blake Masters, la cui corsa sta andando al limite, dovrebbe essere il chiodo nella bara per il suo tempo come Leader”, disse giornalista Greg Price.

Inoltre, Steve Bannon ha celebrato gli sforzi di Lake per assistere Masters nella sua lotta per il seggio al Senato.

“Blake è stato abbandonato da Mitch McConnel”, disse Bannon Giovedì in poi Lo spettacolo di Charlie Kirk. “C’è voluto Kari Lake, che è lei stessa in una corsa di cani, per dire ‘no’, stiamo entrando come una squadra e stiamo uscendo come una squadra.”

“Quante persone la pensano così? In politica non la pensano così. Ecco cos’è la leadership”.


Frode degli elettori smascherata nella contea di Maricopa


All’interno dell’algoritmo di manipolazione del voto di Big Tech, con il dottor Darren Beattie






Source link

La terza contea più grande d’America ha problemi elettorali dopo aver assunto il capo delle elezioni democratiche caduto in disgrazia



I cittadini della contea di Harris, in Texas, stanno segnalando interruzioni delle macchine per il voto e carenza di carta nella contea dell’area di Houston.

Per molti repubblicani che seguono la notizia, questa potrebbe non sorprendere poiché la contea più grande dello stato ha recentemente assunto un funzionario elettorale democratico con una scarsa reputazione.

L’ex funzionario elettorale di Washington DC e Georgia Clifford Tatum è stato eletto amministratore elettorale della contea di Harris il 16 agosto 2022, dopo un tentativo fallito di controllare i voti nella capitale della nazione.

Il presidente del Partito Repubblicano Cindy Siegel è stata l’unica persona a votare contro Tatum, lamentando che le elezioni del 2012 supervisionate da Tatum avevano “schede sbagliate. Macchine non funzionanti. Schede popolari non programmate correttamente. Linee enormi.”

Nel 2012, L’esaminatore di Washington segnalato il ciclo elettorale di DC di cui era responsabile Tatum era “afflitto da lunghe file, errori di votazione e apparecchiature malfunzionanti”, con una donna che fungeva da commissario consultivo di quartiere che all’epoca disse: “È stato un disastro e completamente irreale. Uno dei miei elettori lo ha paragonato al voto in un paese del Terzo Mondo”.

“Gli elettori venivano continuamente da me dicendo che avevano ricevuto il voto sbagliato”, ha detto la donna. “È stato il giorno peggiore di sempre per il Consiglio elettorale”.

Anche l’attuale sindaco democratico della DC Muriel Bowser era frustrato dalle elezioni del 2012 mal gestite da Tatum, definendo le sue scuse per il fallimento “irrispettose”.

Dopo quella debacle, esattamente dieci anni fa, Tatum ha detto ai legislatori: “Il nostro intento è che quel particolare crollo non si ripeta”.

Come ha sottolineato su Twitter la giornalista di Blaze TV Allie Beth Stuckey, Tatum deve anche oltre 100mila dollari di imposte sul reddito, che lo stato del Texas Il senatore Paul Bettencourt (R-Houston) ha attirato l’attenzione a dopo che Tatum è stato selezionato come amministratore elettorale della contea di Harris.

Nonostante le valide preoccupazioni, il Cronaca di Houston respinse le obiezioni repubblicane a Tatum essere eletto come il massimo funzionario elettorale della contea di Harris con titoli come “Il GOP sta già attaccando l’amministratore delle nuove elezioni della contea di Harris, citando il privilegio fiscale”.

Ora, durante le cruciali elezioni di medio termine del 2022, la più grande contea del Texas sta affrontando problemi nel giorno delle elezioni con Tatum al timone.

Testata giornalistica locale di Houston KHOU 11 rapporti“Gli elettori di tutta la contea di Harris hanno segnalato problemi di voto martedì mattina presto e sono proseguiti fino a sera”.

Nello stadio in cui giocano gli Houston Texans della NFL, quasi la metà delle macchine per il voto a disposizione degli elettori si è interrotta e errori simili sono stati segnalati in tutta la contea.

“Nel frattempo, il giudice elettorale di BakerRipley su Navigation Boulevard ha detto che erano lenti ad aprire perché non avevano le forniture elettorali adeguate, inclusa la chiave per aprire le macchine elettorali”, KHOU 11 rapporti, dicendo anche che una manciata di elettori stava aspettando già alle 7 del mattino dove avevano visto più di 200 persone andare e venire senza votare.

Gli elettori in un luogo sono stati completamente respinti e gli è stato detto di votare da qualche altra parte perché “le macchine non erano state consegnate”.

Dopo che 20 delle 60 macchine per il voto erano al centro elettorale in cui si è presentata, una donna di Houston ha affrontato Tatum davanti alla telecamera, criticandolo per aver respinto gli elettori.

“Perché non fosse pronto quando avevi venerdì, sabato e domenica per assicurarti che stessimo bene, voglio dire che non è mai successo a questo sondaggio”, ha detto.

Dopo i “malfunzionamenti” di massa, Tatum è riuscita a convincere la contea di Harris a prolungare di un’ora i tempi di votazione.

In quella che potrebbe essere un’opportunità di gioco scorretto, gli elettori che si mettono in fila dopo le 19:00 possono esprimere solo schede provvisorie, che vengono aggiunte al conteggio dei voti dopo la notte delle elezioni in modo che possano essere elaborate manualmente.






Source link

Fai clic qui per ottenere gli ultimi risultati delle elezioni di medio termine LIVE 2022: l’onda rossa emerge!



Scopri i risultati delle elezioni di medio termine 2022 aggiornati al minuto dal vivo in tempo reale!

Risultati del Senato 2022


Risultati della casa 2022


Risultati del Governatore 2022


Sintonizzati sulla copertura intermedia di Infowars di seguito fino a mezzanotte per ricevere aggiornamenti LIVE da Alex Jones, Owen Shroyer, Harrison Smith e ospiti speciali che analizzano i risultati elettorali in tempo reale.




Source link

Kari Lake fa esplodere la macchina elettorale rotta “Debacle” il giorno delle elezioni



Il candidato governatore dell’Arizona Kari Lake (R) ha criticato la leadership della contea di Maricopa per le segnalazioni di guasti alle macchine per la tabulazione dei voti.

“Non mi piace l’imbarazzo di ogni elezione che ha problemi. Spero che non lo farai nemmeno tu”, ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa martedì pomeriggio.

“Dopo pochi minuti dall’apertura delle urne, ho iniziato a ricevere persone che chiamavano, elettori in lacrime, chiamavano il mio numero personale, dicendo ‘Cosa sta succedendo? I tabulatori non funzionano. Mi hanno detto di mettere la mia scheda elettorale in una scatola e l’avrebbero portata dal centro alla contea’”, ha detto Lake. “Questa non è roba normale. Non è necessario che le elezioni si svolgano in questo modo”.

“Devono risolvere questo problema. Questa è incompetenza”, ha aggiunto. “Spero non sia malizia.”

Quella frase ha spinto Vaughn Hilliard di NBC News a scagliarsi contro: “Per essere chiari, le battute non sono accettabili. Allo stesso tempo, non ci sono prove che suggeriscano che questa non sarà un’elezione accurata”.

Lake ha messo in chiaro Hilliard, rispondendo: “Non l’ho suggerito. Vedremo cosa succede”.

All’inizio della giornata, sono iniziate ad emergere segnalazioni di macchine per il voto della contea di Maricopa che si rompevano in diversi distretti.

Il presidente del consiglio dei supervisori della contea di Maricopa Bill Gates e il registratore della contea di Maricopa Stephen Richer hanno affrontato la questione più tardi nel pomeriggio in un video, sostenendo senza spiegazioni che circa il 20% dei voti non era stato tabulato.

Gli esperti della CNN insistevano sul fatto che gli elettori “non venivano privati ​​dei diritti civili” a causa dei lunghi ritardi legati alle macchine rotte.

I funzionari della contea hanno successivamente rilasciato una dichiarazione in cui affermavano che i problemi della macchina per il voto erano stati risolti dopo aver regolato le “impostazioni della stampante”.

L’ex presidente Trump ha pronunciato a Messaggio agli arizona di non lasciare le linee di voto a causa dei ritardi.

“So che non vuoi essere lì finché cercheranno di costringerti”, ha detto Trump. “Vogliono ritardarti a votare e non puoi lasciare che ti ritardino a votare”.

“Quindi, per la gente dell’Arizona in particolare perché è quello che è venuto fuori in questo momento, rimani online non partire. Già molte persone se ne sono andate ed è molto, molto ingiusto quello che sta succedendo. Contea di Maricopa, non andartene. Stai lì.”

Questo viene tra i rapporti che Anche le macchine per il voto stavano riscontrando problemi martedì nel New Jersey.

Secondo quanto riferito, anche una contea della Pennsylvania ha esaurito la cartaestendendo il termine per le votazioni alle 22:00 EST.






Source link

La NBC ammette che i democratici erano i negazionisti originali delle elezioni


NBC News ha sorprendentemente ammesso che i democratici che hanno perso le elezioni presidenziali nel 2016 sono stati i progenitori originali delle teorie del complotto sulla negazione delle elezioni “Big Lie”.

In un articolo di opinione pubblicato lunedì, intitolato “La smentita di Trump è la seconda grande bugia“, l’autore Lev Golonkin spiega come i membri del Partito Democratico si siano rifiutati di accettare i risultati delle elezioni del 2016 molto tempo dopo che Trump era entrato in carica, affermando: “I democratici devono essere onesti sulle conseguenze delle loro azioni dopo le elezioni del 2016”.

“La menzogna di Trump è probabilmente la Secondo Grande bugia”, afferma Golonkin. “Quattro anni prima, il Hillary Clinton la campagna elettorale e i principali democratici si sono rifiutati di riconoscere l’esito delle elezioni del 2016, sostenendo che Donald Trump non era un presidente legittimo.” [emphasis ours]

Il rifiuto di riconoscere la vittoria di Trump è iniziato presto, quando Clinton ha rifiutato di fare un discorso di concessione la notte delle elezioni, aspettando invece fino al mattino successivo”, riconosce Golonkin. “(Al contrario Trump ha aspettato fino a dopo la rivolta del Campidoglio, mesi dopo, per riconoscere la realtà in un discorso che in realtà non ha mai menzionato Biden per nome.) A quel punto, la sua campagna stava già formulando una strategia per mettere in dubbio la legittimità di Trump.

“Clinton non è stata timida nell’affrontare la responsabilità della sua catastrofica perdita”, ricorda l’autore ai lettori. “Lei incolpato Bernie SandersJill Stein e il media. Ha incolpato il razzismo e ha incolpato Barack Obama; ha incolpato il sessismo mentre incolpava anche donne. Ma tutto ciò era secondario rispetto alla narrativa generale: che Trump fosse un “presidente illegittimo”.

L’articolo prosegue elencando varie importanti figure politiche democratiche che non avrebbero accettato la sconfitta di Clinton, tra cui l’ex presidente Jimmy Carter e il defunto rappresentante della Camera dei Democratici John Lewis.

Ha perso le elezioni ed è stato messo in carica perché i russi hanno interferito a suo favore”, l’ex presidente Jimmy Carter ha detto nel 2019continuando a negare la vittoria di Trump a tre anni dalle elezioni.

[…]

Icona del membro del Congresso e dei diritti civili John Lewis è andato ancora oltre nel 2017, dicendo: “Non vedo Trump come un presidente legittimo. … Penso che i russi abbiano contribuito ad aiutare quest’uomo a essere eletto”.

La negazione delle elezioni non si è fermata qui, come osservato in questa massiccia compilation creata dall’editore di TK News Matt Orfalea.

Il rifiuto del voto del 2016 da parte dei Democratici alla fine ha generato affermazioni che i russi si sono intromessi nelle elezioni, con i Democratici che hanno incaricato il Comitato di intelligence della Camera di indagare sulla presunta collusione di Putin con la campagna di Trump.

Nel 2016, ripetizioni Nancy Pelosi e Adam Schiff della California, il leader della minoranza alla Camera e il democratico di grado nella commissione per l’intelligence della Camera, ha invitato il Congresso a indagare sull'”hacking” delle elezioni da parte della Russia. Il prossimo anno, Rep. Barbara Lee, D-California, ha sostenuto che i voti del Michigan dovrebbero essere scartati, Il senatore Bernie Sanders, I-Vt., ha rifiutato di dirlo se Trump fosse un presidente legittimo, e la senatrice Dianne Feinstein, D-California, ha detto che creduto Russia “alterato l’esito” delle elezioni. Nel frattempo, Rep. Jerry Nadler, DNY, ha cercato di farlo in entrambi i modi, definendo Trump “legittimamente eletto” e allo stesso tempo affermando che la sua elezione era “illegittima”. Due anni dopo, i Democratici stavano ancora usando la stessa retorica, con il leader della minoranza al Senato Chuck Schumer, DN.Y., che affermava che la Russia “ha hackerato le nostre elezioni”.

“Finché non ammetteremo sinceramente i nostri errori, qualsiasi tentativo di rassicurare gli elettori sull’integrità elettorale sarà inquadrato come nient’altro che ipocrisia”, conclude Golonkin.

Ovviamente un problema critico con l’articolo della NBC è che nega che Trump abbia vinto anche le elezioni del 2020, ma in ogni caso è rinfrescante vedere i propagandisti di sinistra accettare la retorica di negazione delle elezioni del loro partito.


Segui l’autore su Truth Social: @adansalazarwins
Gettr: https://www.gettr.com/user/adansalazarwins
Gab: https://gab.ai/adansalazar

Menti: https://www.minds.com/adan_infowars

Parler: https://parler.com/profile/adansalazar/

Facebook: https://www.facebook.com/adan.salazar.735







Source link

I database degli elettori della Pennsylvania sperimentano un'”interruzione diffusa” all’avvicinarsi delle scadenze intermedie


Secondo il Dipartimento di Stato del Commonwealth, una “interruzione diffusa” sta colpendo i database degli elettori in tutta la Pennsylvania.

Il dipartimento ha emesso un promemoria venerdì a tutte le contee avvertendo che i servizi del Registro degli elettori uniformi statali (SURE) che mantengono registri di voto accurati sono inattivi.

“Il Commonwealth Enterprise sta vivendo un’interruzione diffusa che sta avendo un impatto su vari servizi di SURE. Questa interruzione sta attualmente incidendo sulla generazione di rapporti, corrispondenza e sondaggi”, afferma il memo.

“È stata raccolta una chiamata prioritaria per valutare e indagare sulla causa. I team aziendali stanno ora lavorando per risolvere l’interruzione”, continua.

SICUROun’agenzia all’interno del Dipartimento di Stato della Pennsylvania, descrive le sue responsabilità come segue: “Panoramica dei sistemi in tutto lo stato, Descrizione della nostra configurazione dall’alto verso il basso e supporto di tutte le 67 contee, Evidenzia la partnership con le contee, Assistiamo con la formazione e lo sviluppo degli utenti, Miglioramento continuo nell’elaborazione e nel flusso di lavoro per gli amministratori elettorali”.

Ha anche il compito di garantire “l’integrità e l’accuratezza di tutti i record di registrazione nel sistema vietando l’ingresso, la modifica o l’eliminazione non autorizzati dei record di registrazione”.

Ciò avviene dopo che 15 rappresentanti statali repubblicani hanno inviato il mese scorso una lettera al Dipartimento di Stato dell’AP affermando che “le contee hanno già inviato per posta oltre 240.000 schede non verificate” in tutto lo stato.

“Secondo i dati DoS, al 21 ottobre 2022, l’incredibile cifra di 240.000 schede ‘NON VERIFICATE’. Si tratta di un numero enorme di schede elettorali, che, secondo la legge, devono essere messe da parte e non conteggiate per le elezioni generali del 2022 a meno che l’elettore non produca un documento d’identità”, si legge nella lettera.

Ciò avviene anche dopo che la Corte Suprema della Pennsylvania ha codificato il voto universale per corrispondenza ad agosto.

Dati questi fatti, non sorprende che il Segretario di Stato facente funzione dello stato ha avvertito gli elettori di aspettarsi ritardi nel conteggio dei voti e nella certificazione delle elezioni di medio termine.

Sembra che siano state gettate le basi per un altro furto elettorale nello Stato di Keystone.




Source link

Il vertice sul clima della COP 27 delle Nazioni Unite si apre con gli applausi per gli “attivisti” e gli appelli ai risarcimenti per il clima


Più di 40.000 persone sono volate da tutto il mondo per partecipare alla conferenza sul clima COP 27 delle Nazioni Unite, iniziata domenica in una lussuosa località balneare in Egitto.

La giornata di apertura è scoppiata in applausi per il lavoro dei sedicenti “attivisti” prima che i delegati concordassero tra loro sulla questione se i paesi ricchi debbano compensare i paesi poveri del terzo mondo per il “cambiamento climatico” dovrebbe essere discussa con urgenza.

Il conferenza nella località del Mar Rosso di Sharm el-Sheikh arriva con un’agenda fitta, il disegno partecipanti ammassati per due settimane di colloqui e dibattiti sul clima.

Simon Stiell, segretario esecutivo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ha avvertito che non sarebbe stato un “custode della sviamento” sull’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra del 45% entro il 2030 per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius sopra i livelli della fine del XIX secolo.

“Teneremo responsabili le persone, siano essi presidenti, primi ministri, amministratori delegati”, ha detto Stiell all’inizio del vertice di 13 giorni.

“Il cuore dell’attuazione è che tutti, ovunque nel mondo, ogni singolo giorno fanno tutto il possibile per affrontare la crisi climatica”, ha affermato.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha colto l’occasione per lamento il mondo è in pericolo come mai prima d’ora.

Leggi di più




Source link

Trump fa esplodere i fallimenti democratici su criminalità, confine, economia in un massiccio raduno dell’AP prima delle scadenze intermedie



L’ex presidente Donald Trump ospiterà una manifestazione “Salva l’America” ​​a Latrobe, in Pennsylvania, alle 18:00 CST di sabato per scontrarsi con il candidato al governo repubblicano Doug Mastriano e il candidato al Senato Dr. Mehmet Oz in vista delle semifinali dell’8 novembre.

Specchio:




Source link

Biden segnala il furto delle elezioni di medio termine del 2022



In un discorso di mercoledì sera, Joe Biden ha deriso gli “Extreme MAGA Republicans” come una minaccia diretta alla democrazia, sostenendo che vogliono “negare” alle persone il diritto di voto, e poi ha immediatamente affermato che tutti devono stare insieme e non vedersi come il nemico.

Nella trasmissione di giovedì di “The Alex Jones Show”, il Infowars il fondatore e conduttore ha spiegato al pubblico come la sinistra intende rubare le elezioni negli stati chiave nelle elezioni di medio termine della prossima settimana.

“Beh, Joe Biden ha davvero mostrato la sua mano ieri sera”, ha detto Jones prima di imitare Sleepy Joe, dicendo: “‘Sono la persona più legittimamente eletta nella storia degli Stati Uniti. Non mettere in discussione le elezioni, ma i repubblicani lo ruberanno. Non mettere in discussione le elezioni, ma stanno cercando di rubarlo e in questi pochi stati campo di battaglia in cui l’abbiamo rubato l’ultima volta… Beh, ci vorranno alcuni giorni per decidere chi sono i vincitori.’”




Source link

Avviso di interruzione delle elezioni! Colorado indaga su “sostanza sospetta” trovata in una votazione per corrispondenza


Con il presidente Joe Biden stranamente dicendo al popolo americano mercoledì potrebbero volerci giorni per contare i voti nei prossimi midterm e la maggioranza dei conservatori anticipa un altro piano democratico per rubare voti, le ultime notizie dal Colorado non fanno ben sperare per l’integrità elettorale.

Funzionari dell’FBI stanno lavorando a fianco delle forze dell’ordine locali a Denver, in Colorado, per indagare su una “sostanza sospetta” trovata in una scheda elettorale inviata per posta all’ufficio elettorale della contea di Adams.

I funzionari hanno affermato che la sostanza inviata al ballottaggio “sembra essere un tentativo di interrompere il processo elettorale”.

Josh Zygielbaum, impiegato della contea di Adams detto Notizie ABC giovedì che “unità Hazmat, paramedici, vigili del fuoco e altre forze dell’ordine sono stati chiamati agli uffici della contea dopo che il voto è stato ricevuto mercoledì”.

“Ci porta davvero a casa ciò che ci interessava, ma abbiamo grandi piani in atto e garantiremo che le elezioni si svolgano senza intoppi”, ha detto Zygielbaum. “E anche se abbiamo persone che cercheranno di interrompere il processo, lavoreremo intorno a loro per assicurarci che venga fatto”.

Le sostanze specifiche trovate nella scheda elettorale non saranno rivelate fino al completamento di ulteriori test di laboratorio.

L’incidente arriva quando i politici democratici attaccano i loro oppositori del GOP sostenendo che stanno istigando alla violenza contro funzionari e lavoratori elettorali.

Se l’élite volesse davvero ritardare le elezioni per darsi più tempo per imbrogliare, sarebbe plausibile lanciare una falsa bandiera contro un repubblicano MAGA affermando che stanno mettendo una sostanza pericolosa nelle schede elettorali per corrispondenza.

Ciò si adatterebbe perfettamente alle attuali narrazioni della sinistra.

Una campagna terroristica simile è stata condotta e coperta dal Deep State nei primi anni 2000, quando Anthrax da Fort Detrick è stato inviato a cittadini e politici, provocando cinque morti e 17 persone ammalate.






Source link

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha rifiutato l’indagine sui biolab in Ucraina



Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) ha bocciato una proposta russa di istituire una commissione per indagare sulle affermazioni di un programma “biologico militare” congiunto USA-Ucraina.

Risalendo almeno a marzo, Mosca ha affermato che i biolab ucraini hanno studiato e accumulato agenti patogeni mortali come l’antrace e il colera nei laboratori sponsorizzati dagli Stati Uniti, affermando inoltre che questa è una violazione della convenzione internazionale del 1972 sulle armi biologiche.

Al voto del Consiglio di sicurezza di mercoledì, l’ambasciatrice statunitense Linda Thomas-Greenfield ha affermato che gli Stati Uniti e il loro alleato, il governo ucraino, hanno “sconvolto le accuse della Russia a Ginevra, punto per punto, e le hanno sfatate tutte”.

Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia hanno votato contro la proposta della Russia, ma fondamentalmente la Cina lo ha sostenutomentre si sono astenuti dieci membri del consiglio a rotazione, nell’organismo delle 15 nazioni.

“Gli Stati Uniti non hanno un programma di armi biologiche. Non ci sono laboratori di armi biologiche ucraini supportati dagli Stati Uniti”, ha ribattuto Thomas-Greenfield.

Invece di biolab militari, Washington ha presentato la seguente narrazione su di esso programma in Ucraina:

Durante una serie di incontri delle Nazioni Unite spinti dalle accuse russe, il Gli Stati Uniti hanno descritto i laboratori biologici non militari che ha supportato in Ucraina dagli anni ’90, incluso uno chiamato “Programma di riduzione delle minacce biologiche” creato per disassemblare i programmi dell’ex Unione Sovietica, per “ridurre le minacce ereditarie dalle armi nucleari, chimiche e biologiche lasciate negli Stati successori dell’Unione Sovietica”.

Una struttura chiave su cui le accuse russe si sono concentrate a lungo rimane il Laboratorio di riferimento per la virologia a Kiev. Il laboratorio afferma che vengono regolarmente ispezionati da un team dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e inoltre, dopo l’inizio dell’invasione russa e la caduta delle bombe, hanno distrutto “ceppi biologici particolarmente pericolosi che avevano in deposito”, secondo al direttore del laboratorio come citato in CBS.

Russia e Cina hanno sottolineato che la testimonianza del Congresso dell’inizio della guerra del sottosegretario di Stato americano Victoria Nuland è stata particolarmente schiacciante ed è la conferma che la ricerca sostenuta dagli Stati Uniti sugli agenti patogeni mortali era in corso presso le strutture ucraine.

Quanto alla Cina, nello stesso mese in cui Nuland ha dato la sua testimonianza (a marzo), Pechino lo ha richiesto l’amministrazione Biden “fornisce un resoconto completo delle sue attività militari biologiche in patria e all’estero e si sottopone a verifica multilaterale”.

In risposta, gli Stati Uniti hanno costantemente respinto le accuse come una “teoria del complotto” con i funzionari statunitensi che si sono incontrati con le controparti cinesi a Roma in un precedente incontro bilaterale essendo “scioccato” dalle affermazioni.

Alex Jones rompe il piano globalista per sradicare l’umanità e diventare divinità dell’intelligenza artificiale poiché Noah Yuval Harari ha recentemente affermato che una “Arca di Noè” digitale sostituirà la coscienza umana dopo l’eradicazione della popolazione.



Source link

Il giudice ferma i “Mule Watchers” dell’Arizona dalle tattiche di sorveglianza delle urne



Un giudice federale dell’Arizona ha messo il freno a varie tattiche utilizzate dagli autodefiniti “osservatori dei muli” – che hanno sorvegliato le urne scattando foto e video e pubblicando informazioni online, spesso indossando armature e armi.

Il gruppo, Clean Elections USA, dice di volerlo prevenire le frodi elettorali picchettando le urne per catturare i “muli” – persone che illegalmente [cast] più scrutini.

In una causa contro i “Mule Watchers” – dal nome del film del 2022 “2.000 muli“che rivendicava prove di frode elettorale sistematica – un gruppo chiamato League of Women Voters ha affermato che le azioni del gruppo per l’integrità elettorale ammontavano a “metodi di intimidazione degli elettori collaudati nel tempo”.

Prima dell’udienza di martedì sulla questione, gli osservatori dei muli hanno deciso di cessare alcune attività, come portare armi da fuoco aperte o indossare giubbotti antiproiettile visibili entro 250 piedi dalle urne, il New York Times rapporti.

“osservatori di muli” – che hanno sorvegliato le urne scattando foto e video e pubblicando informazioni online, spesso indossando giubbotti antiproiettile e armi.

“È imperativo bilanciare il diritto degli imputati di impegnarsi in attività protette dal Primo Emendamento con il diritto dei querelanti di agire senza intimidazioni o molestie”, ha detto Liburdi dopo una lunga udienza a Phoenix, che includeva la testimonianza di un uomo che ha affermato di essere molestato a un’urna elettorale. Ha continuato dicendo che il fondatore di Clean Elections Melody Jennings è andato sul podcast di Steve Bannon per dire che avevano “catturato un mulo”.

Secondo l’uomo, che ha testimoniato senza rivelare pubblicamente il suo nome per paura di molestie, da otto a dieci persone hanno filmato la coppia e hanno detto loro che stavano “cacciando i muli”. Le immagini di lui e della sua auto sono state pubblicate online e la signora Jennings è successivamente apparsa sul podcast di Stephen K. Bannon, l’ex consigliere di Trump, dicendo di aver catturato un mulo e “diventato virale”.

Il giudice Liburdi ha definito la sua esperienza particolarmente avvincente e ha osservato che è andata ben oltre la testimonianza della scorsa settimana in un caso parallelo contro Clean Elections USA. ion quella causa, intentata dall’Arizona Alliance for Retired Americans e Voto Latino, il giudice ha rifiutato di ingiungere Le attività di Clean Elections USA, dicendo di non aver visto alcuna prova che un danno reale fosse accaduto a nessun elettore. Tale sentenza è in appello nel Nono Circuito. -NYT

Liburdi ha anche chiamato Jennings per aver affermato in modo errato che solo i coniugi potevano restituire le schede elettorali per conto degli elettori dell’Arizona, quando in realtà possono farlo anche i coinquilini e i badanti.

“Ciò non impedisce a Miss Jennings di affermare correttamente quale sia la legge”, ha affermato il giudice, che ha affermato che nei prossimi giorni avrebbe redatto un’ingiunzione preliminare contro Clean Elections USA. “Ho solo un problema con lei che lo afferma in modo errato in un modo intimidatorio o coercitivo al comportamento di voto”.

Un avvocato di Clean Elections USA e la signora Jennings, Alexander Kolodin, ha detto che molto probabilmente avrebbe impugnato la sentenza – sostenendo che restrizioni alla fotografia o alla pubblicazione online e alla discussione delle leggi sul voto dell’AZ violate la libertà di parola.

Sembra che i nostri clienti siano sotto processo per l’intero stato o per chiunque voglia partecipare al monitoraggio delle urne o persino condividere le proprie opinioni,” Egli ha detto.




Source link

I manifestanti brasiliani sciamano nella base militare per protestare contro i risultati delle elezioni



I manifestanti brasiliani sono scesi in piazza per protestare contro i risultati elettorali “truccati” sostenendo di mostrare che il candidato di estrema sinistra Luiz Inacio Lula da Silva ha sconfitto il populista Jair Bolsonaro in una recente elezione presidenziale.

Il filmato di Rio de Janeiro mercoledì ha mostrato proteste di massa fuori dal quartier generale del comando militare orientale, dove i sostenitori di Bolsonaro hanno invitato i militari a intervenire nelle elezioni, con alcuni cori: “Forze armate, salvate il Brasile!” e “Uniti, il popolo non sarà mai sconfitto!” secondo Notizie CBS.





Un video delle centinaia di immagini sorprendenti provenienti dalla regione mostrava una bambina che portava dei fiori alle guardie militari, che hanno accettato.

Le foto sul campo dei fotografi di Getty Images non sono riuscite a catturare la grande scala delle manifestazioni, con un utente di Twitter che stima che il numero di manifestanti sia tra i “milioni”.

Incorpora da Getty Images


Incorpora da Getty Images


Incorpora da Getty Images


Incorpora da Getty Images

Il filmato di martedì ha mostrato camionisti e agricoltori brasiliani che lavorano in tandem per chiudere il traffico sulle principali autostrade in opposizione ai risultati delle elezioni, con richieste che i militari annullino i risultati e arrestino Lula.



Le proteste sono continuate nonostante le notizie di mercoledì secondo cui Bolsonaro ha concesso la sconfitta, secondo un giudice della Corte Suprema brasiliana Luiz Edson Fachin che ha parlato con lui per oltre un’ora.

Da Al Jazeera:

Dopo un incontro privato con Bolsonaro più tardi quel giorno, il giudice della Corte Suprema Luiz Edson Fachin ha detto che l’ex capitano dell’esercito aveva detto: “È finita. Quindi, guardiamo avanti”. La giustizia ha fatto il commento in un video trasmesso sui media locali.

Reuters rapporti la polizia ha fatto progressi per sedare le proteste e rimuovere i blocchi stradali entro mercoledì sera.







Source link

Gli “esperti” del clima nell’articolo del 1995 avvertivano che “la maggior parte delle spiagge della costa orientale potrebbe scomparire in 25 anni”


UN New York Times un articolo del 1995 affermava falsamente che le spiagge della costa orientale americana sarebbero scomparse entro il 2020 a causa di fattori indotti dall’uomo, una previsione fallita che è emblematica degli sforzi sovversivi degli allarmisti climatici per spaventare il pubblico affinché sostenga le iniziative sui cambiamenti climatici.

Nell’articolo messo in evidenza dal meteorologo Chris Martz Monday intitolato “Gli scienziati affermano che il riscaldamento della Terra potrebbe innescare ampie interruzioni,” I tempi cita gli “esperti” del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che hanno affermato che “il cambiamento climatico globale è davvero in corso e che almeno parte del riscaldamento è dovuto all’azione umana, in particolare alla combustione di carbone, petrolio e legno”.

L’articolo ha continuato a delineare i cambiamenti che i cosiddetti “esperti di clima” delle Nazioni Unite si aspettano, tra cui:

*Un continuo aumento del livello medio globale del mare, che dovrebbe ammontare a più di un piede e mezzo entro l’anno 2100. Questo, affermano gli scienziati, inonderebbe parti di molti delta fluviali densamente popolati e le città su di essi, rendendo inabitabili e distruggerebbero molte spiagge in tutto il mondo. Al tasso di aumento più probabile, affermano alcuni esperti, la maggior parte delle spiagge della costa orientale degli Stati Uniti sarebbe sparita in 25 anni. Stanno già scomparendo a una media di 2 o 3 piedi all’anno.


Naturalmente, andando avanti veloce al 2022, le spiagge della costa orientale dell’America sono ancora sane e salve.

In effetti, i passati presidenti come gli Obama, che sono stati personalmente consigliati dagli scienziati del clima delle Nazioni Unite, hanno scherzato sulle previsioni acquistando proprietà fronte mare in luoghi come Hawaii e La vigna di Marta.

Con gli scienziati del clima che hanno continuamente smentito le loro previsioni, è sorprendente che siano stati in grado di approvare con successo la legislazione sul clima e convincere il pubblico a sottoscrivere una tassa sul carbonio senza senso e schemi di credito.

H/t: ClimateDepot.com







Source link