0 7 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Innanzitutto, una nota sul mio post precedente sul fatto che le date non siano nulla in confronto al potere del cuore. Stai certo che non ho intenzione di voltare le spalle ai dati! I dati sono alla base di tutto ciò per cui lavoriamo: trasparenza, diligenza e responsabilità. Ma potresti aver notato che le date vengono generalmente ignorate.

A questo punto del dramma del Covid, siamo stufi dei dati che dimostrano che le iniezioni di Covid sono dannose, che il trattamento precoce con farmaci a buon mercato e riutilizzati funziona, e così via. Ma i dati da soli hanno scarso impatto. Parlare con integrità, sottolineare l’assurdità della situazione con umorismo, agire con il cuore… tutte queste cose consentono alle persone di connettersi, e con ciò arriva l’apertura alle idee e sì, anche ai dati che altrimenti sarebbero molto impegnativi. Solo quando c’è una connessione i dati possono seguire.

Oggi vedremo alcune date difficili di qualcuno che è pieno di coraggio e di cuore.

Rick Heimens è un pilota di elicotteri e il mio prossimo ospite a Tess Talks questa domenica. Si è avvicinato a me qualche settimana fa e mi ha chiesto se volevo mettere il mio nome su una lettera che lui e il Dr. Niek Rogger ha meticolosamente messo insieme per dimostrare all’Autorità europea per la sicurezza aerea che la loro raccomandazione di somministrare ai piloti l’iniezione di Covid-19 è contraria alle proprie norme di sicurezza. Ho firmato il documento insieme a molti altri medici e scienziati preoccupati per il rischio di danni da vaccino nei piloti e le conseguenze.

Sapevi che le normative aeronautiche vietano specificamente ai piloti di partecipare a esperimenti medici? Questo ha senso: dopotutto, non vuoi che un pilota si ammali in volo. Allora perché i piloti di tutto il mondo sono stati costretti a ricevere le iniezioni sperimentali di Covid? Regolatori come l’European Aviation Standards Authority (EASA), la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti e l’Australian Civil Aviation Authority stanno letteralmente infrangendo le proprie regole. Questo è ridicolo nella sua assurdità, ma le conseguenze sono potenzialmente catastrofiche.

I piloti sono già a maggior rischio di problemi di coagulazione e sappiamo che la coagulazione è anche un effetto collaterale comune delle iniezioni di Covid-19. Cosa succede quando questi due fattori si uniscono? Ora ci sono numerose segnalazioni di quasi incidenti e tragiche morti di piloti in seguito alla vaccinazione.

Il capitano Robert Snow è andato in arresto cardiaco pochi minuti dopo l’atterraggio di un aereo. A quel tempo a bordo c’erano duecento persone. Il gruppo di campagna australiano Freedom Flyers ha ricevuto segnalazioni di piloti che hanno avuto problemi cardiaci dopo essere stati vaccinati, incluso un triatleta che ha subito un infarto mentre nuotava ed è morto dopo la sua seconda iniezione di Covid. Ci sono casi simili tra i Freedom Flyers negli Stati Uniti, alcuni dei quali sono menzionati in questo articolo.

Negli Stati Uniti, Theresa Long, tenente colonnello dell’esercito americano, chirurgo di volo e specialista in medicina aerospaziale, ha emesso un affidavit avvertendo del rischio potenzialmente mortale che l’iniezione di Covid-19 rappresenta per i piloti. È una lettura che fa riflettere – ecco un estratto:

Numerosi soldati e civili del Dipartimento della Difesa mi hanno raccontato come dopo la vaccinazione fossero malati, costretti a letto, debilitati e incapaci di lavorare per giorni o settimane. Inoltre, alcuni giorni fa ho esaminato le cartelle cliniche di tre membri dell’equipaggio di condotta, che avevano tutti problemi di salute sistemici significativi e aggressivi. Oggi ho ricevuto la notizia di un decesso e due casi in terapia intensiva a Fort Hood; il defunto era un pilota dell’esercito che avrebbe potuto volare in quel momento. Tutti e tre i casi di embolia polmonare si sono verificati entro 48 ore dalla vaccinazione. Non posso che attribuire questo risultato al vaccino Covid come causa di questi eventi.

Nel marzo 2021, l’EASA ha emesso un bollettino di sicurezza in cui si afferma che i piloti non devono volare 48 ore dopo la vaccinazione e 72 ore se volano da soli. Per quanto posso vedere questa è l’unica misura di sicurezza messa in atto, ma come dimostrano l’affidavit di Theresa e le storie di molti altri piloti, gli eventi avversi possono verificarsi settimane o addirittura mesi dopo la vaccinazione.

È anche preoccupante leggere che i problemi di sicurezza vengono ignorati da medici e operatori sanitari e che gli equipaggi di volo non stanno rivelando problemi medici per paura di perdere la licenza.

Rick descrive il rischio per la sicurezza del volo preso come “senza precedenti” e si aspetta che gli incidenti nell’aviazione aumenteranno. Spera che la lettera all’EASA imporrà il divieto della vaccinazione obbligatoria e chiede che i piloti vaccinati vengano riesaminati e sottoposti a test regolari. Sforzi simili esistono in tutto il mondo. Il nostro team ha recentemente ricevuto posta da Alan Dana in Australia. È un pilota e un membro degli Aussie Freedom Flyers e uno dei 53 querelanti che hanno citato in giudizio Qantas per aver posto fine al mandato. Ci ha informato che sono stati tutti calunniati come “grave cattiva condotta” per la loro scelta personale di non essere vaccinati. Non è ironico che proprio il personale che conosce meglio i rischi per la sicurezza delle vaccinazioni sia considerato inadatto al volo? Questo è un altro esempio del mondo sottosopra e sottosopra in cui ci troviamo.

Mentre ascoltavo Rick, mi chiedevo quali fossero i rischi per la sicurezza di autobus, treni, taxi, praticamente chiunque fosse al volante. Quando il mondo finalmente si risveglierà alla realtà del danno del vaccino, tutte queste persone saranno bloccate dal loro lavoro e ciò consentirà l’adozione dell’automazione e dell’intelligenza artificiale, dei veicoli senza conducente, ecc.? Spero sinceramente che non sia così.

Durante il nostro recente viaggio da e per Vienna, abbiamo sperimentato in prima persona quanto il personale delle compagnie aeree sia già stato sostituito dagli aerei. Il passaggio per l’aeroporto è stata un’esperienza senz’anima e un futuro sempre più disumanizzato e automatizzato non è quello che vogliamo incoraggiare.

Questo rende ancora più importante prendersi cura di coloro che potrebbero essere danneggiati dai vaccini e aiutarli a guarire. Dobbiamo ascoltare le vittime del vaccino e coloro che le curano e avere questa conversazione tanto necessaria apertamente.

Spero che questa domenica vi unirete a me e Rick Heimens mentre approfondiamo questo importante argomento: restate sintonizzati.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche