Archivi tag: biologiche

La Russia accusa gli Stati Uniti e l’Ucraina di condurre esperimenti segreti sulle armi biologiche



In una recente riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la delegazione russa ha chiesto perché gli Stati Uniti non stanno rispondendo alle accuse sulla creazione di laboratori di armi biologiche e sull’utilizzo di aria e acqua come vettori di diffusione.

“Specialisti ucraini, sotto la supervisione di colleghi americani, hanno regolarmente effettuato una raccolta di campioni d’acqua dai fiumi che scorrono attraverso l’Ucraina…lo scopo qui è di stabilire la presenza in essi di specifici agenti patogeni pericolosi, tra cui colera, tifo, epatite A ed E , e per valutare il modo in cui si diffondono attraverso l’acqua al fine di trarre conclusioni sulla capacità di questi agenti patogeni di inabilitare”, ha affermato l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vasily Nebenzya.

“Poi le raccolte di questi campioni sono state inviate negli Stati Uniti. Abbiamo una domanda logica: perché? Perché una raccolta di agenti patogeni pericolosi viene raccolta dagli Stati Uniti che potrebbero poi diffondersi attraverso le acque di questa regione?”

“…i risultati di questo esperimento scientifico potrebbero essere utilizzati per creare una catastrofe biologica, non solo in Russia, ma nel complesso attraverso le acque dell’Azov e del Mar Nero e nell’Europa orientale”, ha aggiunto.


Survival Shield X-2 Nascent Iodio è tornato al 25% di sconto! Porta la tua funzione cellulare al livello successivo oggi!


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Germania è coinvolta in ‘attività biologiche militari’ in Ucraina – Russia


Intervista al Direttore del Dipartimento Informazione e Stampa del Ministero degli Esteri Maria Zakharova

Domanda: Si è saputo che durante l’operazione militare speciale in Ucraina le truppe russe hanno scoperto nuovi documenti sulle attività biologiche militari in Ucraina. Puoi parlarne in modo più dettagliato?

Maria Zakharova: A seguito dell’operazione militare speciale in Ucraina (SMO), le forze armate russe hanno trovato documenti che fanno luce sul programma bio-militare attuato dal Dipartimento della Difesa statunitense in Ucraina. I ricercatori del programma stavano studiando i patogeni più pericolosi: potenziali agenti biologici per armi biologiche che hanno obiettivi naturali sia in Ucraina che in Russia. Stavano anche studiando i modi in cui le epidemie si diffondevano sulla base di questi agenti. La portata del lavoro rende evidente che una parte considerevole, e probabilmente la più importante, delle informazioni sul programma militare americano rimane nascosta alla comunità internazionale.

Parlando a un’audizione della commissione per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti il ​​9 marzo 2022, il sottosegretario di Stato per gli affari politici, Victoria Nuland, ha affermato che Washington stava cercando di impedire il trasferimento di alcuni materiali di ricerca dai bio-laboratori ucraini alle forze russe. Durante i briefing con la stampa del 7, 10, 17, 24 e 31 marzo, il capo delle forze di difesa dalle radiazioni, chimiche e biologiche delle forze armate russe Igor Kirillov ha descritto le attività biomilitari statunitensi in Ucraina, sulla base delle informazioni ottenute durante l’SMO in Ucraina dalle forze armate russe. Ha anche formulato conclusioni basate sull’analisi di esperti. I ricercatori continuano a studiare questi materiali.

Domanda: Cosa sta facendo la Russia per assicurarsi che gli Stati Uniti forniscano chiarimenti sulla sua cooperazione biologica militare con l’Ucraina?

Maria Zakharova: La Russia ha reso pubblici i fatti finora emersi all’ONU e ad altre organizzazioni internazionali e ha invitato le autorità statunitensi a fornire spiegazioni dettagliate, ma, prevedibilmente, Washington non sembra essere pronta a condividere con il pubblico alcuna informazione significativa sul suo programma biologico militare in Ucraina.

Inoltre, chiaramente, la Casa Bianca ritiene che l’offesa sia la migliore difesa e ha lanciato l’ennesima campagna di propaganda incentrata sulla falsa affermazione che gli sforzi del nostro Paese per attirare l’attenzione della comunità internazionale sulle attività dei biologi militari statunitensi in Ucraina non sarebbero nulla. più di una cortina fumogena, che, dicono, Mosca cercherà di utilizzare per coprire il potenziale uso di armi biologiche o chimiche durante l’operazione militare speciale condotta dalle forze armate russe.

Questo rozzo tentativo degli Stati Uniti di distogliere l’attenzione pubblica da questa pericolosa questione esplosiva dei laboratori biologici controllati dagli Stati Uniti in Ucraina e di affogarla in questa “sensazione apocalittica” è stato – a prima vista inaspettatamente – fortemente sostenuto dalla leadership politica tedesca. Un certo numero di importanti politici e alti funzionari tedeschi, tra cui il Cancelliere federale tedesco Olaf Scholz, hanno rilasciato dichiarazioni che imitano la narrativa degli Stati Uniti sotto forma di giuste minacce e avvertimenti diretti alla Russia. La posizione verbale proattiva ufficiale di Berlino rimane in linea con la strategia che ha perseguito da tempo nel contesto della crisi ucraina (che non è utile per risolverla ora e che in precedenza ha portato il processo di Minsk in un vicolo cieco con la sua deliberata inclinazione pro-Kiev), ma si distingue comunque per il suo palese cinismo nei confronti del flusso generale di retorica anti-russa che è venuta dalla Germania nelle ultime settimane. Innanzitutto, in considerazione della circostanza chiave che già prima che le Forze armate russe iniziassero questa speciale operazione militare, la Germania, insieme agli Stati Uniti, conduceva da molti anni vigorose attività biologiche militari in Ucraina e, forse, continua a farlo . Crediamo fermamente che questo sia in gran parte ciò che motiva la Germania ad essere più attiva, rispetto ad altri paesi dell’UE, nei suoi tentativi di attribuire al nostro paese piani criminali riguardanti l’uso di armi biologiche e chimiche in Ucraina e nelle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, che non sono stati ancora liberati.

Domanda: Ci sono ulteriori dettagli sulle attività biologiche militari tedesche in Ucraina?

Maria Zakharova: Per farvi capire meglio la situazione, citerò i seguenti fatti. Dal 2013, sotto l’egida del Ministero degli Esteri federale tedesco, il governo tedesco ha implementato il programma tedesco di biosicurezza (GBP) che include progetti di partenariato con agenzie governative e organizzazioni di ricerca nei paesi interessati, di cui l’Ucraina è entrata a far parte nel 2014, anno di Maidan. Specialisti tedeschi dell’Istituto di microbiologia delle forze armate tedesche (Monaco di Baviera), dell’Istituto Friedrich Loeffler (isola di Greifswald-Riems), dell’Istituto Bernhard Nocht per la medicina tropicale (Amburgo) e dell’Istituto Robert Koch (Berlino), specializzati nella ricerca di agenti biologici, sono impegnati in attività pratiche.

Secondo il Ministero degli Esteri federale tedesco, la terza fase della GBP sarà implementata nel 2020-2022. Possiamo dedurre dai materiali pubblicamente disponibili che gli obiettivi tecnici dichiarati del GBP includono, tra gli altri, la raccolta di informazioni sull’epidemia in paesi terzi, anche con l’uso della tecnologia dei big data, e lo sviluppo dell’infrastruttura dei paesi partner per la gestione di agenti biologici pericolosi.

L’Istituto di medicina veterinaria sperimentale e clinica di Kharkov è dal 2016 l’Istituto di microbiologia della principale controparte ucraina delle forze armate tedesche, come sappiamo dai suoi stessi dati. I due istituti collaborano nell’ambito del progetto ucraino-tedesco intitolato “Iniziativa sulla sicurezza biologica e la difesa biologica nella gestione dei rischi zoonotici ai confini esterni dell’Unione europea”. Il fatto che il suo obiettivo ufficiale sia quello di “migliorare la situazione della difesa e della sicurezza biologica” in Ucraina, “in particolare nell’est del paese” fa sorgere la domanda retorica di quale confine i biologi militari tedeschi considerino un confine esterno ai fini della loro interessi professionali. È il confine russo-ucraino?

L’Istituto di microbiologia afferma nei suoi materiali che il progetto è correlato alla “potenziale minaccia del terrorismo biologico” in Ucraina nel mezzo delle ostilità senza fine nelle regioni orientali di quel paese. È chiarissimo che questo è un modo per inviare un sottile messaggio sul possibile “coinvolgimento” di DPR e LPR nei piani di schiusa per l’uso di armi biologiche proibite a livello internazionale. In tal modo, l’esercito tedesco ha deliberatamente intimidito le sue controparti ucraine per molto tempo e, di fatto, le ha contrapposte psicologicamente alle repubbliche del Donbass. Gli esperti ucraini di sicurezza biologica partecipano invariabilmente alle conferenze sulla biodifesa medica che si tengono regolarmente presso l’Istituto di microbiologia delle forze armate tedesche.

Ovviamente, per garantire protezione contro un potenziale attacco biologico, è necessario prima studiare i potenziali agenti biologici con cui può essere realizzato. In altre parole, è necessario condurre ricerche nel campo delle armi biologiche o chimiche. Le Forze armate tedesche (AFG) hanno sufficienti conoscenze e abilità pratiche in questo settore, come è stato dimostrato dallo scandaloso incidente con il misterioso avvelenamento del blogger Alexey Navalny. Gli specialisti dell’Istituto di Farmacologia e Tossicologia dell’AFG – un’istituzione militare alleata dell’Istituto di microbiologia dell’AFG – avrebbero rilevato molto rapidamente nel corpo del cittadino russo tracce di una tossina militare che la NATO elenca nella famiglia Novichok. Un livello così elevato di esperienza – se, ovviamente, tutte le affermazioni fossero effettivamente accurate – suggerisce che l’AFG è in grado di sintetizzare sostanze tossiche in modo indipendente, compreso il famigerato Novichok e i suoi marcatori.

L’istituto tedesco Friedrich Loeffler, responsabile del centro per lo studio dei virus più pericolosi e delle infezioni zoonotiche sull’isola baltica di Riems, mantiene una collaborazione attiva con l’Istituto statale di ricerca di diagnostica di laboratorio e competenza veterinaria-sanitaria ucraino (Kiev), l’Istituto statale di controllo scientifico di biotecnologia e ceppi di microrganismi (Kiev) e anche con l’Istituto di medicina veterinaria sperimentale e clinica (Kharkov) che collabora parallelamente con l’Istituto di microbiologia AFG. In Ucraina, il Friedrich Loeffler Institute si è concentrato sulla febbre emorragica della Crimea-Congo. Scienziati sovietici lo scoprirono per la prima volta sul territorio della Crimea russa nel 1944. Esistono prove documentate che l’istituto abbia incaricato i suoi partner ucraini di raccogliere campioni di ectoparassiti destinatari di pipistrelli che furono trasferiti nella suddetta isola di Reims in base agli accordi esistenti .

Il Bernhard Nocht Institute for Tropical Medicine ha concentrato le sue attività in Ucraina su febbri estremamente pericolose: Denge, Chikungunya, West Nile e Usutu, solo per citarne alcune.

Queste informazioni sulle attività biomilitari della Germania in Ucraina sono tutt’altro che esaustive. Non si può escludere che, con l’avanzare dell’operazione militare speciale, ulteriori documenti verranno scoperti dalle forze armate russe. Secondo rapporti confermati, la Germania ha coordinato strettamente il suo lavoro sulla sicurezza biologica con i suoi alleati americani che hanno creato una rete di almeno 30 laboratori biologici in Ucraina. Oltre alle loro altre attività, erano coinvolti in ricerche pericolose.

Esortiamo i funzionari tedeschi a smettere immediatamente di diffondere false accuse sulle intenzioni del nostro Paese di usare armi vietate dal diritto internazionale. Crediamo che tali affermazioni possano servire solo a spingere i battaglioni neonazisti a commettere orribili provocazioni e la responsabilità morale delle loro tragiche conseguenze sarà condivisa da Berlino.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Chi sono gli americani che coordinano la ricerca sulle armi biologiche nei laboratori ucraini?


Nel mezzo della sua operazione speciale in corso in Ucraina, le forze russe hanno scoperto biolab operati dagli Stati Uniti nel paese che effettuano ricerche sui patogeni pericolosi. Mentre Washington inizialmente ha cercato di negare la loro esistenza, in seguito lo hanno confermato, ma hanno affermato che le attività dei laboratori erano insignificanti.

Il Ministero della Difesa russo (MoD) ha rivelato nuovi documenti giovedì che era stato sequestrato dalle forze russe nell’Ucraina orientale, comprese le corrispondenze tra Il finanziere americano Hunter Biden – il figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden – e figure coinvolte nella ricerca biologica in Ucraina, che an sua impresa di investimento aiutato a finanziare.

I documenti hanno rivelato l’intenzione di creare un “deposito centrale di microrganismi particolarmente pericolosi a Kiev”, secondo il portavoce del Ministero della Difesa russo, il Magg. Gen. Igor Konashenkov, nonché modi per distribuire agenti biologici tramite droni.

Le e-mail hanno rivelato i nomi di diverse figure americane centrali nei progetti di ricerca biologica delle aziende Metabiota e Black & Veatch, nonché funzionari della Defense Threat Reduction Agency (DTRA) degli Stati Uniti. Quelli nominati includono:

Roberto Papa

Pope è stato vicedirettore delle operazioni, della preparazione e delle esercitazioni presso la DTRA dal 2017 al 2020. In precedenza ha ricoperto vari incarichi presso l’US Air Force European Command (USAFE), il US Central Command (USCC) e il Pentagono. Il Papa ha partecipato allo sviluppo di procedure radiochimiche per il monitoraggio dei trattati internazionali nel campo delle armi nucleari (Centro di Applicazione Tecnica dell’Aeronautica Militare).

Le e-mail pubblicate hanno rivelato una corrispondenza tra il Papa e il ministro della salute ad interim dell’Ucraina tra il 2016 e il 2019, Ulana Suprun, nata in America, che si è recata in Ucraina per partecipare al colpo di stato sostenuto dagli Stati Unitinel 2014.

Rhys M. Williams

Williams ha assunto Pope come direttore ad interim di DTRA nel 2020, essendo stato in precedenza direttore dello sviluppo, test e valutazione dell’agenzia. Ha guidato il programma del Dipartimento della Difesa per sviluppare capacità per rilevare, localizzare e neutralizzare armi di distruzione di massa straniere e ordigni esplosivi improvvisati. Williams ha anche lavorato come assistente vice amministratore per la non proliferazione presso la National Nuclear Security Administration (NNSA) del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, l’organizzazione responsabile dell’arsenale di armi nucleari del paese.

Giovanna Wintrol

Wintrol ha diretto i progetti DTRA in Ucraina fino al 2021 presso l’Ambasciata degli Stati Uniti presso l’Ufficio per la riduzione delle minacce alla difesa di Kiev.

Le e-mail pubblicate dal Ministero della Difesa hanno rivelato che ha supervisionato direttamente esperimenti con agenti patogeni mortali, tra cui il progetto UP-2 per “mappatura di malattie altamente infettive in Ucraina”, compreso l’antrace; il progetto UP-4, descritto come una “valutazione del rischio di agenti patogeni particolarmente pericolosi trasmessi dagli uccelli in Ucraina durante la migrazione”; il progetto UP-8 studiando la “diffusione del virus della febbre emorragica Crimea-Congo e degli hantavirus in Ucraina e la potenziale necessità di una diagnosi differenziale di pazienti con sospetta leptospirosi. Documenti rilasciati in precedenzaha mostrato che ha anche supervisionato Progetto P-782conducendo ricerche sulla trasmissione di malattie attraverso i pipistrelli.

Wintrol è passato a Chemical Security and Elimination (CSE) all’inizio del 2021. Secondo una pubblicazione DTRA, CSE era precedentemente noto come programma di eliminazione delle armi chimiche (CWE) e programma di distruzione di armi chimiche (CWD). Lo sforzo “è iniziato nel 1992 per costruire la capacità degli stati dell’ex Unione Sovietica (FSU) di ridurre la minaccia delle armi chimiche (CW) proteggendo ed eliminando le scorte di CW, le capacità di ricerca chimica e gli impianti di produzione, reindirizzando anche gli scienziati per scopi pacifici”, ha affermato l’agenzia.

Steven L. Edwards

Dal 2013, Edwards è da tempo CEO della società di ingegneria americana Black & Veatch appaltatore del Pentagono utilizzato per una varietà di compiti di costruzione. È stato con l’azienda dal 1978 ed era in precedenza il suo direttore operativo. Black & Veatch era noto da tempo per lavorare su progetti del Pentagono in Ucraina, ma i documenti sequestrati dalle forze russe all’inizio di questo mese ha rivelato il lavoro dell’azienda nella supervisione dei programmi biologici lì, compreso il progetto UP-8 precedentemente menzionatostudiando la febbre emorragica della Crimea-Congo, la leptospirosi e gli hantavirus.

Lance Lippencott

È project manager in Ucraina per Black & Veatch dal 2011 e coordinatore del progetto biologico. Nell’agosto 2021, ha detto al Giornale commerciale di Kansas City che il suo lavoro sugli agenti biologici presenti nell’aria in Ucraina ha aiutato Black & Veatch a sviluppare un dispositivo per purificare l’aria dalle particelle del virus SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19. Lippencott si è laureato all’Accademia militare dell’esercito americano a West Point.

In uno dei documenti pubblicati dal Ministero della Difesa, un rapporto del Servizio di sicurezza della regione ucraina di Kherson ha fatto riferimento a “una potenziale minaccia alla situazione epidemiologica ed epizootica nel nostro Paese che è recentemente emersa a seguito delle intenzioni di DTRA attraverso Black & Guarda a stabilire il controllo sul funzionamento dei laboratori microbiologici ucraini che conducono ricerche su agenti patogeni particolarmente pericolosi che possono essere utilizzati per creare o potenziare nuovi tipi di armi biologiche”. Un altro documento di Lippencott al Ministero della Difesa ucraino riguarda l’estensione di il progetto UP-8 menzionato sopra.

David Mustra

“I problemi di biomonitoraggio e trasferimento di informazioni sono stati supervisionati da David Mustra, che è strettamente associato a un altro appaltatore del Pentagono, Metabiota”, ha affermato Konashenkov. “In precedenza, ha guidato bio-progetti militari in Ucraina e nell’Europa orientale nell’ambito del programma di riduzione delle minacce cooperative”.

Maria Guttieri

Con un dottorato in microbiologia presso UMass Amherst, Guttieri è stato Executive Vice President di Metabiota dal 2014 al 2019 e in precedenza è stato vicepresidente della Science & Technology Administration. Attualmente è la scienziata capo presso Labyrinth Global Health. In Ucraina, Guttieri è stata l’integratore di progetti di ricerca per il programma di biologia statunitense e ha supervisionato l’esecuzione di progetti biologici relativi alla ricerca sugli animali come vettori di malattie.

Nita Madhav

Madhav è l’amministratore delegato di Metabiota dal 2019. È specializzata in epidemiologia e pandemie e ha un dottorato di ricerca in sanità pubblica. Tuttavia, secondo il Ministero della Difesa russo, nei documenti non c’erano informazioni sulla sua supervisione di programmi biologici specifici in Ucraina.

Scott Thornton

Thorton è stato microbiologo senior di Metabiota e coordinatore di start-up di laboratorio tra il 2006 e il 2016. In precedenza ha trascorso 20 anni nella Marina degli Stati Uniti, dove ha lavorato come microbiologo ricercatore e capo del dipartimento di valutazione delle minacce della Marina. Secondo il suo CVThornton ha svolto il suo lavoro in strutture segrete, inclusa una al Cairo, in Egitto, e “ha condotto ricerche su agenti patogeni di rilevanza militare, in particolare patogeni enterici”.

In Ucraina, Thornton ha fornito consulenza al personale locale su agenti patogeni altamente pericolosi e su altre questioni relative a malattie epidemiche nei progetti DTRA e ha coordinato l’aggiornamento dei laboratori di riferimento in Ucraina per livello di biosicurezza 3 (BSL-3)che vengono utilizzati per studiare agenti infettivi o tossine che possono essere trasmesse attraverso l’aria e causare infezioni potenzialmente letali.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il film documentario espone i laboratori di armi biologiche statunitensi nell’Europa orientale nel 2018


Un esplosivo film documentario del 2018 di Al Mayadeen Documentaries descrive in dettaglio il finanziamento segreto statunitense della ricerca sulle armi biologiche che utilizzano agenti patogeni pericolosi nell’Europa orientale.

Nonostante i media mainstream e il governo degli Stati Uniti abbiano negato il coinvolgimento in queste operazioni clandestine, questo documentario sembra confermare quello della Russia accuse di strutture biolab sostenute dal Pentagono a portata di mano.

La giornalista bulgara Dilyana Gaytandzhieva, che ha ricevuto documenti trapelati dettagliati nel documentario, descrive il film come segue:

L’ambasciata americana a Tbilisi [Georgia] è coinvolto nel traffico di sangue umano congelato e agenti patogeni come carico diplomatico per un programma militare segreto.

Documenti interni, trapelati alla giornalista bulgara Dilyana Gaytandzhieva da insider georgiani, implicano scienziati statunitensi nel trasporto e nella sperimentazione di agenti patogeni sotto copertura diplomatica.

Secondo questi documenti, gli scienziati del Pentagono sono stati dispiegati nella Repubblica di Georgia e hanno ottenuto l’immunità diplomatica per la ricerca su malattie mortali e insetti pungenti presso il Lugar Center, il biolaboratorio del Pentagono nella capitale della Georgia, Tbilisi.

In particolare, i documenti del governo degli Stati Uniti lo confermano coronavirus simili a SARS-CoV-2 sono stati tra i patogeni studiati in alcuni di questi biolab in Georgia dal 2017.

Nonostante il sottosegretario del Dipartimento di Stato americano Victoria Nuland confermando l’esistenza di biolab segreti sostenuti dagli Stati Uniti in Ucraina all’inizio di questo mese, il Pentagono e Amministrazione Biden mantenere l’affermazione smentita che gli Stati Uniti non hanno alcun coinvolgimento nella ricerca sulle armi biologiche nella regione.

In effetti, le prove sono così schiaccianti che gli Stati Uniti abbiano finanziato queste strutture di ricerca biologica clandestine che la Russia convocato una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la scorsa settimana, in cui numerosi paesi hanno espresso la loro preoccupazione per il coinvolgimento degli Stati Uniti in questi biolab.


NEMICI DENTRO

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

I laboratori bio ucraini potrebbero aver creato armi biologiche



Nuove informazioni sulla storia dei bio-laboratori ucraini che alcuni politici e media fanno ancora finta che non esistano.

Non solo esistono, ma abbiamo nuove informazioni esclusive su ciò che è stato trovato all’interno di quei laboratori e informazioni che indicano che il contenuto di quei laboratori potrebbe essere stato utilizzato per creare armi biologiche.


Nuove informazioni esclusive: i laboratori bio ucraini potrebbero aver creato armi biologiche – offerto da sovran.media


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

La Cina amplifica le affermazioni russe sulla ricerca segreta statunitense sulle armi biologiche in Ucraina


La Cina ha amplificato le affermazioni russe, respinte come “disinformazione” in Occidente, secondo cui gli Stati Uniti hanno una rete di laboratori biologici in Ucraina che vengono utilizzati per ricercare come diffondere agenti patogeni attraverso gli animali.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti insiste sul fatto che i biolab segreti sono puramente focalizzati sulla “protezione delle armi biologiche sovietiche dell’era della Guerra Fredda”, sebbene ciò non abbia impedito che le accuse volteggiassero su scopi più nefasti.

Tali preoccupazioni sono state rafforzate dopo che il sottosegretario di Stato Victoria Nuland ha espresso il timore che i laboratori sarebbero caduti nelle mani di Vladimir Putin.

“Ora siamo in effetti piuttosto preoccupati che le truppe russe, le forze russe, possano cercare di ottenere il controllo [those labs]quindi stiamo lavorando con gli ucraini su come possono impedire che uno qualsiasi di quei materiali di ricerca cada nelle mani delle forze russe se si avvicinano”, ha affermato Nuland.

Ciò ha spinto il giornalista Glenn Greenwald a notare che Nuland aveva “distrutto… ogni speranza di descrivere tali” strutture “come benigne o banali”.

Ora Pechino ha alzato la posta amplificando le affermazioni russe secondo cui i laboratori fanno parte di un programma di ricerca segreto sulla guerra biologica.

Tali affermazioni stanno circolando in vista di un incontro cruciale tra Yang Jiechi, il massimo funzionario di politica estera cinese, e Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, dopo che è stato riferito che la Russia aveva chiesto alla Cina equipaggiamento militare.

“Xinhua, l’agenzia di stampa ufficiale statale, domenica ha pubblicato una “indagine satellitare”, pubblicando immagini satellitari di presunti laboratori statunitensi identificati dalla Russia. La Xinhua ha ripetuto le affermazioni russe secondo cui gli Stati Uniti stavano cercando di imparare come diffondere agenti patogeni attraverso gli animali”, riferisce il Financial Times.

“Il Global Times, un tabloid nazionalista, ha pubblicato una storia basata su un articolo pubblicato sul quotidiano russo Izvestia, in cui un ex funzionario ucraino senza nome affermava che l’Ucraina aveva una rete di strutture di ricerca militare sotto la supervisione dei suoi servizi di sicurezza e modernizzata da gli Stati Uniti.”

Zhang Jun, l’inviato permanente della Cina presso le Nazioni Unite, ha anche cercato di screditare le affermazioni degli Stati Uniti secondo cui le affermazioni sui biolab erano prive di merito, insistendo sul fatto che “le preoccupazioni sollevate dalla Russia dovrebbero essere adeguatamente affrontate”.

“Gli Stati Uniti dicono sempre di sostenere la trasparenza. Se ritengono che le informazioni rilevanti siano false, possono semplicemente fornirci dati rilevanti per chiarimenti, in modo che la comunità internazionale possa trarre una conclusione da sola”, ha affermato Zhang.

Secondo Pechino, le attività militari biologiche statunitensi in Ucraina rappresentano “solo la punta dell’iceberg”.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni accesso anticipato, contenuti esclusivi e contenuti dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il Dipartimento di Stato afferma che la Russia potrebbe utilizzare i biolab ucraini finanziati dal Pentagono per scatenare la “falsa bandiera” di armi biologiche


Le forze russe potrebbero utilizzare le strutture di ricerca biologica sostenute dagli Stati Uniti per lanciare una “falsa bandiera” di armi biologiche se ne ottengono il controllo, ha avvertito Victoria Nuland, insider del Dipartimento di Stato.

Nuland, il sottosegretario di Stato per gli affari politici, ha spiegato martedì alla commissione per le relazioni estere del Senato che il governo federale sta lavorando con il governo ucraino per impedire alla Russia di tentare di ottenere il controllo dei numerosi biolab finanziati dal Pentagono in Ucraina.

“L’Ucraina ha strutture di ricerca biologica di cui in realtà ora siamo piuttosto preoccupati che le forze russe possano cercare di ottenere il controllo, quindi stiamo lavorando con gli ucraini su come possono impedire che uno qualsiasi di quei materiali di ricerca cada nelle mani delle forze russe dovrebbero si avvicinano,” ammise Nuland.

Il senatore Marco Rubio (R-Fla.) ha chiesto a Nuland se fosse a conoscenza dell’abbandono della Russia “propaganda” affermando di aver scoperto un “complotto degli ucraini per rilasciare armi biologiche con il coordinamento della NATO”.

“Se c’è un incidente o un attacco con armi biologiche o chimiche all’interno dell’Ucraina, c’è qualche dubbio nella tua mente che al 100 percento ci sarebbero i russi dietro?” chiese Rubio.

Nuland ha risposto: “Non ho dubbi nella mia mente”.

“È la classica tecnica russa incolpare l’altro ragazzo di ciò che stanno pianificando di fare da soli”, ha aggiunto.

Ciò conferma ulteriormente l’esistenza di queste strutture clandestine sostenute dagli Stati Uniti in Ucraina, che sono state ampiamente respinte dal governo e dai media mainstream come un “teoria di cospirazione.”

Come abbiamo riportato, il sito Web ufficiale dell’ambasciata degli Stati Uniti di recente RIMOSSE tutte le prove dei bio-laboratori in Ucraina.

Inoltre, il governo russo ha accusato l’Ucraina di distruggere le prove di questi biolab e dei loro collegamenti con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e ha trasferito parte del materiale di ricerca fuori dall’Ucraina.

“Ovviamente, dopo il lancio delle operazioni militari speciali, il Pentagono ha avuto paura che gli esperimenti biologici segreti in Ucraina sarebbero stati smascherati”, ha affermato un portavoce della difesa russa.

“Condivideremo i risultati dell’analisi dei documenti che abbiamo ricevuto nel prossimo futuro. Alcuni di loro, in particolare le istruzioni del ministero della salute ucraino di distruggere gli agenti patogeni e i certificati di completamento dei biolaboratori di Kharkov e Poltava che stiamo pubblicando proprio ora”.

Infowars ha anche stabilito il collegamento tra il famiglia Biden corrotta e Google a questi biolab clandestini in Ucraina.

Questo viene in mezzo rapporti il governo russo ha preso di mira queste strutture di ricerca biologica in attacchi aerei chirurgici in tutta l’Ucraina.

Alex Jones spiega come il rilascio di un’arma biologica in Ucraina potrebbe essere la fonte della prossima pandemia mortale:


Twitter: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Laboratori di armi biologiche finanziati dal Pentagono in Ucraina



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

‘Io sono una donna!’ La nuotatrice trans UPenn Lia Thomas difende la competizione contro le donne biologiche


La nuotatrice transgender Lia Thomas ha difeso gareggiando nella categoria femminile e afferma che non le interessa vincere, nonostante pulisca regolarmente il pavimento con avversari che sono nate femmine.

Lia è passata da maschio a femmina e ora gareggia per la squadra femminile di UPenn.

La sua partecipazione alla squadra è stata ampiamente criticata da persone che affermano che ha un vantaggio fisico ingiusto.

In un’intervista a Sport Illustrati che è stato pubblicato giovedì, ha difeso il suo posto nella squadra.

Tuttavia, i genitori dei suoi compagni di squadra hanno detto alla rivista che sta “eliminando le donne dallo sport”.

‘Sono una donna, proprio come chiunque altro nella squadra. Mi sono sempre considerato solo un nuotatore. È quello che ho fatto per così tanto tempo; è ciò che amo.

La sua partecipazione alla squadra è stata ampiamente criticata da persone che affermano che ha un vantaggio fisico ingiusto.

In un’intervista a Sport Illustrati che è stato pubblicato giovedì, ha difeso il suo posto nella squadra.

Tuttavia, i genitori dei suoi compagni di squadra hanno detto alla rivista che sta “eliminando le donne dallo sport”.

‘Sono una donna, proprio come chiunque altro nella squadra. Mi sono sempre considerato solo un nuotatore. È quello che ho fatto per così tanto tempo; è ciò che amo.

Per saperne di più

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Perché il sito Web ufficiale dell’ambasciata degli Stati Uniti ha appena RIMOSSO tutte le prove dei laboratori di armi biologiche ucraine?


Il sito web ufficiale dell’ambasciata degli Stati Uniti di recente RIMOSSE tutte le prove dei bio-laboratori in Ucraina. Questi laboratori biologici sono finanziati e gestiti congiuntamente dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD).

I documenti di laboratorio erano di dominio pubblico fino al 25 febbraio 2022. Questi documenti includono importanti dettagli di costruzione, finanziamento e permessi per i laboratori di armi biologiche in Ucraina. Ma ora il governo degli Stati Uniti sta cancellando questi documenti da Internet e sta diventando meno trasparente con queste informazioni critiche.

Ciò arriva in un momento in cui la popolazione mondiale si sta rendendo conto della realtà della ricerca sulle armi biologiche con guadagno di funzione, delle perdite di laboratorio e dello sviluppo diagnostico e di vaccini predatori. Questi bio-laboratori generano patogeni del potenziale pandemico che sfruttano il sistema immunitario umano e sono la base da cui hanno origine la frode medica, la negligenza, la morte indotta da vaccini e il genocidio.

L’esistenza di questi laboratori di armi biologiche potrebbe avere qualcosa a che fare con la “missione militare speciale” della Russia? Per anni, La Russia ha accusato gli Stati Uniti di sviluppare armi biologiche vicino ai suoi confini. I russi stanno attualmente raccogliendo prove da questi laboratori? Qual è lo stato attuale di queste strutture? E se la Russia non stesse conducendo un’invasione e un’occupazione imperialista dell’Ucraina, una realtà che è stata propagata dai media occidentali? E se la Russia stesse invece prendendo di mira i sindacati criminali internazionali e inseguendo elementi criminali nel governo ucraino che hanno danneggiato il popolo ucraino e altri in tutto il mondo?

Gli Stati Uniti hanno creato una vasta rete di bio-laboratori in Ucraina e stanno cancellando i dettagli dalla rete

Il DOD statunitense ha finanziato almeno 15 diversi bio-laboratori in Ucraina. Questi non sono bio-laboratori cinesi o russi. Almeno otto di questi sono laboratori di armi biologiche gestiti esclusivamente dagli Stati Uniti. Questi laboratori “consolidano e proteggono agenti patogeni e tossine preoccupanti per la sicurezza” per condurre “misure di biosicurezza, biosicurezza e biosorveglianza potenziate” attraverso “partenariati di ricerca internazionali”. Ogni struttura costa ai contribuenti statunitensi da $ 1,8 a oltre $ 3 milioni. Il DOD ha facilitato il processo di autorizzazione per consentire agli scienziati ucraini di lavorare con agenti patogeni potenzialmente pandemici.

Il DOD degli Stati Uniti lavora direttamente con il Ministero della Salute ucraino, il Servizio statale dell’Ucraina per la sicurezza alimentare e la protezione dei consumatori, l’Accademia nazionale delle scienze agrarie e il Ministero della difesa. Questa rete di bio-laboratori comprende strutture a Odessa, Vinnytsia, Uzhgorod, Lviv, Kiev, Kherson, Ternopil, Crimea, Luhansk e due strutture sospette a Kharkiv e Mykolaiv.

Negli ultimi anni, molti di questi laboratori hanno raggiunto lo stato di biosicurezza di livello 2, consentendo agli scienziati di sperimentare virus e batteri. Negli ultimi due anni, questi laboratori, in collaborazione con il Ministero della Difesa ucraino, hanno eretto altri quattro laboratori mobili per condurre la sorveglianza epidemiologica del popolo ucraino. Questi laboratori fanno parte di un gruppo di lavoro multinazionale che crea reti di sorveglianza delle malattie che “rafforzano la sicurezza sanitaria globale”.

Fino al 25 febbraio 2022, l’esistenza e i dettagli di questi laboratori di armi biologiche erano di dominio pubblico. L’ambasciata degli Stati Uniti aveva precedentemente divulgato le posizioni ei dettagli di questi laboratori in una serie di file PDF online. Il 26 febbraio 2022, il sito web ufficiale dell’ambasciata ha chiuso i collegamenti a tutti i 15 laboratori di armi biologiche. Tutti i documenti associati a questi laboratori sono stati rimossi da Internet. Se si fa clic su uno qualsiasi dei collegamenti, i file PDF non sono più disponibili. Per fortuna, questi file sono stati archiviati e sono ancora accessibili. Cosa sta cercando di nascondere l’ambasciata americana?


La Russia ha colpito chirurgicamente 8 laboratori segreti degli Stati Uniti in Ucraina?

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Le e-mail trapelate di Hillary Clinton rivelano preoccupazioni per le “armi biologiche” create nel laboratorio di Wuhan


Le e-mail del Dipartimento di Stato trapelate rivelano che Hillary Clinton era a conoscenza dei pericoli del Wuhan Institute of Virology della Cina comunista mentre era Segretario di Stato.

I cablogrammi del Dipartimento di Stato del giugno 2009 ottenuto di WikiLeaks rivelano che Clinton ha avvertito la Francia che le attività di guadagno di funzione presso il laboratorio di Wuhan potrebbero causare “preoccupazioni per la proliferazione delle armi biologiche”.

I cablogrammi sono stati inviati a tutte le ambasciate dei paesi membri prima del Gruppo Australia sessione plenaria a Parigi dal 21 al 25 settembre 2009.

L’Australia Group è un forum internazionale di controllo delle esportazioni “informale” creato per prevenire la diffusione di tecnologie e ricerche che potrebbero contribuire allo sviluppo di armi chimiche e biologiche.

“Riteniamo che sia importante concentrarsi sulle tecnologie chimiche e biologiche emergenti, sulle tendenze nel commercio di beni e sulle minacce legate alla CBW”, ha affermato l’ex segretario Clinton.

Direttamente in Francia, l’e-mail continua: “Gli Stati Uniti ritengono che i partecipanti trarrebbero vantaggio dall’aver sentito parlare del tuo esperienze di assistenza alla Cina nella creazione di un laboratorio di livello di biosicurezza 4 (BSL-4) presso l’Istituto di virologia di Wuhan dal punto di vista del controllo delle esportazioni e del trasferimento di tecnologia immateriale”.

“Siamo particolarmente interessati a sapere come la Cina intende controllare i ricercatori stranieri in arrivo da paesi preoccupati per la proliferazione delle armi biologiche”, ha aggiunto Clinton.

Clinton ha anche chiesto ai membri del gruppo australiano di consegnare informazioni relative al programma di armi chimiche e biologiche della Cina.

Gli Stati Uniti ritengono che i membri dell’AG sarebbero interessati a qualsiasi informazione che è possibile condividere relativa a Cina e Corea del Nord, in particolare informazioni relative a:

– China’s Institutes of Biological Products (sedi a Pechino e Wuhan), per includere l’analisi delle immagini dall’alto, se possibile.

– Le tue percezioni sulle attività di proliferazione CBW da parte di entità cinesi.

– Le tue percezioni sugli sforzi del governo cinese per far rispettare le sue regole di controllo delle esportazioni.

Hillary conclude il cablo firmando CLINTON in fondo.

42 nazioni fanno parte del Gruppo Australia, che comprende le nazioni Five Eyes di Canada, Regno Unito, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Australia.

La Cina comunista in particolare non fa parte del gruppo.

Clinton non ha mai parlato pubblicamente di queste e-mail dallo scoppio della pandemia di COVID.

In effetti, Clinton ha affermato nel marzo 2021 che affermare che SARS-Cov-2 trapelato dall’Istituto di virologia di Wuhan era “razzista”, accusandoli di attacchi contro gli asiatici-americani.

Ma queste e-mail suggeriscono che Clinton sapeva molto di più sul laboratorio di Wuhan e non ha fatto nulla per affrontare le sue rischiose ricerche come Segretario di Stato.


Cinguettio: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

menti: @WhiteIsTheFury

Ottieni: @WhiteIsTheFury

Informatore di armi biologiche del PCC: “Mio marito ha cercato di uccidermi”



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Benvenuti all’inferno climatico delle armi biologiche del G20 delle Nazioni Unite!



Come CNN ha dichiarato: “L’ONU avverte che il mondo rischia di diventare ‘un inferno inabitabile’ per milioni di persone a meno che i leader non intraprendano un’azione per il clima”, l’élite sta facendo di tutto.

Sulla scia del lockdown per il covid, stanno già avviando la prossima fase del loro piano totalitario.

Il cambiamento climatico sarà utilizzato per fratturare ulteriormente la civiltà in innumerevoli greggi di pecore che implorano di conformarsi alla follia del controllo psicotico dell’élite.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link

Il piano cinese per il dominio delle armi biologiche sta accelerando



Il dottor Li-meng Yan ci ha messo in guardia dall’inizio della pandemia.

Ha rischiato la vita per denunciare il piano di armi biologiche del PCC per distruggere l’America e ottenere il dominio del mondo.

In questa intervista esclusiva, il dottor Yan spiega come è successo tutto questo, le motivazioni dietro i traditori dell’America e avverte che se qualcosa non cambierà presto, possiamo aspettarci qualcosa di ancora peggio.

(Questa è la parte 1 di 2 – La parte 2 arriverà presto)

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

VISITA ORA



Source link