0 4 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Rae “Sunshine” Seddon, un fornaio in una caffetteria, si avventura lontano dalla relativa sicurezza e viene catturato dai vampiri. La gettano in una stanza con un vampiro incatenato e affamato Constantine, che deridono e torturano al comando del loro padrone. Rae riscopre il suo talento magico e libera se stessa e il suo nuovo compagno. Questo è solo l’inizio, perché Bo, l’arcinemico di Costantino, non si arrende finché non li distrugge entrambi.

In futuro, c’è qualcosa chiamato “Guerre Voodoo”, un conflitto tra l’umanità e gli “Altri” (demoni, mutaforma, vampiri – i vampiri sono il problema più forte e principale). Molti umani muoiono in quel conflitto e quelli sopravvissuti lottano per sopravvivere mentre i potenti vampiri cercano di governare il mondo.

Uno dei risultati di questo conflitto è che i “punti negativi”, luoghi in cui prospera la magia nera, appaiono sempre più spesso, riducendo lo spazio abitabile per l’uomo e rendendo ancora più difficile la sopravvivenza dell’uomo. Come dice uno dei personaggi, “Gli altri stanno vincendo”, semplicemente non possono dirlo apertamente alla popolazione umana in generale.

Questo mondo non è quello che un lettore di solito si aspetterebbe da un luogo popolato da mutaforma e vampiri – ed è qui che entra in gioco l’umorismo del McKinley. Ad esempio, i mutaforma più comuni non sono i licantropi, ma i polli mannari, rendendo i mutaforma riluttanti ad ammettere ciò che sono. Per quanto riguarda i vampiri, non sono sexy, sono fisicamente ripugnanti per gli umani. Mentre i vampiri hanno un tale controllo sui loro corpi che “possono sempre”, Rae chiede: “Chi vorrebbe un ragazzo con un’erezione costante?”

Quello che ho trovato più accattivante in questo romanzo è stato il rapporto tra Rae e Constantine. Rae è sin dall’inizio in sintonia con la posizione di Constantine, perché “a nessuno piacciono i bulli”, e Constantine non è il solito assassino vampiro. Sono perplessi l’uno dall’altro, Rae da un vampiro che non si comporta come un mostro ma come un essere simpatico, e Constantine avendo un alleato umano che deve proteggere, qualcosa a cui non è molto abituato.

La loro relazione cresce, spesso per il loro perplessità. Nonostante Constantine sembri ancora brutto a Rae (non sappiamo che aspetto abbia Rae), tra loro si sviluppa una tensione sessuale – e abbastanza credibile. Continuano a proteggersi e ad aiutarsi a vicenda, ognuno con punti di forza e di debolezza, e la loro amicizia cresce, un’amicizia che non finisce quando il nemico viene sconfitto – e il lettore viene lasciato a chiedersi cosa succederà tra loro.

Scritto in modo intelligente, umoristico, a volte simile a una fiaba, Sunshine è un bellissimo romanzo che salta fuori dagli stereotipi e costruisce il mondo e i personaggi propri. Nonostante molti lettori lo chiedano, l’autore non ha ancora scritto un seguito, ma si può sempre sperare.


new world order
#Sunshine #Robin #McKinley #recensione #libro

Lascia un commento

Leggi anche