Archivi tag: CIA

La CIA ammette di aver dato da mangiare agli americani false informazioni sull’Ucraina


Alla fine dell’anno scorso, un sondaggio Gallup ha mostrato che la fiducia degli americani nei media mainstream è scesa al secondo livello più basso mai registrato. Solo il sette percento degli americani ha risposto di avere una “grande” fiducia nei media.

Quella perdita di fiducia è stata ben guadagnata dai media mainstream e spiega la massiccia crescita dei media indipendenti e delle voci alternative sui social media. La risposta all’ascesa delle voci dei media indipendenti è stata una corsa a “cancellare” qualsiasi voce al di fuori della narrativa mainstream accettata.

I cittadini dell’Unione Sovietica avrebbero letto i media manipolati come la Pravda non perché il regime riferisse fatti, ma perché la verità era nascosta tra le righe di ciò che è stato riferito e ciò che non è stato riportato. Questo sembra essere il punto in cui siamo negli Stati Uniti oggi.

La scorsa settimana è apparso uno straordinario articolo su NBC News, in cui si riportava che la comunità dell’intelligence statunitense sta fornendo consapevolmente informazioni che non ritiene accurate ai media mainstream statunitensi affinché il pubblico americano possa consumarle.

In altre parole, l’articolo riporta che lo “stato profondo” statunitense ammette di essere attivamente impegnato nel mentire al popolo americano nella speranza che possa manipolare l’opinione pubblica

Secondo l’articolo di NBC News, “più funzionari statunitensi hanno riconosciuto che gli Stati Uniti hanno utilizzato le informazioni come un’arma anche quando la fiducia nell’accuratezza delle informazioni non era elevata. A volte ha usato l’intelligenza a bassa confidenza per effetto deterrente…”

I lettori ricorderanno i titoli scioccanti secondo cui la Russia era pronta a usare armi chimiche in Ucraina, che la Cina avrebbe fornito equipaggiamento militare alla Russia, che il presidente russo Putin riceveva disinformazione dai suoi consiglieri e altro ancora.

Tutti questi sono stati sfornati dalla CIA per essere ripetuti nei media americani anche se erano noti per essere falsi. Si trattava, come ha detto un ufficiale dell’intelligence nell’articolo, di “cercare di entrare nella testa di Putin”.

Questo potrebbe essere stato l’obiettivo, ma ciò che la CIA ha effettivamente fatto è stato entrare nella testa dell’America con false informazioni intese a plasmare la percezione pubblica del conflitto. Hanno mentito per propagandarci a favore della narrativa dell’amministrazione Biden.

Coloro che hanno spinto la bufala del “Russiagate” negli anni di Trump hanno affermato che l’obiettivo della “disinformazione russa” era quello di minare la fiducia degli americani nel nostro governo, nei media e in altre istituzioni. Non è ironico che la stessa CIA abbia fatto più dei russi per minare la fiducia degli americani nei media alimentando storie false per stabilire una narrativa particolare tra il popolo americano?

Dopo il disastro della Baia dei Porci, si dice che il presidente Kennedy volesse “frantumare la CIA in mille pezzi e disperderla al vento”. Non ha funzionato molto bene per lui. Come ha detto la maggioranza al Senato Chuck Schumer a Rachel Maddow nel 2020, rispondendo alle critiche dell’allora presidente Trump alla CIA, “lascia che te lo dica: affronti la comunità dell’intelligence – hanno sei modi da domenica per vendicarti”.

Man mano che emergono ulteriori informazioni sulle attività della comunità di intelligence degli Stati Uniti nel tentativo di far cadere Trump, sembra che, per una volta, Schumer avesse ragione.

È tempo di rivisitare il desiderio post-Baia dei Porci del presidente Kennedy. L’utilizzo di bugie da parte della CIA per propagandare il popolo americano verso la guerra con la Russia è solo uno dei mille motivi per disperdere un milione di pezzi di quell’agenzia.

Questo articolo è apparso per la prima volta su RonPaul Institute.org.


Ucraina in fiamme | Ukraine On Fire Parte 2: Rivelazione del documentario Ucraina 2019

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il Pentagono e la CIA hanno prodotto una trasmissione di notizie false su un attacco nucleare al suolo statunitense


Un telegiornale simulato di un attacco nucleare sul suolo statunitense prodotto dal governo federale durante il culmine della Guerra Fredda è emerso dopo decenni in cui è stato nascosto al pubblico.

Filmati inediti del 1986 del Dipartimento dell’Energia ottenuti attraverso un Freedom of Information Act (FOIA) richiesta mostra un telegiornale che riporta i terroristi che hanno dirottato un’arma nucleare prima di farla esplodere nel centro di Indianapolis.

Il video inquietante faceva parte di un massiccio esercizio di addestramento intra-governativo del Pentagono, della CIA, del Dipartimento dell’Energia e di altre agenzie con il nome in codice “Mighty Derringer”.

Il video inizia con il conduttore “Jeff Schwartz” di “Channel 9 Eyewitness News” che riporta con calma il quarto giorno di una situazione di emergenza a Indianapolis in cui terroristi sconosciuti hanno ottenuto un ordigno nucleare e stanno minacciando di farlo esplodere.

“Sai che sono disponibili pochi dettagli, ma questo lo sappiamo”, dice Schwartz al pubblico immaginario. “Gran parte del centro di Indianapolis rimane evacuata. Ora, i rapporti sono imprecisi a questo punto, ma sappiamo che a quanto pare ci sono terroristi rintanati nel centro della nostra città con ordigni nucleari”.

“Ma abbiamo appena appreso qui alla redazione di Channel 9 che una squadra di risposta federale è stata inviata per neutralizzare la minaccia”, dice l’emittente prima che il video vada in panoramica alla giornalista “Anne Miller” seduta su un elicottero.

“Siamo appena passati sopra la superstrada. Ci stiamo dirigendo a est verso il centro”, dice Miller sopra il forte rumore dell’elicottero, aggiungendo che il traffico è stranamente leggero dopo gli ordini di evacuazione.

“Quanto possiamo avvicinarci al punto in cui si sono rintanati i terroristi?” Schwartz chiede a Miller.

“L’FBI e la polizia hanno isolato l’area e hanno limitato lo spazio aereo sopra di essa”, risponde Miller. “Siamo diretti in quella direzione ora. Ma possiamo solo…”

In quel momento, un lampo bianco brillante travolge lo schermo seguito da un ronzio di feed video statico e morto.

Il feed ritorna a Schwartz nella sua redazione, dove assicura al pubblico che “chopper nove” ha appena subito un “errore tecnico” prima che un forte boom si spenga all’improvviso.

“Oh mio Dio”, dice uno spaventato Schwartz mentre alza lo sguardo, prima che la sua stessa trasmissione venga interrotta bruscamente e il video finisca.

Secondo lo storico Jeffrey Richelson, che ha ottenuto Documenti FOIA sull’esercizio nel 2012i terroristi provenivano dal falso paese di Montrev (Messico) e l’esercitazione si è svolta a Camp Atterbury, nell’Indiana, vicino a Indianapolis, e nell’Area A-25 del Nevada Test Site del Dipartimento dell’Energia.

Questo esercizio classificato Mighty Derringer è stato un enorme sforzo dell’intero governo per determinare come rispondere a un evento nucleare in America.

Dalla ricerca di Richelson:

Lo scenario ha consentito di mettere in pratica tutti gli aspetti di una possibile risposta a una minaccia terroristica/estorsore nucleare, dalla valutazione iniziale della minaccia alla gestione delle “conseguenze” di una detonazione. I documenti inviati coprono, con vari dettagli, gli aspetti centrali di una risposta: raccolta di informazioni, valutazioni tecniche e comportamentali, ricerca, accesso/sconfitta di forze terroristiche, recupero di un dispositivo, diagnostica, stima dei rischi e degli effetti, disabilità e limitazione dei danni, trasporto sicuro del dispositivo e gestione delle conseguenze di una detonazione. Inoltre, riguardano anche una serie di aspetti importanti di una risposta, tra cui sicurezza, comando e controllo, comunicazioni, logistica, misurazione e contenimento radiologici, previsioni meteorologiche, informazioni pubbliche e interazione con i funzionari locali.

I documenti identificano anche il gran numero di organizzazioni coinvolte nell’esercizio. C’è NEST e le organizzazioni che hanno contribuito con membri o capacità, tra cui il Lawrence Livermore National Laboratory, il Los Alamos National Laboratory e l’appaltatore EG&G.

Altre organizzazioni la cui partecipazione è evidente includono il Dipartimento di Stato, la Central Intelligence Agency, il Federal Bureau of Investigation, il Joint Special Operations Command, Special Forces Operation Detachment – Delta (Delta Force), diverse unità militari per l’eliminazione degli ordigni esplosivi (dell’esercito e della marina), il Centro federale di monitoraggio e valutazione radiologica, l’Agenzia per la protezione ambientale e l’Agenzia federale per la gestione delle emergenze.

La tempistica dell’uscita di questo filmato non è di buon auspicio con i recenti sviluppi in Ucraina.

La Russia ha minacciato l’uso di armi nucleari se l’Ucraina si unisse alla NATO, spingendo Joe Biden a rifiutare di escludere a opzione nucleare “first strike”. contro la Russia.

Tali azioni provocatorie, combinate con un recente serie di sconsiderate osservazioni fatte da Biden in Europa, hanno portato quasi 80% degli americani credere che la cattiva gestione della crisi Ucraina-Russia da parte di Biden potrebbe portare gli Stati Uniti in una guerra nucleare.


Twitter: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Il principale economista avverte che la guerra nucleare è la parte 2 di The Great Reset



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’ex spia della CIA si vanta di “oscillare” le elezioni del 2020 con la campagna di repressione dei laptop di Hunter Biden


Un ex ufficiale della CIA si è rivolto a Twitter per vantarsi di come ha aiutato a “portare” le elezioni presidenziali del 2020 “lontano da Trump” cercando di screditare la storia della bomba sul laptop di Hunter Biden come disinformazione russa.

L’ammissione di Giovanni Sipherun ufficiale in pensione del National Clandestine Service della CIA, è venuto durante un battibecco con l’ex direttore ad interim dell’intelligence nazionale Richard Grenell durante il fine settimana.

Sipher era uno dei 51 funzionari dell’intelligence che hanno firmato una lettera affermando falsamente la storia del laptop di Hunter Biden interrotta Il New York Post nell’ottobre 2020 era “disinformazione russa”.

“Sono particolarmente orgoglioso di aver allontanato le elezioni da Trump. Prego”, ha twittato Sipher.

“Forse il codardo Dick ha dimenticato di avermi bloccato negli ultimi anni e di avermi sbloccato solo per darmi credito per aver oscillato le elezioni”.

Più di un anno dopo La Posta ha svelato la storia del laptop di Hunter Biden, Il New York Times alla fine ha deciso di riconoscere che il laptop apparteneva effettivamente a Hunter Biden e conteneva una miniera di e-mail che dettagliavano i rapporti corrotti di Joe e Hunter con Cina, Ucraina, Russia e altri.

Forse rendendosi conto di aver ammesso di aver partecipato al dirottamento del processo democratico delle elezioni americane, Sipher ha fatto un po’ di controllo dei danni cercando di affermare di non aver mai detto che la storia di Biden fosse disinformazione russa, ma che “la Russia e la destra” stavano “amplificando” la storia per “disinformazione scopi”.

“Giusto per essere chiari. L’ingannevole Dick ei suoi compari stanno girando questa storia fingendo che la lettera dicesse qualcosa che non diceva. Non ha detto che il laptop non fosse di Biden, ma che la Russia e la destra stavano esplorando e amplificando la storia a scopo di disinformazione”.

Ma come si può diffondere la storia del laptop di Hunter Biden per “scopi di disinformazione” se la storia stessa è confermata e autenticata da numerose testate giornalistiche?

L’assurda spiegazione di Sipher non risponde a questa domanda.

Sipher ha provato di nuovo a tornare sui suoi passi, sostenendo di essere solo “sarcastico” riguardo alla partecipazione a una campagna per sopprimere la storia del laptop di Hunter Biden per “spostare” le elezioni del 2020.

La lettera firmata da Sipher e altri 50 funzionari dell’intelligence affermava di essere “profondamente sospettosi”: la storia del laptop di Hunter Biden era una disinformazione russa nonostante ammettesse di non avere prove a sostegno della loro affermazione.

“Vogliamo sottolineare che non sappiamo se le e-mail, fornite al New York Post dall’avvocato personale del presidente Trump Rudy Giuliani, siano autentiche o meno e che non abbiamo prove del coinvolgimento russo, solo che la nostra esperienza ci rende profondamente sospetto che il governo russo abbia svolto un ruolo significativo in questo caso”, il lettera afferma.

“Se abbiamo ragione, questa è la Russia che cerca di influenzare il modo in cui gli americani votano in queste elezioni e crediamo fermamente che gli americani debbano esserne consapevoli”, hanno aggiunto i firmatari.

La lettera è stata poi citata dal Campagna Bidenil media mainstreame Grande tecnologia come giustificazione per chiudere e censurare la storia e vietare Il New York Post dai social media poco prima del giorno delle elezioni.

Questa è un’ulteriore prova che la VERA ingerenza elettorale è stata perpetrata dall’intellighenzia statunitense in coordinamento con i media, il settore tecnologico e il governo federale.


Twitter: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Il laptop di Hunter è la chiave del NWO



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’ex ufficiale della CIA sbatte “Laptop From Hell” Coverup, media “F*ckery”



Un ex ufficiale delle operazioni segrete della CIA ha smentito l’insabbiamento mediatico della storia del laptop di Hunter Biden, osservando che nessuno nei media, nel governo o nella comunità dell’intelligence si è scusato o si è assunto la responsabilità di affermare che la storia era una “pianta russa”.

Joe Rogan e il suo ospite Mike Baker hanno discusso dello sviluppo poiché è stato rivelato la scorsa settimana dal New York Times che i dettagli della storia erano reali, nonostante i “fattori verificatori” lo abbiano etichettato in precedenza come una bufala.

“Non amano solo una bella storia. Amano una narrazione e sono disposti a ignorare i fatti per spingere quella narrativa. Questo è ciò che mi spaventa “, ha detto Rogan dei media, aggiungendo “Penso che sia sicuro dire che sono in corso alcune cazzate”.

“C’è una dinamica qui”, ha aggiunto Baker, osservando “Adoro questo argomento, in un certo senso, non tanto per quello che diavolo stava combinando Hunter, ma in parte, perché ora quando guardi i liberal Dem e i progressisti, a loro non importa”.

“Se leggi parte della narrativa che è là fuori ora, i social media negli ultimi giorni o giù di lì, da allora Il New York Times è uscito con questo, sono solo sprezzanti. A loro non importa, o sono disposti a trascurarlo”, ha ulteriormente spiegato l’ex uomo della CIA, aggiungendo “Che è la stessa cosa che accusano il diritto di fare”.

Guadare:

Dal momento che il Volte verifica della storia del laptop, gli ex funzionari dell’intelligence che sono stati propagandati da Joe Biden e dalla sua amministrazione come autorità nel sostenere che la storia fosse una fabbrica russa si sono rifiutati di tornare sui propri passi, con alcuni addirittura raddoppiando.

All’epoca, il New York Post è stato BANNATO dai social media a causa della storia.

Come abbiamo notato giovedìil tirapiedi di Biden Jen Psaki è stato ripetutamente interrogato sugli sviluppi del laptop e ha ripetuto a pappagallo una frase sul fatto che Hunter non lavorasse per il governo.

Ciò è continuato fino a venerdì, con Psaki che ha continuato a schivare il problema e ad aggredire Steven Nelson del New York Post per fare domande:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA “nazifica” segretamente l’Ucraina dal 1953


Infowars ha pubblicato il seguente articolo di Telesur a maggio 2016:

Gli Stati Uniti hanno contribuito a numerosi progetti volti a destabilizzare i governi ucraini.

Una recente declassificazione di oltre 3.800 documenti da parte della Central Intelligence Agency ha rivelato che gestiva due importanti programmi volti non solo a destabilizzare Ucraina ma “nazificandolo” con i seguaci del leader nazista ucraino della seconda guerra mondiale Stepan Bandera.

I documenti, che sono stati rilasciati all’inizio dell’anno, affermavano che i programmi, nell’arco di quattro anni, fornivano finanziamenti e attrezzature a gruppi di resistenza ucraini antisovietici come il Consiglio supremo di liberazione ucraino, tra una miriade di altri.

I giornali fornivano dettagli del programma AERODYNAMIC che intendeva destabilizzare l’Ucraina, utilizzando agenti ucraini in esilio in Occidente che erano stati infiltrati nella Repubblica socialista sovietica ucraina.

“Lo scopo del progetto AERODYNAMIC è quello di provvedere allo sfruttamento e all’espansione della resistenza ucraina antisovietica per scopi di guerra fredda e guerra calda”, afferma il documento precedentemente top secret del 13 luglio 1953 del progetto.

“Gruppi come il Consiglio supremo di liberazione ucraino (UHVR) e il suo esercito ribelle ucraino (OUN), la rappresentanza estera del Consiglio supremo di liberazione ucraino (ZPUHVR) nell’Europa occidentale e negli Stati Uniti e altre organizzazioni come l’OUN /B sarà utilizzato”, continuava il documento.

I documenti della CIA mostrano che nell’ambito del programma AERODYNAMIC la CIA gestiva un progetto di affiliazione chiamato in codice CAPACHO.

Secondo la rivista Signs of the Times, CAPACHO “ha assunto più una patina di un’operazione di guerra psicologica”, con la CIA che ha istituito una società di propaganda a Manhattan che “si occupava della stampa e della pubblicazione di letteratura ZPUHVR antisovietica che sarebbe stata contrabbandata in Ucraina. “

I progetti AERODYNAMIC e CAPACHO continuarono a funzionare attraverso l’amministrazione Richard Nixon negli anni ’70.

Ma gli Stati Uniti continuano ad attuare progetti destabilizzanti in Ucraina.

L’ex agente statunitense Scott Rickard ha dichiarato a Russia Today nel 2014 che le agenzie di aiuti esteri degli Stati Uniti hanno versato 5 miliardi di dollari nei gruppi che protestavano contro il presidente ucraino eletto democraticamente, Viktor Yanukovych, che è stato estromesso dall’incarico all’inizio di febbraio 2014. Il capo di stato aveva indicato la sua intenzione di avvicinarsi alla Russia invece che all’UE e all’Occidente.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA si vanta di aver addestrato truppe ucraine per combattere i russi dal 2015


UN Yahoo News rapporto pubblicato mercoledì ha dettagliato un programma di addestramento segreto della Central Intelligence Agency utilizzato per preparare le truppe ucraine per una guerra con la Russia.

Le operazioni clandestine sono iniziate subito dopo lo stato del presidente ucraino Victor Yanukovich rovesciato in un colpo di stato sostenuto dagli Stati Uniti.

Secondo il Yahoo articolo, un “gruppo selezionato di paramilitari veterani della CIA” è stato inviato nella regione del Donbas in Ucraina per addestrare truppe nel 2015.

La narrativa mainstream promossa da Yahoo è che poiché l’America ha aiutato, “l’esercito ucraino ha sfidato le previsioni di un rapido collasso, tenendo le città chiave contro l’avanzata russa e infliggendo perdite punitive alle truppe e al materiale russo”.

Naturalmente, non si fa menzione di come potrebbero sentirsi i russi riguardo al fatto che le agenzie di intelligence americane aiutino l’esercito ucraino in una guerra calda.

Come reagirebbe l’America se i servizi segreti russi o cinesi addestrassero i cartelli della droga messicani appena oltre il confine meridionale?

Funzionari dell’intelligence anonimi con cui parlano Yahoo ha detto: “I paramilitari della CIA hanno insegnato alle loro controparti ucraine le tecniche dei cecchini; come far funzionare i missili anticarro Javelin forniti dagli Stati Uniti e altre apparecchiature; come eludere il tracciamento digitale utilizzato dai russi per individuare la posizione delle truppe ucraine, che le aveva lasciate vulnerabili agli attacchi dell’artiglieria; come utilizzare gli strumenti di comunicazione segreta; e come rimanere inosservati nella zona di guerra, attirando anche le forze russe e ribelli dalle loro posizioni, tra le altre abilità.

Ad un certo punto, il Yahoo giornalista ha ammesso che la CIA ha precedentemente mentito circa le operazioni di addestramento essendo di natura offensiva.

“Lo scopo della formazione, e la formazione che è stata fornita, era di aiutare nella raccolta di informazioni”, ha detto a gennaio un alto funzionario dell’intelligence.

Se solo pochi mesi fa erano disposti a mentire, perché dovremmo fidarci di loro ora e di cos’altro stanno mentendo?

L’agenzia sapeva che la loro presenza avrebbe potuto provocare la Russia, un funzionario ha affermato: “Tutto ciò che abbiamo fatto in Ucraina ha avuto la possibilità di essere interpretato erroneamente e di aumentare le tensioni”.

Ai paramilitari della CIA sarebbe stato detto di “Consigliare e addestrare, ma non prendere parte al combattimento da soli, hanno ricordato gli ex funzionari”.

Tuttavia, questo proviene dallo stesso gruppo che ha affermato che il loro allenamento non era orientato in modo offensivo solo due mesi fa.

Durante la presidenza Trump, Yahoo riferisce che la sua amministrazione era preoccupata per le ramificazioni di un agente della CIA che uccideva un membro dell’esercito russo e per le conseguenze se i russi avessero catturato uno degli agenti dell’intelligence.

L’agenzia afferma che nessuno è mai stato ucciso nell’operazione di lunga data, ma un ex alto funzionario dell’intelligence ha ammesso che gli Stati Uniti “non vorrebbero dire: ‘Abbiamo appena avuto un ufficiale della CIA ucciso da un russo in Ucraina’”.

“Ciò metterebbe il presidente o la Casa Bianca in una pessima posizione”, ha spiegato l’ex funzionario.

Per uno sguardo alternativo al colpo di stato ucraino del 2014, dai un’occhiata al documentario del leggendario regista Oliver Stone “Ukraine on Fire”, che è stato bandito da YouTube.





Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

In che modo Hunter Biden, Klaus Schwab e la CIA sono collegati ai biolab statunitensi in Ucraina? – Pt. 2


Nel prima parte di questa esposizioneInfowars ha riferito delle accuse della Russia secondo cui ai dipendenti che lavoravano in biolab clandestini gestiti dagli Stati Uniti in Ucraina è stato ordinato di distruggere prontamente tutte le prove delle loro ricerche prima che le strutture cadessero nelle mani dei russi.

La scorsa settimana, Infowars ha iniziato ad approfondire questo argomento in un articolo intitolato “L’ambasciata russa afferma che gli Stati Uniti hanno riempito l’Ucraina di laboratori biologici per prendere di mira geneticamente i russi.”

pt. 2:

Durante una conferenza stampa lunedì, il capo delle forze di difesa dalle radiazioni, chimiche e biologiche dell’esercito russo, Igor Kirillov, ha menzionato una società americana privata chiamata Black & Veatch come partner del Pentagono in progetti segreti di biolab ucraini.

“Un’azienda affiliata al Dipartimento della Difesa, (Black e Veatch su tutti gli altri) è coinvolta nell’attuazione dei progetti”, ha affermato.

Nel 2015, an Infowars articolo intitolato “Perché il Pentagono ha bisogno di laboratori in Ucraina?” ha toccato il coinvolgimento di Black & Veatch nei biolab.

I biolab operati nell’ambito del programma Defense Threat Reduction Agency (DTRA) del Pentagono dal 2008 al 2017 sono stati costruiti e gestiti da Black & Veatch in seguito circa $ 215,6 milioni di lavoro.

Prima del 1996la DTRA è stata forse chiamata più accuratamente Agenzia per le armi speciali della difesa.

La società americana si vanta di avere ha lavorato con il Pentagono dal 2003.

Il progetto DOD Black & Veatch includeva la costruzione di laboratori in Ucraina, Azerbaigian, Camerun, Thailandia, Etiopia, Vietnam e Armenia.

Nel 2014, un’azienda chiamata Metabiota, specializzata nel rilevamento, monitoraggio e analisi di potenziali focolai di malattie, ha firmato un contratto da 18,4 milioni di dollari contratto federale come subappaltatore per Black & Veatch in Georgia e Ucraina.

La coppia condivide anche un ufficio a Kiev, secondo a annuncio di lavoro pubblicato da Black & Veatch.

In un incontro del 2016 a Leopoli, in Ucraina, rappresentanti di Black & Veatch e Metabiota discusso la sicurezza biologica, la sicurezza e la sorveglianza con i rappresentanti di Ucraina, Polonia e Stati Uniti.

Nel 2015, in mezzo a questi progetti clandestini, Metabiota finanziata da Google per un importo di 1 milione di dollari.

Queste “corporazioni” ben collegate hanno anche legami più interessanti.

Metabiota è stato avviato con l’aiuto del figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Hunter Biden, e della sua società di investimento Rosemont Seneca Technology Partners (RSTP), che ha fondato insieme al figliastro di John Kerry nel 2009.

L’azienda Hunter Biden è stata al centro di un enorme scandalo nel 2020 dopo che è stata rivelata misteriosamente la moglie dell’ex sindaco di Mosca ha trasferito 3,5 milioni di dollari al gruppo di “investimenti”..

Nel giugno del 2021, Natalie Winters di L’impulso nazionale dettagliato il finanziamento della società Biden della Metabiota con sede a San Francisco.

Un rapporto finanziario di giugno 2015 mostra RSTP ha donato a Metabiota 30 milioni di dollari per aiutare a “proteggere il mondo dalla diffusione delle epidemie”.

Un anno prima che RSTP iniziasse a finanziare Metabiota, la società di monitoraggio delle malattie ha collaborato con l’ormai famigerata EcoHealth Alliance (EHA) nell’ambito del Progetto Predict di USAID.

Nel 2014 Metabiota, EHA e l’Istituto di virologia di Wuhan sono stati tutti nominati come ricercatori in uno studio sulle malattie infettive derivanti dai pipistrelli cinesi.

Nel 2016, il presidente dell’EHA Peter Daszak ha partecipato a un forum della Rockefeller Foundation insieme Il direttore scientifico di Metabiota, Edward Rubin, per discutere del progetto Global Virome, che promuove un database internazionale e sistema di tracciamento “simile al Progetto Genoma Umano”.

EHA è il gruppo che il dottor Anthony Fauci usava per incanalare denaro al laboratorio di Wuhan dopo che l’amministrazione Obama ha posto fine alla pericolosa ricerca sul guadagno di funzione.

Nel 2021, grazie a Joe Biden, ancora una volta USAID ha cercato l’aiuto di EcoHealth Alliance e Metabiota per un’indagine finanziata dai contribuenti su ciò che potrebbe causare la prossima pandemia.

Per coloro che si chiedono perché la teoria delle fughe di laboratorio e i legami di Hunter Biden con il laboratorio di Wuhan siano stati coperti dai media, potrebbe essere il fatto che Google finanzia EcoHealth Alliance da oltre un decennio.

Google ha anche legami con Metabiota, tramite la Central Intelligence Agency.

Oltre a Hunter Biden, Google e il Pentagono, Metabiota lo è in un rapporto di lavoro con il noto fronte della CIA In-Q-Tel.

Creata dalla CIA nel 1999 come “la prima società di capitale di rischio sponsorizzata dal governo”, In-Q-Tel è stata controverso dal suo inizio.

“Metabiota offre capacità per comprendere meglio il rischio di malattie infettive tramite la fusione di dati open source e sofisticate simulazioni epidemiche”, ha detto un dipendente di In-Q-Tel quando i gruppi hanno collaborato.

Google è stato generato anche dalla CIAtramite la Stanford University, e nel corso della sua esistenza ha stipulato diversi contratti con l’agenzia.

Nel 2004, Google ha acquistato l’azienda Buco della serraturaoriginariamente finanziata da In-Q-Tel.

Il rapporto speciale di Greg Reese del 2019 pubblicato di seguito mette in evidenza i legami di In-Q-Tel con Facebook, un altro punto vendita con motivo di censurare le informazioni su questo argomento.

Il fondatore di Metabiota, “cacciatore di virus” Nathan Wolfefa anche parte del consiglio di EcoHealth Alliance di Peter Daszak ed è un membro del DARPA’s Defense Science Research Council.

I progetti di Wolfe hanno ricevuto finanziamenti dal NIH di Fauci, dalla Bill & Melinda Gates Foundation e dalla National Geographic Society oltre al finanziamento precedentemente dettagliato di Google e DOD.

Nel 2012 Wolfe ha scritto un libro intitolato“The Viral Storm: The Dawn of a New Pandemic Age”, dove ha ringraziato gli amici tra cui il pedofilo defunto Jeffrey Epstein e il venture capitalist biotecnologico Boris Nicolic.

Nikolic è stato nominato “esecutore testamentario successore” per volontà di Epstein alla sua morte.

Indicato dai media mainstream come il “Indiana Jones” della caccia al virusWolfe è stato fotografato uscire con Ghislaine Maxwell in più occasioni.


La moglie del fondatore di Metabiota è una drammaturga liberale che incorpora l’attivismo di sinistra nei suoi spettacoli e ha ospitato una visione anti-Trump la notte delle elezioni del 2016 con i proventi che andranno a Planned Parenthood.

Lo è anche Wolfe uno degli Young Global Leaders del fondatore del World Economic Forum Klaus Schwab, un gruppo di individui d’élite posti in posizioni di potere al fine di mettere in atto l’agenda del Great Reset.

Purtroppo, queste connessioni e rivelazioni profondamente inquietanti stanno solo grattando la superficie del vero livello di corruzione in atto.


Ottieni fino al 50% di sconto sui nostri prodotti più venduti oggi all’Infowars Store!




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ora l’abbiamo fatto: abbiamo fatto incazzare la CIA




Abbiamo fatto arrabbiare la CIA, e per cosa? Per aver pubblicato opinioni che sfidano la narrativa convenzionale, come contestare che un’invasione dell’Ucraina sia in realtà “imminente” come ripetono giorno dopo giorno il Dipartimento di Stato americano e i suoi canali mediatici tradizionali.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La CIA ha un programma di sorveglianza segreto chiamato “Deep Dive” che raccoglie informazioni personali sugli americani da ANNI senza l’approvazione del Congresso, affermano i senatori democratici


La CIA ha raccolto per anni le informazioni personali degli americani in un programma di sorveglianza segreta che non ha l’approvazione del Congresso, secondo una lettera appena declassificata rilasciata da una coppia di senatori democratici, ha affermato giovedì sera.

I sensi Ron Wyden dell’Oregon e Martin Heinrich del New Mexico stanno etichettando la collezione come “ricerche backdoor senza garanzie”. Hanno inviato una lettera ai massimi funzionari dell’intelligence chiedendo maggiori dettagli sul programma da declassificare e hanno chiesto un’azione immediata.

Il programma è “del tutto al di fuori del quadro statutario che il Congresso e il pubblico ritengono governino questa raccolta, e senza alcuna supervisione giudiziaria, congressuale o addirittura esecutiva che proviene da [Foreign Intelligence Surveillance Act] collezione”, hanno scritto i senatori.

La CIA ha anche rilasciato parti dei programmi ancora classificati “Deep Dive I e Deep Dive II”, che si ritiene siano enormi archivi di dati, ma in materiale pesantemente redatto.

I senatori hanno invocato il chiaro intento del Congresso, espresso nel corso di molti anni e attraverso molteplici atti legislativi, di limitare e, in alcuni casi, vietare la raccolta senza mandato dei documenti degli americani, così come l’intenso interesse del pubblico per un sostegno a questi atti legislativi sforzi. Eppure, per tutto questo periodo, la CIA ha condotto segretamente il proprio programma di massa” – con il prossimo pezzo di testo nella loro lettera oscurato.

Alex Jones abbatte le agonie della tirannia medica globale mentre gli autoritari chiedono la violenza per porre fine alle proteste pacifiche e mettere a tacere l’opposizione al NWO.

I membri della Commissione Intelligence del Senato hanno inviato la lettera chiedendo informazioni sul programma il 13 aprile 2021, ma non è stata declassificata fino a giovedì e gran parte di essa è stata redatta.

Il Privacy and Civil Liberties Oversight Board aveva fornito al Senato Intelligence Committee un rapporto sul programma nel marzo 2021.

Secondo la lettera di Wyden e Heinrich, il programma di raccolta di massa della CIA opera al di fuori delle leggi approvate e riformate dal Congresso, ma sotto l’autorità dell’Executive Order 12333, il documento che regola ampiamente l’attività della comunità di intelligence ed è stato firmato per la prima volta dal presidente Ronald Reagan nel 1981.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

CNN appoggiata dalla CIA che si sta sgretolando a causa degli scandali di pedofilia e sesso



Quando sono emersi dettagli sulle dimissioni del presidente della CNN Jeff Zucker dopo aver ammesso una relazione sessuale con un subordinato, i democratici della commissione giudiziaria del Senato stavano tenendo un’audizione su un disegno di legge che avrebbe consentito ai media corporativi di formare un cartello sanzionato dallo stato per proteggersi dalla concorrenza online.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Peter Daszak ha lavorato per la CIA, EcoHealth Alliance è una “organizzazione di facciata della CIA”



Il dottor Andrew Huff, vicepresidente associato di EcoHealth Alliance, ha recentemente affermato che il presidente di EcoHealth Alliance Peter Daszak, che ha condotto ricerche sul guadagno di funzioni presso il Wuhan Institute of Virology in Cina, gli ha detto che stava lavorando per la Central Intelligence Agency.

Il Dr. Andrew Huff, PhD, MS, ha dichiarato pubblicamente il 12 gennaio che il presidente di EcoHealth Alliance Peter Daszak gli ha confessato che stava lavorando per la Central Intelligence Agency e ha inoltre affermato la sua convinzione che EcoHealth Alliance fosse una “organizzazione di facciata della CIA”.

Huff ha conseguito il dottorato di ricerca. in salute ambientale specializzato in malattie emergenti prima di diventare un vicepresidente associato presso EcoHealth Alliance, secondo rapporto dal giornalista indipendente Kanekoa, che ha dettagliato la prova nella sua newsletter Substack.

Mentre lavorava con l’organizzazione no-profit scientifica globale, è stato incaricato di sviluppare “nuovi metodi di biosorveglianza, analisi dei dati e visualizzazione per il rilevamento delle malattie”.

EcoHealth Alliance, guidata da Daszak e finanziata da diverse agenzie governative statunitensi, ha collaborato con il Dr. Ralph Baric dell’Università della Carolina del Nord e il Dr. Shi Zhengli del Wuhan Institute of Virology per condurre guadagno di funzione ricerca sui coronavirus trasmessi dai pipistrelli nella Cina comunista prima dello scoppio iniziale del COVID-19.

Secondo quanto riferito, Daszak ha supervisionato lo screening di “migliaia di campioni di pipistrelli per nuovi coronavirus”. La controversa ricerca ha coinvolto anche “lo screening di persone che lavorano con animali vivi”.

Le rivelazioni hanno aggiunto carburante alle preoccupazioni che la pandemia di coronavirus abbia avuto origine proprio da quel laboratorio, che Daszak sostiene in modo aggressivo non è vero.

Attraverso una serie di tweet pubblicato il 12 gennaio, Huff ha scritto:

Per la cronaca: nel 2015, il dottor Peter Daszak mi ha fermato mentre uscivamo dal lavoro a tarda notte e mi ha chiesto se doveva lavorare con la CIA. Sono rimasto scioccato data la mia esperienza nella sicurezza. Nei successivi 2 mesi mi ha dato aggiornamenti in 3 diverse occasioni sul suo lavoro con la CIA.

Quando mi ha fatto la domanda ho affermato “Peter, non fa mai male parlare con loro e potrebbero esserci dei soldi”. Nel frattempo, stavo rabbrividendo dal fatto che me lo avesse detto, in un ambiente non classificato (un SCIF), a una persona che non era “letta” e a una persona non autorizzata (io).

Poi, nei due mesi successivi nell’area pausa mentre prendevamo un caffè, o tra una riunione e l’altra, ha dichiarato di essere interessato ai luoghi in cui stavamo lavorando, alle persone coinvolte, ai dati che stavamo raccogliendo e che il lavoro con loro stava procedendo.

Quindi, Huff ha dettagliato la sua convinzione che l’EcoHealth Alliance di Daszak fosse una “organizzazione di facciata della CIA”. La dichiarazione continuava:

Guardando indietro, ora credo che EcoHealth Alliance fosse un’organizzazione di facciata della CIA per raccogliere campioni virali e raccogliere informazioni sulla capacità di laboratori stranieri. Non c’era modo che i dati raccolti oi modelli in fase di sviluppo potessero prevedere la trasmissione o le pandemie.

Contestualmente, EcoHealth era a malapena solvibile ed era un luogo comune licenziare i dipendenti con il flusso e il riflusso dei finanziamenti federali e privati. Peter farebbe qualsiasi cosa o direbbe qualsiasi cosa per ottenere finanziamenti. Le organizzazioni di intelligence spesso prendono di mira le persone in difficoltà finanziarie.

Dal punto di vista della CIA, secondo me era un ottimo piano, se quello che aveva detto il dottor Peter Daszak fosse vero. Dato che era un luogo comune per Peter mentire, non gli credevo necessariamente quando me lo disse. Tuttavia…

Sulla base degli ultimi due mesi in cui il governo degli Stati Uniti ha speso milioni di dollari per sorvegliare me e i dipendenti di MTRX INC, inclusi aerei militari, tentando di distruggere la mia casa, intercettando tutto ciò che contiene, rubando la mia proprietà e violando tutti i miei dispositivi, credo che il il peggio è probabilmente vero.

Prima della dichiarazione pubblica di quella mattina, Huff è andato su Twitter e ha affermato che “membri della comunità IC del governo degli Stati Uniti mi hanno molestato, fatto irruzione in casa mia, rubato dischi rigidi e installato dispositivi di sorveglianza elettronica in tutta la mia casa”.

Questo, ha detto Huff, gli suggerisce che Daszak non gli stava mentendo quando apparentemente ha spiegato che aveva lavorato per la CIA.

“EcoHealth Alliance è probabilmente un’organizzazione di facciata della CIA. Il COVID-19 è il più grande fallimento dell’intelligence dall’11 settembre”, ha scritto Huff. “L’insabbiamento è il più grande nella storia degli Stati Uniti, molto peggio dello scandalo Iran-Contra. La verità sta venendo fuori e lo testimonierò sotto giuramento”.

In una serie separata di post, Huff ha affermato che “non sarebbe sorpreso se la comunità della CIA/IC avesse orchestrato l’insabbiamento del COVID agendo da intermediario tra Fauci, Collins, Daszak, Baric e molti altri. Nella migliore delle ipotesi, è stata la più grande cospirazione criminale nella storia degli Stati Uniti da parte di burocrati o incaricati politici”.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’ex direttore della CIA Gina Haspel ora lavora con i nemici di Trump Rod Rosenstein e Sally Yates presso uno studio legale internazionale


L’ex direttore della Central Intelligence Agency del presidente Donald Trump sta ora lavorando al fianco dei suoi nemici Rod Rosenstein e Sally Yates presso la pratica di sicurezza nazionale e spionaggio aziendale di King & Spalding.

Gina Haspel, l’ex direttrice della Central Intelligence Agency (CIA) del presidente Donald Trump, è ora collega degli ex vice procuratori generali degli Stati Uniti Rod Rosenstein e Sally Yates a Sicurezza nazionale e spionaggio aziendale di King & Spalding pratica, uno studio legale internazionale.

Secondo la sua biografia sul sito Web di King e Spalding, Haspel “consulta i clienti su progetti significativi a livello globale, attingendo alla sua esperienza unica come Direttore della CIA per consigliare i clienti in materia di sicurezza nazionale, tecnologia dell’informazione, sicurezza informatica e altre questioni. In particolare, aiuta i clienti aziendali, di private equity, family office e altri clienti globali dell’azienda a valutare e gestire i rischi istituzionali”.

“Haspel si unisce a Rod Rosenstein che notoriamente ha rilevato il Dipartimento di Giustizia sotto Jeff Sessions e ha gestito la corrotta e criminale collusione russa. Rosenstein ha firmato un secondo promemoria per continuare l’indagine anche se non c’erano prove per farlo. Questo è stato tutto uno sforzo illegale per rimuovere il presidente Trump dall’incarico”, ha riferito il Esperto di gateway.

“Sally Yates è anche alla King and Spalding, dove lavora al fianco di Rosenstein nel gruppo Special Matters and Government Administrations. È famigerata per aver insediato il generale Michael Flynn nella prima settimana dell’amministrazione del presidente Trump”.

Rosenstein e Yates sono stati direttamente e notoriamente coinvolti nei massicci scandali Obamagate e Spygate, che hanno visto le agenzie di intelligence federali spiare illegalmente la campagna presidenziale del presidente Trump del 2016 utilizzando falsi mandati FISA.

Gli scandali hanno preceduto il famoso Una bufala sulla collusione russa, ora noto per essere uno sforzo illegale e coordinato per rimuovere il presidente Trump dall’incarico con la falsa premessa che ha “collusione” con il governo russo per vincere la presidenza.

Parlando in esclusiva a National File, l’avvocato costituzionale con esperienza in questioni di sicurezza nazionale Ivan Raiklin, ha spiegato che la saga di spionaggio illegale equivaleva a un tentativo di colpo di stato contro il presidente Trump, ipotizzando se Haspel potesse essere coinvolto o meno.

“Sally Yates era il procuratore generale mentre Rosenstein era il vice procuratore generale prima di essere licenziata per insubordinazione”, ha detto Raiklin. “Qual è stato il ruolo di Gina Haspel nelle operazioni Crossfire Hurricane e Crossfire Razor?”

“Haspel era probabilmente in combutta con le stesse persone che sono state determinanti nel fornire una copertura superiore allo spionaggio illegale sulla campagna di Trump”, ha aggiunto. “Ora sono tornati insieme, probabilmente pensando al loro prossimo attacco all’America, perché l’anniversario del 6 gennaio è stato un vero disastro per i comunisti”.

Secondo Raiklin, un numero crescente di americani vede attraverso le narrazioni tradizionali, riconoscendo che il governo federale ha adottato misure attive e forse illegali per far uscire il presidente Trump dalla Casa Bianca in numerose occasioni dall’inizio della sua presidenza.

Una di queste misure, ha spiegato Raiklin, è avvenuta durante gli eventi del 6 gennaio.

“Il 59% dell’America sa che Ashli ​​Babbitt, Rosanne Boyland altri sono stati assassinati il ​​6 gennaio e i numeri crescono ogni giorno. Altre prove stanno crescendo a sostegno dell’ipotesi che l’FBI fosse coinvolto e forse anche guidato la presunta “insurrezione”, segnando il sesto tentativo di colpo di stato contro il presidente Trump che alla fine si è rivelato vincente”.

Sostanziale prova continua a crescere indicando che la violenza del 6 gennaio è stata animata di nascosto dal governo federale.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il dottor Robert Malone rivela l’operazione psicologica della CIA che spinge l’isteria COVID-19, i vaccini



Parlando con il conduttore radiofonico Stew Peters, il dottor Robert Malone ha esposto quella che ha descritto come un’operazione psicologica di “accordo di stretta di mano” “gestita” dalla Central Intelligence Agency degli Stati Uniti e dai loro colleghi internazionali nel Regno Unito contro le popolazioni americane e britanniche per quanto riguarda il COVID -19 vaccini.

Il Dr. Robert Malone, il cui lavoro ha aperto la strada alla creazione di moderni vaccini mRNA, ha recentemente detto al conduttore radiofonico Stew Peters che la Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti e i loro colleghi internazionali nel Regno Unito stanno “gestendo” un operazione psicologica, altrimenti noto come “psyops”, sulle popolazioni americane e britanniche per quanto riguarda i controversi vaccini COVID-19, che non impediscono ai soggetti vaccinati di contrarre o diffondere il virus.

Le psyops, secondo Peters e Malone, sono progettate per convincere le persone negli Stati Uniti e nel Regno Unito ad accettare di essere iniettate con i controversi vaccini COVID-19, che secondo il dottor Malone sono stati collegati a un “enorme numero di decessi ed eventi avversi”. ”, nonostante il governo degli Stati Uniti “manipoli i dati” su di loro.

“Ci sono psyop in corso, in conflitto, in tutto il mondo”, ha detto Peters al dottor Malone. “Questo è ciò che mi interessa di più, credo, di sentirti parlare perché sappiamo che la nostra CIA è coinvolta in psyops.”

Il dottor Malone ha risposto: “Quindi ecco il gioco. Il modo in cui sta giocando è che la CIA sta gestendo gli psyop per il governo nazionale degli Stati Uniti al di fuori dei confini degli Stati Uniti, e i loro colleghi equivalenti nel Regno Unito stanno gestendo gli psyop contro gli Stati Uniti”.

“Quindi non credi che la CIA sia attivamente coinvolta nel convincere gli americani a farsi vaccinare attraverso uno psicopatico?” chiese Peters.

“Non è necessario”, ha detto il dottor Malone. “È un strizzatina d’occhio, un cenno del capo, un accordo in modo che abbiano copertura, copertura legale, perché non sono autorizzati a farlo contro gli Stati Uniti, e quindi quello che fanno è far sì che i loro amici nel Regno Unito lo facciano contro noi e la gente nel Regno Unito non è permesso farlo contro la loro gente, quindi lo facciamo contro il Regno Unito”.

“È un accordo di stretta di mano”, ha detto il dottor Malone.

Il dottor Malone aveva precedentemente accumulato un enorme seguito su Twitter prima di essere bandito dal gigante della Big Tech per aver twittato contenuti verificabili che erano critici nei confronti dei vaccini COVID-19. Il giorno seguente, è apparso per un’intervista con Joe Rogan e ha spiegato che milioni di persone hanno subito un fenomeno noto come psicosi di formazione di massa.




Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Putin afferma che il governo russo brulicava di ufficiali della CIA


Negli anni ’90 e nei primi anni 2000, il governo russo brulicava di lavoratori della CIA e alla fine hanno dovuto essere “ripuliti” e rispediti negli Stati Uniti, ha affermato giovedì il presidente russo Vladimir Putin.

Parlando a una riunione del Consiglio per la società civile ei diritti umani, Putin ha usato l’esempio degli americani all’interno del governo russo per mostrare come i paesi stranieri tentano di interferire negli affari interni del paese.

“Nei primi anni 2000, avevo già ripulito tutti, ma a metà degli anni ’90, come si è scoperto in seguito, i quadri della Central Intelligence Agency degli Stati Uniti erano consiglieri e persino dipendenti ufficiali del governo russo”, Putin ha spiegato.

“In seguito sono stati perseguiti negli Stati Uniti per aver violato la legge statunitense e aver preso parte alla privatizzazione mentre erano dipendenti della CIA che lavoravano per noi”, ha affermato il presidente.

Secondo Putin, alcuni specialisti americani erano di stanza negli impianti nucleari russi e si sedevano persino a una scrivania con una bandiera degli Stati Uniti.

“Hanno vissuto e lavorato lì. Non avevano bisogno di strumenti di interferenza così sottili nella nostra vita politica perché controllavano comunque tutto “. Lui continuò.

Non è la prima volta che Putin accusa l’America di interferire con gli affari interni della Russia, soprattutto all’indomani della caduta dell’Unione Sovietica e della privatizzazione dei beni di proprietà del governo. Nel 2013, il presidente ha affermato che gli ufficiali della CIA hanno lavorato nell’entourage di Anatoly Chubais, il vice primo ministro che ha supervisionato il processo di privatizzazione. In seguito divenne capo dello staff del Cremlino.

All’inizio di quest’anno, Ruslan Khasbulatov, l’ex presidente del parlamento russo, ha affermato che il primo presidente russo, Boris Eltsin, era circondato da “centinaia” di agenti della CIA che gli hanno detto cosa fare durante il suo mandato come leader. Khasbulatov ha anche affermato che Eltsin avrebbe inviato funzionari della sicurezza e capi di dipartimento negli Stati Uniti in modo che gli americani potessero “esaminali” e “dare conclusioni”.


Sindrome dell’Avana: sei il prossimo?

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I pedofili alla CIA evitano l’accusa: cosa sappiamo


Un’esposizione di rimprovero basata su una serie di documenti interni della CIA indica un apparente modello di fallimento da parte del governo federale nel perseguire i dipendenti e gli appaltatori della CIA sospettati di crimini di abuso sessuale su minori.

L’articolo pubblicato da BuzzFeed è basato su oltre 3.500 pagine di materiali declassificati ottenuti tramite richieste del Freedom of Information Act (FOIA).

Di quanti pedofili stiamo parlando?

Secondo BuzzFeed, nel corso di 14 anni sono stati identificati almeno 10 casi di reati credibilmente sospetti.

Il tesoro di documenti dettagli sulle indagini dell’Ufficio dell’ispettore generale della CIA (OIG). Il watchdog dell’agenzia di spionaggio si occupa internamente di tutti i tipi di reati, compresi quelli commessi da terzi, come il possesso di un falso distintivo di agente. I documenti sono stati pesantemente oscurati e il rilascio di alcune pagine sotto FOIA è stato completamente negato.

BuzzFeed ha concentrato le sue indagini su presunti crimini sessuali che coinvolgono minori. Dei 10 individui identificati, uno ha ammesso di aver abusato sessualmente di due bambine di due e sei anni. La maggior parte dei casi riguarda crimini legati alla pornografia infantile, come il possesso, il contrabbando e l’acquisizione di contenuti fuorilegge.

Il reo confesso di abusi sui minori è stato perseguito?

Dai documenti risulta che l’impiegato della CIA in questione ha ammesso all’OIG di essersi impegnato in “attività sessuale inappropriata” coinvolgendo una bambina di due anni e aveva “contatto sessuale inappropriato” con una bambina di sei anni in due occasioni. La prima vittima non è stata identificata. Il secondo a quanto pare lo era. Il dipendente è stato anche “scoperto di aver scaricato ampiamente materiale pedopornografico” e ha ammesso di aver cercato immagini di abusi con vittime di età compresa tra 12 e 14 anni.

Nell’agosto 2009, un assistente procuratore degli Stati Uniti ha rifiutato l’azione penale “basato su problemi di contaminazione” e “la mancanza di vittime di pedopornografia identificate in precedenza” nei video trovati in possesso dell’uomo. Nel marzo dello stesso anno la CIA decise di licenziare il dipendente e revocare le sue autorizzazioni.

Perché nessun procedimento federale per i dipendenti della CIA?

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale della Virginia, che ha rifiutato l’azione penale, non ha voluto commentare i singoli casi, ma ha affermato che “l’occupazione o il datore di lavoro dell’indagato non tiene conto” nella sua decisione di sporgere denuncia. Il riferimento a “problemi di contaminazione” potrebbe indicare una cattiva gestione delle prove, ha suggerito BuzzFeed.

Un membro della CIA ha detto all’outlet che l’agenzia è preoccupata che in un processo penale possano essere divulgate informazioni classificate. “Non possiamo far testimoniare queste persone, potrebbero inavvertitamente essere costrette a rivelare fonti e metodi”, l’ex funzionario è stato citato come dicendo.

Nessun processo è scaturito dagli scandali sessuali?

BuzzFeed ha identificato due di questi casi, in cui entrambi gli individui perseguiti sono stati anche accusati di aver maltrattato materiali classificati. Uno era un appaltatore non identificato, che è stato scoperto avere sul suo laptop privato dati personali di “Individui affiliati all’agenzia” e file tecnici “relativo ai sistemi dell’Agenzia”. Sono stati scoperti durante un’indagine pedopornografica. L’FBI ha assunto come investigatore principale del caso.

Un altro coinvolge Joshua Schulte, l’ex specialista tecnico della CIA accusato di aver divulgato gli strumenti di hacking dell’agenzia soprannominati “Vault 9” all’organizzazione per la trasparenza WikiLeaks. L’anno scorso, è stato condannato per oltraggio alla corte e per aver rilasciato false dichiarazioni all’FBI, ma la giuria è rimasta bloccata sulle accuse più gravi. Si è dichiarato non colpevole per le accuse di possesso di materiale pedopornografico. Per queste accuse è in corso un processo separato.

E gli altri presunti reati sessuali?

Cinque delle 10 persone sotto i riflettori di BuzzFeed sono state licenziate o si sono dimesse. Altri cinque sono stati segnalati a un consiglio del personale o all’Office of Security, che gestisce la sicurezza delle strutture della CIA. Non è stato possibile apprendere l’esito di un caso dai documenti rilasciati.

In un undicesimo caso, l’OIG non ha trovato prove dirette di alcun crimine, ma ha affermato che il soggetto aveva “interesse costante” in tema di abusi sessuali su minori, che l’ufficio riteneva preoccupante. La parte che spiega come l’agenzia ha gestito la situazione è stata oscurata.

BuzzFeed ha affermato che il record della CIA di trattare con sospetti trasgressori come descritto nei documenti “segna una deviazione sorprendente dal modo in cui i crimini sessuali che coinvolgono i bambini sono stati gestiti in altre agenzie federali”.


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il CEO di Pfizer si vanta di essere stato informato dalla CIA e dall’FBI sulla “diffusione della disinformazione”


Parlando al Consiglio Atlantico globalista in una riunione virtuale, il CEO di Pfizer Albert Bourla ha ammesso che la sua società sta “ricevendo briefing dalla CIA e dall’FBI” sulla “diffusione di disinformazione” relativa ai vaccini COVID-19.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha ammesso stranamente che la principale società farmaceutica è stata informata sulla “diffusione di disinformazione” dei vaccini COVID-19 da “CIA e FBI” mentre parlava al Consiglio Atlantico globalista.

Dopo aver spiegato al consiglio che Pfizer era “mirata” da “organizzazioni oscure”, Bourla ha affermato che “stavano ricevendo informazioni dalla CIA e dall’FBI” sugli attacchi informatici. “Ma anche sulla diffusione della disinformazione”, ha aggiunto.

Bourla ha poi continuato dicendo che le persone che diffondono la “disinformazione” sui vaccini sono “criminali”.

Ciò avviene mentre il regime di Biden sta valutando di estendere il mandato del vaccino COVID-19 alle piccole imprese, come in precedenza National File segnalato. (LEGGI DI PI: Il membro del consiglio di amministrazione di Pfizer rivela la nuova variante ‘AY.4’ COVID ‘Delta Plus’, che potrebbe richiedere ancora più vaccini)

“OSHA ha lasciato aperta la possibilità di estendere il requisito alle piccole imprese”, segnalato l’Associated Press. “Ha chiesto un commento pubblico sul fatto che i datori di lavoro con meno di 100 dipendenti possano gestire i programmi di vaccinazione o di test”.

Mentre l’America inizia a vaccinare i bambini, ex candidato presidenziale repubblicano ed esperto neurochirurgo Il dottor Ben Carson ha definito le iniezioni di COVID-19 “un gigantesco esperimento”, aggiungendo che vaccinare i bambini americani “non ha alcun senso” a causa del tasso di mortalità estremamente basso quando si tratta di infezione da coronavirus tra i bambini.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il Congresso sta indagando sui piani della CIA per rapire e uccidere Julian Assange, ma non trattenere il respiro per la verità che viene fuori


Il Comitato di intelligence del Congresso degli Stati Uniti sta indagando sul complotto della Central Intelligence Agency per rapire e potenzialmente assassinare il fondatore di WikiLeaks Julian Assange quando era confinato nell’ambasciata ecuadoriana a Londra.

La divulgazione era fatto dal presidente della commissione, il rappresentante Adam Schiff (D-California), a Yahoo News, lo stesso punto vendita che esposto la letale connivenza dell’agenzia. Ha detto che il corpo del Congresso era “cercare informazioni al riguardo”, aver raggiunto “alle agenzie” — un apparente riferimento alla CIA e all’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale. Quando gli è stato chiesto se il comitato avesse ancora ricevuto risposta, ha detto che non poteva commentare “su quello che abbiamo già sentito.”

L’annuncio di Schiff è arrivato solo un giorno dopo un consorzio di importanti gruppi per i diritti scritto a Il procuratore generale Merrick Garland, chiedendo che l’azione penale contro Assange venga ritirata a causa della decisione del governo “scioccante” e “allarmante“condotta. Le dimensioni della trama, ordita da Langley in risposta a WikiLeaks’ Rilascio di “Vault 7”, che ha rivelato la straordinaria portata delle capacità di hacking globale e di sorveglianza digitale della CIA, sono state davvero scioccanti, ma il rapporto di Yahoo è stato accolto da silenzio di morte dai media mainstream.

Tuttavia, un aspetto sorprendente dell’articolo che anche i suoi sostenitori e promotori hanno ampiamente trascurato è la rivelazione che Langley non possedeva alcuna prova che Assange o WikiLeaks avessero alcun legame con la Russia.

Yahoo ha registrato come “difficoltà” nel dimostrare che lui o la sua organizzazione avevano operato “per volere diretto del Cremlino” era un “fattore principale” dietro l’allora direttore dell’agenzia, Mike Pompeo, che designa WikiLeaks a “servizio di intelligence ostile non statale” nell’aprile 2017, che ha liberato la CIA dal guinzaglio e ha consentito un’intensa sorveglianza, molestie e persecuzioni dei collaboratori di WikiLeaks. Eppure, nell’annunciare la designazione, il capo della CIA ha affermato falsamente che WikiLeaks era… “spesso spalleggiato da attori statali, come la Russia”.

Che non ci siano prove di alcun genere che Assange abbia agito consapevolmente o inconsapevolmente come agente russo è stato a lungo abbondantemente ovvio, ma la conferma ufficiale è comunque significativa. Di tutte le calunnie infondate rivolte al fondatore di WikiLeaks, quella accusa particolare è stato forse il più duraturo e dannoso.

Giornalisti, esperti e politici occidentali hanno promosso in modo aggressivo questa falsità per molti anni. Quando è stato trascinato ammanettato dall’ambasciata ecuadoriana nell’aprile 2019, molti citati collaborazione con Mosca come giustificazione per la sua detenzione nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh.

Mentre il controllo ufficiale di ciò che può essere considerato solo egregio, intrigo criminale da parte dell’agenzia deve essere accolto in teoria, sarebbe saggio mantenere un certo scetticismo sul fatto che il Comitato di intelligence del Congresso andrà a fondo delle questioni. Dopotutto, lo stesso Schiff è stato per molti anni un importante sostenitore della menzogna di “Assange come agente del Cremlino”.

Il suo libro, infatti, “Mezzanotte a Washington”‘, pubblicato all’inizio di questo mese, si riferisce ad Assange come “ritaglio preferito dai russi”, e offre un’ampia rivisitazione della favola completamente falsa che ha servito come collegamento tra la campagna presidenziale di Donald Trump e Mosca, e il rilascio di e-mail dannose del Comitato nazionale democratico (DNC) di WikiLeaks è stato condotto di concerto con l’intelligence russa e la campagna.

Per citare solo un esempio di quanto sia fuorviante la narrativa di Schiff, in un passaggio, afferma che il confidente di Trump Roger Stone “[lied] al nostro Comitato” sui suoi contatti con WikiLeaks, ed è stato di conseguenza “incriminato per le sue false dichiarazioni e per aver cercato di intimidire un altro testimone facendolo mentire per coprire i suoi contatti”. La realtà è che Stone ha affermato pubblicamente di aver avuto “comunicazione di canale posteriore” con WikiLeaks, ha poi ribadito questa affermazione al comitato, quando in realtà non l’aveva fatto ne aveva.

Tuttavia, il fatto che Schiff continui a ingannare il pubblico su queste questioni non sorprende, considerando che ha trascorso tre anni a mentire quotidianamente su come possedesse prove di collusione tra Trump e il Cremlino.

Il Comitato per l’Intelligence ha iniziato a indagare su quell’accusa nel gennaio 2017 – due mesi dopo, Schiff è apparso su MSNBC e ha dichiarato che mentre non poteva “entrare nei particolari”, i legislatori avevano già scoperto “più che prove circostanziali”. Quel dicembre, ha detto alla CNN che la collusione era un fatto accertato – “i russi hanno offerto aiuto, la campagna ha accettato l’aiuto, i russi hanno dato aiuto e il presidente ha fatto pieno uso di quell’aiuto”.

Quando il comitato ha pubblicato il suo rapporto sulla questione il marzo successivo, che ha concluso che non c’era stata alcuna cospirazione tra la campagna di Trump e Mosca, Schiff ha raddoppiato, sostenendo che i risultati erano “non supportato dai fatti e dagli atti investigativi”.

A maggio 2020, il comitato ha rilasciato 57 trascrizioni delle interviste che ha condotto nella sua indagine sulla presunta ingerenza russa nelle elezioni del 2016. La maggior parte delle trascrizioni era stata certificata per il rilascio molto prima di allora, ma Schiff si è misteriosamente rifiutato di rilasciarle dopo essere diventato presidente della commissione, e alla fine sono state divulgate solo quando la Casa Bianca ha minacciato di farlo se non l’avesse fatto.

I documenti hanno mostrato come durante l’indagine, testimone di alto rango dopo testimone di alto rango abbia versato acqua estremamente fredda sulla nozione di contatto, per non parlare di collusione, tra Trump e i temuti russi. Mentre Schiff era aspramente criticato in alcuni ambienti per il suo inganno, la rivelazione più significativa è stata del tutto ignorata dai media occidentali.

La saggezza popolare universale secondo cui le e-mail del DNC sono state violate dall’intelligence russa, che è la posizione pubblica di tutte le agenzie di intelligence statunitensi, e si riflette nei risultati del rapporto Mueller, si basa esclusivamente sull’analisi di CrowdStrike, un appaltatore del DNC – nessun altro individuo o organizzazione abbia mai ispezionato i server del DNC. Ancora, la trascrizione della griglia del comitato di intelligence dell’amministratore delegato di CrowdStrike Shawn Henry nel dicembre 2017 rivela che la società in effetti non possedeva “prove concrete” i file erano “veramente esfiltrato” da chiunque.

Il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura Nils Melzer ha scritto potentemente su come era Assange “sistematicamente calunniato per distogliere l’attenzione dai crimini che ha esposto”, e una volta era stato “Disumanizzato attraverso l’isolamento, il ridicolo e la vergogna, proprio come le streghe che bruciavamo sul rogo, era facile privarlo dei suoi diritti più fondamentali senza provocare indignazione pubblica in tutto il mondo”.

Diffamarlo come agente russo era assolutamente fondamentale per quel processo, ovviamente. Dato il ruolo di primo piano svolto da Schiff in questo, difficilmente ci si può fidare che ora indaghi seriamente sugli stessi corpi che hanno perpetuato quell’inganno distruttivo.


L’FBI sotto l’ex direttore Robert Mueller è accusato di aver organizzato una bufala a Madisonville, Tennessee nel 2010 per intrappolare falsamente un uomo con una rara accusa di arma da fuoco – e quel caso è ora utilizzato come precedente per perseguire un manifestante del 6 gennaio con la stessa rara accusa di arma da fuoco.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Gli informatori della CIA all’estero vengono uccisi, catturati o compromessi da dozzine, secondo i media che citano il cavo TOP SECRET


Secondo quanto riferito, i funzionari dell’agenzia erano preoccupati di perdere troppi informatori reclutati all’estero, dozzine di loro uccisi o catturati.

Il cavo è stato inviato a ogni stazione e base della CIA in tutto il mondo la scorsa settimana, secondo il rapporto dal New York Times citando funzionari che avevano visto la lettera.

I funzionari hanno esaminato dozzine di casi di informatori negli ultimi anni uccisi, catturati, arrestati o compromessi e trasformati in doppiogiochisti.

Il problema, secondo il rapporto, è “missione sulla sicurezza”. Un processo di reclutamento veloce, troppa fiducia nelle fonti e promozioni immeritate sono tutti citati come processi che devono cambiare.

In una sezione della nota, si nota che spesso gli agenti possono essere promossi per il reclutamento di un informatore, indipendentemente dal fatto che l’informatore si dimostri una fonte di successo o meno.

Il CEO di Youtube Susan Wojcicki si aggira per attirare la sua preda in modo che possa succhiare la vita dalla libertà di parola. Il Web di Youtube ha più di un miliardo di utenti che guardano più di un miliardo di ore di video ogni giorno.

“Nessuno alla fine della giornata viene ritenuto responsabile quando le cose vanno male con un agente”, Douglas London, un ex agente della CIA, ha fatto notare al Times del cablogramma.

Altri ex agenti, ha osservato il Times, hanno detto che il cavo “dimostrato” che mentre perdere informatori in un modo o nell’altro è normale, il problema ora è “più urgente” di quanto sia stato divulgato pubblicamente.

L’avvertimento sui numeri preoccupanti è stato a “ufficiali di prima linea” e quelli direttamente coinvolti nel reclutamento di informatori, secondo coloro che lo avevano visto e letto. Coloro che hanno familiarità con la situazione hanno affermato che il motivo dell’ampio messaggio è quello di “prodotto” gli ufficiali di caso rafforzano la sicurezza e la gestione degli informatori su base individuale.

Le raccomandazioni includono rendere più rigoroso il processo di controllo per gli informatori e concentrarsi sull’evasione delle agenzie di intelligence straniere per prevenire il potenziale dei doppi agenti. Le note di avvertimento sono state rintracciate in paesi come l’Iran e la Cina e trasformate in doppiogiochisti.

Un portavoce della CIA ha rifiutato di commentare al Times il memo quando gli è stato chiesto.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link