0 5 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici



Il 5 giugno 1975, il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA dimostrò una trasmissione di potenza wireless di 34 KW su una distanza di 1,5 chilometri, con un’efficienza dell’82%, un record mondiale all’epoca – seguirono ulteriori esperimenti in tutto il mondo.

Il trasmettitore Venus Station presso la struttura di Goldstone in California ha un diametro di 80 piedi con un trasmettitore da 500.000 watt.

La trasmissione di potenza wireless è stata effettuata su una distanza di 1,54 chilometri. Il sistema di ricezione della NASA JPL era dotato di 4.590 diodi speciali, che sono stati assemblati in quadrati di 1 metro e assemblati in una torre di ricezione per assorbire la quantità di corrente.

Tra il trasmettitore e il sistema ricevente, gli scienziati hanno installato un’altra torre, dotata di LED nello stesso formato del sistema ricevente, in modo che l’accensione dei LED segnalasse che la trasmissione di potenza è avvenuta correttamente.

Concludendo nel video, Richard M Dickinson, capo scienziato della NSA JPL, riferisce che questo test ha dimostrato che la trasmissione di potenza wireless ora funziona e può essere utilizzata nel mondo reale, assicurando il successo delle missioni della NASA D’altra parte, questa tecnologia può anche essere utilizzata nel settore civile – ma purtroppo questa tecnologia ci è trattenuta, invece numerosi impianti solari, pale eoliche e tralicci dell’energia elettrica ci rovinano la natura.

Il 27 maggio 1999 è stato pubblicato uno studio che si occupa di un calcolo costi-benefici e afferma chiaramente che i costi per sistemi costosi sono ammortizzati su grandi distanze di trasmissione di energia elettrica.

qui il PDF in inglese.

The Jet Propulsion Laboratory (JPL in breve; inglese per propulsione a jetlaboratorio) costruisce e controlla satelliti e sonde spaziali per la NASA.

JPL è affiliato con il California Institute of Technology (Caltech) a La Cañada Flintridge; I progetti di sonde spaziali di maggior successo della NASA sono stati realizzati sotto la sua guida. Per poter mantenere il contatto con le sonde, il JPL gestisce la Deep Space Network. Oltre alla NASA, JPL lavora anche per il Pentagono, il Dipartimento dell’Energia e altre agenzie governative.

Il JPL si è formato negli anni ’30 quando il professore del Caltech Theodore von Kármán, insieme a studenti e assistenti, iniziò a condurre esperimenti di propulsione a razzo. Il 31 ottobre 1936 lanciarono il loro primo razzo.

JPL si trova ora su 72 acri a La Canada Flintridge, California, ma il suo indirizzo ufficiale è 4800 Oak Grove Drive, Pasadena, CA 91109.

Altri test di successo:

Dopo gli anni ’30 e gli esperimenti di successo di Nikola Tesla (vedi i suoi lavori pubblicati “La trasmissione di energia elettrica senza fili”Il tredicesimo anniversario, Numero del mondo elettrico e Ingegnere, 5 marzo 1904 e “Esperimenti con Corrente Alternata di Alto Potenziale e Alta Frequenza”, McGraw Pub. Co., NY, 1904) nel 1968 ebbe luogo una prima trasmissione di potenza a microonde (MPT) che fece volare un modellino di elicottero. L’esperimento è stato condotto da WC Brown nei laboratori del JPL.

Primo sistema di test MPT più grande di WCBrown del 1975, potenza di trasmissione 2,45 GHz.

Negli anni ’80, gli scienziati giapponesi hanno sperimentato la tecnologia MPT. Nel 1983 e nel 1993, il team attorno a Hiroshi Matsumoto ha condotto due esperimenti di successo nello spazio: il cosiddetto esperimento del razzo MINIX (Microwave Ionosphere Nonlinear Interaction eXperiment) nel 1983, qui è stato utilizzato un trasmettitore da 800 watt – 2,45 GHZ e nel 1993 l’ISY -METS (Anno Spaziale Internazionale – Trasmissione di energia a microonde nello spazio).

Dopo gli anni ’90, la tecnologia MPT si è fatta strada in tutto il mondo. Sono stati spesso utilizzati trasmettitori a 2,45 GHz o 5,8 GHz. Nel 1987, gli scienziati canadesi hanno pilotato un aereo senza carburante chiamato SHARP (Stationary High Altitude Relay Platform).

Ecco alcune immagini di ulteriori test.

qui ci sono maggiori dettagli sui test appena citati e riferimenti alla letteratura pertinente.

video:



Source link

Lascia un commento

Leggi anche