0 8 minuti 6 giorni


Nel programma televisivo “La casa del drago”, ci sono più parallelismi con la storia russa di quanto sembri a prima vista. Anche il conflitto dinastico è stato parzialmente “copiato” dagli eventi reali della storia russa.

Radici Russe Della Casa Targaryen

AVVERTIMENTO! ATTENZIONE SPOILER!

‘House of the Dragon’, un prequel di ‘Game of Thrones’ (2011-2019), uno dei programmi TV fantasy di maggior successo dei nostri tempi, ha riportato gli spettatori nel mondo familiare e amato di Westeros.

I fan di George Martin sanno che ha basato i suoi libri su un eterogeneo caleidoscopio della storia medievale europea, ravvivandolo con leggende fantasy e, naturalmente, draghi. Nel corso degli anni, i fan di “Game of Thrones” hanno trovato molti interessanti riferimenti culturali, tra cui la storia e la cultura russa, nelle trame e nelle immagini visive della serie.

Perché l’immagine di Rhaenyra Targaryen sembrava familiare agli spettatori russi?

Radici russe della casa Targaryen 2
Rhaenyra Targaryen (L), Granduchessa Tatiana (figlia di Nicola II) che indossa un kokoshnik (R), circa 1904
media della legione; Dominio pubblico

‘House of the Dragon’ ha particolarmente soddisfatto i fan russi del mondo di Westeros. Quando HBO ha pubblicato il poster ufficiale del personaggio principale della serie, gli spettatori in Russia hanno immediatamente tracciato un parallelo culturale con il costume popolare russo, vedendo nell’abbigliamento della ragazza uno stilizzato kokoshnik e tipico costume russo ampia collana rotonda, orecchini arrotondati e silhouette ampia del vestito.

Radici russe della casa Targaryen 3
Imperatrice Maria Fyodorovna (Principessa Dagmar di Danimarca) in un abito di gala, 1881, di Ivan Kramskoy (L) / Imperatrice Maria Fyodorovna in un kokoshnik, di Konstantin Makovsky
Ivan Kramsky; Konstantin Makovsky

E non stiamo parlando solo del kokoshnik come elemento di un semplice abito popolare, ma del kokoshnik “ghirlanda” o kokoshnik “tiara”, che divenne popolare nell’alta società russa nel XIX secolo ed esistette fino al 1917. Tuttavia, gli emigranti portò con sé questo accessorio in Europa, dando inizio a una tendenza della moda “a la Russe” all’inizio del XX secolo.

Un esempio ancora più eclatante di kokoshnik, ormai classico, con pettine e ciondoli sulle tempie può essere visto nella serie durante la cerimonia nuziale di Rhaenyra.

Radici russe della casa Targaryen 4
IN ALTO: Rhaenyra durante il suo matrimonio. IN BASSO: Due kokoshnik russi
media della legione; shakko (CC BY-SA 3.0); Vladimir Fedorenko/Sputnik;

Sebbene la forma della fascia variasse da regione a regione in Russia, la base era solitamente di cartone, avvolta in stoffa e decorata con materiali e ornamenti diversi, a seconda dello status e della ricchezza del proprietario: broccato, treccia, perline, perle , fili d’oro, lamina, vetro, pietre preziose, ecc.

Soprattutto, il copricapo di Rhaenyra ricorda il tradizionale kokoshnik della provincia di Kostroma, chiamato “naklon”. Il filmato delle riprese della serie mostra che il kokoshnik è decorato con perline ed elementi “d’oro”, con i pendenti anch’essi fatti di perline.

Perché gli elementi simil-russi nell’abito Targaryen erano necessari?

Radici russe della casa Targaryen 5
Una collana russa del XII secolo dell’Armeria del Cremlino / Rhaenyra Targaryen indossa una collana simile
Musei del Cremlino di Mosca; Legione Media

È importante ricordare che, secondo George Martin, i Targaryen non sono gli abitanti originari di Westeros. I loro antenati arrivarono nel continente dalla città-stato di Valyria e portarono con sé le proprie usanze e routine. Indubbiamente, uno dei compiti del costumista della serie era quello di enfatizzare la loro unicità, per completare l’aspetto esotico dei personaggi e il loro linguaggio, che nella serie è parlato solo dai membri della Casa e solo in occasioni speciali, con particolari cerimoniali vestiario. Il compito è stato brillantemente portato a termine, ma per l’ispirazione abbiamo dovuto rivolgerci a fonti più lontane rispetto alla moda dell’Europa medievale.

Radici russe della casa Targaryen 6
(S) Dama di compagnia russa in abito di gala / Rhaenyra in abito simile
Dominio pubblico; Legione Media

I fan russi della serie, ispirati dall’analogia, sono andati anche oltre, trovando parallelismi più controversi tra uno degli abiti del personaggio principale e il famoso abito di corte russo, che divenne obbligatorio per le donne della corte imperiale russa a partire dalla metà del XIX secolo. .

Radici russe della casa Targaryen 7
(L) L’emblema della Casa dei Targaryen / (R) Un monumento a Zmey Gorynych al parco divertimenti Kudykina Gora, regione di Lipetsk, Russia
Mattia332 (CC BY-SA 4.0); Legione Media

E, naturalmente, i telespettatori russi hanno visto una forte associazione con Zmey Gorynych sullo stemma della Casa Targaryen, amante delle fanciulle del folklore. Tuttavia, nell’interpretazione del sigillo della Casa Targaryen, due teste di drago appartenevano a donne: le due sorelle del Conquistatore, Rhaenys e Visenya.

C’è stata una situazione nella storia russa simile al conflitto centrale della serie?

Radici russe della casa Targaryen 8
Granduchessa Elisabetta Petrovna / Imperatrice Anna Ioannovna
Dominio pubblico

Se ci rivolgiamo al gioco preferito degli spettatori della serie e proviamo a trovare un conflitto simile a quello centrale nella storia russa – tra due donne influenti nella lotta per il trono, la storia della relazione tra Elisabetta Petrovna e Anna Ioannovna sicuramente viene in mente.

Elisabetta Petrovna, la figlia più giovane di Pietro I e Caterina I, che, in gioventù, stupiva i suoi contemporanei con la sua bellezza, come Rhaenyra, e che era chiamata “la delizia del regno”, aveva, secondo la volontà di Caterina I , il diritto al trono dopo Pietro II (nipote di Pietro I) e Anna Petrovna (figlia di Pietro I). Nell’ultimo anno del regno di Caterina I e all’inizio del regno di Pietro II, circolavano voci a corte sulla possibilità di un matrimonio tra una zia e un nipote, che erano amichevoli e trascorrevano molto tempo insieme, il che ci rimanda al matrimonio tra Rhaenyra e suo zio, che abbiamo visto nella prima stagione di House of the Dragon.

Dopo la morte di Pietro II nel gennaio 1730, il testamento di Caterina fu rifiutato e il trono fu offerto a sua cugina Anna Ioannovna. Una decisione simile è stata alla base del conflitto nella serie TV: dopo la morte di re Viserys, il suo desiderio di fare di Rhaenyra il suo successore è stato dimenticato e il trono è stato affidato a un candidato più conveniente per l’élite al potere.

La fine della trama della storia russa è nota. Dopo la morte di Anna Ioannovna e un breve periodo di reggenza di Anna Leopoldovna, nella notte del 25 novembre 1741, Elizaveta Petrovna sollevò la compagnia di granatieri del Reggimento Preobrazenskij e, senza incontrare resistenza nel Palazzo d’Inverno, si autoproclamò nuova Imperatrice .

Come finirà la storia del confronto tra Rhaenyra e Alicenta in “La casa del drago”, verrà mostrato nelle prossime stagioni della serie TV, anche se gli spettatori che hanno letto il libro sanno che questo confronto sarà molto più tragico .

Elena Zaytseva è una giornalista di Russia Beyond. Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Russia Oltre.

GreatGameIndia è attivamente preso di mira da potenti forze che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo il pagamento volontario per i contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web tramite UPI, PayPal e Bitcoin.

Sostieni GreatGameIndia



Source link

Lascia un commento

Leggi anche