0 3 minuti 1 anno

Recentemente ho avuto il piacere di leggere un avventuroso libro di fantascienza tratto da una serie che diverte e stimola creativamente la mente. Quella che segue è la mia recensione del secondo libro della serie che si è rivelata una lettura degna, buona quanto il primo libro.

Continuando la sua offerta di fantascienza intellettualmente stimolante, l’autore, John L. Clemmer, realizza ancora una volta una narrativa soddisfacente e divertente con la sua seconda aggiunta alla sua serie “Dhin”, Il potere del Dhin.

Questa volta, l’autore Clemmer immerge completamente i lettori in una perpetuazione più guidata dalla trama della saga di Dhin; sebbene mantenga ancora un livello accessibile di sofisticatezza scientifica, con questo libro si impegna con più colpi di scena, azione e conflitto all’interno di un universo intelligentemente espansivo, multiprospettico e multiabitato.

La storia inizia più di due anni, con la partenza dei governatori dell’IA dalla terra. Sono usciti in missione cercando di espandere la loro esistenza nella galassia con l’ambita tecnologia Dhin. Tuttavia, i loro sforzi di espansione non sono facili, poiché si trovano di fronte a un ostacolo potente. Nel frattempo, sulla terra, l’umanità ha compiuto l’impresa di ingegneria inversa della tecnologia Dhin, dando origine all’inizio dell’esplorazione senza restrizioni delle vaste regioni dello spazio, che a sua volta porta anche a una scoperta sorprendente.

Inoltre, mentre sono liberi dai diffidenti controllori dell’IA, i cittadini sulla terra continuano un’esistenza turbolenta con le loro vite rese scomode e disorganizzate dalla mancanza di controllo dell’IA e una parte della popolazione incapace di contribuire alla società nei modi tecnici tanto necessari, quelli di minori l’intelletto detiene lavori minimamente retribuiti, costringendoli a vivere una realtà irta di povertà mentre apparentemente bloccati in una posizione depressa nella società. Con rivolte e attacchi hacker in aumento, coloro che sono al potere sulla terra, lottano per mantenere il controllo sulla sua popolazione irrequieta, mentre gli indizi indicano la possibilità di una forza canaglia al lavoro e intrigante, sullo sfondo.

Nel complesso, Il potere del Dhin si è rivelato assolutamente piacevole da leggere. È stata una continuazione ben posata e di successo della storia di Dhin, che ho trovato stimolante e coinvolgente. L’autore John L. Clemmer, offre con il suo stile equilibrato di fantascienza consapevole e appetibile che è diverso in prospettiva, costantemente creativo e offre sfaccettature uniche di fatti scientifici, finzione e innovazione. Finora questa è una serie degna di lettura.


new world order
#Recensione #del #libro #potere #del #Dhin #John #Clemmer

Lascia un commento

Leggi anche