0 7 minuti 3 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Anu Lall

Pfizer non è mai venuto in India. Pfizer ha richiesto l’approvazione del suo vaccino nel 2020. I regolatori indiani hanno richiesto uno studio locale sulla sicurezza e l’immunogenicità. Tali studi di collegamento sono comuni in tutto il mondo.

Tutti gli altri produttori di vaccini stranieri avevano condotto studi simili in India. Ma Pfizer ha rifiutato di condurre uno studio locale. Pfizer ha anche chiesto l’immunità legale e la protezione dai danni del vaccino, che l’India ha rifiutato. Gli Stati Uniti concedono l’immunità legale ai produttori di vaccini. Non esiste una legge del genere in India e non abbiamo modificato le nostre leggi per Pfizer.

Storia dell’immunità legale per i vaccini e i tribunali sui vaccini

Molte lune fa lavoravo in un’azienda farmaceutica negli Stati Uniti dove ho saputo dei tribunali sui vaccini. Negli anni ’80 sono state intentate diverse azioni legali contro i produttori di vaccini e sono stati concessi ingenti risarcimenti.

I produttori farmaceutici hanno fatto pressioni per l’approvazione del Vaccine Injury Act 1986, che protegge i produttori di vaccini da azioni legali o risarcimenti in caso di danno da vaccino o addirittura morte. È stato creato il National Vaccine Injury Compensation Program (VICP), popolarmente noto come Vaccine Courts.

Se un vaccino causava un danno, il produttore se la cavava. Invece, il governo ha pagato un risarcimento con i soldi dei contribuenti, fino a un massimo di $ 250.000. Questo era ben al di sotto dei consueti importi di risarcimento per cause legali per responsabilità da prodotto di successo negli Stati Uniti. Le violazioni sono state trattate come un procedimento civile piuttosto che un procedimento penale.

Come avvocato, non potrei mai digerire una legge così apertamente di parte diretta contro la gente comune. Come può un paese progressista come gli Stati Uniti permettere una legge così ingiusta e parziale?

Panico da COVID-19, trattative e braccio di ferro globale

Quando è emerso il Covid-19, il mondo è andato nel panico. I governi hanno prontamente rilasciato licenze di autorizzazione all’uso di emergenza (EUA). Le compagnie farmaceutiche americane stavano ora prendendo di mira i mercati globali e facendo pressioni sui governi mondiali per l’immunità e la protezione legale.

Storicamente, il vaccino più veloce era per la parotite. Gli ci sono voluti quattro anni. Il vaccino di pfizerBioNTech è stato prodotto e approvato in otto mesi! È stato il primo ad arrivare sul mercato.

Le trattative sul vaccino per ogni singolo Paese hanno cominciato a mettere sotto pressione i governi.

Nel settembre 2020, le autorità di regolamentazione europee hanno risarcito i produttori di vaccini per effetti collaterali imprevisti. Il comitato esecutivo di Vaccines Europe ha firmato accordi di riservatezza con AstraZeneca e Sanofi per tutti i 27 paesi dell’UE. L’Australia ha seguito l’esempio.

In America Latina, il bullismo farmaceutico è andato oltre. Oltre al risarcimento legale, Pfizer ha chiesto protezione contro le proprie negligenze ed errori. L’Argentina ha cambiato tre volte la sua legge sui vaccini, ma la Pfizer non era soddisfatta. Pfizer voleva le riserve bancarie e le basi militari dell’Argentina come “garanzie”.

Nell’era neocoloniale, l’industria farmaceutica era la nuova Compagnia delle Indie Orientali.

Come si è affermato l’India

Mentre il mondo è andato nel panico e ha dato libero sfogo ai produttori di vaccini, l’India ha mantenuto la calma.

I nostri regolatori hanno seguito le procedure standard durante i negoziati. Pfizer ha rifiutato i processi in loco e ha insistito sull’immunità legale. L’India ha continuato a resistere.

Nel frattempo è iniziata un’enorme propaganda di pubbliche relazioni. La narrazione era: Pfizer può salvare l’India, ma la burocrazia tarda ad arrivare mentre le persone muoiono. I leader di opinione e i leader di pensiero sono andati a tutto gas, sottolineando quanto l’India abbia urgentemente bisogno dei vaccini Pfizer e che il governo ci sta deludendo. L’opposizione ha accusato il governo di perseguire una politica protezionistica non consentendo i vaccini di Pfizer e Moderna.

Nonostante questa pressione, l’India non si è arresa. Alla fine, Pfizer ha ritirato la sua domanda nel 2021. Abbiamo continuato il nostro programma di vaccinazione con farmaci che soddisfacevano i nostri requisiti normativi.

Di recente, Pfizer è stata criticata in tutto il mondo per la sua presunzione. Recentemente il CEO di Pfizer è stato assalito per le strade di Davos. In modo virale video ha schivato domande difficili sull’efficacia dei vaccini. Il Parlamento Ue ha più volte invitato a Bruxelles il ceo di Pfizer per interrogatori, che ha evitato. Ora le domande sull’immunità vengono poste dai produttori di vaccini.

Impara dall’India

Gli indiani sono cablati per guardare all’Occidente per la leadership del pensiero. Forse il mondo può imparare una o due cose dall’India. Amiamo odiare le leggi indiane.

Ma in questo caso, l’India è l’unico grande mercato al mondo che non protegge i produttori di vaccini dai cittadini, e questa è una buona cosa. Non abbiamo legiferato per dare un vantaggio a nessuno, eppure siamo rimasti aperti a tutte le possibilità. Nel nostro modo semplice, con risorse limitate, abbiamo affrontato le cose con umiltà e buon senso senza farci prendere dal panico.

Rudyard Kipling disse: “Se riesci a mantenere la testa quando tutti intorno a te stanno perdendo la testa e ti incolpano, se riesci a fidarti di te stesso quando tutti dubitano di te, allora sei un uomo, figlio mio!

Questa è la maggiore età dell’India.

Anu Lall è un avvocato e ha lavorato nell’industria farmaceutica in India, negli Stati Uniti e in Europa. È anche la fondatrice di YogaSmith e autrice di 4 libri che utilizzano lo yoga come terapia complementare.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche