Archivi tag: Affamato

“Affamato, isolato, freddo” – Il genitore di uno studente universitario lancia l’allarme sull’esperienza del dormitorio in quarantena

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Un genitore preoccupato della Ohio University sta denunciando la qualità dei dormitori in quarantena della scuola dopo che la visita di suo figlio ha portato a un accesso limitato al cibo.

Margo Seybolt ha espresso le sue preoccupazioni all’assistente speciale del presidente per le operazioni di sanità pubblica Gillian Ice, attraverso la quale ha citato l’accesso limitato al cibo come una delle sfide che suo figlio, Emanuel Seybolt, ha affrontato durante la sua quarantena di tre giorni dopo essere tornato al campus per il semestre primaverile.

“Ha ordinato cibo alle 18:43 e non ha mai ricevuto un pasto. Sta dicendo che è affamato, isolato, infreddolito, stanco di sentire la persona accanto a lui tossire e i rumori che sbattono sotto di lui “, ha scritto Seybolt in una e-mail a Ice ottenuta da Riforma del Campus.

Ice ha risposto all’e-mail per esprimere i protocolli dell’università in linea con il Dipartimento della salute dell’Ohio e ha dichiarato il suo rammarico per il “inconveniente”.

“I protocolli stabiliti all’Università dell’Ohio sono conformi al Dipartimento della salute dell’Ohio e progettati per mantenere il campus il più sicuro possibile”, ha scritto Ice. “Mi dispiace che questo sia stato un inconveniente per lui”.

Emanuel è stato incaricato di mettersi in quarantena nel dormitorio sponsorizzato dall’università il 10 gennaio dopo essere stato informato di un test PCR positivo sostenuto il 6 gennaio. Secondo le linee guida dell’università, tutti gli studenti che risiedono in alloggi universitari sono stati necessario fare un test Covid-19 prima di tornare al campus a gennaio.

Mentre si trovano nei dormitori di quarantena, gli studenti non possono lasciare la stanza se non per approvato attività come lavanderia, test o emergenze.

Il cibo può essere consegnato, tuttavia, da entrambi i siti di consegna come Instacart o Doordash, oppure può essere ordinato online utilizzando il modulo del dipartimento del servizio culinario. Emanuel ha riferito di aver utilizzato il modulo il 10 gennaio. Tuttavia, l’ordine non è stato consegnato fino al giorno successivo.

“Non ho avuto cibo o altro”, ha detto Emanuel Riforma del Campus. “Ero preoccupato, come se continuasse a succedere?”

Emanuel ha detto che mentre mangiava spuntini che portava al dormitorio, non sapeva quanto sarebbe durata la sua quarantena. L’ordine è arrivato il giorno successivo dopo aver effettuato un altro ordine tramite il modulo, insieme a “2 bottiglie d’acqua e 1 Gatorade”.

“Sta dicendo che è affamato, isolato, infreddolito, stanco di sentire la persona accanto a lui tossire e i rumori che sbattono sotto di lui”, ha scritto Seybolt nella sua e-mail.

Oltre al ritardato servizio di ristorazione, ulteriori preoccupazioni sollevate dalla coppia includono basse temperature, biancheria da letto inadeguata, bagni in comune e forti rumori all’interno del dormitorio.

“I malati devono condividere il bagno. Le persone che non sono malate devono condividere il bagno con le persone malate”, si rivolse Seybolt. “Mi sento così male per gli studenti che vanno lì e si sentono male. Questo è un abuso mentale e fisico”.

“Quando sono arrivato lì, avevano coperte e cose del genere, ma non mi rendevo conto di quanto facesse freddo nella stanza. C’erano tipo sessanta gradi”, ha ricordato Emanuel.

Seybolt ha posto ulteriori domande a Ice sul trattamento degli studenti in isolamento, incluso se sono in grado di “uscire e prendere il sole tanto necessario” e se hanno accesso ad “acqua ed elettroliti”.

“Farò sapere a molte persone di questa violazione dei diritti umani non solo rivolta a mio figlio, ma a tutti gli altri nel dormitorio che mi ricorda la prigione”, ha scritto.

Mentre il test è risultato positivo, Emanuel non ha mostrato sintomi.

L’Università dell’Ohio è stata nominata in a causa guidato da Gruppo di diritto di Mendenhall che rappresenta 15 studenti e un membro della facoltà dell’università. La denuncia mira a contestare “la validità statutaria e costituzionale del mandato di vaccinazione e misura sanitaria dei Convenuti”.

La vaccinazione universitaria mandato è entrato in vigore nell’agosto 2021.

Attualmente, gli studenti sono tenuti a presentare una prova della vaccinazione di richiamo e continuare a indossare maschere “negli spazi pubblici interni in OHIO [sic] campus e sui mezzi pubblici”.

Il test settimanale obbligatorio è richiesto per studenti selezionati, indipendentemente dallo stato di vaccinazione, e include residenti nel campus, studenti o docenti con un’esenzione approvata e nuovi studenti che non hanno ancora rispettato il mandato del vaccino.

I ricorrenti sostengono che il mandato è in violazione di RC 3792.04, Articolo 1. Sezione 1. della Costituzione dell’Ohioe RC 2905.12.

Il gruppo legale ha archiviato tre ulteriori abiti per conto dei querelanti che sfidano i mandati COVID-19 presso la Bowling Green State University, la Miami University e l’Università di Cincinnati.

“Voglio solo che le persone siano consapevoli di cosa sta succedendo”, ha detto Emanuel.

Una modifica del rapporto Reese di Indirizzo recente di Riccardo Bosi a tutte le persone che hanno giurato di difendere la loro nazione.



Source link