0 10 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Vladimir Putin ha avvertito l’Occidente mercoledì che la sua minaccia nucleare “non era un bluff”.

Il capo di stato russo ha pronunciato un discorso di sette minuti.

“Nel suo discorso televisivo di sette minuti, Putin ha anche avvertito l’Occidente che non sta bluffando quando si tratta di usare tutto ciò che ha a sua disposizione per proteggere la Russia – un apparente cenno al suo arsenale nucleare.

In precedenza, ha esortato l’Occidente a non avere la Russia con le spalle al muro e ha rimproverato i paesi della NATO per le loro vendite di armi all’Ucraina”, ha riferito l’AP.

Di seguito alcune delle traduzioni del suo intervento:

L’obiettivo dell’Occidente è indebolire, dividere e infine distruggere il nostro Paese. Stanno già dicendo apertamente che nel 1991 sono riusciti a dividere l’Unione Sovietica, e ora è giunto il momento per la Russia stessa di dividersi in molte regioni e territori mortalmente ostili”, ha detto Putin.

E hanno pianificato tali piani per molto tempo. Hanno incoraggiato le bande terroristiche internazionali nel Caucaso e promosso l’infrastruttura offensiva della NATO vicino ai nostri confini.

Hanno fatto della russofobia totale la loro arma, hanno anche coltivato deliberatamente per decenni l’odio per la Russia, principalmente in Ucraina, per la quale stanno preparando il destino di una base anti-russa, e lo stesso popolo ucraino è stato trasformato in carne da cannone e inviato alla guerra nel nostro Paese hanno scatenato questa guerra, già nel 2014, usando le forze armate contro la popolazione civile, organizzando genocidi, blocchi, terrore contro persone che si rifiutavano di riconoscere il potere creato da un colpo di stato in Ucraina”, ha aggiunto.

Oggi, come dicevo, le nostre forze armate operano sulla linea di contatto, che dista più di mille chilometri, e si trovano ad affrontare non solo formazioni neonaziste, ma l’intera macchina militare dell’Occidente collettivo.

In questa situazione, ritengo necessario prendere la seguente decisione – è pienamente adeguata alle minacce che dobbiamo affrontare: per proteggere la nostra Patria, la sua sovranità e integrità territoriale, la sicurezza del nostro popolo e del popolo nei Territori liberati lo ritengo necessario sostenere la proposta del Ministero della Difesa e dello Stato Maggiore Generale di effettuare una mobilitazione parziale nella Federazione Russa.

Intanto si passa al ricatto nucleare. Non parlo solo del bombardamento della centrale nucleare di Zaporozhye, appoggiato dall’Occidente, che rappresenta una minaccia di catastrofe nucleare, ma anche delle dichiarazioni di alcuni rappresentanti di alto rango dei principali paesi della NATO sulla possibilità e la legalità dell’uso di armi di distruzione di massa – armi nucleari – contro la Russia.

Vorrei ricordare a coloro che osano fare tali affermazioni sulla Russia che il nostro paese dispone anche di vari mezzi di distruzione, alcuni dei quali sono più moderni di quelli dei paesi della NATO. E se l’integrità territoriale del nostro paese è minacciata, useremo sicuramente tutti i mezzi a nostra disposizione per proteggere la Russia e il nostro popolo. Questo non è un bluff.

Mercoledì, l’ex presidente Donald Trump ha avvertito che il conflitto tra Russia e Ucraina potrebbe innescare la terza guerra mondiale.

In un post su Truth Social, Trump ha parlato delle minacce del presidente russo Vladimir Putin di usare armi nucleari e ha affermato che se fosse ancora presidente, il conflitto non sarebbe mai avvenuto.

Trump ha risposto dicendo: “Il presidente russo Putin sta ora minacciando di usare armi nucleari e dicendo: ‘Non è un bluff'”.

“Il conflitto in Ucraina non sarebbe mai dovuto accadere e non sarebbe accaduto se fossi stato presidente”, ha detto Trump. “Ma come ho chiarito per un po’ di tempo, questo potrebbe ora finire in una terza guerra mondiale”.

Mentre la Russia ha annunciato la mobilitazione militare, Xi sta esortando le forze armate a prepararsi alla guerra

Dopo l’incontro dei due capi di stato al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO) in Uzbekistan la scorsa settimana, l’Australian Strategic Policy Institute osserva: “Xi probabilmente ha visto l’opportunità di utilizzare il partenariato sino-russo senza confini per… più risorse russe da Putin in cambio del continuo sostegno della Cina”.

“Nonostante la sua faccia apparentemente imperturbabile al vertice, è improbabile che Xi interrompa i legami con Putin a causa della mancanza di progressi della Russia in Ucraina. La Russia rimane semplicemente un partner troppo importante nella strategia cinese per sfidare la posizione degli Stati Uniti nella regione indo-pacifica.

Interessante anche il momento in cui Xi ha pronunciato un discorso a un seminario militare nazionale mercoledì – lo stesso giorno in cui Putin ha annunciato una mobilitazione militare nazionale “parziale” – esortando gli alti ufficiali a prepararsi per una possibile azione militare all’orizzonte.

“È imperativo riassumere e applicare coscienziosamente esperienze di riforma di successo, padroneggiare nuove situazioni e comprendere le esigenze dei compiti, concentrarsi sulla preparazione per la guerra e avere il coraggio di ricercare e innovare”, ha affermato l’agenzia di stampa Xinhua il presidente cinese.

Alla conferenza sulla difesa ospitata da Pechino, a cui hanno partecipato alti funzionari della Commissione militare centrale cinese (CMC), nonché le forze di polizia armate del popolo e le accademie militari, ha affermato che le radicali riforme delle forze armate del paese che ha avviato alcuni anni fa hanno avuto successo.

“Gli ostacoli sistemici di vecchia data, le incongruenze strutturali ei problemi politici nello sviluppo della difesa e delle forze armate del Paese sono stati eliminati”, ha detto agli alti funzionari della difesa.

Alla conferenza SCO della scorsa settimana, ci sono stati momenti in cui Putin sembrava mettersi sulla difensiva, in particolare nel dialogo con la cinese Xi e l’indiana Modi…

Nel frattempo, martedì due navi da guerra occidentali hanno attraversato provocatoriamente il conteso Stretto di Taiwan mentre l’esercito dell’EPL ha continuato la sua massiccia presenza di pattuglia intorno a Taiwan dopo la visita di Pelosi all’inizio di agosto, riferisce la CNN:

Le navi da guerra statunitensi e canadesi hanno attraversato lo Stretto di Taiwan martedì dopo che il presidente Joe Biden ha dichiarato durante il fine settimana che gli Stati Uniti avrebbero difeso Taiwan in caso di attacco da parte della Cina.

Una nave della Marina degli Stati Uniti, il cacciatorpediniere missilistico guidato di classe Arleigh Burke USS Higgins, ha condotto un “attraversamento di routine dello Stretto di Taiwan” martedì, ha detto il portavoce della Marina degli Stati Uniti, il tenente Mark Langford.

La nave statunitense ha condotto il passaggio “in collaborazione con la fregata di classe Halifax della Royal Canadian Navy, HMCS Vancouver”, ha detto Langford.

Non era la prima volta che Biden rispondeva con un semplice “sì” alla domanda se gli Stati Uniti avrebbero difeso Taiwan in caso di invasione.

In un’intervista della CBS “60 Minutes” andata in onda domenica, ha risposto senza mezzi termini a una domanda su come avrebbero reagito gli Stati Uniti se la Cina avesse deciso di invadere Taiwan.

“Sì, se si trattasse di un attacco senza precedenti”, ha detto a Scott Pelley della CBS. Xi aveva indubbiamente in mente queste osservazioni provocatorie del comandante in capo degli Stati Uniti mentre si rivolgeva alla conferenza militare di Pechino mercoledì.

Il 28 aprile 2020”Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo – Come i film e le stelle manipolano l’umanità“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Revenge of the 12 Monkeys, Contagion and the Coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020”Il codice della musica: frequenze, ordini del giorno e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droghe e controllo mentale“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021”DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante Adrenocromo e ragazzi liberati dai DUMB“.

Il 18 marzo 2022”La moderna cospirazione della musica: pop star, successi e videoclip – per il perfetto lavaggio del cervello“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Pro e contro la vaccinazione: “Die Ärzte”, “Die Toten Hosen”, Nena, Westernhagen, Eric Clapton, Neil Young e altri“.

Il 26 agosto 2022”The Hollywood Code 2: Prophetic Works, Alien Agenda, New World Order e Pedofilia – ce lo raccontano attraverso un filme“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Gli Illuminati e il Nuovo Ordine Mondiale a Hollywood“.

Puoi ottenere un libro firmato per EUR 30,00 (tutti e cinque i libri per EUR 150,00) inclusa la spedizione se invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Fonti: dominio pubblico/thegatewaypundit.com/zerohedge.com il 22/09/2022





Source link

Lascia un commento

Leggi anche