0 15 minuti 1 anno

“Oltre a questi incarichi rivelati e indicati del governo su

nazioni e gruppi di nazioni a livello nazionale [during the Reign of Jesus Christ], vi saranno incarichi di grande rilievo a livello internazionale nei settori delle funzioni scientifiche e sociali. E ci sono alcune indicazioni su quali saranno alcune di queste operazioni e sul possibile, se non probabile, personale.

Dato che Noè è vissuto per primo, ora diamo un’occhiata a Noè. Ai tempi di Noè, il

la causa principale della violenza e del caos delle condizioni mondiali era razziale

odi, matrimoni interrazziali e violenze razziali causate dall’uomo

sforzi verso l’integrazione e la fusione delle razze, contrari alle leggi di Dio. Dio aveva stabilito le linee di confine per le nazioni e le razze all’inizio (Deuteronomio 32:8-9; Atti 17:26). Ma gli uomini si erano rifiutati di rimanere nelle terre a cui Dio aveva assegnato loro. Quella fu la causa della corruzione e della violenza che pose fine a quel mondo. Per 100 anni Noè aveva predicato le vie di Dio alla gente, ma loro non avevano ascoltato.

A quel tempo, proprio come oggi, quel mondo ha dovuto affrontare un’esplosione demografica. Fu quando “gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra” (Gen 6,1). Gesù disse, del nostro tempo, proprio ora, “Ma come i giorni di Noè [Noah] se fossero, così sarà anche la venuta del Figlio dell’uomo” (Matteo 24:37) o, come in Luca 17:26, “E come fu ai giorni di Noè, così sarà anche nel giorni del Figlio dell’uomo.” Cioè, i giorni appena prima del ritorno di Cristo. Oggi le guerre razziali, gli odi razziali, le rivolte razziali e i problemi razziali sono tra i più grandi problemi sociali del mondo.

Noè ha semplicemente predicato alle persone durante la sua vita umana. Ma Noè, nel

risurrezione, immortale, in potenza e gloria, sarà dato il potere di

imporre le vie di Dio riguardo alla razza.

Sembra evidente che il risorto Noè lo farà a capo di un vasto progetto di ricollocazione delle razze e delle nazioni, entro i confini che Dio ha stabilito, per il loro bene migliore, la felicità e le benedizioni più ricche. Sarà un’operazione tremenda. Richiederà un’organizzazione grande e vasta, rafforzata dal potere di muovere intere nazioni e razze. Questa volta, popoli e nazioni si sposteranno dove Dio ha pianificato per loro, e nessuna sfida sarà tollerata.

Che paradosso. Le persone saranno costrette ad essere felici, ad avere pace, a trovare una vita abbondante e gioiosa!”

Estratto da Mistero dei secoli, scritto da Herbert W. Armstrong (il corsivo è mio).

Come fermo credente nella pura verità della Bibbia che Herbert W. Armstrong ha coraggiosamente insegnato, usandola come base, ho difeso le nostre dottrine in molti forum e condivido questo esempio:

Sono sicuro che sei consapevole che la Bibbia è un Libro etnocentrico che tratta del popolo ebraico, le dodici tribù di Israele, e menziona solo altre nazioni nella misura in cui entrano in contatto con il nostro popolo israelita. Brit Am Israel rivela l’identità moderna di questi popoli.

C’è la NAZIONE e c’è la CHIESA. Le nazioni israelite di Dio hanno la distinta Legge di Mosè che concede agli stranieri residenti/gentili vari diritti ad essere trattati in modo equo, possedere proprietà e simili, ma non il diritto di avere voce in capitolo o parte nell’esercizio del GOVERNO. La legge sui diritti di voto dovrebbe essere abrogata e trattata come una lacuna ingannevole e lebbrosa nel giudizio nazionale.

La Chiesa è basata su Israele (la Radice) ma include volentieri molti

Gentili (Rami) che sono stati innestati nella Famiglia spirituale e hanno lo stesso incredibile potenziale spirituale umano degli Israeliti: rinascere letteralmente di nuovo nel letterale Regno-Famiglia di Dio che trascende questa carne. La Chiesa di Dio ha bisogno di chiarire e far conoscere ampiamente la posizione biblica sulla razza e la grazia.

La Bibbia è un libro cristocentrico.

SBAGLIATO. La Bibbia è un libro etnocentrico che include al centro del suo messaggio divino il re d’Israele che avrebbe salvato Israele ei gentili, “prima al Giudeo e poi al Greco” (Romani 1:16). Sarebbe politicamente scorretto oggi rivolgersi prima agli ebrei (rappresentanti di tutti gli israeliti) e poi ai greci (rappresentanti di tutti i gentili). Ma è biblico!

Romani 9:3-5

3Poiché potrei desiderare di essere io stesso maledetto da Cristo per la mia

fratelli, miei compatrioti secondo la carne, 4 chi sono gli israeliti, a cui appartengono l’adozione, la gloria, i patti, il dare la legge, il servizio di Dio e le promesse; 5 dei quali sono i padri e dal quale, secondo la carne, è uscito Cristo, che è al di sopra di tutto, il Dio eternamente benedetto. Amen.

Alcuni obiettano invano contro Paolo anche solo per aver preso atto delle legittime differenze o per aver fatto una distinzione tra i suoi fratelli, i suoi connazionali e tutta l’umanità.

L’intero obiettivo del Nuovo Testamento è abbattere il

divisioni tra le persone sulla base di razza, classe e status.

Di nuovo: c’è la NAZIONE e c’è la CHIESA.

Lo stesso Nuovo Testamento che abbatte le divisioni, gli ostacoli alla nostra pari opportunità di ingresso nella Famiglia-Regno di Dio, predica ancora che le donne non dovrebbero predicare, che le mogli dovrebbero essere sottomesse ai loro amorevoli mariti e ai figli obbedienti ai loro pazienti genitori e schiavi dei loro padroni (1 Corinzi 14:34, 1 Timoteo 2:12). C’è un ordine biblico da seguire e ruoli unici da svolgere per tutti, sia nella Chiesa, nella famiglia o nella nazione (Isaia 19:25, 1 Corinzi 12:18).

Eppure alcune persone preferiscono seguire i loro sentimenti volubili, farsi influenzare dalle loro emozioni e ribellarsi alla Parola e alla Volontà di Dio, rifiutandosi di sottomettersi, orgogliose e testarde, non riuscendo a vedere che non si tratta dei loro complessi di inferiorità o dei complessi di superiorità degli altri , ma cosa è giusto e cosa è sbagliato come Dio ha decretato! Gli uomini sono uomini, le donne sono donne, gli israeliti sono israeliti e i gentili sono gentili!

Spiritualmente abbiamo tutti uguali opportunità, una volta chiamati, per vari uffici amministrativi nel Regno-Famiglia di Dio. Alcuni ex gentili e donne saranno più grandi di alcuni ex israeliti. È ciò che facciamo con ciò che Dio ci ha dato, e Dio ci ha dato vari ruoli, posizioni e confini con cui lavorare all’interno di questa vita di vita e di apprendimento. Le donne non dovrebbero sentirsi gelose degli uomini, o dei Gentili degli Israeliti, o di Giuseppe di Giuda o di Giuda di Giuseppe, o di Israeliti di Leviti o di Leviti di Sacerdoti. Satana può usare una radice amara di rabbia o risentimento, gelosia, cupidigia, per contaminare coloro che abbassano la guardia. Ognuno di noi ha il proprio posto, sia all’interno della Chiesa, della nazione o della nostra famiglia di nazioni.

La divisione di un uomo unificato non era un dono, era una punizione

per una generazione che è stata arrogante e ha deciso che essendo uniti loro

costruirebbe una torre per il Cielo.

Era sia una benedizione che una maledizione. Deuteronomio 32:8 e altrove rivela che Dio aveva predeterminato di dividere la Terra, la terra, con gli Israeliti in primo piano in mente (sapendo che li avrebbe creati) come varie eredità indipendentemente dal peccato, proprio come ci sono divisioni all’interno della Terra Santa per i 12 Tribù di Israele che non dividono (Ezechiele 47:21). E quei Gentili rappresentativi, che hanno adottato le nostre vie, rimarranno separati ma uguali (in una certa misura), date le aree designate come eredità (Ezechiele 47:2).

Qualsiasi avvertimento contro i matrimoni misti era basato sul mantenimento della loro

pratiche religiose pure, non mantenendo pura la razza.

Sembra essere entrambi, poiché c’è la DUALITÀ nella Scrittura, qualcosa di fisico che spesso rappresenta qualcosa di spirituale (Esdra 9:2). Genesi 30:34 e 35:2 rivelano che la famiglia di Labano era adoratrice di idoli, tra cui Rachele e Lea. Eppure Giacobbe ha fatto di tutto per sposarsi all’interno della sua stessa specie, dalla sua stessa famiglia, proprio come ha fatto Isacco (Genesi 24:4, 28:1-2). Qualsiasi matrimonio misto è la Bibbia è documentato ed è un’eccezione alla regola, e la persona segue la religione di Israele.

Dio ha creato le razze e noi creiamo un bellissimo quadro…

SE… ci mescoliamo. Se ti dessi una palla di 100 colori di vernice e tu tenessi quei colori separati da enormi spazi bianchi su una tela, quanto sarebbe bello e intricato il tuo dipinto?

Dio non ha commesso un errore nel renderci belli ognuno di noi, ma nel non volere che offuscassimo i nostri colori e le nostre caratteristiche uniche. Questa è una forma di adulterio, adulterare, diluire i nostri rispettivi popoli e mancare di rispetto ai nostri parenti. Dobbiamo rimanere entro i limiti che Dio ha stabilito: tipo dopo tipo.

Siamo il corpo di Cristo. Un corpo, uno spirito.

Di nuovo, questa è la CHIESA. Indipendentemente da ciò, le donne non possono ancora predicare ed è ancora “prima agli ebrei e poi ai greci”. C’è un ordine che dobbiamo seguire se vogliamo essere fedeli al Dio degli Ebrei, il nostro Grande Dio Creatore, il Dio della Bibbia.

Sembra che tu stia insinuando che ci sia una radice razziale…

forse di origine biblica, alla povertà e all’immoralità che portarono all’incidente di Toledo.

Credo che ci sia una radice spirituale in tutti i peccati. Siamo tutti peccatori e bisognosi di grazia. Tuttavia, non sai che Dio ha detto che avrebbe punito Israeliti ed Ebrei con Gentili specifici che si sarebbero comportati come animali, culminando nella confederazione dei regni Gentili guidata da LA BESTIA? Oltre Babilonia: l’ascesa e la caduta dell’Europa mette in guardia su questa crescente BEAST POWER IN EUROPA!

Dio è razzista? Isaia, Daniele e altri che si riferivano a vari paesi e leader gentili come animali, erano razzisti? O realista? Questo significa che ogni gentile è un animale selvatico? Sicuramente no! Proprio come ogni israelita certamente non è un agnello puro! Tuttavia, come può Dio riferirsi al “peggio dei pagani” che porterebbe contro le nostre ipocrite nazioni israelite se alcune persone non sono peggiori di altre, tutto considerato?

Non ti conosco abbastanza bene da classificarti come persona, quindi non lo farò, ma il punto di vista che esprimi qui è razzista.

Sarò felice di essere “razzista” come mi insegna la Bibbia, per quanto politicamente scorretto.

Non c’è dubbio che gli ebrei siano il popolo eletto di Dio. Ma

la Bibbia non è stata scritta per avvicinarci e insegnarci di più sugli ebrei.

Gli ebrei sono solo una parte delle DODICI tribù di Israele, come evidenziato in Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna nella profezia, ma ti sbagli sul fatto che la Bibbia non è stata scritta per avvicinarci e insegnarci di più sugli ebrei. Apparentemente non sei d’accordo con l’affermazione di Yashua che “la salvezza è degli ebrei” e “sappiamo chi adoriamo”, e come i Profeti rivelano che il mondo intero presto andrà dietro agli ebrei per saperne di più sul Dio biblico e su come Israele (tutti i 12 Tribù) sarà la Nazione Serva di Dio, la Sua Luce per tutte le nazioni, quando tutte le nazioni verranno a conoscere il Dio di GIACOBBE-ISRAELE (Zaccaria 8:23, Isaia 2:3).

Per favore, non essere offeso da Dio. Dio ha ordinato che il mondo impari tutto sul Suo Piano di Salvezza, e Suo Figlio, attraverso il Suo Popolo Israele, prevalentemente attraverso gli Anglosassoni e gli Ebrei. È la nostra chiamata NAZIONALE, basata sulla razza e sulla grazia (Romani 11:28-29).

I gentili possono e devono imparare e adottare come propri il nostro standard di vita più elevato dato da Dio (1 Corinzi 12:2). Ci è stato rivelato da condividere con il mondo!

Stai insistendo che in qualche modo Dio non sa che un caucasico

le donne e un uomo africano possono creare un bellissimo bambino color caramello o marrone chiaro che è straordinariamente bello. Lo stesso vale per tutte le altre razze che si mescolano.

Se Dio lo avesse voluto, lo avrebbe creato. Invece abbiamo le tre razze principali e quelle che sono state diluite/adulterate non per colpa loro. Intendiamoci, una delle mie sorelle è sposata con un simpatico uomo messicano, e un’altra delle mie sorelle è sposata con un uomo bianco, e all’altra ancora non sposata piacciono solo i gentiluomini neri (non il tipo del ghetto). E amo tutte le mie sorelle e i loro coniugi, anche se sanno che credo IDEALMENTE che dovremmo stare tutti all’interno della nostra stessa razza, la nostra divisione naturale data da Dio. Celebra la diversità! Non distruggerlo. Le nostre differenze date da Dio non devono dividerci. Guarda l’arcobaleno dove ogni colore rimane separato e speciale!

Mi rattrista che tu pensi chiaramente che il corpo di Cristo sia un’esperienza razziale quando gli esseri spirituali non sono vincolati da definizioni come razza ed etnia.

Mi dispiace che tu continui ad essere cieco di fronte alle grandi differenze tra LA NAZIONE e LA CHIESA. Le persone con una mentalità spirituale sono ancora guidate dalla legge di Dio, confidando che il Padre sappia meglio, e dice costantemente che una donna non può predicare e che i Gentili non devono governare sugli Israeliti e ogni nazione ha il suo posto.

Quando saremo esseri totalmente spirituali, saremo membri della Famiglia-Regno di Dio, essendo letteralmente rinati, trasformati da umani in divini, e poi trascenderemo la carne, diventando letterali Esseri-Spirito proprio come Dio Padre e Gesù Cristo nel carattere e nella composizione!


new world order
#Questioni #razza

Lascia un commento

Leggi anche