Archivi tag: Brown

Biden fa a pezzi i repubblicani per i loro “abuso verbale” e “vile affermazioni infondate” durante le udienze al Senato di Ketanji Brown Jackson


Il presidente Joe Biden ha criticato venerdì i senatori repubblicani per gli abusi “vili” che ha detto di aver riservato a Ketanji Brown Jackson durante le sue udienze di conferma alla Corte Suprema.

È apparso accanto alla nuova giustizia sul prato sud della Casa Bianca per una celebrazione dello storico voto del giorno prima per elevare la prima donna di colore alla Corte Suprema.

Il sole splendeva e la banda dei marine suonò melodie di spettacoli e canzoni pop prima che Biden usasse l’ambientazione per far esplodere i suoi avversari al Senato.

“Sapevo che non sarebbe stato facile, ma sapevo che la persona che avevo nominato sarebbe stata sottoposta a un processo di conferma doloroso e difficile”, ha detto.

‘Ma devo dirti che quello che è stato sottoposto al giudice Jackson era ben oltre.

‘C’erano abusi verbali, la rabbia, le continue interruzioni, le affermazioni e le accuse più vili e infondate.

“Di fronte a tutto ciò, il giudice Jackson ha mostrato l’incredibile carattere e l’integrità che possiede”.

Leggi di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ketanji Brown Jackson confermato alla Corte Suprema


Dopo settimane di incontri privati ​​e giorni di testimonianze pubbliche, Ketanji Brown Jackson è stata confermata alla Corte Suprema degli Stati Uniti giovedì, diventando la prima donna di colore a unirsi alla giuria, proprio come promesso dal presidente Joe Biden.

Jackson, che attualmente fa parte della corte d’appello degli Stati Uniti per il circuito DC, diventerà il 116° giudice della Corte Suprema nella storia degli Stati Uniti dopo che il giudice Stephen Breyer si sarà ritirato in pochi mesi.

Con un voto di 53-47, il giudice federale di 51 anni il cui record di tenerezza con i pedofili si è assicurato il sostegno di tutti e 50 i Democratici al Senatoe tre repubblicani – Susan Collins, Lisa Murkowski e Mitt Romney – l’ultimo dei quali ha rifiutato la nomina di Brown al circuito federale, solo per cambiare opinione dopo che la pedofilia è stata denunciata.

Poco prima del voto finale, il senatore Kyrsten Sinema ha annunciato di essere un “sì” su Jackson, segnando il 50° democratico a salire a bordo.

“Il giudice Jackson porta in tribunale un patrimonio di conoscenze, più esperienza nei tribunali rispetto a tutti gli altri attuali giudici della corte suprema messi insieme, un impegno a rispettare i precedenti e un comprovato approccio indipendente e pragmatico alle decisioni giudiziarie”, ha affermato Sinema.

Come Bloomberg osserva: “Il presidente Joe Biden ha assistito al voto con Jackson, la sua prima scelta della Corte Suprema, nella stanza Roosevelt alla Casa Bianca. Il vicepresidente Kamala Harris ha presieduto il voto e suo marito, Doug Emhoff, ha assistito dalla tribuna. Jackson, laureato alla Harvard Law School ed ex difensore d’ufficio che il Senato ha confermato l’anno scorso alla potente Corte d’Appello degli Stati Uniti per il circuito DC, si unirà all’alta corte quando il giudice Stephen Breyer andrà in pensione a giugno o luglio. Sarà il 116° giudice della corte, la sua sesta donna e l’ottavo giudice che non è un maschio bianco”.

Jackson non presterà giuramento immediatamente, poiché il giudice Stephen Breyer dovrà prima ritirarsi quest’estate.


Guardiano pedofilo nominato alla Corte Suprema



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La nomina alla Corte Suprema di Ketanji Brown Jackson si è bloccata nella commissione del Senato



Lunedì la commissione giudiziaria del Senato si è bloccata su un voto per confermare il candidato alla Corte Suprema Ketanji Brown Jackson.

Il voto, che è arrivato a 11-11 lungo le linee del partito, significa che l’intero Senato voterà presto sulla nomina di Jackson senza una raccomandazione ufficiale da parte del comitato.

Il Senato è attualmente equamente diviso tra Repubblicani e Democratici 50-50 con Kamala Harris come spareggio.

Tutti i 50 democratici probabilmente voteranno per la nomina di Jackson, e la senatrice repubblicana di RINO Susan Collins (R-Maine) ha già segnalato che avrebbe votato per Jackson e il senatore Mitt Romney (R-Utah) ha detto che non ha ancora preso una decisione, il che significa Jackson sarà probabilmente confermato come stanno le cose.

Un voto completo al Senato per Jackson deve ancora essere programmato.

I repubblicani del comitato hanno espresso il loro opposizione a Jackson durante il processo di conferma su di lei condanna costantemente clemente per pedofili e pedofili.

Se desideri esprimere la tua opinione su Jackson ai tuoi rispettivi senatori, ora è il momento di farlo:

Guarda il voto della commissione giudiziaria del Senato sulla nomina di Jackson:


Dick Durbin interrompe Ted Cruz mentre si rivolge al record di pedofilia pro del giudice Jackson



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Sex Offender ringrazia Ketanji Brown Jackson per la pena detentiva di tre mesi



L’autore di reati sessuali registrato che è stato condannato a tre mesi di prigione dal giudice Ketanji Brown Jackson, nominato per la Corte Suprema dal presidente Joe Biden, sta parlando apertamente e apparentemente ringraziando il giudice per la sua clemente sentenza nel suo caso.

Nel 2013, Jackson ha condannato l’allora 19enne Wesley Hawkins a tre mesi di prigione, tre mesi di reclusione domiciliare e sei anni di supervisione dopo essere stato condannato per possesso di materiale pedopornografico in cui erano raffigurati ragazzi di età compresa tra 8 e 12 anni negli atti sessuali.

Nello specifico, Hawkins è stato trovato con 17 video e 16 immagini di pornografia infantile.

Le linee guida federali sulle condanne richiedevano che Hawkins ricevesse da otto a dieci anni di carcere, ma i pubblici ministeri hanno tenuto conto della sua mancanza di precedenti penali e hanno chiesto due anni di carcere. La squadra di difesa di Hawkins ha chiesto un solo giorno di carcere e cinque anni di supervisione.

Dopo la sua condanna, nel 2019, Jackson ha ordinato a Hawkins di completare il suo rilascio controllato in un centro di accoglienza, secondo al Washington Post, perché stava cercando “materiale sessualmente eccitante, non pornografico e immagini di maschi di età compresa tra 13 e 16 anni” ed era molto probabile che si offendesse nuovamente.

Nel un’intervista con il InviareHawkins ha apparentemente ringraziato Jackson per la sentenza clemente e ha riconosciuto di aver ricevuto molto meno tempo in prigione rispetto a molti altri reati sessuali condannati per possesso di materiale pedopornografico:

Forse la cosa più sorprendente, ha detto Hawkins, è che si è ritrovato a provare simpatia per il giudice una volta si era arrabbiato per averlo mandato in prigione. [Emphasis added]

“Non ero molto felice che mi avesse concesso tre mesi, però dopo aver riflettuto quando ero in prigione, ho sentito altre persone che dicevano che era la prima volta che venivano arrestate e che avevano cinque anni, sei anni. [Emphasis added]

“Sento che ha scelto di prendere in considerazione il fatto che stavo appena iniziando [in life] e sapeva che questo mi avrebbe trattenuto per gli anni a venire a prescindere”, ha detto, “quindi non voleva davvero aggiungere a quello.” [Emphasis added]

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Ted Cruz chiede di sapere perché Ketanji Brown Jackson non riesce a definire cosa sia una “donna”.



Dopo che il candidato di Joe Biden per la Corte Suprema ha dichiarato martedì di non poter definire cosa sia una donna perché non è una biologa, il senatore Ted Cruz ha tentato di approfondire ulteriormente, chiedendo al giudice Ketanji Brown Jackson se sarebbe giuridicamente valido secondo lei per lui decidere improvvisamente che era una donna o addirittura che era asiatico.

Cruz ha osservato che Jackson sembra “essere l’unico candidato alla Corte Suprema nella storia che non è stato in grado di rispondere alla domanda ‘che cos’è una donna?’

Ha quindi chiesto di sapere “In qualità di giudice, come determineresti se un querelante avesse l’articolo III in grado di contestare una regola, un regolamento, una politica basati sul genere senza essere in grado di determinare cosa fosse una donna?”

Jackson ha risposto affermando che lei sa di essere una donna e ha tentato di deviare parlando di quanto ammira sua madre, che è anche una donna.

Cruz ha sondato ulteriormente, chiedendo “Sotto la moderna sensibilità di sinistra, se decido in questo momento che sono una donna, allora a quanto pare, sono una donna. Ciò significa che avrei l’Articolo III in piedi per contestare una restrizione basata sul genere?”

Jackson ha risposto “questo tipo di problemi si stanno facendo strada attraverso i tribunali e non sono in grado di commentarli”.

Cruz ha di nuovo approfondito, affermando “Ok, se posso cambiare il mio sesso, se posso essere una donna e un’ora dopo se decido che non sono più una donna, immagino che perderei l’articolo III in piedi”.

Cruz ha continuato la linea di domande, chiedendo “Dimmi, lo stesso principio si applica ad altre caratteristiche protette? Ad esempio, sono un ispanico. Potevo decidere di essere un uomo asiatico? Avrei la capacità di essere un uomo asiatico e sfidare la discriminazione di Harvard perché ho preso quella decisione?”

Jackson ancora una volta non ha risposto alla domanda, dicendo “Senatore, non sono in grado di rispondere alla sua domanda. Mi stai chiedendo delle ipotesi.

“Ti sto chiedendo come valuteresti la posizione in piedi se entrassi e dicessi se ho deciso di identificarmi come un uomo asiatico”, ribatté Cruz.

Jackson ha risposto che avrebbe dovuto “prendere una decisione” basandosi sull’ascolto “delle argomentazioni avanzate dalle parti”.

Guadare:

È inquietante vedere qualcuno che probabilmente presiederà la più alta corte del paese parlare incrollabilmente come un portavoce del Partito a cui è stato fatto il lavaggio del cervello da Orwell 1984rifiutando di riconoscere i fatti noti di base e trasformando il linguaggio in un significato completamente diverso.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Non devi essere un comico per ridere di questi meme epici di Ketanji Brown Jackson



La candidata alla Corte Suprema di Joe Biden, Ketanji Jackson Brown, ha sbalordito il popolo americano quando ha lottato per definire cosa sia una donna.

La senatrice Marsha Blackburn (R-Tenn.) ha chiesto a bruciapelo a Jackson martedì di definire la parola “donna”, a cui Jackson ha risposto: “Non posso. Non sono un biologo”.

L’assurda prostrazione di Jackson davanti al risveglio dell’estrema sinistra ha scatenato una marea di reazioni esilaranti da Internet.

La strana clemenza di Jackson nei confronti dei pedofili e dei trafficanti di pedopornografia ha anche indotto molti sui social media a imporre più meme sculacciati contro di lei.

Il terzo giorno delle udienze di conferma del Senato di Jackson è in corso:


Josh Hawley distrugge il giudice Jackson per la protezione dei distributori di pornografia infantile



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il candidato di Biden SCOTUS Ketanji Brown risponde alle domande sulla passata clemenza nei confronti dei pedofili



La candidata alla Corte Suprema di Joe Biden, Ketanji Brown, ha risposto martedì al suo passato di aver preso la mano con i criminali di pedopornografia durante il suo periodo in cui prestava servizio come giudice federale.

La storia di clemenza di Brown nei confronti di autori di reati sessuali su minori è stata messa a fuoco la scorsa settimana dal senatore Josh Hawley (R-Mo.), che ha emesso un lunga discussione su Twitter sezionando vari casi in cui Brown ha pronunciato condanne più leggere a autori di reati di pedopornografia.

Lunedì, il senatore Hawley ha nuovamente esposto il suo caso durante il primo giorno dell’udienza di conferma al Senato di Brown.

Interrogata nuovamente martedì sulle accuse di Hawley, la potenziale giustizia SCOTUS ha sostenuto di essere andata contro le linee guida sulla condanna perché gli statuti sono stati scritti in un momento in cui enormi volumi di pedopornografia non erano facilmente accessibili su Internet.

…La linea guida si basava originariamente su uno schema statutario e direttive specifiche del Congresso in un momento in cui i reati di pedopornografia più gravi venivano identificati in base al volume, in base al numero di fotografie poi ricevute per posta, e ciò aveva perfettamente senso prima di quando non avevamo Internet, quando non avevamo la distribuzione, ma il modo in cui la linea guida è ora strutturata in base a quell’insieme di circostanze sta portando a disparità estreme nel sistema, perché è così facile per le persone ottenere volumi di questo tipo di materiale ora dai computer. Quindi non sta facendo il lavoro di differenziare chi è un delinquente più grave nel modo in cui faceva una volta.

Brown ha continuato affermando che in ogni caso ha soppesato le singole punizioni contro i rispettivi crimini.

“Come madre e giudice che ha dovuto affrontare questi casi… stavo pensando che niente potrebbe essere più lontano dalla verità”, ha detto Jackson in merito ai commenti del senatore Hawley lunedì.

“Questi sono alcuni dei casi più difficili che un giudice deve affrontare. Perché stiamo parlando di immagini di abusi sessuali su bambini. Si tratta di descrizioni grafiche, che i giudici devono leggere e considerare quando decidono come giudicare in questi casi.

IMPARENTATO: L’avvocato fa saltare il coperchio SCOTUS Scegli i “25 anni di storia di Ketanji Brown Jackson per sostenere una punizione minore dei predatori sessuali di bambini”

“E c’è uno statuto che dice ai giudici cosa dovrebbero fare. Il Congresso ha deciso cosa deve fare un giudice in questo e in qualsiasi altro caso quando emette una sentenza e quello statuto non dice che guarda solo le linee guida e fermati.

“Lo statuto non dice di imporre la pena più alta possibile per questo crimine disgustoso ed eclatante. Lo statuto dice di calcolare le linee guida, ma anche guardare vari aspetti di questo reato e imporre una sentenza che è “sufficiente, ma non maggiore del necessario per promuovere gli scopi della punizione”.

“E in ogni caso, quando ho a che fare con una cosa del genere, è importante per me assicurarmi che la prospettiva dei bambini, le voci dei bambini siano rappresentate nelle mie frasi. E ciò significa che per ogni imputato che viene prima di me e che suggerisce, come spesso accade, di essere solo uno “spettatore”, che questi crimini non contano davvero, ha raccolto queste cose su Internet e va bene. Racconto loro delle dichiarazioni delle vittime che mi sono pervenute in qualità di giudice.

“Parlo loro degli adulti che erano ex vittime di abusi sessuali su minori che mi dicono che non avranno mai una normale relazione adulta a causa di questo abuso. Racconto loro di quelli che dicono “Mi sono prostituito, sono caduto nella droga perché stavo cercando di sopprimere il male che mi è stato fatto da bambino”.

“E quella che mi è stata più eloquente, che descrivo in quasi tutte queste condanne, quando guardo negli occhi un imputato che piange perché gli sto dando una sentenza significativa. Quello che gli dico è ‘sai che c’è qualcuno che mi ha scritto e che mi ha detto che ha sviluppato agorafobia, non può uscire di casa perché pensa che tutti quelli che incontra l’avranno vista… Internet. Sono là fuori per sempre, nel momento più vulnerabile della sua vita. E quindi è paralizzata.

“Racconto quella storia a ogni imputato di pedopornografia come parte delle mie condanne in modo che capiscano cosa hanno fatto. Dico loro che c’è un mercato per questo tipo di materiale solo perché ci sono spettatori, che state contribuendo agli abusi sessuali su minori. E impongo una sentenza significativa. E tutte le restrizioni aggiuntive previste dalla legge.

“Queste persone guardano a 20, 30, 40 anni di supervisione. Non possono usare i loro computer in modo normale per decenni. Sto imponendo tutti questi vincoli perché capisco quanto sia significativo, quanto dannoso, quanto sia orribile questo crimine”.

Martedì, la rappresentante Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) ha criticato la difesa di Brown delle sue azioni, dicendo: “Non c’è un elettore nel paese, per non parlare di un genitore che vuole un giudice che andrà piano con i predatori di bambini”.


Esposto da Josh Hawley: Biden candidato catturato a proteggere pedofili e distributori di pornografia infantile



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

L’avvocato fa saltare il coperchio SCOTUS Scegli i “25 anni di storia di Ketanji Brown Jackson per sostenere una punizione minore dei predatori sessuali di bambini”


La lunga fedina penale di 25 anni della candidata alla Corte Suprema di Joe Biden, Ketanji Brown Jackson, rivela che ha a lungo sostenuto l’ammorbidimento della punizione per i predatori sessuali di bambini, avvocato e Articolo III Progetto ha spiegato il fondatore Mike Davis.

Apparendo lunedì nella “War Room” di Steve Bannon, Davis ha spiegato che i tentativi di sinistra di caratterizzare le critiche al discutibile record di Jackson come “diffamazioni” sono infondati, perché il lungo disco di Jackson parla da sé.

“Ketanji Brown Jackson ha una storia di 25 anni nel sostenere una punizione minore per i predatori sessuali di bambini”, ha detto Davis, notando per la prima volta la pubblicazione della Jackson’s Harvard Law School che sostiene che le leggi sul registro degli autori di reati sessuali sono incostituzionali.

Davis ha continuato sottolineando come, in qualità di vicepresidente della commissione per le sentenze, Jackson avesse incaricato la commissione di indagare sui casi di pornografia infantile, che costituiscono meno del 2% del casellario giudiziario federale.

“Ha preso di sua iniziativa l’esame di queste condanne federali per le persone che possiedono e distribuiscono materiale pedopornografico”, ha osservato, aggiungendo che sottolineare questi casi “non è una diffamazione”.

“È il suo record pubblico”, ha detto Davis. “Sono le sue dichiarazioni pubbliche, sono le trascrizioni delle sue udienze presso la Sentencing Commission.”

La Davis ha quindi delineato almeno 7 casi in cui Jackson come giudice federale è stato morbido con i predatori sessuali sui bambini, incluso “un caso in cui il ragazzo avrebbe dovuto finire fino a 120 anni di prigione – gli ha dato 3 mesi”.

Anche la sinistra ci ha provato screditare e diffamare il recente thread su Twitter del senatore Josh Hawley descrivendo in grande dettaglio i precedenti casi di Jackson che mostrano la sua clemenza nei confronti dei predatori sessuali di bambini.

La Davis ha affermato che i Democratici “avrebbero dovuto trovare” questi aspetti discutibili del record di Jackson prima di chiederne la conferma, e ha notato che il presidente della commissione giudiziaria del Senato Dick Durbin (D-Ill.) ha deliberatamente “nascosto il suo record”.

“Sta nascondendo il fatto che lei ha fatto questa difesa alla commissione di condanna”, ha spiegato Davis. “Abbiamo le sue trascrizioni pubbliche. Dick Durbin si rifiuta di rilasciare i suoi documenti di routine dal suo tempo come vicepresidente della commissione per le sentenze.

Il primo giorno di SCOTUS di Jackson udienza di conferma ha avuto luogo lunedì — guarda l’udienza qui sotto:


ESCLUSIVO: Gavin McInnes avverte che Ketanji Brown Jackson potrebbe essere un pedofilo

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il senatore Josh Hawley cerca di ottenere l’uccisione del candidato a SCOTUS Ketanji Brown Jackson


Quella della Nazione Elie Mystal, un collaboratore regolare di MSNBC, ha accusato il senatore Josh Hawley (R-Mo.) di aver cercato di far “uccidere” Ketanji Brown Jackson, il candidato alla Corte Suprema di Joe Biden, per averla fatta notare indulgenza nei confronti di autori di reati sessuali nei casi precedenti.

Mystal ha sostenuto sabato su “Cross Connection” di MSNBC che il tentativo di Hawley di mettere in evidenza le discutibili sentenze di Jackson nei confronti dei reati sessuali era solo uno stratagemma per farla “uccidere”.

“[S]lui sarà confermato e lei sarà benvoluta mentre sarà confermata”, ha detto Mystal. “Quindi andare ai materassi contro di lei è una specie di perdita di tempo. Ma non voglio lasciare che la faccenda di Josh Hawley menti, perché ecco, sai, tipo – ecco dove ho bisogno che i Democratici si facciano avanti – perché quando cercano di diffamarla, ho bisogno che i Democratici si alzino e si difendano la sua voce altrettanto rumorosa come Lindsey Graham ha difeso presunto tentato stupratore Brett Kavanaugh.

“Ad esempio, ho bisogno di quel livello di energia da parte dei Democratici, specialmente quando vengono da lei con questi presunti problemi inventati sulla sua condanna per reati sessuali perché quello che sta facendo Josh Hawley, siamo molto chiari – cosa sta facendo Josh Hawley quando cerca di farlo, sta cercando di farla ammazzare,” ha continuato Mystal. “Sta cercando di fare violenza contro un candidato della Corte Suprema”.

Mystal ha poi bizzarramente fatto riferimento a come Jackson condannato un attivista anti-pedofilo che ha sparato con una pistola nella pizzeria Comet Ping Pong con sede a Washington nel 2016 come prova che in qualche modo è contraria alla pedofilia.

“[Y]sai come faccio a sapere che Josh Hawley sa di cosa tratta Pizzagate?” Ha aggiunto. «Perché indovina chi è il giudice che ha condannato il tizio del Pizzagate? Oh, quello era Ketanji Brown Jackson.

Hawley aveva evidenziato in un thread di Twitter mercoledì il modello preoccupante di Jackson di “lasciare fuori dai guai i criminali di pedopornografia” in numerosi casi.

“Il giudice Jackson ha un modello di lasciare fuori dai guai i criminali di pedopornografia per i loro crimini spaventosi, sia come giudice che come politico. Lo sostiene dai tempi della scuola di legge. Questo va al di là del “crimine morbido”. Sono preoccupato che questo sia un record che mette in pericolo i nostri figli”, ha twittato, citando casi come Stati Uniti contro Chazin, Stati Uniti contro Cooper, Stati Uniti contro Downs, Stati Uniti contro Searse Stati Uniti contro Stewart.

“Nel Stati Uniti contro Cooper, in cui il criminale aveva più di 600 immagini e video e ne ha postati molti su un blog pubblico, le Linee guida prevedevano una condanna a 151-188 mesi. Il giudice Jackson ha stabilito 60 mesi, la pena più bassa possibile consentita dalla legge”, ha twittato Hawley.

“Nel Stati Uniti contro Downs, il criminale ha pubblicato più immagini su un’app di messaggistica istantanea anonima, inclusa l’immagine di un bambino di età inferiore ai 5 anni. Le linee guida raccomandavano 70-87 mesi. Il giudice Jackson gli ha dato la pena più bassa consentita dalla legge, 60 mesi”, ha detto in un altro tweet.

“In ogni singolo caso di pedopornografia di cui possiamo trovare documenti, il giudice Jackson ha deviato dalle linee guida federali sulle condanne a favore degli autori di pedopornografia”, ha aggiunto.


ESCLUSIVO: Gavin McInnes avverte che Ketanji Brown Jackson potrebbe essere un pedofilo



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Chi abbandonerà Spotify dopo? Si dice che il podcaster Brené Brown e Dave Grohl dei Foo Fighters si uniranno agli artisti che boicottano la piattaforma


Chi lascerà Spotify dopo?

Si dice che il podcaster Brené Brown, 56 anni, e Dave Grohl, 53, dei Foo Fighters, stiano seguendo Neil Young e Joni Mitchell fuori dalla piattaforma.

Mitchell si è unita a Young nel rimuovere la sua musica da Spotify in segno di protesta contro la promozione delle opinioni scettiche sui vaccini di Joe Rogan. Young si è scagliato contro l’outlet per aver ospitato The Joe Rogan Experience.

Brown ha annunciato sabato che non avrebbe prodotto più episodi dei suoi podcast Unlocking Us e Dare to Lead “fino a nuovo avviso”.

‘Non rilascerò alcun podcast fino a nuovo avviso. Alle nostre comunità #UnlockingUs e #DaretoLead, mi dispiace e ti farò sapere se e quando cambierà. Rimani goffo, coraggioso e gentile”, ha twittato. Non ha indicato il motivo per cui non stava più pubblicando episodi, ma Brown ospita i suoi podcast esclusivamente su Spotify.

Brown è l’autrice di sei bestseller del New York Times – The Gifts of Imperfection, Daring Greatly, Rising Strong, Braving the Wilderness , Dare of Lead e Atlas of the Heart – ed è nota per le sue ricerche su vulnerabilità, vergogna e leadership.

È stato anche ipotizzato che Grohl potrebbe seguire l’esempio di Young e Mitchell, ma finora questa rimane una voce su Internet. Sabato il gruppo era di tendenza su Twitter e gli utenti hanno notato che il frontman della band potrebbe “uccidere Spotify con “I’m out”.’

L’utente @WorldbeCray ha osservato: “Se Dave Grohl estrae i Foo Fighters da Spotify, sono fottuti _attraverso._”

Spotify ha perso 4 miliardi di dollari del suo valore finora nel 2022, perdendo il 25% del suo valore azionario la scorsa settimana.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La moneta “Let’s Go Brandon” è ora lo sponsor ufficiale del pilota NASCAR Brandon Brown



Una criptovaluta meme anti-Joe Biden appena coniata è diventata lo sponsor ufficiale dell’uomo dietro lo slogan “Let’s Go Brandon”.

Il pilota della NASCAR Brandon Brown ha annunciato giovedì che sarà sponsorizzato dal Andiamo Brandon Coin (LGBcoin.io) nella stagione 2022.

“La partnership segna l’ultima criptovaluta a sostegno di un pilota e di una squadra NASCAR, una tendenza in crescita non solo negli sport motoristici ma in tutti i campionati sportivi professionistici. Nel 2022, il pilota BMS Brandon Brown sfoggerà un’accattivante livrea rossa, bianca e blu con il logo e il marchio LGBcoin a bordo della sua Chevrolet Camaro n. 68 per tutte le 33 gare della stagione NXS”, Brandonbilt Motorsports disse in una dichiarazione.

“LGBcoin è una nuova criptovaluta meme decentralizzata simile ad altre monete e token meme come Dogecoin e Shiba Inu, che ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di oltre $ 300 milioni in meno di sei mesi. La moneta patriottica soprannominata “America’s Coin” mira a ispirare positività e unità, fondate su una forte convinzione del sogno americano”.

Lo stesso Brown ha affermato che la sponsorizzazione di LGBcoin.io gli consente di essere “il più competitivo possibile” ed è un buon seguito per diventare un “meme non intenzionale”.

“Avere il supporto finanziario di LGBcoin è incredibile, specialmente in un momento così cruciale per la crescita del nostro team mentre lavoriamo per costruire il livello successivo di concorrenza”, ha affermato Brown.

“Dalla domanda se avremmo avuto i mezzi finanziari per continuare a competere, alla mia prima grande vittoria (a Talladega nientemeno), al diventare un meme involontario, la scorsa stagione è stata un ottovolante. Il supporto di sponsor come LGBcoin ci consente di essere il più competitivi possibile e non vedo l’ora di gareggiare duramente in pista nel 2022″.

LGBCoin.io HODLer e fondatore di Typhoon Capital Management James Koutoulas si è detto “orgoglioso” di collaborare con Brown perché incarna la “storia americana di successo e perseveranza”.

“Siamo entusiasti di collaborare con Brandonbilt Motorsports e Brandon Brown per la stagione 2022 della NASCAR Xfinity Series”, ha affermato Koutoulas.

“Brandon non è solo un pilota di incredibile talento, ma anche un individuo premuroso e saggio oltre i suoi anni. Il suo impegno e la sua particolare attenzione alla sua professione sono fonte di ispirazione e la sua storia personale è una di quelle di cui possiamo essere tutti orgogliosi: una storia americana di successo e perseveranza. Brandon è davvero il pilota d’America”.

“Siamo orgogliosi di supportare Brandon in questa stagione, per aiutarlo a continuare il suo sogno americano”, ha aggiunto Koutoulas. “Se facciamo bene il nostro lavoro, quando pensi a noi e senti, ‘Let’s Go Brandon’, penserai e sentirai, ‘Let’s Go America’”.

Brown è diventato sinonimo di “Let’s Go Brandon” in ottobre quando un giornalista della NBC ha provato a coprire un canto “Fuck Joe Biden” insistendo che la folla stava effettivamente cantando “Let’s Go Brandon”.

“Let’s Go Brandon” ha da allora esploso in una delle più popolari manifestazioni di protesta contro l’establishment nella storia politica degli Stati Uniti.

Ad esempio, la scorsa vigilia di Natale, l’ex agente di polizia Jared Schmeck ha effettivamente convinto Joe Biden a dire “Let’s Go Brandon” durante una teleconferenza, provocando una violenta reazione da parte dei media e dei democratici, che chiamò lo slogan stesso un atto di “insurrezione”.

“’Let’s Go Brandon’ racchiude tutta la nostra frustrazione con Joe Biden, l’amministrazione, la mafia di sinistra, la cultura dell’annullamento, i media mainstream – sono quelli che hanno reso questa cosa una cosa”, Schmeck spiegato Lunedi.

Quanto tempo prima che la sinistra definisca questa sponsorizzazione NASCAR un atto di insurrezione?


Cinguettio: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

menti: @WhiteIsTheFury

Ottieni: @WhiteIsTheFury

Psicopatici dei media liberali formano Lynch-Mob su “Let’s Go Brandon”



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link