0 6 minuti 1 settimana


PFIZER è accusato di aver effettuato test con il suo vaccino mRNA Covid-19 sui neonati. Informatori polacchi affermano che la società ha condotto sperimentazioni su “bambini sani, di età compresa tra tre e sei mesi fino a 11 anni” da giugno.

il Difesa della salute dei bambini di Kampagnengruppe sospetta che i soggetti fossero probabilmente orfani, data la segretezza e la velocità con cui sono stati condotti gli esperimenti.

Poiché è stato dimostrato che neonati e bambini sono difficilmente a rischio di Covid e solo raramente trasmettono la malattia, tali tentativi sarebbero inutili, non etici e probabilmente illegali.

Un gruppo di avvocati, medici e attivisti ha incontrato i membri del Parlamento e del Senato polacco a Varsavia il 2 ottobre per discutere il tema: Test medici su bambini e neonati – questioni mediche, legali ed etiche”.

Sembra che la conoscenza di questi tentativi di Pfizer sia stata soppressa a causa di “clausole di riservatezza” nel contratto di appalto di Pfizer, con persino un membro del parlamento polacco a cui è stato negato l’accesso ai documenti in violazione della legge polacca.

Gli informatori hanno affermato di avere difficoltà a valutare l’estensione degli studi, ma hanno confermato che erano coinvolti “otto piccole cliniche private e centri di ricerca privati”, con altri sospettati in Polonia, Finlandia, Israele, Spagna, Sud Africa e Stati Uniti. .

La difesa della salute dei bambini afferma che questi informatori hanno “registrazioni audio” di luglio e agosto di quest’anno che “potrebbero servire come prova in un procedimento penale”. I registri indicano che i bambini di età compresa tra tre e 11 anni sono stati iniettati con il prodotto Pfizer. Solo in Polonia potrebbero essere colpiti circa 1.000 bambini.

I bambini dai sei mesi ai due anni sono “attualmente in fase di reclutamento”; Tuttavia, Pfizer ha pubblicato documenti sul proprio sito Web il 20 settembre 2021, promettendo risultati per questo gruppo entro la fine dell’anno. Ciò suggerisce che gli esperimenti su questo gruppo sono iniziati contemporaneamente a quelli sui gruppi più vecchi.

L’approvazione per le sperimentazioni Pfizer su neonati e bambini polacchi è stata data da Grzegorz Cessak, presidente dell’Ufficio per la registrazione di medicinali, dispositivi medici e biocidi e membro dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA).

Ci sono sospetti che questi bambini siano stati collocati in orfanotrofi e case di cura, come è avvenuto in passato con altri studi sui vaccini. Per tali tentativi è richiesta l’approvazione legale, ma questa non era disponibile.

La segretezza che circonda gli esperimenti è minacciosa. L’ingegneria genetica dell’mRNA di Pfizer è nuova e ancora formalmente definita come una sperimentazione clinica. Il nocciolo della questione è che Pfizer non ha condotto studi completi sugli animali o sulla prole, come è prassi comune nello sviluppo di farmaci.

Lo studio sul vaccino contro il coronavirus di Pfizer-BioNTech ha una “data di completamento prevista” del 31 gennaio 2023. Sia il VAERS americano che lo Yellow Card Scheme del Regno Unito mostrano livelli e varietà senza precedenti di danni e complicazioni negli adulti e nei bambini più grandi.

Un rapporto completo recentemente pubblicato su Science Direct intitolato “Perché stiamo vaccinando i bambini contro il Covid-19?” Mostra che non c’è alcun beneficio da questa strategia e che gli esperimenti, le vaccinazioni di massa e le vaccinazioni di richiamo dovrebbero essere interrotte.

Le aziende farmaceutiche hanno sempre sfruttato i più deboli: gli anziani, gli handicappati mentali e fisici, i poveri e spesso i rifugiati politici ei prigionieri. I bambini, in particolare gli orfani e i bambini in affido, sono stati oggetto di sperimentazioni sui farmaci in passato negli Stati Uniti e in altri paesi.

Purtroppo, la Polonia ha la forma. Nel 2008, è stato scoperto che il produttore di farmaci svizzero Novartis, che ora produce anche vaccini per altre aziende, aveva testato un vaccino contro l’influenza aviaria (H5N1) su persone bisognose senza il loro consenso. Nel febbraio e marzo 2007, il farmaco sperimentale antinfluenzale Aflunov (Fluad-H5N1) è stato somministrato a circa 350 persone a Grudziadz, “in mezzo al nulla tra Varsavia e Danzica”. Alcuni di loro vivevano in un rifugio per senzatetto.

Gli infermieri hanno falsificato moduli di consenso informato e alcuni hanno trattenuto parte delle tasse universitarie dei partecipanti. Sono morti più di 20 residenti, ma le autorità non sono riuscite a trovare un “nesso causale” con i vaccini sperimentali. Di conseguenza, lo studio è stato invalidato e tre medici e sei infermieri sono stati condannati per “falsificazione di documenti e arricchimento illecito”. Sono stati condannati a multe, con la sospensione della pena detentiva e il divieto di esercitare la loro professione.

L’approccio di Pfizer alle sperimentazioni cliniche sui bambini è stato messo in discussione all’inizio di questo mese da Yaffa Shir-Raz, ricercatrice in comunicazione del rischio presso l’Università di Haifa, in un articolo intitolato “Serious Study Protocol Violations and Tampering”: How Pfizer Succeeded, the Emergency Hospital for Children through the [US-] Per ottenere la FDA”.

Afferma che Pfizer ha regolarmente violato i propri protocolli di reclutamento di prova, invalidando i risultati dello studio.

La storia della medicina e dello sviluppo dei farmaci è stata plasmata da esperimenti non etici e segreti. Abbiamo già abbandonato i nostri anziani in questa “pandemia”. Chi si impegna ad aiutare neonati e orfani?

TCW Defending Freedom ha chiesto commenti a Pfizer, ma non hanno risposto.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *