0 4 minuti 3 mesi


Quasi la metà dei residenti di San Francisco è stata vittima di furto negli ultimi cinque anni e quasi un quarto è stato aggredito o minacciato fisicamente, secondo un sondaggio pubblicato martedì dal San Francisco Chronicle.

Secondo i dati, il 45% degli intervistati ha subito un furto e il 24% ha subito violenze o minacce.

La percentuale era ancora più alta tra le popolazioni minoritarie, con il 54% dei neri e il 55% degli intervistati di razza mista che affermavano di aver subito un furto rispetto al 43% dei residenti bianchi. Gli intervistati che si identificavano come ispanici o di razza mista avevano maggiori probabilità di essere stati minacciati o aggrediti fisicamente, con il 36% di entrambi i gruppi che hanno denunciato violenze contro di loro.

Molti intervistati hanno espresso opinioni negative anche sulle forze dell’ordine, con il 41% che ha valutato le prestazioni della polizia “scarse” o “molto scarse” e solo il 18% le ha giudicate “buone” o “eccellenti”. Gli intervistati di razza mista avevano maggiori probabilità di diffidare della polizia (52%), mentre la cifra era inferiore ma comunque elevata tra i residenti ispanici (43%).

Anche quei sanfrancescani che non erano stati attaccati o derubati personalmente hanno affermato che la città stava andando in discesa, un’opinione condivisa dal 65% degli intervistati e particolarmente diffusa tra i residenti più anziani. Le persone di età compresa tra 50 e 65 anni erano le più stufe, con il 78% che affermava che le cose erano peggiorate, mentre il 71% di quelle di età pari o superiore a 66 anni era d’accordo.

Più a lungo gli intervistati vivevano a San Francisco, più era probabile che desiderassero ardentemente il suo passato: il 69% di coloro che sono arrivati ​​prima del 2009 si lamentava di ciò che era diventata la città. Oltre un terzo ha previsto che le cose sarebbero peggiorate nei prossimi due anni e un altro terzo ha detto che intendeva partire entro i prossimi tre.

San Francisco ha subito il più grande calo demografico di qualsiasi grande città degli Stati Uniti durante la pandemia di Covid-19, con il 6,3% dei suoi residenti che se ne sono andati durante l’anno terminato a luglio 2021. Gli intervistati che hanno affermato di voler partire hanno citato problemi ben noti, come la mancanza di alloggi a prezzi accessibili, i senzatetto e la criminalità incontrollata, così come la frustrazione con i politici locali, che sentono rifiutarsi di fare qualsiasi cosa al riguardo.

Il sondaggio è stato condotto nelle settimane successive al richiamo riuscito del famigerato clemente procuratore distrettuale Chesa Boudin, un voto che molti hanno interpretato nel senso che i sanfrancescani ultraliberali stavano finalmente mettendo piede contro le politiche radicali che hanno visto i criminali diventare molto più sfacciati ed espandersi le loro attività dai punti caldi tradizionali come il distretto di Tenderloin ai quartieri più ricchi.

Alex Jones e Andrew Tate, due degli uomini più censurati del pianetadiscuti di come hanno aggirato la de-platform e cosa accadrà dopo nella tirannia della matrice The Great Reset.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche