0 8 minuti 1 anno

Skadi è una dea nordica. È conosciuta anche come Skadhi, Skade, Scathe e Skajoi. I suoi nomi significano “danno”, “danno” o “ferita”. È la parola da cui l’inglese ha preso le parole shadows, scathe e scythe.

Skadi era una gigantessa di ghiaccio, non una dea, ma quando gli Aesir uccisero suo padre, la compensarono dandole una sposa e poteri divini. Era innamorata di Balder, ma gli Aesir non le permettevano di scegliere nessuno di loro. Le fecero scegliere la sua sposa ai piedi nudi degli dei. Skadi pensava che il Dio più bello deve avere anche il piede più bello, ma si sbagliava. I piedi più belli appartenevano al dio del mare Njord. Il loro matrimonio non fu molto felice, poiché Skadi non poteva dormire con i gabbiani che urlavano nella casa sull’oceano di Njord, e Njord non poteva dormire con i lupi che ululavano nel castello ghiacciato di Skadi sulle montagne. Sono riusciti a organizzare la relazione in modo che funzionasse, e Skadi ha sempre avuto buoni rapporti con tutti gli Aesir.

Anche il rapporto tra suo padre e lei era stretto e caro, quindi Skadi è stata nominata la Dea dell’eredità degli antenati, delle relazioni familiari e delle radici.

Gli esseri umani sono animali sociali e abbiamo imparato a parlare per rafforzare i legami sociali. L’inverno è il momento di riunirsi e raccontare storie. Per questo motivo Skadi è anche la Dea della conoscenza, della narrazione e dell’apprendimento dagli anziani.

Skadi è la dea dei ponti. Si unisce al mondo di Dio con le Forze Primordiali, essendo una gigantessa di ghiaccio che diventa una Dea. Unisce l’acqua dolce dello scioglimento del ghiaccio con l’acqua salata del mare di Njord. La Scandinavia è la patria del Mar Baltico, la più grande pozza di acqua salmastra del mondo. (Tutta l’acqua salmastra del mondo è dedicata a una Dea.)

Skadi è l’archetipo della donna yang, sposata con un uomo yin, un esempio di come preservare la libertà e la natura selvaggia, ma essere comunque in grado di adempiere ai doveri e alle aspettative. Fai quello che sai essere giusto, non quello che gli ALTRI ti dicono di fare. Skadi è la dea delle donne equilibrate, sicure di sé e indipendenti. Corre con i lupi.

“Una donna sana è molto simile a un lupo: robusta, piena zeppa, forte forza vitale, vivificante, consapevole del territorio, inventiva, leale, vagabonda”

– Clarissa Pinkola Estes

Skadi è la dea della giustizia, della vendetta e della giusta rabbia. La sua venuta dagli Asir per chiedere giustizia per suo padre, e accettare il risarcimento, le dà questo diritto. In seguito tutti gli Aesir vennero da lei per trovare protezione, consiglio, governo e giudizio in diverse questioni, anche Loke fece questo. In questo ricorda Ecate, la dea greca degli spazi liminali, che è il giudice finale tra gli dei dell’Olimpo.

Come Hekate, Skadi è anche la Dea della Magia. Rappresenta l’oscurità e il freddo dell’inverno tanto quanto la neve morbida e protettiva. È come il ghiaccio, duro e freddo, ma il ghiaccio può anche tenere le persone al riparo e al caldo a forma di igloo.

Skadi è una cacciatrice. Caccia con l’arco, accompagnata da lupi bianchi. Skadi dà ai cacciatori le abilità di cacciare, quindi se sei un buon arciere, ringrazia Skadi. È chiamata la Dea Lupo Bianco e tutti i lupi, non solo quelli bianchi, sono i suoi animali, ma anche altri animali nordici bianchi, come gli orsi polari e le renne bianche sono suoi. Si muove nel paesaggio invernale con gli sci, le ciaspole o i pattini e conosce questi sport invernali meglio di chiunque altro. Lo sport è sacro per lei. Skadi è per molti versi simile a un’altra cacciatrice sportiva, Diana-Artemis. Lo sport preferito di Diana era la corsa, e quando la neve si scioglie, corre anche Skadi. Si crede che sia nei fiumi e nelle rapide durante l’estate, e quindi è anche la dea della corsa rapida e della corsa su lunghe distanze. Puoi onorarla impegnandoti in questi sport e arti marziali. È anche la Dea delle montagne, quindi copre tutti gli sport estremi e di resistenza.

Skadi offre alle persone la capacità di comunicare con la natura, gli animali, le piante e i minerali.

Nella leggenda del padre di Skadi, si diceva che i suoi occhi fossero alzati al cielo, come stelle, per vegliare su Skadi. Skadi è quindi anche la Dea delle stelle e di tutte le attività legate alle stelle, come l’astronomia e l’astrologia. Qui in Scandinavia (dal nome Skadi) le estati sono così leggere che le stelle non si vedono bene. Dobbiamo aspettare che inizi la stagione di Skadi, l’inverno, per vedere le stelle.

Skadi non è una donna bianca biondo argento, ma assomiglia a qualsiasi donna nativa del nord. I suoi capelli sono scuri, quasi neri e lunghi. A volte è legato in un unico nodo. La sua pelle è marrone e consumata dal tempo, come la pelle di ogni donna sportiva invernale, e le sue mani sono le mani di una donna che lavora. I suoi occhi sono grigio blu e i suoi denti sono molto, molto bianchi. Indossa sempre abiti bianchi, decorati con pelliccia bianca, ed è per questo che è chiamata la Bianca Signora dell’Inverno. Porta con sé un bastone bianco dell’inverno, un grande bastone della sua altezza, decorato con ossa e pelliccia, pietra e metallo. Indossa gioielli di ossa e denti e artigli di animali. A volte è raffigurata con il suo serpente bianco, Gemheil, attorcigliato intorno al polso o al collo. Skadi è anche l’amante dei serpenti, e quando Loke ha causato la morte di Balder, è stato Skadi che ha appeso il serpente che gocciolava veleno sul suo viso, facendolo tremare e tremare mentre il veleno gli faceva male.

Skadi è una mutaforma, quindi puoi aspettarti di vederla come qualsiasi cosa. Ha spesso la forma di un animale bianco, come il gufo delle nevi, il serpente bianco o la volpe artica.

Skadi vive di pere e selvaggina, soprattutto renne. I suoi fiori sono tutti fiori bianchi, ma soprattutto quelli che sbocciano nella neve, come la rosa di Natale, i bucaneve e gli amenti. A lei sono dedicate tutte le pietre bianche e nere, in particolare i cristalli di quarzo chiaro, chiamati “cristalli di montagna” in finlandese e “pietre di ghiaccio” in tedesco. Se vuoi farle un’offerta, offri il tuo sangue, acqua filtrata o vodka, pere o fiori bianchi. Non offrirle sale, perché l’odore del sale le ricorda la casa sull’oceano di suo marito e i gabbiani urlanti. Tradizionalmente, Skadi riceveva offerte a Imbolc (Candelora).


new world order
#Skadi #dea #delle #ombre #delle #ferite #del #dolore #delle #vittime

Lascia un commento

Leggi anche