0 4 minuti 2 mesi



Ha chiamato un gruppo spagnolo indipendente per i diritti umani Safeguard Defenders ha pubblicato un rapporto all’inizio di questo mese, descrivendo in dettaglio un’operazione di polizia globale lanciata dal Partito Comunista Cinese (PCC) all’inizio del 2022.

All’inizio di settembre, il governo cinese ha già installato almeno 30 stazioni di sorveglianza in 25 città in 21 paesi diversi.

Il centro solitario in America si trova a New York City e ci sono tre stazioni a Toronto, in Canada.

Secondo il gruppo per i diritti umani fuori dalla Spagna, la Cina sta violando le leggi internazionali e potrebbe violare l’integrità territoriale delle nazioni in cui operano gli uffici.

Il rapporto è intitolato “110 oltremare: la polizia transnazionale cinese è diventata selvaggia”.

L’organizzazione non governativa ha anche rilevato che “tra aprile 2021 e luglio 2022, la polizia cinese ‘convinse’ 230.000 ha sostenuto latitanti per tornare in Cina ‘volontariamente’” ma ha rivelato che non tutti gli individui avevano nemmeno commesso un crimine.

Cittadini cinesi che vivevano o visitavano l’estero sono stati “persuasi” a tornare a casa dalle forze di polizia canaglia che minacciavano di portare i loro figli a casa in Cina fuori dalla scuola o di punire i loro familiari in Cina, indipendentemente dal fatto che fossero coinvolti o meno in qualche illecito.

Secondo il rapporto, questa forma di molestia e intimidazione nei confronti dei familiari dei sospetti ricercati dalle forze di polizia cinesi sono potenziali violazioni dei diritti umani.

Gli investigatori hanno anche affermato che la Cina ha adottato una nuova legge il 2 settembre che entrerà in vigore il 1° dicembre, che stabilisce “la piena extraterritorialità su cinesi e stranieri a livello globale per determinati crimini (frode, frode nelle telecomunicazioni, truffe online, ecc.)”.

In conclusione, il rapporto ha esortato altre nazioni a indagare sulle pratiche della Cina, affermando: “Mentre queste operazioni continuano a svilupparsi e vengono istituiti nuovi meccanismi, è evidente che i paesi governati dagli standard stabiliti dai diritti umani universali e dallo stato di diritto hanno urgentemente è necessario indagare su queste pratiche per identificare gli attori (locali) al lavoro, mitigare i rischi e proteggere efficacemente il numero crescente di coloro che sono presi di mira”.

Questa situazione deve essere attentamente monitorata e le nazioni sovrane in tutto il mondo dovrebbero liberare i loro paesi dai parassiti comunisti.






Source link

Lascia un commento

Leggi anche