0 6 minuti 2 mesi


Un tribunale sudcoreano ha ordinato al governo di risarcire un uomo per gli effetti dannosi di un vaccino contro il coronavirus dopo che gli è stata diagnosticata una malattia al cervello. Come riportato in precedenza su TrialSite, funzionari del governo sudcoreano ed esperti accademici continuano a negare che la morte dei giovani fosse collegata al vaccino COVID-19 di Pfizer.

Nel marzo 2022, la Corea del Sud ha registrato un aumento record di casi e decessi COVID-19 nonostante la popolazione del paese fosse pesantemente vaccinata. Più di recente, il 12 settembre, subito dopo il Chuseok Autumn Festival, il governo ha registrato oltre 36.000 nuovi casi di COVID-19.

Il danno del vaccino COVID-19 sta aumentando in seguito ai consigli degli esperti globali di vaccinarsi. Casi simili a quelli in Corea del Sud sono stati segnalati in India. La Corte Suprema dell’India ha ordinato al governo indiano di ascoltare il caso di due ragazze che si dice siano morte a causa dei vaccini COVID-19 in India.

Cosa c’è dietro il caso?

Un tribunale di Seoul, in Corea del Sud, ha stabilito il 20 settembre 2022 che il governo deve risarcire un uomo a cui è stata diagnosticata una malattia cerebrale dopo aver ricevuto un vaccino contro il coronavirus. È la prima causa di successo di un cittadino della Corea del Sud che chiede il risarcimento dei danni causati dal vaccino COVID-19. L’importo da pagare non è stato ancora comunicato.

L’attore, un uomo sui 30 anni, ha affermato di aver sviluppato la febbre il giorno dopo essere stato vaccinato da AstraZeneca nell’aprile 2021 e il giorno successivo ha sentito disorientamento e intorpidimento alle gambe. Andò in un ospedale universitario, dove i medici scoprirono che aveva mononeuropatia, malformazione cavernosa cerebrale ed emorragia intracerebrale.

piano di compensazione

La famiglia della vittima ha chiesto alla Korea Disease Control and Prevention Administration (KDCA) un risarcimento di 3,62 milioni di won ($ 2.607), ma gli è stato negato. Le autorità statali hanno rifiutato di riconoscere un legame tra la sua malattia e la vaccinazione, sostenendo che il sintomo principale della malformazione cavernosa cerebrale era l’intorpidimento delle gambe.

L’attore ha citato in giudizio il KDCA sulla sua decisione e il tribunale amministrativo di Seoul si è pronunciato a favore del paziente. Secondo un rapporto pubblicato dall’agenzia di stampa Yonhap, la corte ha affermato: “È ragionevole presumere che esista un nesso causale tra le malattie e la vaccinazione”.

“Prima della vaccinazione, l’attore era molto sano e non aveva sintomi neurologici o anamnesi”, ha affermato la corte. La corte ha anche osservato che non si sa quando ha sviluppato per la prima volta una malformazione cavernosa cerebrale e che non aveva segni della malattia prima della vaccinazione. Il KDCA ha impugnato il verdetto.

Secondo un rapporto della fonte di notizie online coreana Korea JoongAng Daily, il 19 luglio 2022, il KDCA ha affermato che i destinatari del vaccino COVID-19 affetti da malattie sospettate di essere collegate ma non provate dovrebbero avere diritto a un risarcimento da potrebbero ricevere fino a 50 milioni di won (US $ 38.150), che è un aumento rispetto ai precedenti 30 milioni di won.

Il governo pagherà anche un risarcimento di 10 milioni di won alle famiglie in lutto delle persone morte entro 42 giorni dalla vaccinazione contro il COVID-19, anche se la causa della morte non è stata determinata da un esame post mortem.

Tuttavia, TrialSite ha scoperto che il KDCA ha aumentato il tetto massimo alle spese mediche da 10 milioni di won a un massimo di 30 milioni di won (circa 25.400 dollari USA) dal 28 ottobre 2021. Per quanto riguarda l’aumento fino a 50 milioni di won per un sospetto effetto dannoso rilevante ma non dimostrato, il KDCA non ha rilasciato un comunicato stampa ufficiale.

Sentenza a favore dei diritti umani

attualmente sono nove procedure in attesa del risarcimento del danno da vaccino. Circa il 75% o 65.031 casi degli 87.304 rapporti ricevuti dal KDCA fino ad oggi che richiedono un risarcimento per gli effetti avversi di un vaccino COVID-19 sono stati rivisti. La Corte di Seoul in Corea del Sud è nota per le sue sentenze a favore dei diritti umani.

In precedenza, l’obbligo di vaccinare nelle istituzioni educative era stato temporaneamente sospeso dal tribunale di Seoul nel gennaio 2022 perché “svantaggi in modo significativo le persone che non sono vaccinate”, secondo la sentenza del tribunale. La corte ha aggiunto che la discriminazione nei confronti dei cittadini non dovrebbe essere tollerata in nessun ambito della vita quotidiana, in quanto sono tutti uguali davanti alla legge. Il compito del governo è sviluppare il miglior schema di compensazione che andrà a beneficio della popolazione in caso di lesioni o morte da vaccino. Sia il Regno Unito che il Canada hanno anche versato un risarcimento iniziale per lesioni o morte da vaccino. Ora più governi sembrano disposti a riconoscere che i vaccini COVID-19 a volte causano danni.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche