0 2 minuti 7 mesi



Un giudice di diritto amministrativo in Georgia si è pronunciato a favore della rappresentante del GOP Marjorie Taylor Greene (MTG) venerdì, consentendole di rimanere nel ballottaggio per la corsa al 14° distretto congressuale dello stato dopo che i democratici statali hanno provato a utilizzare la “clausola di squalifica” del quattordicesimo emendamento per impedirle di correre.

I Democratici che volevano assicurarsi che Greene non potesse candidarsi di nuovo alla carica hanno usato la debacle del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti per attaccarla, sostenendo che aveva preso parte a “un’insurrezione”.

Durante la protesta in Campidoglio, MTG era effettivamente all’interno della Camera della Camera in qualità di membro del Congresso.

Il gruppo dietro l’attacco si chiama Free Speech For People, il che è estremamente ironico considerando che sono innescati dalle attività protette dal Primo Emendamento di MTG.

Il giudice Charles Beaudrot si è pronunciato a favore di Greene, dicendo che i suoi sfidanti “non hanno dimostrato il loro caso per una preponderanza delle prove”.

Secondo il giudice Beaudrot, i Democratici non potevano provare che Greene fosse “impegnato in insurrezione o ribellione contro lo stesso, o [gave] aiuto o conforto ai suoi nemici ai sensi del 14° emendamento alla Costituzione”.

La decisione del giudice è solo una raccomandazione e controversa Segretario di Stato della Georgia Brad Raffensperger avrà l’ultima parola quando si tratta di “consentire” a Greene di candidarsi alla carica.

Come ha osservato il commentatore conservatore Jack Posobiec, “Il fatto che questo sia stato ascoltato anche in tribunale è completamente folle”.

MTG si è unita a “The Alex Jones Show” il mese scorso per discutere degli attacchi della sinistra alla sua campagna elettorale, all’integrità elettorale e al popolo americano.






Source link

Lascia un commento

Leggi anche