0 6 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Biden ha scoperto di poter deviare le critiche dei media statunitensi ritirandosi dalla guerra in Ucraina e prevedendo in seguito una seconda fase?

Avresti potuto facilmente trascurarlo. Per la prima volta, la stampa americana di sinistra che sostiene Biden ha sottolineato che la corruzione nel governo del presidente Zelensky in Ucraina esiste ed è un vero problema.

L’articolo, scritto dal principale corrispondente di politica estera del Washington Post e pluripremiato giornalista Thomas L. Friedman, intendeva solo suggerire che le relazioni tra il campo di Biden e il campo di Zelensky non sono affatto solide. Forse non lo sono mai stati. Ma in questo momento, il sistema viene alimentato, tramite Friedman, con la narrativa che le relazioni non sono proprio come rappresentate dalla maggior parte dei media occidentali.

Il momento è interessante in quanto sostengo da tempo che gli Stati Uniti stanno cercando un modo per prendere le distanze da Zelensky e potrebbero considerare un modo per deporlo (anche attraverso un tentativo di omicidio che potrebbe essere attribuito ai russi). Con questo articolo, il campo di Biden sta preparando il terreno per una mossa del genere?

Friedman ha descritto la decisione di Zelensky di licenziare il procuratore generale Irina Venediktova e il capo del Servizio di sicurezza statale (SBU) Ivan Bakanov a metà luglio come “strani avvenimenti a Kiev”, aggiungendo di non aver visto alcun rapporto nei media statunitensi che “spiega in modo convincente” il ragioni della più grande ristrutturazione del governo di Kiev dall’inizio della guerra. Poi ci dà il colpo di grazia.

“È come se non volessi guardare troppo da vicino sotto il cofano a Kiev per paura della corruzione o di qualsiasi buffoneria che potremmo vedere quando abbiamo investito così tanto lì”, scrive.

È un accenno di qualche tipo? Esorta Biden Zelensky a ripulire il suo cortile e fermare la rivendita di armi statunitensi al mercato nero delle armi, il che spesso significa venderle a gruppi terroristici in Siria – o altro.

O sta dicendo al resto dei media che questo è il problema che vogliamo che porti avanti? Certamente, a partire dal Washington Post e usando qualcuno come Friedman per dare il via alla questione della corruzione incontrollata, sarebbe una mossa intelligente per i media. Ma sarebbe anche una mossa intelligente per trasmettere un messaggio allo stesso Zelensky. Lo scopriremo nelle prossime settimane.

È del tutto possibile che il campo di Biden fosse a conoscenza della svendita di ampi settori dell’esercito dispiegato in Ucraina e ne fosse contento finché Zelensky ha giocato d’accordo su una serie di questioni incentrate sullo stesso problema: la Casa Bianca è incaricata di gli eventi bellici quotidiani. Questo porta a migliaia di meme satirici sui social media che ritraggono Zelensky come una sorta di schiavo sessuale, completo di biancheria intima in PVC.

Ma ecco i cinque scenari che spiegano la corruzione e la rivendita delle armi.

  • riciclaggio di denaro. Biden invia le pistole e Zelensky ne vende la metà nel mercato delle armi. Il denaro è detenuto da Zelensky per conto di Biden. Zelensky è solo un direttore di banca per Biden, la cui famiglia fa già molti affari opachi nel paese.
  • Biden sa che le armi saranno rivendute e Zelensky manterrà i profitti in cambio di una serie di accordi che la famiglia Biden fa lì.
  • L’esercito ucraino vende l’equipaggiamento e mantiene i profitti da solo, e Zelensky non vi partecipa, sebbene lo condoni tacitamente.
  • I soldi della rivendita delle armi, così come i soldi dei contribuenti statunitensi, sono detenuti in un “conto bancario sporco” controllato da Zelensky, che la famiglia Biden usa per i propri fini.
  • Il campo di Biden utilizza questi profitti per armare e finanziare i propri gruppi terroristici in Medio Oriente o in altre parti del mondo. Questi soldi sporchi possono essere utili a Biden quanto i 30 milioni di dollari che Reagan ha ricevuto dagli iraniani negli anni ’80, alcuni dei quali sono stati utilizzati per finanziare i “Contras” in Nicaragua.

Biden ha concluso che può deviare le critiche dei media statunitensi ritirandosi dalla guerra in Ucraina e prevedendo una seconda fase in un secondo momento? Potrebbe rapidamente ridimensionare le dimensioni dei pacchi militari e del denaro, citando preoccupazioni sulla responsabilità mentre guida i media verso la nuova “minaccia” rappresentata dalla Cina, che ovviamente è stata interamente inventata da lui e Pelosi. È questo lo scenario vantaggioso per tutti in cui può continuare a versare miliardi di dollari dei contribuenti statunitensi nel complesso militare-industriale, che alcuni scrittori scettici potrebbero presumere vedrà lui e la sua famiglia ricevere in cambio enormi tangenti – mentre sta anche cercando di ingannare il Pubblico americano che è in corso una situazione di stallo militare con la Cina e che solo lui può salvare l’America? Questo dovrebbe portarlo alle elezioni di medio termine, e forse gli elettori non si renderanno conto che il gas costa 5 dollari al gallone e l’America è nella sua più profonda recessione dal 1929, giusto? Osserva da vicino come i giornalisti statunitensi si stanno ora rivoltando contro Zelensky e iniziano a vedere la sua amministrazione e le sue azioni attraverso occhiali più chiari e non color rosa. La corruzione” sta diventando il nuovo argomento ucraino per i media occidentali. A proposito di tempo.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche