0 3 minuti 2 mesi


La Russia ha annunciato che venerdì terrà una cerimonia di annessione per le quattro regioni che hanno appena condotto un referendum di 5 giorni sull’adesione alla Federazione Russa. Segnerà la mossa finale dichiarando i territori effettivamente sotto il controllo del Cremlino ei suoi cittadini come ora russi.

“Domani nella sala di San Giorgio al Gran Palazzo del Cremlino alle 15:00 (12:00 GMT, o 8:00 USA orientali) si svolgerà una cerimonia di firma sull’incorporazione dei nuovi territori in Russia”, una dichiarazione del Cremlino in anteprima giovedì .

Inoltre Putin lo è dovrebbe fare un discorso “importante”., secondo la dichiarazione di Dmitry Peskov. I sondaggi nelle repubbliche separatiste di Donetsk e Luhansk, ea Kherson e Zaporizhzhia, si sono chiusi entro martedì sera e, come previsto, hanno restituito un schiacciante “sì”.

Sala di San Giorgio, Mosca

L’annessione sarà ufficializzata durante la cerimoniaed è probabile che il presidente Putin ribadirà gli avvertimenti contro le forze ucraine che attaccano i territori annessi appena dichiarati.

Putin ha detto martedì in un incontro televisivo con i funzionari mentre le votazioni si chiudevano nelle quattro regioni: “Salvare le persone nei territori dove si sta svolgendo questo referendumè al centro dell’attenzione di tutta la nostra società e dell’intero Paese.”

Mercoledì i media russi hanno dichiarato un’enorme svolta a favore dell’ingresso delle quattro regioni occupate nella Russia. In alcune regioni il voto “sì” è stato del 98%, cosa in qualche modo prevedibile soprattutto nelle repubbliche separatiste di lingua russa dove la linea di demarcazione era già stata chiarita in anni di guerra risalenti al 2014.

Una dichiarazione della Casa Bianca ha affermato in risposta ai referendum “falsi” “Gli Stati Uniti non riconosceranno mai il territorio ucraino come nient’altro che parte dell’Ucraina. I referendum della Russia sono una farsa, un falso pretesto per tentare di annettere parti dell’Ucraina con la forza in flagrante violazione del diritto internazionale, inclusa la Carta delle Nazioni Unite”.

Ha aggiunto: “Continueremo a sostenere il popolo ucraino e forniremo assistenza alla sicurezza per aiutarlo a difendersi mentre resiste coraggiosamente all’invasione della Russia”. Di Il 18% dell’Ucraina sarà rivendicato dalla Russia con il presente avviso di annessione.

Si dice che gli Stati Uniti stiano preparando ulteriori sanzioni in risposta alla mossa di annessione, anche dopo che l’UE ha annunciato di aver proposto un ottavo pacchetto di sanzioni estese, incluso un potenziale tetto massimo del prezzo del petrolio, che tuttavia dovrebbe essere controverso all’interno del blocco data l’Ungheria lunghe obiezioni registrate.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche