Archivi tag: Biden

Biden ha fatto un’offerta segreta per acquistare tonnellate di petrolio OPEC+ a $ 80 al barile in cambio del mancato taglio della produzione – è stata respinta

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il regime di Biden ha cercato di concludere un accordo segreto con l’OPEC+ per acquistare 200 milioni di barili di petrolio a 80 dollari al barile in cambio del mancato taglio della produzione, ma è stato umiliantemente respinto, riferisce la CNN.

Da Michael Shellenberger, “La promessa segreta di Biden ai ritorni di fiamma dell’OPEC”:

All’inizio di settembre, il Segretario all’Energia degli Stati Uniti, Jennifer Granholm, ha detto a Reuters che il presidente Joe Biden stava considerando di estendere il rilascio di petrolio dalle scorte di emergenza americane, la Strategic Petroleum Reserve (SPR), fino a ottobre, e quindi oltre la data in cui il programma era stato fissato per la fine. Ma poi, poche ore dopo, un funzionario del Dipartimento dell’Energia ha chiamato Reuters e ha contraddetto Granholm, dicendo che la Casa Bianca non stava, in effetti, considerando ulteriori rilasci SPR. Cinque giorni dopo, la Casa Bianca ha dichiarato che stava valutando la possibilità di riempire l’SPR, proponendo così di fare l’esatto contrario di quanto aveva proposto Granholm.

La confusione sulla politica petrolifera dell’amministrazione Biden è stata chiarita ieri dopo che un alto funzionario ha rivelato che la Casa Bianca aveva fatto un’offerta segreta per acquistare fino a 200 milioni di barili di petrolio OPEC+ per ricostituire l’SPR in cambio dell’OPEC+ che non tagliasse la produzione di petrolio. Il funzionario ha affermato che la Casa Bianca voleva rassicurare l’OPEC+ sul fatto che gli Stati Uniti “non li lasceranno appesi a secco”. Il fatto che questa offerta sia stata fatta attraverso la Casa Bianca, non il Dipartimento dell’Energia, può spiegare perché un rappresentante del Dipartimento ha chiamato Reuters per riprendere le osservazioni di Granholm, che ha si è mostrata fuori dal giroe Senza parolerelativa alle decisioni amministrative chiave relative alla produzione di petrolio e gas.

La rivelazione pone rischi politici per i Democratici che, nella primavera del 2020, ucciso una proposta del presidente Donald Trump di rifornire l’SPR con petrolio dei produttori americani, non OPEC+, e al prezzo di 24 dollari al barile, non gli 80 dollari al barile che la Casa Bianca di Biden aveva promesso all’OPEC+. A quel tempo, Trump stava cercando di stabilizzare l’industria petrolifera americana dopo che la pandemia di Covid-19 aveva ridotto notevolmente la domanda di petrolio. Trump e i repubblicani del Congresso hanno proposto di spendere 3 miliardi di dollari per riempire l’SPR. Il leader democratico del Senato Chuck Schumer ha sconfitto con successo la proposta e successivamente vantato che il suo partito aveva bloccato un “salvataggio per il grande petrolio”.

CNN ha di più:

Negli ultimi giorni, i più alti funzionari di Biden per l’energia, l’economia e la politica estera sono stati arruolati per fare pressioni sulle loro controparti straniere nei paesi alleati del Medio Oriente, tra cui Kuwait, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, affinché votassero contro il taglio della produzione di petrolio. Il taglio alla produzione di mercoledì rappresenta il taglio più grande dall’inizio della pandemia e potrebbe portare a un drammatico aumento dei prezzi del petrolio.

Alcuni dei punti di discussione diffusi dalla Casa Bianca al Dipartimento del Tesoro lunedì che sono stati ottenuti dalla CNN hanno inquadrato la prospettiva di un taglio della produzione come un “disastro totale” e hanno avvertito che potrebbe essere considerato un “atto ostile”.

“È importante che tutti siano consapevoli di quanto sia alta la posta in gioco”, ha affermato un funzionario statunitense di quello che è stato inquadrato come un ampio sforzo amministrativo che dovrebbe continuare in vista della riunione dell’OPEC+ di mercoledì.

La Casa Bianca sta “avendo uno spasmo ed è in preda al panico”, ha detto un altro funzionario statunitense […]

Davvero esilarante.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno ospitato il presidente siriano Bashar al-Assad a dispetto degli Stati Uniti a marzo.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman secondo quanto riferito, l’anno scorso “gridò” il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, per aver tentato di fargli una lezione sull’uccisione di Jamal Khashoggi.

Ci viene detto all’infinito come la Russia sia finita e il loro sforzo bellico stia fallendo, ma i sauditi e l’OPEC+ hanno scelto di schierarsi con la Russia e sfidare gli Stati Uniti su questo taglio “storico” della produzione.





Source link

“Nessuno scopa con un Biden”, dice Joe all’elettore della Florida su Hot Mic

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



“E’ dannatamente giusto”, disse l’uomo in risposta al commento di Joe.

Anche se c’è poco contesto per quanto riguarda l’osservazione, non è nuovo che Joe si comporti come se fosse un uomo macho.

Il commentatore conservatore Benny Johnson ha notato che Biden suonava come un membro della mafia.

Biden probabilmente si vede come una sorta di tosto legato alla mafia a causa della storia della sua famiglia con la mafia italiana.

In più di un’occasione, Joe ha detto di aver “sposato la figlia di Dominique Gioccappa”, riferendosi a Jill Biden.

Sembra che il nonno di Jill abbia cambiato nome entrando illegalmente negli Stati Uniti dalla Sicilia, dall’Italia per non destare sospetti poiché alcuni Giacoppa erano coinvolti nella mafia nel vecchio paese.

I legami mafiosi di Jill potrebbero anche essere legati alla tragica morte della prima moglie di Joe, morta in un incidente d’auto tra Jill e Joe impegnati in una relazione.

In agosto, Il newyorkese ha eseguito un pezzo enorme intitolato “The Untold History of the Biden Family”, che ha rivelato più connessioni con la mafia.

Secondo l’articolo, il padre di Joe Biden non era il “Joe” della classe operaia, nessun gioco di parole che i media hanno descritto.

In effetti, il giornale riportava che lo stretto socio in affari di Joe Biden Sr. Arthur Briscoe era stato “incalzato”, motivo per cui Joe è cresciuto vivendo in una villa durante la sua giovinezza.

Frank Sheeran, noto come “The Irishman” dal film omonimo, era un capo sindacale e sindacato di Jimmy Hoffa che avrebbe aiutato a far eleggere Joe Biden durante la sua prima corsa al Senato negli anni ’70.

Secondo il libro, Ho sentito che dipingi case, Sheeran, legato alla mafia, aiutò Biden a essere eletto perché all’epoca era più pro-sindacato del suo concorrente del GOP.

Quando un giornale locale ha deciso di pubblicare una stampa negativa su Biden, Sheeran ha chiesto ai suoi ragazzi del sindacato di formare un picchetto in modo che il giornale non venisse consegnato e si è persino spinto a far esplodere una bomba in un vagone ferroviario che aveva materiale in movimento da utilizzare nella stampa del giornale.

L’ex sindaco di New York Rudy Giuliani, una persona che sa molto sulla mafia italiana, in precedenza ha paragonato i loschi affari dei Biden ai sindacati criminali mafiosi.

“Ho avviato l’accusa RICO. Non parlo per mancanza di conoscenza. Ho perseguito, chissà, 200 mafiosi negli Stati Uniti, circa 800 in Italia. Ho perseguito le persone più importanti di Wall Street, i membri del Congresso degli Stati Uniti, ho girato New York City. Ho perseguito i commissari a New York prima di diventare sindaco di New York City, quindi non sto parlando a vanvera,” Giuliani ha detto al KDKA Radio Morning Show nel 2020.

“Questa è un’impresa criminale lunga 30 anni in cui Biden usa i suoi parenti per scuotere le persone per soldi. Detengono i soldi e poi pagano le spese di Joe e gli danno soldi extra”, ha aggiunto.

Giuliani ha spiegato che questo era il modo in cui Joe poteva “permettersi queste case molto, molto elaborate tipo palazzo con lo stipendio limitato di un senatore e insegnante. Nessuno l’ha mai saputo. Bene, ora sappiamo la risposta.

Sleepy Joe è stato collegato al ventre criminale dell’America sin dalla nascita e anche alla veneranda età di 79 anni, non riesce a trattenersi dal sembrare un finto saggio.

Poi di nuovo, forse Biden stava solo canalizzando il suo Gesù Quintana interiore da “Il grande Lebowski”.






Source link

L’ex partner commerciale Hunter Biden crede fermamente che la soppressione dei laptop abbia influenzato le elezioni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Tony Bobulinski, un ex socio in affari del figlio tormentato del presidente Biden, Hunter, crede fermamente che la gestione da parte dell’FBI del famigerato laptop di Hunter Biden abbia influenzato le elezioni.

Bobulinski stesso ha fornito all’FBI una conoscenza di prima mano degli affari di Hunter Biden che coinvolgono suo zio, James Biden, il partito del governo cinese e altri interessi stranieri e, secondo quanto riferito, lo stesso presidente Biden. Bobulinski ha citato i margini ristretti con cui Trump è stato sconfitto in stati chiave di oscillazione, dicendo che era quasi certo che Trump sarebbe stato eletto se le accuse non fossero state represse.

Bobulinski, un veterano della Marina ed ex capo di SinoHawk Holdings, che ha descritto come una partnership tra il conglomerato energetico cinese CEFC e due membri della famiglia Biden, ha discusso i recenti commenti fatti dal CEO di Meta Mark Zuckerberg durante un intervista con Tucker Carlson stasera.

Zuckerberg ha detto a Joe Rogan all’inizio di quest’anno che i funzionari dell’FBI hanno detto ai dirigenti di Facebook che “molta propaganda russa nelle elezioni del 2016”. L’ufficio ha quindi informato la società che “sta per esserci una sorta di discarica, è simile a quella, quindi sii vigile”.

Facebook e Twitter hanno censurato infamemente il Posta di New York articolo sul laptop di Hunter Biden dalla condivisione sulle sue piattaforme. La storia era bloccato a livello di URLnascondendo la storia a milioni di potenziali elettori.

“Ha usato la parola ‘discarica’, giusto? Ha detto che l’FBI ci ha picchiati [to] che potrebbe arrivare una discarica. Non hanno detto che potrebbe esserci una storia. La discarica dell’FBI era ben consapevole dell’esistenza di un laptop ben consapevole che c’erano centinaia di migliaia di e-mail e messaggi di testo e cose del genere”, ha detto Bobulinski a Carlson.

“Il New York Post ha pubblicato un paio di e-mail cercando di sensibilizzarlo al pubblico americano. Ma Mark Zuckerberg ha detto casualmente, oh, sì, l’FBI è venuto da noi e ci ha avvertito di una discarica”, ha sottolineato, aggiungendo che i giganti della tecnologia hanno “limitato” la portata della storia.

Indicando sia le azioni dell’FBI che la conformità delle grandi tecnologie, l’ex partner commerciale di Biden ha affermato che questo coordinamento ha avuto enormi implicazioni sui risultati delle elezioni del 2020. Bobulinski ha continuato citando gli stretti margini con cui il presidente Trump ha perso Wisconsin, Georgia e Arizona.

“Ventunmilacinquecento voti”, ha detto, citando il margine netto di Joe Biden in quei tre stati oscillanti.

“La differenza tra il presidente Trump e Joe Biden era di 43.000 voti. Se metà di queste persone, 21.500 avessero votato per il presidente Trump invece di Biden, il presidente Trump sarebbe ancora alla Casa Bianca”, ha detto Bobulinski a Carlson.

L’ex capo di SinoHawk Holdings ha detto che non stava esponendo le statistiche per mostrare sostegno a Trump o per opporsi a lui, ma che sta semplicemente esponendo i “fatti”.

“Quindi quell’elezione è stata decisa con 21.500 voti, sullo sfondo di una storia che è la storia più repressa nella storia delle elezioni presidenziali statunitensi”, ha affermato. Bobulinski ha concluso che il ruolo dell’FBI nel reprimere la storia ha influenzato il risultato nel 2020.

“Puoi chiamarlo truccato. Puoi chiamarlo rubato. Potresti chiamarlo soppresso. Il popolo americano può chiamarlo come vuole. Ma il modello di fatto è che solo l’FBI ha alterato la storia in quelle elezioni”, ha detto Bobulinski.

https://www.youtube.com/watch?v=HCAPIZBdu-0




Source link

Reporter chiede alla Casa Bianca se Biden è responsabile del nuovo aumento dei prezzi del gas

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il giornalista di Fox News Peter Doocy ha esposto ancora una volta l’ipocrisia dell’amministrazione Biden martedì chiedendo al segretario stampa della Casa Bianca se Joe Biden è ancora responsabile delle variazioni dei prezzi del gas dopo che sono aumentati di nuovo.

Quando i prezzi del gas sono scesi di centesimi alcune settimane fa, Joe Biden ha fatto un enorme giro di vittoriainsieme a aiutanti che celebrano la responsabilità dell’amministrazione per i prezzi in calo, nonostante fossero ancora vicini a $ 2/gal IN PIÙ rispetto a quando Biden è entrato in carica.

Ora i prezzi del gas sono risaliti, quindi Biden è ancora responsabile?

No, secondo Karine Jean-Pierre è “molto più sfumato di così”.

«Hai detto che il presidente era responsabile del calo dei prezzi del gas. È [he] responsabile dell’aumento dei prezzi del gas?” Doocy ha chiesto a Karine Jean-Pierre.

Jean-Pierre ha risposto “Ci sono state sfide globali… C’è stata una pandemia e… la guerra di Putin”, prima di pubblicizzare nuovamente Biden “salvare le famiglie americane, oltre $ 1 per gallone”.

Guadare:

Quando i prezzi del gas scendono, Biden lo ha fatto. Quando i prezzi del gas salgono, è “più sfumato”.

Certo.

Oh, e Biden non è andato in Arabia Saudita per chiedere più petrolio.

Questo non è mai successo…

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Guarda L’assoluto disprezzo che Biden ha per la stampa libera

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Joe Biden ha espresso completo disprezzo per i giornalisti che hanno tentato di fargli domande martedì, poiché sono stati malmenati fuori dalla Sala da pranzo statale della Casa Bianca durante una riunione a porte chiuse della “task force” sull’aborto.

Mentre Kamala Harris, il segretario Xavier Becerra, il segretario Cardona e altri erano presenti alla riunione, la stampa è stata quasi immediatamente espulsa quando il moderatore Jen Klein ha annunciato: “Ora ci sposteremo alla parte riservata alla stampa della nostra riunione della task force, quindi grazie tu molto.”

I giornalisti sono stati quindi cacciati fuori dalla stanza dai gestori di Biden mentre guardava.

Quando la stampa ha tentato di porre domande, il viso di Biden ha tradito uno sguardo di puro odio, prima che iniziasse a sorridere mentre venivano costretti ad andarsene.

“Tra l’unica stampa al mondo che fa questo. Seriamente», mormorò Biden.

Fa cosa? Fare domande al presidente? Impegnarsi nel loro Primo Emendamento, giusto?

Guadare:

Durante una parte dell’incontro che è stata autorizzata a essere documentata, Biden ha annunciato “Non ci fermeremo e lasceremo che i repubblicani mettano in atto politiche estreme, per minacciare l’accesso all’assistenza sanitaria di base”, aggiungendo “Ho firmato due ordini esecutivi… per proteggere accesso alle cure per la salute riproduttiva”

Il capo del Dipartimento dell’Istruzione Miguel Cardona ha affermato che i bambini in età scolare hanno bisogno di aborti “per prosperare a scuola e nella vita”:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Biden ha detto ad Al Sharpton che intende correre di nuovo nel 2024

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Nonostante le continue domande sul suo degrado mentale, Joe Biden avrebbe detto ad Al Sharpton che intende candidarsi di nuovo alla presidenza nel 2024.

Biden ha fatto l’osservazione durante un incontro con i leader dei gruppi neri per i diritti civili alla Casa Bianca il mese scorso.

Un funzionario del National Action Network (NAN) di Sharpton ha detto alla NBC che Biden aveva informato Sharpton dei suoi piani per cercare la rielezione.

“Lo farò di nuovo. Vado,” avrebbe detto Biden, secondo la descrizione della conversazione fatta dal reverendo.

Quel commento non sarà accolto dalla maggioranza dei Democratici e degli indipendenti di tendenza democratica, il 56% dei quali ha detto a un sondaggio di ABC News/Washington Post a fine settembre che non voleva che il 79enne fosse candidato del loro partito.

Se Biden sta dicendo una cosa ai media e un’altra agli stretti alleati è una possibilità precisa, date le altre sue osservazioni.

Quando gli è stato chiesto durante un’intervista con CBS 60 Minutes se avesse preso una “decisione ferma” sull’opportunità di candidarsi per la rielezione, Biden ha esitato.

“Senti, la mia intenzione, come ho detto all’inizio, è quella di correre di nuovo”, ha detto Biden in risposta, prima di aggiungere: “Ma è solo un’intenzione. Ma è una decisione ferma che corro di nuovo?” Resta da vedere”.

Biden avrebbe raggiunto la metà degli anni ’80 quando avrebbe lasciato la Casa Bianca se avesse vinto di nuovo nel 2024.

Dato che passa a malapena un giorno senza che lui si imbarazzi pubblicamente, sembra una forzatura suggerire che Biden si esibirà in modo adeguato nei dibattiti presidenziali tra due anni.

L’ultimo esempio si è verificato durante un discorso a Porto Rico lunedì, dove Biden ha avuto difficoltà a parlare e pronunciare le parole.

Come abbiamo precedentemente evidenziatol’ex medico della Casa Bianca Ronny Jackson afferma che Joe Biden “non finirà il suo mandato” perché “la sua mente è troppo lontana”.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che tu ti iscriva alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi Locali.

—————————————————————————————————————————





Source link

Lost Biden parla completamente senza parole, chiede aiuto per completare le frasi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Ci risiamo.

Durante un’apparizione a Puerto Rico lunedì, Joe Biden ha improvvisamente iniziato a comportarsi come se avesse perso qualcosa, prima di chiedere aiuto per fornire osservazioni pre-preparate, e poi dedicarsi a parlare in modo incomprensibile.

Biden stava camminando verso il podio quando all’improvviso si fermò e guardò a terra come se avesse perso qualcosa.

Sembrava mormorare “cerca qui da qualche parte” mentre scrutava il terreno, forse cercando un posto in cui gli era stato ordinato di stare accanto ai conduttori:

Biden ha poi balbettato di essere cresciuto in una comunità portoricana… nel Delaware, o qualcosa del genere, prima di lottare per leggere il teleprompter e chiedere aiuto per completare le sue frasi:

Alla fine, Biden si è completamente trasformato in un completo senza senso:

Almeno non lo era chiedendo dove sono morti era questa volta.

Ci sono troppi incidenti quotidiani in questo modo per tenere traccia di ora:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Source link

Il trattato delle Nazioni Unite crea la dittatura medica sotto Biden

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il professor Francis Boyle si è unito Lo spettacolo di Alex Jones lunedì per smascherare la tirannia medica sotto Biden creata da un trattato delle Nazioni Unite.

Boyle ha spiegato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – il braccio medico delle Nazioni Unite – sta redigendo un trattato che, se firmato da Joe Biden, cederebbe la politica sanitaria degli Stati Uniti all’organismo globale.

“È chiaro che questo trattato, se approvato, conferirà all’OMS poteri dittatoriali per determinare le politiche sanitarie qui negli Stati Uniti in caso di un’altra pandemia, che ovviamente sanno da sempre che creeranno”, ha detto Boyle.

Boyle ha proseguito sottolineando che l’amministrazione Biden ha emesso un ordine esecutivo all’inizio di questo mese che viola la legislazione sui guardrail sulle armi biologiche che ha redatto nel 1989 dando il via libera allo sviluppo di un'”arma offensiva da guerra biologica” e un vaccino per essa.

“Ho chiesto e redatto la legislazione nazionale di attuazione degli Stati Uniti per la convenzione sulle armi biologiche che è nota come Biological Weapons Anti-Terrorism Act (BWATA) del 1989, che è stata approvata all’unanimità da entrambe le camere del Congresso degli Stati Uniti e firmata dal Presidente George Bush Sr. con l’approvazione del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti”, ha spiegato Boyle.

In violazione di tale disegno di legge, la disposizione EO afferma che il governo degli Stati Uniti e i partner internazionali:

(vii) sviluppare e lavorare per promuovere e attuare le migliori pratiche, strumenti e risorse di biosicurezza e biosicurezza a livello bilaterale e multilaterale per facilitare un controllo appropriato per le scienze della vita, ricerca di interesse a duplice uso e ricerca che coinvolge agenti patogeni potenzialmente pandemici e altri agenti patogeni ad alto rischioe per migliorare a livello globale una sana gestione del rischio della ricerca e dello sviluppo nel settore della biotecnologia e della bioproduzione; e

(viii) esplorare come allineare le classificazioni internazionali dei prodotti biofabbricati, a seconda dei casi, per misurare il valore di tali prodotti sia per gli Stati Uniti che per le bioeconomie globali.

“Quindi ammettono che si impegneranno nello sviluppo di armi offensive di guerra biologica che coinvolgono agenti patogeni potenzialmente pandemici come lo era COVID-19”, ha detto Boyle.

Guarda l’intera edizione del lunedì di The Alex Jones Show:




Source link

Biden ringrazia il subacqueo della guardia costiera per aver salvato vite umane in Florida: prevede di licenziarlo in pochi giorni oltre il mandato di Vax

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



“Il presidente Joe Biden venerdì ha chiamato personalmente per ringraziare un nuotatore di salvataggio della Guardia Costiera – che sta per essere congedato per il mandato di vaccino di Biden – per aver salvato la vita alle persone durante l’uragano Ian”, riferisce Breitbart.

La casa Bianca pubblicizzato la chiamata in un comunicato stampa e Biden stesso vantato di chiamarlo.

“Gli ho detto quanto fossi orgoglioso di lui e l’ho ringraziato per tutto il lavoro che lui e le sue Coasties stanno facendo per salvare vite umane”, ha detto Biden della sua chiamata al tecnico di sopravvivenza dell’aviazione di seconda classe Zach Loesch.

Il comunicato stampa della Casa Bianca ha affermato di aver ringraziato Loesch e il tenente comandante Christopher Hooper “per il lavoro eroico che loro e i loro colleghi della Guardia Costiera hanno svolto durante le operazioni di ricerca e soccorso in risposta all’uragano Ian”.

“Il Presidente li ha ringraziati per aver salvato delle vite e ha chiesto una relazione sul lavoro che continua a salvare i Floridiani. Ha anche chiesto se avevano bisogno di ulteriore supporto che può fornire per accelerare i salvataggi di successo; hanno indicato di aver ottenuto ciò di cui hanno bisogno per svolgere la loro missione vitale”, si legge.

Nonostante Biden abbia ringraziato Loesch per aver salvato la vita delle persone, Loesch dovrebbe essere espulso dalla Guardia Costiera in 30-60 giorni a causa del mandato di Biden di vaccinare completamente tutti i membri delle forze armate degli Stati Uniti, ha detto Loesch a Breitbart News sabato.

Loesch aveva presentato una richiesta di sistemazione religiosa, nonché un appello, ma entrambi sono stati respinti, secondo Loesch.

“Se avessi chiesto a qualcuno delle persone che ho salvato ieri se voleva venire con me anche se non sono vaccinato, ognuno di loro avrebbe detto ‘sì'”, ha detto.

Loesch ha tirato fuori personalmente una donna disabile e suo marito che erano intrappolati nella loro camera da letto sul retro con un divano incastrato nella porta. Ha preso a calci un muro per liberarli.

Una volta liberati, è tornato a recuperare la sua sedia a rotelle, assicurandola al proprio corpo mentre veniva issato da un elicottero della Guardia Costiera. Loesch ha anche salvato diversi cani e gatti.

Loesch ha detto che non voleva parlare del suo congedo in sospeso a Biden – che è essenzialmente il suo comandante in capo – e rovinare la telefonata.

“Fa solo schifo che mi abbia ringraziato, ma il mandato del vaccino è ciò che mi sta cacciando fuori”, ha detto. “Amo semplicemente il mio lavoro e sono davvero bravo. Fa schifo. Sento che questo è il lavoro per cui sono nato”.



Source link

L’amministratore di Biden ha inondato milioni di zar della “disinformazione” del governo dopo le elezioni del 2020

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


L’amministrazione Biden ha assegnato milioni di dollari federali ai membri di quattro gruppi privati ​​che hanno lavorato con i dipartimenti della sicurezza interna (DHS) e dello Stato durante le elezioni del 2020 per censurare i post sui social media che consideravano “disinformazione”, secondo un’analisi approfondita di documenti ottenuti da Solo le notizie.

I quattro gruppi in questione – Lo Stanford Internet Observatory (SIO), il Center for an Informed Public dell’Università di Washington, il Digital Forensic Research Lab dell’Atlantic Council e la società di analisi dei social media Graphika – costituiscono la “Election Integrity Partnership”, che esiste come un “concierge-like” servizio per agenzie federali come la Cybersecurity Infrastructure Security Agency (CISA) di Homeland e il Global Engagement Center dello Stato per segnalare contenuti online per la censura o il monitoraggio da parte di Big Tech utilizzando un sistema di “biglietto”.

Non sorprende che il capo dell’Osservatorio Internet di Stanford sia a donatore Clinton che in precedenza ha servito come capo della sicurezza di Facebook, mentre lo è il Center for an Informed Public dell’Università di Washington finanziato in gran parte dalla Knight Foundationil cui, di chi asse contribuisce esclusivamente a entità Demorat o Neocon (alcuni esempi qui, qui, qui, qui, qui, qui, quie qui).

Nel frattempo, l’amministrazione Biden ha autorizzato tre gruppi liberali archiviare i biglietti in cerca di censura; il Comitato Nazionale Democratico, la Causa Comune e la NAACP.

Di per sé rapporto post-azione sulle elezioni del 2020il consorzio si vantava di aver segnalato più di 4.800 URL — condivisi quasi 22 milioni di volte solo su Twitter — per piattaforme di social media. Il loro personale ha lavorato in turni di 12-20 ore da settembre a metà novembre 2020, con “monitoraggio intensivo[ying] in modo significativo” la settimana prima e dopo il giorno delle elezioni.

I ticket richiedevano la rimozione, la limitazione e l’etichettatura di contenuti che sollevavano dubbi sull’integrità delle schede elettorali per corrispondenza, “Sharpiegate” dell’Arizona e altri problemi di integrità elettorale che preoccupano i conservatori.

Il consorzio ha raggiunto una percentuale di successo nel 2020 invidiabile per i battitori di baseball: le piattaforme sono intervenute sul 35% degli URL segnalati, con il 21% etichettato, il 13% rimosso e l’1% bloccato, il che significa che gli utenti hanno dovuto rifiutare un avviso per vedere loro. La partnership non è stata in grado di determinare quanti sono stati declassati. -Solo le notizie

Al diavolo il primo emendamento

L’operazione rientra in un’area grigia giuridica, in quanto il Primo Emendamento vieta al Congresso di approvare leggi che riducano la libertà di parola, mentre i tribunali hanno stabilito che questo si estende alle agenzie federali finanziate dal ramo legislativo.

Il governo sa che non può farcela da solo a causa del Primo Emendamento della Costituzione,che lo proibisce”, ha affermato il rappresentante Andrew Clyde (R-GA), membro del Comitato per la sicurezza interna della Camera, in una dichiarazione a JTN. “E poi decidono di collaborare con un altro ente, un ente privato. una piattaforma di social media o un’università. “

“E poi dicono: ‘Ehi, ti forniremo informazioni che riteniamo siano disinformazione, o vogliamo essere disinformazione. E poi vai avanti e fai il de-platforming. Lo etichetti come disinformazione o disinformazione.’”

E secondo il rapporto, i partecipanti al consorzio di censura erano molto consapevole che il loro sforzo si è smarrito in un territorio legale inesplorato.

Ad esempio, Renee DiResta di Stanford (che in precedenza ha lavorato per un’azienda che ha creato un ‘falsa bandiera‘ contro il candidato repubblicano al Senato Roy Moore) ha notato in un video del CISA Cybersecurity Summit del 2021 che lo sforzo ha dovuto affrontare “autorità legali poco chiare” e “domande molto reali sul Primo Emendamento”.

L’ex funzionario del Dipartimento di Stato Mike Benz detto Solo le notizie che il consorzio di censura fosse la più grande operazione di censura finanziata dal governo federale che avesse mai visto – e un precursore del Disinformation Governance Board, che è stato demolito dopo la protesta pubblica sulla natura altamente partigiana e orwelliana dell’organizzazione. Benz gestisce l’organizzazione no profit Foundation for Freedom Online, che sostiene la libertà di parola a livello globale mentre monitora la censura statunitense.

“Se si traccia la cronologia, si scopre che in realtà ci sono stati 18 mesi di lavoro istituzionale per creare proprio questo apparato che ora sappiamo ha svolto un ruolo significativo nella censura di milioni di post per le elezioni del 2020 e ha obiettivi ambiziosi per il 2022 e 2024″, ha detto Solo le notizie. “Sorprendentemente, ora ci sono così tanti funzionari del Ministero della Verità all’interno del Dipartimento per la sicurezza interna”.

“Ci sono così tanti compiti del Ministero della Verità, così tanti punti di contatto del Ministero della Verità, così tanti diversi Ministero della Verità, politiche sull’opportunità di rimuovere qualcosa, ridurlo, apporre un’etichetta di verifica dei fatti su di esso”.

Il rappresentante Clyde, nel frattempo, dice che si aspetta che i repubblicani indaghino sul consorzio l’anno prossimo se riprenderanno il controllo del Congresso – e che sta redigendo un atto legislativo chiamato “Free Speech Defense Act” per affrontare le questioni della censura.

“Questo disegno di legge impedirebbe al governo federale di etichettare qualsiasi cosa tramite un’entità proxy, come una società di social media, come disinformazione, etichettandola come disinformazione o etichettandola come vera”, ha detto JTN. “E poi darebbe anche l’opportunità a quelle persone che ne sono state ferite di intraprendere un’azione legale”.

Censura dei media di destra

Il consorzio non si è rivolto solo ai blog e ai singoli utenti dei social media – gli zar della censura andarono anche dietro a organizzazioni di notizie e opinioni come il New York Post, Fox News, Just the News e SeanHannity.com (incluso ZeroHedge).

I membri della partnership hanno pubblicato il rapporto pubblico di 292 pagine nel marzo 2021, sebbene il versione più recente è datato 15 giugno 2021. Il lanciare webinar presentava l’ex direttore della CISA Christopher Krebs, “che ha guidato gli sforzi per proteggere le infrastrutture elettorali e la risposta alla disinformazione e alla disinformazione durante il periodo elettorale”.

Durante il webinar di lancio, Emerson Brooking del Consiglio Atlantico ha dichiarato di voler fermare il “amplificazione e legittimazione” di “influencer di estrema destra [who] farebbero tutto il possibile per cercare di attirare l’attenzione di un produttore di Fox News”, rendendo probabile che il presidente Trump, “la stella della morte dei social media”, avrebbe visto il loro contenuto.

Gli enti governativi sono stati coinvolti in chat in tempo reale con la partnership e le piattaforme di social media su contenuti specifici in esame.

Uno screenshot della chat nel rapporto mostra un partner governativo non identificato che respinge l’affermazione di Sharpiegate secondo cui “gli sharpie non vengono letti affatto” dalle macchine per il conteggio delle schede elettorali e un fornitore di piattaforme che risponde che ora stava esaminando tali affermazioni. -JTN

“Penso che siamo stati piuttosto efficaci nell’ottenere [platforms] agire su cose su cui non hanno agito prima”, ha affermato il fondatore di SIO Stamos.

Nel frattempo, i partner della censura hanno tutti ricevuto sovvenzioni federali dall’amministrazione Biden nei due anni successivi.

Nell’agosto 2021, la National Science Foundation ha assegnato ai progetti Stanford e UW 3 milioni di dollari “per studiare modi per applicare la ricerca collaborativa a risposta rapida per mitigare la disinformazione online”.

Octant Data (aka Graphika), ricevuti quasi 3 milioni di dollari dal Dipartimento della Difesa subito dopo le elezioni del 2020 per “ricerca sul rilevamento multipiattaforma per contrastare l’influenza maligna” non specificata – con quasi 2 milioni in più assegnati nell’autunno 2021 per “ricerca sulla mappatura della rete di co-citazione” per rintracciare le fonti citate insieme.

Il Consiglio Atlantico, che ha ospitato l’allora vicepresidente Biden nel 2011 per un discorso programmatico, ha ricevuto $ 4,7 milioni in sovvenzioni dal 2021.

Leggi il resto qui…





Source link

I media di notizie false si aspettano che gli americani credano che la Russia abbia fatto saltare in aria il proprio oleodotto come pretesto per la guerra di Biden contro la Russia — Sunday Night Live

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE




I globalisti usano l’incidente per preparare il terreno per una grande escalation della guerra artificiosa in Ucraina mentre la Russia annette i territori orientali.



Source link

Joe Biden accusa Vladimir Putin di mentire su un “atto di sabotaggio deliberato” degli oleodotti Nord Stream

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il presidente Joe Biden ha pronunciato un commento alla Casa Bianca venerdì e ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di mentire sui danni che hanno reso inabili i gasdotti Nord Stream.

“È stato un atto di sabotaggio deliberato, e ora i russi stanno diffondendo disinformazione e bugie”, ha detto Biden.

Il presidente ha finalmente rilasciato una dichiarazione in reazione al gasdotto dopo aver ripetutamente ignorato le domande dei giornalisti al riguardo giovedì.

Mettere in disse Venerdì che gli Stati Uniti ei loro alleati in Occidente hanno sabotato l’oleodotto.

“Le sanzioni non sono bastate agli anglosassoni: sono passati al sabotaggio”, ha detto Putin. “È difficile da credere, ma è un dato di fatto che hanno organizzato le esplosioni sul gasdotto internazionale Nord Stream”.

Leggi di più



Source link

L’incompetenza di Biden “sta ispirando i nostri nemici” – “Sta parlando con i morti ora”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Il rappresentante Ronny Jackson (R-TX) ha dichiarato venerdì su “Hannity” di FNC che l’incompetenza del presidente Joe Biden stava ispirando i nostri nemici come Iran, Cina e Russia.

Guarda l’ultimo video su foxnews.com

Jackson ha detto: “Quest’uomo compirà ottant’anni il prossimo mese. Sembra distrattamente orribile. Sembra che stia per addormentarsi da un momento all’altro quando parla. Impreca il suo discorso. Si strascica quando cammina, lo sguardo assente, stringe la mano a persone che non esistono. Adesso sta parlando con i morti. “

Leggi di più



Source link

Kamala Harris afferma che l’amministrazione di Biden si concentrerà sul “dare risorse di soccorso per gli uragani basate sull’equità” alle “comunità di colore”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il vicepresidente Kamala Harris è stato sbattuto dalla direttrice della risposta rapida del governatore della Florida Ron DeSantis Christina Pushaw dopo che l’ex senatrice ha fatto commenti accusati di razza riguardo al rilascio di fondi di soccorso federali in seguito all’uragano Ian.

Parlando venerdì al Women’s Leadership Forum del Comitato Nazionale Democratico, Harris ha affermato che sono state le persone di colore e le comunità a basso reddito a essere “più colpite da questi estremi [weather] condizioni.’

La devastazione inflitta alla Florida è stata messa a fuoco il giorno dopo che Ian ha colpito un mostruoso uragano di categoria 4, una delle tempeste più forti che abbia mai colpito gli Stati Uniti

Ha allagato le case su entrambe le coste dello stato, ha interrotto l’unico accesso stradale a un’isola barriera, ha distrutto uno storico molo sul lungomare e ha tolto l’elettricità a 2,67 milioni di case e aziende della Florida, quasi un quarto dei clienti dei servizi pubblici.

Harris, 57 anni, stava discutendo del cambiamento climatico con l’attrice Priyanka Chopra a Washington, DC quando ha fatto i suoi commenti.

Leggi di più



Source link

L’agevolazione del prestito studentesco di Biden è stata revocata per 770.000 mutuatari

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ottimizzato il suo tanto acclamato programma di sgravio dei prestiti studenteschi per escludere circa 770.000 mutuatari con prestiti privati ​​garantiti dal governo federale, ha annunciato giovedì.

La mossa, rivelata via e-mail, sembra essere progettata per disinnescare le sfide legali da più stati e uno studio legale libertario che mette in dubbio se l’amministrazione Biden possa utilizzare denaro pubblico per cancellare il debito del prestito studentesco privato o farlo senza l’approvazione del Congresso.

Gli studenti che hanno ottenuto i loro prestiti attraverso il Federal Family Education Loan Program (FFEL), terminato nel 2010, e il Federal Perkins Loan Program, terminato nel 2017, non potranno più beneficiare del condono del prestito. In entrambi i programmi, il governo federale ha agito da garante per i prestatori privati ​​che hanno fornito i prestiti, il che significa che i prestatori privati ​​e le agenzie di garanzia coinvolte hanno la facoltà di citare in giudizio per il danno finanziario che potrebbero subire se tali prestiti fossero perdonati.

Giovedì una coalizione di stati governati dai repubblicani ha citato in giudizio l’amministrazione Biden per aver superato i limiti del potere esecutivo, sostenendo che il piano di cancellazione del debito dell’amministrazione “non è nemmeno lontanamente adattato per affrontare gli effetti della pandemia sui mutuatari federali dei prestiti studenteschi”, come richiesto dalla legge del 2003 il governo ha utilizzato per giustificare legalmente la mossa senza precedenti. Biden, hanno detto i querelanti, sta ancora invocando il Covid-19 – e prolungando l’”emergenza sanitaria” dichiarata nel 2020 – per giustificare la cancellazione radicale del debito anche se all’inizio di questo mese ha affermato che la pandemia era finita.

“Il Ministero dell’Istruzione è tenuto, per legge, a riscuotere il saldo dovuto sui prestiti. E il presidente Biden non ha l’autorità per ignorarlo”, ha detto giovedì all’Associated Press il procuratore generale dell’Arkansas Leslie Rutledge, a capo di un gruppo di sei stati che include Iowa, Kansas, Missouri, Nebraska e Carolina del Sud.

La tanto attesa iniziativa di Biden per il condono del prestito studentesco è stata presentata ad agosto, promettendo fino a $ 20.000 di cancellazione del debito per gli americani che guadagnano meno di $ 125.000 all’anno. Il piano è stato criticato da entrambe le parti, con i democratici progressisti che sostengono che non condona abbastanza debiti, mentre i repubblicani insistono sul fatto che i contribuenti non dovrebbero essere coinvolti per il mancato rimborso da parte di qualcun altro dei propri obblighi finanziari. Secondo la Camera di Commercio, circa 44,5 milioni di americani hanno debiti per prestiti studenteschi; solo il 3% di questi dovrebbe essere influenzato dall’annuncio di giovedì.





Source link

Biden si perde di nuovo sul palco, non ricordo il nome del capo della FEMA

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



È un altro giorno, quindi Joe Biden si è perso su un altro palco e ha dimenticato il nome della persona con cui stava parlando pochi istanti prima.

Biden stava parlando presso la sede della FEMA con l’amministratore della FEMA Deanne Criswell e il capo del DHS Alejandro Mayorkas in merito alla risposta all’uragano Ian che ha colpito la Florida con forza all’inizio di questa settimana.

Biden ha tentato di elogiare Criswell per i suoi sforzi, etichettandola come “MVP” e dicendo che “in questi giorni” ha trascorso molto tempo con lei.

Non abbastanza tempo per ricordare il suo nome, però, poiché ha lottato per ricordare ed è uscito con “uhh, uh, Griswell”, apparentemente dimenticando completamente il suo nome e massacrando il suo cognome.

Biden si è poi allontanato dal suo podio in una folla di impiegati casuali, che hanno immediatamente iniziato ad applaudirlo, mentre Criswell ha tentato di reindirizzarlo.

Guarda come Mayorkas lancia un “WTF?” uno sguardo ai gestori di Biden:

Non è così male chiedendo ripetutamente dove sia una persona mortacome ha fatto mercoledì, ma è ancora piuttosto brutto.

Ci sono troppi incidenti quotidiani in questo modo per tenere traccia di ora:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————



Source link

Biden si perde, cerca il morto, divaga incoerentemente e urla “Non saltare”

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Nell’arco delle ultime 24 ore Joe Biden ha mostrato molti altri segni di grave declino cognitivo mentre chiedeva dove fosse un deputato morto, si perse di nuovo su un palco, divagava incoerentemente durante un discorso e urlava “non saltare” a caso membro del pubblico a una conferenza sulla salute.

Tutto questo è normale?

Sì, secondo il segretario stampa della Casa Bianca, non c’è nulla di cui preoccuparsi:

Ci sono troppi incidenti di cui tenere traccia ora:

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Biden chiede se il membro del Congresso recentemente deceduto è al discorso della Casa Bianca

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



L’ultima gaffe del presidente Biden – no, no pedofilo – era piuttosto stupido.

Durante la lettura delle osservazioni durante una conferenza della Casa Bianca su fame, nutrizione e salute, Biden ha chiesto se fosse presente il defunto rappresentante Jackie Walorski (R-IN).

Walorski è stato tragicamente ucciso in un incidente d’auto il mese scorso.

“Voglio ringraziare tutti voi qui, compresi i funzionari eletti bipartisan come il rappresentante McGovern, il senatore Braun, il senatore Booker, il rappresentante – Jackie, sei qui?” disse Biden. “Dov’è Jackie? Pensavo che sarebbe stata qui, per aiutare a rendere tutto questo una realtà”.

Cosa c’è di più, Biden ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la morte di Walorski ha lasciato lui e la first lady Jill Biden “scioccati e rattristati”.

“Potremmo aver rappresentato partiti diversi e non essere d’accordo su molte questioni, ma è stata rispettata dai membri di entrambe le parti per il suo lavoro nella commissione House Ways and Means in cui ha prestato servizio”, si legge nella dichiarazione (che Biden totalmente ha scritto). “Ha anche lavorato come co-presidente dell’House Hunger Caucus e io e il mio team abbiamo apprezzato la sua collaborazione mentre pianifichiamo una storica conferenza della Casa Bianca su fame, nutrizione e salute questo autunno, che sarà caratterizzata dalla sua profonda cura per il bisogni dell’America rurale”.

Davvero non stanno inviando il loro meglio…






Source link

Tucker Carlson suggerisce che l’amministratore di Biden abbia fatto esplodere i gasdotti russi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Man mano che si accumulano prove che il russo Torrente Nord i gasdotti sono stati deliberatamente sabotati, martedì il conduttore di Fox News Tucker Carlson ha suggerito che la colpa è del regime di Biden.

La pressione nel gasdotto sottomarino Nord Stream 2 è scesa da 300 a 7 bar domenica notte, seguita da un evento simile nel Nord Stream 1 lunedì pomeriggio.

Le esplosioni sono state rilevate nelle vicinanze dei gasdotti sottomarini nelle prime ore del lunedì mattina e lunedì sera, registrando rispettivamente 1,9 e 2,3 della scala Richter.

Il sismologo svedese Björn Lund, direttore della rete sismica nazionale svedese, SNSN, che misura i terremoti e le esplosioni svedesi, ha detto al canale televisivo nazionale SVT che le rotture degli oleodotti potrebbero essere state causate da esplosioni sottomarine.

“Puoi vedere chiaramente come le onde rimbalzano dal fondo alla superficie. Non c’è dubbio che è stato uno spasso. Avevamo anche una stazione a Gnosjö che lo ha rilevato”, ha detto Lund, docente di sismologia all’Università di Uppsala.

Funzionari europei, tra cui il primo ministro danese, Mette Frederiksen, così come fonti del governo tedesco hanno detto non si può escludere un sabotaggio.

Inoltre, secondo un rapporto della rivista tedesca Der Spiegel, la CIA ha avvertito Berlino di un potenziale attacco sui gasdotti nel Mar Baltico “settimane fa”.

eurodeputato UE Radek Sikorskiil presidente della delegazione UE-USA, ha letteralmente ringraziato gli Stati Uniti per l’incidente:

L’improvviso calo di pressione nel gasdotto Nord Stream 2 potrebbe anche aver causato una fuga di gas vicino all’isola di Bornholm nel Mar Baltico, situazione monitorata dalle autorità danesi.

Inutile dire che questi gasdotti non si rompono da soli:

Alcuni hanno suggerito che la Russia abbia intenzionalmente sabotato i propri gasdotti come pretesto per intensificare gli impegni militari in Ucraina.

Durante il suo spettacolo martedì, Carlson ha esortato “Se sei Vladimir Putin dovresti essere un idiota suicida per far saltare in aria il tuo stesso gasdotto energetico, questa è una cosa che non faresti mai”, ha detto Carlson. “I gasdotti naturali sono la principale fonte di energia e ricchezza. E, soprattutto, la tua influenza sugli altri paesi”.

“Far saltare in aria Nord Stream non aiuta Vladimir Putin”, ha aggiunto Carlson, osservando inoltre “Non lo farebbe. Perché dovrebbe? Ma ciò non significa che altri paesi non considererebbero di farlo. Lo prenderebbero in considerazione e sappiamo che lo hanno considerato, perché almeno uno di loro lo ha detto in pubblico”.

L’ospite ha quindi riprodotto clip di Joe Biden e del funzionario del Dipartimento di Stato Victoria Nuland che minacciavano di “porre fine” agli oleodotti Nordstream a febbraio e gennaio, appena prima dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

“Nota come l’ha espresso”, ha detto Carlson dopo aver riprodotto la clip, aggiungendo “Non ha detto: ‘Metterò in pausa la consegna del gas dalla Russia alla Germania.’ Ha detto che non ci sarà un Nord Stream 2. Lo metteremo fine. Lo porteremo fuori. Lo faremo esplodere”.

“Guardando indietro, quelle parole sembrano agghiaccianti otto mesi dopo”, ha proclamato Carlson.

Carlson ha dichiarato che l’amministrazione Biden potrebbe essere colpevole di “terrorismo ambientale”, affermando che “se sei preoccupato per il cambiamento climatico, quello che è appena successo ai gasdotti Nordstream è il più vicino possibile all’apocalisse”.

“Mentre il gas naturale si riversa nel Mar Baltico e nell’atmosfera… L’amministrazione Biden potrebbe davvero fare qualcosa del genere?” chiese Carlson.

“Non possiamo dirlo con certezza”, ha continuato, osservando inoltre “Non lo sappiamo per certo… possiamo dirti che gli stretti alleati della Casa Bianca di Biden credono di averlo fatto”.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Il regime Biden ha avvertito del sabotaggio dell’oleodotto Nord Stream 2 mesi prima di perdite di gas

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



I gasdotti Nord Stream 1 e 2 hanno perso gas naturale in 3 località separate del Mar Baltico, portando ad accuse da parte di vari governi che il danno fosse un atto di sabotaggio da parte della Russia o degli Stati Uniti.

E Joe Biden, la CIA e il Dipartimento di Stato hanno tutti detto mesi fa che proprio questo incidente sarebbe accaduto.

Alcuni giorni prima che la Russia lanciasse la sua operazione militare speciale in Ucraina a febbraio, Joe Biden ha “promesso” che la sua amministrazione avrebbe “posto fine” all’oleodotto Nordstream 2 se la Russia avesse invaso l’Ucraina.

“Se la Russia invade… allora non ci sarà più un Nord Stream 2. Metteremo fine a tutto questo”, ha detto Biden, aggiungendo: “Te lo prometto, saremo in grado di farlo”.

Allo stesso modo, il sottosegretario di Stato Victoria Nuland a gennaio ha promesso che Nordstream 2 “non sarebbe andato avanti” se la Russia avesse invaso l’Ucraina, “in un modo o nell’altro”.

“Se la Russia invade l’Ucraina, in un modo o nell’altro, Nord Stream 2 non andrà avanti”, ha affermato Nuland.

La CIA ha persino avvertito la Germania durante l’estate che l’oleodotto Nord Stream 2 sarebbe stato probabilmente un obiettivo di sabotaggio, Der Spiegel segnalato.

In particolare, i due gasdotti che vanno dalla Russia alla Germania attraverso il Mar Baltico non fornivano gas naturale alla Germania a causa delle sanzioni dell’UE contro la Russia.

Funzionari tedeschi e statunitensi hanno affermato martedì che il danno “senza precedenti” agli oleodotti è stato il risultato di un sabotaggio.

“Non possiamo immaginare uno scenario che non sia un attacco mirato. Tutto parla contro una coincidenza”, ha detto una fonte del governo tedesco Der Tagesspiegel.

La Danimarca è giunta alla stessa conclusione, sostenendo che le fughe di notizie erano il risultato di un “atto deliberato”.

Centro nazionale di sismologia svedese ha sostenuto ci sono state esplosioni subacquee nell’area vicino agli oleodotti con una lettura di magnitudo di 2,3.

Un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha subito accusato la Russia dell’incidente.

“La ‘fuga di gas’ da NS-1 non è altro che un attacco terroristico pianificato dalla Russia e un atto di aggressione nei confronti dell’UE. [Russia] vuole destabilizzare la situazione economica in Europa e provocare il panico pre-inverno. La migliore risposta e investimento per la sicurezza: carri armati per [Ukraine]. Soprattutto tedeschi…”

L’ex ministro della Difesa polacco e membro del Parlamento europeo Radek Sikorski – nessun simpatizzante della Russia – ha attribuito al governo degli Stati Uniti il ​​merito di aver fatto esplodere gli oleodotti Nord Stream sulla scia di Polonia e Norvegia apertura il giorno prima un gasdotto di 850 chilometri attraverso la Danimarca.

Le minacce di Biden e Nuland suggeriscono che, indipendentemente da chi sia responsabile del sabotaggio, le fughe di notizie avvantaggiano l’amministrazione Biden e i globalisti dell’Unione europea più della Russia, poiché il gas naturale è già stato tagliato fuori dagli europei da mesi.

Un principio chiave dell’agenda Great Reset del World Economic Forum chiede un allontanamento dai combustibili fossili, compreso il gas naturalea favore delle rinnovabili per affrontare la “crisi climatica”.

Dal WEF:

Una transizione verso l’energia pulita guidata dalle principali economie è essenziale per raggiungere emissioni nette di carbonio pari a zero entro il 2050e qualsiasi ritardo in atto nei prossimi anni potrebbe rendere questo obiettivo irraggiungibile.

Inoltre, sacrificare ulteriori progressi verso un’economia a basse emissioni di carbonio potrebbe mettere le democrazie in un pericolo economico maggiore, non minore. L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha rinnovato l’attenzione su questa debolezza economica.

Le proteste contro le sanzioni – in gran parte censurate dai media aziendali – sono scoppiate in Germania, Francia, Belgio e altri paesi nelle ultime settimane, con le persone che hanno chiesto di riprendere le importazioni di gas naturale tramite Nord Stream 2.

Il presidente russo Vladimir Putin detto all’UE all’inizio di questo mese che potrebbe importare tutto il gas naturale che desidera se semplicemente revocasse le sanzioni contro la Russia.

“La linea di fondo è”, ha detto Putin, “se hai un bisogno, se è così difficile per te, basta revocare le sanzioni sul Nord Stream 2, che è 55 miliardi di metri cubi di gas all’anno, basta premere il pulsante e tutto il resto andrà avanti”.

Nel frattempo, secondo quanto riferito, il governo tedesco sta già compiendo sforzi per reprimere la “speculazione” su chi c’è dietro il sabotaggio.


Twitter: @WhiteIsTheFury

Verità sociale: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Parler: @WhiteIsTheFury





Source link

Matt Gaetz avverte che i RINO e le élite del GOP non riterranno Biden, le agenzie canaglia responsabili se i repubblicani vinceranno la maggioranza al Congresso

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


I repubblicani dell’establishment stanno già pianificando gli affari come al solito dopo il semestre di novembre, Il rappresentante Matt Gaetz (R-Fla.) ha avvertito lunedì.

In un’intervista alla War Room di Steve Bannon, Gaetz ha spiegato che se i repubblicani riprendessero la maggioranza al Congresso, gli elementi del RINO della leadership repubblicana non hanno intenzione di mettere sotto accusa Joe Biden o uno qualsiasi del suo gabinetto per aver distrutto il paese o perseguitato i conservatori.

“Lascia che ti porti nella stanza, agli incontri che i legislatori repubblicani attualmente incontrano. Di recente c’è stato un raduno dei massimi presidenti dei comitati repubblicani, dei membri in classifica… in arrivo”, ha esordito Gaetz.

(I commenti pertinenti iniziano a 10 minuti)

“E quando hanno fatto domande e risposte con i lobbisti e i donatori che si erano riuniti per sostenere il Partito Repubblicano, le domande erano cose del tipo: ‘Approveremo di nuovo il disegno di legge sull’agricoltura? Lavoreremo con i Democratici in modo da non dover affrontare i dolori della chiusura di un governo? Torneremo all’ordine regolare, senza punire le persone rimuovendole dai comitati?’”

“Questo è ciò che Washington permanente sta dicendo ai tuoi rappresentanti statali in questo momento. Vogliono tornare a quei giorni”, ha detto Gaetz.

“Anche quando parlo con i miei attuali colleghi repubblicani, ce ne sono molti che non solo si oppongono a qualsiasi indagine di impeachment su Joe Biden. Credono che un’indagine di impeachment su qualcuno come Mayorkas, che sta trasformando di proposito il nostro confine in un tornello, sia qualcosa che non sosterrebbero”.

Gaetz ha continuato spiegando che i repubblicani che scelgono di non ritenere Biden responsabile rischieranno gravi perdite per il partito nel 2024 perché gli elettori si sentiranno abbandonati.

“Ci sono membri attuali nella maggioranza repubblicana, che saranno al prossimo Congresso, che stanno sostenendo con molto, molto fervore che si opporranno all’uso dell’impeachment in qualsiasi contesto, per qualsiasi funzionario dell’amministrazione Biden”, ha rivelato Gaetz. “Credo che fraintendano totalmente il mandato che il popolo americano ci sta dando. Il popolo americano vede che queste persone [Democrats] stanno distruggendo questo paese apposta. (Vogliamo rimuoverli).”

“I Democratici hanno spostato la finestra di Overton sull’impeachment, non i repubblicani”, ha continuato. “Se non usiamo gli stessi strumenti. Se non ci impegniamo in indagini di impeachment per ottenere i documenti, le testimonianze e le informazioni di cui abbiamo bisogno. Allora credo che i nostri elettori si sentiranno traditi. E quella potrebbe essere la vittoria più grande che i Democratici potrebbero sperare nel 2024, quando è davvero importante integrare verticalmente le nostre politiche”.

L’agenda repubblicana svelata dal leader repubblicano della Camera Kevin McCarthy la scorsa settimana ha chiamato “Impegno per l’America” dà credito alle affermazioni di Gaetz.

Il piano non dice nulla sull’impeachment di Joe Biden o sul taglio di fondi o stanziamenti per agenzie fuori controllo come l’FBI o il Dipartimento per la sicurezza interna.

Non menziona nulla della persecuzione politica sostenuta dell’elettore repubblicano e conservatore da parte dell’amministrazione Biden o degli attacchi culturali alla famiglia attraverso l’ideologia di genere e razza.

Il piano è così blando che anche il conduttore di Fox News Tucker Carlson si è scagliato contro di esso nel suo programma del lunedì “Tucker Carlson Tonight”, affermando che “non c’è niente di reale in esso”.

“Non c’è una sola parola in quel documento sugli attacchi alla famiglia americana che vedi ogni giorno”, ha detto Carlson. “Questo è al centro delle preoccupazioni della maggior parte delle persone. Come stanno i miei figli? Avranno una vita simile alla mia? Quello si chiamava il sogno americano. Esiste ancora? No.”


Twitter: @WhiteIsTheFury

Verità sociale: @WhiteIsTheFury

Gettr: @WhiteIsTheFury

Gab: @WhiteIsTheFury

Menti: @WhiteIsTheFury

Parler: @WhiteIsTheFury





Source link

Esplosioni rilevate vicino a Nord Stream – Mesi dopo che Biden aveva promesso di “terminare” l’oleodotto se la Russia invadesse

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Aggiornamento (1025ET):

Notizie AFP ha riferito che gli Stati Uniti sono “pronti a fornire supporto” all’Europa dopo le perdite del sistema di gasdotti Nord Stream.

Non c’erano ulteriori informazioni su quale tipo di supporto, ma si può solo immaginare che comporterebbe un aumento delle spedizioni di merci di GNL verso l’UE.

C’è solo un problema…

* * *

Aggiornamento (0932ET):

emittente svedese SVT ha riferito che la rete sismica nazionale svedese ha rilevato due esplosioni sottomarine vicino al sistema di gasdotti Nord Stream lunedì.

“Una delle esplosioni ha avuto una magnitudo di 2,3 ed è stata registrata in ben 30 stazioni di misurazione nel sud della Svezia”, ​​ha affermato SVT.

Bjorn Lund, professore di sismologia e direttore della rete sismica nazionale svedese, ha affermato che questi due eventi sismici sono stati esplosioni.

Ecco una mappa delle tre perdite sul sistema di gasdotti Nord Stream.

Javier Blas di Bloomberg ha affermato che la dimensione della “fuga di gas è enorme”.

Quindi la domanda rimane: cosa (o chi) ha causato le esplosioni?

Ricorda cosa disse il presidente Biden settimane prima che la Russia invadesse l’Ucraina:

“Se la Russia invade… allora non ci sarà più un Nord Stream 2. Porremo fine a tutto questo.”

* * *

Aggiornamento (0920ET):

Quotidiano svedese Aftonbaldet ha citato il capo delle operazioni delle forze di difesa svedesi, Michael Claesson, che ha affermato che non è escluso che ci sia un collegamento con le fughe di gas e la mobilitazione russa della scorsa settimana.

Claesson ha poi detto al giornale che l’incidente era una “questione militare”.

* * *

Aggiornamento (0910ET):

Le forze di difesa danesi hanno pubblicato le prime immagini delle fughe di gas dal sistema di gasdotti Nord Stream vicino alla zona economica esclusiva a sud-est dell’isola di Bornholm, secondo il quotidiano svedese Aftonbaldet.

Le prime immagini mostrano un’ampia superficie di bolle di gas nel Mar Baltico.

Ecco altre immagini di uno dei leak.

Un’altra perdita è stata segnalata dalle forze di difesa danesi con un diametro di 1 chilometro sulla superficie dell’acqua.

Questa è una perdita assolutamente enorme.

Una manciata di funzionari dell’UE sospetta che gli oleodotti siano stati sabotati.

* * *

Aggiornamento (0842ET):

Il governo svedese ha tenuto una riunione di gestione della crisi con altre autorità pubbliche sui danni al sistema di gasdotti Nord Stream, ha affermato il quotidiano svedese Aftonbaldet, citando i commenti del ministro degli Esteri Ann Linde.

Linde ha detto che la Svezia potrebbe discutere dei danni all’oleodotto con la Danimarca più tardi oggi.

La Danimarca sta rafforzando la sicurezza su tutte le risorse energetiche poiché alcuni funzionari europei ipotizzano che il sistema di gasdotti NS sia stato sabotato.

* * *

La trama si infittisce su ciò che ha causato danni a tre linee del sistema di gasdotti Nord Stream sotto il Mar Baltico verso l’Europa poiché alcuni funzionari europei ora sospettano di sabotaggio.

Martedì Nord Stream AG, l’operatore del sistema di gasdotti NS, ha pubblicato una dichiarazione in cui si leggeva: “la distruzione avvenuta in un giorno su tre linee del sistema di gasdotti Nord Stream non ha precedenti … e impossibile ora stimare i tempi per il ripristino delle operazioni dell’infrastruttura di spedizione del gas.”

Lunedì, gasdotto NS2 e due linee NS1 riportato rapide cadute di pressionecon perdite di gas segnalate dalle autorità svedesi e danesi nel Mar Baltico vicino alla zona economica esclusiva a sud-est dell’isola di Bornholm.

Una visione più approfondita dell’area dell’incidente.

Le cadute di pressione nel sistema di gasdotti NS potrebbero essere il segnale più grande che scorre attraverso NS1 potrebbe non riprendere questo inverno. La Germania e i paesi limitrofi stanno indagando sull’incidente. NS2 non può influire sui flussi verso l’UE perché il controverso condotto inattivo non è mai stato operativo dopo che il cancelliere tedesco Olaf Scholz lo ha cancellato dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina all’inizio di quest’anno.

Klaus Mueller, il presidente dell’autorità di regolamentazione della rete energetica tedesca, ha twittato che la situazione del mercato rimane “tesa”, ma la Germania e l’UE non dipendono più dalle forniture di NS.

Nord Stream AG ha emesso un messaggio di interruzione attivo fino al 26 ottobre, mentre il ministero dell’Economia tedesco ha affermato che sta indagando sull’incidente.

Martedì mattina il gas olandese, il benchmark europeo, è aumentato di quasi il 10% a 190,50 euro per megawattora.

La simultanea caduta di pressione delle linee NS suggerisce che alcuni partecipanti al mercato potrebbero prestare attenzione a qualsiasi indicazione di sabotaggio.

Il primo ministro danese Mette Frederiksen ha affermato che è difficile immaginare che le perdite di gas del NS siano state causate da una “coincidenza”.

Frederiksen non ha escluso il sabotaggio, anche se ha detto che era troppo presto per trarre conclusioni, secondo Reuterscitando l’emittente pubblica DR durante una visita in Polonia.

Lo ha detto un funzionario della sicurezza tedesco Bloomberg che il danno NS sembra essere il risultato di un “sabotaggio”.

Le prove indicano un atto violento, piuttosto che una questione tecnica, secondo un funzionario della sicurezza tedesco, che ha chiesto di non essere identificato perché la questione è in corso d’indagine. -Bloomberg

Quotidiano tedesco Tagesspiegel ha riferito che “i gasdotti Nord Stream potrebbero essere stati danneggiati da attacchi mirati e di conseguenza trapelati”.

Una fonte vicina al governo, citata dal giornale, ha affermato che “tutto parla contro una coincidenza”.

Non possiamo immaginare uno scenario che non sia un attacco mirato”, ha affermato la fonte.

Die Welt, un altro quotidiano tedesco, ha riferito che la tempistica del danno NS potrebbe suggerire un sabotaggio ed è improbabile che si tratti di un incidente.

I giornalisti hanno chiesto al portavoce del Cremlino Dmitry Peskov se la caduta di pressione del sistema NS potesse essere dovuta a un sabotaggio. Ha risposto: “È impossibile escludere qualsiasi opzione”.

Secondo il quotidiano nazionale danese Berlingske, citando l’Autorità per l’energia danese, non sembra esserci una fine immediata alla fuga di gas dai gasdotti NS.

L’autorità per l’energia ha detto: “Sta uscendo molto gas, quindi non è una piccola crepa, è un buco davvero grande. Le perdite di Nord Stream possono essere un atto deliberato, ma può anche essere qualcos’altro, è solo estremamente raro che accada qualcosa del genere”.

Sviluppando…





Source link

Biden Advisor dichiara che i conservatori MAGA vogliono “distruggere” l’America

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Un consulente senior di Biden ha dichiarato domenica che è “importante chiamare in causa” i conservatori MAGA come persone che “vogliono essenzialmente distruggere gli Stati Uniti d’America”.

Keisha Lance Bottoms, il “consigliere senior per l’impegno pubblico” del presidente, ha fatto i commenti durante un’intervista a MSNBC.

Il presentatore Jonathan Capehart ha chiesto a Bottoms “la gente nell’amministrazione da qui alle elezioni dell’8 novembre continuerà a martellare quella frase? A quell’immagine?” facendo riferimento all'”agenda MAGA”.

Bottoms ha risposto “Quello che vediamo, ancora una volta, con questa agenda repubblicana MAGA, è uno sforzo per sconvolgere la nostra democrazia”, ​​aggiungendo “Penso che sarà sempre importante richiamare ogni sforzo per distruggere, essenzialmente, distruggere gli Stati Uniti di America.”

Ha continuato, “quando hai un’agenda repubblicana MAGA che non rispetta la Costituzione, che non rispetta le elezioni libere ed eque, allora è importante per tutti noi, non solo per il presidente, non solo per me, per tutti dobbiamo chiamarlo per quello che è. È un pericolo per la nostra democrazia, è un pericolo per il nostro modo di vivere”.

Guadare:

I commenti di Bottoms arrivano quando Hillary Clinton ha confrontato direttamente i sostenitori di Trump con gli accoliti di Hitler:

Il conduttore di Fox News Harris Faulkner ha accusato Hillary di dirigere “incitamenti all’odio” verso i conservatori, osservando che “quel tipo di discorsi è così irresponsabile. Ci sono cose che stanno succedendo. Abbiamo una giustizia presso la Corte Suprema con un tentativo di omicidio in questo Paese”.

L’ospite ha continuato, “paragonando le cose a Hitler e alla schiavitù, perché le cose non possono vivere nella storia dove erano? Erano già abbastanza terribili. Hanno bisogno di essere riportati indietro ed essere sminuiti in modo che possiamo elevare qualcosa al di sopra di esso?”

“Hillary Clinton dice bene, questa persona o questa situazione è come Hitler, di cosa sta parlando che è come Hitler in questo paese in questo momento? È così ignorante da non sapere quante persone sono morte? Non c’è niente da fare in questo paese in questo momento come Hitler”, ha esortato Faulkner.

Il commentatore conservatore Tom Elliot ha osservato che i media legacy che aiutano a diffondere la retorica “estremista” democratica stanno avendo conseguenze nel mondo reale.

—————————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley è fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che tu ti iscriva alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turboforza – una spinta sovraccarica di energia pulita senza il calo.

Inoltre, abbiamo urgentemente bisogno del tuo sostegno finanziario qui. —————————————————————————————————————————





Source link

Obama sostiene il razzismo per sopprimere l’opposizione americana alla migrazione mortale di Biden

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Secondo l’ex presidente Barack Obama, gli americani si oppongono alla migrazione di massa illegale e salariale del presidente Joe Biden perché sono razzisti, non a causa delle loro preoccupazioni economiche.

“In questo momento, il più grande carburante dietro l’agenda repubblicana è legato all’immigrazione e alla paura che in qualche modo il carattere dell’America cambierà se, persone di tonalità più scure, ce ne sono troppe qui”, ha detto Obama a un incontro di agenti immobiliari ispanici il 25 settembre a San Diego, California.

Obama ha usato le sue affermazioni sul razzismo del divide et impera per nascondere l’opposizione pubblica all’impatto economico della migrazione, secondo i suoi commenti pubblicato in un rapporto del 25 settembre del San Diego Union-Tribune:

Vorrei poter essere più eufemistico al riguardo, tranne [they’re] non così sottile al riguardo – lo stanno solo dicendo “, ha detto Obama. “Lo senti sui media di estrema destra, lo senti da candidati e politici, senti cose come ‘grande teoria della sostituzione’ – voglio dire, questo non è sottile. A meno che non saremo in grado di tornare a una visione più inclusiva all’interno del Partito Repubblicano, sarà difficile portare a termine un progetto di legge.

Obama ha anche affermato che l’opposizione pubblica alla migrazione di massa è più pericolosa del sostegno del governo alla migrazione che ha cambiato la nazione che ha ucciso migliaia di migranti e molti più americani:

Quando hai quel tipo di retorica che fluttua là fuori, abbiamo visto nella storia che è una retorica pericolosa. È pericoloso ovunque appaia ed è pericoloso qui negli Stati Uniti.

Leggi di più



Source link

Psaki afferma che i democratici perderanno se i midterm diventeranno un “referendum” su Joe Biden

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


L’ex segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha avvertito che i Democratici perderanno le elezioni di medio termine se diventeranno un “referendum” sul presidente fantoccio Joe Biden.

“Se è un referendum sul presidente, perderanno e lo sanno”, ha sottolineato Psaki domenica “Meet the Press” di MSNBC. “Sanno anche che il crimine è un’enorme vulnerabilità per i Democratici. Direi una delle maggiori vulnerabilità”.

Psaki ha notato che il Partito Repubblicano si sta concentrando su quella che secondo lei è la più grande debolezza dei Democratici: la criminalità dilagante nei centri urbani.

“Se guardi alla Pennsylvania, ad esempio, ciò che è stato interessante per me è che segui sempre i soldi e dove le persone spendono soldi”, ha spiegato Psaki.

“E in Pennsylvania i repubblicani hanno speso milioni di dollari in onda in annunci di criminalità contro Fetterman perché è lì che vedono la sua vulnerabilità”, ha detto Psaki della corsa al Senato nello Stato di Keystone.

“Quindi sì, l’economia incombe su tutto. Ma devi considerare lo stato per fattori statali e il crimine è un grosso problema nella corsa in Pennsylvania “, ha aggiunto.

Attualmente, l’approvazione di Joe Biden è sott’acqua come mercato azionario venerdì caduto al livello più basso dal 2020 – territorio del mercato ribassista – cancellando tutti i guadagni da quando Biden ha conquistato la Casa Bianca nel gennaio 2021.

Inoltre, l’inflazione rimane ostinatamente alta all’8,3% anno su anno, mentre i prezzi di energia, cibo e materie prime continuano a salire.

All’inizio del segmento, Psaki ha affermato che i Democratici avrebbero vinto se avessero inquadrato i termini intermedi come un referendum sui candidati “estremi” dei repubblicani come la rappresentante Marjorie Taylor Greene (Ga.), che era schiacciato più volte nelle ultime settimane grazie ad attivisti transgender scontenti.




Source link