0 3 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

La preoccupazione per la situazione attuale è scomparsa.

Un nuovo sondaggio Gallup ha rilevato che solo l’1% degli americani vede la Russia come un grave problema, mentre l’inflazione, il cattivo governo e lo stato dell’economia sono molto più preoccupanti.

È rivelatore vedere quante persone hanno perso interesse per gli “eventi di attualità”: mentre a marzo il 9% degli americani vedeva ancora le relazioni con la Russia come il problema più importante del paese, questo numero è ora fortemente diminuito.

Proprio come i media hanno messo in secondo piano la guerra tra Ucraina e Russia (probabilmente per frustrazione per le previsioni ingenue che la Russia sarebbe stata rapidamente sconfitta), anche gli americani hanno perso interesse.

Poco dopo l’invasione della Russia, la questione era considerata una priorità assoluta, ma ora solo l’1% degli americani crede che sia la questione più importante per la nazione.

…cosa dovrebbe essere sensibile al contenuto è un mistero per noi…;)

Al contrario, il 17% degli americani vede l’inflazione come la preoccupazione principale in questo momento, insieme al 17% che afferma che il governo è cattivo e il 12% che è preoccupato per l’economia in generale.

La Russia non è nemmeno nella top 10 poiché gli americani considerano la criminalità, l’immigrazione e il controllo delle armi come questioni più importanti.

L’8% degli americani considera l’aborto la questione più importante: un nuovo record da quando Gallup ha iniziato a monitorare la questione nel 1984.

In particolare, nonostante la copertura mediatica generalmente implacabile, il COVID-19, le audizioni del 6 gennaio e il cambiamento climatico non sono tra i primi dieci problemi.

Come abbiamo già sottolineato, il sostegno a un ulteriore coinvolgimento degli Stati Uniti in Ucraina è crollato quando agli americani è stata fornita una spiegazione dettagliata dell’impatto che avrebbe sull’economia e sul loro costo della vita.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche